Riportare la fantascienza nelle librerie italiane, questo è il nostro obiettivo. Crediamo nelle qualità letterarie del genere, crediamo nella sua capacità di suscitare meraviglia ed emozione, riteniamo la fantascienza uno degli strumenti più utili a riflettere sulla contemporaneità, senza per questo rinunciare alla capacità d’intrattenimento insita al genere. Riportare la fantascienza in Italia perché da troppi anni è assente dagli scaffali delle librerie nostrane che – escluse un paio di lodevoli eccezioni – offrono per lo più ristampe di vecchi romanzi, autori ormai defunti o riproposizioni di classici del genere. Dopo oltre quindici anni di frequentazione dell’ambiente letterario nostrano (per mezzo delle mailing list negli anni ‘90, in usenet poi e quindi nel mare magnum di internet, per mezzo di blog e social networks), fondare una casa editrice ci è sembrato un passo naturale, un po’ per sfruttare la reputazione maturata nel tempo, un po’ per restituire all’ambiente quel che di buono ci ha dato in tutti questi anni.

 

 PDF    LISTINO    XLS 

CATALOGO  PDF 

Desolation Road

05/10/2018 — Ian McDonald

  € 12,90   

 

"Hai ancora delle faccende in sospeso nella mia città, Rael, e fino a quando non avrai finito ciò che hai iniziato, i ricordi non ti daranno pace."

Desolation Road non dovrebbe esistere: una fermata non prevista lungo i binari della Ferrovia Bethlehem Ares, nata per errore, cresciuta ostinata come i suoi abitanti.
È una parentesi nella Storia, nell’attesa che si compia il suo destino. A Desolation Road non conta il passato e il presente è un’incognita polverosa: che si viaggi nel tempo all’inseguimento del futuro o si percorrano le sue strade a bordo di un risciò.
A Desolation Road ci sono solo due regole: si bussa prima di entrare e non si disturba durante la siesta.

Tra angeli meccanici e locomotive nucleari, matrimoni poliamorosi e spettacoli itineranti, gli abitanti di Desolation Road nascono, crescono, si innamorano, muoiono. Uccidono, a volte.

Desolation Road è una storia di frontiera in cui le suggestioni marziane di Ray Bradbury si fondono con il senso del magico e dell’ineluttabilità del destino di Gabriel García Márquez - mescolate con una buona dose d’ironia pop - per creare un tessuto narrativo fatto di personaggi, storie e luoghi che si intrecciano, si perdono e si ritrovano, dando vita a un romanzo indimenticabile.

Ian McDonald

Considerato uno dei più importanti scrittori di fantascienza contemporanei, Ian McDonald è nato nel 1960 a Manchester e vive in Irlanda del Nord nei pressi di Belfast. Inizia a pubblicare fantascienza con il racconto The Islands of the Dead, uscito sulla rivista Extro nel 1982, dimostrando subito la sua passione per ambientazioni complesse e raffinate e per una ricerca narrativa molto elaborata dal punto di vista stilistico e di costruzione della vicenda.
Per le sue opere ha ricevuto i più prestigiosi riconoscimenti internazionali.

ISBN 9788898950355

Ares Express

05/10/2018 — Ian McDonald

  € 17,90   

 

“Dovresti cercare di fermarmi. Dovresti farmi ragionare, dirmi quanto male staranno tutti quanti, e non pensi all’onore della famiglia, e sarà uno scandalo tale che dovranno andare in giro senza tagliarsi i capelli per i prossimi tre anni. Poi, visto che non funzionerà, dovresti chiedermi se so cosa sto facendo e se so dove sto andando e dirmi che quello là fuori è un mondo enorme e pericoloso e che mi farò del male molto in fretta e finirò per tornare con la coda tra le gambe. E quando io ti risponderò che è tutto a posto tu dovresti addolcirti e dirmi che ti mancherò e che mi hai sempre amato e che avevi questo piano brillante di comprarti la libertà e avremmo avuto il nostro treno e saremmo partiti verso il tramonto in una nuvola di vapore.”

Immagina treni grandi come quartieri, cattedrali volanti, deserti sconfinati attraversati da binari infiniti e città che si arrampicano per centinaia di piani sotto il tetto del mondo. Immagina una ragazza che vorrebbe solo guidare un treno, la sua gemella invisibile e una Storia da cui dipende il futuro - o i futuri - di un intero mondo. Immagina le meraviglie di un pianeta rutilante di colori, caleidoscopico nei molteplici panorami, con la sua corona di angeli e di intelligenze artificiali, gli artisti anarchici, le città desolate e quelle brulicanti di vita.
Ian McDonald mette in scena un’avventura governata dalle leggi ineluttabili della Narrativa, che - al solito - non sanno che farsene di un’Eroina Esuberante e Intraprendente (Ma Comunque Carina). Riuscirà Sweetness a piegare la Storia alla sua volontà, e a sopravvivere alle sfide che una dopo l’altra le si parano davanti?
Ares Express narra di uno strano mondo, così diverso, eppure così vicino al nostro, un luogo pittoresco e affascinante, dove si mescolano fantascienza e realismo magico, immaginazione e filosofia, azione scatenata e idee straordinarie.
Benvenuti nella vita di Sweetness Octave Glorious Honey-Bun Asiim XII Macchinista. Benvenuti su Marte.

Ian McDonald

Considerato uno dei più importanti scrittori di fantascienza contemporanei, Ian McDonald è nato nel 1960 a Manchester e vive in Irlanda del Nord nei pressi di Belfast.

Inizia a pubblicare fantascienza con il racconto The Islands of the Dead, uscito sulla rivista Extro nel 1982, dimostrando subito la sua passione per ambientazioni complesse e raffinate e per una ricerca narrativa molto elaborata dal punto di vista stilistico e di costruzione della vicenda.

Per le sue opere ha ricevuto i più prestigiosi riconoscimenti internazionali. Con Zona 42 ha pubblicato Desolation Road.

ISBN 9788898950331

Il Potere

10/09/2018 — Alessandro Vietti

  € 14,90   

 

“– Lei non è ancora arrivato in fondo alla storia, – ha risposto il giudice scuotendo la testa. – E noi non abbiamo più tempo.”

Il Potere è qualcosa di pazzesco e indicibile. Dovrete imparare a credere alla sua esistenza e poi imparare a farci i conti. Soltanto crescendo potrete comprenderne le regole, come maneggiarlo e, soprattutto, che cosa farne.

Dimenticatevi però di Superman, di Batman e dell’Uomo Ragno. Lasciate perdere X-Men e Avengers. Qui non ci sono mantelli e tutine colorate, niente maschere o raggi che escono dagli occhi, qui siamo più dalle parti della vostra vita quotidiana, quella che credete bella e felice, regolata dal Lavoro Assegnato e dalla Spesa di Cittadinanza e sì, anche dai manganelli, perché la giustizia non prevede eccezioni.

In questo libro si parla di un potere che pur non avendolo, tutti sfoderate. Il potere che pur subendolo, tutti celebrate. Il potere definitivo, quello che umilia e dispone, che opprime e impone, che vendica e giustizia. Il potere che è tutti i poteri. Il Potere è la storia dell’uomo che ha avuto il privilegio (e la condanna) di disporne come nessun altro e di diventare chi non avrebbe mai pensato di essere.

Alessandro Vietti nasce giusto in tempo per assistere alla conquista della Luna, forse è per questo che da sempre è interessato all’astronomia e all’immaginario fantastico. Ingegnere, vive e lavora a Genova nel settore dell’energia e si occupa di divulgazione scientifica e scrittura.

Suoi articoli sono apparsi sulla rivista Robot e sui mensili Coelum, Le Stelle e L’Astronomia. Nel 1996 il suo primo romanzo, Cyberworld è stato pubblicato dalla Casa Editrice Nord nella collana Cosmo Argento. Sempre per i tipi di Nord, nel 1999 è uscito il suo secondo romanzo Il codice dell’invasore. Entrambi i romanzi sono stati riediti nel 2015 da Delos Digital.

Per Zona 42 ha pubblicato Real Mars (2016) che ha vinto il Premio Italia come miglior romanzo italiano di fantascienza e il racconto Gli uomini sui cavalcavia contenuto nell’antologia Propulsioni d’improbabilità (2017).

ISBN 9788898950294

Madre nostra

15/02/2018 — Stefano Paparozzi

  € 12,90   

 

ISBN 9788898950256

Elysium

01/01/2017 — Jennifer Marie Brissett

  € 15,90   

 

"– Sta arrivando la guerra. – Come dici, tesoro? – Sta arrivando la guerra. – Sta arrivando la guerra? Per come la vedo io, la guerra è già qui." C’è un computer nell’atmosfera che ricorda, ricostruisce e racconta la storia di un amore che attraversa il tempo, la guerra e l’invasione. C’è una città luminosa che nel tempo diventa pallida immagine di se stessa, riflesso della vita dei suoi abitanti. Ci sono Adrian/Adrienne e Antoine/Antoinette che vivono la trasformazione di un amore totale. E c’è Elysium, simbolo di morte e sopravvivenza, di lutto e rinascita. Elysium è la storia di un amore declinato nelle sue molteplici essenze, di relazioni e caos al cospetto di un mondo che va progressivamente in frantumi. Elysium è il racconto di un’invasione e della strategia di sopravvivenza di uomini e donne scagliati nell’occhio del ciclone, indomiti e rassegnati, resistenti e fragili, di fronte all’unica realtà disponibile. Elysium è la straordinaria opera prima di Jennifer Marie Brissett il cui talento risalta nella qualità della scrittura e nell’originalità della messa in scena, che tiene costantemente al centro della vicenda la relazione tra i due personaggi principali e sviluppa al contempo una profonda riflessione sull’identità, l’individuo e la Storia con sorprendenti risultati narrativi.

Di origine anglo-giamaicana, Jennifer Marie Brissett è nata a Londra e si è trasferita negli Stati Uniti all’età di quattro anni. Cresciuta a Cambridge, Massachusetts, ha ottenuto un Master in Scrittura Creativa all’Università del Maine e una Laurea in Ingegneria Interdisciplinare presso l’Università di Boston. Per anni ha gestito una libreria indipendente a Brooklyn, New York, dove vive tuttora con il marito Geoff Wisner. Suoi racconti sono stati selezionati e inclusi in diverse prestigiose antologie americane. Elysium, il suo romanzo d’esordio, ha ottenuto una menzione speciale al Premio Philip K. Dick oltre ad arrivare tra i finalisti al Premio Locus e a quello dedicato alla memoria di James Tiptree Jr.

Menzione speciale, Premio Philip K. Dick Finalista, Premio Locus Finalista, Premio James Tiptree Jr.

ISBN 9788898950348

Ad Astra
Fantasia dell'avvenire

01/01/2017 — Antonio Bersa

  € 11,90   

 

<i>Il sole, non annunziato da crepuscoli, sorgeva sul breve orizzonte lunare come se un filo invisibile lo tirasse su da un baratro di tenebre cieche, e le tenebre cieche convertiva d’un colpo in luce sfacciata, che inondava le pianure lunari come una fiumana di fuoco, e su di esse proiettava le ombre nere, paurose, recise, fantastiche de’ monti e dei vulcani.</i> Sotto l’egida degli Stati Uniti Terrestri e la saggia guida del Collegio degli Arbitri, la Terra del secolo trentesimonono è unita e pacificata: la vita di decine di miliardi di persone si svolge lieta e ordinata, mentre la materia dischiude i suoi ultimi segreti alla tenacia degli scienziati che la indagano. Ma la popolazione è in vertiginoso aumento e sull’umanità aleggia lo spettro di guerre e carestie. Per scongiurare la minaccia è necessario muoversi in fretta e, dopo millenni di splendido isolamento, volgere gli occhi agli astri per trovare una nuova casa per il genere umano. Da dove cominciare? Un eccentrico bibliofilo, l’intraprendente figlia e un prodigioso ingegnere, cercheranno la risposta in un progetto visionario, scartato due millenni prima e riposto nei recessi polverosi di una biblioteca. Saranno in grado le macchine conosciute come “Oscillanti” di portare l’umanità sulla Luna e di aprirle le vie del Cosmo? La brillante e poetica penna di Antonio de’ Bersa ci conduce alla scoperta di un avvenire quanto mai antico, di una fantascienza schiettamente inattuale e proprio per questo tanto più sorprendente quando intercetta la nostra contemporaneità tecnologica, sociale, umana: Ad Astra ci richiama alla nostra responsabilità di essere il futuro che qualcuno auspicava, o temeva.

L'AUTORE <b>Antonio de’ Bersa</b>, nobile di Leidenthal, nacque in Dalmazia nel 1827 e trascorse buona parte della sua vita adulta tra Trieste e Monfalcone, all’epoca parte del Litorale austriaco. Laureato in giurisprudenza, fu avvocato e deputato della Dieta dalmata, parlamento provinciale dell’Impero austro-ungarico. A Trieste, dal 1876 al 1905 (anno della sua morte), fu direttore del quotidiano asburgico L’osservatore Triestino, nonché presidente del collegio dei periti per la tutela dei diritti d’autore in letteratura. Scrisse opere storico-politiche e teatrali; poesie – “Scrivere dei versi è una disgrazia che può toccare ad ogni galantuomo” – e narrativa. Uomo d’ingegno poliedrico e di cultura classicista e positivista, si dilettò anche di scienze fisiche e matematiche. IL CURATORE <b>Jacopo Berti</b>, è dottorando in italianistica all’Università di Trieste e si occupa di fantascienza e di interdisciplinarità scienza-letteratura. Insieme a Cristina Benussi ha curato per Mimesis il volume “Non date retta a me”. Etiche letterarie tra paradigma e paradosso (2016). Lavora come operatore sociale in una Onlus, dove insegna italiano ai richiedenti asilo e ai rifugiati. Scrive narrativa e gestisce un blog, Il meme egoista.

ISBN 9788898950133

Propulsioni d'improbabilità

01/01/2017 — G. Majer Gatti

  € 14,90   

 

“Propulsioni d’improbabilità è un’antologia di fantascienza sia contingente che siderale, sia quotidiana che assoluta, che non scende a patti con il realismo (per nulla disprezzato) anche quando lo tocca da vicino. È per sua natura improbabile, ed è amica della patafisica, «scienza delle soluzioni immaginarie». I racconti che leggerete hanno legami invisibili tra loro che non sono stati mai voluti né decisi: lunghi e brevi, più o meno narrativi, immediatamente fantascientifici o più duri da scavare nel loro guscio fantastico, tutti i racconti esorcizzano tensioni narrative sottostanti, rivelano politiche, muovono critiche sociali, attraversano disturbi e ossessioni, mettono sul piatto felicità malinconiche o illuminate, psicologie pubbliche e oscurità private, timori storici e paranoie. Non resta che lasciarli parlare.” (dalla prefazione di Giorgio Majer Gatti) Alephzed, di Lukha B. Kremo ll cancellatore, di Gianluca Morozzi Pensione Indiana, di Italo Bonera Gli uomini sui cavalcavia, di Alessandro Vietti La marcia delle chimere, di Dario Tonani In quel punto preciso, di Paolo Zardi Quasi primavera, di Emanuela Valentini ZS4, di Stefano Massaron Infodump, di Andrea Viscusi La variabile del dolore, di Maico Morellini Prototipo sperimentale numero 3, di Miki Fossati Santa cenere, di Gianni Tetti Il questionario, di Anna Feruglio Dal Dan Emoticonio, di Alessandro Forlani I pesci non hanno la febbre, di Chiara Reali Il paese uguale, di Emanuele Kraushaar Maja, di Giovanni De Matteo God’sLoveFightin’InDreams Blues, di Giordano Meacci

ISBN 9788898950171

Laguna

01/01/2017 — Nnedi Okorafor

  € 15,90   

 

Gli faceva male la testa, e tutto il corpo pareva pesare una tonnellata. Al taglio ci avrebbe pensato dopo. A se stesso avrebbe pensato dopo. Tossì di nuovo sfilandosi la maglietta. La strizzò schizzando d’acqua gli stivali già zuppi e se la rimise addosso. Era vivo, ed era successo qualcosa di molto peggio. Gli veniva da ridere. Dopotutto non era mica la prima volta che invadevano la Nigeria.

Un boato nel cielo di Lagos. Qualcosa precipita nell’oceano al largo della costa della più popolosa e leggendaria città della Nigeria. Il mare brulica di nuova vita, e dal mare una nuova entità emerge per sconvolgere la vita del paese africano.

Adaora, biologa marina alla ricerca di stabilità, Anthony, rapper capace di incantare le folle e Agu, un soldato dallo spiccato senso di giustizia, si incontreranno proprio lì, sul mare: insieme dovranno confrontarsi con i segreti delle proprie esistenze per tentare di salvare il paese che amano in una forsennata corsa contro il tempo. Accompagnano Ayodele, la donna misteriosa arrivata da un luogo ignoto, giunta a Lagos per promettere un cambiamento epocale, mentre il caos si diffonde senza controllo tra la popolazione della città.

Laguna racconta la storia di un’umanità al crocevia tra tradizioni secolari, un presente incerto e un futuro denso di potenzialità. Il romanzo combina in una miscela esplosiva il più classico tema fantascientifico, l’invasione aliena, al fermento di una città tentacolare. Con una pluralità di voci narranti, Laguna unisce in uno straordinario abbraccio la tradizione magica africana alla riflessione sociale e politica della migliore fantascienza. La scrittura di Nnedi Okorafor, avvincente, emozionante e spericolata, avvolge il lettore in una rete di suggestioni che ne rivelano tutta la ricchezza.

Benvenuti a Lagos, Nigeria.

ISBN 9788898950218

Real Mars

01/04/2016 — Alessandro Vietti

  € 13,90   

 

"Ovunque è un paesaggio da dopobomba in un'immobilità che sa di preistoria. Cartacce in balia del vento. Rumori di semafori che cambiano colore. Brusio di insegne di centri commerciali. Respiri di cani randagi sui marciapiedi umidi. Per avere conferma che in questo mondo l'uomo ancora sopravvive, bisogna cercare i teleschermi accesi. Le centinaia di milioni di persone che li guardano immobili sono uno sterminato esercito di terracotta incapace di reagire, figuriamoci di produrre o consumare." "Per molto tempo la domanda ricorrente - e anche un po' irritante - che mi veniva continuamente rivolta fu: 'Perché dovremmo spendere tutti questi soldi per andare su Marte, quando siamo così nella merda qui sulla Terra?' E tutto il mio bla bla bla sulla cultura, l'impresa, la storia, la speranza convinceva pochi. Poi, quando tutto sembrava perduto, sopraggiunse un'altra risposta, che non diedi io, ma che d'incanto per la prima volta convinse tutti. Non era per piantare una stupida bandiera. Né per cercare la vita extraterrestre. Né per vedere se un cielo può essere davvero rosa. E nemmeno per fotografare l'impronta della suola di uno scarpone sulla sabbia rossa. Niente di tutto questo, ovviamente. O meglio, a me piace pensare che furono tutte queste e molte altre cose insieme. Perché il motivo per cui spendemmo tutti quei soldi per andare su Marte fu uno solo: emozionarci. E alla fine ci emozionammo. Troppo." da Mars Show di Jeremiah Kunitsch "Cosa stai aspettando? Sali a bordo anche tu insieme con Kostantin, Ettore, Ulrike e Therèse e lasciati trasportare nelle remote profondità dello spazio!

Alessandro Vietti Nasce giusto in tempo per assistere alla conquista della Luna. Forse è per questo che da sempre è interessato all’astronomia e all’immaginario fantastico. Ingegnere, vive e lavora a Genova nel settore dell’energia e si occupa di divulgazione scientifica e scrittura. Suoi articoli sono apparsi sulla rivista Robot e sui mensili Coelum, Le Stelle e L’Astronomia. Nel 1996 il suo primo romanzo, Cyberworld, si è aggiudicato il Premio Cosmo ed è stato pubblicato dalla Casa Editrice Nord nella prestigiosa collana Cosmo Argento. Sempre per i tipi di Nord, nel 1999 è uscito il suo secondo romanzo Il codice dell’invasore. Entrambi i romanzi sono stati riediti nel 2015 da Delos Digital. Di recente suoi racconti sono apparsi nelle antologie Sinistre presenze (Bietti), Crisis, I sogni di Cartesio, Ma gli androidi mangiano spaghetti elettrici? (Della Vigna).

ISBN 9788898950225

Selezione naturale

01/02/2016 — Tricia Sullivan

  € 15,90   

 

So di avere solo due alternative: scordare tutto o morire. Si sa. Non si possono avere sedici anni per sempre. Ho letto tutto quello che c’era da leggere al riguardo e sono pronta. O ti adatti o implodi. Puoi solo ridere e andare avanti con la tua vita. È una sensazione strana, renderti conto che succederà anche a te, sapere che gli sguardi ironici e le risatine represse che ti scambi con le amiche in fondo all’aula di chimica sono in offerta limitata. Questa consapevolezza finirà. Mi sento come se stessi morendo. Come se stessi bruciando mentre rientro dallo spazio. Un sabato qualunque nel New Jersey: Sun deve incontrarsi al Mall con una gang di coetanee per risolvere un problema di ragazzi. Armata e alla moda, scoprirà che il confine tra shopping e violenza è molto sottile. In un altro luogo, un uomo solitario combatte una guerra disperata contro un nuovo virus e gli scienziati che lo hanno sviluppato. Meniscus è una cavia in un mondo in cui la metà maschile della popolazione è stata spazzata via da un’epidemia che ha risparmiato il genere femminile. I pochi uomini sopravvissuti vengono cresciuti, protetti e contesi in base al loro valore riproduttivo, ma Meniscus sta per cambiare le cose. E non sarà il solo. Cos’hanno in comune le ragazze che mettono a ferro e fuoco un centro commerciale e un uomo ricoperto di macchie blu in un laboratorio di ricerca del prossimo futuro? Tricia Sullivan gioca con i luoghi comuni, pone i rapporti tra uonimi e donne al centro di una narrazione spericolata, infarcita di riferimenti pop, violenza e politica, e costruisce una storia in cui sesso e distruzione vanno di pari passo con satira e riflessione, realizzando con Selezione naturale un romanzo che è considerato dalla critica britannica uno dei più importanti scritti da un’autrice di fantascienza usciti nel nuovo secolo.

Americana del New Jersey, Tricia Sullivan è una delle più importanti nuove scrittrici della scena anglosassone. Ha vinto il Premio Arthur C. Clarke nel 1999 ed è stata in lizza per la vittoria dello stesso premio con altri due romanzi. Le sue opere si sono segnalate come finaliste anche al Premio BSFA (Premio della fantascienza britannica), al Premio Tiptree e a quello dedicato alla memoria di John W. Campbell. A metà degli anni ‘90 si è trasferita in Inghilterra dove vive con il marito e tre figli. Ha studiato musica, astrofisica e karate. Le sue opere sono state tradotte in otto lingue. Selezione naturale è il suo primo romanzo a essere tradotto in italiano.

Romanzo finalista ai premi Arthur C. Clarke e BSFA

ISBN 9788898950188

Sole pirata
Virga: 3

01/01/2016 — Karl Schroeder

  € 15,90   

 

"La luce e la foschia del mattino ammorbidivano ogni cosa avvolgendola in delicate tonalità pastello. In lontananza le enormi ruote cittadine giravano a gruppi di quattro con gli stendardi che si increspavano al vento. 
Sullo sfondo c’erano lunghe stelle filanti di nubi dorate. In basso, l’asteroide di Rush era per metà coperto dalla foschia, una foresta ripiegata su se stessa. 
Sopra l’asteroide gli innumerevoli lontani edifici dei quartieri senza peso della città brillavano nell’aria limpida come scintille immobilizzate a metà del proprio volo." L’ammiraglio Chaison Fanning è sopravvissuto alla battaglia contro la Formazione Falcon. 
Rinchiuso in carcere e torturato, spera in un’opportunità per tornare a casa. 
A Slipstream la situazione si è fatta però molto più complessa di come la ricordava. Venera è pronta per la sua rivoluzione, ma non è l’unica a voler sfruttare la situazione a proprio vantaggio: da un lato i ribelli di Aerie, che aspettano l’occasione per rivendicare la loro indipendenza; dall’altro lo scontro intestino tra il Pilota e le forze navali di Slipstream, bloccato in uno stallo logorante. Nel frattempo qualcosa di alieno si nasconde nei cieli di Virga e forze misteriose, scatenate dall’interruzione, concentrano la loro attenzione sul destino dell’ammiraglio. Sole pirata racconta il viaggio verso casa di Chaison Fanning, tra oscure minacce, scontri epocali, vecchi amici e nuove, ambigue alleanze. Sullo sfondo di una delle più originali e meravigliose ambientazioni della fantascienza moderna, Karl Schroeder regala al lettore la più picaresca delle avventure, degna conclusione dell’avvincente trilogia di Virga.

Karl Schroeder è nato in Canada nel 1962, vive a Toronto. Karl Schroeder è uno scienziato che scrive fantascienza: nella “vita reale” è un esperto di Strategic Foresight, uno specialista nello sviluppo di modelli previsionali in ambito sociopolitico ed economico. Quando non pensa al futuro per lavoro, Karl Schroeder scrive storie ambientate nel futuro. Le sue opere sono state tradotte in francese, tedesco, spagnolo, russo e giapponese. In Italia sono stati pubblicati alcuni racconti su Alia (CS Libri) e nelle antologie che propongono il meglio della produzione fantascientifica dell’anno. Dopo ll Sole dei soli e Regina del Sole pubblicati entrambi da Zona 42, Sole pirata è il terzo romanzo di Karl Schroeder tradotto in italiano.

ISBN 9788898950263

Fellahin

01/01/2016 — Jon Courtenay Grimwood

  € 15,90   

 

Le cicatrici gli attraversavano la schiena come una mappa. Un paesaggio di dolore genuino, con crinali di sfregi a collegare la città a forma di stella sulla spalla alle periferie di cheloidi intorno alle costole e all’addome. Per Raf l’unica cosa di una qualche importanza era quanto poco dolore avesse sentito, perché sentire dolore era stato compito della volpe. Nel corso della sua esistenza Ashraf Bey ha interpretato molti ruoli, parecchi dei quali illegali. Ora, dopo aver dato le dimissioni da Ispettore Capo di El Iskandryia, si rende conto di non avere ottenuto poi molto dalla vita: ha un’amante con cui non ha mai fatto l’amore, una nipote che tutti ritengono poco sveglia e debiti che continuano ad accumularsi. Come se non bastasse, in tutto il Nord Africa tira aria di rivolta e il mondo intero sembra congiurargli contro. L’ultima cosa di cui ha bisogno è il padre che non ha mai conosciuto. Ma quando il capo della sicurezza del vecchio Emiro di Tunisi chiede a Raf di tornare in pista per indagare sul tentativo di omicidio di Sua Eccellenza, l’incontro sarà inevitabile. In fuga da un presente scomodo, Raf scoprirà sulla sua pelle un passato di cui non aveva idea… e stavolta uscirne vivo sarà difficile. Il terzo arabesco di Jon Courtenay Grimwood riporta in primo piano la storia di Ashraf Bey, costringendo il suo protagonista a confrontarsi con un misterioso passato nel tentativo di tracciare una nuova rotta per la sua esistenza futura. Fellahin, giustamente riconosciuto dalla critica anglosassone con il premio per il miglior romanzo di fantascienza uscito nel Regno Unito nell’anno della pubblicazione, rappresenta la degna conclusione di un ciclo di romanzi che ha ridefinito i rapporti tra letteratura di fantascienza, ucronia e noir.

Nato a Malta e cresciuto tra estremo oriente, Gran Bretagna e Scandinavia, Jon Courtenay Grimwood è autore di numerosi romanzi di fantascienza e fantasy, oltre a scrivere per numerose testate britanniche (The Times, The Telegraph, The Guardian, The Independent). Ha vinto due volte il premio per il miglior romanzo di fantascienza assegnato dalla BSFA (British Science Fiction Association) ed è stato più volte candidato ai maggiori premi di settore. I suoi libri sono stati tradotti e pubblicati in tutto il mondo. Jon Courtenay Grimwood vive tra Londra e Winchester con la moglie, la scrittrice Sam Baker. Dopo Pashazade ed Effendi, Fellahin è il suo terzo romanzo di fantascienza a essere pubblicato in Italia da Zona 42.

Romanzo vincitore del premio BSFA per il miglior romanzo di fantascienza uscito nel Regno Unito.

ISBN 9788898950300

Regina del Sole
Virga: 2

01/10/2015 — Karl Schroeder

  € 15,90   

 

Venera aveva visto la superficie esterna del mondo, aveva guardato gli iceberg staccarsi da quelle pareti nere e fredde. Aveva visitato il luogo di calore e vita meccanica che era Candesce. Il mondo era un manufatto, ed era fragile. Venera Fanning: dispersa nel cielo infinito di Virga, ignara della sorte dei suoi compagni, lontana da Slipstream e senza alcuna speranza di ritorno. La sua pericolosa attitudine all’intrigo sarà sufficiente a riportarla a casa? Spyre: una delle più antiche, potenti e temute nazioni di Virga. Paranoia, sospetto e complotto sono le caratteristiche che distinguono le sue classi dominanti abbarbicate dietro tradizioni millenarie e chiuse in eterni conclavi con pochissimi contatti l’una con l’altra, nel tentativo di conservare un potere che rischia di disintegrarsi come il mondo in cui vivono. Quando Venera Fanning piomba inaspettata nei cieli della città, scatenando una feroce caccia alla chiave di Candesce, Spyre è una polveriera pronta a esplodere. È solo questione di tempo prima che lo scontro diventi inevitabile. Riuscirà Venera Fanning a sopravvivere agli intrighi di Spyre o sarà quest’ultima a cadere preda dell’irrefrenabile tenacia e del desiderio di rivincita della Regina del Sole? Karl Schroeder in questo romanzo spinge il piede sull’acceleratore e ci scaraventa in una nuova avventura tra le meraviglia di Virga, dove nulla è semplice come appare e tutti hanno un diverso progetto per il destino del mondo. Scenari pittoreschi, personaggi sorprendenti e azione travolgente fanno da contorno a una storia che lascerà il lettore senza fiato a inseguire nelle sue peripezie l’indimenticabile protagonista di Regina del Sole.

Nato in Canada nel 1962, vive a Toronto. Karl Schroeder è uno scienziato che scrive fantascienza: nella “vita reale” è un esperto di Strategic Foresight, uno specialista nello sviluppo di modelli previsionali in ambito sociopolitico ed economico. Quando non pensa al futuro per lavoro, Karl Schroeder scrive storie ambientate nel futuro. Le sue opere sono state tradotte in francese, tedesco, spagnolo, russo e giapponese. In Italia sono stati pubblicati alcuni racconti su Alia (CS Libri) e nelle antologie che propongono il meglio della produzione fantascientifica dell’anno. Dopo Il Sole dei soli, pubblicato nel 2014 da Zona 42, Regina del Sole è il secondo romanzo di Karl Schroeder tradotto in italiano.

ISBN 9788898950140

Effendi
Il secondo arabesco

01/08/2015 — Jon Courtenay Grimwood

  € 15,90   

 

Nella metropoli nordafricana di El Iskandryia, paralizzata da una serie di esplosioni, le infrastrutture locali si stanno sgretolando e le strade sono nel caos, mentre Ashraf Bey, appena nominato procuratore capo, è alle prese con il suo primo caso: l'uomo più ricco della città è accusato di un crimine tanto orrendo che nemmeno il suo status potrà proteggerlo. Mescolando in maniera magistrale fantascienza e noir, Jon Courtenay Grimwood immerge il lettore in un mondo e in una città simili ai nostri, eppure diversi. Un mondo dove un esercito di bambini è pronto a bruciare quel che resta della civiltà, e una città in cui una serie di omicidi rituali rischia di risvegliare una storia che nessuno vuole ricordare. Muovendosi come in un gioco di specchi, tra corruzione e segreti, Ashraf Bey dovrà arrivare al cuore di un mistero rimasto sepolto per decenni, e dovrà farlo cercando di non perdere tutto ciò a cui tiene di più. In Effendi Jon Courtenay Grimwood trascina il lettore nel bel mezzo dell'azione, mettendo in scena un mosaico di eventi che lungi dal disperdere la vicenda, la concentra nei suoi punti nodali, conferendo un ritmo esaltante agli avvenimenti narrati. La miscela di storia alternativa e mistero crea un'atmosfera drammatica unica che insieme al racconto delle vicissitudini dei personaggi si fonde in un romanzo che non lascia scampo al lettore.

Nato a Malta e cresciuto tra estremo oriente, Gran Bretagna e Scandinavia, Jon Courtenay Grimwood è autore di numerosi romanzi di fantascienza e fantasy, oltre a scrivere per numerose testate britanniche (The Times, The Telegraph, The Guardian, The Independent). Ha vinto due volte il premio per il miglior romanzo di fantascienza assegnato dalla BSFA (British Science Fiction Association) ed è stato più volte candidato ai maggiori premi di settore. I suoi libri sono stati tradotti e pubblicati in tutto il mondo. Jon Courtenay Grimwood vive tra Londra e Winchester con la moglie, la scrittrice Sam Baker. Dopo Pashazade, Effendi è il suo secondo romanzo di fantascienza a essere pubblicato in Italia da Zona 42.

Romanzo finalista al premio BSFA

ISBN 9788898950102

Arresto di sistema

01/05/2015 — Charles Stross

  € 15,90   

 

Edimburgo, anno 2017, il sergente Sue Smith della polizia scozzese è chiamata a occuparsi di un caso decisamente inconsueto. Una rapina in banca ha avuto luogo alla Hayek Associates - una start-up digitale appena sbarcata alla borsa di Londra. Ma il crimine in questione sembra andare ben oltre le competenze di Smith: i principali sospettati sono una banda di orchi con un drago al seguito per il supporto di fuoco. La banca si trova infatti nel territorio virtuale di Avalon Four e una rapina del genere doveva risultare impossibile. Quando la voce si sparge, la Hayek Associates e tutte le economie virtuali rischiano una crisi senza precedenti. Più Sue Smith indaga meno le cose sembrano avere senso. Una cosa è certa: la rapina è solo l'inizio, altri giocatori, ben più potenti, stanno osservando ogni sua mossa, pronti a trasformare la crisi finanziaria virtuale in un problema nazionale di proporzioni globali. In Arresto di sistema si passa con nonchalance dalle rapine ai danni di banche virtuali alle meraviglie della realtà aumentata, dai giochi on-line a quelli pervasivi per le strade scozzesi, dai conflitti di competenze tra forze di polizia alla dura vita di freelance e dipendenti alle prese con superiori più o meno competenti, il tutto insaporito da una spruzzata di spionaggio internazionale e qualche omicidio assortito. Charles Stross non si accontenta di sfornare trovate e speculazioni a raffica, lo fa pure in maniera divertente (e divertita), con più di una strizzatina d'occhio a tutti i geek qua fuori.

Nato a Leeds in Inghilterra, Charles Stross scrive fantascienza da sempre. Ha all’attivo 16 romanzi e innumerevoli racconti che lo hanno reso uno degli autori più apprezzati dai lettori di tutto il mondo. Ha vinto tre premi Hugo e ricevuto numerosi altri riconoscimenti internazionali. Le sue opere sono state tradotte in 12 lingue. In italiano sono stai pubblicati Accelerando e L’alba del disastro, usciti per Armenia, e i romanzi brevi Giungla di cemento, Universo distorto e Palinsesto, editi da Delos Books. Vive a Edimburgo con sua moglie Feorag, un paio di gatti, qualche migliaio di libri e un mucchio di vecchi computer.

Romanzo finalista ai premi Hugo e Locus

ISBN 9788898950089

Dimenticami trovami sognami

01/03/2015 — Andrea Viscusi

  € 12,90   

 

Selezionato per un progetto speciale dell'ESA, Dorian capisce presto che la sua non sarà una missione ordinaria. Al suo ritorno, dodici anni dopo, deve affrontare il mondo che si è lasciato alle spalle e i lati oscuri del Progetto a cui ha preso parte. Ma c'è qualcos'altro, qualcosa che si annida dentro di lui e prende possesso dei suoi sogni, una forza sconosciuta che Dorian dovrà imparare a conoscere e controllare, prima di esserne sopraffatto. La missione di Dorian è l'ultimo tassello di una vicenda iniziata molto tempo prima. Una storia che coinvolge personaggi enigmatici con strane teorie e che affonda le proprie radici nell'origine stessa dell'Universo. Esiste un meccanismo anomalo, un bug cosmico, che permette di riscrivere la realtà e che una volta appreso conferisce un potere immenso. Ma è davvero possibile sfruttarlo per i propri scopi? O questo processo, una volta innescato, sfugge prepotentemente a ogni tentativo di controllo? I protagonisti di Dimenticami Trovami Sognami affrontano un mistero che rischia di travolgere la loro stessa esistenza: Dorian, costretto a confrontarsi con forze più grandi di lui; il dottor Novembre, a cui si rivolgono in cerca d'aiuto persone tormentate da visioni incomprensibili; Simona, che ha aspettato Dorian per dodici anni e dovrà rimettere insieme i pezzi di una storia che forse, in questo Universo, non è mai avvenuta.

Andrea Viscusi è nato in Toscana nel 1986, dove risiede tuttora. Laureato in statistica, è prima di tutto un vorace lettore e appassionato di fantascienza. Ha iniziato a scrivere nel 2008, pubblicando racconti in antologie di vari editori (Edizioni Della Vigna, Edizioni Scudo, Edizioni XII) e classificandosi nelle prime posizioni in concorsi di livello nazionale (Trofeo RiLL, Premio Robot, Premio Giulio Verne). Nel 2013 ha pubblicato Spore, la sua prima raccolta di racconti, con la Factory Editoriale I Sognatori. Tre suoi racconti sono stati tradotti in francese e uno è apparso sulla rivista Galaxies. Oltre alla scrittura si interessa di musica elettronica, merchandising M&M’s e oggetti a forma di lumaca. Ha ideato e realizzato il sito di indovinelli online Cinenigmi. Scrive sul blog Unknown to Millions di libri, musica, film e fantascienza. Nei forum, social network e blogsfera è noto come Piscu. Si autodefinisce il maggior fan italiano di Futurama e finora nessuno è stato in grado di smentirlo.

ISBN 9788898950065

Pashazade
Il primo arabesco

01/12/2014 — Jon Courtenay Grimwood

  € 15,90   

 

Al confine tra oriente ed occidente, El Iskandryia, l’antica Alessandria d’Egitto, è un crocevia di culture e ambizioni: libera città dell’impero ottomano, luogo di intrighi e potere, dove i soldi si mescolano alla tradizione e il valore di un uomo si giudica dal suo status sociale. Collocata in un prossimo futuro ucronico in cui le due guerre mondiali non ci sono mai state, El Iskandryia è lo straordinario scenario in cui si muovono i protagonisti di Pashazade. Ashraf giunge in città in fuga da un passato misterioso per affrontare un futuro ignoto: promesso sposo di una ragazza che non ha mai conosciuto, sospettato dell’omicidio di una donna scomoda, alle prese con una nipote che non pensava nemmeno esistesse. Ashraf si ritroverà a muoversi in precario equilibrio tra i poteri che governano la città, con una voce in testa che non smette di dargli opinioni non richieste. Pashazade è il racconto avvincente di un uomo costretto a fare i conti con la propria storia e a sciogliere i nodi della propria esistenza, cercando nel frattempo di sopravvivere in una città che prospera su inganni e segreti. In Pashazade c’è tutto il necessario per soddisfare il lettore più esigente: un protagonista memorabile che si rivela nella sua complessità man mano che si procede con la lettura; un’ambientazione formidabile capace di fondere le suggestioni mediorientali con la cronaca drammatica di questi anni; un plot avvincente, a metà strada tra mistero della camera chiusa e noir urbano; una serie di comprimari che si fanno ricordare, colti all’incrocio tra oriente e occidente, in precario equilibrio tra fascinazioni tecnologiche e tradizioni millenarie.

Nato a Malta e cresciuto tra estremo oriente, Gran Bretagna e Scandinavia, Jon Courtenay Grimwood è autore di numerosi romanzi di fantascienza e fantasy, oltre a scrivere per numerose testate britanniche (The Times, The Telegraph, The Guardian, The Independent). Ha vinto due volte il premio per il miglior romanzo di fantascienza assegnato dalla BSFA (British Science Fiction Association) ed è stato più volte candidato ai maggiori premi di settore. I suoi libri sono stati tradotti e pubblicati in tutto il mondo. Jon Courtenay Grimwood vive tra Londra e Winchester con la moglie, la scrittrice Sam Baker. Pashazade è il suo primo romanzo di fantascienza a essere tradotto in italiano.

Romanzo finalista ai premi Arthur C. Clarke, BSFA, John W. Campbell

ISBN 9788898950041

Il sole dei soli
Virga: 1

30/06/2014 — Karl Schroeder

  € 15,90   

 

Virga è una sfera di dimensioni planetarie piena d’aria. Al suo interno, privo di gravità, si muovono isole, alberi e città tenute insieme da un misto di forze centrifuga e centripeta, e trasportate dai moti convettivi delle masse d’aria che riempiono la sfera. Ad alimentare la vita di Virga c’è Candesce, il Sole dei soli, da cui deriva tutta l’energia disponibile. Hayden Griffin è un orfano di guerra in cerca di vendetta. Venera Fanning è decisa a tutto pur di ottenere quello che vuole. Insieme si imbarcheranno in una missione per salvare il mondo. Tra pirati e mitici tesori, foreste fantasma e impressionanti battaglie aeree, per loro la vita su Virga non sarà più la stessa. In questo travolgente romanzo, ricco di colpi di scena e azione dirompente, Karl Schroeder fonde mirabilmente vertiginose descrizioni ambientali di un mondo come non se ne sono mai visti a una grande attenzione alla coerenza dello sviluppo tecnologico. Il Sole dei soli mescola influenze steampunk (legno e ottone e velieri volanti), reminescenze gernsbackiane (il metallo lucido delle turbine con cui i nostri eroi si librano tra città volanti ed aeronavi) e richiami alla fantascienza più recente, con intriganti accenni a intelligenza artificiale e nanotecnologie. Le peripezie dei protagonisti in questo mondo privo di gravità e denso di meraviglie riportano a casa del lettore tutta la gioia della scoperta delle prime esperienze fantascientifiche, aggiornandole con la piena consapevolezza delle ultime tendenze del genere e delle sue più attuali evoluzioni.

Nato in Canada nel 1962, vive a Toronto. Karl Schroeder è uno scienziato che scrive fantascienza: nella “vita reale” è un esperto di Strategic Foresight, uno specialista nello sviluppo di modelli previsionali in ambito sociopolitico ed economico. Quando non pensa al futuro per lavoro, Karl Schroeder scrive storie ambientate nel futuro. Le sue opere sono state tradotte in francese, tedesco, spagnolo, russo e giapponese. In Italia sono stati pubblicati alcuni racconti su Alia (CS Libri) e nelle antologie che propongono il meglio della produzione fantascientifica dell’anno. Il Sole dei soli è il primo romanzo di Karl Schroeder tradotto in italiano.

Romanzo finalista al premio Aurora Candidato al premio John W. Campbell

ISBN 9788898950027