È una piccola Casa Editrice napoletana dal nome misterioso, ma che – a ripeterlo – evoca un luogo leggendario: il castello-prigione d’if, da cui evade il Conte di Montecristo, il personaggio più famoso di Alexandre Dumas e forse di tutta la narrativa popolare. Uscire dal castello-prigione, scavare alla ricerca della luce e della libertà, scambiare segni, sogni e fisionomie, inventare giochi linguistici con parole, testi e immagini – come sanno fare bambini e ragazzi, ma anche gli adulti e i poeti – sono metafore che ben rappresentano gli intenti programmatici delle Edizioni d’if e che ben si rispecchiano nei suoi libri. Le Edizioni d’if nascono con le collane per bambini e ragazzi: i coccogrilli, i pipistrilli, gli armadilli blu e con i primi cinque miosotìs, che poi diventeranno il fiore all’occhiello della Casa Editrice. Col passare degli anni si aggiungono nuove collane per lettori diversi, con la dichiarata preferenza per la poesia, l’arte, la letteratura. E ancora: si vuole sperimentare il connubio, sempre problematico, tra editoria di carta ed editoria elettronica, per trasformare il libro e non per abolirlo, per renderlo congruente e arricchirlo con le nuove tecnologie. L'ultima collana, i saggi del cuore, che pareva la scommessa più difficile, in tempi di scarsa acribia critica e di indirizzi sormontanti perlopiù accademicamente, va registrata in positivo con i primi sette titoli in circa quattro anni. E altri seguiranno a breve per continuare l'esplorazione in ambiti diversi e a volte imprevedibili... L'Editrice http://www.edizionidif.it/cose-e-perche-dif/

 

 PDF    LISTINO    XLS 

CATALOGO  PDF 

L'imperio dei segni
Igort tra Walter Benjamin e Walt Disney

12/05/2017 — Sergio Brancato

  € 28,00   

 

L’incessante sperimentazione espressiva di Igor Tuveri, in arte Igort, dagli anni del gruppo Valvoline Motorcomics ai graphic novel di oggi rappresenta l’intima inquietudine del fumetto, il suo imprevedibile trasformarsi in qualcos’altro rispetto al medium di massa da cui era partito alla fine del secolo XIX. Le creazioni di Igort condensano in sé una profonda consapevolezza della materia visiva e letteraria, dialogando a distanza con una sterminata comunità di narratori e artisti che depositano nelle tavole, attraverso la peculiare mediazione della sua mano, i segni imperiosi di una memoria generazionale proiettata verso la ricerca della forma. Muovendosi tra le teorie di Walter Benjamin sull’opera d’arte nell’epoca della riproducibilità tecnica e la pragmatica di Walt Disney sul lavoro intellettuale nelle fabbriche dell’immaginario, Igort è tra coloro che portano a compimento l’esperienza storica del fumetto, svelandone la sofisticata duttilità e la profonda vocazione a narrare/rappresentare ogni aspetto dello spirito del tempo. Il volume comprende una conversazione tra l’autore e Igort e un fumetto dono di Igort.

Sergio Brancato (Napoli 1960) è sempre stato affascinato dalle narrazioni e dalle differenti forme in cui esse giungono a noi, dalle arti grafiche al cinema, dalla radio alla tv, dal fumetto ai linguaggi digitali. È docente di Sociologia dei Processi Culturali e della Comunicazione presso l’Università di Napoli “Federico II”, ma ha anche un passato da professionista nei media in qualità di giornalista («il manifesto», «Paese Sera», «La Repubblica»), organizzatore di eventi, autore radiotelevisivo e sceneggiatore. I comics sono una delle sue passioni che nel tempo si sono trasformate in oggetto di ricerca, probabilmente al solo fine di trovare nuovi alibi per continuare a goderne.

ISBN 9788867300303

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook7

Appartamenti o stanze

06/02/2017 — Carmen Gallo

  € 16,00   

 

Che quella di Carmen Gallo sia poesia arredata in interni lo si capisce già dal titolo (Appartamenti o stanze) vale a dire che primieramente i suoi versi si pongono in un contesto di rifiuto dell’io lirico. A seguire neanche c’è traccia del tu montaliano, per cui si squaderna davanti ai nostri occhi e risuona nelle nostre orecchie (la voce dell’autrice è indispensabile alla strutturazione del testo) una vera e propria sfida pronominale, affidata a un noi che a trovarne le connotazioni e limitazioni è bravo chi ci riesce. E allora di che specie di poesia o di sperimentazione trattasi? Non ci troviamo forse in una zona borderline tra poesia e teatro o anche a percorrere attraverso le immagini appese sulle pareti degli appartamenti una mostra fotografica? Gli studi e la formazione della Gallo fanno propendere per un’ipotesi di questo tipo, rafforzata dalla metricità anglosassone di cui si avvale. Infine, delimitati sfondo e contesto, resta ancora da scoprire il contenuto dei testi. Dalle pagine balzano figurine scarsamente animate che pure connotano di sé e delle pose che assumono un testo dalla innovativa metricità e dai ritmi severi, figurine in posa ma senza nome, appena connotate o dal genere (un uomo, una donna) o dall’anagrafe (un bambino, una bambina). E dunque in questo poemetto per scene teatrali o in mostra c’è ricerca sia concettuale sia linguistica. Per cui è d’obbligo chiedersi: e poi? Non c’è che sollecitare nuove sperimentazioni racco-mandando alla Gallo di avere caro l’uso delle clausole.

Carmen Gallo (1983) è nata a Napoli, dove vive. Ha pubblicato Paura degli occhi (L’arcolaio 2014), finalista premio Russo-Mazzacurati, Raccolta parzialmente edita nel Registro di poesia #3 2009 e finalista Premio Montano, Raccolta edita 2016. Suoi testi sono stati tradotti in francese per la rivista online remue.net. Nel 2015-2016 è stata tra i curatori del Seminario di poesia comparata dell’Università Federico II di Napoli e nel 2016 del Laboratorio di poesia in carcere promosso dalla Fondazione Premio Napoli. Ha scritto articoli su Shakespeare, i poeti metafisici, Milton, Defoe, e sulla storia della critica angloamericana.

ISBN 9788867300327

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook13

Italiani, imparate l'italiano!

30/05/2016 — Patrizia Valduga

  € 20,00   

 

Con questa raccolta di prose al vetriolo, accresciuta di nuovi pezzi, una delle nostre più importanti e note poetesse passa in rassegna le forme d'abuso di una lingua che aspira ancora a essere nazionale. E non si tratta di cogliere gli errori di parlanti parzialmente alfabetizzati e irretiti dagli stereotipi dei programmi televisivi, ma di punzecchiare quei vezzi lessicali e sintattici con cui giornalisti e scrittori occultano una sempre più approssimativa competenza linguistica. Un volumetto, a più di un secolo e mezzo dall'Unità d'Italia, per ricordare che una nazione si fa innanzitutto con la sua lingua e la sua cultura. In chiusura la predica L'asilo infantile del vecchio Occidente.

Patrizia Valduga (Castelfranco Veneto – TV 1953) è poetessa e traduttrice. Vive a Milano. Ha esordito con la raccolta Medicamenta (Guanda 1982) a cui sono seguite, tra le altre: Donna di dolori (Mondadori 1991); Requiem (Marsilio 1994); Cento quartine e altre storie d’amore (Einaudi 1997); Lezioni d’amore (Einaudi 2004); Postfazione a Ultimi versi di Giovanni Raboni (Garzanti 2006); Il libro delle laudi (Einaudi 2012). Per la d’if ha pubblicato Italiani, imparate l’italiano! (2010) e nel 2016 una nuova edizione accresciuta.

ISBN 9788867300242

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook20

Il leone che cancella con la coda le tracce
L'itinerario intellettuale di Ernesto de Martino

25/05/2016 — Stefano De Matteis

  € 25,00   

 

Uno strabiliante studioso di uomini e cose ha indagato non solo sul mondo, e sulla sua fine, ma ha messo in scena con così grande vigore cafoni, tarantolati, fattucchiere e altri relitti chiamati finalmente a rappresentare un ruolo nella storia. Per cogliere appieno il fervore appassionato del napoletano Ernesto de Martino (Napoli 1908 - Roma 1965) vanno scoperte le felici contraddizioni del suo pensiero, riverberantesi sul lettore come le forme e i colori di un caleidoscopio. Leggendo le sue opere si compongono in un movimento creativo immagini del primitivo, del sacro, del popolare, della magia, della presenza, del patologico e perfino della fine del mondo, da scongiurare con l'ottimismo della volontà. Nell'anno di De Martino 50 che ha visto fiorire in tutta Italia una costellazione di iniziative, Stefano De Matteis con brillante acribia chiama a confronto, come già per una riuscita serie radiofonica, alcune tra le voci più significative che si sono occupate del grande studioso.

Stefano De Matteis (Napoli 1954) si occupa di rappresentazioni simboliche, pratiche performative e processi rituali. Insegna Antropologia culturale e Antropologia delle immagini e della performance nell’Università di Salerno ed è stato editore della casa editrice napoletana L’ancora del Mediterraneo. Per la d’if ha pubblicato Il leone che cancella con la coda le tracce (2016). ww3.unisa.it/docenti/dematteis/index.

http://lostraniero.net/ernesto-de-martino-la-frontiera-meridionale/

ISBN 9788867300280

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook7

Il rovescio d'autore
Letteratura e studi letterari al tramonto dell'età della carta

05/05/2016 — Gabriele Frasca

  € 25,00   

 

A chi avesse tra le mani questo libro salta all'occhio, oltre che la curiosa eleganza del titolo, "il tramonto dell'età della carta" del sottotitolo. Di ciò si parla come una sorta di mantra nei social, in tv e in ambiente editoriale, mentre va registrata la veloce diffusione degli ebook in tutto il mondo, Stati Uniti in testa. Gabriele Frasca studia da anni il fenomeno riflettendo con la consueta acribia e con lucido fervore l'evoluzione dei media elettrici ed elettronici in rapporto alla produzione letteraria e soprattutto alla forma romanzo. Nel 2005 già pubblicava per Meltemi La lettera che muore e nel 2015 è uscito per Sossella editore La letteratura nel reticolo mediale. Va da sé che nel progetto delle Telemachie (di cui sono usciti già i primi tre titoli) questo settimo titolo calza a pennello. Ma se cambia il libro che da cartaceo diventa elettronico, cambia non solo il concetto di letteratura ma addirittura tende a sparire come fenomeno culturale. Si tratta di una riflessione ardimentosa anche se intravista già da Paul Zumthor. E allora quale sarà secondo Frasca il rovescio d'autore? Non la letteratura ma l'arte che invece non muore.

Gabriele Frasca (Napoli 1957) è poeta, romanziere e saggista. Insegna Letterature Comparate e Media Comparati all’Università di Salerno. È attualmente il presidente della Fondazione Premio Napoli (http://www.gabrielefrasca.it/). Per la d’if ha pubblicato: ne «i miosotìs» Vent’anni di fermo volere (2002), Sette (2003) e Quevedo (2009); ne «gli anfibi» Il fermo volere (2004); nella recente collana «i saggi del cuore» Un quanto di erotìa. Gadda con Freud e Schrödinger (2011, Edinburgh Gadda Prize 2012 per la migliore monografia gaddiana), Joyicity. Joyce con McLuhan e Lacan (2013) e Lo spopolatoio. Beckett con Dante e Cantor (2014). Di prossima pubblicazione ne «i saggi del cuore» Un uomo senza. Nabokov con Burgess e Kubrick.

ISBN 9788867300266

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook6

Verso Itaca

30/10/2015 — Daniele Ventre

  € 25,00   

 

Titolo insolito per le Edizioni d'if che hanno nel catalogo libri di poesia, ma pubblicazione insolita perfino per il nostro panorama editoriale. Chi penserebbe infatti di editare per lettori italiani un romanzo di ben settemila e duecento versi che racconta e reinventa miti e vicende di uomini e dei? L'autore traduce da anni testi greci e qui reinventa in italiano il ritmo e il sound in cui risuonavano, oltre che i poemi omerici, i canti con cui i rapsodi allietavano i conviti. La trama prende le mosse dal mito di Telègono, figlio di Circe, che va in cerca di suo padre; mito che fa da cornice e da sfondo alla narrazione delle altre storie eroiche della grecità arcaica. Non si tratta di una traduzione ma di una reinvenzione di vicende di uomini e di dei, di eroi maghe e ninfe, insomma di tutto il favoloso immaginario di cui si nutre ancora la cultura contemporanea. Verso Itaca riscrive nella struttura del romanzo moderno l'antico immaginario inserendo un punto di vista attuale evidente, oltre che nella narrazione rapsodica, nei nove avantesti. Si vedano anche i miti che richiamano gli intrecci delle saghe fantasy, per non parlare della ricerca del padre o della sua uccisione...

Daniele Ventre (Napoli 1974) vive e lavora a Napoli come docente di latino e greco. Ha pubblicato una traduzione dell’Iliade (Mesogea 2010) per cui ha ricevuto nel 2011 il Premio Achille Marazza; una traduzione del Ciclope di Euripide (Mesogea 2013); una traduzione dell’Odissea (Mesogea 2014). Per la d’if ha pubblicato, come vincitore del premio di letteratura «i miosotìs», E fragile è lo stallo in riva al tempo (2012) e il romanzo in versi Verso Itaca (2015).

ISBN 9788867300235

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook6

La susina

20/10/2015 — Roberta Durante

  € 16,00   

 

Da quale immaginario poetico nasce un frutto così succoso, musicale e sonoro quale La susina a nutrire la fantasia della Durante, già così giovane e così esperta di nuovi versi e nuovi ritmi? Per scoprirlo non c'è che da leggere tutta d'un fiato la sua raccolta, libera com'è da vecchie giunture metrico-retoriche, da topoi della tradizione e da poco arditi sperimentalismi. E allora la raccolta può trasformarsi magicamente sotto gli occhi e nell'orecchio del lettore, anche grazie alla scarsa interpunzione e mai di fine pagina, in un poemetto dove le parole fluttuano sulla carta o in voce con ritmi che lei sola sa usare e comunicare.

Roberta Durante (Treviso 1989) insegna e scrive per «La Tribuna». Ha studiato Arti Visive e dello Spettacolo a Venezia. Ha pubblicato Club dei visionari (Edizioni Di Felice 2014, menzione d’onore Premio Anna Osti) e Balena (Edizioni Prufrock 2014) da cui è nata una sonorizzazione che insieme ad altre è fruibile su www.gabrielefrasca.it. Per la d’if ha pubblicato Girini (2012) come vincitrice del Premio Mazzacurati-Russo.

ISBN 9788867300204

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook10

Il pianto dell'aragosta

20/10/2015 — Marco Simonelli

  € 16,00   

 

Scene di vita quotidiana con poeta per cantarne usi, abusi e slang di modi e parole tipici della riviera romagnola fino a un "poetico tranqui", ignoto al resto degli italiani, e su tutto il condimento non solo acustico (l'immagine avrà pur essa un significato simbolico!) del Pianto dell'aragosta. Nel Pianto dell'aragosta la forma gioca al rimpiattino con i contenuti trasformandoli e rendendoli agibili, oltre che a insinuare l'esistenza di una maestria metrica così variata e scrupolosa quale è quella che Marco Simonelli ha coltivato negli anni e che qui dispiega in tutto il suo rigore. Infine una scaltrita competenza letteraria, resa vitale dall'ironia, è capace di evidenziare in forme eleganti un'invidiabile riserva di cultura alta a far da battistrada a vecchi e giovani lettori.

Marco Simonelli (Firenze 1979) vive e lavora a Firenze. Ha pubblicato Sesto Sebastian. Trittico per scampata peste (Lietocolle 2004) e Palinsesti (Zona 2007). Per Massimo e Pierce di Black Sun Productions ha composto Hotel Oriente (2010). Suoi testi sono apparsi in Poesia Contemporanea. Undicesimo Quaderno Italiano (Marcos y Marcos 2012). Per la d’if ha pubblicato Will. 24 sonetti (2009).

ISBN 9788867300228

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook5

Il nido dell'anemone
Riflessioni sulla poesia di Philippe Jaccottet

27/09/2015 — Fabio Pusterla

  € 25,00   

 

Nei cataloghi degli editori e nelle scansie delle librerie c'è ancora spazio per la grande lirica contemporanea? E se sì, con quali innovazioni, linguaggi e concezione dell'io? E il paesaggio, non solo quello sonoro o metropolitano dei giovani poeti, ma anche quello dei luoghi poco frequentati dall'uomo, può stuzzicare il gusto dei lettori postmoderni? A leggere questo saggio su Philippe Jaccottet, ormai novantenne, o anche un testo poetico di Fabio Pusterla, che lo studia ormai da circa un trentennio, parrebbe di sì. Con "Le bol du pélerin" inizia l'ultima e più importante fase dell'opera del vecchio poeta, di cui il poeta giovane, appassionato recensore e diremo quasi cantore, indaga con afflato amicale e scrittura struggente tutta l'opera, fino a divenirne il legittimo erede.

Fabio Pusterla (Mendrisio CH 1957) è insegnante presso il Liceo Cantonale Lugano 1 e presso l’Istituto di Studi Italiani. Attivo anche come studioso (in ambito dialettologico ha curato l’edizione critica delle opere narrative di Vittorio Imbriani), saggista (Il nervo di Arnold, Marcos y Marcos 2007) e traduttore (soprattutto dell’opera di Philippe Jaccottet), è autore di numerose raccolte poetiche, parzialmente riassunte nell’antologia Le terre emerse (Einaudi 2009). I suoi interventi sulla scuola sono raccolti nel volumetto Una goccia di splendore (Casagrande, Bellinzona 2008). Tra i titoli più recenti, Corpo stellare (Marcos y Marcos 2010) e Quando Chiasso era in Irlanda e altre avventure tra libri e realtà (Casagrande, Bellinzona 2012). La sua ultima raccolta poetica ha il titolo Argéman (Marcos y Marcos 2014). Per la d’if ha pubblicato Sinsigalli (2010) ed è presente nel volume della Fondazione Premio Napoli Il diritto alla lingua (Edizioni d’if 2015).

ISBN 9788867300198

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook1

Gli oggetti trapassati

24/10/2014 — Bernardo De Luca

  € 12,00   

 

Trapassare è un destino che riguarda tutti: uomini animali e cose, anche se non nello stesso modo, per cui l'azione, attiva o passiva che sia, non è di per sé sinonimo di fine terminale, chéun'altra esistenza - meno nobile? potrebbe riguardare gli oggetti trapassati. Sul nuovo corso delle cose, consumisticamente dismesse, indaga un giovane poeta, evidentemente perturbato dalla "crisi dei rifiuti" che nel 2008 soffocò Napoli.

Bernardo De Luca (1986) vive e lavora a Napoli. Attualmente svolge un dottorato di ricerca presso l’Università di Napoli «Federico II», con una tesi sulla poesia di Franco Fortini. Ha collaborato all’ultimo volume dell’Atlante della letteratura italiana (Einaudi 2012) e ha pubblicato saggi in rivista e in libri collettanei su Fortini, Sereni, Mesa e sulla poesia satirica novecentesca. Collabora con l’«Officinapoesia» di «Nuovi Argomenti». Sue poesie sono apparse in rivista e siti letterari. Vincitore del premio di letteratura «i miosotìs», ha pubblicato per la d’if la raccolta di poesie Gli oggetti trapassati (2014).

ISBN 9788867300136

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Lo spopolatoio
Beckett con Dante e Cantor

03/07/2014 — Gabriele Frasca

  € 25,00   

 

Ritenuto nel resto del mondo l'autore più significativo del secondo Novecento, se non altro per avere imbastito col suo puntiglioso equilinguismo l'opera più coraggiosamente intramediale finora conosciuta, Samuel Beckett stenta ancora ad avere un pubblico in Italia. Questo saggio, ripercorrendo l'immaginario dantesco che attraversa l'intera produzione dell'autore irlandese, e portando allo scoperto la tensione matematica che la sorregge, senza dimenticare il debito contratto col magistero joyciano, si offre dunque al lettore nella speranza di contribuire a risarcire un'assenza fin troppo grave nella nostra cultura.

Gabriele Frasca (Napoli 1957) è poeta, romanziere e saggista. Insegna Letterature Comparate e Media Comparati all’Università di Salerno. È attualmente il presidente della Fondazione Premio Napoli (http://www.gabrielefrasca.it/). Per la d’if ha pubblicato: ne «i miosotìs» Vent’anni di fermo volere (2002), Sette (2003) e Quevedo (2009); ne «gli anfibi» Il fermo volere (2004); nella recente collana «i saggi del cuore» Un quanto di erotìa. Gadda con Freud e Schrödinger (2011, Edinburgh Gadda Prize 2012 per la migliore monografia gaddiana), Joyicity. Joyce con McLuhan e Lacan (2013) e Lo spopolatoio. Beckett con Dante e Cantor (2014). Di prossima pubblicazione ne «i saggi del cuore» Un uomo senza. Nabokov con Burgess e Kubrick.

ISBN 9788867300150

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook1

Una rotonda sul male
Kafka allo specchio dei filosofi

10/04/2014 — Carmelo Colangelo

  € 22,00   

 

In poco più di un secolo la figura di Franz Kafka ha prodotto un numero esorbitante d’interpretazioni e malintesi. Via via che la sua popolarità è andata estendendosi su tutto il pianeta – fenomeno unico quanto a intensità e persistenza nella letteratura contemporanea – la sua parola si è propagata nelle arti, nei media, nella sensibilità comune, nella politica. Una rotonda sul male interroga le ragioni profonde dell’universalità raggiunta dall’opera dello scrittore rinvenendole a partire dal valore di rappresentazione del negativo che essa ha assunto per i numerosi pensatori che vi si sono avvicinati, da Bataille e Benjamin fino a Starobinski e Deleuze. Onnipresente, introvabile, banale, sistemico, tecnico, politico… a cento anni da La metamorfosi questo saggio torna sul tema del Male, così come appare nelle letture speculative dei testi del maggiore e più comico moralista del Novecento. Ne risulta una prospettiva inedita e attualissima su scopi, utilità, modi delle prassi filosofiche e di quelle letterarie colte nel loro corpo a corpo con l’Avversario.

Carmelo Colangelo (Galatina 1965) si è formato e ha lavorato presso le Università di Napoli e di Ginevra. Insegna Etica e Filosofia Morale presso l'università degli Studi di Salerno. Si è occupato di Jean Starobinski e le ricerche degli ultimi anni hanno riguardato i temi dell'uguaglianza, dell'emozionalità collettiva, dell'incidenza dell'agire tecnico.

ISBN 9788867300143

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Il cane di Pavlov (Resoconto di una perizia)

17/12/2013 — Vincenzo Frungillo

  € 12,00   

 

Un poemetto che racconta dell'incontro tra Martina e Bruno, e dell'addestramento di lui per stimolo e risposta alla maniera di Pavlov. Nella Milano da bere, dove le relazioni sono ridotte a giochi di dominio e di sottomissione, l'unico modo per "fuggire la percezione media della vita" è affidarsi alla carne e al dolore. Ed è in questa Milano che si ambienta la storia di un'estasi scandalosa, di cui Martina, la segretaria "senza voce", stila la "sua" perizia. È un'uscita dal mondo e da se stessi, per cui Bruno può godere solo legato a un letto, in un'agonia che lo porterà lontano anche dalla sua carnefice, rimasta a guardarlo con invidia. Un bestiario in cui la poesia, grazie anche alla coppia cane di Pavlov / oca di Lorenz, getta uno sguardo sulla scienza contemporanea. Per chi ama le storie sadomaso.

Vincenzo Frungillo (Napoli 1973) vive e insegna a Milano. Ha pubblicato: Fanciulli sulla via maestra (2002); Ogni cinque bracciate. Poema in cinque canti (2009, finalista premio Antonio Delfini); Meccanica pesante (2012, XI Quaderno di Poesia Italiana Contemporanea); La diarmata (AA.VV., Cfr edizioni 2015). Vincitore del premio «i miosotìs», per la d’if è presente in Registro di poesia #5 (2012) e ha pubblicato Il cane di Pavlov (2013).

ISBN 9788867300105

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook4

Esecuzioni

17/12/2013 — Giuseppe Nava

  € 12,00   

 

Una raccolta di testi di formidabile cogenza nella genesi formale e nel gelido narrare, giocata com’è su un’altrettanto formidabile contraddizione poetica, costruita con un linguaggio che azzera l’io e la scrittura per dar vita a poesie da brividi. Perché le Esecuzioni non si riferiscono ad attività umane come il fare musica, portare a termine un compito, svolgere un incarico ecc., ma all’infliggere la morte in tempo di guerra, come se non bastassero i caduti sul campo. Giuseppe Nava si mette a spulciare le sentenze a morte emesse durante la Grande Guerra contro i poveri cristi analfabeti (la truppa e qualche anarchico) deportati dalle campagne a fare una guerra che non gli appartiene e che non capiscono. La sfilza di fucilati al petto o alla schiena con disonore, ma senza difesa alcuna, è raccontata con le parole delle sentenze, e relative motivazioni, ridondanti di retorica patriottarda, che segnalano un gap comunicativo insanabile. Neanche una parola o una stringa è estranea ai registri delle sentenze, mentre la lettera di un condannato a morte alla moglie sembra voglia sciogliere il groppo emotivo e aprire in soggettiva un varco al dolore. Una scrittura che manca di qualunque segno grafico, una struttura poetica che insiste sugli enjambement e gli a capo a riscontrare lo scippo dell’identità ai condannati a morte, indicati solo con una sigla in minuscolo. Per chi milita contro le guerre e per chi sta imparando a militare.

Giuseppe Nava (Lecco 1981) vive e lavora a Trieste. Ha pubblicato Un passo indietro (LietoColle 2009). Tra il 2010 e il 2013 suoi testi sono stati pubblicati sulla rivista «Inpensiero» e, in rete, su Absoluteville, Poetarum Silva, Nazione Indiana. Ha curato con altri autori L’Italia a pezzi (Gwynplaine 2014). Per la d’if come vincitore del premio di letteratura «i miosotìs» ha pubblicato Esecuzioni (2013).

ISBN 9788867300112

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Heloysa novissima

17/12/2013 — Gaia Gubbini

  € 12,00   

 

Il poemetto di Gaia Gubbini, impreziosito da alcuni testi medievali tradotti e rielaborati, attualizza la passione tra Abelardo ed Eloisa, adolescente posta sotto la di lui tutela magistrale. Dopo la versione medievale, seguita dalla Novella Eloisa settecentesca di Jean-Jacques Rousseau, uno degli amori più famosi dell’antichità viene riraccontato in forma novissima, ambientato nella Roma dei nostri giorni e con il punto di vista della donna, anima e corpo. La storia dei due amanti filtra come eco di una vita lontana attraverso la voce, tutta femminile, di una Eloisa dei nostri tempi. L’effetto è quello di un déjà vu in cui prendono corpo i fantasmi di un luogo e di un’età, la Parigi del XII secolo, dove Eloisa novissima non è mai stata, ma il ricordo dei quali, come per l’autrice, è fin troppo vivo. Per gli imprudenti e gli impudenti che non temono il finale tragico.

Gaia Gubbini (Roma 1976) è Doctor Europaeus della Scuola di dottorato europea in Filologia Romanza dell'Università degli Studi di Siena (con incarichi a Parigi e a Berlino). Ha collaborato all'edizione nazionale del laudario iacoponico e alle Concordanze diacroniche dell'Orlando furioso.

ISBN 9788867300129

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Amaro ammore
Con CD Audio

05/06/2013 — Canio Loguercio, Rocco De Rosa

  € 22,00   

 

Amaro ammore narra dell'amore infelice, squadernando turbamenti e passioni. Eppure parole e suoni, ritmi e accordi hanno caratteri innovativi rispetto al genere "canzone". È un lavoro che Canio Loguercio va svolgendo da anni in coppia artistica con Rocco De Rosa, di cui si legge nei saggi di Pinotto Fava e di Gabriele Frasca. L'adozione di un napoletano mescidato e originale, "la sacra lingua delle passioni" - di cui dà ragione Nietta Caridei - non è un'opzione territoriale (i due autori sono lucani e vivono a Roma) né un omaggio alla tradizione, ma una scelta poetica e del cuore, che ha un precedente illustre in Pasolini. Pezzo forte della pubblicazione è il CD allegato, che ospita dieci tracce poetico-musicali, di cui la decima è la messa in musica di un testo di Gabriele Frasca. Si ascoltano brani ricchi di suggestioni e fuori dai canoni - uno si avvale del magistrale apporto di Maria Pia De Vito - dove la voce sussurrata del poeta-cantore crea echi e si melodizza con le composizioni del musicista, mixando uno struggente racconto d'amore.

Canio Loguercio (Campomaggiore – PZ 1955), musicista, poeta, performer. Lucano di nascita, napoletano d’adozione, vive a Roma. Finalista a tre edizioni del Premio Recanati per la canzone d’autore, ha collaborato con vari musicisti e ha pubblicato Indifferentemente (CD, il manifesto 2003) e Miserere (LIBRO + DVD, Squilibri 2006) in collaborazione con alcuni poeti. Canzoni sussurrate (DVD allegato alla rivista «in pensiero») è stato candidato alla Targa Tenco 2014. Come ospite ha partecipato a numerose rassegne tra cui: il Festival di Ravello, i Cantieri Internazionali di Poesia di Monfalcone, il festival Eruzioni di Ercolano, il Festival Teatri delle Mura a Padova, la settimana della Cultura Italiana a Cuba, Ethnicus, Rifrazioni, Teatri di Vetro, Festambiente Sud. Per la d’if ha pubblicato Passioni (+ cd, 2009) e con il musicista Rocco De Rosa Amaro Ammore (audiolibro, 2013). Rocco De Rosa (Oppido Lucano – PZ 1958) pianista e compositore, vive e lavora a Roma. La sua attività musicale si svolge tra cinema, documentari, televisione, teatro e danza. Come pianista dirige il gruppo multietnico «Hata», un progetto nato dopo la pubblicazione nel 1996 del CD Trasmigrazioni, curato assieme a Daniele Sepe e a Paolo Fresu. Per la d’if in coppia artistica con Canio Loguercio ha pubblicato il «miosotìs» Amaro Ammore (Edizioni d’if 2013).

ISBN 9788867300075

Carnaccia Avan-scrittura per 7 numeri e 21 vocali e consonanti
Con audiolibro. CD Audio

05/06/2013 — Enzo Moscato

  € 22,00   

 

Che rapporto c'è tra scena e scrittura in Enzo Moscato, artista a tutto tondo? Figure con l'originalità come la sua latitano ormai da decenni, anche in Europa e in Italia, anche a Napoli. Nella scelta dei maestri Moscato ha eletto a ciò Antonin Artaud dall' "acceso, caotico sangue", incrociando cultura francese e cultura napoletana nella città crocevia di popoli e di geniali mescolanze di civiltà. E così nasce Carnaccia che, traduce il riferimento a un testo artoriano (Position de la chair) citato da Jaques Derrida ne La scrittura e la differenza. Di Artaud, Moscato insegue le tracce come bisogno di uscire dall'inferno napoletano, che pure ama, e sfociando in qualcosa che è molto simile alla poesia. La lingua incrocia spezzoni narrativi, picchi espressivi e respiro vocale alla maniera di Moscato. Un grande sfoggio di varianti e di lingue, di parole ritmi e vocalità, che risuonano come avrebbero potuto risuonare nel gran barocco. Così Moscato paga il suo tributo alla tradizione napoletana che reinventa in un testo impegnativo. Così pure la postfazione di Gabriele Frasca che illumina il testo con una lettura ricca di suggestioni critiche.

Enzo Moscato (Napoli 1948), autore di numerosi testi teatrali, attore teatrale e cinematografico, scrittore e regista, recentemente anche cantante. La sua è un’arte integrale che Pasolini e Artaud avrebbero definito teatro di poesia (pur se scabro ed essenziale nei contenuti ma non nel linguaggio). Debutta a Napoli per pochi intimi nel 1980, l’anno del terremoto, quasi a risarcire la città di tanto scempio nel quartiere che Moscato più ama. Impossibile sintetizzare in poco spazio la sua multiforme e tenace attività, di cui nella rete esiste una buona testimonianza. Sulla sua attività teatrale cfr http://www.compagniateatraleenzomoscato.it/ e http://www.teatro.unisa.it/archivio/autori/moscato/moscato a cura dell’Università di Salerno. Nel 2013 gli è stato assegnato il Premio Napoli ed è presente con una sua non-lectio alumnaris ne Il diritto alla lingua (Edizioni d’if 2015). Come autore di testi non Moscato_Toledo Suite (foto Cesare Accetta)teatrali ricordiamo: Gli anni piccoli (Guida 2011), Tempo che fu di Sciòscia (Pironti 2014) e per la d’if il poemetto Carnaccia (2013).

ISBN 9788867300099

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook1

Joyicity
Joyce con McLuhan e Lacan

08/03/2013 — Gabriele Frasca

  € 22,00   

 

Che cosa avrà intravisto James Joyce di perverso e minaccioso nel sistema letterario da indurlo a sottoporre le sue opere alla spettacolare torsione che le avrebbe sottratte alla letteratura, e ai suoi riti. È innegabile che le date dei suoi capolavori (1914 inizio stesura dello Ulysses; 1939 pubblicazione di Finnegans Wake) inquadrino con sconcertante tempismo gli anni più roventi del trauma novecentesco. Così come appare evidente che gli autori che si sono confrontati con la sua opera, in una curva sinusoidale che da Beckett giunge fino a Pynchon (e comprende fra gli altri il Gadda del Pasticciaccio e il Nabokov di Lolita), abbiano tutti proseguito una riflessione sull’immaginario e sui suoi effetti persino più devastanti della guerra. Eppure colpisce la circostanza che, a fronte della grande attenzione critica che continua a destare (ma non in Italia) l’opera di Joyce, si sia poco studiata la sua incidenza sullo sviluppo di due dei più significativi e influenti nuclei di pensiero del secondo Novecento. Le penetranti riflessioni sui media di Marshall McLuhan e l’imponente rifondazione della psicanalisi di Jacques Lacan − dagli anni Cinquanta al 1981 per entrambi − affondano le loro radici nel magistero joyciano e nella questione sull’immaginario. Questo saggio, inseguendo la parabola con cui la joyicity fuoriesce dal sistema letterario, e indagando sulle conseguenze dell’opera di Joyce sulle ricerche di McLuhan e Lacan, viene dunque a colmare una vistosa lacuna tipologico-culturale, e a rilanciare con forza in Italia, nel momento in cui si assiste a una fioritura di nuove traduzioni dello Ulysses, l’opera del più grande artefice del Novecento.

Gabriele Frasca (Napoli 1957) è poeta, romanziere e saggista. Insegna Letterature Comparate e Media Comparati all’Università di Salerno. È attualmente il presidente della Fondazione Premio Napoli (http://www.gabrielefrasca.it/). Per la d’if ha pubblicato: ne «i miosotìs» Vent’anni di fermo volere (2002), Sette (2003) e Quevedo (2009); ne «gli anfibi» Il fermo volere (2004); nella recente collana «i saggi del cuore» Un quanto di erotìa. Gadda con Freud e Schrödinger (2011, Edinburgh Gadda Prize 2012 per la migliore monografia gaddiana), Joyicity. Joyce con McLuhan e Lacan (2013) e Lo spopolatoio. Beckett con Dante e Cantor (2014). Di prossima pubblicazione ne «i saggi del cuore» Un uomo senza. Nabokov con Burgess e Kubrick.

ISBN 9788867300082

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook1

Stop (e)motion

18/11/2012 — Federico Romagnoli

  € 12,00   

 

Un racconto che si potrebbe considerare in prosa poetica se non si svolgesse simultaneamente con una tecnica cinematografica richiamata già dal titolo (passo uno o animazione a passo uno). Salvo un inizio e una chiusa in versi, stringhe di testo con piccole frasi martellanti fanno la mimesi di fotogrammi impressionati uno alla volta e poi fluidificati nella proiezione. Le stringhe-riprese sono collegate attraverso una tecnica di spezzatura e di collegamento tra le frasi finali e quelle iniziali. Una requisitoria del disagio sociale e della contemporaneità lanciata a mo' di provocazione attraverso immagini, metafore, rime, assonanze e altre sonorità. Per chi ama i testi solidamente costruiti e ardimentosi. - per tutti

Federico Romagnoli (Siena 1976) è Dottore Ricercatore in Letteratura Italiana Contemporanea per l’Università per Stranieri di Siena con una tesi sul poeta senese Cesare Viviani. Ha pubblicato Maschere in quiete (Tipografia senese 2001); è presente nella raccolta Scantinati per meduse e fiori di cristallo (Giulio Perrone editore 2010); tra le pubblicazioni recenti, Carpe diem (Zona editore 2010) e L’abirinto (Giulio Perrone editore 2011). Per la d’if è presente in Registro di poesia #2 e #3 (2009 e 2010) e ha pubblicato Stop (e)motion (2012).

ISBN 9788867300044

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

I resistenti

03/10/2012 — Luca Ariano, Carmine De Falco

  € 12,00   

 

Un poemetto di testimonianze, disobbedienze, infelicità e forse rabbia, scritto a quattro mani e costruito con tasselli tragicomici per raccontare una guerra non dichiarata e forse nemmeno combattuta. Sfilano piccole storie di uomini e donne (cassaintegrati, precari, disoccupati, sottoccupati, maestre, casalinghe, piccoli lestofanti, qualche pedofilo e altri disagiati sociali) entro periferie postindustriali e degrado tardo-contadino. E a mo’ di sutura gli inserti dei due autori, essi stessi protagonisti dell’Italian War. Per chi ama la mescolanza dei generi e l’attualità in poesia.

Luca Ariano (Mortara – PV 1979) vive e lavora a Parma. Di poesia ha pubblicato: Bagliori crepuscolari nel buio (1999), Bitume d’intorno (2005), Contratto a termine (2010) e Tracce nel fango (2011) oltre a testi presenti in antologia. Ha curato Vicino alle nubi sulla montagna crollata (Campanotto 2008) e Pro/Testo (Fara 2009). Collabora a riviste e fa parte di «Ultranovecento». Nel 2014 per Prospero Editore ha pubblicato l’e-book La Renault di Aldo Moro. Nel 2015 per Dot.com.Press-Le Voci della Luna ha dato alle stampe Ero altrove. Per la d’if ha pubblicato il poemetto I Resistenti (2012) con Carmine De Falco, vincitori del Premio Russo – Mazzacurati . Carmine De Falco vive e lavora tra Napoli e Pomigliano d’Arco. Ha pubblicato in «Specchio Poetico» Linkami l’immagine e Loop Vernissage (Fara 2006 e 2007); Italian Day (Kolibris 2009); Variazioni (in Pro/Testo, Fara 2009). Per la d’if ha pubblicato con Luca Ariano I Resistenti (2012).

ISBN 9788867300020

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook5

La testa capovolta

03/10/2012 — Giovanna Marmo

  € 12,00   

 

"Un suggestivo poemetto dove un "io" getta il suo sguardo sulle cose (e poco importa di chi sia), ché la ripresa è in soggettiva. Per chi ama condividere con l'autore il piacere del testo."

Giovanna Marmo (Napoli 1966) vive e lavora a Napoli. Poetessa e performer, ha pubblicato tra l’altro: Poesie (Studiozeta 1998), Occhio da cui tutto ride (No Reply 2009) e il cd audio Sex in Legoland (Derive Approdi 2002). È presente in antologie e riviste italiane e straniere. Per la d’if ha pubblicato Fata morta (2006) e La testa capovolta (2012).

ISBN 9788867300037

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook6

Olindo
Olindo onesto spitafòra parricida e reo confesso. Un epistolario

18/09/2012 — Giuliano Mesa

  € 22,00   

 

«O Voi che lo potete, siate Pii!» È questa la richiesta del protagonista di questo sorprendente romanzo, comico e tragico, tutto giocato sulla superficie e al tempo stesso capace di toccarci nel profondo. Volgendosi ai Giudici, Olindo chiede di essere ascoltato, compreso e condannato per il suo gesto, antico, anzi arcaico. Ma i Giudici e la Legge lo irridono. All’inizio del Novecento, Kafka ha descritto la parabola di un uomo che resta per tutta la vita immobile innanzi alla soglia della Giustizia, finché, in punto di morte, non lo si rimprovera per non aver osato varcare una porta che era stata aperta apposta per lui. Un secolo dopo, Giuliano Mesa racconta la storia di un personaggio che si proclama colpevole, ma che resta inascoltato da tutti: la porta può ben restare aperta; è che oltre la soglia forse non c’è nessuno. Il «romanzo familiare» di Olindo, costruito grazie a uno straordinario tour de force espressivo, mostra la condizione odierna della colpevolezza, la sua natura astratta, in cui Edipo va a braccetto con Amleto, impossibilitato a riconciliarsi con la sua stessa pietà filiale, ma ancora alla disperata ricerca di «ottenere infine da Voi il pieno e indiscusso riconoscimento della colpa».

Giuliano Mesa (Salvaterra – RE 1957 / Pozzuoli – NA 2011) è stato una delle più significative voci della poesia italiana degli ultimi anni. Fra le opere apparse, dopo il libro di esordio (Schedario, Geiger 1978), è da ricordare l’ideazione e la curatela di Ákusma. Forme della poesia contemporanea (Metauro Edizioni 2000), Quattro quaderni (Zona 2000) e Poesie 1973-2008 (La Camera Verde 2010 con la sua curatela). Magnifico lettore e performer, è autore di Tiresia, una sorta di poema in versi che ha continuato a modificare fino alla morte. Altre notizie su Nazione Indiana a cura di Andrea Inglese. Per la d’if ha pubblicato Chissà (2002, ora in ebook su Amazon), Nuvola neve. Nove nuvole in forma di versi (2003) e il postumo Olindo (2012) a cura di Giancarlo Alfano, già in ebook sul sito della d’if (2003).

ISBN 9788867300068

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Registro di poesia 5
Premio di letteratura «i miosotìs» intitolato a Giancarlo Mazzacurati e a Vittorio Russo

18/09/2012 — C. Bello Minciacchi

  € 16,00   

 

È di nuovo prova di un’indubbia vitalità della poesia, questa edizione del Premio Mazzacurati – Russo, una prova che testimonia, per le molte eterogenee vie degli stili, dei temi e dei linguaggi – dei suoni del senso e della sperimentazione delle forme – quanto spazio e quanta attenzione continui a creare la pratica della poesia. Quella pratica assidua e avvertita, concentrata, che garantisce risultati diversissimi tra loro ma qualitativamente alti, interpretabili tutti come segnali di resistenza.

ISBN 9788867300051

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Un quanto di erotia
Gadda con Freud e Schrödinger

11/09/2012 — Gabriele Frasca

  € 22,00   

 

Dietro la grande orchestrazione linguistica di dialetti innestati all'interno di un registro ancora manzoniano, il "Pasticciaccio" (1957) di Carlo Emilio Gadda nasconde ben altro che il dramma del "palazzo degli ori" di via Merulana comicamente inscenato. Nella trama dell'opera all'apparenza sfilacciata, in realtà precisa come un ordigno, non fanno capolino, difatti, solamente le storture della storia, inumidite dal rivolo freudiano di "erotia" (per usare un'espressione cara al commissario Ingravallo), ma il più grande tormentone della teoria quantistica del Novecento, il paradosso EPR, che attraversa e motiva i più intricati snodi del testo. Se per davvero si vuole risolvere lo "gliuommero" di Gadda, occorre insomma ripartire dal noto articolo a firma Einstein, Podosky e Rosen apparso nel 1934 su "Physical Review".

Gabriele Frasca (Napoli 1957) è poeta, romanziere e saggista. Insegna Letterature Comparate e Media Comparati all’Università di Salerno. È attualmente il presidente della Fondazione Premio Napoli (http://www.gabrielefrasca.it/). Per la d’if ha pubblicato: ne «i miosotìs» Vent’anni di fermo volere (2002), Sette (2003) e Quevedo (2009); ne «gli anfibi» Il fermo volere (2004); nella recente collana «i saggi del cuore» Un quanto di erotìa. Gadda con Freud e Schrödinger (2011, Edinburgh Gadda Prize 2012 per la migliore monografia gaddiana), Joyicity. Joyce con McLuhan e Lacan (2013) e Lo spopolatoio. Beckett con Dante e Cantor (2014). Di prossima pubblicazione ne «i saggi del cuore» Un uomo senza. Nabokov con Burgess e Kubrick.

http://www.leparoleelecose.it/?p=3204 http://www.gaddaprize.ed.ac.uk/panels/panel1/frasca.php

ISBN 9788888413983

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook1

E fragile è lo stallo in riva al tempo

15/05/2012 — Daniele Ventre

  € 12,00   

 

"Un moderno canzoniere dell'anima declinato in strutture di grande sapienza formale. Per chi ama le eleganze creative e le metafore d'autore per raccontare una guerra non dichiarata e forse nemmeno combattuta."

Daniele Ventre (Napoli 1974) vive e lavora a Napoli come docente di latino e greco. Ha pubblicato una traduzione dell’Iliade (Mesogea 2010) per cui ha ricevuto nel 2011 il Premio Achille Marazza; una traduzione del Ciclope di Euripide (Mesogea 2013); una traduzione dell’Odissea (Mesogea 2014). Per la d’if ha pubblicato, come vincitore del premio di letteratura «i miosotìs», E fragile è lo stallo in riva al tempo (2012) e il romanzo in versi Verso Itaca (2015).

ISBN 9788867300006

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook1

Girini

08/05/2012 — Roberta Durante

  € 12,00   

 

Un’ardita giovanissima autrice si diverte, e ci diverte, con una scrittura poetica inconsueta. Organizza linee e versi in una rassegna psicopoetica ironicamente condita di diminutivi, modi di dire, detti, serie verbali e di tanti gioch(ini) di parole. Un linguaggio babelico di godibilità popolare, che si svolge e si riavvolge sicuro tra accumulazioni e serie sonore, snocciolate per giocosità e autoironia. Un’operetta ben riuscita e assolutamente depurata di giovanili pretese o di prime vanità, come recita già il titolo. Per chi ama scoprire lo stato dell’arte poetica nuova e nuovissima.

Roberta Durante (Treviso 1989) insegna e scrive per «La Tribuna». Ha studiato Arti Visive e dello Spettacolo a Venezia. Ha pubblicato Club dei visionari (Edizioni Di Felice 2014, menzione d’onore Premio Anna Osti) e Balena (Edizioni Prufrock 2014) da cui è nata una sonorizzazione che insieme ad altre è fruibile su www.gabrielefrasca.it. Per la d’if ha pubblicato Girini (2012) come vincitrice del Premio Mazzacurati-Russo.

ISBN 9788867300013

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Registro di poesia 4
Premio di letteratura «i miosotìs» intitolato a Giancarlo Mazzacurati e a Vittorio Russo

25/10/2011 — G. Alfano

  € 16,00   

 

Nel formato di un'antologia si registra l'andamento della quinta edizione del premio letterario "i miosotìs", i cui quattro testi vincitori (con un ex-aequo) sono pubblicati in volume autonomo. Il particolare allestimento grafico-tipografico, le caratteristiche della giuria e dei partecipanti al premio residenti in varie parti d'Italia, la qualità dei testi, la forma libro vincolante ne fanno una pubblicazione speciale, diversa dalle tante che seguono ai ricorrenti concorsi, caratterizzati spesso da un'obsoleta effusione sentimentale.

ISBN 9788888413976

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Come una lacrima

01/08/2011 — Federico Scaramuccia

  € 10,00   

 

Un dramma in due atti, scritto per l’11 settembre 2001, squaderna in varianti metriche e ritmiche il dolore reale delle vite spezzate e quello virtuale teletrasmesso in tutto il mondo. L’eccesso di pathos, per così dire montato a neve, non stride affatto con l’orribile evento. Prima la concatenazione degli eventi. Poi lo scatenarsi della reazione a catena. Un’onda d’urto emotiva che l’occhio televisivo fa dilagare come un’impalpabile palla ovattata che tiene in scacco la globalità.

Federico Scaramuccia (La Spezia 1973) vive e lavora a Roma. Vincitore del premio di letteratura «i miosotìs», per la d’if ha pubblicato Come una lacrima (2011).

ISBN 9788888413969

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

1-23

12/04/2011 — Federico Sanguineti

  € 12,00   

 

Un romanzo familiare e il racconto di un’analisi declinati nelle forme letterarie del sonetto, della sestina e della canzone. L’autore mette in gioco il massimo modello della lirica nostrana e, muovendo dalle vette delle rime sparse petrarchesche, ne inverte ogni tentativo di rasserenamento in un microcanzoniere dolorosissimo.

Federico Sanguineti (Torino 1955) vive in provincia di Salerno ed è professore ordinario di Filologia italiana all’Università di Salerno. Come critico letterario, ha pubblicato ricerche su Dante, Boccaccio, Machiavelli, Manzoni, Gramsci. Per la d’if è uscita la sua prima raccolta di poesie 1-23 (2011).

ISBN 9788888413921

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook1

Brónse e seménse (scàmpoi de diaèto)
Testo veneto a fronte

12/04/2011 — Ulisse Fiolo

  € 12,00   

 

Tra la durezza e la dolcezza di una delle varianti della parlata veneta si svolge un coinvolgente canzoniere che spazia tra temi amorosi, passione civile, storie familiari, notazioni linguistiche e di varia umanità.

Ulisse Fiolo (Mira – VE 1972) vive in provincia di Venezia. Musicista e poeta, è co-fondatore de LaDuraMadrenucleo-resistenza-poesia con cui realizza letture musicate. Ha pubblicato: Per (semplice) respiro (Prometheus 2003); scelta di liriche in Nove Poeti Esordienti (Diapason &Naima 2003); il diario di viaggio Sarà-jevo? (AUTeditORI 2004) e altre liriche in Parole Scritte (Comune di Mira – Ve 2004). Vincitore del Premio di Letteratura «i miosotìs», per la d’if ha pubblicato Brónse e seménse (2011).

ISBN 9788888413938

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Ballabile terreo

12/04/2011 — Laura Liberale

  € 10,00   

 

Una storia d'amore, di malattia e di morte raccontata mentre matura la cognizione del dolore. L'autrice tenta di mitigare lo sconvolgimento per la perdita del padre inscenando una danza dì amore e morte (ballabile terreo), dove perfino le rime, i ritmi e la metrica sono usati come accompagnamento musicale, quasi a voler mettere tra parentesi il dolore e farlo diventare canto.

Laura Liberale (Torino 1969) vive e lavora a Padova. È laureata in Filosofia e dottore di ricerca in Studi Indologici. Da diversi anni tiene corsi e seminari di scrittura creativa e di cultura e filosofie dell’India. Ha ottenuto riconoscimenti in svariati premi di poesia e narrativa. Suoi testi sono apparsi su riviste e antologie. Ha pubblicato, oltre ad alcuni saggi indologici, i romanzi Tanatoparty (Meridiano Zero 2009) e Madreferro (Perdisa Pop 2012). È inoltre tra gli autori di Nuovi poeti italiani 6 (Einaudi 2012). Per la d’if ha pubblicato le raccolte poetiche Sari – poesie per la figlia (2009) e Ballabile terreo (2011) come vincitrice del premio di letteratura «i miosotìs».

ISBN 9788888413945

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Nocturama

12/04/2011 — Ermanno Guantini

  € 12,00   

 

Vincitore del Premio di Letteratura «i miosotìs» intitolato a Giancarlo Mazzacurati e a Vittorio Russo V Edizione – 2010/11 Una scrittura a prima vista criptica che insegue, riuscendo a rispecchiarlo, il flusso creativo dell’autore. Sono piccole storie, vivide ossessioni… per il mare, per il paesaggio, per l’amore… ripercorse da angolazioni aspre e sempre diverse. A volte tenere, a volte malinconiche, a volte vicine, a volte lontane e che si riverberano in giochi di specchi e d’incastri. E su tutto, ma non come artificio stilistico, un tu ripetuto e ossessivo, a far da contraltare a un uso voluto della prima persona singolare. Un tu senza il quale non ci sarebbe scrittura e neanche poesia.

Ermanno Guantini (Livorno 1972) vive e lavora a Livorno. Ha pubblicato poesie su riviste, antologie, cataloghi e in volume: Variazioni (Cierre 2003); Asfodeli in «Nodo sottile 4» (Crocetti 2004). Tre volte finalista nel Premio Lorenzo Montano (2003, 2004, 2007), suoi testi sono presenti nel volume d’arte Insiemi non disgiunti. Per la d’if ha pubblicato Aperto a inverni (2004); è presente in Registro di Poesia #1 e #3 (2008 e 2010); vincitore del premio letterario «i miosotìs» con Nocturama (2011).

ISBN 9788888413952

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Raccontare le voci di dentro

15/03/2011 — Nietta Caridei

  € 20,00   

 

Un libro-denuncia di voci inascoltate o negate di ragazze e ragazzi che, maltrattati e abusati, vivono un problematico recupero nelle Case Famiglia e in altri centri territoriali napoletani. Questi scritti, raccolti e attentamente considerati, costituiscono uno strumento di conoscenza che, al di là della documentazione, sono un utile presidio per l?aggiornamento e la formazione di operatori ed educatori. Per l?emersione e l?ascolto delle ?voci? il ricorso all?oralità e al raccontare sono serviti ad attenuare le difficoltà di scrittura, creando un circuito virtuoso tra le due attività. Si è scoperto che per scrivere creativamente, cioè al di fuori dei modelli di comunicazione alienata e banale, il passaggio attraverso l?oralità aiuta la successiva fase di scrittura, magari con l?aiuto di una revisione che non ne mortifichi l?espressività. Per impreziosire il libro, che contiene racconti di esperienze davvero difficili e uno sguardo sulle situazioni di vita nelle Case Famiglia, dando la parola innanzitutto ai protagonisti, segue una sezione di racconti d?autore, come supporto solidale a ragazzi e operatori, e quasi a ristoro della loro mancanza di visibilità sociale e culturale.

Nietta Caridei (Napoli 1937) ha insegnato in vari ordini e gradi della scuola e tenuto corsi di letteratura per ragazzi al Magistero Suor Orsola Benincasa di Napoli. Esperta di italianistica e di poesia contemporanea, presiede l’Associazione Editoria & Letteratura (già Ԑurisco trova chi ricerca), le Edizioni d’if e ha presieduto il Premio Nazionale di Letteratura i miosotìs. Attualmente fa parte della giuria del Premio Napoli. Ha pubblicato libri di didattica dell’italiano e numerosi testi scolastici. Per la d’if ha editato: Bambole, puffi, pistole, mostri matematici… e altri soggetti fantastici (2009); Registro di poesia #3 (2010); Raccontare le voci di dentro (2011); Cocci d’Amore per una Lingua a Ssentimento in Canio Loguercio – Rocco De Rosa, Amaro Ammore (2013); La baroccaggine di Napoli ovvero la poetica del grottesco nella scrittura di Enzo Moscato in AA.VV., Il diritto alla lingua (per la Fondazione Premio Napoli 2015).

ISBN 9788888413914

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook3

Passo nel fuoco

06/05/2010 — Rita R. Florit

  € 10,00   

 

Vincitrice del Premio di Letteratura «i miosotìs» intitolato a Giancarlo Mazzacurati e a Vittorio RussoIV Edizione – 2009/10In Passo nel Fuoco l’esplorazione del corpo degli amanti si riverbera tra fuoco e fiamme, che arroventano la carne, il verso, la parola, la metrica, i suoni, i colori… Ogni fuoco ha un suo centro di dura materia, dal centro s’irradiano luce e oscurità, come impara, con dolore e struggimento, chi è travolto dalla passione.

Rita R. Florit (Reggio Emilia 1958) vive in provincia di Roma. Ha pubblicato Lezioni inevitabili (Lietocolle 2005); ha co-tradotto l’antologia poetica Ghérasim Luca La Fine del mondo (Joker edizioni 2012) e ha tradotto B. Gréan (annuario di poesia, Puntoacapoeditrice 2013). Suoi videopoemi compaiono in eventi e rassegne nazionali ed internazionali. Sul web cura il blog di letteratura e traduzione letteraria Roulis www.sottopelle.wordpress.com. Vincitrice del Premio di Letteratura «i miosotìs», per la d’if è presente nella raccolta Registro di Poesia #2 (2009) e ha pubblicato Passo nel fuoco (2010).

ISBN 9788888413839

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Diversamente canide

06/05/2010 — Andrea Gigli

  € 10,00   

 

La raccolta è una sorta di cronaca del vagabondaggio attraverso un labirinto di itinerari urbani, visioni e frammenti di ricordi. Ne deriva una sorta di gliommero linguistico con passaggi funambolici attraverso perlomeno cinque lingue (italiano, latino, inglese, francese, napoletano). In più, al suo espandersi, corrispondono i giochi sonori di un lessico mescidato e proteiforme. Quasi una festa di parole? E su tutto campeggia l?ironia, che già si legge nei titoli e nell?indice: ben altro che sperimentalismo di maniera! - per tutti

Andrea Gigli (Firenze 1956) vive e lavora a Firenze come medico. Ha pubblicato Tavole fenotipiche (Cierre Grafica 2005) e Varianti urbane (Damocle 2011). Suoi testi sono presenti in Poeticamente abita l’uomo (Moretti & Vitali 2008), Di là dal bosco (Dot.com press 2012), Semicerchio (2013/1-2). Collabora alla rivista di arte online De pictura, diretta da Monica Ferrando e Giorgio Agamben. Per la d’if è presente in: Portfolio i miosotìs (2007); Registro di poesia #1 e #2 (2008 e 2009) e ha pubblicato Diversamente canide (2010) come vincitore del premio di letteratura «i miosotìs».

ISBN 9788888413846

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

La famiglia felice

06/05/2010 — Gilda Policastro

  € 10,00   

 

"La famiglia felice" è una storia comune come lo sono la psicosi, la paranoia, la diversità. Una storia dove i ruoli sono i soliti, e i nomi dei personaggi sono quelli dei ruoli, una storia che comincia come cominciano tutte le storie, all'infinito, e finisce però senza una fine, perché è la storia di tutti. La vita, il transito, la fine, la sofferenza implicita, il dolore spento, lo strazio raggelato: "Che muoiano, che tanto si muore, le cose". Una storia comune raccontata da un'insolita scrittura, tra prosa e poesia.

Gilda Policastro vive a Roma. Ha esordito con la silloge Stagioni e altre (Marcos y Marcos 2010). Ha preso parte a festival e rassegne e ha vinto il Premio Antonio Delfini con Antiprodigi e passi falsi (Transeuropa 2011 + cd). Ha pubblicato inoltre: Non come vita (Aragno 2013), Il farmaco (Fandango 2013), Sotto (Fandango 2013), saggi su Dante, Leopardi, Sanguineti e il libro di critica militante Polemiche letterarie dai Novissimi ai lit-blog (Carocci 2012). Per la d’if ha pubblicato La famiglia felice (2010) come vincitrice del premo di letteratura «i miosotìs».

ISBN 9788888413853

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook3

Un'anima in piena

06/05/2010 — Angelo Rossi

  € 10,00   

 

Vincitore del Premio di Letteratura «i miosotìs» intitolato a Giancarlo Mazzacurati e a Vittorio RussoIV Edizione – 2009/10Un’anima in piena è un’opera tra prosa e poesia che riflette sulla dimensione della precarietà: l’impasse di un uomo che cerca il bandolo attraverso una delirante lucidità esistenziale. La scrittura, dai toni accalorati e/o sincopati, scommette sulla mimesi di un defragante ulisse, che ha perso non solo l’eroicità, ma persino il sentimento del vivere.

Angelo Rossi (Caserta 1973), insegnante di materie letterarie, si è occupato di Fenoglio e Pizzuto. Come poeta ha partecipato a diverse performance e ha pubblicato poesie su riviste, antologie e in due libri, Il fruscio delle ali di Gabriele (Fermenti 1997) e Sub-Stanziale (1999). Per la d’if ha pubblicato Un’anima in piena (2010), come vincitore del premio letterario «i miosotìs», e un racconto in Nietta Caridei, Raccontare le voci di dentro (2011).

ISBN 9788888413860

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Pena enlargement

06/05/2010 — Marcello Frixione

  € 10,00   

 

Pena Enlargement racconta ed esibisce personaggi ed eventi di una storia i cui frammenti non collidono, ma che ben si autorappresentano. Sono due variazioni neobarocche in versi: la prima su di un tema dell?autore stesso, la seconda su di un tema del grande Giovanni Battista Marino. - per tutti

Marcello Frixione (Genova 1960) insegna presso il corso di laurea in filosofia dell’Università di Genova. Ha fatto parte del gruppo «KB», del «Gruppo ’93» e ha collaborato con il «Collettivo di Pronto Intervento Poetico Altri Luoghi». Ha pubblicato le raccolte Diottrie (Manni 1991) e Ologrammi (Zona 2001). Per la d’if ha pubblicato Pena Enlargement (2010).

ISBN 9788888413877

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook1

Io e Anne
Confessional poems. Con audiolibro. CD Audio

06/05/2010 — Rosaria Lo Russo

  € 20,00   

 

"Io e Anne" è un atto di amore per la statunitense Anne Sexton che la sua traduttrice e performer esegue a mo' di controcanto, scandito sulle stagioni della vita (e della poesia). E, in più, con la dichiarata intenzione di trasformare l'esperienza poetica (scritta/vocale) in una esperienza musicale pop, come faceva la stessa Sexton che si esibiva in pubblico non solo con semplici reading, ma anche con un gruppo pop, di fronte a folle da concerto con il gruppo "Anne Sexton and Her Kind" (1968). Nell'audiolibro parole e suoni, toni e colori, concertati con la musica di Mondo Candido, raccontano questa avventura.

Rosaria Lo Russo (Firenze 1964), poeta, traduttrice, saggista, attrice, ha pubblicato: Comedia (Bompiani 1998), Lo Dittatore Amore. Melologhi (Effigie 2004 con cd), Nel nosocomio (Transeuropa 2011), Crolli (Le Lettere 2012), Poema (1990-2000) (Zona 2013). Tra l’altro, oltre ad essersi occupata di Amelia Rosselli, ha curato tre volumi di traduzioni di poesie di Anne Sexton (Le Lettere 1996 e 2003, Crocetti 1997). Come performer ha collaborato con Piera degli Esposti, Mario Luzi, Giorgio Caproni, Andrea Zanzotto, Erica Jong, ai programmi culturali della Rai e a un progetto diretto da Luigi Cinque. www.rosarialorusso.it Per la d’if ha pubblicato Penelope (2003) e Io e Anne. Confessional poems (2010 con cd).

ISBN 9788888413891

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Sinsigalli

14/01/2010 — Fabio Pusterla

  € 16,00   

 

Chi o cosa sono i Sinsigalli? In quale bestiario o dizionario andarli a cercare? Sono forse errori, refusi o lo scherzo combinatorio di una digitazione troppo veloce? Insomma: come e perché nascono? e a cosa servono? A sentire Pusterla «nascono per gioco, per caso, insieme alle loro ali nascoste, al loro tentativo di cantare e di andare verso la luce, sottraendosi agli agguati dei carrubi, alla loro violenza trucida e patetica, crudele e desolante. Un piccolo mondo possibile, una situazione immaginaria, ma che a volte sembra manifestare qualcosa di noi, del nostro essere qui. Così smarriti. Così in bilico. Dentro e fuori di noi, tra paure e speranze». Favola, letteratura o gioco che siano – come già suggeriva ai piccoli lettori Gianni Rodari – danno una chance nuova al nostro immaginario, lo rendono più vivo e vitale, basta entrare nel gioco fantastico del poeta, splendidamente fiancheggiato dall’artista Carmine Rezzuti che, nei suoi disegni, coniuga con la stessa grazia poesia e orrore.

Fabio Pusterla (Mendrisio CH 1957) è insegnante presso il Liceo Cantonale Lugano 1 e presso l’Istituto di Studi Italiani. Attivo anche come studioso (in ambito dialettologico ha curato l’edizione critica delle opere narrative di Vittorio Imbriani), saggista (Il nervo di Arnold, Marcos y Marcos 2007) e traduttore (soprattutto dell’opera di Philippe Jaccottet), è autore di numerose raccolte poetiche, parzialmente riassunte nell’antologia Le terre emerse (Einaudi 2009). I suoi interventi sulla scuola sono raccolti nel volumetto Una goccia di splendore (Casagrande, Bellinzona 2008). Tra i titoli più recenti, Corpo stellare (Marcos y Marcos 2010) e Quando Chiasso era in Irlanda e altre avventure tra libri e realtà (Casagrande, Bellinzona 2012). La sua ultima raccolta poetica ha il titolo Argéman (Marcos y Marcos 2014). Per la d’if ha pubblicato Sinsigalli (2010) ed è presente nel volume della Fondazione Premio Napoli Il diritto alla lingua (Edizioni d’if 2015).

ISBN 9788888413792

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook1

Scassata dentro
Con CD Audio

14/01/2010 — Enzo Mansueto

  € 18,00   

 

Scassata dentro esplora l’universo poetico di Enzo Mansueto, agghiacciante e disincantato, suturando con metrica rigorosa e rabbia autentica testi editi e inediti in un nuovo organismo poetico destinato all’esecuzione. Umanità alienata, orizzonti metropolitani, televisione, squallori notturni, algido lirismo, per un libro poetico dall’impatto forte, riflessivo, disturbante… Il cd allegato contiene le liriche del libro sonorizzate dai musicisti Davide Viterbo e Angelo Ruggiero, artefici, assieme all’autore, del progetto La Zona Braille. L’impianto sonoro varia dall’elettronica digitale e concreta alla composizione acustica, alle chitarre elettriche post-rock, intessendo in un flusso musicale mobile e autonomo la parola poetica.

Enzo Mansueto (Bari 1965) vive e insegna a Bari. Poeta, critico letterario e musicale, saggista, già voce della band post-punk The Skizo, raccontata in Lumi di Punk (Agenzia X 2006) e vincitore del premio di poesia «Laura Nobile» (Siena 1993), ha pubblicato la raccolte poetica Descrizione di una battaglia (Scheiwiller – All’insegna del pesce d’oro 1995) e per la d’if Ultracorpi (2006) e l’audiolibro Scassata dentro (2010).

ISBN 9788888413808

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Il quaderno della signora talpa

07/01/2010 — Silvia Cassioli

  € 20,00   

 

Ogni cosa è un’avventura per la signora talpa e per il talpino. Una giornata è come un continente da esplorare, e quando arriva la sera si è davvero molto stanchi. Venti storie minime per i lettori più piccoli e speciali.

Silvia Cassioli (Torrita di Siena – SI 1971) scrive di poesia, narrativa e libri per bambini. Ha pubblicato un poemetto in una lingua inventata e una guida alla letteratura contemporanea per le scuole. Cura una pseudo rubrica di posta femminile dal titolo Lettere dalle ragazze. Il suo ultimo lavoro è lo spettacolo Madrigali con figure, insieme a Rosaria Lo Russo. www.silviacassioli.it. Per la d’if ha pubblicato: Unghie, plantari, gambe di legno (2009), Il quaderno della signora talpa (2010) e Piccolo atlante dei pesci (2010).

ISBN 9788888413815

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook3

Piccolo atlante dei pesci

07/01/2010 — Silvia Cassioli

  € 20,00   

 

Come riconoscere un Pesce Spada da un Pesce Martello? Ma dal naso, naturalmente! Quanti tentacoli ha il Polipo? Uno, due, tre… ma si perde sempre il conto. Piccolo atlante in rima per imparare di quanti pesci è fatto il mare.

Silvia Cassioli (Torrita di Siena – SI 1971) scrive di poesia, narrativa e libri per bambini. Ha pubblicato un poemetto in una lingua inventata e una guida alla letteratura contemporanea per le scuole. Cura una pseudo rubrica di posta femminile dal titolo Lettere dalle ragazze. Il suo ultimo lavoro è lo spettacolo Madrigali con figure, insieme a Rosaria Lo Russo. www.silviacassioli.it. Per la d’if ha pubblicato: Unghie, plantari, gambe di legno (2009), Il quaderno della signora talpa (2010) e Piccolo atlante dei pesci (2010).

ISBN 9788888413822

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook1

Registro di poesia 3
Premio di letteratura « i miosotìs» intitolato a Giancarlo Mazzacurati e a Vittorio Russo

01/01/2010 — N. Caridei

  € 16,00   

 

Il premio attira e accoglie autori caratterizzati non da temi o da linee espressive ma che, pur diversissimi tra loro per età, formazione e sensibilità, esplorano l'arduo percorso dell'innovazione linguistico-letteraria senza farsi inglobare in linee di ricerca, o di affinità urbanistica.

ISBN 9788888413907

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Will
24 sonetti

31/07/2009 — Marco Simonelli

  € 10,00   

 

Will, come desiderio. Lo stesso che Shakespeare sottintende per il suo fair friend. In questi sonetti elisabettiani, chi parla è proprio il giovane amico del Bardo che oggi, dopo aver fatto outing, ci racconta la sua crescita sentimental–omosessuale, libero dalla tradizione che lo vuole unicamente muso e oggetto del desiderio. Finalmente corpo, finalmente soggetto, prende la parola e parla. Del proprio desiderio.

Marco Simonelli (Firenze 1979) vive e lavora a Firenze. Ha pubblicato Sesto Sebastian. Trittico per scampata peste (Lietocolle 2004) e Palinsesti (Zona 2007). Per Massimo e Pierce di Black Sun Productions ha composto Hotel Oriente (2010). Suoi testi sono apparsi in Poesia Contemporanea. Undicesimo Quaderno Italiano (Marcos y Marcos 2012). Per la d’if ha pubblicato Will. 24 sonetti (2009).

ISBN 9788888413761

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook3

En

01/07/2009 — Mariangela Guatteri

  € 10,00   

 

Una raccolta di poesie d'amore. Ci sono confini da valicare quando si parla dei propri sentimenti. Il primo confine è la reticenza: ci vuole coraggio (la follia dell'amore) per dichiararsi e parlare senza pudore di ciò che si prova. Il secondo confine è la linea che circoscrive l'io dell'innamorato: occorre spezzare questa linea per trovare un nuovo luogo di se stessi in cui le due identità possano essere un'anima sola.

Mariangela Guatteri (Reggio Emilia 1963) ha pubblicato libri in poesia e prosa ed esposto opere visive in gallerie, musei, parchi e in vari altri luoghi e contesti. Alcuni suoi testi sono tradotti in inglese, francese, serbo e svedese. È co-curatore dei libri bilingui Benways Series, di GAMMM.org e degli eventi culturali Ex.it – Materiali fuori contesto. Nel 2014 ha curato il libro di Pietro D’Agostino Carta da viaggio / Alight (Benway Series 2014). Le più recenti pubblicazioni in prosa sono: La cognizione dello spazio / La connaissance de l’espace (Benway Series – Feuilles 2014), in svedese nella rivista OEI; Figurina enigmistica (IkonaLíber 2013); Casino Conolly (in EX.IT 2013, Tielleci 2013); Il secondo nome (Arcipelago 2012); Tavola delle materie (diyfferx 2012), in francese sul n. 14 della rivista Nioques; Nuovo soggettario (diyfferx 2011). Il suo ultimo libro di poesia è Stati di assedio (Anterem 2011 – Premio Lorenzo Montano). Per la d’if ha pubblicato EN (2009).

ISBN 9788888413709

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook1

Freddo da palco

01/07/2009 — Luigi Socci

  € 10,00   

 

"Tolto tutto l'impossibile, quello che rimane, anche se improbabile, è la verità". Così diceva Sherlock Holmes, a proposito del mistero del mastino dei Baskerville, a un incredulo Watson. Allo stesso modo, in "Freddo da palco", abolite le maschere parodiche, incrinata l'impassibilità dei marmi barocchi, interrotto il fuoco d'artificio dei giochi linguistici e dei camuffamenti teatrali, la realtà, inesorabilmente, giunge alla sua più drammatica realizzazione. Quasi per un eccesso di finzione.

Luigi Socci (Ancona 1966) vive e lavora ad Ancona. Sue poesie sono raccolte in antologia (VIII Quaderno italiano di poesia contemporanea, Marcos y Marcos 2004 e Samiszdat, Castelvecchi 2005), in riviste o in rete. Sue poesie sono tradotte in russo, spagnolo, inglese e serbocroato. È direttore artistico e organizzatore del festival di poesia La Punta della Lingua e dell’omonima collana per l’editore Italic Pequod. Ha pubblicato la raccolta Il Rovescio del dolore (Italic Pequod 2013, vincitore del Premio Metauro e del Premio Tirinnanzi-Città di Legnano 2014). Per la d’if ha pubblicato il «miosotìs» Freddo da palco (2009).

ISBN 9788888413716

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Discazzo amoroso coatto

07/06/2009 — Lorenzo Durante

  € 10,00   

 

Un contrasto amoroso all'altezza dei tempi miserabili in cui viviamo: lei è una show girl ancora non finita in politica (ma solo perché non ha la cittadinanza italiana), lui un cantante borgataro di quelli che fanno strappare i reggiseni alle ragazzine. La loro storia d'amore ha attraversato tutti i giornali scandalistici; la loro separazione è un reciproco scambio d'insulti a mezzo stampa. L'autore ricrea con la forza corrosiva della lingua una storia di una disarmante attualità.

Lorenzo Durante (Genova 1959) è informatico, poeta e performer. Per la d’if ha pubblicato il «miosotìs» Discazzo amoroso coatto. Libera riscrittura del Contrasto di Cielo D’Alcamo (2009).

ISBN 9788888413679

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Poeta con famiglia

07/06/2009 — Franco Arminio

  € 10,00   

 

Curioso titolo – un po’ all’italiana – per un libro di un poeta dal limpido dettato e dai forti sentimenti, come la terra che ne ha nutrito la crescita pur nell’antica e nuova desolazione. Il paesologo Franco Arminio racconta con suadente ritmicità e con chiuse fulminanti, la sua vita in uno dei paesi del cratere, sciorinata impudicamente e non senza vivo dolore.

Franco Arminio (Bisaccia – AV 1960) collabora con «il Manifesto» e «Il Fatto Quotidiano». È animatore di battaglie civili e si dichiara antimetropolitano e paesologo. Con Vento forte tra Lacedonia e Candela. Esercizi di paesologia (Laterza 2008) ha vinto il Premio Napoli 2009. Tra le ultime opere: Le vacche erano vacche e gli uomini farfalle (Deriveapprodi 2011); Terracarne (Mondadori 2011, premi Carlo Levi e Volponi); Geografia commossa dell’Italia interna (Bruno Mondadori 2013). Per la d’if ha pubblicato L’universo alle undici del mattino (2002) e Poeta con famiglia (2009).

ISBN 9788888413686

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook4

Quevedo ovvero Perché è più freddo della morte amore

07/06/2009 — Gabriele Frasca

  € 10,00   

 

Che cosa agghiaccia di più la vita, si domandava il grande poeta spagnolo Quevedo, un amore cocciuto, estremo, insensato, e sempre disilluso, o il tempo che invece comunque giungerà prima o poi a disperderlo? Dal barocco più sensuale, questo miosotís raccoglie ventidue struggenti sonetti pieni di musica, umori, speranze e soprassalti, che dànno voce a un desiderio ossessivo e vano come un sogno, capace di sottrarre alla vita chiunque ne sia affetto.

Gabriele Frasca (Napoli 1957) è poeta, romanziere e saggista. Insegna Letterature Comparate e Media Comparati all’Università di Salerno. È attualmente il presidente della Fondazione Premio Napoli (http://www.gabrielefrasca.it/). Per la d’if ha pubblicato: ne «i miosotìs» Vent’anni di fermo volere (2002), Sette (2003) e Quevedo (2009); ne «gli anfibi» Il fermo volere (2004); nella recente collana «i saggi del cuore» Un quanto di erotìa. Gadda con Freud e Schrödinger (2011, Edinburgh Gadda Prize 2012 per la migliore monografia gaddiana), Joyicity. Joyce con McLuhan e Lacan (2013) e Lo spopolatoio. Beckett con Dante e Cantor (2014). Di prossima pubblicazione ne «i saggi del cuore» Un uomo senza. Nabokov con Burgess e Kubrick.

ISBN 9788888413723

Unghie, plantari, gambe di legno
E altri ex voto fantastici

07/06/2009 — Silvia Cassioli

  € 10,00   

 

Madonne con unghie di pollo, gambe di legno che mettono gemme, capelli che cascano e poi ricrescono candidi? sono offerte votive ma anche storie umane queste che si concentrano nel fulmineo giro di un?epigrafe, e in poche righe raccontano il senso di una vita o di un?attesa, la speranza di un miracolo ma anche la riconoscenza per la grazia negata, e quel sovrappiù di umano che va aldilà dell?immaginazione. - per tutti

Silvia Cassioli (Torrita di Siena – SI 1971) scrive di poesia, narrativa e libri per bambini. Ha pubblicato un poemetto in una lingua inventata e una guida alla letteratura contemporanea per le scuole. Cura una pseudo rubrica di posta femminile dal titolo Lettere dalle ragazze. Il suo ultimo lavoro è lo spettacolo Madrigali con figure, insieme a Rosaria Lo Russo. www.silviacassioli.it. Per la d’if ha pubblicato: Unghie, plantari, gambe di legno (2009), Il quaderno della signora talpa (2010) e Piccolo atlante dei pesci (2010).

ISBN 9788888413730

Venti lucenti unghie

07/06/2009 — Valentina Tinacci, Monica Mattioli

  € 10,00   

 

Libro scritto a due mani per una strada da percorrere in venti passi, attraverso una rete di echi e di dissonanze costruite da due voci che misurano il loro scarto. Venti unghiate solide e lucenti che domandano al lettore di farsi segnare, toccare, coinvolgere. Valentina Tinacci (Siena 1971) lavora presso l'Università di Siena dove si occupa di editoria e semplificazione del linguaggio; tiene seminari, corsi di scrittura creativa e di letteratura delle donne. Monica Matticoli (Isernia 1969) lavora come formatrice sui temi della comunicazione interpersonale e nelle organizzazioni e come counselor sui temi del lavoro in un'ottica di genere.

Monica Matticoli (Isernia 1969) vive a Siena dal 1988. Dal 2003 si occupa di narrazione biografica, differenza di genere e sistemica della comunicazione ed è consulente per lo sviluppo professionale. Nel 2011 ha fondato il Progetto S.M.S. con Miro Sassolini e Cristiano Santini ed è paroliera del disco Da qui a domani. Nel 2013 ha portato in scena lo spettacolo Miro Sassolini 50/30: dalla new wave a domani. Assieme a Valentina Tinacci ha vinto il premio di letteratura «i miosotìs» pubblicando per la d’if Venti lucenti unghie (2009).Valentina Tinacci (Siena 1971) è autrice di libri per la scuola superiore e lavora presso l’ufficio Relazioni esterne dell’Università di Siena, dove si occupa di editoria e scrittura. Dottore di ricerca in italianistica, dal 2001 conduce laboratori, seminari e workshop sui temi della scrittura professionale, creativa e delle questioni di genere in letteratura per l’Università di Siena e per altre istituzioni. Per la d’if ha pubblicato con Monica Matticoli Venti lucenti unghie (2009) come vincitrici del premio di letteratura «i miosotìs».

ISBN 9788888413747

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Passioni
Con CD Audio

07/06/2009 — Canio Loguercio

  € 18,00   

 

"Passioni" narra un'improbabile storia d'amore che si snoda lungo le trame di 15 "canzoni sussurrate", scritte per lo più in napoletano, la "sacra madrelingua delle passioni". Preghiere d'amore come tante stazioni di una via Crucis, di una processione con le sue litanie, i suoi riti. Il cd allegato contiene anche due classici: "Voce 'e notte" e "Passione", una delle più celebri canzoni del repertorio classico napoletano, in un'inedita interpretazione - struggente ed essenziale - di Canio Loguercio, con Peppe Servillo e Maria Pia De Vito. Un secondo brano inedito è "Giaculatoria dell'amore indifferente", interpretato con Raiz, Maria Pia De Vito e Daniele Sanzone degli 'A67.

Canio Loguercio (Campomaggiore – PZ 1955), musicista, poeta, performer. Lucano di nascita, napoletano d’adozione, vive a Roma. Finalista a tre edizioni del Premio Recanati per la canzone d’autore, ha collaborato con vari musicisti e ha pubblicato Indifferentemente (CD, il manifesto 2003) e Miserere (LIBRO + DVD, Squilibri 2006) in collaborazione con alcuni poeti. Canzoni sussurrate (DVD allegato alla rivista «in pensiero») è stato candidato alla Targa Tenco 2014. Come ospite ha partecipato a numerose rassegne tra cui: il Festival di Ravello, i Cantieri Internazionali di Poesia di Monfalcone, il festival Eruzioni di Ercolano, il Festival Teatri delle Mura a Padova, la settimana della Cultura Italiana a Cuba, Ethnicus, Rifrazioni, Teatri di Vetro, Festambiente Sud. Per la d’if ha pubblicato Passioni (+ cd, 2009) e con il musicista Rocco De Rosa Amaro Ammore (audiolibro, 2013).

ISBN 9788888413785

El tempo de i basi

01/05/2009 — Andrea Longega

  € 10,00   

 

Queste brevi poesie, «frammenti di un discorso amoroso», tentano di tradurre un momento difficile della vita, qual è la morte di una madre, in un'occasione per gettare uno sguardo sul mondo e dentro se stessi. Parole che vorrebbero vestire gli abiti freddi della cronaca, ma che subito convertono «questo passo d'addio» in un rinnovato atto di fede verso la nostra dimensione terrena.

Andrea Longega (Venezia 1967) vive e lavora a Murano. Di poesia ha pubblicato: Ponte de mèzo (Campanotto 2002), Fiori nòvi (Lietocolle 2004), Finìo de zogàr (Il ponte del sale 2012), Caterina (come le cóe dei cardelini) (Edizioni l’Obliquo 2013) e la plaquette Primo lustro (Nervi Edizioni 2015). Molte le collaborazioni con Gaetano Bevilacqua per le Edizioni dell’Ombra: Da staltra parte de la riva (2010), La ciésa dei Gesuiti (2013), A work for poets (2013). Sue poesie sono contenute nel libro fotografico venicevenezia di Leonard Freed e Claudio Corrivetti (Postcart 2006). Per la d’if ha pubblicato El tempo de i basi (2009).

ISBN 9788888413754

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook1

Bambole, puffi, pistole, mostri matematici, patti di fedeltà
.. e altri soggetti fantastici

01/01/2009 — Nietta Caridei, Marilù Parisi, Angelo Rossi

  € 18,00   

 

È un libro che racconta scoperte, soluzioni ed emozioni di e con giovani e ragazzi delle case famiglia napoletane, durante il progetto di scrittura autobiografica «... e il cielo è sempre più blu». Da questi microcosmi, ignorati dalla nostra cattiva coscienza, viene un percorso - si spera esportabile e vengono desideri, sogni, bugie a cui l'autrice vuole dare pubblica voce. Sono i «manoscritti del cuore» dei ragazzi, ma non come romantica effusione della vulgata popolare (il «cuore» come sede del bene e della «bellezza»), ma il primo, vero agone esistenziale con i sentimenti, il dolore, gli entusiasmi, le delusioni, l'odio e la rabbia...

Nietta Caridei (Napoli 1937) ha insegnato in vari ordini e gradi della scuola e tenuto corsi di letteratura per ragazzi al Magistero Suor Orsola Benincasa di Napoli. Esperta di italianistica e di poesia contemporanea, presiede l’Associazione Editoria & Letteratura (già Ԑurisco trova chi ricerca), le Edizioni d’if e ha presieduto il Premio Nazionale di Letteratura i miosotìs. Attualmente fa parte della giuria del Premio Napoli. Ha pubblicato libri di didattica dell’italiano e numerosi testi scolastici. Per la d’if ha editato: Bambole, puffi, pistole, mostri matematici… e altri soggetti fantastici (2009); Registro di poesia #3 (2010); Raccontare le voci di dentro (2011); Cocci d’Amore per una Lingua a Ssentimento in Canio Loguercio – Rocco De Rosa, Amaro Ammore (2013); La baroccaggine di Napoli ovvero la poetica del grottesco nella scrittura di Enzo Moscato in AA.VV., Il diritto alla lingua (per la Fondazione Premio Napoli 2015).

ISBN 9788888413662

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Registro di poesia 2
Premio di letteratura « i miosotìs» intitolato a Giancarlo Mazzacurati e a Vittorio Russo

01/01/2009 — G. Frasca

  € 16,00   

 

Nel formato di un'antologia si registra l'andamento della terza edizione del premio letterario "i miosotìs", i cui quattro testi vincitori (con un ex-aequo) sono pubblicati in volume autonomo.

ISBN 9788888413778

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Registro di poesia 1

31/12/2008 — G. Alfano

  € 16,00   

 

ISBN 9788888413617

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Madrigale Odessa

01/12/2008 — Luigi Nacci

  € 10,00   

 

Vincitore del Premio di Letteratura «i miosotìs» intitolato a Giancarlo Mazzacurati e a Vittorio RussoII Edizione – 2007/08bariloche è un villaggio amorevole / popolato da elfi e fatine / e da fabbriche di cioccolatasi va al mare d’estate e d’inverno si scia / la domenica in chiesa in vestito blu / non ci sono peccati da confessare

Luigi Nacci (Trieste 1978), autore e operatore culturale, vive e insegna a Trieste. Ha pubblicato di poesia: Il poema marino di Eszter (Battello stampatore 2005), poema disumano (Cierre Grafica 2006 + CD), odeSS (in Decimo quaderno italiano di poesia contemporanea, Marcos y Marcos 2010). In prosa ha pubblicato: il saggio Trieste allo specchio. Indagine sulla poesia triestina del secondo Novecento (Battello stampatore 2006), ha curato con Gianmaria Nerli Le voci la città (Cadmo 2008 + CD) e recentemente Alzati e cammina. Sulla strada della viandanza (Ediciclo Editore 2014). https://nacciluigi.wordpress.com/bio/ Per la d’if come vincitore del premio di letteratura «i miosotìs» ha pubblicato Madrigale OdeSSa (2008).

ISBN 9788888413624

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook3

Trittici

13/10/2008 — Giulio Marzaioli

  € 10,00   

 

In sette trittici Giulio Marzaioli racconta la sua idea della poesia. "L?inchiostro si annoda tra riga e pausa, / è una rete in cui riposa il nero / (quasi un nido se non fosse che la frase / vira in bianco sul foglio, non racchiude)".

Adriano Padua (Ragusa 1978), laureato in Sociologia della Letteratura presso l’Università degli Studi di Siena, lavora nel campo della comunicazione e dell’informazione. Ha pubblicato numerose opere poetiche tra cui: Alfabeto provvisorio delle cose (Arcipelago 2009), La presenza del vedere (Polimata 2010). Ha partecipato ai più importanti festival ed eventi nazionali di poesia eseguendo le proprie performances in collaborazione con djs, musicisti, videoartisti. Per la d’if ha pubblicato Le parole cadute (2009), Schema. Parti del poema (2012).

ISBN 9788888413648

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

La lettura è crudele

13/10/2008 — Valerio Magrelli

  € 10,00   

 

Tutti invocano e predicano i benefici della lettura ma - secondo il poeta - ne esiste anche un maleficio ed è il distacco dall'amata assorta nella lettura e che non "si lascia avvicinare". Chi l'avrebbe mai detto che "La lettura è crudele, è ostile e solitaria"... È proprio vero che i poeti hanno un modo diverso di guardare e raccontarci il mondo!

Valerio Magrelli (Roma 1957) ha pubblicato sei raccolte di versi (ultima Il sangue amaro, Einaudi 2014) e quattro volumi in prosa (concluso da Geologia di un padre, Einaudi 2013). Ordinario di letteratura francese all’Università di Cassino, ha diretto la serie trilingue «Scrittori tradotti da scrittori» Einaudi (Premio Nazionale per la Traduzione 1996). Nel 2002 l’Accademia Nazionale dei Lincei gli ha attribuito il Premio Feltrinelli per la poesia italiana. Collabora con «Repubblica». Per la d’if ha pubblicato La lettura è crudele (2008).

ISBN 9788888413655

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Quattro per un giallo

20/02/2008 — Eleonora Laffranchini

  € 12,00   

 

Quattro ragazzi di una quinta elementare s’improvvisano piccoli investigatori per svelare il mistero di strane morti, tutte avvenute di giovedì, di strani cuccioli. Chi sarà mai l’assassino? Per bambini e ragazzi che amano le trame avvincenti e il gioco del fare ipotesi durante la lettura.

Eleonora Laffranchini (Brescia 1970) vive a Edolo (BS) dove insegna Lingua e Letteratura Francese in un Istituto Superiore. Ama scrivere da sempre e si dedica in particolare alla narrativa per l’infanzia e l’adolescenza. Fra le sue pubblicazioni: Caccia al virus, (Raffaello Editrice 1999); Maurizio, gatto egizio, (Raffaello Editrice 2003); Ladri di parola (Mirò editori 2005); Un cucciolo per Mike (Mirò Editori 2005); Diari di un’amicizia (Edizioni Didattiche Gulliver 2011); La figlia della strega (La Medusa Editrice 2013); Gli imbrattamuri (Edizioni Il Rubino 2013); A casa di Yvonne (Giraldi Editore 2013); Corse di tram (Mammeonline 2015); www.eleonoralaffranchini.it . Vincitrice nel 2007 del Premio di Letteratura per bambini e ragazzi «i coccogrilli», per la d’if ha pubblicato il romanzo Quattro per un giallo (2008).

ISBN 9788888413594

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook1

I coccogrilli
Sogni, immagini e scritture in gara

01/01/2008 — AA.VV.

  € 20,00   

 

Premio di Letteratura 2007 per bambini e ragazzi - Sezione Giovanissimi scrittori. Gestito e costruito con le Ludoteche e le Case-famiglia del Comune di Napoli - Assessorato alle Politiche Sociali, ha per obbiettivi la promozione della cultura del libro, della scrittura, della vocalità e dell'ascolto, della creatività linguistica e multimediale in una dimensione ludica e partecipativa in cui vengano evidenziate e sviluppate competenze singole e di gruppo.

ISBN 9788888413600

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Le parole cadute

01/01/2008 — Adriano Padua

  € 10,00   

 

Vincitore del Premio di Letteratura «i miosotìs» intitolato a Giancarlo Mazzacurati e a Vittorio RussoII Edizione – 2007/08L’inchiostro si annoda tra riga e pausa, / è una rete in cui riposa il nero / (quasi un nido se non fosse che la frase / vira in bianco sul foglio, non racchiude).

Giulio Marzaioli (Firenze 1972) vive a Roma. Tra le pubblicazioni, in versi e prosa: In re ipsa (Anterem Edizioni 2005); Quadranti (Oedipus 2007); Arco rovescio (Benway series 2014). Ha pubblicato i volumi fotografici Cavare marmo e La concia (La Camera Verde 2009 e 2010). Numerosi i contributi su riviste e spazi web. È presente in antologie e opere collettive e suoi testi sono tradotti in Francia, Stati Uniti, Germania, Spagna, Svezia. È direttore responsabile della OTgallery (www.otgallery.org). Per la d’if ha pubblicato come vincitore del premio di letteratura «i miosotìs» Trittici (2008).

ISBN 9788888413631

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook3

Socialità

30/11/2007 — Lina Salvi

  € 10,00   

 

Un racconto in versi di fatti, eventi e persone filtrato attraverso il dolore e rivissuto con intensità nello sfondo di una periferia metropolitana non amica, anche se temperata dalla nostalgia.

Lina Salvi (Torre Annunziata – NA 1960) ha pubblicato le seguenti raccolte di poesia: Negarsi ad una stella,(Dialogolibri 2003, con prefazione di Giampiero Neri); Abitare l’imperfetto (La Vita Felice 2007, vincitrice del Premio Donna e Poesia 2007); Dialogando con C.S. (Premio Sandro Penna 2010, Edizioni della Meridiana 2011) con prefazione di Elio Pecora; Lettere Dal deserto (Seregno 2014). E’ presente nella recente rassegna antologica Il Rumore delle Parole, a cura di G. Linguaglossa (Edilet 2015). Per la d’if ha pubblicato Socialità (2007).

ISBN 9788888413587

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook1

Deep sky

09/11/2007 — Vincenzo Bagnoli

  € 10,00   

 

Soli fiochi e opachi mai sereni / nel cielo un pallido azzurro lontano / la solita lama a fine gennaio / taglia come un rasoio astioso l’aria / di questi pochi passi in equilibrio / nel vasto vento della rotazione (da Aquarius).

Vincenzo Bagnoli (Bologna 1967) è copy-editor presso il Mulino di Bologna. Ha suonato in una rock band, ha svolto attività di ricerca e didattica all’Università e scritto saggi di critica letteraria (Lo spazio del testo. Paesaggio e conoscenza nella modernità letteraria, Pendragon 2003). Suoi versi sono apparsi, oltre che in varie riviste, nelle antologie Rzzzz! Scritture sotterranee (Transeuropa 1993), Ákusma. Forme della poesia contemporanea (Metauro 2000) e Il presente della poesia italiana (LietoColle 2006). E’ tra i fondatori di «Versodove», rivista di letteratura, e ha pubblicato le raccolte di poesia 33 giri stereo LP (Gallo&Calzati 2004) e FM – onde corte (Bohumil 2007). Per la d’if ha pubblicato Deep Sky (2007).

ISBN 9788888413570

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook4

I miosotìs
Portfolio

30/09/2007 — N. Caridei

  € 12,00   

 

Il volume è il port-folio con testi e profili di 16 selezionati del Premio di letteratura Giancarlo Mazzacurati e Vittorio Russo edizione 2006.

ISBN 9788888413549

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Sara Laughs

31/03/2007 — Giovanna Frene

  € 10,00   

 

Vincitrice del Premio di Letteratura «i miosotìs» intitolato a Giancarlo Mazzacurati e a Vittorio RussoI Edizione – 2006/07Non sei il viaggiatore che credevi: ti trascina / la corrente, la melma, la furia imbestialita / che rigetta la vita in frammenti pressati / plastificando la pelle.

Giovanna Frene, alias Sandra Bortolazzo (Asolo – TV 1968), ha pubblicato: Immagine di voce (Facchin 1999); Spostamento (LietoColle 2000); Datità (con postfazione di Andrea Zanzotto, Manni 2001); Stato apparente (Lieto Colle 2004) e il prosimetro Orfeo è morto (2002). È inserita in varie riviste e nell’antologia Parola Plurale (Sossella 2005). Dottore di ricerca in Storia della Lingua all’Università di Padova, sotto la guida di Pier Vincenzo Mengaldo, affianca all’attività di ricerca quella di critica militante. Vive tra Crespano del Grappa (TV) e Padova. Vincitrice della prima edizione del Premio di Letteratura «i miosotìs», ha pubblicato per la d’if Sara Laughs (2007).

ISBN 9788888413518

Carne 16 contatti

31/03/2007 — Dome Bulfaro

  € 10,00   

 

Il poeta intreccia parole e immagini visive. Ognuno dei 16 contatti è come una farfalla che, seppur fissata sulla carta e come trafitta da uno spillo, non smette di sbattere le ali. Ogni poesia-farfalla ha un titolo e un numero di catalogazione. Ogni ala rappresenta sia una poesia a sé sia un testo che si riflette a specchio in un altro, assieme al quale va a comporre la farfalla.

Dome Bulfaro (Bordighera 1971) vive e lavora a Monza. Artista, poeta, performer, insegna educazione artistica. Ha pubblicato Ossa. 16 reperti (Marcos y Marcos 2001), Versi a Morsi (Mille Gru 2008), Ossa Carne / Bones Flesh (2012, Dot.com Press, con CD e traduzioni in inglese di Cristina Viti), Milano Ictus (Mille Gru 2011). Suoi testi poetici sono pubblicati negli Stati Uniti e in Scozia. Ha vinto diversi premi di poesia ed è stato pubblicato in numerose antologie, blog e riviste letterarie italiane. È direttore artistico di PoesiaPresente. Per la d’if ha pubblicato Carne. 16 contatti (2007) vincitore del Premio di Letteratura intitolato a Giancarlo Mazzacurati e Vittorio Russo.

ISBN 9788888413525

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Terza persona cortese
Reality in sette visioni

31/03/2007 — Gian Maria Annovi

  € 10,00   

 

Un dialogo in versi per voce sequestrata e persona che tace, dialogo che ha luogo in sette camere, al tempo stesso stanze di una realtà ridotta a reality e inquadrature visioni offerte al lettore/spettatore. Questo "Lei" così cortese da eliminare la prima persona è qui chiamato sulla scena poetica, forse per la prima volta dai tempi della cortezia.

Gian Maria Annovi (Reggio Emilia 1978) vive a Los Angeles, dove insegna letteratura italiana presso la University of Southern California. Ha esordito con Denkmal (l’Obliquo 1998); Self-eaters (CRM 2007, finalista al Premio Antonio Delfini); Kamikaze e altre persone (con prefazione di Antonella Anedda, Transeuropa 2010, finalista al Premio Lorenzo Montano); Italics (Aragno 2013); La scolta (Nottetempo 2013, Premio Achille Marazza). Le sue poesie sono state tradotte in inglese, francese e spagnolo e incluse, tra le altre, nelle antologie L’opera comune (Atelier 2001), Parco Poesia (Guaraldi 2003), Nodo sottile 4 (Crocetti 2004), Poesie dell’inizio del mondo (DeriveApprodi 2007), Calpestare l’oblio (Cattedrale 2010), Poeti italiani in America (In forma di parole 2011), Poeti degli anni Zero (Ponte Sisto 2012), InVerse (2015). Per la d’if ha pubblicato Terza persona cortese (2007, Premio Mazzacurati-Russo per l’opera inedita).

ISBN 9788888413532

Lai

05/03/2007 — Lello Voce

  € 10,00   

 

«Lello Voce, attraverso una scrittura percussiva che fa vibrare il timbro sonoro della parola, spinta così a risemantizzarsi secondo cadenze di discorso politico, conferma di aver raggiunto una completa maturità espressiva, che lo colloca tra gli autori più rappresentativi della sua generazione».(Dalla motivazione del premio «Antonio Delfini», Modena 2003)

Lello Voce (Napoli 1957) vive e lavora a Treviso. Poeta, scrittore e performer, è stato tra i fondatori del Gruppo 93 e della rivista «Baldus». Vincitore di numerosi premi, è stato direttore artistico del Festival Internazionale di Poesia Absolute Poetry. Numerose notizie della sua multiforme attività si trovano in rete e nei siti www.lellovoce.it e www.absolutepoetry.org. Per la d’if ha pubblicato Lai (2007).

ISBN 9788888413495

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook16

Tortora che voli alta

05/03/2007 — Luis A. Crespo

  € 12,00   

 

Vincitore del Premio di Letteratura «i miosotìs» intitolato a Giancarlo Mazzacurati e a Vittorio Russo I Edizione – 2006/07 sezione bilingue concertata con Unione latina Per l’edizione 2006 del premio i miosotìs, dedicato a Giancarlo Mazzacurati e Vittorio Russo, è stata introdotta una sezione dedicata alla poesia in lingua spagnola, costituita di concerto con l’Unione Latina. Il vincitore è stato il poeta venezuelano Luis Alberto Crespo con l’opera Tórtola de más arriba, pubblicata con testo a fronte in italiano. Tórtola de más arriba è un poemetto che narra l’esilio dei suoi antenati, cacciati da Carora e profughi nel deserto del Quibor. «Quello che rimane di loro in me, del mio esilio personale ed emozionale, è l’argomento di questo libro», ha dichiarato Luis Alberto Crespo, che è una delle figure più rappresentative della cultura latinoamericana.

Luìs Alberto Crespo (1941), poeta, giornalista, autore di programmi radiofonici, dirige la Casa delle Letterature «Andrés Bello» di Caracas (Venezuela). Una delle figure più rappresentative della cultura latinoamericana, traduttore dal francese e autore di cronache giornalistico-letterarie, i suoi libri di poesia sono tradotti in inglese, francese, italiano, tedesco, ungherese, ebraico, arabo. Vincitore della prima edizione del Premio di Letteratura «i miosotìs», intitolato a Giancarlo Mazzacurati e a Vittorio Russo per la sezione bilingue concertata con l’Unione Latina. L’opera Tórtola de más arriba (Tortora che voli alta, Edizioni d’if 2006) è un poemetto che narra l’esilio dei suoi antenati cacciati da Carora e profughi nel deserto del Quibor. Crespo attualmente ricopre la carica di Ambasciatore del Venezuela all’Unesco.

ISBN 9788888413501

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Ex voto ovvero i miracolosi miracoli dell'amore

01/01/2007 — Alessandra Berardi

  € 10,00   

 

Tenerezza. Paradosso. Mistero. L’amore in 24 frammenti di poesia giocosa e visionaria.

Alessandra Berardi (Nuoro 1959), poetessa e umorista, autrice e interprete di teatro per adulti e bambini, vive e lavora a Bologna. Ha scritto i libri: Rime Tempestose (Sperling e Kupfer 1992), Ragazze, non fate versi! (con Daniela Rossi, Zona 1999), Cogli l’ottimo (Alberto Perdisa 2007), C’era una voce (Topipittori 2012). Dal 2002 al 2014 è stata coautrice del programma televisivo L’albero azzurro di Raidue, con contributi di storie, filastrocche e canzoni. Per la d’if ha pubblicato Patate su Marte (2002) e Ex voto (2007).

ISBN 9788888413556

Fiabe a serramanico

01/01/2007 — Guido Caserza

  € 10,00   

 

Quando Spirulino Piggy bacia Girella, i vestiti escono gridando dagli armadi finalmente liberi di correre come cammelli; le donne in volo con l’enorme pancia fertile partoriscono gatti in amore; le farfalle, tutte gridolini e risa, svolazzano intorno ai vecchi che fuggono dagli ospizi con un ciuffo d’erba sulle teste rotonde e il dentifricio viene giù dal cielo, come lunghe stelle filanti. Quando Spirulino Piggy bacia Girella, dai suoi calzini bucati spuntano le dita che grattano la terra per la grande felicità.

Guido Caserza (Genova 1960) è giornalista e autore. In prosa ha scritto: In un cielo d’amore (Zona 2003); Vera vita di Gesù (Oèdipus 2005); Apocalissi tascabile (Oèdipus 2012); Storia della mia infanzia ai tempi di Silvio Berlusconi (Zona 2012); Primo romanzo morto (Ad est dell’equatore 2013). In versi ha pubblicato: Allegoriche (Oèdipus 2001); Malebolge (Oèdipus 2006); Priscilla (Oèdipus 2008); Flatus vocis (Puntoacapo editrice 2013). Per la d’if ha pubblicato Fiabe a serramanico (2007).

ISBN 9788888413563

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Venti centimetri di bambino
La nuova fiaba di pollicino

10/03/2006 — Anna Loffredo

  € 13,00   

 

L’antica fiaba di Charles Perrault, dai toni orrorosi e l’inventività barocca, costituisce l’ossatura del nuovo Pollicino. Riscritto in forma di filastrocca, dai toni stralunati e surreali, risuona in versi ottonari e in rima baciata, accarezzando l’orecchio e creando nuovi ritmi narrativi. Così (ri)conosciamo Pollicino, un bambino di scarsa statura, ma pieno d’ingegno e coraggio. Dopo terribili avventure, scoprirà di non essere solo e che al mondo c’è bisogno di solidarietà e intelligenza.

Anna Loffredo (Napoli 1953) ha pubblicato la raccolta di poesie Occasioni d’incontro (Marotta 1983, Premio Città di Napoli). Ha partecipato ai premi letterari Lo stormo bianco – poesia delle donne, poesia per le donne e Una piazza, un racconto. Per la d’if ha pubblicato la filastrocca Gioacchino rosso (pesciolino di fosso) (2003) e Venti centimetri di bambino (la nuova fiaba di Pollicino) (2006).

ISBN 9788888413426

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Fata morta

25/01/2006 — Giovanna Marmo

  € 10,00   

 

«Giovanna Marmo, nella raccolta "Fata morta", propone in forma di nuda scansione ritmica parole lancinanti che mirano al cuore dell'esperienza ricettiva. Il suo è un gioco di contrasti che lega la dimensione corporale a quella minerale, saldando in modi inediti fiaba e invenzioni metropolitane» (dalla motivazione del premio «Antonio Delfini», Modena 2005).

Giovanna Marmo (Napoli 1966) vive e lavora a Napoli. Poetessa e performer, ha pubblicato tra l’altro: Poesie (Studiozeta 1998), Occhio da cui tutto ride (No Reply 2009) e il cd audio Sex in Legoland (Derive Approdi 2002). È presente in antologie e riviste italiane e straniere. Per la d’if ha pubblicato Fata morta (2006) e La testa capovolta (2012).

ISBN 9788888413457

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook5

Gli ultracorpi

23/01/2006 — Enzo Mansueto

  € 10,00   

 

Giocando col topos abusato de L’invasione degli ultracorpi, Enzo Mansueto apparecchia ancora una volta un paesaggio poetico inquietante e rovinosamente allegorico. Il programma, che sia quello televisivo o un software o la parola stessa ritornellata, entra dentro di noi, sostituendoci a mano a mano. Il metro trito si piega infine allo spasmo galvanico delle nostre esistenze.

Enzo Mansueto (Bari 1965) vive e insegna a Bari. Poeta, critico letterario e musicale, saggista, già voce della band post-punk The Skizo, raccontata in Lumi di Punk (Agenzia X 2006) e vincitore del premio di poesia «Laura Nobile» (Siena 1993), ha pubblicato la raccolte poetica Descrizione di una battaglia (Scheiwiller – All’insegna del pesce d’oro 1995) e per la d’if Ultracorpi (2006) e l’audiolibro Scassata dentro (2010).

ISBN 9788888413433

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Fiato
Parole per musica

01/01/2006 — Elisa Biagini

  € 10,00   

 

"Un anno fa circa, come sfida con me stessa e date delle circostanze speciali, decisi di prendere un paio di mie vecchie poesie, di argomento in qualche modo amoroso, e di costruire intorno ad esse delle storie che potessero, in caso, essere messe in musica. Avevo in testa esempi inarrivabili (e ovvii) come De André o Cohen, giusto per citarne un paio: l'idea era di creare delle ballate su temi tradizionali come l'amore appunto, o la solitudine" (l'Autrice).

Elisa Biagini (Firenze 1970) vive in Italia dopo aver studiato e insegnato per vari anni negli Stati Uniti. Sue poesie sono uscite su importanti riviste letterarie e antologie italiane, americane e non solo. Ha pubblicato le raccolte poetiche: L’Ospite (Einaudi 2004); Nel Bosco (Einaudi 2007); The guest in the wood (Chelsea editions 2013, 2014 Best Translated Book Award); e la recente Da una crepa (Einaudi 2014). Sue poesie sono tradotte in inglese, spagnolo, francese, portoghese, giapponese, croato, slovacco, tedesco, albanese, russo, arabo e cinese. È traduttrice di poesia americana. Ha curato il volume Nuovi poeti americani (Einaudi 2006). Insegna scrittura creativa e storia dell’arte in Italia e all’estero. www.elisabiagini.it. Per la d’if ha pubblicato la raccolta di poesie Fiato. Parole per musica (2006).

ISBN 9788888413440

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook3

Lo stormo bianco

30/11/2005 — N. Caridei

  € 10,00   

 

Port-folio contenente i testi poetici inediti selezionati e premiati nell'omonimo concorso (VI edizione - 2004).

ISBN 9788888413419

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Deejay

13/04/2005 — Michelangelo Coviello

  € 18,00   

 

La Milano mitica è diventata mitologica: una tragedia. Gli stessi protagonisti hanno cambiato mestiere, hanno scelto il frullio del mac. Lo sballo dell'aperitivo ha ceduto il posto al business dell'happy hour. Bisogna cambiare tutto affinché tutto torni come prima, come dire che anche la moda è tornata di moda insieme alla nebbia e a tutto il resto. "Deejay" non è una testimonianza, non ricostruisce migliorando contesti e personaggi; è la semplice voce di chi si coniuga con la creatività "perché chi è genio è genio e basta".

Michelangelo Coviello (Milano 1950). Per la d’if ha pubblicato il romanzo Deejay (2005) nella collana per giovani lettori «gli armadilli brilli».

ISBN 9788888413372

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Gli inediti di Errico Ruotolo
Aprire gli occhi ed ascoltare il buio di Gabriele Frasca

01/01/2005 — Errico Ruotolo, Gabriele Frasca

  € 25,00   

 

Le opere inedite del pittore s'intrecciano con i versi inediti del poeta. Uno "gliommero" tra lavoro d'artista e lavoro letterario che intriga e fa emergere affinità e differenze. Un libro-catalogo che fa da vademecum all'omonima mostra.

Errico Ruotolo (Napoli 1939 – Napoli 2008), grande pittore del ventre di Napoli, ha militato nella sinistra napoletana con coerenza e generosità, intervenendo con fermezza e dolore sulla storia e sulle sue violenze. Per la d’if ha pubblicato Gli inediti di Errico Ruotolo. Aprire gli occhi ed ascoltare il buio (2005, con introduzione di Nicola Spinosa), dove si intrecciano i suoi inediti con le poesie di Gabriele Frasca. Gabriele Frasca (Napoli 1957) è poeta, romanziere e saggista. Insegna Letterature Comparate e Media Comparati all’Università di Salerno. È attualmente il presidente della Fondazione Premio Napoli (http://www.gabrielefrasca.it/). Per la d’if ha pubblicato: ne «i miosotìs» Vent’anni di fermo volere (2002), Sette (2003) e Quevedo (2009); ne «gli anfibi» Il fermo volere (2004); nella recente collana «i saggi del cuore» Un quanto di erotìa. Gadda con Freud e Schrödinger (2011, Edinburgh Gadda Prize 2012 per la migliore monografia gaddiana), Joyicity. Joyce con McLuhan e Lacan (2013) e Lo spopolatoio. Beckett con Dante e Cantor (2014). Di prossima pubblicazione ne «i saggi del cuore» Un uomo senza. Nabokov con Burgess e Kubrick.

ISBN 9788888413402

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Sonetti per Cecca da «La tiorba a taccone»

04/10/2004 — Felippo Sgruttendio de Scafato

  € 12,00   

 

Dalla seconda/terza di copertina Traduzione e curatela di Nietta Caridei. Dalla quarta di copertina Un misterioso poeta secentesco, dall?identità mai definitivamente accertata, rovescia il canone lirico della poesia d?amore petrarchesca e rinascimentale per cantare le lodi, in vita e in morte (presunta), di Cecca, una popolana napoletana dalle grazie inquietanti e triviali. Eppure in lei c?è il fascino che tiene avvinto il malcapitato amante (e anche il lettore in vena di sapori forti)? Edizione bilingue con testo a fronte a cura di Nietta Caridei. - per tutti

ISBN 9788888413396

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

La giustizia
Due poemetti (1993-2003)

13/05/2004 — Massimo Sannelli

  € 10,00   

 

Due poemetti: "L'aiuola" e "La giustizia". Nel primo il poeta indaga il rapporto memoria-guerra, non politicamente, ma intimamente, come stato felice aggredito dalla guerra e come reazione a essa. La Giustizia rappresenta lo sfondo di tutto ciò che il poeta ha scritto in dieci anni di ricerca. La giustizia dà a ognuno il suo, con equilibrio: sembra allora che l'amore (anzi Amore, in senso medievale) sia la giustizia per eccellenza. La struttura metrica e il linguaggio, raffinatissimi, ammiccano al 'trobar clus'.

Massimo Sannelli (Albenga – SV 1973) vive e lavora a Genova. Scrittore e poeta, è autore di poesia visiva, traduzioni, critica e filologia e varie curatele. http://www.massimosannelli.com/ Per la d’if ha pubblicato La giustizia (2004).

ISBN 9788888413143

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook1

Il fermo volere
Una nuova avventura dell'ingegnoso Spirit. Con CD Audio

09/04/2004 — Gabriele Frasca, Luca Dalisi

  € 35,00   

 

È un romanzo? È un fumetto? È Spirit?… no, è un noir anfibio! Parola, suono, immagine collassano in un vortice di appiattimenti e dissoluzioni: inutile ormai cercare scampo nel riquadro d’una vignetta… O meglio, è un noir in anamorfosi. Nel giustapporsi fra le pagine di testo e quelle di fumetto, il romanzo chiede al lettore di divenire lo specchio su cui saranno proiettate le immagini del frastornato protagonista, un investigatore privato che si crede Spirit (l’eroe dei fumetti di Will Eisner), e della torbida vicenda (fra massoni e psicoanilisti da B movie) nella quale sarà scaraventato. Al libro è allegato il cd audio Merrie Melodies, 11 minuti di parole & musica di Steven Brown e Gabriele Frasca. La prima stesura de Il fermo volere. Una nuova avventura dell’ingegnoso Spirit di Gabriele Frasca (dicembre 1982 – novembre 1985) apparve nel 1987 per la casa editrice Corpo 10 di Milano.

Gabriele Frasca (Napoli 1957) è poeta, romanziere e saggista. Insegna Letterature Comparate e Media Comparati all’Università di Salerno. È attualmente il presidente della Fondazione Premio Napoli (http://www.gabrielefrasca.it/). Per la d’if ha pubblicato: ne «i miosotìs» Vent’anni di fermo volere (2002), Sette (2003) e Quevedo (2009); ne «gli anfibi» Il fermo volere (2004); nella recente collana «i saggi del cuore» Un quanto di erotìa. Gadda con Freud e Schrödinger (2011, Edinburgh Gadda Prize 2012 per la migliore monografia gaddiana), Joyicity. Joyce con McLuhan e Lacan (2013) e Lo spopolatoio. Beckett con Dante e Cantor (2014). Di prossima pubblicazione ne «i saggi del cuore» Un uomo senza. Nabokov con Burgess e Kubrick. Luca Dalisi (Napoli 1969), disegnatore e grafico, in passato ha creato i personaggi di Da Silly Cowboy, il Fa, L’Orlando Matto, e ha illustrato copertine per le case editrici Cronopio, L’Isola dei Ragazzi, Massa e per la rivista «Chaosmos». Per le Edizioni d’if ha realizzato le illustrazioni e la copertina per il romanzo grafico Il fermo volere di Gabriele Frasca (2004).

ISBN 9788888413365

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Lager

19/02/2004 — Franco Buffoni

  € 10,00   

 

È un libro di poesia bello e terribile, che affronta in maniera insolita il tema della memoria, rispondendo così anche all?accusa di una poesia che non sa occuparsi del reale? Il poeta cerca di registrare l?orrore indicibile, in modo antiretorico e antioracolare, come in ascolto del War Requiem di Britten. - per tutti

Franco Buffoni ha pubblicato Suora carmelitana (Guanda 1997), Il profilo del Rosa (Mondadori 2000), Guerra (Mondadori 2005), Noi e loro (Donzelli 2008), Roma (Guanda 2009), Jucci (Mondadori 2014). L’Oscar Poesie 1975-2012 (Mondadori 2012) raccoglie la sua opera poetica. Dirige il semestrale «Testo a fronte». È autore dei pamphlet Più luce, padre (Sossella, 2006) e Laico Alfabeto (Transeuropa 2010) e dei romanzi Zamel (Marcos y Marcos 2009), Il servo di Byron (Fazi 2012), La casa di via Palestro (Marcos y Marcos 2014). www.francobuffoni.it. Per la d’if ha pubblicato Lager (2004).

ISBN 9788888413150

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Bilico

08/02/2004 — Andrea Inglese

  € 10,00   

 

Tutti viviamo in "bilico": è la condizione precaria dell'umanità, ma anche delle cose nell'universo storico che tutti ci comprende. È uno stato intermedio tra l'instabilità e la caduta. Ma tale condizione riguarda anche la forma della scrittura, che manifesta una compostezza del tutto provvisoria e già minata nel suo farsi.

Andrea Inglese (Torino 1967) vive e lavora tra Milano e Parigi. Suoi interventi sono apparsi in rivista – «Baldus», «Derive/Approdi», «L’Atelier du roman», «Nuovi Argomenti», «il Verri», «Sud», «Qui», «Nuova prosa», ecc. – e in volume – Akusma. Forme della poesia contemporanea a cura di Giuliano Mesa (Metauro 2000); Scrivere sul fronte occidentale (Feltrinelli 2002); L’eroe segreto. Il personaggio nella modernità dalla confessione al solipsismo (2003). Di poesia ha pubblicato: Prove d’inconsistenza (Marcos y Marcos 1998); Inventari (Zona 2001); Colonne d’aveugles (Le Clou Dans Le Fer 2007); La distrazione (Luca Sossella 2008). In prosa ha pubblicato: Prati (La Camera Verde 2007); Prosa in prosa (Le Lettere 2009) e il prosimetro Commiato da Andromeda (Valigie Rosse, premio Ciampi 2011). Scrive per «il Manifesto» ed è redattore del mensile «Alfabeta2». Per la d’if ha pubblicato Bilico (2004).

ISBN 9788888413129

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook1

Arte da camera

01/01/2004 — Rosa Pierno

  € 10,00   

 

Un sottilissimo gioco di equilibrio condotto - imprevedibilmente - sul filo che lega la terminologia musicale e metrica con la carica erotica, con l'amplesso dei corpi... È inscenato il rapporto d'amore di un lui e di una lei sfuggenti, ma vivi e reali nello spettacolo della loro corporeità, coincidente con la corporeità stessa della scrittura.

Rosa Pierno (Napoli 1959) vive e lavora a Roma. Per la d’if ha pubblicato Arte da camera (2004).

ISBN 9788888413358

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook5

Aperto a inverni

01/01/2004 — Ermanno Guantini

  € 10,00   

 

Frammentazioni e riverberi in una circospezione del reale e delle sue rifrazioni in vuoti e pieni, in contese di luci. Curvature. Dissoluzione del verso e ri-creazione in prismi, mirabilia, congetture di senso... in un refrain allucinatorio. Spasmi di chiarore incistati in una scrittura temeraria, a tratti oscura, che chiede al lettore un impegno totale. Ma senza di ciò la ricerca poetica e letteraria non avanza, e se ne sente un gran bisogno in tempi di falsi sperimentalismi, in cui la parola (anche quella poetica) tende a perdere di senso, insidiata com'è dal brusio dei vecchi e nuovi media.

Ermanno Guantini (Livorno 1972) vive e lavora a Livorno. Ha pubblicato poesie su riviste, antologie, cataloghi e in volume: Variazioni (Cierre 2003); Asfodeli in «Nodo sottile 4» (Crocetti 2004). Tre volte finalista nel Premio Lorenzo Montano (2003, 2004, 2007), suoi testi sono presenti nel volume d’arte Insiemi non disgiunti. Per la d’if ha pubblicato Aperto a inverni (2004); è presente in Registro di Poesia #1 e #3 (2008 e 2010); vincitore del premio letterario «i miosotìs» con Nocturama (2011).

ISBN 9788888413389

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Quattro giorni a marzo

21/11/2003 — Silvia Bortoli

  € 10,00   

 

Una voce parla al telefono e, già dalla prima battuta, si rivelano la sua identità e quella dell'interlocutrice: "Pronto, mamma?" Poi, in otto lunghe telefonate che occupano quattro giorni a marzo, ora in frasi brevi e brevissime, ora interrotte dalla voce che non si sente (e non si legge) ma che s'indovina, ora in appassionate perorazioni o in vibranti accuse... battuta dopo battuta, si delinea un rapporto conflittuale figlia-madre. Si sfaldano progressivamente le maschere familiari innalzate dall'educazione, dal bon ton, dalle convenzioni sociali, da una rete di non detto, di mistificazioni, di ipocrisie, di ricatti affettivi. Nulla sembra salvarsi nell'indagine impietosa della figlia che travolge affetti, ricordi, antiche amicizie, rancori e paure.

Silvia Bortoli (Venezia 1946) vive a Napoli. Traduce dalla lingua tedesca, tra gli ultimi lavori: i romanzi di Theodor Fontane per i «Meridiani» Mondadori (2003); I Buddenbrook di Thomas Mann (Arnoldo Mondadori 2007); coautrice di Opere complete di Walter Benjamin (Einaudi 2008). Come scrittrice ha pubblicato la raccolta di poesie Tutti i fiumi (Anterem 2002) e il romanzo L’inesperienza (Manni 2003). Per la d’if ha pubblicato Quattro giorni a marzo (2003) nella collana per giovani lettori «gli armadilli brilli».

ISBN 9788888413136

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Centimetri due

21/11/2003 — Milli Graffi

  € 10,00   

 

Un multiciarliero io narrante, impersonato da una giovane donna che si aggira per vie luoghi e interni di Milano, mette in scena un doppio cappio amoroso – della memoria e del presente – ambedue giocati sottotraccia nella tramatura di una storia difficile da scrivere e da vivere. La giovane donna che, in una delle immagini più suggestive del romanzo, sboccia con prepotenza da un abito rosso Marylin, insegue il progetto di riduzione a centimetri due della distanza tra il parlare e il sentire. Considera esistenti, reali, infatti, solo le sensazioni… o al più le immagini delle vie di Milano, o del canapino, oggetto d’arredamento ricorrente, in bilico tra metafora e realtà. E lo fa inventando una scrittura che può provocare qualche spaesamento nel lettore non smaliziato, costretto com’è a cercare un suo ritmo in una prosa quasi del tutto priva di punteggiatura. Eppure, il romanzo è una macchina narrativa che si fa e si disfa in itinere, ed è agito sul doppio registro del tempo passato e del tempo presente, con una conclusione coniugata al futuro, a strizzare l’occhio all’esile speranza. E, se pur non trapelasse l’ambizione dell’autrice d’inseguire la trasformazione delle forme d’amore, il testo imporrebbe comunque al lettore la vertigine di una prosa raffinata e modernissima.

Milli Graffi (Milano 1940), poetessa, anglista, redattrice de «il Verri», di poesia ha pubblicato: Mille graffi e venti poesie (introduzione di Guido Guglielmi, Anterem 1979), L’amore meccanico (Anterem 1994) e Embargo voice (Bibliopolis 2006). L’interesse per il nonsense e il comico, oltre a produrre studi su Marinetti, Palazzeschi, Breton, l’ha portata a tradurre Lewis Carroll, Alice nel paese delle meraviglie e Alice attraverso lo specchio (Garzanti 1989). Ha partecipato al movimento di «poesia totale» (con la rivista «Tam Tam») e a festival internazionali con composizioni di poesia sonora. Per la d’if ha pubblicato il romanzo Centimetri due (2003).

ISBN 9788888413341

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Sparigli marsigliesi (passar d'imago in mago fra i tarocchi)

15/05/2003 — Mariano Bàino

  € 10,00   

 

Chissà quale spiritello in vena di "sparigli" ha mosso il pensiero poetico (e il gioco) di Mariano Bàino, ché dalla partita doppia (col verso e col lettore) il poeta si fa cartaro "scientifico". Sta poi al lettore seguirlo nel "corpo a corpo" con la lingua (anch'essa doppia) che, replicando le icone degli arcani, insinua frattali di dubbio nel gioco dei tarocchi.

Mariano Bàino (Napoli 1953) ha esordito in poesia con la raccolta Camera iperbarica (Tam Tam 1983, legata all’omonima rivista di Adriano Spatola). È stato tra i fondatori della rivista «Baldus» e del «Gruppo ‘93». Tra le sue opere sono fondamentali: Fax giallo (Il Laboratorio 1993, Editrice Zona 2001); Ônne ‘e terra, (Pironti 1994, Zona 2003), una pietra miliare della poesia neo-dialettale; Pinocchio (moviole) (Piero Manni 2000); Amarellimerick (Oèdipus 2003). In prosa ha pubblicato Le anatre di ghiaccio (L’ancora del Mediterraneo 2004); L’uomo avanzato (Le Lettere 2008); Dal rumore bianco (Ad est dell’equatore 2012); In (nessuna) Patagonia (Ad est dell’equatore 2014). Con la d’if ha pubblicato Sparigli marsigliesi (2003, già edito da Il Laboratorio 2002).

ISBN 9788888413198

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Penelope

15/05/2003 — Rosaria Lo Russo

  € 10,00   

 

Penelope è un monologo in versi che inscena l'incontro fra Penelope e Ulisse, dopo vent'anni di assenza. Seduta nella sala del trono, la più celebre moglie part-time dell'antichità si ribella al ruolo assegnatole dalla leggenda, fingendo di non riconoscere il marito. Rifiutando la vulgata mitica, rivendica la propria autonomia di donna, di madre e di capofamiglia, con rancore, nostalgia, saggezza e ironia.

Rosaria Lo Russo (Firenze 1964), poeta, traduttrice, saggista, attrice, ha pubblicato: Comedia (Bompiani 1998), Lo Dittatore Amore. Melologhi (Effigie 2004 con cd), Nel nosocomio (Transeuropa 2011), Crolli (Le Lettere 2012), Poema (1990-2000) (Zona 2013). Tra l’altro, oltre ad essersi occupata di Amelia Rosselli, ha curato tre volumi di traduzioni di poesie di Anne Sexton (Le Lettere 1996 e 2003, Crocetti 1997). Come performer ha collaborato con Piera degli Esposti, Mario Luzi, Giorgio Caproni, Andrea Zanzotto, Erica Jong, ai programmi culturali della Rai e a un progetto diretto da Luigi Cinque. www.rosarialorusso.it Per la d’if ha pubblicato Penelope (2003) e Io e Anne. Confessional poems (2010 con cd).

ISBN 9788888413204

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook3

Coro da l'acqua per voce sola

15/05/2003 — Tommaso Ottonieri

  € 10,00   

 

Una liquida, vivida operina d?annata, scritta immediatamente a ridosso del folgorante esordio dell?Ipertrofico (1980), restaurata qui dall?autore per un nuovo e sempre avvenire final cut. - per tutti

Tommaso Ottonieri (Avezzano – AQ 1958) ha pubblicato: in prosa, Dalle memorie di un piccolo ipertrofico (Feltrinelli 1980, prefazione di Edoardo Sanguineti, nuova edizione rivista NoReply 2008), Coniugativo (Corpo10 1984), Crema acida (Lupetti-Manni 1997), L’album crèmisi (Empiria 2000), Le strade che portano al Fùcino (Le Lettere 2007). In versi ha pubblicato: Elegia Sanremese (Bompiani 1998, prefazione di Manlio Sgalambro), Contatto (Cronopio 2002), Geòdi (Aragno 2015). Di critica ha pubblicato La plastica della lingua: stili in fuga lungo un’età postrema (Bollati Boringhieri 2000). A partire dal tempo dell’esordio, varî i contributi su riviste, volumi antologici, opere collettive (fra queste ultime: Bassa Fedeltà: l’arte nell’epoca della riproduzione tecnica totale, a sua cura, Bollati Boringhieri 2000), oltre che via radio. Per la d’if ha pubblicato Coro da l’acqua, per voce sola (2004).

ISBN 9788888413211

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Sette (un set per 7 video)

15/05/2003 — Gabriele Frasca

  € 10,00   

 

Un racconto per immagini, bastardo nel genere e nella lingua. Ché la deriva poetica e critica, che l'autore insegue da anni, viene trasfusa in una prosa narrativa magmatica e risonante. Tra i personaggi, Rosy-Rosetta, tutto culo e tette, e Ginetto-Ginè, guascone proletario che si metamorfizza in un camorristello di quartiere.

Gabriele Frasca (Napoli 1957) è poeta, romanziere e saggista. Insegna Letterature Comparate e Media Comparati all’Università di Salerno. È attualmente il presidente della Fondazione Premio Napoli (http://www.gabrielefrasca.it/). Per la d’if ha pubblicato: ne «i miosotìs» Vent’anni di fermo volere (2002), Sette (2003) e Quevedo (2009); ne «gli anfibi» Il fermo volere (2004); nella recente collana «i saggi del cuore» Un quanto di erotìa. Gadda con Freud e Schrödinger (2011, Edinburgh Gadda Prize 2012 per la migliore monografia gaddiana), Joyicity. Joyce con McLuhan e Lacan (2013) e Lo spopolatoio. Beckett con Dante e Cantor (2014). Di prossima pubblicazione ne «i saggi del cuore» Un uomo senza. Nabokov con Burgess e Kubrick.

ISBN 9788888413228

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Dizionarietto multimediale

12/04/2003 — Nietta Caridei

  € 12,00   

 

Può servire un Dizionarietto che metta insieme i termini fondamentali dei principali media? Un Dizionarietto unico nel genere, di facile consultazione grazie ai simboli che designano l’appartenenza delle voci ai diversi media? Lo diranno i lettori che lo useranno. Raggruppato sotto sette simboli, ci sono le principali voci di media antichi e moderni: tredici in tutto, associati in base alla tecnica e/o alla tecnologia di diffusione. Il Dizionarietto è un’opera in progress, da aggiornare e ampliare, anche su suggerimenti dei lettori.

Nietta Caridei (Napoli 1937) ha insegnato in vari ordini e gradi della scuola e tenuto corsi di letteratura per ragazzi al Magistero Suor Orsola Benincasa di Napoli. Esperta di italianistica e di poesia contemporanea, presiede l’Associazione Editoria & Letteratura (già Ԑurisco trova chi ricerca), le Edizioni d’if e ha presieduto il Premio Nazionale di Letteratura i miosotìs. Attualmente fa parte della giuria del Premio Napoli. Ha pubblicato libri di didattica dell’italiano e numerosi testi scolastici. Per la d’if ha editato: Bambole, puffi, pistole, mostri matematici… e altri soggetti fantastici (2009); Registro di poesia #3 (2010); Raccontare le voci di dentro (2011); Cocci d’Amore per una Lingua a Ssentimento in Canio Loguercio – Rocco De Rosa, Amaro Ammore (2013); La baroccaggine di Napoli ovvero la poetica del grottesco nella scrittura di Enzo Moscato in AA.VV., Il diritto alla lingua (per la Fondazione Premio Napoli 2015).

ISBN 9788888413235

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Sei mai stato a Occhichiusi?

12/02/2003 — Paola Malavasi

  € 13,00   

 

La bellezza è così importante? Certo Elena vorrebbe imitare zia Titti, modella senza successo ma affascinante come Afrodite. Però papà non vuole una figlia vanitosa e allora – perché rifletta e studi l’inglese – la spedisce fuori per un po’, in un posto davvero strano, senza specchi, Close-your-eyes, Occhichiusi. Qui Elena dovrà fronteggiare la terribile Eva Truth e difendere la dolce Diana Library. Tra fantasia, suspense, miti e poesia.

Paola Malavasi (Viterbo 1965 – Venezia 2005) poetessa e scrittrice, abitava a Bracciano, su un lago vulcanico dominato da un castello. Quando non insegnava nel liceo vicino casa, scriveva articoli per i giornali. Quando non scriveva articoli scriveva poesie. Vincitrice del premio per l’inedito, è inclusa nell’antologia 7 poeti del premio Montale (Crocetti 2002). Quando non scriveva poesie buttava giù storie. L’ordine con cui faceva queste cose non era sempre lo stesso e a volte si godevva solo suo figlio Lorenzo e il lago! Come illustratrice esordisce nel libro scritto per la d’if Sei mai stato a Occhichiusi? (2003) dove le immagini nascono assieme alle parole.

ISBN 9788888413174

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

John Arp e la tinca volante

12/02/2003 — Luigi Bairo

  € 13,00   

 

Uno strano caso per il detective John Arp. Un'indagine che dall'Inghilterra lo porta a Lisbona, sulle tracce dell'eredità di un miliardario rumeno appena morto, per incarico del suo sfaccendato nipote. L' unico indizio è un dettaglio tratto da un dipinto di Hieronymus Bosch: una tinca volante, con due passeggeri a bordo. Una missione impossibile, fra killer bulgari maldestri e personaggi inquietanti, che sembrano sbucati dritti dritti dalle tele del pittore fiammingo. Età di lettura: da 13 anni.

Luigi Bairo (Ciriè – TO 1962) scrive soprattutto per bambini e ragazzi. Per la d’if ha pubblicato nel 2003 il thriller per ragazzi John Arp e la tinca volante (nella collana «i pipistrilli») e il fantascientifico Tod, giocattolo ribelle («i pipistrilli elettronici»).

ISBN 9788888413297

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Il sito della sfinge

12/02/2003 — Antonella Di Martino

  € 13,00   

 

Questa storia naviga nel web, tra i capolavori dell'arte napoletana del Seicento: Caravaggio, de Ribera, Battistello Caracciolo, Massimo Stanzione, Micco Spadaro, e le fiabe del Basile. La conduce Alessandra, una ragazzina intelligente e bugiarda con la passione per la pittura. - con riproduzioni artistiche

Antonella Di Martino (Aosta 1963) vive e lavora Ortonovo – SP. Si occupa di narrativa, narrativa didattica e nuove tecnologie. Ha pubblicato tra l’altro Giulia. Il bisturi perfetto (L’isola dei ragazzi 2005) e La Rana Gamma (Ugo Mursia Editore 2007). www.antonelladimartino.it Per la d’if ha pubblicato Il sito della Sfinge (2003).

ISBN 9788888413310

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Nuvola neve
Nove nuvole in forma di versi

12/02/2003 — Giuliano Mesa

  € 15,00   

 

Il formarsi delle nuvole, il formarsi delle parole – corpi di suono e di ritmo, mutevoli, impalpabili. Le nuvole, lassù, da sempre, negli occhi di tutti gli uomini: la loro bellezza, le emozioni che suscitano, le paure, il trascorrere del tempo, delle forme. E le parole che, cercando di descriverle, descrivono e cercano se stesse: nuvola vola, nuvola notte, nuvola sole, nuvola neve… L’autore ha eseguito i disegni a china con tecniche e attrezzi vari (bastoncino di rovere, pennino, china e polvere di gesso, pietra lavica del lago di Bolsena, amento di abete bianco, legno di quercia). Le tavole a tutta pagina sono a pennello; i disegni di Memoria citano, rielaborandoli, frammenti di opere di grandi pittori di epoche diverse.

Giuliano Mesa (Salvaterra – RE 1957 / Pozzuoli – NA 2011) è stato una delle più significative voci della poesia italiana degli ultimi anni. Fra le opere apparse, dopo il libro di esordio (Schedario, Geiger 1978), è da ricordare l’ideazione e la curatela di Ákusma. Forme della poesia contemporanea (Metauro Edizioni 2000), Quattro quaderni (Zona 2000) e Poesie 1973-2008 (La Camera Verde 2010 con la sua curatela). Magnifico lettore e performer, è autore di Tiresia, una sorta di poema in versi che ha continuato a modificare fino alla morte. Altre notizie su Nazione Indiana a cura di Andrea Inglese. Per la d’if ha pubblicato Chissà (2002, ora in ebook su Amazon), Nuvola neve. Nove nuvole in forma di versi (2003) e il postumo Olindo (2012) a cura di Giancarlo Alfano, già in ebook sul sito della d’if (2003).

ISBN 9788888413037

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook1

Il poemificio, manualetto per farsi versi d'artificio

12/02/2003 — Paolo Gentiluomo

  € 15,00   

 

In passato la poesia si misurava in piedi. Oggi serve un manuale per mettersi seduti e scarabocchiare versi: se la rima è fiacca, impara a farla ricca; se la metrica traballa, ecco come farla bella; se ti si disfa la strofa, qui rifalla in doremifasòlfa (con l'accento sul sol).

Paolo Gentiluomo (Genova 1964) vive e lavora a Genova. Ha pubblicato tra l’altro: Logoi spermaticòi (Altri Luoghi 1990); Novene irresistibili (Periferia 1995); Catalogo (Zona 1998); Dice con quanti denti quest’amor ti morde (Mazzoli 2005, finalista al Delfini); La ragion totale (Zona 2007, finalista al Tassoni 2008); Manuale Portatile per la Devozione del Fertile Gaudio (2012 e 2015); L’onnivoro digiuno (Oèdipus 2014). Ha suonato nel gruppo di musica industriale T.Q.T.R.; codirige con Franco Vazzoler una collana di teatro; coordina il Collettivo di Pronto Intervento Poetico «Altri luoghi». Per la d’if ha pubblicato Il Poemificio. Manualetto per farsi versi d’artificio (2003).

ISBN 9788888413044

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook3

Veleno per Michelangelo

12/02/2003 — Massimo Boccuzzi

  € 13,00   

 

Firenze 1494. I francesi di Carlo VIII sono alle porte, i Medici in fuga, Savonarola vuole istaurare una repubblica teocratica. Michelangelo inizia a scolpire una statua di neve. Una setta di incappucciati, che semina il terrore in città, vuole avvelenarlo. Ma Nencia degli Uberti, la sua piccola amica di tredici anni, lo salverà. Nella storia non mancano dame, magnati e armigeri; intrighi, amori e lussurie; e le prediche di fra Girolamo Savonarola. Età di lettura: da 11 anni.

Massimo Boccuzzi (Prato 1961) vive e lavora tra Firenze e Catania. Ideatore di una delle biblioteche telematiche più innovative della rete romanzieri.com, è consulente editoriale e di comunicazione. Per la d’if ha pubblicato nel 2003 i romanzi Veleno per Michelangelo (nella collana «i pipistrilli») e Andrea D e i labirinti (ne «i pipistrilli elettronici»).

ISBN 9788888413051

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Futuri lillà

31/01/2003 — Bruno Di Pietro

  € 10,00   

 

Lo "scrivere svelto" di piccoli testi costruiti per prove e abbozzi. Poesie per chi ama lo stile e il pensiero. E non dispera nel gioco del futuro.

Bruno Di Pietro vive ed esercita l’avvocatura a Napoli. Come poeta ha pubblicato Colpa del mare (Oédipus 2002). Cura gli Incontri di Officina per la libreria «Evaluna» di Napoli. Per le Edizioni d’if ha pubblicato nel 2002 [SMS] e Futuri lillà.

ISBN 9788888413242

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

SMS più una quartina scostumata

31/01/2003 — Bruno Di Pietro

  € 10,00   

 

"Il medium è il messaggio, non c'è che dire" (scrive Gabriele Frasca). Ma la nuova forma di scrittura (poetica), non dimentica la lezione breviloquente degli antichi.

Bruno Di Pietro vive ed esercita l’avvocatura a Napoli. Come poeta ha pubblicato Colpa del mare (Oédipus 2002). Cura gli Incontri di Officina per la libreria «Evaluna» di Napoli. Per le Edizioni d’if ha pubblicato nel 2002 [SMS] e Futuri lillà.

ISBN 9788888413266

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook3

Sag Harbor

01/01/2003 — Nicola Gardini

  € 10,00   

 

Questo libro racconta alcuni amori del poeta, sullo sfondo di alcune tragedie universali. Sag Harbor è una località di Long Island, nello Stato di New York; memorabile per il suo "American Hotel".

Nicola Gardini (Petacciato – CB 1965) vive tra Oxford e Milano. Con il romanzo Le parole perdute di Amelia Lynd (Feltrinelli 2012) ha vinto il premio Viareggio-Repaci 2012. Insegna Letteratura Italiana all’Università di Oxford. E’ Fellow di Keble College. Per la d’if ha pubblicato Sag Harbor (2003).

ISBN 9788888413112

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook1

Doni di-versi in rete
40 poeti per il 21 marzo 2003

01/01/2003 — AA.VV.

  € 10,00   

 

Il volume raccoglie le poesie che, in occasione della seconda giornata mondiale della poesia, istituita dall'Unesco, quaranta poeti, quasi tutti della stessa fascia generazionale, hanno donato a quel popolo che, nella rete, cerca anche valori di-versi e condivisibili e, nella poesia, la resistenza contro il male di vivere.

ISBN 9788888413181

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Andrea D e i labirinti

01/01/2003 — Massimo Boccuzzi

  € 10,00   

 

Una preziosa pergamena rubata viene dalla cattedrale di Hereford forse per compiere un rito voodoo. Un rompicapo per Scotland Yard, ma non per la tredicenne Andrea D (la D sta per detective… investigare è la sua più grande passione dopo la nutella) e per Iride, il suo fedele camaleonte, che l’avverte dei pericoli cambiando colore. Tra Firenze e l’Inghilterra un’avventura in giallo tra antichi labirinti, mummie spaventose, e-mail e algoritmi magici…

Massimo Boccuzzi (Prato 1961) vive e lavora tra Firenze e Catania. Ideatore di una delle biblioteche telematiche più innovative della rete romanzieri.com, è consulente editoriale e di comunicazione. Per la d’if ha pubblicato nel 2003 i romanzi Veleno per Michelangelo (nella collana «i pipistrilli») e Andrea D e i labirinti (ne «i pipistrilli elettronici»).

ISBN 9788888413327

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Tod, giocattolo ribelle

01/01/2003 — Luigi Bairo

  € 10,00   

 

Dicembre 2099. In una grande fabbrica di robot, alla periferia della metropoli, accade un imprevisto: un potentissimo cervello per androidi MV3, appena arrivato dal Giappone e destinato al robocapitano di un’astronave in missione verso Nettuno, finisce per sbaglio nella testa di un giocattolo per bambini. È così che nasce Tod, il primo giocattolo ribelle. E da quel momento, una valanga di guai si rovescia sulla città…

Luigi Bairo (Ciriè – TO 1962) scrive soprattutto per bambini e ragazzi. Per la d’if ha pubblicato nel 2003 il thriller per ragazzi John Arp e la tinca volante (nella collana «i pipistrilli») e il fantascientifico Tod, giocattolo ribelle («i pipistrilli elettronici»).

ISBN 9788888413334

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

L'universo alle undici del mattino

19/11/2002 — Franco Arminio

  € 10,00   

 

Un raccontino erotico scritto da un poeta. Attraverso un eros straniato e una lingua ruvida e disadorna, si denudano i pruriti di un lui e una lei che tentano di sfondare l'universo.

Franco Arminio (Bisaccia – AV 1960) collabora con «il Manifesto» e «Il Fatto Quotidiano». È animatore di battaglie civili e si dichiara antimetropolitano e paesologo. Con Vento forte tra Lacedonia e Candela. Esercizi di paesologia (Laterza 2008) ha vinto il Premio Napoli 2009. Tra le ultime opere: Le vacche erano vacche e gli uomini farfalle (Deriveapprodi 2011); Terracarne (Mondadori 2011, premi Carlo Levi e Volponi); Geografia commossa dell’Italia interna (Bruno Mondadori 2013). Per la d’if ha pubblicato L’universo alle undici del mattino (2002) e Poeta con famiglia (2009).

ISBN 9788888413259

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook6

Vent'anni di fermo volere

07/11/2002 — Gabriele Frasca

  € 10,00   

 

Il bilancio di vent'anni di scrittura e di letteratura fatto da uno dei più problematici scrittori della generazione di mezzo. In uno stile arduo, ma affascinante, Gabriele Frasca s'interroga sul destino della letteratura e della scrittura nell'era multimediale.

Gabriele Frasca (Napoli 1957) è poeta, romanziere e saggista. Insegna Letterature Comparate e Media Comparati all’Università di Salerno. È attualmente il presidente della Fondazione Premio Napoli (http://www.gabrielefrasca.it/). Per la d’if ha pubblicato: ne «i miosotìs» Vent’anni di fermo volere (2002), Sette (2003) e Quevedo (2009); ne «gli anfibi» Il fermo volere (2004); nella recente collana «i saggi del cuore» Un quanto di erotìa. Gadda con Freud e Schrödinger (2011, Edinburgh Gadda Prize 2012 per la migliore monografia gaddiana), Joyicity. Joyce con McLuhan e Lacan (2013) e Lo spopolatoio. Beckett con Dante e Cantor (2014). Di prossima pubblicazione ne «i saggi del cuore» Un uomo senza. Nabokov con Burgess e Kubrick.

ISBN 9788888413273

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Chissà
Poesie 1999-2000

02/11/2002 — Giuliano Mesa

  € 10,00   

 

"Poesie dove la lirica si frantuma in scaglie di corpo, en attendant colei che mai si è vista... Rimane solo il verso a dire il dolore dell'oggi, dell'ignoto, della guerra che non finisce"

Giuliano Mesa (Salvaterra – RE 1957 / Pozzuoli – NA 2011) è stato una delle più significative voci della poesia italiana degli ultimi anni. Fra le opere apparse, dopo il libro di esordio (Schedario, Geiger 1978), è da ricordare l’ideazione e la curatela di Ákusma. Forme della poesia contemporanea (Metauro Edizioni 2000), Quattro quaderni (Zona 2000) e Poesie 1973-2008 (La Camera Verde 2010 con la sua curatela). Magnifico lettore e performer, è autore di Tiresia, una sorta di poema in versi che ha continuato a modificare fino alla morte. Altre notizie su Nazione Indiana a cura di Andrea Inglese. Per la d’if ha pubblicato Chissà (2002, ora in ebook su Amazon), Nuvola neve. Nove nuvole in forma di versi (2003) e il postumo Olindo (2012) a cura di Giancarlo Alfano, già in ebook sul sito della d’if (2003).

ISBN 9788888413280

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook1

Vie della sensorialità
.. dall'argilla ai pixel. Dialoghi con E. Alamaro, M. Bàino, F. Donato, D. Mazzoleni, S. Perrella

03/10/2002 — Renata Petti

  € 20,00   

 

Un libro-catalogo che narra il percorso dell'artista attraverso le sue opere ceramiche e i dialoghi con il poeta, il fotografo, l'architetto, il saggista, il critico teatrale. Con le fotografie di Fabio Donato. Dialoghi con Eduardo Alamaro, Mariano Baino, Fabio Donato, Enrico Fiore, Donatella Mazzoleni, Silvio Perrella.

Renata Petti, architetto e artista multidisciplinare, vive e lavora a Napoli dove ha insegnato Discipline architettoniche presso il Liceo Artistico. Ha partecipato a numerose mostre in Italia e all’estero sia singolarmente che con LALOBA AnnaCrescenzi&RenataPetti, con cui ha vinto il contest ART I CARE Insideart 2013. http://www.renatapetti.it/ Con la d’if ha pubblicato Vie della sensorialità. Dall’argilla ai pixel (2002).

ISBN 9788888413068

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Gioacchino Rosso (pesciolino di fosso)
Filastrocca italiana

05/02/2002 — Anna Loffredo

  € 12,00   

 

Gioacchino, il pesciolino protagonista della filastrocca, nasce in un fosso. Qui incontra un topolino bellicoso, ma anche amici: ragnetti e formichine che lo aiutano a sperare di uscire da quel buco. Riuscirà Gioacchino ad arrivare al mare, oppure lo vedrà soltanto nei sogni che, nonostante tutto, sono rigorosamente a colori? Lo scoprirete da soli. Età di lettura: da 7 anni.

Anna Loffredo (Napoli 1953) ha pubblicato la raccolta di poesie Occasioni d’incontro (Marotta 1983, Premio Città di Napoli). Ha partecipato ai premi letterari Lo stormo bianco – poesia delle donne, poesia per le donne e Una piazza, un racconto. Per la d’if ha pubblicato la filastrocca Gioacchino rosso (pesciolino di fosso) (2003) e Venti centimetri di bambino (la nuova fiaba di Pollicino) (2006).

ISBN 9788888413303

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Disavventure tascabili del canguro Renato
Filastrocca australiana

15/01/2002 — Nietta Caridei

  € 13,00   

 

Un cangurino fifone che non vuole lasciare il marsupio della mamma, un paese lontanissimo e meraviglioso, animali strani e curiosi, intermezzi storici (l'arrivo dei conigli in Australia) e mitologici (il mito del vaso di Pandora) sono alcuni degli ingredienti di questa filastrocca a rima baciata. Leggerla, raccontarla agli amici, impararne a memoria qualche strofa, inventare nuovi disegni può diventare un gioco diverso e divertente... Le schede interattive immettono tra le meraviglie dell'Australia e della scrittura in versi: per conoscerle e per farle conoscere.

Nietta Caridei (Napoli 1937) ha insegnato in vari ordini e gradi della scuola e tenuto corsi di letteratura per ragazzi al Magistero Suor Orsola Benincasa di Napoli. Esperta di italianistica e di poesia contemporanea, presiede l’Associazione Editoria & Letteratura (già Ԑurisco trova chi ricerca), le Edizioni d’if e ha presieduto il Premio Nazionale di Letteratura i miosotìs. Attualmente fa parte della giuria del Premio Napoli. Ha pubblicato libri di didattica dell’italiano e numerosi testi scolastici. Per la d’if ha editato: Bambole, puffi, pistole, mostri matematici… e altri soggetti fantastici (2009); Registro di poesia #3 (2010); Raccontare le voci di dentro (2011); Cocci d’Amore per una Lingua a Ssentimento in Canio Loguercio – Rocco De Rosa, Amaro Ammore (2013); La baroccaggine di Napoli ovvero la poetica del grottesco nella scrittura di Enzo Moscato in AA.VV., Il diritto alla lingua (per la Fondazione Premio Napoli 2015).

ISBN 9788888413013

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Acchiappanumeri e perdigiorno in 6 storie e 6 litigi

15/01/2002 — Nietta Caridei

  € 13,00   

 

Storie colorate e litigi in rima baciata, accidenti e bizzarri e oggetti spaiati s'incastrano a perdifiato in un puzzle di parole, di sogni, d'immagini. Il filo della narrazione si spezza, si riannoda, si perde. Tre finali e mezzo sono affidati alla fantasia dei lettori. Una bambina inizia a raccontare ma poi cede la "voce" a due strani personaggi: Acchiappanumeri, razionale e coerente; Perdigiorno, fantasioso e magico. Perché l'autrice li ha accoppiati? L'enigma è svelato nel finale e, con le schede di scrittura (creativa), i giovanissimi lettori potranno fare altre scoperte.

Nietta Caridei (Napoli 1937) ha insegnato in vari ordini e gradi della scuola e tenuto corsi di letteratura per ragazzi al Magistero Suor Orsola Benincasa di Napoli. Esperta di italianistica e di poesia contemporanea, presiede l’Associazione Editoria & Letteratura (già Ԑurisco trova chi ricerca), le Edizioni d’if e ha presieduto il Premio Nazionale di Letteratura i miosotìs. Attualmente fa parte della giuria del Premio Napoli. Ha pubblicato libri di didattica dell’italiano e numerosi testi scolastici. Per la d’if ha editato: Bambole, puffi, pistole, mostri matematici… e altri soggetti fantastici (2009); Registro di poesia #3 (2010); Raccontare le voci di dentro (2011); Cocci d’Amore per una Lingua a Ssentimento in Canio Loguercio – Rocco De Rosa, Amaro Ammore (2013); La baroccaggine di Napoli ovvero la poetica del grottesco nella scrittura di Enzo Moscato in AA.VV., Il diritto alla lingua (per la Fondazione Premio Napoli 2015).

ISBN 9788888413020

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook4

Patate su Marte
Una storia g-astronomica

10/01/2002 — Alessandra Berardi

  € 16,00   

 

Presto, assaggiate questa storia! Vedrete, ha un sapore davvero speciale. E'molto spaziale. Un'avventura divertente e originale: i piatti matti del cuoco extraterrestre Ravy Olo, le scoperte del baby-assaggiatore Gustavo; i malestri di Ansia, gatta interstellare. Una galassia golosa condita da divertenti giochi di parole. Con le schede, Spazio ai giochi, per continuare a divertirsi scrivendo e disegnando.

Alessandra Berardi (Nuoro 1959), poetessa e umorista, autrice e interprete di teatro per adulti e bambini, vive e lavora a Bologna. Ha scritto i libri: Rime Tempestose (Sperling e Kupfer 1992), Ragazze, non fate versi! (con Daniela Rossi, Zona 1999), Cogli l’ottimo (Alberto Perdisa 2007), C’era una voce (Topipittori 2012). Dal 2002 al 2014 è stata coautrice del programma televisivo L’albero azzurro di Raidue, con contributi di storie, filastrocche e canzoni. Per la d’if ha pubblicato Patate su Marte (2002) e Ex voto (2007).

ISBN 9788888413006

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook1