Interno Poesia è un blog e un progetto editoriale di promozione e divulgazione della poesia.

 

 PDF    LISTINO    XLS 

CATALOGO  PDF 

Al centro dei rovesci

15/01/2018 — Simona Cerri Spinelli

  € 10,00   

 

C’è un grido che percorre i versi di Simona Cerri Spinelli. Una voce precipita e illumina le pagine di questa raccolta. Uno dei più grandi poeti italiani contemporanei come Giampiero Neri, scrive nella nota finale del libro come queste poesie "vengono da molto lontano, prive come sono di ornamenti, nude e non si possono ignorare". Non si può non notare come "Al centro dei rovesci" rappresenti un chiaro invito a danzare il ballo della vita, a "non temere niente dai sogni".

Simona Cerri Spinelli è nata a Pisa nel 1984. Ha pubblicato "I miei versi come un cane in chiesa" (Fara, 2013; Premio Città di Castello) e "Regnare sopra di te ingiustamente" (Lepisma, 2015; Premio 13, Centro di Poesia Contemporanea di Roma). Nel 2016 partecipa al progetto “La Poesia e La Fontana”, curato da Davide Rondoni e Laura Piazza, presso il Teatro La Fontana di Milano. "Al centro dei rovesci" è l’opera vincitrice del Premio Rimini edizione 2017.

ISBN 9788885583030

Arimanere

01/01/2018 — Maria Del Vecchio

  € 10,00   

 

L’opera prima di Maria Del Vecchio è il risultato di un processo di maturazione stilistica e umana, la prova evidente di come la poesia costituisca una forma d’arte in grado di strutturare la propria “voce” restituendo parola al mondo, nominando i drammi e le gioie della propria esistenza. Come sottolinea Maria Grazia Calandrone nella prefazione del libro «eccezionalmente per la nostra poesia contemporanea, nelle poesie di Maria Del Vecchio ricorre la parola “gioia” e, altrettanto eccezionalmente, viene ripetutamente dichiarata un’inclinazione alla gioia della persona scrivente, un muovere “a favore del sole” e “a scapito della notte”». Fa bene la lettura di “Arimanere”: come scrive l’attrice Sonia Bergamasco, al termine della nota finale che chiude la raccolta, questo libro “porta beneficio”.

Maria Del Vecchio è nata a Lucera (FG) nel 1988. Laureata in Lettere Classiche presso l’Università "Tor Vergata" di Roma, insegna materie letterarie presso un istituto privato. È alla direzione artistica del "Festival della Letteratura Mediterranea" di Lucera. "Arimenere" è la sua prima opera in versi.

ISBN 9788885583023

Fratture a legno verde

01/12/2017 — Antonio Ferrara

  € 10,00   

 

Antonio Ferrara, scrittore e illustratore tra i più noti nel panorama nazionale, imbocca la strada della poesia offrendo al pubblico un’opera prima che stupisce per la trasparenza dei contenuti e la felice combinazione stilistica e di poetica. C’è in questi versi l’indicazione di un cammino, una luce che illumina la strada percorsa negli anni, attraverso una voce che ha recuperato l’innocenza di un bambino, consapevole che "chi cresce senza amore / non se lo scorda, / gli dura tutta la vita / dentro, come un buio". In “Fratture a legno verde”, come sottolinea Aldo Ferraris nella prefazione, è dunque presente "un narrare che lentamente si scioglie in consapevolezza terapeutica, in parola che guarisce, che restituisce alla realtà la sua cocciuta antica resistenza, la sua capacità salvifica di creare".

Antonio Ferrara (1957) è nato a Portici, in provincia di Napoli, dove ha vissuto fino all’età di vent’anni. Da allora vive a Novara, dove ha lavorato come educatore in una comunità alloggio. È scrittore e illustratore per ragazzi. Come autore per ragazzi ha pubblicato diversi libri e ricevuto diversi premi, tra i quali nel 2012 il Premio Andersen come autore e nel 2015 come illustratore. Sue poesie sono state pubblicate sulla rivista Atelier. “Fratture a legno verde” è la sua opera prima di poesia.

ISBN 9788885583009

Nasse

20/11/2017 — Annarita Rendina

  € 10,00   

 

“Nasse” segna l’approdo di Annarita Rendina nel vivace panorama della poesia contemporanea. La sua scrittura, segnatamente partenopea, legata ai temi del mare, dell’amore e della perdita, verso dopo verso conquista il lettore, invitandolo a lasciarsi andare al ritmo sinuoso ed elegante delle composizioni. A testimoniare le vibrazioni di quest’opera prima c’è il conterraneo poeta Valerio Grutt, che nella sua accurata prefazione avvia una vera e propria esplorazione tra i fondali della poetica e dell’animo della poetessa: “tra alghe, pezzi di reti, di sughero, e altre cose trasportate dal mare, ci arrivano le parole di Annarita Rendina. Un canto d’amore e di separazione, una narrazione intima ed epica”.

Annarita Rendina è nata a Napoli nel 1988 e vive a Monte di Procida, piccolo comune del litorale flegreo. Ha conseguito la laurea specialistica in Filologia Moderna. Il suo saggio Il Fantomas di Cortazár. La dis-attesa del supereroe è presente nel volume Le Attese. Opificio di letteratura reale/2 (a cura di E. Abignente ed E. Canzaniello, Ad Est dell’Equatore, Napoli, 2016). Si è occupata per anni di immigrazione e ha insegnato italiano come lingua seconda per un’associazione di volontariato e per l’Istituto Italiano di Cultura di Dublino. È docente di materie letterarie presso il liceo Seneca di Bacoli. “Nasse” è la sua opera prima.

ISBN 9788885583016

Era la guerra

10/10/2017 — Fabio Chiusi

  € 10,00   

 

Con “Era la guerra”, il poeta e giornalista Fabio Chiusi, racchiude e pone in una prospettiva dialogica un decennio di storia privata con gli smottamenti del mondo contemporaneo. L’eleganza comunicativa dei versi, che affrontano i temi della perdita, della memoria, la lotta tutta interiore “di chi impara/ forzatamente l’accettazione, o la lotta/ di chi la rinnega”, attraversano la raccolta come “un vento che muove fantasmi”. C’è una sottile filigrana letteraria che lega il poeta Chiusi ad alcune tra le voci più emblematiche del secondo ‘900: Amelia Rosselli, Vittorio Sereni, Edoardo Sanguineti fra tutti. Le tessiture tematiche, i richiami agli insegnamenti dei grandi maestri della poesia, e la sapienza stilistica dei componimenti, sono occasione per il lettore per arricchire il proprio campo visivo interiore, affrontando zone d’ombra ma anche prospettive e chiavi per una pace definitiva, una speranza che consegna la “guerra” al passato, al grande bagaglio della storia di ognuno.

Fabio Chiusi è nato a Udine nel 1980. Scrive di politica, cultura e tecnologia per l’Espresso, ed è Fellow del Centro Nexa su Internet e Società del Politecnico di Torino. È autore di saggi sul rapporto tra libertà di espressione e sorveglianza in rete, sulla distopia e la democrazia digitale. In versi ha pubblicato "Parole per addio" (Arione, 2001) e "La mano sull’aria che ci divide. Poesie per Amelia Rosselli" (LietoColle, 2008).

ISBN 9788894208498

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook3

Di seconda virtù

20/07/2017 — Fabrizio Cavallaro

  € 10,00   

 

Il catanese Fabrizio Cavallaro propone un’opera che accarezza e mette a fuoco spaccati di vita quotidiana, solitudini urbane, intrecci amorosi e ricordi che riaffiorano nell’intimità domestica. Come riporta Gandolfo Cascio nella prefazione della silloge poetica “Di seconda virtù”, l’autore “con questa sua raccolta ci mostra – e dimostra – come la lirica amorosa abbia anche la possibilità, non dico di gridare a più non posso la smania di stare al mondo, ma almeno di goderne finché la «gioventù / rimarrà vita beata». Cavallaro, insomma, è convinto che l’esistenza, a volte balorda, ci accorda comunque degli attimi di letizia, ci conceda quella «liberazione improvvisa» che quasi ci pare di non meritare”.

Fabrizio Cavallaro (1967) vive e lavora a Catania. Ha pubblicato alcune raccolte di versi, tra cui “Latin lover” (Prova d’Autore, 2002, prefazione di Attilio Lolini), “Poesie d’amore per Clark Kent” (LietoColle, 2004), “L’assedio” (Novecento, 2017), “Sala d’aspetto” (Eretica, 2016). È autore di testi teatrali in versi, tra cui “Salomè” (con note di Francesco Scarabicchi e Renzo Paris) e curatore, nel 2006 della raccolta di tributi a Dario Bellezza dal titolo “L’arcano fascino dell’amore tradito” (Giulio Perrone Editore). Ha curato, insieme ad Alessandro Fo, l’antologia poetica omaggio a Marilyn Monroe “Umana, troppo umana” (Aragno, 2016).

ISBN 9788894208481

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook5

La logica del merito

20/06/2017 — Sofia Fiorini

  € 10,00   

 

L’opera prima di Sofia Fiorini segna l’ingresso di una delle voci più promettenti della poesia di oggi e di domani. “La logica del merito” è un libro la cui cifra stilistica e la cui maturità letteraria ed umana emergono con chiarezza pagina dopo pagina. È la prefazione di Isabella Leardini a condurre per mano il lettore nella raccolta: “la prima cosa che emerge in Sofia Fiorini è l’eleganza, appare come una grazia innata, una naturalezza calibrata del gesto. Entriamo in questo libro con passo leggero, e subito ci troviamo tra le mani una poesia perfetta come cristallo”; o, ancora, "l’assertività brilla lungo tutto questo libro, in versi fatti per essere sottolineati e ricordati, ma mai accondiscendenti, capaci di mantenere «la natura del bosco», una complessità che non rinuncia alla sua parte di ombra”. C’è anche Umberto Piersanti ad omaggiare la poesia di Sofia Fiorini, dedicando nella sua postfazione parole che mettono a fuoco la raccolta, individuando nella scrittura dell’autrice un dettato che è “severo, naturalmente «alto», mai però eccessivo".

Sofia Fiorini è nata a Rimini nel 1995. Frequenta la facoltà di Lettere Europee presso l’università di Bologna. Nel 2015 ha vinto il premio Violani Landi, sezione Poeti Inediti. Nel 2016 è stata scelta da Antonio Riccardi come finalista al Premio Rimini per la poesia giovane, cui ha partecipato con il manoscritto inedito “La logica del merito”. Una silloge delle sue poesie è apparsa sulla rivista letteraria Atelier, con una presentazione di Isabella Leardini. Suoi testi sono stati tradotti in spagnolo per il sito web Vallejo & Co. e altri suoi testi tradotti in brasiliano sono apparsi sul supplemento letterario del giornale di Minas Gerais.

ISBN 9788894208474

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook1

Manovre segrete

02/05/2017 — Gaia Ginevra Giorgi

  € 10,00   

 

"La poesia di Gaia Ginevra Giorgi è tellurica, sinestetica e carnale”. Così è sintetizzata l’essenza di un’opera poetica che travolge il lettore in un turbinio di visioni, aperture verso un io che sa essere sensuale, come una “bocca calda e bagnata”, ma anche voce “dei ricordi più crudeli”. La poetessa, come riporta Claudio Pozzani nella prefazione, "in questa raccolta riesce a presentare le diverse anime che la abitano e che, parafrasando un suo verso, si attorcigliano come serpi alla ricerca del punto concentrico, dando vita a un unico solido tronco.In questo viaggio sconfinato tra luce e ombra e tra elevazione e caduta, che inizia con un respiro ingrossato lungo una salita e termina con un pugno di sassi gettati in un pozzo, l'autrice semina il percorso di enigmi che probabilmente non cercano risposta ma solo, forse, di continuare a porsi delle domande”.

Gaia Ginevra Giorgi (Alessandria, 1992), laureata in Filosofia all’Università di Torino, vive a Bologna dove studia presso la Scuola di Teatro “Alessandra Galante Garrone”. Nel 2016 ha pubblicato "Sisifo" (Alter Ego, 2016), suo esordio poetico e allo stesso tempo performance sonorizzata itinerante che fa da ponte tra le discipline che più le sono care: poesia, teatro e musica. "La Repubblica di Torino", "L’Estroverso", "Poetarum Silva", "Paper Street" e "Interno Poesia" hanno ospitato e parlato della sua poesia.

ISBN 9788894208467

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook3

Spigoli vivi

10/04/2017 — Daria De Pellegrini

  € 10,00   

 

L’opera prima di Daria De Pellegrini viene da molto lontano. La sua pratica poetica attraversa la storia personale, che è anche esistenza comune, voce privata che bussa alle porte di molte case italiane. Come scrive Franca Mancinelli nella sua prefazione: “queste poesie si incidono nel lettore come «spigoli vivi»: richiamano a un contatto con la parte della realtà che tendiamo a dimenticare, a scansare, da cui siamo solitamente difesi. Lo spazio in cui siamo condotti è infatti quello più quotidiano e familiare, reso ostile da un dolore che appartiene alla natura stessa delle cose. Lo sguardo di Daria De Pellegrini è educato a riconoscerlo nelle vicende di ogni giorno, negli interni domestici, come nel paesaggio devastato, stagnante, in cui rispecchia la propria vita".

Daria De Pellegrini è nata a Falcade (BL). È autrice di racconti e di romanzi, tra cui La locanda dei folli (1994), "Fiorenza" (2002), "Marion" (2011). Ha scritto poesie nel dialetto ladino-veneto del suo paese natale. “Spigoli vivi” è la sua prima raccolta poetica in lingua.

ISBN 9788894208450

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook14

L'elaborazione del tutto

20/03/2017 — Luca Bresciani

  € 10,00   

 

Luca Bresciani è una delle principali voci emergenti nel vasto panorama della poesia contemporanea. “L’elaborazione del tutto” ne è un’ulteriore prova. Come descrive Davide Rondoni nella sua prefazione: "C'è una forza nella diseguaglianza di questi testi. Bresciani cerca l'impossibile, ricapitolare, elaborare, con un gioco di orecchiamento con un livello psicanalitico del discorso. Una rielaborazione del tutto. La poesia è in questo gesto?Il testo non cerca effetti speciali, la forza sta in una sorta di compattezza interiore, quasi di tensione morale. Non a caso l'introduzione del libro adombra a un tema che oggi inquieta le coscienze di tutti e in più punti il richiamo a parole come "onestà" o certi autori citati vogliono dare a questo libro una fisionomia di viaggio morale. Il che potrebbe esporre il Bresciani a non pochi rischi - specie in questa epoca che tende a premiare la "moralità" nell'arte, spesso confusa con i moralismi adatti al potere di un pensiero dominante, quel genere di cose che faceva giustamente infuriare il sarcastico genio di Baudelaire. Ma la poesia offre a questo rischio un riparo, o almeno un vaccino".

Luca Bresciani è nato a Pietrasanta (LU) nel 1978. È presidente dell’associazione culturale "Vita alla Vita" e fondatore del concorso di poesia under30 “Vita alla Vita”. Nel corso degli anni ha pubblicato le seguenti raccolte in versi: "Graffi di luce" (2007), "La mia notte" (2007), "Lucertola" (2009), "6256 Canova" (2011), "Colibrì, la vita alla vita" (2013), "Modigliani" (2015). Nel 2016 la silloge inedita "L’elaborazione del tutto" è risultata finalista del "Premio di Poesia Casa Museo Alda Merini". Le sue poesie sono ospitate sui siti letterari "Pioggia Obliqua", "Altritaliani.net", "Word Social Forum", "Farapoesia" e "Interno Poesia".

ISBN 9788894208443

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Le parole accanto

27/02/2017 — Michela Zanarella

  € 10,00   

 

“Le parole accanto” di Michela Zanarella rappresentano l’apice di un percorso che non è soltanto poetico, e dunque di ricerca stilistica, ma racchiude l’impronta di un’esistenza che si fa matura e sa accogliere e raccontare la gioia e i dolori del proprio percorso di vita. Nella sua saggia prefazione, Dante Maffia avverte come in Zanarella "l’esperienza personale, anche all’interno degli affetti più intimi, ha lasciato tracce indelebili che tornano a dettare ombre, eppure non troviamo il minimo di recriminazione, non troviamo anatemi. La poetessa ha assorbito tristezze e dolori e ne ha fatto parole di poesia con una semplicità che, come vado sostenendo da decenni, è il solo mezzo per riuscire ad ottenere della vera poesia, quella che rinnova la sostanza della realtà e perfino della verità".

Michela Zanarella è nata a Cittadella (PD) nel 1980. Dal 2007 vive e lavora a Roma. Ha pubblicato le seguenti raccolte di poesia: "Credo" (2006), "Risvegli" (2008), "Vita, infinito, paradisi" (2009), "Sensualità" (2011), "Meditazioni al femminile" (2012), "L’estetica dell’oltre" (2013), "Le identità del cielo" (2013). In Romania è uscita in edizione bilingue la raccolta "Imensele coincidente" (2015). È inclusa nell’antologia "Diramazioni urbane" (2016), a cura di Anna Maria Curci. Autrice di libri di narrativa e testi per il teatro, è redattrice di "Periodico italiano" e "Laici.it". Le sue poesie sono state tradotte in inglese, francese, arabo, spagnolo, rumeno, serbo, greco, portoghese, hindi e giapponese. Ha ottenuto il "Creativity Prize" al "Premio Internazionale Naji Naaman’s 2016". È ambasciatrice per la cultura e rappresenta l’Italia in Libano per la "Fondazione Naji Naaman". È alla direzione di "Writers Capital International Foundation". Socio corrispondente dell’Accademia Cosentina, fondata nel 1511 da Aulo Giano Parrasio.

ISBN 9788894208436

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Calma apparente

13/02/2017 — Anna Salvini

  € 10,00   

 

L’opera prima di Anna Salvini è una buona notizia per la poesia contemporanea; segna l’ingresso di una voce matura e tagliente, riconoscibile, nel “polifonico” universo poetico di oggi. Come scrive Gianni Montieri nella prefazione “per scrivere poesia, ma per scrivere in generale, bisogna saper andare dentro le cose, sotto le cose, saper guardare il tappeto, il retro del tappeto e quello che c’è sotto il tappeto. Quello che ci abbiamo nascosto noi e quello che altri hanno lasciato. L’azione che mi viene in mente è quella di scavare la terra a mani nude, per sporcarsele, naturalmente, ma anche per portare in superficie. Anna Salvini con Calma apparente fa innanzitutto questo: scava. Salvini, però, ed è per questo che scrive poesie, restituisce al lettore l’idea di aver scavato, mostra la profondità dell’aver toccato la terra ma non ha bisogno di indicare dove, come e perché lo abbia fatto. Salvini lascia spazio alle nostre sensazioni: leggiamo lei e troviamo qualcosa di quello che è capitato a noi. Calma apparente è il primo libro di Anna Salvini ma faccio fatica a considerarla un’opera prima, queste poesie vengono da molto lontano”.

Anna Salvini è nata a Vigevano (PV) nel 1965. Suoi testi sono stati pubblicati su: Poetarum Silva, Versante Ripido, Cartesensibili, Rebstein, Perìgeion, Margutte e Interno Poesia. “Calma apparente” è la sua opera prima.

ISBN 9788894208429

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

I labili confini

16/12/2016 — Stefano Bortolussi

  € 10,00   

 

“I labili confini” di Stefano Bortolussi, con nota prefatoria di Roberto Mussapi, riprendono la tensione epica e narrativa del libro che l’ha preceduta (“Califia”, Jaca Book 2014), riproponendone una delle figure principali nel poema “La scelta del plantigrado”, che occupa tutta la prima parte dell’opera. Tracciando un ponte inusitato tra i miti moderni del noir e del cinema americano e quelli della classicità il poema mostra un mondo di pericoli, slittamenti e metamorfosi sempre in agguato dietro schermi, tornanti e facciate hollywoodiane. La seconda parte, intitolata “Di altri spiriti guida”, partecipa del medesimo senso di meraviglia, ispirato da un universo naturale quasi panteistico, osservato ed esplorato nelle sue sorprese e nelle sue irruzioni ierofaniche.

Stefano Bortolussi è nato a Milano nel 1959. Fra le sue precedenti raccolte di poesia: "Ipotesi di caldo" (Book Editore, 2001), "Califia" (Jaca Book, 2014). Ha pubblicato i romanzi: "Fuor d'acqua", (peQuod, 2004), "Fuoritempo" (peQuod, 2007) e "Verso dove si va per questa strada" (Fanucci, 2013). Traduttore di poeti e narratori anglo-americani. È incluso nel terzo "Almanacco dei poeti e della poesia contemporanea", a cura di G. Lauretano, F. Napoli e W. Raffaelli (Raffaelli, 2015). Sue poesie sono state ospitate da Atelier, Poesia (di Luigia Sorrentino), Pioggia Obliqua e Interno Poesia. "L’Autore a pezzi" (autoreapezzi.wordpress.com) è il suo blog.

ISBN 9788894208412

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook7

Le cose possibili

07/11/2016 — Martina Germani Riccardi

  € 10,00   

 

L’opera prima di Germani Riccardi è la mappa di una geografia interiore, un viaggio tra le "cose possibili”, vissute e offerte ai lettori con sguardo poetico. Come riporta Valerio Grutt nella prefazione, l’autrice "canta la sorpresa dell’essere, del sentire, dello stare insieme alle cose del mondo. La sua è una scrittura che genera, dove tra sbalzi e tuffi in profondità, ogni cosa diviene specchio dell’interno con l’esterno, del niente con il tutto, dell’universo con se stessa. Con grazia e leggerezza Martina ci porta alla continua ricerca della matrice, dell’attimo che tiene dentro tutto il tempo. E lo fa senza orpelli concettuali o filosofici, come un piccolo oracolo pop rock, con una voce contemporanea e fresca, che chiama la vita e mette a fuoco ogni dettaglio del giorno. In questo canzoniere del bene c’è una sincerità senza veli, una semplicità mai macchiata dalla retorica, ogni trovata non è mai fine a se stessa, in ogni piccolo gioco batte il gioco grande della vita con le sue passioni e i suoi dolori, con le mancanze e le conquiste…”.

Martina Germani Riccardi (1988) è antropologa laureata all’Università Sapienza di Roma. Le sue poesie sono state ospitate da Interno Poesia e dal blog Oggiabbiamocapitoche. È inclusa nell’antologia del Premio Sirmione Lugana 2015. Cura la direzione artistica del Live Artena - Festival delle arti. "Le cose possibili" è la sua opera prima.

ISBN 9788894208405

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook7