Abao Aqu edizioni è una piccola casa editrice che si aggira tra l'Appennino reggiano e il Delta del Po Veneto e Emiliano. L'originalità e la qualità delle sue collane sono la sua scommessa. Insomma, come quei pierrot sulla scena, vorrebbe rappresentare la vita, col sorriso malinconico di chi crede che l'arte sia poesia, nasca da un progetto, abbia indifferentemente una forma e una valenza civile, voli oltre il tempo e guardi verso il cielo. Voce sola, unica, irripetibile, tra cori di cicale.

 

 PDF    LISTINO    XLS 

CATALOGO  PDF 

La promessa di Bala

01/12/2016 — Giuseppe De Santis

  € 15,00   

 

Bala è un poeta guerriero che combatte la sua guerra reale ed esistenziale nella fortezza di Kruja, assediata da Maometto II alla conquista dell'Albania e dei Balcani. È una guerra che in varie fasi dura più di trent'anni e, in gioco, è il destino dell'Occidente. Le vicende narrate riguardano gli anni che vanno dal 1466 alla morte di Giorgio Castriota Scanderbeg, il 17 gennaio 1468. Segue l'esilio degli scampati arbëreshe nel loro viaggio verso l'Italia. È un romanzo di ampio respiro, in cui a narrare e giudicare gli eventi è Bala in prima persona, ormai vecchio; ed è strutturato in cinque parti: La Fortezza; Il poeta de' Dara; La fine del tempo grande; E fu l'esilio; Al confine del nulla. Vuole essere una riflessione sulla guerra, sulla vita, sui contrasti fra popoli e religioni, sull'importanza delle culture migranti, sull'amore e sulla poesia. Ed è anche una storia d'amore che si conclude per non finire, lasciando una scia di sé, un alone come di una cometa che vaga per l'universo e semina la vita. È un romanzo per esigenti lettori e presenta diversi livelli di lettura, ma nello stesso tempo vuol essere anche popolare, un'epopea fra leggenda e storia, in un tempo immaginario, per raccontare i giorni nostri.

ISBN 9788899044107

Ritorno in Montenegro

01/11/2016 — Vittorio Ferorelli

  € 12,00   

 

Il 2 maggio 1943 sulle montagne del Montenegro perde la vita, con molti altri soldati, un giovane ufficiale dell'esercito italiano, già sopravvissuto alla guerra in Grecia. Un episodio dimenticato, perso tra le pieghe di una storia più grande, l'occupazione militare dei Balcani, a sua volta rimossa. Settant'anni dopo, un uomo, guardando la medaglia d'argento assegnata a quell'ufficiale, che era il padre di suo padre, si accorge di non avere mai saputo chi fosse, e decide di ricostruire la sua vicenda. Guardando le foto di famiglia e ricercando tra la carte d'archivio, nasce l'idea di fare un viaggio solitario per vedere i luoghi di quegli avvenimenti e scoprire se conservino ancora qualche traccia di memoria.

ISBN 9788899044176

Pensieri (in) contro (al) tempo

01/01/2016 — Valentina Sassi

  € 10,00   

 

Una breve raccolta di poesie che descrive un percorso di vita, partendo dall'esperienza del dolore e del senso di vuoto, dall'incapacità di "farsi ascoltare", per arrivare alla graduale ri-scoperta di sé e del proprio valore, anche attraverso uno sguardo attento alle piccole meraviglie che la natura, il mondo stesso e gli affetti sanno offrire.?Si può considerare un piccolo inno alla speranza, al non arrendersi davanti alla sofferenza, al sapersi rialzare con gioia ogni mattina, come il girasole.?Questo cammino, dal buio dell'indecifrabile alla luce delle piccole-grandi verità, evidenziato nella suddivisione dell'opera in due parti, ha il tempo come filo conduttore: il tempo imposto, impalpabile, prevedibile, che la società "liquida" e consuma nella sua fuga verso il vuoto; e il tempo cercato, bizzarro, imprevedibile che si vive ed è vissuto senza paura, con somma meraviglia e una buona dose di incoscienza nella sua immensa semplicità. Insomma è la voce del tempo nella sua corsa verso il nulla con la vita che non è mai "ciò che pensi, che sogni, che chiedi". "Sii, sii e ancora sii... / come un fiore rosso che si apre al mondo". Impreziosiscono il volume, nove opere a colori dell'artista italo-greca Rebecca Markaris, cartografie dell'invisibile eternamente sospese tra figura e astrazione, quasi un controcanto al discorso filosofico e poetico dell'autore.

ISBN 9788899044169

E le montagne s'inchinarono ad ascoltare

01/01/2016 — Giovanni Teneggi

  € 10,00   

 

La storia di un paese che rinasce a partire dalle storie dei suoi abitanti, quelli di ieri, di oggi e quelli di domani. Situazioni e personaggi che sono persone autentiche, filtrate dallo specchio della memoria e dell'immaginazione, fatti di vita quotidiana che diventano sogni possibili, condivisione di un cammino, costruzione di un progetto di sviluppo di comunità: perché come scriveva Pavese "un paese ci vuole". Si tratta di un esordio nella narrativa di una figura molto nota in montagna e non solo, per il suo lavoro nel mondo cooperativo e per lo sviluppo delle comunità: Giovanni Teneggi ha scritto questo racconto con testa mani e soprattutto cuore.

ISBN 9788899044114

Un velo grigiomorte

01/01/2016 — Loriano Macchiavelli

  € 10,00   

 

Il monologo, scritto nel 2003 per essere rappresentato, racconta una delle tante, tristi vicende, legate alla guerra civile che seguì l'occupazione nazi-fascista di Bologna, durante la seconda guerra mondiale, con l'intento di ricordare fatti che si vogliono dimenticare per il solo gusto di cambiare la storia in funzione politica. E non considerando che le morti non hanno età né padroni, ma camminano con gli occhi vivi della memoria.

ISBN 9788899044121

Gli alieni non hanno le antenne

01/01/2015 — Silvano Scaruffi

  € 12,00   

 

Dieci racconti per celebrare in modo ironico vent'anni di scrittura. Dieci storie e una sola ossessione. Un mondo primitivo e arcaico: un paese d'Appennino appeso ai monti, al vento e alle gole scoscese del fiume Ozola. I suoi abitanti con i loro soprannomi, con le loro bestemmie e le loro visioni. Questi sono i luoghi e lo scenario dove accadono eventi strani e miracolosi, tra horror e fantascienza, coi dischi volanti che si abbattono sulla terra e gli alieni che vengono sconfitti da una banda improvvisata di boscaioli. Uno stile personalissimo e asciutto, con le sonorità della parlata dialettale che s'intrecciano ai ritmi e ai toni della scrittura di genere, in un filo conduttore che tiene insieme un quotidiano fatto di abbandono e lavori precari o improbabili, chiacchiere da osteria e scorribande nell'onirico. In mezzo a questo guazzabuglio ci sono continui indizi di un'apocalissi imminente, ma anche l'idea di un futuro lontano e impossibile, che ha il volto di un nuovo medioevo barbarico, i cui segni si mostrano già nella vitalità inattesa e grottesca del presente.

ISBN 9788899044060

De rerum

01/01/2015 — Giuseppe Vecchi

  € 12,00   

 

Sette anni di lavoro. Un libro di poesia che si confronta con il modello altissimo del poema di Lucrezio, ma anche con le illuminazioni di Emily Dickinson. Un viaggio nella poesia delle leggi della fisica, degli assoluti dello spazio e del tempo, nella materia dell'universo. Poesia per frammenti che richiama l'antico e la classicità nei temi affrontati, e sul piano del linguaggio si colloca invece negli stilemi del Novecento. A fianco di questo discorso continuamente interrotto, a tratti ai confini dell'indicibile, ci sono alcune prose poetiche che sono finestre sulla vita quotidiana: le lucciole, l'orto, la potatura, ma anche il canto e le parole, la solitudine. Riflessioni quasi sottovoce, sprazzi di vita autentica nel correre silenzioso e troppo spesso scontato dei giorni, filo paziente e sottile che cerca di ricostruire un cosmo dal caos, di intercettare un senso, un orizzonte nel profilo delle nuvole, nel gioco crudele del caso. Impreziosiscono il volume, nove opere a colori dell'artista italo-greca Rebecca Markaris, cartografie dell'invisibile eternamente sospese tra figura e astrazione, quasi un controcanto al discorso filosofico e poetico dell'autore.

ISBN 9788899044091

Il piantatore di melograni

01/01/2014 — Giuseppe De Santis, Mauro Moretti

  € 10,00   

 

È un raccontino, un bijou eccentrico che si legge d'un fiato, una favola moderna senza lieto fine, in cui si confondono realtà e fantasia. L'atmosfera è quella senza tempo, con la scrittura come il bulino di un incisore, che segna la carta col nero, la luce nel buio. È una storia fatta di niente che ha sottili equilibri, umile e sincera, e risuona come un certo vento, che un minuto prima non c'era e poi lo si sente sulla faccia, a risvegliarti dal torpore, dal grigio dei giorni. È una storia triste che nasce dalla terra e attraversa il mare, soprattutto quello delle nostre tempeste interiori ma non solo, e ci avvolge nel cupo dramma dei migranti in cerca di un'occasione. Le illustrazioni di Moretti sono ancora una volta storia dentro la storia, un tocco di poesia, che portano insieme a casa e altrove, nel luogo non luogo specchio della nostra anima.

ISBN 9788899044008

Nell'ombra della casa senza luce elettrica

01/01/2014 — Fabio Gaccioli

  € 7,00   

 

Un padre e un figlio durante una tempesta di neve, tra il fuoco del camino, una bottiglia di whisky, e la luce elettrica che va e viene. Il passato che ritorna sotto forma di ferite, non detti o non vissuti. Una mattina di pioggia e un dialogo di amanti tra le lenzuola, fatto di vuoti e pause, fino allo squillare di campanello. Infine la telefonata di una sconosciuta in cerca di un idraulico, qualcuno che risponde e anche se non sa quasi nulla d'idraulica, decide ugualmente di andare. Due solitudini che s'incontrano per un attimo, si svelano quasi, prima che qualcosa o qualcuno arrivi a rompere questo instabile equilibrio. Tre racconti nudi e crudi, uno sguardo disincantato sull'empirica durezza dell'esistenza, storie di vita vissuta che nel ritmo e nelle atmosfere rarefatte, ricordano la grande tradizione del racconto americano del Novecento, da Hemingway a McCarthy.

ISBN 9788890836169

Della cenere e del vento

01/01/2014 — Cesare Bedognè

  € 29,00   

 

Le opere di Cesare Bedognè sono state esposte in svariate gallerie d'arte e musei di fotografia sia in Italia che all'estero. Nel primo capitolo di questo libro fotografico dedicato agli anni che l'autore ha trascorso in Olanda, la stessa vicenda autobiografica viene narrata per immagini, molte delle quali stampate per la prima volta specificamente per questo volume. Il secondo capitolo, Broken Images, è invece riservato al Sanatorio dismesso di Prasomaso, nelle Alpi italiane, e condensa in una trentina di fotografie la serie che ha finora ottenuto i maggiori riscontri a livello internazionale. L'ultimo capitolo, Leaving, contiene numerose immagini inedite e si concentra piuttosto su quelli che l'autore suole definire "gli orizzonti del viaggio": la solitudine, la leggerezza e la nostalgia, l'ansia e l'ebbrezza del viandante. Il titolo va dunque inteso nel duplice senso di partenza ed abbandono arrivando anche ad alludere, in talune immagini, a quella partenza definitiva che è la morte.

ISBN 9788890836190

L'uomo principale è una donna

01/01/2014 — Simona Sentieri, Emanuele Ferrari

  € 7,00   

 

Un libro fatto di cocci e frammenti, come simboli che segnano un incontro: qualcuno che viene e lascia un segno, prima di partire di nuovo. Da una parte c'è la terra. La Madre Terra. Evocata e invocata in 8 poesie che cantano i luoghi di un ritorno a casa. Dall'altra c'è una finestra che si affaccia su un cortile, Spazio circoscritto dentro un cielo notturno, tappeto della notte che si snoda lungo un sentiero di montagna: 8 racconti domestici che narrano l'irrompere del ricordo e dello stupore, nel quotidiano correre dei giorni, ascoltando l'eco di grandi autori della letteratura, Neruda, Saramago, Borges.

ISBN 9788890836145

In t'la nudda

01/01/2014 — G. Boiardi

  € 38,00   

 

"Dall'inizio dei tempi la gente si pietrifica, un po' ovunque. Non sempre l'irrigidimento implica una variazione di formato. Nella "Genesi" la moglie di Lot diventa una statua di sale per essersi girata indietro e aver spalancato gli occhi sulla pioggia di zolfo e di fuoco che distruggeva Sodoma e Gomorra. Molti antichi greci sono stati trasformati in rocce per aver osato fissare gli occhi affocati di Medusa, aver visto Artemide fare il bagno o spiato Dioniso durante un incontro amoroso, o per essersi vantati imprudentemente dei propri figli. In altri casi i pietrificati diventano montagne, come i troll norvegesi che si lasciano sorprendere dai raggi del sole, o le cime del Latemar, ex bambole sottratte in questo modo ai capricci di una bambina, o il re straniero cattivo e guerrafondaio rinchiuso nelle rocce della val di Fanes. In Sardegna la gigantessa Luxia, ricchissima ma molto avara, rifiuta l'elemosina a un povero frate e Dio muta in pietra lei e i suoi averi. Bisogna dire a tutti questi esseri pietrificati che non sono soli. Che ci sono uomini e donne sulle montagne. Alcuni induriti dal rancore e dalla solitudine, altri assopiti in un sonno amaro che non dà riposo, altri trasportati dalla follia di un'idea o di una passione. Nelle notti d'inverno, nelle sere d'estate, il gigante disteso in t'la nudda, le belle dormienti, i troll, le streghe e i maghi, i re cattivi e persino le bambole fanno un sogno. Sognano, perché non sono morti ancora o forse è proprio dalla morte che arrivano le loro visioni."

ISBN 9788899044015

Binario 95

01/01/2014 — Daniele Poto

  € 10,00   

 

Se la vita è un viaggio, il treno ne rappresenta la degna metafora. L'alta velocità per chi può, le carrozze sporche dei pendolari per chi è costretto ad arrabattarsi. E se del viaggio si conosce l'approdo, non sempre le tappe e i confini sono noti: l'insolito, l'ingiusto, il tragico. Anche questo libro è un viaggio per tutti i luoghi e le possibilità, se ci si fa prendere per mano dall'autore che miscela, negli scritti degli ultimi dieci anni, uno stimolante cocktail di proposte, racconti, invettive, favole, consigli per l'uso dell'esistenza, ispirato da un senso etico che vorrebbe non rispettare sempre il "politicamente corretto" e per amore della verità. La verità appunto come approdo, per riannodare il senso della condivisione, che porta all'amicizia e all'ospitalità, per ricucire i fili dell'esistenza che riscoprono l'umanità, per incontrare l'altro in cerca di se stessi in opposizione alla banalità quotidiana. Insomma il viaggio come patrimonio per poter scegliere e non subire l'invasione dei tempi.

ISBN 9788899044022

Quando tutto era ancora possibile

01/01/2013 — Emanuele Ferrari, James Bragazzi

  € 5,00   

 

Casina è un piccolo paese ai piedi dell'Appennino reggiano. Un paese come tutti gli altri: la piazza del municipio, i giardini, le panchine, qualche bar, il mercato. La gente soprattutto. In questo piccolo libro, nato da una serie d'immagini rubate, di una leggerezza profonda, un po' Henri Cartier-Bresson un po' Robert Doisneau, sospeso tra memoria e nostalgia, si raccontano soprattutto le persone, gli incontri e alcune storie di famiglia, come quella di un certo zio Ugo, fascista con la passione dei trenini elettrici, delle penne a sfera e dei berretti: un'infinità di lavori precari per finire, in una domenica d'elezioni, a bere l'ultimo caffè della sua vita alla casa di riposo, forse pensando di poterle vincere, le elezioni. E poi le scommesse tra amici, le partite di briscola e scopone, le gare delle auto sportive, Gianni Rivera che non viene per una partita di pallone, ma per un comizio elettorale, le corse in bicicletta e la musica dei Beatles, di Bob Dylan, dei Rolling Stones. 20 fotografie in rigoroso bianco e nero, dalla fine degli anni Settanta agli inizi del 2000, a tessere un filo unico con 11 micro romanzi che hanno il respiro della vita che fugge, della vita che ritorna, della vita che resta, in un paese forse come nessun altro, tra le pieghe delle cose, delle case, delle strade.

ISBN 9788890308239

Come un vento dimentico

01/01/2013 — Simone Martinello

  € 12,00   

 

Il canto può prendere la voce di mille suoni, sia quella della pioggia che cade o il fruscio di un petalo mosso dal vento o quella instancabile del tempo e della poesia. Il canto sta all'uomo come l'armonia al mondo. Senza non vi sarebbe che il vuoto, la soglia in cui s'inceppa ogni illusione, muore ogni speranza e sopravanza il caos. La poesia invece è ordine e conoscenza. È il canto dell'uomo solo per viversi in armonia. È la voce del tempo. Quella di Simone Martinello, in particolare, riflette il senso del vivere. È ricerca in cerca dell'uomo e forse di Dio. È il mistero che si condensa in una vertigine per approdare all'ignoto. È il viaggio verso l'approdo, in cui ogni attimo è un sospiro, una carezza, una vita vissuta o mancata. Insomma è amore. Amore che si somma a amore. Per i suoi cari, per Cheikh Sarr che ha scambiato la sua per un'altra vita, per gli umili della terra, per il curvare dei canneti in cerca dell'immenso, per il guizzo di un rondone nel cielo screziato d'azzurro. È amore per la vita, che riaffiora nel dolore come nella solitudine, ma che si condensa in un soffio qual è il respiro del canto nella sua lotta contro il tempo, per l'eternità.

ISBN 9788890836107

Gli infiniti possibili

01/01/2013 — Fabio Rodda

  € 12,00   

 

Tre personaggi, tre non storie, che si raccontano come sequenze fotografiche: frammenti di esistenze, giorni subiti, disperazione. Il romanzo è ambientato a Bologna, in una città che sta cambiando pelle e forse anche valori. Anche se resta sempre la stessa: stanca, grassa, ignorante, città provinciale che promette tanto e trita tutto. I protagonisti hanno tutti più, o poco meno, di trent'anni. Angelo ne ha circa trenta, single, ricercatore universitario. Si sveglia e teme di aver perduto la ragione: non va a lavorare, passa la giornata a pensare al mondo, alla sua gioventù appena vissuta eppure lontanissima, alla sua vita che sembra ormai sfuggirgli di mano. Marina ha ventinove anni, è bella e sola. Lavora nello studio di Angelo ed è testimone della sua scomparsa. Con lui ha avuto un flirt mesi prima. Ma non riesce a legarsi a nessuna storia d'amore e non sa cosa sia la felicità, a causa di un segreto che si rivelerà a poco a poco e la rende debole, schiava di frivolezze e banalità. Simone è un pittore. Ha un corpo grande e muscoloso ed un look eccentrico oltre che da una parlata spesso più formale del necessario. Nel proprio approccio teorico all'arte vive il bisogno interiore di togliersi di dosso qualcosa, di scavare per ripulirsi, per cercarsi e riconoscersi finalmente uomo. Tre vite parallele che nelle infinite probabilità di raccontarsi, finiscono per incontrarsi in un gioco bizzarro dall'esito imprevedibile come è la vita e le sue possibilità.

ISBN 9788890836114

Vita vissuta da me medesimo

01/01/2013 — Daniele Poto

  € 12,00   

 

"Me medesimo" conduce una vita senza arte né parte, segnata dalla conflittuale risoluzione del rapporto prima con la Telecom, poi del legame con una donna aggressiva e litigiosa, quando l'inaspettata proposta di un compagno di scuola gli spalanca le porte ad un incarico di assistente parlamentare. All'ombra di Grillo è un'occasione per capire l'Italia di oggi, coi limiti e il grigiore della politica tradizionale, e l'inanità della nuova. Un monologo inquietante sul rapporto di coppia. Un caracollare logorroico sui propri fallimenti. Un work in progress alla continua ricerca della propria identità, tra crisi di valori e decadenza esistenziale. Un viaggio non privo di sorprese, individuali e collettive. Ne verrà un'analisi spietata del privato e del pubblico, una sequenza continua di attese, un gusto all'insegna del vuoto.

ISBN 9788890836121

Un problema di creature mannare a Ligonchio

01/01/2013 — Silvano Scaruffi, Mauro Moretti

  € 12,00   

 

"Questo è un romanzo. Anzi no. Sono tre romanzi. Anzi no. Più che altro si tratta di un arcipelago di storie, voci, volti. L'immaginario che attraversa il tempo e si raccoglie tutto in un posto dai confini ben precisi, quelli di una valle chiusa tra le montagne, un paese di nome Ligonchio, come un grumo di memoria, un po' scritta un po' no. All'inizio ci sono tre vecchi montanari con dei nomi improbabili che però sono tutto un programma: Legione, Gatlone e Varini, perso nei suoi pensieri alcolici, bloccato su una sedia a rotelle trasformata in mezzo d'assalto. Ci sono i segni e c'è la neve e tra una cosa e l'altra ci sono quelli che si salvano dalla bufera e invece altri che ci muoiono, sepolti dentro. Poi c'è un ragazzo in cerca del padre. Uno che ascolta le chiacchiere degli amici al bar, quelli che progettano le orge sui fogli a quadretti e quelli che sono stati mollati dalla morosa per andare ad allevare pecore in Nuova Zelanda. Ogni tanto il ragazzo parla, ma più spesso guarda, anche se non sa bene cosa e dove. Alla fine non c'è nemmeno più quel ragazzo, ma ci sono ancora altri tre montanari che si raccontano delle storie, mentre abbrustoliscono castagne e bevono grappa in un metato. Storie un po' vere un po' no".

ISBN 9788890836138

Oltre l'azzurro

01/01/2012 — Cesare Bedognè

  € 12,00   

 

Vi sono cose che si dicono e cose che si vivono. Oltre l'azzurro è un viaggio nella memoria a raccogliere rimasugli di tempo vissuto, all'insegna della tragedia. Ciò che resta del niente. Per questo ha più senso, tutto diventa prezioso: i profumi, i colori, i luoghi, le sfumature di grigio, i ricordi possibili, l'infinito dolore. La vita è un insieme di frammenti fra pagine vuote tenute da un filo, appeso come foglia sul piglio del ramo. Perfino banale come conclusione. Piuttosto scontata come fine. Va là dove porta il vento o in una camera della morte dove non si vuole mai entrare in fondo a un corridoio. Chissà perché queste camere, in qualsiasi luogo, si somiglino tutte. Hanno tutte lo stesso odore dei fiori decomposti e non intaccano nulla: la vita che scorre con la levità di un respiro nella sua indifferenza. Resta la coscienza del dolore. A frugare tra vecchie carte, a ricomporre d'un colmo il vuoto: il senso di aver vissuto tra camere d'albergo e periferie senza nome. Monique l'amore, la morte, il dolore. Se la poesia riscrive il senso di aver vissuto, ebbene in queste pagine si coglie il suo respiro più profondo, la forma più alta di sentire che consegna al tempo.

ISBN 9788890308253

Luoghi comuni
Geografie poetiche da qui al mare

01/01/2012 — Pierluigi Tedeschi, Riccardo Varini

  € 12,00   

 

"Luoghi comuni" è un viaggio che parte dalle colline dell'Appennino reggiano e va lungo le strade, verso la pianura, la via Emilia, dentro prati che sanno di nebbia e case e alberi e forse anche gli argini del Po che si vedono a stento e appaiono come spiriti o fantasmi della notte. Un viaggio che parte da qui e arriva al mare: i lidi adriatici e le loro spiagge, deserte o affollate, attraversate da solitari o contemplate da una soglia dove lo sguardo si crea il proprio altrove: fuori e dentro le stagioni. Un racconto per immagini, come altrettante cartoline di un tempo sospeso, dove un pallone calciato da un bambino su un prato può restare in aria per anni. Cartoline che non dicono solo come eravamo ma che, nell'attesa e nella lentezza del loro mostrarsi, contengono una certa idea di quello che siamo diventati o che potremo diventare. Ripensandoci. Poi, come un binario parallelo, le parole corrono di fianco alle immagini, a scoprire che dietro la curva si sente già il mare, a tessere piccole storie fatte d'incanti improvvisi, apparizioni e nostalgie, scorci di futuro e aperture su un mondo e un modo ancora possibile di abitare e camminare insieme. Dentro e fuori dal tempo."

ISBN 9788890308277

Scavare il tempo

01/01/2012 — Andrea Ganapini, Yuri Torri

  € 12,00   

 

"All'inizio c'è lo spazio dei luoghi: l'Appennino reggiano e i suoi monti e valichi, spesso avvolti dalla fuga delle nuvole. I laghi che sembrano rocce e le rocce che scivolano sopra l'acqua, dentro i sentieri nel bosco, dove appaiono case all'improvviso. Case che non sono più case e quando lo erano hanno accolto le ombre della Storia, nei volti anonimi che ancora oggi ne solcano i muri, come fantasmi. L'occhio si spinge lungo i versanti del crinale e scende fino a valle, tra gli alberi più docili delle colline e fin quasi all'argine del fiume Po, in qualche antico casolare della Bassa pianura, con le finestre sempre chiuse. Poi c'è il tempo delle storie: come la storia di tre piante di noce che scavano nella memoria di un bambino che le guarda e ne scolpisce il destino in un gesto silenzioso. Come quella di chi sogna l'amore eterno e invece si trova a bere il latte in un giorno di nebbia, mentre vicino stanno arrivando i tedeschi. Quelle ancora di un pescatore muto che gioca con il filo e fa suonare le pietre, di un lento bicchiere di barbera che solleva i ricordi, di un tema scritto per il primo amore quando si aveva 18 anni e si poteva parlare del vuoto e avere la sensazione che tutto, anche il bianco, potesse avere un senso. "Scavare il tempo" è questa doppia esplorazione tra le pieghe delle cose, piccole e grandi, leggere e pesanti. Cose che non sono cose direbbe qualcuno. Cose che, come fantasmi, segnano la vita di ciascuno."

ISBN 9788890308284

Diario di una primavera incompiuta

01/01/2012 — Enrico Campofreda

  € 12,00   

 

Se le vicende che si susseguono nell'odierno Egitto fossero la trama di un romanzo trarrebbero energie da ideali, risvolti drammatici, intrecci e intrighi che sembrano scaturire dalla mente arguta di un grande narratore. Invece a scrivere questa storia, una storia vera, a vestire i panni dell'autore del proprio destino è un popolo antico e fiero che ora lotta per riconquistare libertà e dignità. Lo sta facendo dal 25 gennaio 2011 sull'onda del risveglio di altre genti nordafricane stanche di subire i soprusi di moderni tiranni camuffati da padri della Patria. Nel popoloso Egitto la protesta pur martoriata dal sangue della repressione non si spegne. La popolazione si è riappropriata del voto, di organismi istituzionali ma vede tuttora incompiuta la cosiddetta rivoluzione che una parte del Paese non vuole. Dato per spacciato da poteri tuttora fortissimi, dallo strisciante opportunismo politico, da un certo fatalismo culturale, il desiderio di cambiamento continua a risbocciare. Prefazione di Emanuele Giordana.

ISBN 9788890308291

Il fiore di Brueghel

01/01/2011 — Giuseppe De Santis

  € 12,00   

 

ISBN 9788890308260

Hépou moi

01/01/2010 — Enrico Campofreda, Gogo Della Luna

  € 12,00   

 

Un romanzo epistolare condotto sul filo della memoria che si lega al passato e si svolge al presente. Una storia dalle identità violate nel labirinto di questioni insolute che tornano a galla e cozzano con la realtà, riproponendo temi veri, cruciali, attuali. E tutto via Web. Roma, Milano, Parigi, Lisbona. Con frequenza altalenante i protagonisti si scrivono, si confidano, si rimproverano, tacciono, urlano, piangono e si compiangono. A ogni invio s'affaccia il passato, migliaia di parole che si riassumono in una richiesta che cambierà percorsi di vita spingendoli oltre le coordinate del destino. Fino a quando la verità apparente si spoglia nuda lasciandoli di fronte ad un profondo dilemma al quale ne seguirà un altro più terribile: devastante e meraviglioso allo stesso tempo. Sia pure a due voci, questo romanzo è un libro corale d'impegno e solidarietà, ricco di pathos e passione civile che restituisce dignità a un tempo, gli anni Settanta, spesso trattati con disinvoltura o peggio superficialità. Riassume forse una discussione mai finita e ancora in attesa di nuovi approdi.

ISBN 9788890308246

Un posto dove guardare

01/01/2008 — Emanuele Ferrari

  € 11,00   

 

Nelle partiture di Ferrari non vi è mai giudizio o peggio la mimica moralistica degli urlatori di turno, la storia si racconta da sé e racconta di sé, anche quando non ci si può più gingillare nella memoria, e la tragedia è tutta sola orrore e disperazione. Certo è che il modo in cui è rappresentato l'orrore, evocando semplicemente alcuni particolari, il risvolto, supera in efficacia e poesia qualsiasi descrizione, forse e più dell'amore che pure si affaccia in un baluginio fra ombre.

ISBN 9788890308222

Il cacciatore di talpe

01/01/2007 — Giuseppe De Santis

  € 15,00   

 

Un giornale locale pubblica la notizia di un delitto. Per tutti è una bufala, determinata da una diceria di paese. La vittima è una donna in carriera di notevole bellezza, forse un po' cinica. Ma, per una coincidenza alquanto strana, la donna viene trovata morta per davvero, nell'incredulità generale. A indagare è il maresciallo dei carabinieri Pinuccio De Matteis, un tipo davvero speciale, forse un po' impacciato a gestire un caso divenuto ormai nazionale con tanto di stampa e televisione. Davanti a lui si aprono, e qualche volta si chiudono, più piste: il delitto casuale, quello affaristico, quello passionale. Aiutato da un professore scorbutico, ma di raffinata cultura, scoprirà al termine dell'indagine una verità molto scomoda che si dirama lungo la via intricata di un labirinto che ha il sapore della beffa. Il bene e il male non esistono se non per necessità, e l'orrore è antico quanto l'uomo.

ISBN 9788890308208

Senzavajolo

01/01/2007 — Pier Mattia Tommasino

  € 10,00   

 

La tradizione romanesca è fin troppo invadente nella più recente poesia che si rifà al dialetto di Roma. Non si può sfuggire a poeti come il grande Belli, o alla grazia ironica di Trilussa o alle vicine esperienze di Dell'Arco e Mauro Marè. Uno dei grandi meriti di Pier Mattia Tommasino è quello di aver tentato nuove strade, un tuffo nei nuovi linguaggi, con l'appropriazione di gerghi giovanili, nuove interiorità. E modi diversi di affrontare la realtà.

ISBN 9788890308215