D Editore è un progetto editoriale che nasce dall'intento di creare una classe di lettori aperti all'innovazione ed alla cultura della condivisione! I nostri libri sono su: www.deditore.com

 

 PDF    LISTINO    XLS 

CATALOGO  PDF 

Amnesia

22/11/2018 — Douglas Cooper

  € 14,90   

 

Un anonimo archivista sta per chiudere il suo ufficio. È felice: da lì a poche ore si sposerà. Ma prima che riesca a uscire, quest'uomo senza nome viene bloccato da un estraneo, Izzy Darlow, che inizia a raccontare una storia surreale e ipnotica, una storia dove la vicende della disgregazione della sua famiglia si intrecciano a quelle di Katie, giovane donna posseduta da manie e allucinazioni, e a quelle degli spazi in cui sono immersi i protagonisti, che in Amnesia rappresenta ben più di un palcoscenico dove si svolge l'azione.

Accolto come uno dei romanzi più potenti della sua generazione, Amnesia è un libro che spinge il lettore a interrogarsi sul significato e sull'importanza della memoria, sul ruolo che essa svolge nell'espiazione dei propri crimini e nella possibilità di mantenere i propri amori.

Amnesia ci pone davanti a una domanda: puoi amare qualcuno che non riesci a ricordare?

Canadese di nascita, romano d’adozione, Douglas Anthony Cooper ha esordito nel mondo della letteratura con Amnesia, bestseller internazionale, e finalista per il Canada First Novel Award e per il Commonwealth Prize. Per cinque anni ha scritto e fotografato storie di viaggio per il New York Magazine, vincendo la Lowell Thomas Gold Medal, il più importante premio sul tema in America. Ha pubblicato saggi e fotografie per Rolling Stone, The New York Times e Wired, vincendo il National Magazine Award in Canada. Ha collaborato con alcuni dei più noti architetti e artisti, come Peter Eisenman, con cui ha progettato un'installazione per la Triennale di Milano, e con Diller Scofidio Renfro, con cui ha progettato un lavoro sui new media esposto al Barbican, alla Biennale di Venezia e al Whitney Museum. Nel 2019 pubblicherà per D Editore il suo ultimo romanzo, Aphasia, su cui ha lavorato per oltre quindici anni.

ISBN 9788894830262

La nuvola purpurea
Ediz. integrale

18/10/2018 — Matthew Phipps Shiel

  € 14,90   

 

Se, di ritorno da un lungo viaggio, scoprissimo che ogni affetto, ogni amico, ogni uomo o donna che abbia mai camminato su questa terra fosse ridotto a una muta statua di carne?

Pubblicato per la prima volta nel 1901, precursore di due tra i generi letterari più fortunati della letteratura contemporanea – il postapocalittico e la climate fiction – La nuvola purpurea è la cronaca in prima persona dell'estinzione dell'umanità. Scrivendo con la foga del più potente tra i tornado, Matthew Phipps Shiel ci porta per mano nei recessi più oscuri dell'animo umano, raccontando la discesa agli inferi della follia di Adam Jeffson, l'ultimo uomo sulla terra, costretto a vivere ogni gradazione di delirio e allucinazione.

La nuvola purpurea è il romanzo che ha ispirato cinque generazioni di scrittori, da H.G. Wells a Richard Matheson, fino a Kim Stanley Robinson, e che ancora oggi riesce a stupire per la sua capacità di immergerci in un mondo i cui confini sembrano solo linee astratte.

Nato nell’arcipelago dei Caraibi, quando quel nome, Caraibi, era ancora sinonimo di avventure straordinarie e tesori nascosti, Matthew Phipps Shiel è stato uno dei più grandi innovatori della sua generazione.

Formato come medico, influenzato dalla prosa di Edgar Allan Poe e dalla poetica di Oscar Wilde, Shiel finirà per diventare uno tra gli scrittori più conosciuti del suo tempo nel mondo anglosassone.

Noto per la sua capacità di uscire dagli schemi, Shiel è oggi ricordato non solo per le sue opere, ma anche per essere stato l’iniziatore di alcuni dei generi letterari oggi più amati, tra i quali la climate fiction e il postapocalittico.

A soli quindici anni, è stato incoronato Re di Redonda, un’isola caraibica da sempre disabitata.

ISBN 9788894830309

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Illusioni
Ovvero, tredici modi di raccontare quadri

11/10/2018 — AA.VV.

  € 14,90   

 

Fin dalla sua nascita, la rappresentazione pittorica è stato uno strumento per raccontare storie, miti, pulsioni. Dalle battute di caccia impresse sulle pareti di una grotta umida sino alle complesse composizioni dipinte dal più elegante degli artisti, l’arte visiva ha sempre avuto un rapporto di complicità con la parola, da un lato negandola, ma dall’altro offrendosi sempre come pretesto per una narrazione inedita.
Illusioni. Tredici modi di raccontare quadri intende interrogarsi su quali siano i legami che si possono costruire tra parola e immagine, invitando cinque professionisti della scrittura (da Demetrio Paolin a Paolo Zardi, passando per Paola Mammini, Francesco D’Isa, Valerio Valentini e Igor Artibani) a unirsi a sette giovani voci della narrativa italiana, vincitori del concorso Ti racconto un quadro, indetto dal magazine Reader for Blind, da cui prende vita questo libro.

Che legame si può costruire tra parola e immagine?

Nato in periferia, cresciuto in provincia, Valerio Valentini (Roma, 1982) è uno dei più fedeli seguaci della laica religione del racconto. Da ormai quasi quindici anni, i suoi racconti sono sparsi in decine di raccolte e riviste. Nel 2016 fonda, assieme a Dario Antimi la fanzine Reader for Blind. Nel 2018 ha pubblicato, per D Editore, Parlare non è un rimedio.

ISBN 9788894830255

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook1

Della bellezza dei corpi umani
.. e specialmente delle donne

11/10/2018 — Riccardo Campa

  € 12,90   

 

Personaggi dello sport e dello spettacolo sono spesso idolatrati, da pubblico e critica, per le loro capacità atletiche e professionali o per il loro aspetto fisico. Si assiste a una continua esibizione di corpi perfetti sui media, per veicolare messaggi pubblicitari. Anche molte persone comuni – in un tentativo di emulazione – dedicano gran parte del tempo alla manutenzione, al rimodellamento e all’esibizione del proprio corpo. È una tendenza che viene talvolta descritta e criticata come una deriva edonistica della società postmoderna. Riccardo Campa mostra invece come gli stili di vita contemporanei siano meglio spiegabili come un recupero, in parte consapevole e in parte inconsapevole, di comportamenti e valori pagani. È noto che già nell’Antichità, soprattutto nella cultura greca, il culto del corpo ha assunto un ruolo preminente. Meno noti sono i meccanismi e gli eventi storici che hanno portato alla riemersione del valore estetico della corporeità umana nella società moderna e postmoderna. Della bellezza dei corpi umani ci parla dell’asse genealogico che ancora oggi ci lega al nostro passato precristiano.

ISBN 9788894830293

Ritorno a Harlem

22/05/2018 — Claude McKay

  € 14,90   

 

Pubblicato per la prima volta nel 1928, "Ritorno a Harlem" è il romanzo con cui Claude McKay fece conoscere al mondo intero i colori e le passioni di una cultura, quella afroamericana, che ha saputo mescolare avanguardia e sensualità, riscatto sociale e lussuria sfrenata. La Harlem di McKay non è semplicemente un quartiere, ma è un ostinato jazz che si distende sotto forma di romanzo, è amore carnale che parla con una prosa potente e rapida, è un odore forte e pungente emanato da ogni singola sillaba del libro che ha ispirato uomini come Martin Luther King.

Giamaicano di nascita, ma statunitense d'adozione, Claude McKay ha scritto alcune delle pagine più emblematiche del percorso di emancipazione afroamericana, essendo uno dei fondatori (nonché il principale autore) del movimento Harlem Renaissance. Vicino al movimento comunista (anche se dopo un viaggio in Unione Sovietica se ne allontanò), è una delle figure fondamentali della letteratura americana del '900. Ritorno a Harlem è il primo dei libri di McKay che verranno pubblicati per D Editore.

ISBN 9788894830088

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook3

Parlare non è un rimedio

05/05/2018 — Valerio Valentini

  € 14,90   

 

La routine è una gabbia che ci riempie di risentimento. Veniamo allevati con colte letture di avventure straordinarie, ma la realtà è un’altra: siamo costretti ad accontentarci di piccoli momenti di gioia, punti luminosi che interrompono una vita annegata dalla noia. I racconti con cui Valerio Valentini ha costruito l’edificio di “Parlare non è un rimedio” ci parlano di relazioni: un uomo si aggrappa ai ricordi del passato, una coppia parla seduta di fronte a un caffè, un amore finito si trasforma in solitudine e cinismo, una figlia torna alla casa paterna, una storia di una sola estate. E se non fosse poi così facile fare i conti con l’amore?

Nato in periferia, cresciuto in provincia, Valerio Valentini (Roma, 1982) è uno dei più fedeli seguaci della laica religione del racconto. Da ormai quasi quindici anni, i suoi racconti sono sparsi in decine di raccolte e riviste. Nel 2016 fonda la fanzine Reader for Blind. Parlare non è un rimedio è il suo terzo libro.

ISBN 9788894830217

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook3

Datacrazia
Politica, cultura algoritmica e conflitti al tempo dei big data

05/05/2018 — D. Gambetta

  € 15,90   

 

La diffusione sempre più pervasiva delle tecnologie digitali e l'aumento esponenziale delle capacità di calcolo stanno radicalmente trasformando la società, dalla politica alla ricerca scientifica, dai rapporti sociali alle forme di lavoro, in modo tutt'altro che trasparente. Pochissimi gruppi privati hanno la possibilità di determinare processi su scala globale, traendo enormi profitti dalle informazioni che ognuno di noi produce ogni giorno. Gli algoritmi, spesso descritti come strumenti neutrali e oggettivi, giudicano medici, ristoranti, insegnanti e studenti, concedono o negano prestiti, valutano lavoratori, influenzano gli elettori, monitorano la nostra salute.
Datacrazia indaga, con spirito multidisciplinare e critico, i rischi e le potenzialità delle nuove tecnologie, provando a immaginare un futuro all'altezza delle nostre aspettative.

Laureato in matematica, giornalista freelance, Daniele Gambetta ha collaborato negli ultimi anni con varie riviste e testate giornalistiche - tra cui il Manifesto, Motherboard, Fanpage, Pagina 99 - con articoli e approfondimenti di scienza e tecnologia. Datacrazia è la sua prima pubblicazione saggistica. Partecipa al gruppo di ricerca indipendente HackMedia.

ISBN 9788894830149

Still think robots can't do your job? Essays on automation and technological unemployment

30/01/2018 — Riccardo Campa

  € 15,90   

 

Is Artificial Intelligence qualitatively different from other means of economizing the use of labor? Are we on the edge of a jobless society? If yes, are we ready for it? These are a few of the questions discussed in this collection of academic works. This book traces a brief history of the concept of technological unemployment; proposes a short-term scenario analysis concerning the relations between automation, education, and unemployment; analyzes the most recent literature on social robotics; examines the possible futures generated by the development of intelligent machines; shows the relation between automation and unemployment in an Italian case study; considers the impact if machines become effective pursuers of knowledge or even conscious; and addresses the role of serendipity in the development of science and technology.

Riccardo Campa è professore di bioetica e sociologia medica all’Università Jagellonica di Cracovia. Nel 2004 ha fondato l’Associazione Italiana Transumanisti di cui è tuttora presidente. Particolarmente attivo a livello pubblicistico, è curatore della collana Vestigia Idearum Historica (mentis Verlag), direttore editoriale della rivista accademica Orbis Idearum: History of Ideas NetMag, e curatore della serie Divenire: Rassegna di studi interdisciplinari sulla tecnica e il postumano. Tra i suoi libri spiccano i volumi Etica della scienza pura (2007), Mutare o perire (2010) e Trattato di filosofia futurista (2012). Per D Editore ha pubblicato La specie artificiale

ISBN 9788894830248

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook5

Racconti dal Mississippi
Main-traveled road series

01/01/2018 — Hamlin Garland

  € 12,90   

 

Pubblicato per la prima volta nel 1884, Racconti dal Mississippi è la cronaca, quasi in prima persona, della colonizzazione del Midwest americano. Sei racconti provenienti da un’America fino ad allora inedita, impensata, dove la povertà e la miseria sono i veri padroni delle vite degli eroi di queste storie. La straordinaria bellezza delle descrizioni dei paesaggi di Garland sono solo la scenografia dove viene messa in scena la tragedia quotidiana di uomini e di donne che hanno scelto di vivere lontano dagli agi delle grandi città, ma liberi di prendere in mano il proprio destino.
O almeno di provarci.

Considerato da alcuni il Dante Alighieri dell’America profonda, Hamlin Garland è noto per aver dato voce al duro lavoro nelle fattorie del Midwest americano. Nato nel Wisconsin, Garland trascorse gran parte della sua giovinezza nelle fattorie del Midwest, per trasferirsi poi a Boston nel 1884 dove inziò la sua carriera di scrittore. Il suo primo successo lo conseguì nel 1891 con la pubblicazione di Six Mississippi Valley Stories (qui tradotto con il titolo Racconti dal Mississippi), la prima raccolta di racconti ispirati al tempo in cui visse in campagna, che inaugurerà la sua fortunata serie Main-Travelled Roads.

Nel 1922, nel pieno del suo successo, vince il Premio Pulitzer con il romanzo A Daughter of the Middle Border.

ISBN 9788894830187

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

La battaglia di Venezia
Due riflessioni su Venezia

15/09/2017 — Vincenzo Latina, Francesco Venezia

  € 12,90   

 

«La battaglia di Venezia» potrebbe richiamare alla memoria ben più lontane e famose battaglie, come la Battaglia di Lepanto. In realtà, il titolo è preso in prestito da una più recente "battaglia navale" contro l'ingresso delle grandi navi nella laguna di Venezia. Anche in quest'occasione, sono due culture a scontrarsi. La posta in palio è la stessa città di Venezia. «La battaglia di Venezia» nasce da due lectures riguardo alcune importanti città europee. Vincenzo Latina e Francesco Venezia sono stati invitati per immaginare e descrivere un viaggio narrativo trasversale fra attualità e storia, architetti e architetture...

ISBN 9788894830125

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook1

Il primo dio

12/09/2017 — Emanuel Carnevali

  € 12,90   

 

ISBN 9788894830132

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook11

Secondo nome: Huntington
Design for all, design for Huntington. Catalogo della mostra (Milano, 30 giugno-30 luglio 2017). Ediz. italiana e inglese

24/07/2017 — D. Crippa

  € 20,00   

 

ISBN 9788894830101

La società degli automi
Studi sulla disoccupazione tecnologica e il reddito di cittadinanza

02/05/2017 — Riccardo Campa

  € 12,90   

 

La disoccupazione tecnologica è un problema di cui si discute da almeno due secoli. Finora il pericolo di una disoccupazione di massa dovuta al progresso tecnologico è stata scongiurata grazie alla riduzione dell'orario di lavoro, allo sviluppo dell'istruzione pubblica e alla nascita di nuovi settori dell'economia. Gli studi raccolti in questo volume si chiedono se la comparsa di computer e robot di nuova generazione, che mostrano un comportamento sempre più simile a quello degli esseri umani, se non addirittura sovrumano, non ci stia portando verso un punto di non ritorno che ci lascerebbe poche vie d'uscita. A complicare la situazione c'è la scomparsa dell'idea stessa di politica sociale e industriale, sancita dal dominio del paradigma neoliberista. Una delle proposte in campo per ovviare al problema della disoccupazione tecnologica è il reddito di cittadinanza. È una soluzione che permetterebbe di evitare derive luddiste e allo stesso tempo di distribuire più equamente i vantaggi offerti dalla rivoluzione robotica. Ma siamo davvero pronti ad affrontare questa trasformazione radicale della società?

ISBN 9788894830040

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook3

Panarchia
Un paradigma per la società multiculturale. Ediz. critica

01/05/2017 — G. P. De Bellis

  € 15,90   

 

Per secoli siamo stati abituati a considerare la politica nel suo rapporto con la territorialità. Abbiamo imparato ad adorare, come un idolo, lo Stato-nazione. Ci siamo convinti che fosse naturale, entro un certo spazio, che degli esperti o delle maggioranze decidessero su tutto e che lo decidessero per tutti. Ma all'alba del ventunesimo secolo questo modello non funziona più: viviamo in una società multiculturale, frammentata, solcata da tensioni. Una parte crescente dei rapporti umani ed economici si svolge in una dimensione immateriale. Oggi insomma siamo chiamati a ripensare la nostra idea di organizzazione sociale: ripensare il ruolo dello Stato e, di converso, quello degli individui e delle comunità. Abbiamo bisogno di regole, certo, ma queste regole devono adattarsi alla varietà delle forme di vita che abitano il mondo. È infine giunto il tempo della panarchia?

ISBN 9788894830064

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook1

Il coccodrillo che voleva essere drago

01/03/2017 — Luca Martini

  € 9,90   

 

“Così vorresti diventare un drago, eh? Guarda che è un lavoro difficile, duro e faticoso. Sei pronto a impegnarti e a lavorare sodo?" Il coccodrillo che voleva essere un drago è una fiaba pensata per insegnare ai piccoli cuccioli di umano (da 0 a 6 anni) che niente è impossibile se ci si impegna abbastanza. Neppure diventare un drago!

ISBN 9788894830033

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

La fine dell'invecchiamento
Come la scienza potrà esaudire il sogno dell'eterna giovinezza

01/12/2016 — Aubrey De Grey, Michael Rae

  € 16,90   

 

Quello che avete tra le mani in questo momento non è un semplice libro: è un manifesto, una chiamata alle armi, una controversa disamina sullo stato dell'arte della lotta all'invecchiamento. Nel 2007, quando questo testo venne pubblicato per la prima volta in inglese dalla St. Martin's Press di New York, con il titolo "Ending Aging", le reazioni furono decisamente polarizzate: da un lato, le voci contrarie si opposero alle idee contenute in questo testo con tale violenza da stimolare addirittura l'interesse della politica nazionale degli Stati Uniti. Dall'altra, però, riuscì ad avvicinare centinaia di migliaia di persone in tutto il mondo al dibattito legato alle possibilità che la scienza sembra poter offrire al genere umano. Al tempo, Aubrey De Grey presentò ad un pubblico generalista una tesi allo stesso tempo semplice e sconcertante: il nostro corpo non ha una data di scadenza, e, attraverso determinate terapie, può virtualmente essere mantenuto in funzione per sempre. Non solo: la vecchiaia è una malattia che, proprio come la poliomielite, può essere sconfitta. L'elisir di eterna giovinezza potrebbe trovarsi, tra qualche anno, tra le mani di qualche scienziato...

Aubrey David Nicholas Jasper de Grey (Londra, 20 aprile 1963) è un biochimico inglese. Ha studiato alla "Sussex House School" , alla "Harrow School" e al "Trinity Hall" di Cambridge mentre da autodidatta ha studiato la biogerontologia. Prima di interessarsi alla biologia cellulare e molecolare, ha studiato informatica all'università di Cambridge, dove si è laureato nel 1985. Ha poi raggiunto la "Sinclair Research Ltd" per lavorare sullo sviluppo dell'intelligenza artificiale. Fino al 2006 è stato in carica al dipartimento di genetica, con la possibilità di utilizzare la base di dati genetici FlyBase. Ha ricevuto un titolo onorifico dall'università di Cambridge per la pubblicazione della sua teoria The Mitochondrial Free Radical Theory of Aging (Teoria sull'invecchiamento dei radicali liberi mitocondriali).

Recensito su Motherboard Italia (link: https://motherboard.vice.com/it/article/la-fine-dell-invecchiamento-de-grey-edizione-italiana?utm_source=mbfbit) Recensito su Fantascienza.com (link: www.fantascienza.com/22142/la-fine-dell-invecchiamento)

ISBN 9788894830002