Elemento115 è un'Associazione Culturale, fondata nell'anno 2015 in Roma, nell'epoca del digitale, della Krisis e di nuove grandi speranze. Essa persegue una serie di obiettivi diversi, primo dei quali è la diffusione nel tessuto sociale di tematiche culturali attraverso discussioni, convegni e, nei formati e nei modi possibili, anche tramite delle pubblicazioni di testi. Infatti, in quanto operatore culturale in senso ampio elemento115 si propone pure come un soggetto editoriale: testi di ricercata e selezionata narrativa, prima di tutto, magari riscoperta da lontani ambienti creativi di secoli passati, oppure individuata in proposte originali inedite del nostro tempo, accanto a collane di saggistica accademica, però del nostro tempo. Sempre, nella ricerca di una scrittura capace di stile, e di effetti originali. In prospettiva, elemento115 potrà sviluppare ulteriori spazi peculiari di produzione editoriale, dedicata alla coltivazione bibliografica di libri perduti e passati, per esempio, oppure a delle ricercate edizioni di libri-oggetto, in un percorso aperto a tutte le soluzioni possibili. D'altronde, elemento115 vuole procedere incontrandosi con tanti altri nuovi soggetti sul territorio del dibattito filosofico, politico e culturale più liberamente inteso, e dunque si propone in tante variabili forme di collaborazione capaci di ridisegnare il percorso. Ricalcando queste intenzioni ora enunciate, dunque, elemento115 vuole proporsi non solo attraverso la scrittura, ma anche secondo linee autonome di produzione audio-visiva: quel che la 'Fabrica' presente sul sito bene illustra. Un altro spazio di pubblicazione e di ricezione, per tutti coloro i quali vorranno intercettare il nostro invito e le nostre proposte.

 

 PDF    LISTINO    XLS 

CATALOGO  PDF 

06/10/2019 — 

  € 0,00   

 

ISBN 9788899498009

Il turbine umano

01/07/2018 — King Camp Gillette

  € 18,00   

 

Il Turbine Umano di King Camp Gillette, inventore dell’omonimo rasoio e creatore della futura multinazionale della Gillette, è un particolarissimo volume, a metà tra il saggio politico-urbanistico e la digressione poetica. Nato all’interno del vivacissimo dibattito sulle prospettive politiche degli Stati Uniti della fine del XIX secolo, il libro, di impronta chiaramente utopistico-socialista – ma con un occhio attento ai rapporti di produzione capitalistici – è un’opera altamente spiazzante, se non altro per la storia imprenditoriale e la personalità dell’autore, che si può dire visse in una sorta di doppio universo (socialismo e capitalismo), risultando una figura estremamente affascinante e contraddittoria. Il Turbine Umano fu la prima delle sue pubblicazione di taglio utopistico, ma è certamente quella più riuscita, sia per l’originalità della visione politica che per la grande creatività dell’autore, il quale si cimenta nei più svariati campi, dall’economia all’urbanistica, nel tentativo di rendere reale quello che restò solo il miraggio di un grande uomo che fu certamente un sognatore ma anche un concretissimo imprenditore dal profilo internazionale.

King Camp Gillette notissimo creatore e fondatore dell’omonima multinazionale, fu per tutta la vita anche il sostenitore di un’alternativa al sistema capitalista di cui fu tuttavia uno dei massimi esponenti. Sue opere furono Il Turbine Umano mai tradotto in italiano, (The Human Drift, 1894); The Ballot Box, 1897, in cui ragiona sulla necessità di un salario minimo garantito; Gillette’s Social Redemption, 1907; World Corporation, 1912, in cui continua a ribadire che l’accentramento delle industrie sarebbe stato l’inevitabile esito del mondo degli affari contemporaneo; The People’s Corporation, 1924, scritto con l’aiuto di Upton Sinclair. Nel 1899 conosce e si associa con Steven Porter, un meccanico di Boston, con il quale mette a punto tre rasoi, l’ultimo dotato di varie lame, brevettandone infine uno da lui concepito. Nel 1915 l’esercito americano adottò i suoi rasoi poiché per indossare le nuove maschere antigas il militare doveva essere perfettamente rasato, fatto che segnò la definitiva affermazione di King Camp Gillette come capitano d’industria.

ISBN 9788899498214

Gli inaffondabili

22/05/2018 — Silvia Andreoli, Anna Di Cagno, Marina Moioli, Luca Pollini

  € 12,90   

 

Che cosa hanno in comune Marilyn Monroe e Winston Churchill, Gigi Riva e Anna Karenina, Cappuccetto Rosso e Federico Fellini? Nulla ovviamente, tranne il fatto che sono tutti degli unsinkble, inaffondabili: persone-personaggi che hanno segnato un'epoca della storia e nella vita di molte persone. Questo libro, dedicato a trenta icone della cultura Pop di tutti i tempi, è figlio del blog mollybrown.it che festeggia il suo primo anno di vita con una selezione dei pezzi più cliccati dai lettori.

SILVIA ANDREOLI - scrive da sempre. Racconti, poesie, fiabe, romanzi (ne ha pubblicati tre), articoli per giornali, storytelling per aziende, newsletter. È laureata in Giurisprudenza e curiosa di tutto. Non appartiene ad alcun albo professionale perché le uniche tessere che l'appassionano sono quelle dei mosaici. Vive tra Verona, Milano e Parigi.

ANNA DI CAGNO - Giornalista professionista dal 1994. Ha studiato filosofia a Torino, ma ha capito a cosa serviva solo quando è arrivata nella redazione di Cosmopolitan, dove ha iniziato come redattrice di costume e attualità. È stata caporedattore free-lance, copy per agenzie di comunicazione. Negli ultimi anni ha scritto diversi libri e ha intenzione di continuare. Vive a Milano e non ha hobby.

MARINA MOIOLI - Giornalista di lungo corso, ha cominciato a scrivere nel 1981 sulle pagine de Il Giornale fondato da Indro Montanelli e negli anni si è occupata di: costume, cronaca, economia, turismo, enogastronomia, gossip, non profit. Nel cassetto conserva gelosamente una laurea in Lingua e Letteratura russa, ma per ora ha pubblicato solo tre guide dedicate alla sua città dell'anima: Milano.

LUCA POLLINI - Milanese amante del mare, è cresciuto nella Milano degli anni Settanta. Collabora con mensili e quotidiani, si occupa di storia contemporanea, cura un sito (retrovisore.net) dedicato alla storia del costume italiano. All'attività di giornalista unisce quella di saggista e autore. Crede nel rock e rimpiange il Parco Lambro (inteso come Festival).

ISBN 9788899498238

Restare in Vietnam
Dalla parte del nemico

05/05/2017 — Luca Pollini

  € 10,00   

 

A scegliere di restare con il nemico è Marlin McDade, soldato americano impegnato per quattro anni sul fronte della guerra del Vietnam. Originario del Kansas, proveniente da una famiglia cattolica e con tradizioni militari (padre e nonno sono decorati di guerra) Marlin è partito poco più che ventenne, abbastanza convinto di quello che stava andando a fare. Poi gli eventi: l’addestramento inutile; convivere con la paura per tutto il giorno; le perdite di amici; le azioni crudeli; il ritorno momentaneo a casa dove, convinto di essere accolto come un eroe viene insultato e chiamato assassino. Una nuova partenza verso il fronte dove viene ferito, i primi dubbi su quello che stava facendo. Un’amicizia, poi sfociata in amore, con un’infermiera nord-vietnamita, in una Saigon che “vive” nascondendo le atrocità della guerra. E alla chiamata di ritiro delle truppe la sua risposta: «No, io mi fermo qui». La storia di Marlin è stata raccolta dall’autore in una lunga intervista realizzata nell’estate del 2016 in un bar a Da Nang.

Milanese amante del mare, è cresciuto nella Milano degli anni Settanta. All’attività di giornalista unisce quella di saggista e autore. Ha pubblicato, tra gli altri: I Settanta, gli anni che cambiarono l’Italia; Gli Ottanta, l’Italia tra evasione e illusione; Hippie, la rivoluzione mancata; Musica leggera. Anni di piombo; Amore e rivolta a tempo di rock; Ribelli in discoteca; Immortali: storia e gloria di oggetti leggendari. Ha debuttato a teatro col reading Hippie, a volte ritornano. Collabora con mensili e quotidiani, si occupa di storia contemporanea, cura un sito (www.retrovisore.net) dedicato alla storia del costume italiano. Crede nel rock e rimpiange il Parco Lambro (inteso come Festival).

ISBN 9788899498160

Ildegarda di Bingen
Sibilla e dottore della chiesa

05/05/2017 — Margherita Massari

  € 12,00   

 

Tra i vari epiteti riservati a Ildegarda di Bingen, ‘Sibilla renana’ è tra i più evocativi. Consacrata a otto anni alla clausura, il suo fu uno straordinario destino di mistica, visionaria, profetessa, badessa, fondatrice di conventi, musicista, teologa, guaritrice, guida spirituale ed esorcista. In un'epoca in cui alle donne era preclusa la partecipazione alla vita culturale, i lavori di Ildegarda hanno superato quelli di molti suoi contemporanei uomini per ampiezza, ricchezza dei temi e forza evocativa. La sua guida e i suoi consigli ‘ispirati’ furono ricercati da pellegrini, fedeli, papi, prelati e imperatori, ai quali sapeva rivolgersi con compassione, ma anche, se necessario, con rigore e severità. Non priva di incoerenze, egocentrica ed elitaria, nel 2012 Ildegarda è stata proclamata Dottore della Chiesa, quarta donna insignita di questo titolo nella storia del Cristianesimo. A prescindere dall'orientamento religioso del lettore, il valore e la peculiarità della sua esistenza e dei suoi scritti fanno di questa mistica una figura di grandissimo interesse.

Classe 1977, ha due lauree, una in Traduzione e interpretariato e l’altra in Lingue e letterature moderne. È traduttrice e insegnante. Oltre all’amore per le lingue straniere, ha sempre coltivato l’amore per la scrittura. Il suo primo romanzo, La Neve Blu, è stato pubblicato da Erga nel 2012. Vive e lavora a Genova.

ISBN 9788899498177

Hippie
La rivoluzione mancata. Ascesa e declino del movimento che ha sedotto il mondo

05/05/2017 — Luca Pollini

  € 18,00   

 

Movimento nato più di quarant’anni fa e che ancora oggi riesce a far parlare di sé. Gli hippie, a metà degli anni Sessanta hanno vissuto un grande sogno: sono riusciti a liberarsi dei pregiudizi, a fuggire dal consumismo, ad affermarsi in campo artistico e hanno lottato per un mondo liberato dalla violenza, senza barriere razziali e discriminazioni. Un’ideologia – fatta soprattutto dall’amore, inteso come modo di porsi di fronte alle cose, alle persone, alla vita – che ha sedotto giovani e intellettuali, rockstar e gente comune. Tra storie, leggende e aneddoti, questo libro racconta i quattro anni chiave del movimento hippie: dal 1965 al 1969.

Milanese amante del mare, è cresciuto nella Milano degli anni Settanta. All’attività di giornalista unisce quella di saggista e autore. Ha pubblicato, tra gli altri, il Dizionario della musica leggera italiana; il libro-inchiesta Vaticano Pedofilia; e i saggi I Settanta, gli anni che cambiarono l’Italia; Gli Ottanta, l’Italia tra evasione e illusione; Musica leggera. Anni di piombo; Amore e rivolta a tempo di rock; Ribelli in discoteca; Immortali: storia e gloria di oggetti leggendari. Ha debuttato a teatro col reading Hippie, a volte ritornano e scritto la commedia Ci hanno rubato la parola amore. Per “elemento115” ha pubblicato Restare in Vietnam - Dalla parte del nemico, intervista con un ex marine che al termine della guerra ha scelto di non tornare negli Stati Uniti ma restare col popolo che ha combattuto aiutandolo a ricostruire di un paese devastato. Collabora con mensili e quotidiani, si occupa di storia contemporanea, cura un sito (www.retrovisore.net) dedicato alla storia del costume italiano.

ISBN 9788899498191

Femminicidio

05/05/2017 — Rossana Gabrieli

  € 10,00   

 

Non passa quasi giorno in cui giornali e media non ci informino di un ennesimo femminicidio. Ex fidanzati ed ex mariti traditi o respinti aggrediscono e uccidono donne che li hanno estromessi dalle loro vite. Si cerca di capire le ragioni di quanto avviene parlando di raptus. Ma, in realtà, quello del raptus è un alibi per non andare a fondo nelle vere ragioni che coinvolgono assassini da una parte e vittime (predestinate?) dall’altra. Una sorta di pericolosissima partita a scacchi porta le donne e i loro persecutori a giungere all’incontro finale senza che si possa realmente affermare: nessuno poteva aspettarselo. È quanto emerge dai racconti dei criminali, alcuni tristemente noti, che ricostruiscono gli ultimi giorni di vita delle donne che dicevano di amare e che hanno ucciso.

Nasce a Milano nel 1964. Laurea in Lingue e Letterature straniere, giornalista pubblicista, dirige e collabora con diversi periodici italiani. Psicologa, psicodiagnosta e criminologa, attualmente lavora presso la Casa Circondariale di Latina.

ISBN 9788899498139