Pidgin Edizioni è una casa editrice nata a Napoli nel 2017, specializzata in libri sopra le righe. È dotata di una personalità molto forte e decisa, che ne definisce la linea editoriale: contenuti intensi, originali e progressisti, stili di scrittura innovativi, propensione per ambientazioni underground o surreali, e una distintiva grafica minimale e di grande impatto. Lo scopo di Pidgin Edizioni è immettere nuova linfa vitale nell'editoria italiana creando e importando forme di espressione audaci e innovative, all'insegna del mescolamento dei linguaggi e del superamento dei confini.

 

 PDF    LISTINO    XLS 

CATALOGO  PDF 

Viscere

02/12/2019 — Amelia Gray

  € 15,00   

 

Una coppia paga una ragazza perché strisci nei condotti di areazione della propria casa. Una famiglia si ritrova un cuore mastodontico in una stanza e comincia ad affettarlo. Un enorme serpente divide in due una cittadina, sconvolgendo la quotidianità dei suoi abitanti. Una coppia che non riesce a concepire un figlio ricorre a un sacrificio estremo. Donne e uomini spinti in situazioni assurde dalle circostanze o dalla propria incoscienza. Questa raccolta di racconti è come un corpo vivisezionato, al cui interno Amelia Gray esplora con mano chirurgica ed elegante i meandri del surreale e del grottesco: storie brevi ma pulsanti di umanità e umorismo nero, magia e orrore, sentimentalismo e violenza, che non hanno paura di addentrarsi nelle interiora più intime dei propri personaggi. Racconti eterogenei, che mescolano elementi e temi da narrativa contemporanea, poesia, horror, fiabe, thriller e fantascienza, ma cuciti insieme dallo stile e dall'immaginazione inconfondibili dell'autrice. Una raccolta mozzafiato dalla sceneggiatrice delle serie "Mr. Robot" e "Maniac".

Amelia Gray è autrice di cinque libri surreali e viscerali, e come sceneggiatrice ha scritto per le serie Maniac e Mr. Robot. I suoi lavori di narrativa e saggistica sono apparsi su The New Yorker, The New York Times, The Wall Street Journal, Tin House e VICE. Ha vinto i premi NYPL Young Lions e Ronald Sukenick Innovative Fiction Prize di FC2, e si è classificata come finalista dei premi PEN/Faulkner per la narrativa e Writers Guild of America Award.

"I racconti in questa raccolta, tra l'altro con un titolo molto appropriato, ti colpiscono nelle viscere, pieni di fluidi corporei e strane scene e fragranze. Spesso non terminano riallacciando i vari elementi, ma come se qualcosa esplodesse, come dinamite che abbatte una porta. […] Ma Viscere non è tutto spavalderia e shock: c'è una dolcezza nascosta sotto il caos, una tenerezza visibile per i suoi personaggi turbati che si sono ritrovati persi ai margini dell'esistenza, che diventa tanto più emozionante quanto più si muove insieme e al ridosso dei bordi affilati dei personaggi." –Juliet Escoria, Vice

"Chiamateli come volete – racconti, fiabe, parabole, nanoromanzi di ilarità malinconica – ma la prosa super-concentrata e iper-veloce di Amelia Gray riesce in ciò che pochissime opere di narrativa al massimo tentano: ti lasciano senza fiato tra una frase sconvolgente e l'altra. […] Viscere dà la sensazione delirante di un libro che aspettava da sempre di essere scritto e che, per nostra fortuna, è stato finalmente riportato sulla carta." –Gary Lutz

"Leggere Viscere è un po' come essere bendati e bersagliati da tutte le parti da fuoco, gelatina e, di tanto in tanto, animali vivi. Alla fine ne esci scombussolato e leggermente malconcio, ma sorpreso e sicuramente divertito. […] Si spinge contro i limiti di ciò che le persone possono fare e faranno. Sembra anche mettere alla prova i lettori. Verrai con me fin qui? Che ne dici di andare un po' più in là? Ci stai ancora?" –The New York Times

"Visceralmente perfida" –Natalie Beach, O, The Oprah Magazine

"Strane, fiabesche e fisiche, le storie di Gray sono alimentate da forze misteriose e ambientate in mondi organici eppure innaturali. […] Gray rappresenta in maniera stupefacente la vasta gamma dell'esperienza umana in questi racconti potenti e inquietanti." –Publishers Weekly

ISBN 9788885540132

Big Ray

16/09/2019 — Michael Kimball

  € 15,00   

 

Big Ray è morto, ma il suo ricordo è tanto ingombrante e pesante quanto il suo corpo da vivo. Il figlio ne ricostruisce la vita alternandosi tra passato remoto e passato recente, tra i ricordi di un'infanzia violenta e le prove di riavvicinamento e comprensione dell'età adulta, nel tentativo di decifrare le origini della rabbia del padre e i fattori scatenanti della sua obesità. "Big Ray" è un romanzo al tempo stesso sconcertante e toccante che offre una serie di squarci nella complessa elaborazione di un lutto e dei traumi di un'infanzia schiacciata dalla paura. È raccontato con una voce schietta e a tratti ironica, in uno stile di scrittura molto originale, aneddotico e fotografico, che scompone la narrazione in oltre 500 brevi paragrafi staccati: come a rappresentare la natura frammentaria dei ricordi, ma anche il timore di ricordare tutto, l'incapacità di gestire, tutto insieme, il carico emotivo dei traumi infantili. Con questa opera, Michael Kimball si conferma come scrittore di grande talento, di incredibile profondità e dallo stile unico, e torna a essere pubblicato in Italia dopo "E allora siamo andati via" (Adelphi).

Scrittore e regista, Michael Kimball è l'autore di "Big Ray" (Pidgin Edizioni), "E allora siamo andati via" (Adelphi), "Us" (Tyrant Books) e "Dear Everybody" (Alma Books), e i suoi romanzi sono stati tradotti in decine di lingue diverse. I suoi lavori sono apparsi, tra i vari, su Vice, Guardian, New York Tyrant, Bomb, Prairie Schooner e All Things Considered dell'emittente radiofonica NPR. http://michael-kimball.com

"Meraviglioso" – Oprah.com

"Big Ray è un uomo disgustoso e un grande personaggio. È morto all'inizio del romanzo, ed è impossibile non desiderare che lo fosse ancora di più." – The New York Times

"Una storia scioccante raccontata con rabbia, dark humor e sorprendente tenerezza." – The Wall Street Journal

"Preparatevi a essere totalmente puniti." – Vice

"È raro che l'obesità sia affrontata così direttamente in letteratura e Kimball è davanti a tutti con questo intimo racconto. La narrazione delicatamente stratificata di Kimball sugli sforzi di Daniel con sui padre costruisce un insieme che risulta intensamente toccante." – The Independent

"Una descrizione convincente di un uomo che cerca di elaborare sentimenti contrastanti." – The Herald

"Nel suo romanzo "Big Ray", Kimball offre uno sguardo complesso e raffinato all'elaborazione del lutto di un uomo: è un'elegia, un tributo, un'accusa e un'analisi dolorosamente veritiera di padri e figli." – Los Angeles Time

"Nonostante il suo materiale sconcertante, Kimball gestisce la sua narrazione con dark humor, ma anche commovente empatia. Sì, Big Ray è un orco, ma un orco sfaccettato e il padre di un figlio che continua a desiderare amore da lui." – Financial Times

"Sono anni che Michael Kimball scrive libri innovativi, interessanti e sentiti, ma "Big Ray" sembra al tempo stesso una svolta e un culmine. È divertente e terrificante ed è un capolavoro." – Sam Lipsyte

"Un'opera senza compromessi, potente e raffinata. L'ho finita di leggere una settimana fa, ma ancora non riesco a metterla via." – Jon McGregor

ISBN 9788885540125

Il convalescente

01/05/2019 — Jessica Anthony

  € 16,00   

 

Un'opera mozzafiato in grado di creare atmosfere e sensazioni assolutamente uniche. Originale, ironico, bizzarro e a tratti commovente, questo romanzo di Jessica Anthony crea un indimenticabile protagonista, fuorilegge improbabile e amatore non ricambiato, nonché narratore della storia del mondo vista attraverso gli occhi di coloro che nel mondo non hanno importanza.

Un omino barbuto e muto vende carne da un autobus guasto nel mezzo di un prato in Virginia: il suo nome è Rovar Ákos Pfliegman, ed è l'ultimo Pfliegman rimasto sulla faccia della Terra. L'autobus è anche la sua casa, e l'unica compagnia che ha è un grosso scarabeo domestico. "Il convalescente" è il racconto della vita grottesca e solitaria di Rovar, tempestata di sfortune e acciacchi, e allo stesso tempo è la narrazione di migliaia di anni di storia ungherese, tormentata dalla costante e fastidiosa presenza della inetta tribù dei Pfliegman.

Ripercorrendo l'infanzia del protagonista e, parallelamente, la storia della sua famiglia dalle sue origini in Eurasia, il romanzo ricostruisce le cause ancestrali dei problemi che lo affliggono e suggerisce le strade per una possibile guarigione, sia fisica che spirituale, in un racconto affascinante e magico di convalescenza, solitudine e metamorfosi.

Jessica Anthony è anche l'autrice del romanzo multimediale "Chopsticks" (Razorbill), creato in collaborazione con il designer Rodrigo Corral, e i suoi racconti possono essere trovati su Best New American Voices, Best American Nonrequired Reading, McSweeney’s e altrove. Ha recentemente ricevuto una borsa di studio dalla Creative Capital Foundation for Innovative Literature e dalla Fondazione Bogliasco, nel paese ligure di Bogliasco. Attualmente vive nel Maine, Stati Uniti.

"Un'ode gioiosamente eccentrica, cerebrale, sboccata, brillantemente immaginativa alla solitudine, alla stranezza e alla persistenza umana." – Francisco Goldman

"Jessica Anthony è una scrittrice dotata di talenti sconvolgenti. Incredibilmente è stata capace di creare un romanzo che è innocente e saggio, greve ed esilarante, tetro e speranzoso, veloce e meditativo, che ti spezza il cuore e che lo risana, evanescente e concreto. Leggendolo, mi sento come se mi fossi imbattuta in un testo magico che da un momento all'altro potrebbe sparire dalle mie mani. Questo dà l'idea di quanto "Il convalescente" sia speciale." – Heidi Julavits

"Lungo la strada, la narrazione fa un cenno a ogni sorta di grande del passato: Kafka, Rushdie, Darwin e Grass, per nominarne alcuni. Ma lo stile di Anthony – divertente, immediato e audacemente cerebrale – si ritaglia uno spazio tutto suo." – Publishers Weekly

ISBN 9788885540101

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook1

Problems: stupefacenti complicazioni

14/02/2019 — Jade Sharma

  € 14,00   

 

Divertente, crudo, sfacciato e a tratti indecente, Problems: stupefacenti complicazioni è il romanzo di esordio di Jade Sharma, scrittrice statunitense dotata di uno stile di scrittura unico, arguto e corrosivo.

La protagonista Maya è una giovane newyorkese la cui vita è un castello fatto di carte che si reggono in un equilibrio precario: un lavoro senza sbocco in una libreria, un matrimonio con un marito alcolizzato, una relazione con un professore anziano e indifferente, un disturbo alimentare… e un hobby per l'eroina che ha smesso di essere divertente. Ma il castello di carte crolla quando il marito la lascia e la sua relazione extraconiugale giunge al termine: la vita di Maya comincia a sfuggirle di mano e lei è costretta a compiere delle scelte estreme.

Ma la vera protagonista è la voce schietta e arguta della sua autolesionista narratrice e il modo in cui ritrae le difficoltà che si trova ad affrontare in quanto donna, in quanto persona sola, riflessiva e imperfetta in un mondo indifferente e in quanto appartenente a una minoranza etnica, date le sue origini indiane. Il risultato è un libro che prende ogni luogo comune delle storie su dipendenza, riabilitazione e redenzione e li riduce a pezzi senza pietà.

Jade Sharma è una scrittrice che vive a New York. Ha un MFA, "Master in Fine Arts", conseguito presso The New School, New York.

Il debutto di Sharma è una rappresentazione, indimenticabile e senza compromessi, del corrosivo circolo di dipendenza, e con Maya, la scrittrice ha plasmato una voce potente e dolorosamente sincera. – Publishers Weekly, Migliori libri del 2016

I problemi di Maya potrebbero riempire un libro. Ed è quello che succede, con una narrazione vivace, frammentata e divertente in maniera caustica, che suona sincera in maniera rinfrescante, nonostante il fatto che Maya sia una bugiarda. – Los Angeles Times

Il debutto di Jade Sharma è un studio su un personaggio, divertente in maniera cupa, di una donna infelice e intelligentissima la cui vena autolesionista è tanto spaventosa quanto, in qualche modo, comprensibile. Problems sfida i lettori a dimenticare le tradizionali storie di redenzione, ma allo stesso tempo a continuare a provare empatia per la più incasinata tra le eroine. – Esquire

Maya non è educata e, sebbene io la trovi interessante e attraente, l'obiettivo di Sharma non è renderla piacevole. Maya è tanto orribile e pienamente umana quanto agli uomini della letteratura è sempre stato permesso di essere. – New York Times Sunday Book Review

Problems racconta la storia di Maya, sul suo abuso di eroina, sui suoi turbamenti personali e sulla sua riabilitazione in una prosa cruda e affilata come un rasoio, dipingendo un ritratto non romantico eppure arguto e profondo della dipendenza. – Huffington Post (USA)

Il grande dono di Jade Sharma è nel modo in cui crea nel lettore la dipendenza verso una tossicodipendente. – Independent

Problems è pieno di dialoghi acuti, battute brevi perfettamente modellate e osservazioni succinte. – The Guardian

Problems è impressionante per la facilità in cui sbanda tra umorismo acido e rappresentazioni schiette di disperazione, nonché per il suo rifiuto di disconoscere completamente l'attrazione per lo stato di estasi. – Literary Hub

ISBN 9788885540064

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook3

Quaderni sull'acqua

01/12/2018 — Babak Lakghomi

  € 12,00   

 

Scosso dalla sensazione di essere spiato, solo in una terra straniera ed estranea, tormentato dai ricordi della sua famiglia, un uomo paranoico e alienato ricompone la sua vita e quella di una ragazza appena conosciuta in frammenti sparsi come fogli di diari gettati in un fiume. Persone e oggetti compaiono nella sua vita per poi scomparire inspiegabilmente, mentre viene tenuto d'occhio da uomini in automobili nere e derubato da vicini… o forse no. Quaderni sull'acqua è un romanzo noir sperimentale, un racconto di mistero, solitudine e amore, raccontato attraverso una prosa minimale che costruisce un'originale atmosfera di dubbio e minaccia, e che compone un puzzle di cui mancano la maggior parte dei pezzi.

Babak Lakghomi è nato a Teheran, in Iran, e attualmente vive e scrive in Canada. Il suo romanzo Floating Notes (Quaderni sull'acqua) è stato pubblicato negli Stati Uniti da Tyrant Books nel 2018 ed è autore di altri lavori apparsi su NOON, New York Tyrant, Egress, Green Mountains Review e altri.

"Ciò che lascia più di stucco è che ogni elemento è plasmato con parsimonia e un senso poetico dell'autorità del dettaglio. Questo è un breve romanzo intrigante e dalla scrittura diretta sulla natura dell'identità e l'assurdità della logica." — Publishers Weekly

"Completamente originale, crudo, spaventoso, quasi fin troppo fedele alla vita, quasi fin troppo sincero. Una voce pericolosa, un vero artista. Eppure pieno di compassione per il costante tentativo, solitario e commovente, di essere un essere umano decente in un mondo di alienazione crescente." — Clancy Martin

"Un libro malinconico e provocativo. Lakghomi ci dà un enigma sbrogliato ma non risolto. I suoi personaggi si aggrappano ad artefatti che non sono in grado di decifrare in un panorama deprivato di bellezza, illegale e volatile, un luogo di simboli che non combaciano tra loro." — Noy Holland

ISBN 9788885540071

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook5

Atlante delle ceneri

01/11/2018 — Blake Butler

  € 12,00   

 

Il mondo è stato colpito da una serie di piaghe e ora le case sono sommerse nel fango, dal cielo piovono vetro e inchiostro, le persone scompaiono nel nulla e le città si sono ridotte a reperti urbani di una società che non esiste più. Alcuni superstiti calcano ancora le strade rovinate, ripercorrendo all'indietro i passi della loro vita passata, accarezzando le fotografie di coloro che hanno perduto e cercando un barlume di luce e una promessa di futuro nella nebbia di un oscuro presente.

Questo romanzo a racconti, attraverso uno stile di scrittura che mescola un linguaggio poetico ed evocativo con stili narrativi differenti, racconta il sentimento della perdita, la voglia di evadere e la disperata necessità di speranza e fertilità in un mondo arido e tetro in cui è rimasto poco a cui aggrapparsi.

A contribuire all'unicità dell'opera vi è una veste grafica originalissima e suggestiva, che con sfondi, immagini e sfumature riproduce l'aspetto di un libro "rovinato", sopravvissuto al mondo che esso stesso descrive, aiutando chi legge a immergersi nell'atmosfera dei suoi racconti.

Blake Butler è autore di cinque libri di narrativa, che comprendono "300,000,000" (Harper Perennial), "Sky Saw" (Tyrant Books), "There is No Year" (Harper Perennial), "Scorch Atlas" (Featherproof Books) ed "Ever" (Calamari Press), nonché uno di non-fiction dal titolo "Nothing: A Portrait of Insomnia" (Harper Perennial). Suoi racconti, interviste, recensioni e saggi sono apparsi su molte testate, tra cui The Believer, The New York Times, Bomb, Bookforum, e cura una propria sezione su Vice. È fondatore e redattore di HTMLGIANT e lavora come redattore di Fanzine. Vive ad Atlanta.

"Un ottimo esempio di esperimento con un fine, di costruzione di un mondo, di scrittura decadente, dettagliata e innovativa. Questo è un libro che deve essere letto, e in ampia scala." – PANK Magazine

"Non posso amare questo libro. Penso di temerlo: di temere la sua visione inesorabile e travolgente, e la potenza con cui Butler trapana un foro nel mio petto col suo linguaggio. Ma lo strano capolavoro di Butler non chiede il vostro amore. Esige la vostra attenzione." – Eugene Weekly

ISBN 9788885540088

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook8

Billy Argo
Il ragazzo detective fallisce

15/04/2018 — Joe Meno

  € 15,00   

 

Al crepuscolo di un'infanzia meravigliosa, Billy Argo, brillante ragazzo detective, resta sconvolto dal suicidio della sorella Caroline, sua indivisibile compagna di avventure. Dopo dieci anni in un istituto di igiene mentale, all'età di trent'anni, Billy Argo ritorna nel mondo esterno, riscoprendolo popolato di inimmaginabili stranezze: edifici che svaniscono senza lasciar traccia, animaletti che vengono ritrovati senza testa, super-cattivi che tessono trame malvagie alle sue spalle. Confuso, disadattato e ancora un po' bambino dentro, il ragazzo detective è costretto ad affrontare la realtà, riprendere le redini della propria vita e fare pace con il passato. Così trova la compagnia di due ragazzini solitari, Effie e Gus Mumford, sperimenta la monotonia di un lavoro come venditore telefonico, conosce il turbamento della bellezza nell'incontro con l'inguaribile taccheggiatrice Penny Maple, si scontra con delle inquietanti donne mascherate. Ma in questo suo percorso di riadeguamento alla realtà, costeggiato di strani indovinelli ed enigmi da risolvere, Billy Argo dovrà superare un ostacolo finale, un ultimo mistero da decifrare: il segreto della morte della sorella. Così, forse, il ragazzo detective, sempre così razionale e scientifico, scoprirà quant'è prezioso e necessario ciò che è ignoto e incalcolabile.

Joe Meno, classe 1974, è uno scrittore di narrativa e per il teatro che vive a Chicago, dove insegna Scrittura creativa al Columbia College. Ha vinto numerosi premi: il Nelson Algren Literary Award, un Pushcart Prize, il Great Lakes Book Award ed è stato finalista per lo Story Prize. È l'autore, tra le varie opere, di due best-seller negli USA: "The Boy Detective Fails" ("Billy Argo: il ragazzo detective fallisce", Pidgin Edizioni, 2018) e "Hairstyles of the Damned" ("I capelli dei dannati", Edizioni E/O, 2005). I suoi lavori di saggistica sono apparsi sul New York Times e sul Chicago Magazine.

"Affascinante. Fusione delicata e unica di fantasia e causticità." —Entertainment Weekly

"La storia di Billy e della sua ricerca di verità, amore e redenzione è sorprendente e avvincente. Avvolta in malinconia e humor delicato, diventa man mano più potente con l'accumularsi degli indizi." —Publishers Weekly

"Sul fondo di questo vaso di Pandora di ilare assurdità, c'è commozione e desiderio, inquietante bellezza e speranza." —Philadelphia Weekly

"Meno mescola metafore con audacia e giocosa arguzia. Non scade mai nella parodia, nella satira o in omaggi fasulli e modaioli." —Chicago Tribune

ISBN 9788885540040

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook19

Mira corpora

15/11/2017 — Jeff Jackson

  € 12,00   

 

"Mira corpora" è un romanzo di formazione distorto che segue l'infanzia e l'adolescenza di Jeff Jackson, protagonista omonimo dell'autore. Tra paesaggi irreali, bambini selvaggi, oracoli, esperienze simboliche e abusi, il romanzo rappresenta con immagini memorabili, uno stile selvaggio e un linguaggio originale e intenso l'esperienza del distacco, sia dal proprio corpo sia dalle proprie radici, facendo vivere al lettore l'esperienza rara di trovare, sotto una coltre di oscurità, momenti di unica e irripetibile bellezza. L'opera ha ricevuto numerosi apprezzamenti da figure di spicco della letteratura americana e internazionale quali Don Delillo, Dennis Cooper e Chloe Aridjis.

Jeff Jackson, drammaturgo americano, detiene un MFA (Master in Fine Arts) alla New York University e borse di studio dal McDowell Colony e dal Virginia Center for Creative Arts. La sua produzione teatrale comprende cinque spettacoli prodotti dalla compagnia Collapsable Giraffe, vincitrice di un Obie Award. "Mira Corpora" è il suo brillante romanzo d'esordio.

Don DeLillo: “È un’opera ricercata nel suo ritmo ossessivo e nell’evocazione di specifici emblemi culturali. Narrazione al presente a oltranza. Spero che questo libro trovi quei lettori seri che aspettano che questo tipo di narrativa li colpisca diritto in faccia.” – Dennis Cooper: “Jeff Jackson è uno dei giovani scrittori più straordinariamente dotati che abbia letto in moltissimo tempo. Il suo romanzo Mira corpora, così stranamente sereno ma avvincente, destabilizzante e abilmente scritto, ha in sé tutti i segni distintivi di una nuova importante voce letteraria.” L'opera si è classificata come finalista al Los Angeles Times Book Prize e ha ricevuto altre menzioni positive da Wall Street Journal, Bookforum e Vice.

ISBN 9788885540026

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook19

Il reattivo

01/09/2017 — Masande Ntshanga

  € 12,00   

 

"Il reattivo", l'opera grazie alla quale Masande Ntshanga ha vinto il premio internazionale PEN International New Voices Award e il Betty Trask Award. Un romanzo allo stesso tempo lirico e destabilizzante sull’attesa, la fuga e l’incapacità di reagire, in cui la realtà presente di Lindanathi sfuma tra i fumi dell’incoscienza e di un’afosa Città del Capo nei ricordi dell’infanzia e del recente passato. Tormentato dalla morte del fratello minore, della quale si sente responsabile, Lindanathi si è allontanato dalla famiglia, sostituita dalla costante compagnia degli amici Ruan e Cecelia. I tre ragazzi arrotondano la paga dei loro lavori rivendendo farmaci anti-retrovirali e dedicano il resto del tempo ad alterare le proprie coscienze. Ma la comparsa di un facoltoso uomo mascherato segna un punto di svolta nell’immobilità perpetua dei tre ragazzi, trascinati in un’esperienza che costringe loro a guardarsi dentro e ad affrontare i propri spettri. Tratteggiando accuratamente i dettagli e presentandoli con sapienza al momento giusto, Ntshanga compone il quadro completo del complesso emotivo di una persona che passa dalla passività alla volontà di valorizzare il tempo a disposizione.

Masande Ntshanga, vincitore del PEN International New Voices Award nel 2013, del Betty Trask Award nel 2018 e dell’Etisalat Prize for Literature Longlist e finalista del Caine Prize nel 2015 e del Sunday Times Barry Ronge Fiction Prize, è nato nel 1986 a East London, Sudafrica. È laureato in Film e Media e ha una laurea ad honorem in Anglistica presso l’Università di Città del Capo e un master in Scrittura creativa. “The Reactive”, il suo romanzo d’esordio, è stato pubblicato, oltre che in Sudafrica e in Italia, anche negli Stati Uniti, in Regno Unito e in Germania.

Masande Ntshanga è vincitore del PEN International New Voices Award nel 2013, vincitore del Betty Trask Award nel 2018 e finalista del Caine Prize nel 2015. Premio "Etisalat Prize for Literature Longlist". Finalista nel "Sunday Times Barry Ronge Fiction Prize". "The Reactive" è stato pubblicato nei seguenti Paesi: Sudafrica, Italia, Stati Uniti, Regno Unito, Germania. Masande Ntshanga ha avuto diverse apparizioni su reti televisive sudafricane e ha girato una tournée negli Stati Uniti per presentare l'edizione americana di questo suo primo capolavoro. La sua opera è apparsa anche su prestigiose testate come "The White Review", "Chimurenga", "VICE" e "n 1". Ntshanga ha anche scritto per il magazine Rolling Stone.

ISBN 9788885540002

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook1