PDF    LISTINO    XLS 

CATALOGO  PDF 

Gargantua e Pantagruele
Ediz. integrale: 5

30/03/2018 — François Rabelais

  € 25,00   

 

Il "Gargantua e Pantagruele" di François Rabelais (1494-1553) è una serie di cinque libri pubblicati in Francia tra il 1532 e il 1564, che vede protagonisti due giganti, padre e figlio, sovrani del regno di Utopia. "La vita molto spaventevole del grande Gargantua", il primo romanzo, e i successivi quattro dedicati ai "fatti e detti eroici del nobile Pantagruele", raccontano di innumerevoli peripezie, avventure, viaggi e battaglie, ma raccontano anche un tempo, la prima metà del Cinquecento, attraverso la lente deformante (e lo sguardo illuminante) della satira.

L'opera, nella nuova edizione in cinque volumi illustrati proposta da Gorilla Sapiens Edizioni, viene ripubblicata nella splendida traduzione di Augusto Frassineti (1911-1985), edita per la prima volta nel 1980 dalla casa editrice Sansoni, vincitrice del Premio Monselice 1981 e tuttora riconosciuta come la migliore mai realizzata in Italia.

Il quinto volume è illustrato da Elisa Macellari.

François Rabelais (Chinon, Tours, 1494 ca – Parigi 1553) fu frate francescano in un convento del Poitou (1521), per poi passare nel 1525 circa all’ordine benedettino. Dopo aver lasciato l’ordine, nel 1530 si iscrisse alla facoltà di medicina di Montpellier. Nel 1532 divenne medico dell’ospedale di Lione; nello stesso anno, sotto lo pseudonimo anagrammatico di Alcofribas Nasier, pubblicò "Les horribles et espouvantables faits et prouesses du très renommé Pantagruel, roy des Dipsodes". Sull’onda del successo del Pantagruel, ne scrisse il prequel "Gargantua. La vie inestimable du grand Gargantua, père de Pantagruel" e successivamente gli altri tre libri.

Augusto Frassineti, oltre che brillante traduttore, è stato uno scrittore, tra le sue opere si ricordano il romanzo "Misteri dei Ministeri", le raccolte di novelle "L’unghia dell’asino", "Un capitano a riposo", "Tre bestemmie uguali e distinte", e la silloge poetica "Vita Vita Vita". Per la natura spiccatamente satirica della sua prosa e per il suo essere "uno scrittore goloso di parole" (cit. Giorgio Manganelli), l’incontro tra Frassineti e Rabelais fu definito dalla critica non solo fortunato, ma quasi inevitabile.

ISBN 9788898978403

Gargantua e Pantagruele
Ediz. integrale: 4

30/03/2018 — François Rabelais

  € 25,00   

 

Il "Gargantua e Pantagruele" di François Rabelais (1494-1553) è una serie di cinque libri pubblicati in Francia tra il 1532 e il 1564, che vede protagonisti due giganti, padre e figlio, sovrani del regno di Utopia. "La vita molto spaventevole del grande Gargantua", il primo romanzo, e i successivi quattro dedicati ai "fatti e detti eroici del nobile Pantagruele", raccontano di innumerevoli peripezie, avventure, viaggi e battaglie, ma raccontano anche un tempo, la prima metà del Cinquecento, attraverso la lente deformante (e lo sguardo illuminante) della satira.

L'opera, nella nuova edizione in cinque volumi illustrati proposta da Gorilla Sapiens Edizioni, viene ripubblicata nella splendida traduzione di Augusto Frassineti (1911-1985), edita per la prima volta nel 1980 dalla casa editrice Sansoni, vincitrice del Premio Monselice 1981 e tuttora riconosciuta come la migliore mai realizzata in Italia.

Il quarto volume è illustrato da Martoz.

François Rabelais (Chinon, Tours, 1494 ca – Parigi 1553) fu frate francescano in un convento del Poitou (1521), per poi passare nel 1525 circa all’ordine benedettino. Dopo aver lasciato l’ordine, nel 1530 si iscrisse alla facoltà di medicina di Montpellier. Nel 1532 divenne medico dell’ospedale di Lione; nello stesso anno, sotto lo pseudonimo anagrammatico di Alcofribas Nasier, pubblicò "Les horribles et espouvantables faits et prouesses du très renommé Pantagruel, roy des Dipsodes". Sull’onda del successo del Pantagruel, ne scrisse il prequel "Gargantua. La vie inestimable du grand Gargantua, père de Pantagruel" e successivamente gli altri tre libri.

Augusto Frassineti, oltre che brillante traduttore, è stato uno scrittore, tra le sue opere si ricordano il romanzo "Misteri dei Ministeri", le raccolte di novelle "L’unghia dell’asino", "Un capitano a riposo", "Tre bestemmie uguali e distinte", e la silloge poetica "Vita Vita Vita". Per la natura spiccatamente satirica della sua prosa e per il suo essere "uno scrittore goloso di parole" (cit. Giorgio Manganelli), l’incontro tra Frassineti e Rabelais fu definito dalla critica non solo fortunato, ma quasi inevitabile.

ISBN 9788898978397

Gargantua e Pantagruele
Ediz. integrale: 3

30/03/2018 — François Rabelais

  € 25,00   

 

Il "Gargantua e Pantagruele" di François Rabelais (1494-1553) è una serie di cinque libri pubblicati in Francia tra il 1532 e il 1564, che vede protagonisti due giganti, padre e figlio, sovrani del regno di Utopia. "La vita molto spaventevole del grande Gargantua", il primo romanzo, e i successivi quattro dedicati ai "fatti e detti eroici del nobile Pantagruele", raccontano di innumerevoli peripezie, avventure, viaggi e battaglie, ma raccontano anche un tempo, la prima metà del Cinquecento, attraverso la lente deformante (e lo sguardo illuminante) della satira.

L'opera, nella nuova edizione in cinque volumi illustrati proposta da Gorilla Sapiens Edizioni, viene ripubblicata nella splendida traduzione di Augusto Frassineti (1911-1985), edita per la prima volta nel 1980 dalla casa editrice Sansoni, vincitrice del Premio Monselice 1981 e tuttora riconosciuta come la migliore mai realizzata in Italia.

Il terzo volume è illustrato da Francesco Poroli.

François Rabelais (Chinon, Tours, 1494 ca – Parigi 1553) fu frate francescano in un convento del Poitou (1521), per poi passare nel 1525 circa all’ordine benedettino. Dopo aver lasciato l’ordine, nel 1530 si iscrisse alla facoltà di medicina di Montpellier. Nel 1532 divenne medico dell’ospedale di Lione; nello stesso anno, sotto lo pseudonimo anagrammatico di Alcofribas Nasier, pubblicò "Les horribles et espouvantables faits et prouesses du très renommé Pantagruel, roy des Dipsodes". Sull’onda del successo del Pantagruel, ne scrisse il prequel "Gargantua. La vie inestimable du grand Gargantua, père de Pantagruel" e successivamente gli altri tre libri.

Augusto Frassineti, oltre che brillante traduttore, è stato uno scrittore, tra le sue opere si ricordano il romanzo "Misteri dei Ministeri", le raccolte di novelle "L’unghia dell’asino", "Un capitano a riposo", "Tre bestemmie uguali e distinte", e la silloge poetica "Vita Vita Vita". Per la natura spiccatamente satirica della sua prosa e per il suo essere "uno scrittore goloso di parole" (cit. Giorgio Manganelli), l’incontro tra Frassineti e Rabelais fu definito dalla critica non solo fortunato, ma quasi inevitabile.

ISBN 9788898978380

Gargantua e Pantagruele: 1

01/01/2018 — François Rabelais

  € 25,00   

 

Il "Gargantua e Pantagruele" di François Rabelais (1494-1553) è una serie di cinque libri pubblicati in Francia tra il 1532 e il 1564, che vede protagonisti due giganti, padre e figlio, sovrani del regno di Utopia. "La vita molto spaventevole del grande Gargantua", il primo romanzo, e i successivi quattro dedicati ai "fatti e detti eroici del nobile Pantagruele", raccontano di innumerevoli peripezie, avventure, viaggi e battaglie, ma raccontano anche un tempo, la prima metà del Cinquecento, attraverso la lente deformante (e lo sguardo illuminante) della satira.

L'opera, nella nuova edizione in cinque volumi illustrati proposta da Gorilla Sapiens Edizioni, viene ripubblicata nella splendida traduzione di Augusto Frassineti (1911-1985), edita per la prima volta nel 1980 dalla casa editrice Sansoni, vincitrice del Premio Monselice 1981 e tuttora riconosciuta come la migliore mai realizzata in Italia.

Il primo volume è illustrato da Manfredi Ciminale.

François Rabelais (Chinon, Tours, 1494 ca – Parigi 1553) fu frate francescano in un convento del Poitou (1521), per poi passare nel 1525 circa all’ordine benedettino. Dopo aver lasciato l’ordine, nel 1530 si iscrisse alla facoltà di medicina di Montpellier. Nel 1532 divenne medico dell’ospedale di Lione; nello stesso anno, sotto lo pseudonimo anagrammatico di Alcofribas Nasier, pubblicò "Les horribles et espouvantables faits et prouesses du très renommé Pantagruel, roy des Dipsodes". Sull’onda del successo del Pantagruel, ne scrisse il prequel "Gargantua. La vie inestimable du grand Gargantua, père de Pantagruel" e successivamente gli altri tre libri.

IL TRADUTTORE

Augusto Frassineti, oltre che brillante traduttore, è stato uno scrittore, tra le sue opere si ricordano il romanzo "Misteri dei Ministeri", le raccolte di novelle "L’unghia dell’asino", "Un capitano a riposo", "Tre bestemmie uguali e distinte", e la silloge poetica "Vita Vita Vita". Per la natura spiccatamente satirica della sua prosa e per il suo essere "uno scrittore goloso di parole" (cit. Giorgio Manganelli), l’incontro tra Frassineti e Rabelais fu definito dalla critica non solo fortunato, ma quasi inevitabile.

ISBN 9788898978366

Gargantua e Pantagruele: 2

01/01/2018 — François Rabelais

  € 25,00   

 

Il "Gargantua e Pantagruele" di François Rabelais (1494-1553) è una serie di cinque libri pubblicati in Francia tra il 1532 e il 1564, che vede protagonisti due giganti, padre e figlio, sovrani del regno di Utopia. "La vita molto spaventevole del grande Gargantua", il primo romanzo, e i successivi quattro dedicati ai "fatti e detti eroici del nobile Pantagruele", raccontano di innumerevoli peripezie, avventure, viaggi e battaglie, ma raccontano anche un tempo, la prima metà del Cinquecento, attraverso la lente deformante (e lo sguardo illuminante) della satira.

L’opera, nella nuova edizione in cinque volumi illustrati proposta da Gorilla Sapiens Edizioni, viene ripubblicata nella splendida traduzione di Augusto Frassineti (1911-1985), edita per la prima volta nel 1980 dalla casa editrice Sansoni, vincitrice del Premio Monselice 1981 e tuttora riconosciuta come la migliore mai realizzata in Italia.

Il secondo volume è illustrato da Irene Rinaldi.

François Rabelais (Chinon, Tours, 1494 ca – Parigi 1553) fu frate francescano in un convento del Poitou (1521), per poi passare nel 1525 circa all’ordine benedettino. Dopo aver lasciato l’ordine, nel 1530 si iscrisse alla facoltà di medicina di Montpellier. Nel 1532 divenne medico dell’ospedale di Lione; nello stesso anno, sotto lo pseudonimo anagrammatico di Alcofribas Nasier, pubblicò "Les horribles et espouvantables faits et prouesses du très renommé Pantagruel, roy des Dipsodes". Sull’onda del successo del Pantagruel, ne scrisse il prequel "Gargantua. La vie inestimable du grand Gargantua, père de Pantagruel" e successivamente gli altri tre libri.

IL TRADUTTORE

Augusto Frassineti, oltre che brillante traduttore, è stato uno scrittore, tra le sue opere si ricordano il romanzo "Misteri dei Ministeri", le raccolte di novelle "L’unghia dell’asino", "Un capitano a riposo", "Tre bestemmie uguali e distinte", e la silloge poetica "Vita Vita Vita". Per la natura spiccatamente satirica della sua prosa e per il suo essere "uno scrittore goloso di parole" (cit. Giorgio Manganelli), l’incontro tra Frassineti e Rabelais fu definito dalla critica non solo fortunato, ma quasi inevitabile.

ISBN 9788898978373

Ogni giorno di felicità è una poesia che muore

22/06/2017 — Ivan Talarico

  € 11,00   

 

A tre anni dall’uscita, la prima silloge poetica di Ivan Talarico torna in una nuova edizione riveduta e ampliata. Otto nuove liriche si aggiungono alla raccolta, impreziosita dalla prefazione di Antonio Rezza e dalle illustrazioni di Luca Ruocco.

“La poesia è un’arma deleteria per chi non vuole ammettere che la sintesi allontana più velocemente dalla menzogna. La poesia è la cosa più vicina al silenzio, non è tale per poco, inizia e finisce in un attimo, è come una parola scappata da una bocca troppo chiusa. Per questo è sempre superiore, anche se superflua in un organismo sano” (dalla prefazione di Antonio Rezza).

Ivan Talarico scrive prolissamente d’astrazioni e distrazioni, d’incanti e disincanti; suona più strumenti quando loro sono d’accordo, compone musiche e canzoni, affilando l’orecchio e masticando lingue che non conosce. Assieme a Luca Ruocco ha fondato la compagnia teatrale DoppioSenso Unico per la quale scrive e interpreta spettacoli surreali e paradossali. La morte apparente ne ha agevolato l’impalpabile successo.

ISBN 9788898978359

Verso il mare in ogni caso

25/05/2017 — Carlo Zambotti

  € 12,50   

 

Strutturato come una concatenazione di brevi episodi, questo libro segue sottotraccia la storia di una bambina e un bambino (poi ragazzi, poi adulti) che si rincorrono di racconto in racconto, a volte incontrandosi, altre sfiorandosi, altre perdendosi di vista. Entrambi sono dominati da una immaginazione e sensibilità fuori dal comune. Un alone metafisico e un’atmosfera quasi da fiaba percorrono il testo, lasciando intendere che queste due creature (forse tutte le creature?) trascendono i limiti corporei, il tempo e lo spazio, per ricongiungersi e riconoscersi, ma anche trasformarsi, nelle situazioni più diverse.

Carlo Zambotti nasce in Trentino nel 1977. Si trasferisce a Milano nel 1996. Lavora nell’editoria indipendente per diversi anni come illustratore, fotografo, grafico e giornalista musicale. Nel 2013 ha pubblicato con Gorilla Sapiens la raccolta di racconti “Servirà qualcuno che ci legga, alla fine“. “Verso il mare in ogni caso” è il suo secondo libro.

ISBN 9788898978342

L'occupazione

30/03/2017 — Alessandro Sesto

  € 17,00   

 

In una Manhattan turbata dalla notizia dell’occupazione, due amici programmatori, Andreas e Jacob, hanno anche altro di cui preoccuparsi: l’uno viene abbandonato dalla fidanzata Nora in circostanze sospette, mentre l’altro è perseguitato via internet da un certo Tokyo. Ma cos’è l’occupazione? La prima notizia, che gli Stati Uniti siano stati occupati dall’Unione Europea, viene subito smentita dall’annuncio opposto, per poi scatenare un caos di informazioni contraddittorie o assurde, in un inestricabile groviglio di media che pretendono tutti di detenere la verità. Nella vita quotidiana, però, non cambia quasi nulla. I negozi sono aperti, i treni viaggiano regolarmente e i vigili, con aria di mistero, dirigono il traffico. Non si vedono invasori. Andreas e Jacob intanto sono impegnati nella ricerca di Nora e Tokyo, trovandosi invischiati nelle manovre, goffe e forse futili, di nuove sette e gruppi sovversivi: gli Emisfero Sinistro, i Foglietti, la Chiesa di Smith, gli Armadilli, che come loro cercano di capire e interpretare il mondo dopo l’occupazione.

Alessandro Sesto, nato a Napoli nel 1970, vive a Verona da oltre trenta anni. Nel 2013 ha pubblicato con Gorilla Sapiens Edizioni la raccolta di racconti “Moby Dick e altri racconti brevi” e nel 2015 “Lascia stare il la maggiore che lo ha già usato Beethoven”. Suoi racconti sono apparsi in diverse antologie. Il 31 marzo 2017 è uscito il suo primo romanzo “L’occupazione“.

ISBN 9788898978335

Non spiegatemi le poesie che devono restare piegate

01/12/2016 — Ivan Talarico

  € 13,00   

 

Ivan Talarico scrive prolissamente d’astrazioni e distrazioni, d’incanti e disincanti; suona più strumenti quando loro sono d’accordo, compone musiche e canzoni, affilando l’orecchio e masticando lingue che non conosce. Assieme a Luca Ruocco ha fondato la compagnia teatrale DoppioSenso Unico per la quale scrive e interpreta spettacoli surreali e paradossali. La morte apparente ne ha agevolato l’impalpabile successo.

ISBN 9788898978328

Racconti scelti per pesciolini d'argento

03/11/2016 — Marco Parlato

  € 12,50   

 

Chiuso in casa per ultimare un montaggio, un tecnico video freelance trascorre una lunga giornata nel suo appartamento infestato dai pesciolini d’argento e dai ricordi della sua ex, Clara. Il tempo viene così scandito dagli attacchi omicidi contro gli odiosi animaletti e dalle storie che Clara, traduttrice di romanzi dell’Azerbaigian, gli raccontava. Dal passato e dal presente fanno capolino, poi, altri personaggi come il vecchio coinquilino Abél, che finì per cenare con un barattolo di maionese, o il nuovo coinquilino Cesare, fantasma di un pesciolino d’argento che aiuterà il protagonista a risolvere il mistero che lo tormenta da quando Clara è andata via. “Racconti scelti per pesciolini d’argento” è un romanzo, ma è anche molti romanzi, storie abbozzate e sbocconcellate dal protagonista, proprio come dai suoi agguerritissimi, piccoli nemici.

Marco Parlato è nato a Vico Equense nel 1986. Nel 2014 ha pubblicato il romanzo “Tiroide” (Gorilla Sapiens Edizioni). Nel 2015 è sta­to autore del progetto Scritture Giovani del Festivaletteratura di Mantova. Nel 2016 è uscito il suo secondo romanzo "Racconti scelti per pesciolini d'argento". Vive e scrive a Foligno, ma giura di riuscirci anche altrove.

ISBN 9788898978311

La sera che ho deciso di bloccare la strada

06/10/2016 — Walter Comoglio

  € 14,00   

 

I discepoli dell’eccentrico cardinale Salwator “Mazinga” alle prese con un allenamento pseudo-militare e una dottrina sui generis (“La squadra Salwator”); un cane che racconta in prima persona le vicissitudini di una vita in fuga dagli uomini, dai cani e da qualunque società (“Fritz”); una sgangherata band che pretende di usare esseri umani come strumenti musicali (“Tedeschi suonano altri Tedeschi”); due bizzarri venditori di pesci, additati da tutti come criminali impegnati in loschi affari, che solo gli occhi del narratore riescono a vedere nella loro natura di semplici idioti (“Due idioti”). Sono questi alcuni dei protagonisti che popolano le storie di Walter Comoglio. Nel racconto che dà il titolo al libro, due ragazzi decidono di bloccare un incrocio, in modo da creare uno spazio (come un fortino) che impedisce il passaggio alle macchine e sottrae alla strada la propria funzione. Con questa efficace immagine viene dispiegato uno dei temi portanti della raccolta: la ricerca di una libertà, cui è possibile accedere attraverso il sovvertimento di una parte della realtà. Il centro unificante di questa raccolta è dunque rappresentato da una stessa spinta propulsiva, come un istinto di libertà ricorrente, che sembra animare le azioni dei protagonisti.

VINCITORE DEL PREMIO POP – PREMIO OPERA PRIMA 2017

Walter Comoglio nasce nel 1984. Scrive fondamentalmente racconti. È co-fondatore della rivista umoristica Sporco di cui non esiste neanche una copia in digitale. Suona il basso, la chitarra e qualsiasi cosa abbia una corda. Pensa di compensare la mancanza di tecnica con l’energia. Non ama lavorare in gruppo e non pensa di essere una persona molto democratica. Ama invece andare in bici con il vento che lo sballotta ovunque. A volte è davvero felice, a volte meno, ma poi passa tutto. Vive in Irlanda. “La sera che ho deciso di bloccare la strada” è il suo primo libro.

ISBN 9788898978304

L'interpretazione dei sogni di Freud Astaire

12/05/2016 — Andrea Coffami

  € 13,00   

 

L’interpretazione dei sogni di Freud Astaire è una raccolta di brevi racconti surreali ed esilaranti, che con un umorismo a tratti amaro conduce in un universo di stranezze, pulsioni e trasgressioni dall’ordinario. Angelo Zabaglio ci presenta un immaginario straniante e provocatorio, che non teme censure, e a cui il lettore accede attraverso il filtro di uno sguardo naïve. A definire la scrittura pop di quest’opera contribuisce, infine, il pastiche linguistico di dialetti, gerghi e stile colloquiale, così come i frequenti riferimenti alla cultura televisiva e cinematografica.

Angelo Zabaglio aka Andrea Coffami ha pubblicato le raccolte poetiche Ne prendo atto (Bel-Ami Edizioni, 2013) e Serio faceto (Edizioni Ensemble, 2012); il saggio umoristico Sovvertire il cinema (18:30 edizioni, 2010); la raccolta di racconti Lavorare stronca (Tespi, 2008) e la raccolta di poesie Non tutti i dubbi sono di plastica (Arcipelago Edizioni, 2007).

ISBN 9788898978090

Sottrazione

31/03/2016 — Carlo Sperduti

  € 14,00   

 

Come in un labirinto, come tra le pareti di una catacomba, come in una casa affollata di presenze e di vuoti, di cose e discorsi sospesi e di fenomeni inquietanti, in questo libro lo spazio si deforma e restringe, allestisce tranelli, sottrae scalini, nega vie di fuga. Questi 34 racconti, disposti in ordine decrescente di lunghezza, esprimono le infinite possibilità della narrativa breve e brevissima, a dimostrazione empirica del fatto che “scrivere per sottrazione è una moltiplicazione”.

Carlo Sperduti è nato a Roma nel 1984. Suoi racconti sono apparsi in antologie edite da CaratteriMobili, Zero91, Gorilla Sapiens Edizioni. Ha pubblicato, con Intermezzi Editore, “Caterina fu gettata” (2011), “Valentina controvento” (2013), “Ti mettono in una scatola” (2014); con CaratteriMobili “Le cose inutili” (2015); con Gorilla Sapiens Edizioni “Un tebbirile intanchesimo e altri rattonchi” (2013) e, a quattro mani con Davide Predosin, “Lo Sturangoscia” (2015). La sua ultima raccolta di racconti è “Sottrazione” (Gorilla Sapiens, 2016)

ISBN 9788898978083

Il paziente crede di essere

24/03/2016 — Marco Giovenale

  € 14,00   

 

Il paziente crede di essere (un’aquila in volo, un aerostato, un inseguito, una linea in terra, un testimone di eventi raccapriccianti, un treno giocattolo, un’operazione di salvataggio), il paziente si svuota, si scompone, si ricompone, si sveste, colleziona orologi guasti, a sua volta si guasta, si assembla, si disperde. Giocando con le potenzialità del reale e dell’irreale, queste fiabe crudeli, allucinatorie, si propongono di forzare i nessi logici, manipolare gli oggetti e lo spazio, scardinare sequenzialità e quotidianità per dare origine a un disordine controllato e creare situazioni, luoghi e personaggi devianti.

Marco Giovenale vive a Roma dove lavora come curatore e traduttore indipendente. È tra i fondatori di gammm.org (2006). Collabora con l’immaginazione e alfabeta2. È redattore dei siti SCRIPTjr.nl, Sibila, recognitiones-ii. Cura la collana Logosfere per l’editrice Zona, SYN per le edizioni IkonaLiber, e – con M. Guatteri, M. Zaffarano e G. Marzaioli – la collana Benway Series, per l’editore Tielleci. I suoi libri di poesia più recenti sono Shelter (Donzelli, 2010), Storia dei minuti (Transeuropa, 2010), In rebus (Zona, 2012, con i testi vincitori del Premio Antonio Delfini 2009), Delvaux (Oèdipus, 2013), Maniera nera (Aragno, 2015, collana ‘i domani’). Tra gli altri: Criterio dei vetri (Oèdipus, 2007), La casa esposta (Le Lettere, 2007), Soluzione della materia (La camera verde, 2009); e le prose di Numeri primi (Arcipelago, 2006), Quasi tutti (Polìmata, 2010) e Lie lie (La camera verde, 2010). Suoi testi sono antologizzati in Parola plurale (Sossella, 2005), Nono quaderno di poesia contemporanea (Marcos y Marcos, 2007), nel volume del Premio Antonio Delfini 2009, in Poesia degli anni Zero (Ponte Sisto, 2011), e in Nuovi oggettivisti (Loffredo, 2013). Con i redattori di gammm è nel libro collettivo Prosa in prosa (Le Lettere, 2009). Per Sossella nel 2008 ha curato una ampia raccolta antologica di testi di Roberto Roversi.

ISBN 9788898978076

Voltaire light
Senza dizionario, senza filosofia e a basso contenuto di Voltaire

20/10/2015 — AA.VV.

  € 14,00   

 

Nel 1764 veniva pubblicato il Dizionario filosofico di Voltaire. Nonostante non ricorra alcun anniversario, ci siamo chiesti in che modo verrebbero definiti oggi alcuni di quei lemmi. Avremmo dovuto chiedere ai filosofi, e invece abbiamo interpellato gli scrittori. I racconti presenti in questo volume si ispirano a 13 lemmi ripresi dal Dizionario filosofico, di cui si è mantenuto il tono umoristico. Al loro fianco riproponiamo qualche estratto da Voltaire. Il lettore che vorrà accostarsi a questo strano dizionario non troverà quindi né definizioni né filosofia, ma storie irriverenti e, a schiarirci le idee, un po’ di “illuminazione” dal lontano Settecento.

Lemmi del dizionario (tradotti dal francese da Melania Perciballi e Carlo Sperduti): Amicizia, Amor proprio, Bellezza, Catena degli eventi, Certo-Certezza, Entusiasmo, Favole, Gloria, Libertà, Metamorfosi-Metempsicosi, Necessario, Senso comune, Tolleranza.

Autori in ordine di apparizione: A. P., Alessandro Sesto, Davide Predosin, Ludovico Polidattilo, Jacopo D’Andrea, Leonardo Zampi, Marco Parlato, Stefano Cordoni, Walter Comoglio, Massimo Eternauta, Matteo Gallo.

ISBN 9788898978069

Lascia stare il La maggiore che lo ha già usato Beethoven

01/04/2015 — Alessandro Sesto

  € 13,00   

 

Tutta la musica è rimpianto del paradiso, anche La Bamba? Kant avrebbe tenuto un sassofonista di buona volontà ma inetto nella sua jazz band? Possiamo ascoltare voci melodiose senza incorrere nella censura di Adorno? In questo romanzo a episodi i protagonisti, membri di un gruppo rock senza pretese, si confrontano a parole e nei fatti con i grandi interrogativi della filosofia della musica, senza risolverne alcuno. Attraverso le loro vicende si racconta l’ambivalenza della musica, che aspira al sublime e alla purezza, ma rimane ancorata alla terra perché ideata ed eseguita da musicisti comunque limitati e fallibili, o che addirittura, come in questo caso, fanno cagare.

Alessandro Sesto, nato a Napoli nel 1970, vive a Verona da oltre trenta anni. "Lascia stare il la maggiore che lo ha già usato Beethoven" è il suo secondo libro. Con Gorilla Sapiens Edizioni ha pubblicato “Moby Dick e altri racconti brevi” (2013) e nel 2017 il suo primo romanzo “L’occupazione“. Suoi racconti sono apparsi in diverse antologie.

ISBN 9788898978052

Lo sturangoscia

01/02/2015 — Davide Predosin, Carlo Sperduti

  € 10,50   

 

Romanzo epistolare e picaresco, Lo Sturangoscia narra dell’invenzione di un prodigioso strumento in grado di estirpare dall’organismo umano “quello spiacevole e indefinito senso di disagio che spesso spinge le persone, tra le altre cose, a occuparsi di questioni ultime”. Tanti sono i guai che l’aggeggio porterà al suo inventore Filottete Vasca, sin dal suo furto per mano degli autorevoli membri dell’Istituzione, intenzionati a usare lo Sturangoscia per i propri loschi fini. Assistito da molti amici, Filottete intraprenderà la ricerca dell’invenzione smarrita. Il carteggio reale tra due scrittori, che è innanzitutto una sfida letteraria, dà vita a un carteggio immaginario tra gli eccentrici personaggi di questa avventura eroicomica. Essi saranno coinvolti in investigazioni e inseguimenti, si incontreranno o sfuggiranno, ma soprattutto si scriveranno nella tumultuosa estate del 1985.

Davide Predosin è nato al Lido di Venezia il 26.01.1978. Ha vissuto al Lido, a Mogliano Veneto e a Venezia. Dal 2004 vive e lavora a Roma. “Alcuni stupefacenti casi tra cui un gufo rotto” (2014) è il suo primo libro. Nel 2015 ha pubblicato con Gorilla Sapiens il romanzo “Lo Sturangoscia“, scritto a quattro mani con Carlo Sperduti. Suoi racconti sono apparsi in diverse antologie.

Carlo Sperduti è nato a Roma nel 1984. Suoi racconti sono apparsi in antologie edite da CaratteriMobili, Zero91, Gorilla Sapiens Edizioni. Ha pubblicato, con Intermezzi Editore, “Caterina fu gettata” (2011), “Valentina controvento” (2013), “Ti mettono in una scatola” (2014); con CaratteriMobili “Le cose inutili” (2015); con Gorilla Sapiens Edizioni “Un tebbirile intanchesimo e altri rattonchi” (2013), "Sottrazione" (2016) e, a quattro mani con Davide Predosin, “Lo Sturangoscia” (2015).

ISBN 9788898978045

Intanto, da qualche parte nello spazio
..

01/11/2014 — aa.vv.

  € 13,00   

 

Gorilla Sapiens, prima di essere il nome di una casa editrice, è stato il titolo italiano di un libro di fantascienza degli scrittori L. Sprague de Camp e Peter Schuyler Miller. Per celebrare questo legame, involontario ma gradito, proponiamo una selezione di racconti di fantascienza.

A volte facciamo lunghi viaggi spaziali per trovare un posto familiare. A volte facciamo lunghi giri di parole per parlare di noi.

Gli autori (in ordine di apparizione): Alessandro Sesto, Carlo Sperduti, Massimo Eternauta, Andrea Paolucci, Leonardo Battisti, Filippo Balestra, Pee Gee Daniel, Cristina Caloni, Marco Montozzi, Luigi Lorusso, Alessandro Dezi, Alberto Rafael Colombo Pastran, Davide Predosin, Paolo De Caro, Carlo Zambotti.

ISBN 9788898978021

Melamorfosi

01/10/2014 — Cantiere di Letteratura Notturna

  € 13,00   

 

Il protagonista di questa antologia è Arturo Mela, di professione doppiatore: un personaggio creato collettivamente da un gruppo di autori. Caratteristica principale di Arturo è l’immedesimazione in ciò che doppia, dai film d’autore alle telenovelas, dai porno ai documentari, con tutte le inaspettate ripercussioni che ciò ha sulla sua vita. In perfetto equilibrio tra variabili e costanti, "Melamorfosi" è una raccolta sui generis in cui il fascino del cambiamento si associa al piacere di un’unica narrazione.

Il Cantiere di Letteratura Notturna è un laboratorio permanente di produzione di racconti brevi con sede all’HulaHoop Club di Roma. Gli autori di questo libro sono: Leonardo Battisti, Patrizia Berlicchi, Alice Colombo, Patrizio D’Amico, Massimo Eternauta, Vale Gorilla1, Marco Lipford, Anna Chiara Maccari, Marco Parlato, Daniela Peruzzo, Davide Predosin, Carlo Sperduti. Con la partecipazione straordinaria di Alessandro Sesto e il supporto di Osvaldo Amari.

ISBN 9788898978014

Alcuni stupefacenti casi tra cui un gufo rotto

01/05/2014 — Davide Predosin

  € 13,70   

 

"Alcuni stupefacenti casi tra cui un gufo rotto" è una raccolta di episodi bizzarri, incidenti di varia natura, più o meno violenti; di imprevedibili trasferimenti di materia, improbabili disturbi e manie. Attraverso un immaginario efferato e comico insieme, si narra il fascino del danno e della beffa. L’assurdo e il grottesco si accompagnano a una leggerezza di fondo, che tempera l’inquietudine e rende confortevole il passaggio attraverso situazioni per molti aspetti sinistre. I protagonisti di tali accidenti, sempre prossimi alla distruzione, alla disgregazione, rimangono però al di qua della catastrofe, a due passi dal baratro, colti dall’ilarità incontenibile del sopravvissuto.

Davide Predosin è nato al Lido di Venezia il 26.01.1978. Ha vissuto al Lido, a Mogliano Veneto e a Venezia. Dal 2004 vive e lavora a Roma. “Alcuni stupefacenti casi tra cui un gufo rotto” (2014) è il suo primo libro. Nel 2015 ha pubblicato con Gorilla Sapiens il romanzo “Lo Sturangoscia“, scritto a quattro mani con Carlo Sperduti. Suoi racconti sono apparsi in diverse antologie.

ISBN 9788898978007

Tiroide

01/02/2014 — Marco Parlato

  € 11,00   

 

Stefano è uno studente universitario fuori sede, affetto da ipertiroidismo. Vive a Roma dando poca importanza al disturbo e curandosi con il Tapazole. Quando smetterà di prendere le pillole, per distrazione e negligenza, i problemi non tarderanno a manifestarsi. Mentre comincia un veloce debilitamento, si troverà coinvolto in una serie di strane vicende che riguardano la vita universitaria, la sua famiglia, i compagni del liceo. Ad accompagnarlo saranno le parole di Oluwafemi, immigrato nigeriano di cui ha casualmente ritrovato il diario. Pur vivendo vite parallele e distanti, entrambi i personaggi affronteranno le loro traversie quotidiane con occhio critico, un’ironia velatamente amara e una punta di rassegnazione. In una narrazione ricca di aneddoti e di osservazioni caustiche, di riferimenti alla cultura pop e di situazioni paradossali.

Marco Parlato è nato a Vico Equense nel 1986. Nel 2014 ha pubblicato il romanzo “Tiroide”. Nel 2015 è sta­to autore del progetto Scritture Giovani del Festivaletteratura di Mantova. Nel 2016 è uscito il suo secondo romanzo "Racconti scelti per pesciolini d'argento" (Gorilla Sapiens Edizioni). Vive e scrive a Foligno, ma giura di riuscirci anche altrove.

ISBN 9788890719790

Un tebbirile intanchesimo e altri rattonchi

01/12/2013 — Carlo Sperduti

  € 11,00   

 

Le parole non sono solo un mezzo per raccontare una storia, ma possono innescarla e influenzarla. In questa raccolta di racconti, il linguaggio interviene nella trama, si fa protagonista o deus ex machina. A legare le tre sezioni del libro (Avventure, Amori, Saggistica) è un umorismo basato tanto sul gioco di parole quanto sul gusto del paradosso. Le narrazioni si sviluppano quindi tra doppi sensi e ambiguità linguistiche, tra sillogismi e sofismi, passando per l’invenzione di una lingua dislessica che ha, in effetti, qualcosa di magico. È il terribile incantesimo della parola che prende il sopravvento sulla narrazione e che esercita il suo potere fascinatorio cogliendo di sorpresa, suscitando il riso e talvolta (come nell’apposito Intermezzo tragico) inquietudine.

Carlo Sperduti è nato a Roma nel 1984. Suoi racconti sono apparsi in antologie edite da CaratteriMobili, Zero91, Gorilla Sapiens Edizioni. Ha pubblicato, con Intermezzi Editore, “Caterina fu gettata” (2011), “Valentina controvento” (2013), “Ti mettono in una scatola” (2014); con CaratteriMobili “Le cose inutili” (2015); con Gorilla Sapiens Edizioni “Un tebbirile intanchesimo e altri rattonchi” (2013), "Sottrazione" (2016) e, a quattro mani con Davide Predosin, “Lo Sturangoscia” (2015).

ISBN 9788890719783

La testa aspra

01/11/2013 — Filippo Parodi

  € 13,50   

 

Un’aspra volontà anima questo libro, la determinazione a esporre con sguardo preciso e impietoso le manie, debolezze e fobie che intrappolano la mente in se stessa, nell’inespugnabile fortezza dei propri meccanismi. La testa aspra non si manifesta come qualcosa di astratto e labile, ma si traduce in una corporeità di vincoli e labirinti allucinatori, nella fascinazione sensuale esercitata da presenze fantasmatiche eppure reali. Ma è anche la costante ribellione a quegli stessi vincoli, l’irriducibile tendenza a una liberazione catartica. Prendono così vita le creature “irrimediabilmente randagie” di questi racconti spietati e metodici, evocativi e mistici.

Filippo Parodi nasce a Genova nel 1978. Ancora bambino si trasferisce a Milano, dove tutt’ora vive. Nel 2003 si laurea in Filosofia, con una tesi in Estetica sul verosimile e il meraviglioso nella poesia. A partire dal 2007 inizia a pubblicare racconti e poesie per diverse riviste d’arte e letteratura. Per Gorilla Sapiens, nel 2012, è uscito un suo racconto nell’antologia Urban Noise. La testa aspra è il suo primo libro.

ISBN 9788890719776

Moby Dick e altri racconti brevi

01/09/2013 — Alessandro Sesto

  € 12,90   

 

Può la letteratura influenzare la routine quotidiana? Cos’hanno in comune le vite di un impiegato e di un poeta maledetto? Perché non bisogna mai dire Adios, Scheherazade? Qual è il vero significato della manzoniana espressione vile meccanico? Come mai Leopardi rimpiangeva la vita prima di Facebook, pur vivendo prima di Facebook? Sono solo alcuni dei quesiti a cui cercherà di rispondere l’eroe di questi racconti: un irriducibile amante dei Classici che proverà a “vivere secondo Letteratura”, cacciandosi suo malgrado in situazioni surreali ed esilaranti. Una guida dissacrante e arbitraria alle opere dei grandi della letteratura.

Alessandro Sesto, nato a Napoli nel 1970, vive a Verona da oltre trenta anni. “Moby Dick e altri racconti brevi” (2013) è il suo primo libro. Nel 2015 ha pubblicato sempre con Gorilla Sapiens Edizioni “Lascia stare il la maggiore che lo ha già usato Beethoven" e nel 2017 “L’occupazione“.

ISBN 9788890719769

Servirà qualcuno che ci legga, alla fine

01/03/2013 — Carlo Zambotti

  € 14,00   

 

Non una semplice raccolta di racconti, ma un universo mutevole e vario, popolato da personaggi eccentrici e sorprendenti. Avventure che delicatamente sconfinano nel fantastico, storie dalla natura malinconica che mai scadono nel melodramma, narrazioni colorate da ironia autentica e spietata, ragionamenti logici ferrei e schizofrenie, gioco intellettuale colto, riferimenti letterari alti, cognizione della bellezza, caos organizzato. Tutto questo è la scrittura di Carlo Zambotti. Voce del narratore che si adatta allo spirito del racconto, gusto della prosa breve e curata, ricchezza di espressioni e possibilità narrative. Arricchito dalle illustrazioni di artisti di grande talento, questo libro rappresenta un varco attraverso il quale accedere a un universo sempre nuovo, e in piena espansione.

Carlo Zambotti nasce in Trentino nel 1977. Si trasferisce a Milano nel 1996. Lavora nell’editoria indipendente per diversi anni come illustratore, fotografo, grafico e giornalista musicale. "Servirà qualcuno che ci legga, alla fine“ è il suo primo libro. Nel 2017 ha pubblicato "Verso il mare in ogni caso" (Gorilla Sapiens).

ISBN 9788890719745

Tanti modi di fuggire da una città

01/11/2012 — Stefano Casacca

  € 14,00   

 

Liber è un uomo in fuga, anzi no, è un uccello. Liber è un uomo libero, anzi no, è un assassino. Liber è uno solo, anzi no, Liber sono tanti. Un personaggio ricorrente, che come nei sogni attraversa città e dimensioni, tracciando ogni volta una storia diversa. Si ramificano così molteplici possibilità di vita e di narrazione. Liber è un personaggio che fugge dalle situazioni difficili, dai ricordi dolorosi, dalle città caotiche, ma ogni fuga non è altro che l’inizio di un viaggio. E così Liber sfugge alle trame dei racconti, si maschera da vecchio, da uomo volante, da miglioratore del mondo, da bambino sognante. Ogni alter ego racconta una storia in più. Trasformarsi, mutare, viaggiare, raccontare: tutto ciò permette a Liber di tenere fede al suo nome, di restare un essere libero. "Tanti modi di fuggire da una città" è un viaggio letterario e poetico a metà tra città reali e dimensioni interiori.

ISBN 9788890719738

Wuh!

20/09/2012 — Andrea Paolucci

  € 13,80   

 

Una raccolta di racconti per esplorare il mondo della discoteca, con le sue luci e, soprattutto, i suoi punti d’ombra. Stralci di vite movimentate, sempre all’affannosa ricerca del puro divertimento, ma anche costrette a confrontarsi con realtà difficili. Con leggerezza e ironia talvolta pungente, Andrea Paolucci tratteggia a rapide e intense pennellate gli universi paralleli di ragazzi un po’ sbandati, ma a modo loro onesti e di buona volontà! Il tutto raccontato con un linguaggio sorprendente, preso dalla strada e lavorato con fantasia e originalità uniche.

ISBN 9788890719714

Urban Noise
Raccolta di racconti

01/06/2012 — aa.vv.

  € 13,50   

 

Voci che raccontano rumori. È così che si può interpretare lo spirito di Urban Noise. Una raccolta di diciassette racconti scritti da giovani autori, che per l’occasione hanno vagato per le vie delle città aguzzando l’udito. Dalla sveglia del vicino, che al mattino molesta il risveglio, ai tacchi che fanno tic tic sui sanpietrini, passando per suoni che nessun altro può udire e che possono rappresentare maledizione o salvezza. Ogni autore ha trovato il suo modo di attraversare il caos urbano, per ascoltare in fin dei conti il proprio rumore interiore. Urban Noise nasce dalla combinazione alchemica di tematiche forti, una brillante ironia e coloriture poetiche, il tutto declinato in una varietà di stili di scrittura che sorprenderanno il lettore a ogni pagina.

Autori (in ordine di apparizione): Alessandro Sesto, Anna Giurickovic, Alessandro Buttinelli, Laura Ardito, Martina Piperno, Vincenzo Mancini, Vito Carone Di Grassi, Andrea Paolucci, Gino Palummo, Olivia Marusi, Aurelio Traversa, Carlotta Doria, Carlo Zambotti, Filippo Parodi, Luca Tacchetti, Agata Petra, Stefano Casacca.

ISBN 9788890719707