Wojtek è una casa editrice indipendente che punta tutto sulla narrativa di qualita'. È un modo per modellare il presente in un libro, per farselo raccontare con le voci che ha immaginato. Wojtek non ha urgenza di pubblicare a tutti i costi, aspetta il libro giusto per lavorarlo con attenzione, dedicandogli il giusto tempo, per anteporre sempre la qualità alla fretta. Wojtek guarda a nuovi lettori, senza paura di finire in luoghi dove nessun libro è mai stato. È ricerca continua di autori in grado di sperimentare linguaggi inediti e fotografare, come in un'istantanea, l'attimo vissuto

 

 PDF    LISTINO    XLS 

CATALOGO  PDF 

Il Tempo di Morire

01/04/2019 — Eduardo Savarese

  € 14,00   

 

C’è un tempo per morire e di morire per ognuno di noi, difficile pensarci e difficile ancor più parlarne, perché di morte non si parla, nonostante sia la fine che attende tutti. Il testo di Savarese, invece, disseziona il tema della morte: morte prematura, morte improvvisa, suicidio, eutanasia, nutrizione artificiale, dignità e santità della morte. In un andirivieni continuo tra racconto autobiografico e trattazione saggistica, le pagine di Savarese, con grande levità di toni, pongono dubbi e cercano risposte da una prospettiva che è, insolitamente, al contempo laica e religiosa. Il tempo di morire dà un esempio e un contributo concreti a uno degli obiettivi perseguiti dall’autore: la creazione di una cultura della morte.


ISBN 9788894334517

Il Circo

01/03/2019 — Miranda Mellis

  € 0,00   

 

ISBN 9788894334548

Il cadavere di Nino Sciarra non è ancora stato trovato

01/01/2019 — Davide Morganti

  € 14,00   

 

I fratelli Sciarra, siciliani trapiantati a Napoli, sono morti. Un uomo ha il compito di entrare in casa e recuperarne i corpi. Uno dei cadaveri viene trovato subito; dell’altro non c’è traccia. Oltre la soglia dell'abitazione, cianfrusaglie accatastate, cicche di sigarette, spazzatura, cibo avariato e libri. Soprattutto libri. L’uomo viene inghiottito dalle stanze in cui vaga senza requie e si perde nelle pagine di autori dimenticati. Nel corso della sua vana ricerca, il mondo degli Sciarra prende corpo; quello in cui l’uomo vive, al contrario, perde consistenza, finché le due realtà si confondono con l’universo emerso dai libri. Un romanzo in cui divagare è il solo modo per perseverare nella ricerca. Dopo Caina (Fandango, 2009) e La consonante K (Neri Pozza, 2017), Davide Morganti scrive un’opera enigmatica, in bilico tra il reale e l’assurdo.

Davide Morganti è scrittore, sceneggiatore e drammaturgo. Collabora con i quotidiani la Repubblica, Corriere del Mezzogiorno e Il Mattino. Ha pubblicato i libri: Moremò (Avagliano, 2006), L’asciutto e la marea (Gremese, 2008), Caina (Fandango, 2009), Tre volte 10 (ad est dell’equatore, 2012) e La consonante K (Neri Pozza, 2017). Il film Caina, scritto insieme al regista Stefano Amatucci, ha vinto il Festival del Cinema di Parigi ed è entrato nell’ultima selezione italiana per l’Oscar al miglior film straniero.

«Davide Morganti irrompe nel nostro panorama letterario col piglio del guastatore: solo lui poteva scrivere questo appassionato, commovente, originalissimo omaggio agli irregolari, ai dimenticati, ai minori della letteratura italiana contemporanea; un omaggio che è anche, allo stesso tempo, un gesto di pietas e un atto d’amore». Fabrizio Coscia - Il Mattino


«Uno dei più originali scrittori italiani». Il Fatto Quotidiano

ISBN 9788894334593

Tu che eri ogni ragazza

16/09/2018 — Emanuela Cocco

  € 14,00   

 


Roma Termini. Le porte si aprono con un gemito: i viaggiatori entrano dall’uscita, corrono via dall’entrata. A pochi passi dai binari uccidono una ragazza. Restano un padre e una madre e una domanda: perché noi? L’uomo, per superare il lutto, diventa un “buon samaritano”. Distribuisce monete al bar della stazione e per questo lo chiamano Gesù. Jungla ha quindici anni, un cuore vuoto, un fisico enorme. Porta le ferite di un’infanzia marchiata dall’afasia e dell’affido ai servizi sociali. A Roma non ci è mai stata. Dopo aver subito violenza sessuale, scappa e corre a prendere il primo treno per la capitale. Viene accolta dal disprezzo dei coetanei, che presto si tramuta in spietata violenza. Quando i binari di Jungla e di Gesù si incrociano, la ragazza si abbandona alla speranza che lui possa salvarla. Una storia violenta. Un romanzo morale in cui tutto si gioca sulla linea mediana tra il dentro e il fuori, tra la durata e l’estinzione.

Emanuela Cocco è autrice teatrale di drammi e monologhi pubblicati e rappresentati. Ha collaborato alla scrittura dell’audiodramma di Sandrone Dazieri Le madri atroci (Feltrinelli editore, 2012). È redattrice della rivista di drammaturgia contemporanea “Perlascena”. Cura la rubrica di analisi letteraria “Esplorazioni” sulla rivista “L’Irrequieto”. Suoi racconti sono stati pubblicati sulle riviste “Verde” e “L’irrequieto”. Tu che eri ogni ragazza è il suo primo romanzo.


ISBN 9788894334524

Gli affetti provvisori

01/05/2018 — Anna Adornato

  € 14,00   

 

Questo romanzo è un cerchio dove tutto inizia e poi si attorciglia e ritorna al Disamore da cui è partito, l’assenza dell’amore e peccato originale coincidono senza via di risoluzione.

Sophia sta ferma e aspetta. Sta seduta a un tavolo invisibile e aspetta immobile. Ha un ragazzo che non ama, con brutte scarpe e un certo sovrappeso, il cui unico pregio sembrerebbe quello di avere una casa di proprietà che può accoglierla; ha un padre che ne monitora i cambiamenti di peso valutandone la circonferenza dei polsi; una madre che si è rotta, strappata negli angoli più bui della mente dopo la nascita del secondo figlio, e la cui infelicità irrevocabile è la tara che Sophia riceve in dote. Una narrazione famigliare dove il Tempo è l’offesa più grande, perché laddove esiste il Tempo, è impossibile la scelta, “scegliere e sbagliare e non avere più tempo” è questo che terrorizza. La Fine esiste e nessuno si muove perché la Fine esiste, inappellabile.

Nata alle postreme longitudini d'Italia con molti capelli neri in testa, coltiva oggi una malinconica allegrezza alle pendici opposte della penisola, i capelli nel frattempo sono diventati biondi. Con sua grande sorpresa e un certo disappunto ha da poco superato la soglia dei trent'anni. Però prima di iniziare a dolersi per la fine dei venti ha trovato il tempo di tenere una rubrica su lettera43 (la borghese amorale), pubblicare un romanzo e mangiare carne cruda con le mani (ma era per un reality). Vive da più di tre anni nella stessa casa: lo considera un miracolo di ostinazione e perseveranza.

Anna Adornato è una bomba (Vanity Fair).

Una voce nuova e originale per raccontare i pensieri (Cosmopolitan).

ISBN 9788894334500