ilTestoEditor cura l'aspetto editoriale dell'Associazione Culturale Radici nel Tempo che nasce con l'intento di valorizzare e promuovere il patrimonio storico, artistico e letterario della nostra Terra. Consente soprattutto ai giovani che hanno la passione per la ricerca e l'amore per l'arte di esprimere attraverso l'editoria il meglio di se stessi. Accoglie autori noti e meno noti radicati nel territorio e capaci di dare un contributo allo sviluppo del pensiero. L'Associazione promuove una serie di attività: convegni, dibattiti, presentazione di libri. proiezioni di filmati. Partecipa ai bandi regionali per lo sviluppo e la crescita del territorio e realizza documentari per la valorizzazione del patrimonio storico, artistico e culturale. Collabora col Dipartimento di Studi Umanistici dell'Università della Calabria e attraverso la pubblicazione di una Collana che mette in risalto il "legame tra pensiero e territorio", si sofferma su quelle figure che hanno segnato la storia e la civiltà di un popolo,.

 

 PDF    LISTINO    XLS 

CATALOGO  PDF 

All that you need

01/05/2018 — AA.VV.

  € 10,00   

 

New Orleans è la città, Leo il misterioso ambiguo proprietario di All That You Need, il negozio in cui si può trovare di tutto. E di quel tutto fanno parte i sogni, i desideri, le paure, le passioni che muovono l’animo umano. Alcuni autori del gruppo di scrittura on line SimpOzio hanno raccolto la sfida di raccontare storie gialle o noir ambientate nella città del jazz e legate, secondo la propria personale ispirazione, all'inquietante personaggio di Leo di cui sono state date inizialmente alcune semplici connotazioni. I racconti, naturalmente diversi per stile e contenuto, ci conducono nella penombra del negozio che " sa di polvere e di sudore", dove ogni angolo trabocca di cose, le più straordinarie, e nella selva oscura della vita dei protagonisti - uomini, donne, adolescenti - che nel loro cammino terreno vagano come anime disperate alla ricerca della propria salvezza o dannazione.

ISBN 9788899017279

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Vincenzo Padula
Storia di una negazione e di una riscoperta

01/04/2018 — Domenico Scafoglio

  € 9,90   

 

Lo scopo di questo saggio che si richiama ad un precedente che scrissi nel 1970 è di capire i modi e le ragioni dell’emarginazione storica di uno scrittore di indubbio talento, attraverso l’analisi minuziosa e sistematica di una vastissima documentazione in larga misura da me ritrovata e raccolta per la prima volta. Quell’opera parve a qualche recensore intelligente un lavoro di «decostruzione», che faceva di essa un caso emblematico di «critica della critica letteraria e delle sue istituzioni», mostrando come queste ultime esercitino in maniera diretta o implicita, volontaria o inconsapevole, una forma di censura, che ha la funzione di conferire irrilevanza ad autori ed opere portatori di una diversità, incompatibile con i valori e le regole della cultura ufficiale. In realtà, si tratta di liberare la biografia di Padula e le sue opere dalle deformazioni prodotte da oltre un secolo e mezzo di censura, e di cominciare a conoscerlo nella sua complessità attraverso le analisi più approfondite e originali dei suoi testi, che hanno inaugurato la nuova stagione della critica paduliana.

Domenico Scafoglio, nato a Savelli (KR), è stato professore ordinario di Antropologia culturale all’Università di Salerno ed ha insegnato all’Istituto Universitario Suor Orsola Benincasa, all’Università della Calabria. Ha tenuto anche corsi, conferenze e lectiones magistrales alle Università di Nizza, all’UAM di Città del Messico, all’Università di Morelia e del Guatemala. Ha fondato e diretto il Laboratorio antropologico dell’Università di Salerno. E’ presidente di "La Rete - Associazione per l'unificazione dei Saperi Antropologici, Letterari, Filosofici, Psicologici" con sede in Napoli. È cofondatore e condirettore della rivista “Quaderni di Antropologia e Scienze umane” dell’Università di Salerno e della “Rete”. Ha condotto ricerche nei territori più consolidati del lavoro antropologico e in aree d'interferenza multidisciplinare, in cui le tematiche antropologiche risultano connesse in modo particolare con quelle storiche, letterarie, psicologiche e filosofiche. Ha pubblicato quarantadue volumi e 168 saggi su riviste italiane, francesi, tedesche, statunitensi e latinoamericane.

ISBN 9788899017248

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook6

Arti, linguaggio, tecnica
Per un'estetica dei mezzi espressivi

01/03/2018 — Romeo Bufalo

  € 16,00   

 

I saggi raccolti nel presente volume ruotano intorno a due nodi problematici tra loro fortemente intrecciati: quello rappresentato dal rapporto tra l’estetica come teoria della sensibilità e la filosofia dell’arte, e quello relativo alla diversa incidenza che la specificità empirica della strumentazione tecnica, o dei ‘linguaggi artistici’, per adoperare un’espressione molto controversa che ricorre spesso nelle pagine di questo libro, manifesta sulla fisionomia (e quindi sul risultato artistico) di ciascuna arte.

Romeo Bufalo è professore di Estetica presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università della Calabria. Dirige, per Aracne, la Collana di Studi di Estetica «Il bosco sacro», e, per Il testo editor, la Collana «Pensatori calabresi». Si è formato nell’Istituto di Filosofia «Galvano Della Volpe» dell’Università di Messina sotto la guida di Mario Rossi, Nicolao Merker e Lia Formigari, dei cui insegnamenti il presente volume reca più di una traccia. Le sue ricerche sono state quasi tutte orientate al recupero delle ragioni filosofiche del sensibile di cui ha cercato di mostrare l’incidenza sul piano intelligibile. Ha scritto su Kant, Hegel, Diderot, Galluppi, Bergson, Della Volpe, Dewey, Diano, Garroni. Tra le sue pubblicazioni: Piacere e bellezza, (Soveria Mannelli, 2000), Il comico tra estetica e filosofia (Napoli, 2001), L’esperienza precaria. Filosofie del sensibile (Genova, 2006), Il mondo che appare. Storie di fenomeni (Milano, 2011).


ISBN 9788899017224

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Il Palazzo Lombardi-Satriani in San Costantino di Briatico
L'antico legame tra casato e territorio. Con DVD-ROM

01/03/2018 — A. Molea

  € 15,00   

 

Racconta la storia di una famiglia trasferitasi dopo il terremoto del 1783 da Vibo Valentia a San Costantino di Briatico (VV). Una famiglia divenuta negli anni polo di aggregazione sociale e nucleo delle principali attività economiche funzionali all’intero territorio. Il filmato parte da una panoramica di San Costantino, focalizza il Palazzo dei Lombardi Satriani, si sofferma sulla storia del casato e su alcune figure quali Alfonso e Raffaele Lombardi Satriani. Questo Palazzo fu meta e luogo di richiamo di diversi personaggi, come Pasquale Galluppi, Gerhard Roholfs e Fortunato Seminara. Nel documentario assume rilevanza l’intervista di Romeo Bufalo a Luigi M. Lombardi Satriani, in cui si delineano importanti aspetti della biografia intellettuale dell’antropologo calabrese in relazione al mondo accademico messinese e cosentino. Il libro, invece, si apre con una relazione della prof.ssa Francesca Valensise che si sofferma sullo stile architettonico del fabbricato e sul modus vivendi della famiglia Lombardi Satriani nel contesto della nobiltà meridionale del Sette-Ottocento. Seguono le testimonianze dei più noti allievi di Luigi, da Ottavio Cavalcanti a Vito Teti, e in appendice una riproduzione di documenti, codici, pergamene e foto che hanno variamente segnato la storia di questo casato.

ISBN 9788899017262

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Montepaone
Lacerti di un passato luminoso. Scampoli di cronaca recente

01/07/2017 — Francesco Pitaro

  € 12,00   

 

Montepaone è una piccola e ridente cittadina che si affaccia sul golfo di Squillace, in provincia di Catanzaro. Tanto piccola, però, quanto ricca di storia di antiche tradizioni artigianali e gastronomiche, e si prepara la copéta (tipico dolce natalizio a base di sesamo e miele). Inoltre questo centro vanta il primato di aver dato i natali a fior di uomini illustri. Su tutti, spiccano i nomi di Saverio Mattei, Gregorio Mattei, Luigi Rossi, Gregorio Di Siena. In più, due vescovi (fra Serafino da Squillace e Francesco Antonio Spadea) e due santi (san Basilio Scamardì e il beato Dionisio). Montepaone è altresì terra di forte vocazione religiosa che ha dato alla Chiesa molti consacrati e consacrate, tra i quali Mario Squillace e Salvatorina Casadonte. Tutto questo, e altro, è ampiamente riportato in questa pubblicazione di Francesco Pitaro, a ventisei anni di distanza dall’uscita della sua prima monografia (Montepaone, una storia e una leggenda, 1991) dedicata a questa località, che egli, a ragione, considera la sua seconda patria.

Francesco Pitaro è nato a Gagliato (CZ) il 17 febbraio 1953, e vive a Montepaone. Giornalista, ha collaborato alla Radio Vaticana e scritto per Tuttosport, Corriere dello Sport-Stadio, Giornale di Napoli. È stato comunicatore presso il Dipartimento “Politiche comunitarie” e all’Unità di progetto “Relazioni internazionali” della Regione Calabria. È stato collaboratore fisso del trimestrale di cultura Calabria Letteraria e ha scritto, fra l’altro, per le pagine “Regionale”, “Commenti” e “Cultura e Spettacolo” di Gazzetta del Sud. Finora ha dato alle stampe le seguenti pubblicazioni: Gagliato, radiografia di un paese di Calabria (1989); Montepaone, una storia e una leggenda (1991); Penzéri a lufhocularu, poesie in vernacolo calabrese (1992); La Calabria sul soglio di Pietro, i papi calabresi secondo la tradizione (1993); Terra di Calabria (1995); Asterischi (1996); Dolce paese, racconti (1996); Tiempi antichi, poesie dialettali calabresi (1997); Saverio Mattei, letterato e giurista del XVIII secolo (1997); Gregorio Mattei e Luigi Rossi, martiri della Repubblica partenopea (1999); La Calabria e la Repubblica napoletana, scritti e interventi nell’anno del bicentenario (2000); Religiosità in Calabria (2002); Sorella Carità, suor Salvatorina del Divin Cuore (2005); Calabria in terza pagina (2010); Camicie rosse in Calabria, scritti e riflessioni nell’anno del 150° anniversario dell’Unità d’Italia (2011); A Muntipauna, storia di una comunità in versi dialettali (2013); Natale d’altri tempi (2013); Magico Natale, racconti e poesie dialettali calabresi (2013); Copéta, dolce natalizio (2014); Cunti e canti, personalità calabresi illustri in versi dialettali (2014); Lungo il Golfo di Squillace (2014); Calabria racconta, recensioni di opere di autori calabresi (2015); Pagine scelte di storia calabrese (2015); Massoneria e massoni nella storia della Calabria (2016).

ISBN 9788899017200

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Francesco Fiorentino Felice Tocco e l'identità della filosofia italiana dell'Ottocento

01/03/2017 — Santina Manieri

  € 9,90   

 

Il libro propone un’indagine su Francesco Fiorentino e Felice Tocco, due tra i più significativi filosofi del secondo Ottocento italiano che hanno dato un importante contributo alla cultura italiana ed europea della loro epoca e i cui studi costituiscono ancora oggi un punto di riferimento essenziale per gli storici della filosofia. L’analisi dei due pensatori calabresi proposta mira a tratteggiarne in maniera generale il profilo biografico e intellettuale per poi soffermarsi più diffusamente sul loro interesse per Kant e su quello per il Rinascimento che, a ben vedere, appaiono strettamente correlati. Il loro interesse verso l’epoca rinascimentale rivela la loro posizione intorno ad una problematica cruciale e ampiamente dibattuta nell’Ottocento che è quella della ricerca e della costruzione dell’identità della filosofia italiana o, altrimenti detto, della tradizione filosofica italiana. Nell’approccio al Rinascimento si consolida una metodologia in cui si colgono le tracce di un kantismo legato ai dati provenienti dall’esperienza fenomenica, anche se, giova sottolinearlo, la loro lettura di Kant va ben oltre il rilievo attribuito ai dati sensibili ed empirici e valorizza ampiamente gli orizzonti della libertà e del primato della ragion pratica.

Santina Manieri è Dottore di Ricerca in Etica e Storia della filosofia. In base ai suoi interessi filosofico-morali, in qualità di Assegnista di Ricerca presso l’Università degli Studi della Calabria, ha sviluppato una ricerca volta a mettere in luce e valorizzare il ruolo – spesso invece valutato come secondario o addirittura marginale – della componente kantiana presente nella filosofia italiana. Ciò in particolare a partire dall’indagine del neokantismonel periodo immediatamente post-unitario, ed anzitutto nell’Italia meridionale: dove cioè più immediatamente poteva irragiarsi l’influenza della Scuola hegeliana di Napoli centrata sulla figura e il pensiero di Bertrando Spaventa. Intorno al neokantismo di Francesco Fiorentino e Felice Tocco ha pubblicato diversi saggi e il volume Il 'ritorno a Kant' e lo studio del Rinascimento in Francesco Fiorentino e Felice Tocco, Pellegrini, Cosenza, 2006. In seguito si è occupata del neokantismo di Filippo Masci in Il soggetto morale tra filosofia e scienze. L’etica di Filippo Masci nella filosofia italiana tra Ottocento e Novecento, Napoli 2012.

ISBN 9788899017170

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook6

Il profumo del rimapianto

01/03/2017 — Anna Maria Casalino

  € 8,00   

 

ISBN 9788899017187

Augusto vera e la filosofia hegeliana

01/12/2016 — Teresa Cricelli

  € 20,00   

 

Con quest’opera Teresa Cricelli intende ricostruire e approfondire il percorso filosofico seguito da Augusto Vera nel contesto della ricezione italiana del pensiero hegeliano. Il Vera originario di Amelia (Terni) è stato un filosofo europeo, ma anche uomo politico e senatore del Regno d’Italia. Dopo gli studi compiuti a Roma, nel 1835 lasciò l’Italia per trasferirsi a Parigi, ove ricoprì la cattedra di filosofia in alcune città della Francia e poi della Svizzera. Vera, che scriveva correttamente in francese ed in inglese così come in italiano, divenne l’artefice della diffusione della filosofia di Hegel in Europa, nonché esponente non trascurabile del sistema hegeliano in Italia. Dall’analisi della Cricelli, emerge che Augusto Vera, come pensatore e filosofo, deve essere considerato a pieno titolo tra i più significativi rappresentanti dell’hegelismo italiano. Scopo di questo lavoro è, dunque, quello di dare il giusto riconoscimento ad una figura di pensatore che a pieno titolo si inserisce nel panorama culturale del risorgimento nazionale. Così, scrive Girolamo Cotroneo, la Cricelli ripensando in modo affatto nuovo il pensiero di Augusto Vera e il contesto storico-filosofico in cui si colloca, non solo rivaluta la figura di Augusto Vera, ma l’intera cultura italiana dell’Ottocento, che, non è stata soltanto un’appendice più o meno ripetitiva della grandi filosofie straniere, ma ha fornito, una nuova e diversa immagine di quest’ultima, liberandola da quella che è stata la 'deminutio' operata su di essa, dagli stessi nostri grandi del Novecento, i quali hanno voluto vederla soltanto come una modesta premessa al neoidealismo di Giovanni Gentile o allo storicismo di Benedetto Croce.

Teresa Cricelli è nata a Torino nel 1961, ma risiede da diversi anni a Siderno. Si è laureata in Scienze dell’Educazione con 110 e Lode presso l’Università degli Studi di Messina dove ha pure conseguito il Dottorato di Ricerca in “Metodologia della Filosofia”. Ha proseguito gli studi alla Sorbonne di Parigi concentrando la sua ricerca sulla figura di Augusto Vera del quale ha recuperato e tradotto in italiano alcuni suoi saggi, scritti in lingua francese, riguardanti l’Idealismo tedesco e la giustificazione storica della Rivoluzione francese. Testi che ritroviamo in Appendice a questo volume, in cui l’autrice mette in risalto la sua rilevanza nel panorama culturale del Risorgimento nazionale e la sua influenza nel contesto dell’ortodossia hegeliana. Con altri autori ha collaborato nella pubblicazione di due articoli scientifici apparsi nella rivista Science And Technology For Cultural Heritage: The Difficulty To Investigate The TurinShroud, 20 (1-1) 2011, Fabrizio Serra Editore, Pisa- Roma, MMXI, p. 17 e Il Meccanismo Di Formazione Dell’immagine Sindonica, 21 (1-2) 2012, Fabrizio Serra Editore, Pisa-Roma, MMXI, p. 21. Attualmente insegna storia e filosofia presso i Licei della provincia di Reggio Calabria ed è Cultore della materia in Storia della Filosofia presso l’Università degli studi di Messina.

Primo Premio Sezione Saggistica "Città di Siderno", Ed. 2017

ISBN 9788899017163

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Favole insieme

01/10/2016 — Maria Scrivo

  € 9,00   

 

ISBN 9788899017156

Gioacchino da Fiore e il carattere meridiano del movimento francescano in Calabria

01/07/2016 — Luca Parisoli

  € 9,90   

 

La figura di Gioacchino da Fiore viene qui collocata nella sua particolarità di dimensione meridiana, individuando una serie di nodi che lo pongono in contrasto con il pensiero dominante, di dimensione ‘settentrionale’, della sua epoca e degli anni che seguono alla sua morte. L’esperienza particolare del movimento francescano in Calabria è utilizzata come cartina di tornasole per meglio comprendere questa nota caratteristica meridiana che consente di situare senza fraintendimenti le divergenze concettuali che connotano un pensiero, quello gioachimiano, ricco di tante suggestioni e di tanti sentieri a strapiombo.

Luca Parisoli insegna Storia della filosofia antica e Storia della filosofia medievale presso l’Università della Calabria, incardinato nel Dipartimento di Studi umanistici. È pure da alcuni anni professore invitato nel locale Istituto teologico cosentino, Rende (CS), e presso la Pontificia Università Antonianum, Roma. Ha pubblicato e curato volumi dedicati al pensiero francescano medievale, con particolare attenzione a Giovanni Duns Scoto, e numerosi articoli su riviste accademiche, in cui la riflessione, dalle logiche non-classiche all’ontologia, dal diritto naturale alla filosofia pratica, si declina secondo una costante attenzione al pensiero nel mondo antico e nel mondo medievale.

Primo Premio San Francesco, "Pontificia Università Antonianum" Roma, Ed. 2017.

ISBN 9788899017095

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook1

Via XX settembre

01/07/2016 — Pancrazio Tobruk

  € 8,00   

 

ISBN 9788899017132

Zagarise in un arcobaleno di storia: dalla bilancia ad E
T.

01/07/2016 — Pietro Damiani

  € 12,00   

 

ISBN 9788899017125

Pagine scelte di storia calabrese

01/12/2015 — Francesco Pitaro

  € 10,00   

 

ISBN 9788899017101

Scienza e teologia nella Calabria moderna
Philosophi naturali e astronomi mathematico-microcosmici

01/12/2015 — Raffaele Cirino

  € 9,90   

 

Il proposito del presente volume è quello di tratteggiare un percorso articolato del pensiero filosofico calabrese, il quale ha fornito notevoli contributi alla scienza italiana e continentale nei secoli XVI e XVII. Lo scritto, proprio come deve essere per ogni lavoro che si occupa della modernità, non ha pretese esaustive; specie se prende in considerazione un nutrito numero di "scienziati" ed "uomini di Chiesa" come Lilio, Foscarini, Astorini ed altri, nei quali le due definizioni confluiscono nel medesimo personaggio. Più che tra "scienza e fede", si è ritenuto epistemologicamente più corretto parlare di rapporto tra "scienza e teologia", riconoscendo anche per quest'ultima un proprio particolare statuto scientifico. Il punto di riferimento comune è il cielo, nell'accezione più estesa del termine, nel quale trovano posto le ampie meditazioni di astronomi, astrologi, filosofi naturali e teologi.




Già dottore di ricerca in “Teoria e storia della storiografia filosofica”, Raffaele Cirino è assegnista di ricerca presso il Dipartimento di studi umanistici dell’Università della Calabria. È autore di numerosi articoli apparsi su diverse riviste scientifiche, nonché di saggi pubblicati in volumi collettanei. I suoi interessi vertono sulla filosofia della scienza moderna con particolare riferimento alla fisica-matematica di G. W. Leibniz. Ha pubblicato, inoltre, tre monografie: Dal movimento alla forza. Leibniz: l’infinitesimo tra logica e metafisica (2006); Foscarini meteorologo. Divinazione naturale e filosofia della natura (2009); Leibniz e il criterio di convenienza. La fisica come specchio della filosofia (2012).

ISBN 9788899017088

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook5

Lungo il golfo di Squillace
Sguardo sulla Valle di Sainaro

20/08/2015 — Francesco Pitaro

  € 10,00   

 

ISBN 9788899017033

Quando i giorni non erano ancora
... La figura e l'opera di Mariano Meligrana

01/05/2015 — Luigi M. Lombardi Satriani

  € 9,90   

 

Mariano Meligrana è stato un pensatore profondo, autore di importanti e innovativi saggi demo-antropologici, docente rigoroso e appassionato, pubblicista, ideatore e organizzatore di iniziative politico-culturali originali e di grande coinvolgimento democratico. Questo volume ripercorre con estrema, puntuale lucidità gli aspetti della sua complessa personalità, mettendone in luce i tratti salienti. L'autore di esso ha condiviso con Meligrana il suo itinerario scientifico ed esistenziale, a lui legato da vincoli intellettuali, familiari, amicali.

Luigi Maria Lombardi Satriani (S. Costantino di Briatico, VV, 1936) è stato professore ordinario di discipline antropologiche all'Università La Sapienza di Roma e attualmente insegna nell'Università Suor Orsola Benincasa di Napoli. Ha insegnato presso gli atenei di Messina, di Napoli, della Calabria, di Austin (Texas), di San Paolo (Brasile) e ha tenuto seminari e cicli di conferenze in diverse università italiane e straniere. È stato Senatore della Repubblica nella XIII Legislatura (dal 1996 al 2001). È Presidente onorario dell'Associazione Italiana per le Scienze Etno-antropologiche (Aisea). Tra le sue opere, molte della quali tradotte in altri paesi, ricordiamo: Folklore e profitto (Guaraldi, 1973); Antropologia culturale e analisi della cultura subalterna (Rizzoli, 1974); Il ponte di San Giacomo (Sellerio, 1989) e Un villaggio nella memoria (Gangerni, 1987) entrambi in collaborazione con Mariano Meligrana; La Stanza degli specchi (Meltemi, 1994); Nel labirinto. Itinerari metropolitani (Meltemi, 1996); De sanguine (Meltemi, 2000); Natuzza Evolo - Il dolore e la parola (Armando, 2006); San Gennaro - Viaggio nell'identità napoletana (Armando 2014) entrambi in collaborazione con Maricla Boggio; Potere Verità Violenza (Città del Sole, 2014) . Collabora a diverse riviste scientifiche e a quotidiani di diffusione nazionale.

ISBN 9788899017071

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook1

Calabria racconta
Recensioni di opere di autori calabresi

20/12/2014 — Francesco Pitaro

  € 10,00   

 

ISBN 9788899017057

Fisica
.. ed anche col gatto gioca a dadi

01/01/2014 — Pietro Damiani

  € 10,00   

 

ISBN 9788899017040