Casa editrice specializzata in narrativa fantastica e poesia www.kipple.it

 

 PDF    LISTINO    XLS 

CATALOGO  PDF 

Lo Zar non è morto
NeXT-Stream

22/06/2020 — Aa.Vv.

  € 15,00   

 

Antologia di undici storie ucroniche, fantapolitiche o semplicemente ambientate in un "tempo fantastico" che, lette una di fila all'altra, sembrano riscrivere gli ultimi cent'anni di Storia, quel lasso temporale che ci separa dalla nascita della contemporaneità e dalla scomparsa degli Zar. Una Storia a volte bizzarra, altre assolutamente plausibile, che parte dalla fuga di Anastasija Romanova, tocca il fascismo, il Duce, la Resistenza, gli anni Sessanta, Berlinguer, fino ad arrivare ai giorni nostri e proiettarsi nel futuro, facendo ricorrere, in contesti diversi, gli stessiinquietanti interrogativi storici e sociali.

Lo zar non è morto Grande romanzo d'avventure è un romanzo scritto nel 1929 da un gruppo di letterati italiani provenienti da diverse correnti culturali capeggiati dal padre del Futurismo: Filippo Tommaso Marinetti. A distanza di quasi un secolo, parafrasando un celebre album dei CCCP, curatori e autori sfidano i lettori a trovare le "Affinità e le divergenze tra il futurista Marinetti e noi, del conseguimento della maturità letteraria".

ISBN 9788832179309

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook4

Cronache dell'Armageddon

16/06/2020 — 10 autori per Alan D. Altieri

  € 15,00   

 

Cronache dell’Armageddon raccoglie venti contributi tra narrativa e realtà, tra omaggio e memento lungo i sentieri tracciati da Alan D. Altieri.
Autori, colleghi, amici e familiari ricordano il bardo dell’Apocalisse, l’esploratore del vuoto.
Der Wolf. Sergio Altieri. Sergio “Alan D.” Altieri è una figura nodale nel panorama della letteratura italiana di genere,
il fulcro di un rinnovamento tematico e stilistico
che dagli anni ’80 arriva fino a noi e proseguirà negli anni che verranno. Con un ventaglio di attività che ha abbracciato larga parte della filiera editoriale – nelle vesti, di volta in volta, di autore e sceneggiatore, di traduttore di classici moderni e contemporanei e di curatore di collane – ha lasciato un segno indelebile nei lettori e negli scrittori che hanno avuto il privilegio di lavorare con lui, così come in una nuova generazione di autori cresciuta leggendo i suoi libri.

ISBN 9788832179279

Rizomi del sole nascente

27/05/2020 — Aa.Vv.

  € 15,00   

 

“La Cina è vicina è il titolo di un film del 1967 di Marco Bellocchio (dove in verità di cinese c’era soltanto il maoismo di uno dei personaggi) diventato poi un modo di dire applicabile a varie situazioni. Lasciando da parte le emergenze sanitarie, a noi interessa il mondo fantascientifico, che da qualche anno vede il Paese orientale sempre più protagonista. Da quando il romanzo Il problema dei tre corpi di Liu Cixin fu pubblicato in America vincendo poi il Premio Hugo, cinque anni fa, o ancora prima da quando Ted Chiang si è affacciato alla ribalta negli anni Novanta, la Cina si è conquistata un suo spazio nell’ambito della science-fiction. Spazio apertosi ultimamente anche in Italia che ha potuto così conoscere altri autori cinesi. E non parliamo solo di Cina, perché è tutto l’Estremo Oriente a beneficiare di questo interesse, a partire dal Giappone che ha una grande tradizione anche se soprattutto nel cinema e nei fumetti: non a caso nell’ultimo numero (l’88 al momento in cui scrivo) della rivista Robot sono presenti una giapponese e un malese, dopo che la stessa rivista negli anni aveva pubblicato altri scrittori cinesi o sinoamericani.
Da queste considerazioni nasce l’idea di una antologia che affronti in chiave fantascientifica il rapporto tra Oriente e Occidente, quindi racconti basati – o, meglio ancora, immersi – nelle culture orientali, più segnatamente nelle loro discipline o dottrine, dall’induismo allo zen, dal confucianesimo al taoismo, al buddismo e via dicendo. C’è però da dire che non tutti gli autori sono riusciti a seguire le indicazioni date dal curatore: se qualche racconto è davvero basato sul rapporto tra queste due culture, in altri è più sfumato, a livello di suggestione più che di consapevolezza, fino ad arrivare a un paio che di orientale hanno solo l’ambientazione. Si tratta comunque di bei racconti e assieme all’editore pensiamo che alla fine rendano l’antologia più variegatai”.

Undici autori hanno psrtecipato questa antologia, curata da Gian Filippo Pizzo: Danilo Arona, Serena M. Barbacetto, Sandro Battisti, Stefano Carducci, Irene Drago, Alessandro Fambrini, Antonino Fazio, Lukha B. Kremo, Franco Ricciardiello e Monica Serra.

ISBN 9788832179248

Olonomico

13/01/2020 — Sandro Battisti

  € 15,00   

 

Lycia e Storm vivono empaticamente un viaggio psichico che li porta a lambire i confini del potente Impero Connettivo, governato da un Nephilim e da schiere di postumani. Le legioni imperiali si impongono sullo spazio e sul tempo ma i nemici non mancano, i due protagonisti si troveranno a essere loro stessi struttura dell’Impero e delle sue lotte contro luoghi disabitati algidi e perfetti.

Nell’Impero Connettivo, un Impero postumano esteso sul tempo e sullo spazio, fortemente simile a quello Romano, governa un alieno, un Nephilim: l’imperatore Totka_II. Con il suo alto funzionario Sillax, continuano a progettare espansioni territoriali e temporali. Le loro nuove mire si concentrano su una vasta regione dove i giovani Lycia e Storm interagiscono caoticamente con uno strano personaggio che si nasconde dietro movimenti apparentemente incomprensibili.
L’Impero, governato da una stirpe di alieni semieterni, causa prima dell’umanità e poi della postumanità, è davvero così florido? Che cosa accadrà, quando i percorsi di tutti i personaggi del romanzo s’incontreranno, e utilizzeranno tutti i continuum con cui verranno in comunicazione? Una splendida metropoli, asettica e algida li attende…

Sandro Battisti è uno degli iniziatori del connettivismo ed è covincitore del Premio Urania 2014; editor della Kipple Officina Libraria, è autore del ciclo dell’Impero Connettivo, dove alieni nephilim regnano in un impero postumano sullo spazio e sul tempo. È stato curatore di altre antologie connettiviste ed è sempre stato contagiato dalla psichedelia, dal gothic e dalla scena alternative – in lui le suggestioni musicali hanno un posto predominante e lo ha anche l’anarcopunk. Il suo sito è http://hyperhouse.wordpress.com.

ISBN 9788898953646

Il paradigma imperiale

13/01/2020 — Sandro Battisti

  € 15,00   

 

Una raccolta di racconti che indagano minuziosamente il mondo imperiale connettivo, retto dall’alieno Totka_II e dal suo plenipotenziario Sillax che realizzano una diarchia di fatto dove le ampie vedute dell’alieno vengono attuate dal suo funzionario principale, dove si muovono in sottofondo altre figure minori dell’apparato imperiale in cui convergono, come ogni storia minuta e vissuta, personaggi del popolo postumano connettivo consci di vivere un’esperienza indimenticabile, storica, lì dove il Tempo e lo Spazio non hanno significato.

Sandro Battisti è uno degli iniziatori del connettivismo ed è covincitore del Premio Urania 2014; editor della Kipple Officina Libraria, è autore del ciclo dell’Impero Connettivo, dove alieni nephilim regnano in un impero postumano sullo spazio e sul tempo. È stato curatore di altre antologie connettiviste ed è sempre stato contagiato dalla psichedelia, dal gothic e dalla scena alternative – in lui le suggestioni musicali hanno un posto predominante e lo ha anche l’anarcopunk. Il suo sito è http://hyperhouse.wordpress.com.

ISBN 9788898953653

Uironda

09/01/2020 — Luigi Musolino

  € 15,00   

 

La provincia italiana si mescola ai luoghi esotici di frontiera, istantanee di plastica rassicurante che si trasformano presto in altro, incubi ineccepibili di assurdità fantastiche che portano dritte in uno dei mondi adiacenti, quasi identico al nostro ma che ha i connotati dell'incubo, del weird, del Male che ha radici così arcaiche da non essere conoscibili.
Due romanzi brevi e altri otto racconti sono le pietre miliari che compongono questa quasi discesa orizzontale nei meandri dell'altro, dove i luoghi sono vuoti e contemporaneamente densi della materia dei sogni.

Esplorazione. Cos’è la letteratura se non l’esplorazione, la ricerca e il superamento di nuovi confini? Uironda di Luigi Musolino è anche un luogo, ma in primis è un confine, un confine tra la luce e l’oscurità, tra il noto e l’ignoto. Uironda è la Paura, ma non quella dell’oscurità o dell’ignoto stessi, ma quella più grande, quella della scelta. Scegliere se compiere il salto, assumersi la responsabilità, o più semplicemente reificare le proprie paure e cedere all’orrore. Difficile trovare un nero più nero (come una “notte nella notte”, proprio per citare uno dei racconti della raccolta) di quello in cui ci troviamo “impeciati” in queste dieci storie, dai toni cupi e spesso disperati (spesso ma non sempre, a volte s’intravede un flebile spiraglio di speranza, magari proprio nell’accettazione di quel nero più nero). A rendere questo nero ancora più oscuro e affascinante è il linguaggio, lo stile di questi racconti, che pur partendo da un tessuto realistico nonché contemporaneo, si contorce, come una pianta rampicante, sino ad avvolgerci e catturarci per poi scaraventarci in una nuova dimensione, grazie anche all’uso di termini desueti, di onomatopee, con il loro richiamo a suoni ancestrali.

Luigi Musolino nasce nel 1982 in provincia di Torino. All’attività di scrittore affianca quella di editor e traduttore. Nel 2008 inizia a collaborare con la Dagon Press per cui cura e si occupa delle traduzioni delle raccolte Rivelazioni in nero (2010) e Ritratti al chiaro di luna (2010), di Carl Jacobi. Tra le sue altre traduzioni più importanti i romanzi I vermi conquistatori di Brian Keene (Edizioni XII, 2011; Mondadori, 2014) e Torture sottili di Lisa Mannetti (Kipple Officina Libraria, 2016).
Come scrittore si impone all’attenzione del pubblico come vincitore di molti concorsi letterari, tra cui il trofeo RiLL due volte, nel 2010 e nel 2012, e il premio Hypnos nel 2016. Nel 2014 e nel 2015 vengono pubblicati due volumi dal titolo Oscure Regioni, antologia di venti racconti in due volumi edita da Wild Boar Edizioni, che si configura come un disturbante viaggio regionale alla scoperta delle leggende e delle creature dell’immaginario folcloristico italiano.
Suoi racconti sono stati pubblicati in America, Irlanda e Sud Africa.

ISBN 9788898953936

La prima frontiera

09/01/2020 — Aa.Vv.

  € 15,00   

 

La prima frontiera è il limite che si incontra trascendendo in direzione dell’inumano, in tutte quelle regioni indefinite, dove anche la coscienza si astrae divenendo materia sfuggente. In tale dimensione come si trasforma la percezione del weird? Nel momento stesso in cui qualcosa ci farà sussultare nella settima dimensione, o quando un essere alieno proverà una paura che non potrà esplicare, cosa verrà considerato strano? La prima frontiera sarà lì, per mostrarsi in tutta la sua luminosa essenza.

Cosa può spaventare l'inumano, il bizzarro, il diverso? Quali sentimenti permeano le energie così lontane dall'umanità che osserviamo ogni giorno? Le suggestioni e le storie contenute in questa antologia rispondono, ognuna a modo suo, a tutte queste domande dove significati e simboli si mescolano tra loro, senza un ordine predefinito. Ci siamo chiesti se il diverso sia capace di provare la stessa paura che proviamo noi di fronte a esso; quali rivelazioni si mostrano attraverso lo spazio siderale, lo studio della fisica e delle rifrazioni quantiche che ci insegnano a dubitare di noi stessi e a piegare il concetto di superiorità umana sulle differenti specie dell'universo. Lovecraft stesso ha minato questa umana dittatura, inserendola in un pantheon di orrore terrificante, dove le antiche energie sono state capaci di trascendere il concetto di tempo e dimensione irrompendo nel reale. A cosa pensa l'inumano quando guarda a noi nell'attraversamento dimensionale? A questo, e molto altro, hanno risposto gli autori intervenuti nell'antologia, ognuno col proprio codice di pensiero e scrittura.

Bruce Sterling, Lukha B. Kremo, Giovanni De Matteo, Giovanna Repetto, Luigi Musolino, Alessandro Forlani, Pee Gee Daniel, Mario Gazzola, Uduvicio Atanagi, Domenico Mastrapasqua, Irene Drago, Roberto Furlani, Federica Leonardi, Matt Briar, Linda De Santi, Alex Tonelli, Maico Morellini, Marco Milani, Marco Moretti, Ksenja Laginja e Danilo Arona. A cura di Sandro Battisti. Traduzione del racconto La lampada da lavoro (Bruce Sterling) di Salvatore Proietti.

ISBN 9788832179095

Malasacra

09/01/2020 — Francesco Corigliano

  € 15,00   

 

È consuetudine, all’apparire di un nuovo, promettente nome, all’interno di un genere letterario, evocare l’apparizione di una nuova “stella”, così come è prassi elogiarne l’opera prima con roboanti aggettivi a supporto (e spesso a sproposito). Nel caso della prima raccolta di Francesco Corigliano che ci si accinge a licenziare, più che il termine “stella” si addice quello di “costellazione” e il masochista lettore che ancor si attardi a leggere questa prefazione, inutile e necessaria come tutte, invece di fiondarsi tra le pagine e lasciarsi sommergere dai loro flutti, si accorgerà prima del termine della lettura che raramente si è trovato di fronte a un testo antologico più compatto e unitario, quale una costellazione appunto. Ogni stella-racconto qui inserita ha il suo perché, la sua precisa posizione, ma solo dal confronto con tutte le altre e solo al termine di questo labirinto circolare apparirà nella sua forma autentica la conformazione della galassia-Corigliano. Appassionato cultore sia dei deliri metafisici borgesiani che delle rovine pre-umane di lovecraftiana memoria, l’autore si è divertito a incastonare il meglio della sua produzione breve in una raccolta che strizza l’occhio al “capolavoro circolare” del maestro gallese Machen come alle storie marinare di Hodgson, passando attraverso le brulle taverne nordiche evocate da Jean Ray, le fosche abbazie del “monaco” Lewis per planare sulle apparenti placide pianure di Eraldo Baldini; ma talmente fitta sarebbe la trama dei rimandi che annoda tutte le storie, che svolgerla e illustrarla significherebbe privare il lettore del lampo improvviso sorto dall’assaggio di una madeleine d’abisso.

Francesco Corigliano (Vibo Valentia, 1990) è docente di italiano, storia e geografia nella scuola media. Nel 2013 si è laureato in Filologia Moderna con una tesi dedicata ai racconti del terrore, mentre nel 2019 ha conseguito un Dottorato di Ricerca con un lavoro sulla letteratura weird. Ha pubblicato diversi articoli di critica letteraria dedicati al fantastico, in raccolte e riviste specializzate.
Nel 2015 con il racconto “Ex machina” (Hypnos 5, 2015; Strane Visioni, 2016) si è classificato al primo posto al Premio Hypnos, concorso in cui negli anni successivi è stato più volte finalista. Nel 2018 è stato vincitore della XIV edizione del concorso NASF, dedicato ai racconti di fantascienza e finalista nella XXIV edizione del Trofeo RiLL. Malasacra è la sua prima antologia personale.

ISBN 9788832179118

Krokodil

09/01/2020 — Christian Humouda

  € 10,00   

 

La poesia di Dimitri Ruggeri è composta da un intricato e caotico sistema di antinomie, vere e proprie contraddizioni che si inseguono e rincorrono, che rimbalzano l’una sull’altra; la sua poesia è un perenne scontro di placche tettoniche che formano e deformano i continenti della sua narrativa, un ingarbugliato macchinario di calamite che si attraggono e si scansano in un gioco di perenne indecisione.
Nelle poesie che compongono questa raccolta Krokodil il lettore troverà giochi di contrasto al limite del non-sense, accostamenti spiazzanti e imprevedibili, un marchingegno volutamente costruito per non trovare un significato finale pacificato (o forse sì?). A ogni immagine ecco che ne arriva subito una nuova, contraddittoria e opposta a disarcionare il lettore dalle sue credenze e dalle sue pallide convinzioni.

Dimitri Ruggeri (1976, Avezzano) è un poeta e performer vocale orientato sperimentalmente alla “poesia di reportage” (V. Esposito), di cui può essere considerato il pioniere (B. De Feis – Oubliette Magazine). È membro permanente del World Poetry Movement che ha sede a Medellin (Colombia). Ha viaggiato in più di settanta paesi nel mondo. Consegue la maturità presso il Liceo G.B. Benedetti di Venezia come allievo della Scuola Navale F. Morosini e la laurea presso l’Università La Sapienza di Roma. Si sono occupati dei suoi lavori Alessandro Fo, Lello Voce, Claudio Pozzani, Vittoriano Esposito, Giovanna Mulas, Maurizio Cucchi, Cinzia TH Torrini e tanti altri. Nel 2006 è stato ospite del programma RAI (Futura) Miss Poesia. Tra i diversi progetti cui ha partecipato si segnala Media Education for peace in Libano nel 2007, in collaborazione con The Blog TV. È autore delle raccolte poetiche Parole di grano (2007), Carnem Levare, Il Cammino (2008) [DVD Libro e Cortometraggio], Il Marinaio di Saigon (2013), che ha vinto il Premio Mioesordio della critica (Gruppo Editoriale L’Espresso), Status d’amore [CD Libro e audiolibro] (2010), Soda caustica (2014) [Libro e Videopoesia], del racconto-reportage Chiodi e Getsemani, versus Gerusalemme (2010) e del racconto La fuga (2015). È autore inoltre di diverse video poesie.
È ideatore del Poetry Blog SlamContemPoetry (2015), unico in Italia dedicato interamente alla diffusione della spoken word poetry, del progetto Biennale Marsica (2010) per la valorizzazione dei borghi e spazi in disuso, del portale di arte e cultura POPact [Eventi ad Arte] (2008) e del Poetry Blog Poeti d’Abruzzo. Nel 2010 ha introdotto per la prima volta in Abruzzo il Poetry Slam e nel 2016 la prima volta in Molise.

ISBN 9788832179132

Pop-politics
Batracomiomachia cinobalanica

09/01/2020 — Pee Gee Daniel & Lukha B. Kremo

  € 12,00   

 

Un pamphlet acido, beffardo e scanzonato, scritto a quattro mani da Lukha B. Kremo e Pee Gee Daniel, che vuole restituire lo scenario politico attuale, nazionale e internazionale, tentando di cogliere l’essenza e le contraddizioni dei suoi principali protagonisti. Grillo, Renzi, Salvini, Putin, Trump, Kim Jong-un e molti altri: nessuno di loro sfugge alla penna caustica e derisoria dei due autori, che attraverso uno stile sperimentale e affastellato dissezionano, grazie al bisturi della più tagliente ironia, il potere e i suoi più recenti detentori. Prefazione di Lietta Manganelli, figlia di Giorgio Manganelli.

Pee Gee Daniel

ISBN 9788832179200

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook1

Come ladro di notte

09/01/2020 — Mauro Antonio Miglieruolo

  € 15,00   

 

Come ladro di notte, un capolavoro di space opera apocalittica e sociale, forse il primo del suo genere in Italia, affronta tutte le tematiche che
sono care a noi di Kipple, come quella sociale e politica, unita a quella spirituale e religiosa; la parodia della burocrazia, che vela minacce terribili sottoforma
di ossequiose lettere formali; il dileggio del potere, di sedicenti
grandi uomini che sembrano vorticare nella tempesta come burattini;
la mise-en-scène dell’alta società intrisa di lascivia, la stessa
presente in tutti i personaggi (uomini e donne) e strettamente
legata al proprio ruolo, cui non scampa nemmeno il ligio protagonista Zanzotto.
Infine, la parodia di un secondo avvento di Cristo, o di un nuovo profeta (Elio), completa l’immensa giostra transgalattica, in cui tutti combattono, odiano, amano e desiderano, ma in cui nessuno (nemmeno un presunto Dio) riesce a
opporsi all’inerzia immensa di un Universo che sembra ignorare l’Uomo.

Nato a Grotteria (provincia di Reggio Calabria) nel 1942, Mauro Antonio Miglieruolo dal 1952, salvo un breve intervallo trascorso a Belluno per motivi di lavoro, vive a Roma. Molto attivo nel fandom fantascientifico dei primi anni sessanta, è su Galassia e Oltre il cielo che appaiono le sue prime opere. Nel 1972 acquisisce una certa notorietà con il romanzo Come ladro di notte, ristampato più volte (anche in Urania Collezione n. 77). Dal 1967 al 1980 milita nella Nuova Sinistra e poi nel sindacato, dal quale si distacca in seguito. Dal 2007, anno in cui viene invitato come ospite d'onore al Premio Italia, è tornato a comparire nelle manifestazioni pubbliche legate alla fantascienza. I suoi racconti hanno spesso provocato discussioni, vedi in particolare Circe (Robot n. 3) e Oniricon (Nova Special n. 1) che gli varranno la fama di autore innovatore, originale, in grado di tenere il paragone con i migliori d'oltreoceano. Lino Aldani e Ugo Malaguti lo hanno recentemente definito lo scrittore “più impegnato della fantascienza italiana, il rivoluzionario […] che nella sua narrativa ha sempre davanti agli occhi l'ideale utopico di un mondo diverso in cui tutti possono essere redenti.” Luigi Petruzzelli sostiene che Miglieruolo è “forse il più anticonformista degli autori di fantascienza italiani” e che la relativa scarsezza della sua produzione “è compensata da uno stile in cui nessuna parola è lasciata al caso.” Per Giuseppe Lippi infine “Miglieruolo vanta una immaginazione di prim'ordine, l'ingrediente base di tutta la fantascienza”.

Premio Kipple Reloaded 2018

ISBN 9788898953967

Il Grande Tritacarne

09/01/2020 — Lukha B. Kremo

  € 15,00   

 

Un possibile e per certi versi oscuro futuro della Terra, dove i più potenti blocchi politici ed economici stanno scoprendo una nuova devastante arma ricavata direttamente da un buco nero.
Cybersaga planetaria tra spionaggio, sette religiose, inquietanti patti politici ed esoterici che coinvolgono anche il Papato.
Tra Dan Simmons e la sperimentazione linguistica, un’opera ardita e complessa che crea un mondo da cui è difficile uscirne.
Spietato, spiazzante, scientificamente rigoroso, non manca di raccontare l’amore. Un libro che si avvicina alle narrazioni ipertestuali.

Lukha B. Kremo è autore di romanzi e racconti non solo di fantascienza. Ha diretto la rivista Avatär, vincendo tre Premi Italia. Ha pubblicato racconti su varie antologie tra le quali Supernova Express (2006, Fantanet), Frammenti di una rosa quantica (2008, Kipple) e Avanguardie Futuro Oscuro (2009, Kipple). Un suo racconto è uscito anche su Robot.
Ha pubblicato cd di musica elettronica con lo pseudonimo di Krell e organizzato il progetto Sonora Commedia.
Ha pubblicato i romanzi Il Grande Tritacarne (2005), Gli occhi dell’anti-Dio (2008), Trans-Human Express (2012). Con Pulphagus® - Fango dei cieli ha vinto il premio Urania 2016.

ISBN 9788895414003

Gli occhi dell'anti-Dio

09/01/2020 — Lukha B. Kremo

  € 15,00   

 

Un mondo dove le città sono strutture dalla verticalità indefinita circondate da lande semidesertiche abitate da Cabalieri nomadi. Personaggi subumani usati come cavie e superimprenditori ereditieri, bodyartisti sanguinari e sacerdoti alchimisti.
Le Tre Ditte hanno la meglio sui governi grazie alle Intelligenze Naturali, che contrappongono alle ormai superate Intelligenze Artificiali. Un nugolo di ribelli solca le terre e disturba marginalmente le Ditte con atti di sabotaggio senza troppe speranze.
Finché non avviene qualcosa di veramente imprevedibile, qualcosa che fuoriesce da un anello orbitale e sconvolge le leggi della fisica.

Lukha B. Kremo è autore di romanzi e racconti non solo di fantascienza. Ha diretto la rivista Avatär, vincendo tre Premi Italia. Ha pubblicato racconti su varie antologie tra le quali Supernova Express (2006, Fantanet), Frammenti di una rosa quantica (2008, Kipple) e Avanguardie Futuro Oscuro (2009, Kipple). Un suo racconto è uscito anche su Robot.
Ha pubblicato cd di musica elettronica con lo pseudonimo di Krell e organizzato il progetto Sonora Commedia.
Ha pubblicato i romanzi Il Grande Tritacarne (2005), Gli occhi dell’anti-Dio (2008), Trans-Human Express (2012). Con Pulphagus® - Fango dei cieli ha vinto il premio Urania 2016.

ISBN 9788895414096

Sonora Commedia

09/01/2020 — Aa.Vv.

  € 18,00   

 

Trentatré musicisti (o non musicisti) la cui lingua madre è l’evoluzione dal volgare italico, cercati tra chi fa della sperimentazione la propria ricerca musicale, hanno omaggiato il poema. Così, circa settecento anni dopo, la Commedia ha una colonna sonora. Il testo di Dante Alighieri è viaggio, ricerca nel cosmo e negli spazi interiori. Allo stesso modo le centro tracce sono indagini sonore, esaltazioni e depressioni, minimalismi tragici, ripetizioni ipnotiche, strazio e gioia sonante. Il viaggio a spirale nel gorgo dell’Inferno, il riemergere del Purgatorio e il moto sonoro dei pianeti del Paradiso sono rinnovati dal vorticare del disco nel lettore.

Triplo CD con in artwork in cartone e iuta in edizione limitata

ISBN 9788895414133

I signori del Malsem

09/01/2020 — Biancamaria Massaro

  € 15,00   

 

Sono bastate poche migliaia di anni di civiltà umana per porre quasi fine a ogni cosa. Il Malsem è l’unico gas in grado di filtrare le radiazioni del sole malato. Ma i possessori di questo gas provengono da un altro pianeta. I signori del Malsem sono nobili e non violenti e da secoli nessuno di loro commette un omicidio. Nonostante ciò, si nutrono di sangue.
Una serie di omicidi sconvolge la loro comunità, soprattutto perché la detective umana Mermidian è convinta che il serial killer sia proprio un signore del Malsem.

Premio Kipple 2008

ISBN 9788895414126

Da Woody Guthrie a Woodstock

09/01/2020 — Marco Dallabella

  € 15,00   

 

ISBN 9788895414157

L'arabo per tutti - vol
2

09/01/2020 — Hamid Boumchita

  € 15,00   

 

Un manuale di scrittura araba per principianti, il primo pubblicato in Italia. Lettera per lettera, uno strumento fondamentale per conoscere e imparare l’arabo scritto. Studiato appositamente per i bambini italiani figli di immigrati arabi, questo manuale può essere utilizzato anche da chi sta studiando l’arabo parlato e desideri affiancarne l’apprendimento della scrittura.
Primo livello: contiene la presentazione di tutte le consonanti, con eserciziari e piccola sezione dizionario.
Completamente illustrato con simpatiche vignette.
Scritto da Hamid Boumchita, docente di lingua araba e direttore dell’associazione Toubkal Marocco, supervisionato dal dott. Paolo Branca, docente di lingua araba presso l’Università Cattolica di Milano e autore di decine di pubblicazioni sul mondo islamico, e dal dott. Cuciniello, esperto arabista del Settore Scuola e Formazione di Milano.

Curato da Hamid Boumchita, docente di lingua araba e direttore dell’associazione Toubkal Marocco, supervisionato dal dott. Paolo Branca, docente di lingua araba presso l’Università Cattolica di Milano e autore di decine di pubblicazioni sul mondo islamico, e dal dott. Cuciniello, esperto arabista del Settore Scuola e Formazione di Milano.

ISBN 9788895414171

L'arabo per tutti - vol
1

09/01/2020 — Hamid Boumchita

  € 15,00   

 

Un manuale di scrittura araba per principianti, il primo pubblicato in Italia. Lettera per lettera, uno strumento fondamentale per conoscere e imparare l’arabo scritto. Studiato appositamente per i bambini italiani figli di immigrati arabi, questo manuale può essere utilizzato anche da chi sta studiando l’arabo parlato e desideri affiancarne l’apprendimento della scrittura.
Primo livello: contiene la presentazione di tutte le consonanti, con eserciziari e piccola sezione dizionario.
Completamente illustrato con simpatiche vignette.

Curato da Hamid Boumchita, docente di lingua araba e direttore dell’associazione Toubkal Marocco, supervisionato dal dott. Paolo Branca, docente di lingua araba presso l’Università Cattolica di Milano e autore di decine di pubblicazioni sul mondo islamico, e dal dott. Cuciniello, esperto arabista del Settore Scuola e Formazione di Milano.

ISBN 9788895414102

Ultima pelle

09/01/2020 — Alberto Cola

  € 15,00   

 

Cosa lega i tuaregh del Sahara, una comunità del Perù, dei magnati di Shangai e uno sportivo in fin di vita? Quattro storie si annodano a formare una ricerca corale e svelano un “segreto industriale” capace di modificare il destino dell’umanità. Alberto Cola, apprezzato autore nostrano, riesce a “connettere” le tradizioni del passato, le ansie del presente e le tecnologie del futuro, in maniera sapiente, credibile e avvincente.

Alberto Cola è nato a Tolentino in provincia di Macerata il 30 novembre del 1967. Amministratore immobiliare, divide il suo tempo tra scrittura e lettura, le sue passioni; in particolar modo adora scrittori come Mishima, Le Carre', Stout, Baricco, King ed Ellroy. Tra gli altri, ha vinto i premi Alien, Courmayeur, Akery e Future Shock. Suoi racconti sono stati pubblicati in varie antologie: I mondi di Delos dell'Editoriale Garden; Futuro Europa, rassegna europea di science fiction della Perseo Libri; Millemondi Strani Giorni della Mondadori; Carri Futuri della Editrice Nord; Il ritorno del Re di Il Cerchio e Sette anni alieni di Solid. Inoltre suoi racconti sono apparsi nella riviste Futuro News della Fanucci e Strane Storie de Lo Stregatto Editore.

Premio Kipple 2009

ISBN 9788895414195

Il gatto di Schrödinger e altre storie

09/01/2020 — Lukha B. Kremo

  € 15,00   

 

Il racconto che indaga le curiose implicazioni della Meccanica Quantistica.
Una storia dolce e crudele in un mondo dove le città sono strutture dalla verticalità indefinita. La storia di due pazienti di un ospedale molto speciale. Infine, l’incubo di una discronia perfetta, che cambierà la Storia.
Contiene anche lo straordinario manuale originale dei Viaggi nel Tempo.

Lukha B. Kremo è autore di romanzi e racconti non solo di fantascienza. Ha diretto la rivista Avatär, vincendo tre Premi Italia. Ha pubblicato racconti su varie antologie tra le quali Supernova Express (2006, Fantanet), Frammenti di una rosa quantica (2008, Kipple) e Avanguardie Futuro Oscuro (2009, Kipple). Un suo racconto è uscito anche su Robot.
Ha pubblicato cd di musica elettronica con lo pseudonimo di Krell e organizzato il progetto Sonora Commedia.
Ha pubblicato i romanzi Il Grande Tritacarne (2005), Gli occhi dell’anti-Dio (2008), Trans-Human Express (2012). Con Pulphagus® - Fango dei cieli ha vinto il premio Urania 2016.

1° assoluto nella classsifica dei Best Sellers di Amazon.it

ISBN 9788898953134

L'era della dissonanza

09/01/2020 — Matteo Barbieri

  € 15,00   

 

Dopo il ritrovamento su un atollo deserto di un uomo in buone condizioni, si sviluppa una serie di eventi che modificano la vita di alcune persone di Barrakay. I personaggi cominciano a prendere sul serio voci complottiste che parlano di un misterioso evento catastrofico avvenuto anni prima, Il segnale, che avrebbe creato il Vuoto Storico togliendo all’umanità ogni profondità della memoria.

Matteo Barbieri (conosciuto anche come Matt Briar), Reggio Emilia, 1985. Nel 2014 pubblica L’Era della Dissonanza vincendo il premio Kipple (uscito con il nome di battesimo, poi abbandonato a causa delle troppe omonimie). Nel 2018 con Terre Rare (Watson Edizioni, 2019) va in finale al premio Urania Mondadori. Lo stesso anno è finalista anche per Odissea e Short Kipple, tutti importanti premi nazionali di narrativa fantastica. Ha inoltre partecipato alla monografia Stephen King: L’altra metà oscura (Weird Books, 2016) e all’antologia Next Stream: Visioni di realtà contigue (Kipple Officina Libraria, 2018, vincitrice del Premio Italia). Il prossimo inverno pubblicherà un racconto per la collana “Futuro Presente” di Delos Books. www.mattbriar.com.

Premio Kipple 2013

ISBN 9788895414966

Stephen King
Le opere segrete del Re

09/01/2020 — Rocky Wood

  € 20,00   

 

Chi può davvero dire di conoscere a fondo Stephen King? Il grande romanziere americano non ha bisogno di presentazioni, eppure la sua sterminata opera è nota soltanto in piccola parte e rappresenta la punta di un iceberg, nero e terrificante, che continua ad attirare lettori e fan da tutto il mondo.
Rocky Wood è riuscito nella titanica impresa di scandagliare l’intera opera del

Rocky Wood è stato un avido lettore di King dal 1977, e ha intrapreso cinque trasferte di ricerca nel Maine. È il coautore di alcune tra le opere principali su King: The Complete Guide to the Works of Stephen King (2003; 2004), candidato al premio Bram Stoker per il miglior saggio; Stephen King: the Non-Fiction (2009), candidato al premio Bram Stoker per il miglior saggio; e Stephen King: A Literary Companion (2011), vincitore del premio Bram Stoker per il miglior saggio. Ha pubblicato saggistica in tutto il mondo per trent’anni, è riconosciuto come uno dei principali esperti a livello mondiale sull’opera di King. Orgoglioso membro della Horror Writers Association, ha prestato servizio all’interno del direttivo dell’associazione dal 2008, e nel 2010 ne è stato eletto presidente. È anche membro dell’Australian Horror Writers Association ed è scomparso, in seguito a una complicazione inattesa della malattia neurodegenerativa di cui soffriva da molti anni, nel dicembre del 2014.

ISBN 9788898953158

NeXT-Stream
Oltre il confine dei generi

09/01/2020 — Aa.Vv.

  € 15,00   

 

L’idea di questa raccolta è di ben tre anni fa: cercare di sdoganare i connettivisti dalla fantascienza, loro nido eletto. Non è stato facile perché i connettivisti sono un movimento, prima che un “tipo di scrittura o un gruppo di tematiche”, come spesso si sente dire e negare contemporaneamente.
Abbiamo cercato di lavorare privilegiando il principio della massima inclusività possibile dei diversi approcci, con il proposito di fornire uno spaccato variegato e attendibile della complessità da cui muovevamo.
Nella selezione potrete quindi imbattervi in una raccolta eterogenea di sensibilità e di punti di vista sulla scrittura non di genere o, per meglio dire, oltre i generi: contaminazioni di poliziesco e fantascienza che gli appassionati di entrambi i generi potrebbero con qualche fatica incastrare sotto una definizione univoca: scorci del futuro narrati secondo una prospettiva iperrealista; incursioni nel surreale e nel metafisico; soluzioni riconducibili alla literary fiction. E spesso potrete trovare diversi di questi approcci all’interno dello stesso racconto, proprio come se, parafrasando una precedente pubblicazione che ci è particolarmente cara, ogni racconto non fosse altro che il frammento di una rosa olografica.
L’intento non è stato di proporre una nuova antologia dei connettivisti, bensì percorrere una strada nuova provando a definire il Movimento quasi snaturandolo, trascinandolo lontano dalla sua culla naturale, la fantascienza, e chiamandolo a fare i conti con forme letterarie diverse declinato secondo i codici della distopia o dello straniamento culturale, a seconda del racconto.
Quello che in un’ultima analisi ci interessava, era proporre un bel libro di narrativa contemporanea, al passo con i tempi che corrono.

Quindici autori hanno interpretato il tema di NeXT-Stream: Umberto Pace, Lukha B. Kremo, Filippo Carignani Battaglia, Marco Milani, Domenico Mastrapasqua, Sandro Battisti, Fernando Fazzari, Roberto Furlani, Mario Gazzola, Roberto Bommarito, Giovanni Agnoloni, Denise Bresci, Ugo Polli, Giovanni De Matteo.
Molti sono nomi noti all’interno del Connettivismo mentre altri sono affiliati al Movimento, ma tutti hanno sviluppato la sensibilità di quest’antologia in modo differente dai soliti lavori connettivisti, ragionando e percependo l’argomento con l’ottica della sperimentazione del quotidiano.

I connettivisti sono un nutrito manipolo di sperimentatori a tutto tondo, nessuna espressione artistica è loro preclusa. NeXT-Stream rappresenta forse la più ambiziosa forma di sperimentazione del collettivo che vuole, ora, esportare i suoi tratti distintivi anche nella letteratura non di genere, avendo come substrato sempre presente le suggestioni del Fantastico e della Science Fiction.
La realtà ha altri aspetti, se la osservate bene.

ISBN 9788898953189

Black Blade

09/01/2020 — Marco Milani

  € 15,00   

 

La ricerca occulta si svolge in ogni giorno, in ogni momento del quotidiano: è questo il suggerimento che Marco Milani ci dà col suo romanzo Black Blade, vincitore del Premio Kipple 2014. Nell’asfissiante Pianura Padana di un prossimo e decadente futuro la tecnologia è abitata da forme di energia senziente, misurabili col metro dell’occulto: dall’invasione di queste forze prende vita il romanzo che ci porterà, con sapienza zen, verso il nuovo stato della nostra esistenza.

Marco Milani, scrittore ed e-writer - principalmente di SciFi, Fantastic e Horror - è tra i fondatori della rivista NeXT e del movimento Connettivista. Fino al 2013 editore e curatore con EDS e webmaster di DOMIST - Letteratura e Pace, nel cui ambito ha collaborato con varie associazioni, editori, e-zines e siti.

Premio Kipple 2014 (ex aequo)

ISBN 9788898953257

Non ci sono dei oltre il tempo

09/01/2020 — Davide Del Popolo Riolo

  € 15,00   

 

Nella Roma che si avvia verso l’Impero, Giulio Cesare viene ucciso da una folta corte di congiurati, nomi eccellenti della vita politica che eliminano colui che sta radicalmente trasformando la Repubblica in Impero. Ma, come sempre, nulla è davvero come sembra, così le terze parti di un mondo nemmeno immaginato si agitano nel sottofondo e producono deviazioni, perché l’osservatore altera il risultato. Cosa ne sarà della storia di Roma, quando gli effetti parossistici dell’osservazione diventeranno protagonisti?

Davide Del Popolo Riolo, col suo romanzo vincitore del Premio Kipple 2015, Non ci sono dei oltre il tempo, indaga il momento dell’uccisione di Giulio Cesare con l’occhio del Fantastico, mostrando i risvolti fantascientifici di un avvenimento che ha cambiato il mondo antico. E se la scena fosse avvenuta sotto l’occhio futuribile di osservatori non imparziali, che avessero voluto far apparire la Storia come un momento simulato, gli attori coinvolti come una corte d’interpreti inconsapevoli e ciechi? Cosa si agita dietro il velo del reale, dietro le macchinazioni di un marchingegno teatrale degno delle quinte del Colosseo?
Magia della Storia e senso del meraviglioso agitano la penna di Davide Del Popolo Riolo, donando un affresco multicolore e sensoriale della Roma antica, catapultandola nel futuro più impensabile e distopico.

Davide Del Popolo Riolo. Nato nel 1968 ad Asti, svolge l'attività di avvocato in Cuneo e per cinque anni è stato Segretario del locale Ordine.
Sin da bambino ha coltivato una passione per la storia e per la letteratura, anche ma non solo di fantascienza, che è sfociata inevitabilmente nel tentativo di scrivere narrativa.
Nel 2014 ha pubblicato il suo primo romanzo, De Bello Alieno (Delos Books), con il quale ha vinto il Premio Odissea ed il Premio Vegetti. Nel 2015 ha pubblicato il romanzo breve Erasmo (Delos Digital) con cui ha vinto il Trofeo Cassiopea.

Premio Kipple 2015

ISBN 9788898953523

Torture sottili

09/01/2020 — Lisa Mannetti

  € 15,00   

 

1865, tra Romania e Bulgaria, una famiglia zingara, insieme alla propria comunità, sperimenta un viaggio nell’orrore, tra macabre superstizioni, riti magici sadici e sanguinari, possessioni diaboliche, che condurrà tutti in un incubo senza fine e senza tempo. Unica salvezza apparente, l’ammansitore, un diabolico e doloroso marchingegno, usato per ammansire i cavalli, una tortura sottile capace di azzerare la mente e liberarla da un terribile spirito perverso, quello della strega Anyeta, un’estrema divoratrice di esistenze. Romanzo vincitore del Bram Stoker Awards.

Lisa Mannetti, autrice statunitense, ha vinto il Bram Stoker Awards® nel 2009 col suo romanzo d'esordio The Gentling Box (Shadowfall Publications e Nightscape Press, tradotto in Italiano da Kipple Officina Libraria col titolo di “Torture Sottili”, 2016) ed è stata finalista a questo prestigioso premio per ben quattro volte, nel 2015 con la novella The Box Jumper (Smart Rhino Publications), nel 2013 col racconto The Hunger Artist (in Zippered Flesh 2, Smart Rhino Publications) e nel 2010 con la novella Dissolution (in Deathwatch, Nightscape Press) e col racconto 1925: A Fall River Halloween, (nel magazine Shroud #10, tradotto in Italiano da Delos Digital col titolo di 1925: Un Halloween a Fall River, 2014).
La sua Novella The Box Jumper, con protagonista Harry Houdini, ha vinto inoltre il This Is Horror Award 2015 nella categoria “Novella of the Year”. Dal suo racconto, Everybody Wins è stato tratto un cortometraggio diretto da Paul Leyden, dal titolo Bye-Bye Sally. Tra le altre sue opere: The New Adventures of Tom Sawyer and Huck Finn (Shadowfall Publications, 2011), Deathwatch (Shadowfall Publications, 2011), 51 Fiendish Ways to Leave your Lover (Bad Moon Books, 2010) e i racconti più recenti:, Corruption (in Nightscapes Volume 1, 2013), Esmeralda’s Stocking (in Never Fear: Christmas Terrors, 13Thirty Books, 2015), Resurgam (in Zombies: More Recent Dead, a cura di Paula Guran, 2016) e Almost Everybody Wins (in Insidious Assassins a cura di Weldon Burge, 2015). Tra le sue opere in uscita, il romanzo Radium Girl e il racconto Arbeit Macht Frei (in Gutted: Beautiful Horror Stories).
Lisa Mannetti vive a New York in una vecchia casa di cento anni con due gatti neri gemelli, di nome Harry Houdini e Theo.
Website: www.lisamannetti.com

Bram Stoker Award 2015

ISBN 9788898953486

Il volo di Pazuzu

09/01/2020 — Mauro D'Angelo

  € 17,00   

 

Pazuzu è un'antichissima divinità mesopotamica che accompagna da sempre l'umanità. Visto spesso come un'entità maligna, Pazuzu ha altre accezioni cui dobbiamo far riferimento e la maestria di Mauro D'angelo nello spiegare la tecnica di evocazione, nello svelare cos'è quest'energia e come si lega alle nostre esistenze, getta una luce particolare e intensa su ciò che è occulto e vive attorno a noi.


Mauro D’Angelo è autore e produttore artistico. Inizia la sua avventura nel mondo dello spettacolo nel 1979, lavorando per la RCA. Negli anni collabora con prestigiosi artisti quali Sergio Endrigo, Umberto Bindi, Filipponio, Marco Luberti, Claudio Simonetti, Le Orme, Red Canzian, Carlo Marrale, Gazebo, Federica Camba, Equipe 84, Mario Venuti, Piero Mazzocchetti, Righeira, Patrizia Laquidara, Skiantos, Stadio, Riccardo Fogli, Eugenio Finardi, Tony Canto, Africa Unite, Rita Forte, Arisa, e altri. Fonda con Roberto Grillo, (Direttore artistico per Polygram, EMI, Sony) una delle prime etichette indipendenti italiane, la "Supple Productions", che si distingue per dinamismo e innovazione delle proposte, nonché per la presenza e la partecipazione alle maggiori rassegne nazionali del settore. Dalla collaborazione con Franco Califano, e i suoi amici più stretti, nasce nel tempo un "Diario di bordo" che prende forma nel testo incluso nel libro "Avevo cominciato con la parola Amore". È autore della trilogia sul mito di Lilith e divulgatore della sua filosofia di pensiero denominata "Spiritualismo Subliminale".

ISBN 9788898953592

Freakshow

09/01/2020 — Pee Gee Daniel

  € 15,00   

 

Sui territori di frontiera del satellite Europa, uno strano circo muove i suoi spettacoli e agli spettatori rende le serate un rispettabile passatempo in cui ci si rinfranca della propria posizione sociale: il circo Korallo ha come suoi attori dei freak, degli esseri sfortunati e deformi che a loro volta hanno bisogno di riscatto; chi li rinfrancherà allora dalle fatiche e umiliazioni subite? Uincio Uancio è davvero il loro messia, pronto a liberarli e a restituirgli dignità?

Su un lontano avamposto spaziale sul satellite Europa, viene ad allietare la popolazione il circo Korallo, costituito da singolarità bizzarre, un freak show dove creature deformi si agitano per strappare un sorriso, un moto di riprovazione, uno sbigottimento in cambio di pochi spiccioli equivalenti al biglietto d’ingresso. A risvegliare la deprimente situazione, nasce tra gli artisti un improvviso credo religioso: Uincio Uancio, che salverà tutti i freak del circo per portarli nel paradiso degli sgorbi. Sarà vero? Chi è questo messia che si profila tra gli infelici malformi? L'entusiasmo che infetta ogni artista del Korallo è coinvolgente e attraversa le lande siderali del mondo di frontiera in cui vi troverete con loro.

Pee Gee Daniel. Nom de plume di Pierluigi Straneo, è nato a Torino 40 anni fa, ha due figli, una laurea in filosofia. Nella vita è stato impiegato, magazziniere, aiuto-camionista, poliziotto, responsabile di sale-giochi, sale-scommesse, sale-slot, barista bibliotecario, copy-writer. Ha pubblicato i romanzi Gigi il bastardo (

Premio Kipple 2016

ISBN 9788898953684

Carnivori

09/01/2020 — Franci Conforti

  € 15,00   

 

Siamo costretti a nutrirci di ciò che è stato vivo. Che forma avrà il destino quando, tra poco, gli eventi economici e politici faranno deflagrare le necessità sociali e la sensibilità verso la vita, quando il rispetto e il bisogno universale di sopravvivere saranno patrimonio comune?
Che cosa accadrà nel momento in cui ci accorgeremo che il nuovo cibo universale, quello che non uccide e nutre in modo perfetto, è a un solo passo dall’universalità superiore della vita? Franci Conforti tratteggia un mondo futuro, ma prossimo a realizzarsi, dove la paura del diverso e dell’alieno assume nuove implicazioni bioetiche; lo fa con uno stile personalissimo e leggero, semplice ma mai banale, lasciando trasparire sentimenti profondi in attesa che si avveri la trascendenza che sotto la luce del sole tutto trasforma.

Siamo costretti a nutrirci di ciò che è stato vivo. Che forma avrà il destino quando, tra poco, gli eventi economici e politici faranno deflagrare le necessità sociali e la sensibilità verso la vita, quando il rispetto e il bisogno universale di sopravvivere saranno patrimonio comune?
Che cosa accadrà nel momento in cui ci accorgeremo che il nuovo cibo universale, quello che non uccide e nutre in modo perfetto, è a un solo passo dall’universalità superiore della vita? Franci Conforti tratteggia un mondo futuro, ma prossimo a realizzarsi, dove la paura del diverso e dell’alieno assume nuove implicazioni bioetiche; lo fa con uno stile personalissimo e leggero, semplice ma mai banale, lasciando trasparire sentimenti profondi in attesa che si avveri la trascendenza che sotto la luce del sole tutto trasforma.

Premio Kipple 2017

ISBN 9788898953813

Aleppo c'è

09/01/2020 — Aa.Vv.

  € 17,00   

 

“11 milioni e mezzo di persone non hanno accesso alle cure mediche. Il 40 % sono bambini” (ONU/OCHA – Office for the Coordination of Umanitarism Affairs). Quando i numeri hanno braccia e gambe. Quando la guerra toglie dignità e valore all’essere umano. La guerra in Siria, da qualsiasi angolazione la si voglia guardare, è una catastrofe. Di più: è un genocidio. Che pretende di essere ascoltato. Proprio per questo, il Collettivo di scrittura Bibbia d’Asfalto, ha deciso di fare. La poesia, si sa, è fatta di parole. Di parole, non di soluzioni. Abbiamo scelto anche di andare oltre le parole. Di raccoglierle in un’unica voce, di farle diventare un libro. Sfidando la crisi di lettura del nostro paese, decidiamo di mettere il libro in vendita e di offrire il guadagno a Medici Senza Frontiere, a cui le bombe hanno abbattuto gran parte degli ospedali che gestivano sul territorio siriano. Che la scrittura e la poesia, in particolare, sia azione. Questa è la nostra unica arma ed è carica.

Ricavato a supporto di Medici Senza Frontiere

ISBN 9788898953783

Numero Dieci

09/01/2020 — Marco Milani

  € 15,00   

 

Svegliarsi e trovarsi immersi in un sogno lucido dà potenza interiore, guida la vita onirica su un percorso rivelatore che, a volte, può sfiorare e coinvolgere i grandi miti di un passato misconosciuto. Ma se il sogno fosse l'ennesima incapsulatura dimensionale volta verso l'arcaico passato mitizzato, pensereste di aver scatenato forze demoniache oppure decidereste che è il caso di affondare ancora un po' negli abissi onirici?

Marco Milani ci porta nel suo universo zen con la magia del sogno, mostrandoci le sottili connessioni che sfuggono alla nostra vigile attenzione e che si rivelano per quel che sono soltanto quando la nostra essenza può vagare libera e incondizionata nel Pneuma disincarnato.
In questo romanzo finalista del Premio Kipple 2017, Milani disvela il suo piano energetico interiore e le sue alleanze psichiche, i suoi rapporti di forza con le energie che premono sulle nostre vite. Ci mostra che i ricordi ancestrali sono ancora vivi nella nostra immaginazione, e che le distanze che ci separano dal mondo fantastico sono nulle, immense, e ci ricordano che noi stessi siamo parte del mondo immaginifico e irreale.
Numero Dieci è da bere tutto d’un fiato, con un lieve rossore sulle guance, mentre gli eventi scorrono sotto la nostra attenzione e il sorriso ci introduce nelle alte sfere della conoscenza e dei ricordi.

Marco Milani è nato a Como il 5 maggio 1964 e risiede a Stienta, in provincia di Rovigo. E-writer e scrittore principalmente di science-fiction, fantastic e horror. Tra i fondatori della rivista NeXT e del movimento Connettivista. Premio Kipple 2014. Fino al 2013 editore e curatore con EDS e webmaster di DOMIST - Letteratura e Pace, nel cui ambito ha collaborato con varie associazioni, editori, e-zines e siti.

ISBN 9788898953875

Io sono nessuno
Tu chi sei?

09/01/2020 — Emily Dickinson

  € 10,00   

 

Un viaggio indimenticabile nella poesia di Emily Dickinson realizzato da Silvio Raffo, il più grande interprete e traduttore italiano della poetessa americana nonché poeta, che recita l’opera “Io sono nessuno, tu chi sei? / I’m Nobody. Who Are You?”, in italiano e in lingua originale inglese,i Inframezzate a lezioni di critica e storia della Dickinson, nell'amabile contesto musicale dei brani Krell che fanno da sottofondo ai tratti salienti della recitazione.

La voce narrante: Silvio Raffo è nato a Roma e vive a Varese, dove dirige il centro di cultura creativa "La Piccola Fenice", attivo dal 1986. Traduttore, poeta e narratore, ha collaborato con radio, televisioni svizzere e italiane, e giornali, fra cui il mensile Poesia. Nel 1997 è stato finalista al Premio Strega con il romanzo La voce della pietra (Il Saggiatore, 1996) dal quale è tratto il film Voice from the Stone, con Emilia Clarke e Marton Csokas, regia di Eric D. Howell, uscito nel 2015. È considerato fra i massimi esperti della poetessa statunitense Emily Dickinson in Italia.
Esordisce giovanissimo come poeta con I giorni delle cose mute (Kursaal, 1967). Agli stessi anni risale l'amicizia con figure di primo piano nel panorama letterario italiano, quali Natalia Ginzburg, Maria Luisa Spaziani e Daria Menicanti, oltre a Margherita Guidacci e Paola Faccioli. L'attività poetica prosegue negli anni ottanta con la pubblicazione delle raccolte Lampi della Visione (Crocetti, 1988) e L'equilibrio terrestre (Crocetti, 1991), fino ai più recenti Maternale (Nuova Editrice Magenta, 2007) e Al fantastico abisso (Nomos, 2011).
Sempre agli anni Ottanta risale l'approdo alla traduzione, con la pubblicazione di un'antologia di Emily Dickinson (Fogola, 1986). La traduzione di Emily Dickinson prosegue con due raccolte uscite presso l'editore milanese Crocetti (1988, 1993) e confluisce nelle 1174 poesie tradotte per il Meridiano Arnoldo Mondadori Editore dedicato alla poetessa statunitense (Milano, 1997). Lo studio della Dickinson porta anche alla pubblicazione di un saggio (La sposa del terrore) e una biografia (Io sono nessuno, Le Lettere, 2011). Ad oggi è forse il più prolifico traduttore e studioso di poetesse anglo-americane, fra cui, oltre alla Dickinson, Emily Brontë, Charlotte Brontë, Anne Brontë, Christina Rossetti, Edna St. Vincent Millay, Dorothy Parker, Sara Teasdale, Wendy Cope. Per Arnoldo Mondadori Editore ha riportato alle stampe, dopo anni di silenzio, le poesie di Ada Negri (Arnoldo Mondadori Editore, 2002), e Sibilla Aleramo (Arnoldo Mondadori Editore, 2004)5. Nel 2012 ha curato la prima riedizione delle poesie e delle lettere della poetessa torinese Amalia Guglielminetti, a lungo dimenticate. Nel 2013 ha curato, insieme ad Alessandra Cenni, per l'editore Bietti, la più completa edizione dell'opera della poetessa milanese Antonia Pozzi, Lieve offerta.

In allegato mazzo di 64 carte patinate con custodia

ISBN 9788898953912

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook11

I Tarocchi Quantistici

09/01/2020 — Lukha B. Kremo

  € 25,52   

 

Questo manuale affonda le sue origini nel tempo immemore dei secoli andati, ha in sé un metodo antico d’indagine del reale che, come l’ourobros, si unisce all’estremo futuro postulato dalle attuali misure della realtà, che sono basate sulle inesattezze scientifiche non garantite dalle discipline caotiche e quantistiche, baluardi dell’insondabile grazie a teoremi che fanno dell’indeterminazione la propria bandiera.
Ovviamente, di quelle scienze esatte e quindi immaginarie qui non c’è nulla, e quale metodo migliore esiste per comprendere cosa siamo se non quello di coniugare l’estremo antico e l’estremo futuro in un cortocircuito che annulla il tempo stesso, lasciando così trasparire l’inesistenza delle dimensioni in cui galleggia soltanto l’energia, cioè noi stessi, ciò che siamo e quello che ci accade, per lasciarci interpretare istintivamente, come se fossimo indefinite particelle quantiche, la nostra stessa esistenza e ciò che ci è intorno?

I Tarocchi Quantistici, uno studio accurato e innovativo sui Tarocchi a cura di Lukha B. Kremo, eseguito applicando le leggi e le suggestioni della Fisica Quantistica. Non solo: la già spettacolare versione cartacea dell’opera è ulteriormente impreziosita da uno stupendo mazzo di Tarocchi Quantistici.
Nel libro sono discussi gli aspetti più comuni delle carte da divinazione, spaziando fino a quelli più reconditi, passando per i semi, gli Arcani maggiori e quelli minori, suggerendo le possibilità d’interpretazione delle figure estratte durante l’interrogazione. In appendice sono presenti un piccolo memorandum riassuntivo e una ispirata postfazione di Sandro Battisti. Il volume esce nell’ambito della collana esoterica eXoth, un contenitore che rivela continuamente nuove e profonde sorprese agli adepti delle scienze esoteriche e occulte.

Lukha B. Kremo è autore di fantascienza, insegnante, mail-artista e musicista non professionista, ha vinto il Premio Urania con Pulphagus®, pubblicato nel 2016 con Mondadori.

Compreso mazzo di 64 carte con custodia

ISBN 9788898953899

Macerie

09/01/2020 — Laura Accerboni

  € 10,00   

 

Un’idea si è composta lentamente, stratificandosi di emozione in emozione durante le ripetute letture di questi versi, una sensazione che si è fatta strada sillaba dopo sillaba, aldilà dell’apparente contenuto dei testi, oltre il suono e il significato. Un’emozione che solo si sa afferrare e vagamente descrivere: le poesie di Laura Accerboni sono materiche, fatte di densa sostanza e non di parole. Di sassi e polvere, di radici e piante, di lacrime e calce, di corpi.

Laura Accerboni è nata a Genova nel 1985. Attualmente vive a Lugano dove ha frequentato il Master in Lingua, Letteratura e Civiltà Italiana (USI). Sue poesie sono state pubblicate su diverse riviste tra cui Nuova corrente (Visti da fuori. La poesia italiana oggi in Europa); Italian Poetry Rewiew (Plurilingual Journal of creativity and criticism sponsored by Columbia University, The Italian Academy for Advanced Studies in America and Fordham University); Gradiva (International Journal of Italian Poetry Editor Luigi Fontanella); Poesia Crocetti Editore; Lo Specchio della Stampa; Steve; Capoverso; Loch Raven Review (USA, Maryland) e sulla rivista olandese Kluger Hans. Sono in corso di pubblicazione sulla rivista svedese 10TAL, sull’antologia InVerse (John Cabot University Press) e sul settimanale tedesco Der Siegel. Ha conseguito diversi premi letterari tra cui: Lerici Pea giovani (1996); Premio internazionale di poesia Piero Alinari (2011), Sezione poesia inedita; Premio Achille Marazza Opera Prima (2012). Nel 2016 è uscito presso la casa editrice Nottetempo il libro di poesie La parte dell’annegato. Nel 2010 ha pubblicato per le Edizioni del Leone la raccolta poetica Attorno a ciò che non è stato (Premio Marazza Opera Prima, 2012). È stata ospite di festival internazionali tra cui: Poetry International Rotterdam (Olanda); Goran’s Spring (Croazia); Felix Poetry Festival (Belgio); Struga Poetry Evenings (Macedonia); Međunarodni festival suvremene poezije Brutal (Croatia); Poetas D(in)versos (Coruña); Babel Festival di letteratura e traduzione (Svizzera); ChiassoLetteraria (Svizzera); Internationales Literaturfestival Leukerbad (Svizzera); Poestate (Svizzera); Poetry on the Road (Germania); Days of Poetry and wine (Slovenia). Nel 2017 ha presentato il suo lavoro all’Università di Cork e all’Università di Dublino. Parteciperà̀ ai festival Ars Poetica (Slovacchia), 10Tal / The Stockholm Poetry Festival (Svezia), InVerse Poetry Festival (John Cabot University, Roma, Italia). Dal 2016 è tra i poeti selezionati nell’ambito del progetto Versopolis promosso dall’Unione Europea. Sue poesie sono state tradotte in inglese, francese, tedesco, olandese, svedese, sloveno, croato, arabo, slovacco, romeno, armeno e macedone.

ISBN 9788898953851

Adyton

09/01/2020 — Diana Maat

  € 10,00   

 

Il lettore della poesia di Diana Maat si trova catapultato in un mondo inospite, un luogo di cui non vi è apparente significato, uno spazio aperto senza punti di riferimento semantici e logici. Viene colto da un vago capogiro, una sensazione di vortice leggero, costante che si fa via via più intensa sino a un completo spaesamento. Le parole fluiscono, se ne intuisce la forza, la musica, lo scorrere impetuoso. Sono tuttavia parole inafferrabili, impossibile fermarle, trattenerle, raccoglierle. È un’estraneità che sa quasi di profanazione, come se si fosse partecipi di un evento, di una rappresentazione misteriosamente sacra cui non era tuttavia lecito prendere parte. Un culto che si sta recitando secondo canoni antichi di dimenticate liturgie, suoni che riecheggiano e rimbombano nelle volte di templi segreti in cui il lettore è precipitato, inconsapevole e disorientato.

Diana rimanda alla mente la dea delle selve, i culti lunari e segreti delle streghe, i misteri indecifrabili della natura. Maat è la dea egizia che rappresenta l’ordine cosmico ed è connessa alla prova della pesatura del cuore.
Gli antichi egizi credevano che al momento della morte i cuori dei defunti fossero soppesati nella “Sala delle due Maat”, su una bilancia custodita dal dio Anubi. Uno dei piatti ospitava il cuore del defunto, l’altro la piuma di Maat. Se il cuore pesava più di questa, veniva divorato da Ammit e il suo possessore restava negli inferi. In caso contrario, veniva trasportato da Osiride nell’Aaru.
L’autrice vive sul golfo di Napoli e Diana Maat è il suo pseudonimo, nel 2016 ha vinto il XXII premio nazionale di poesia “Ossi di seppia”.

Poestessa vincitrice XXII Premio Nazionale “Ossi di Seppia” (2016)

ISBN 9788898953455

Lithica

09/01/2020 — Alessio Brugnoli

  € 15,00   

 

Lithica è il seguito de Il canto oscuro, romanzo vincitore del Premio Kipple 2011.
Dalla Roma papalina d’inizio ‘900, teatro de Il canto oscuro, dove il Papa non è mai stato spodestato e dove le macchine computatrici funzionano con la forza del vapore, la scena si sposta a Minorca, isola in cui le forze dell’occulto vanno a braccetto con la tecnologia steampunk e generano mostri che solo l’acutezza umana e a volte picaresca dei protagonisti può fermare.

Il viaggio del principe Andrea Conti e del suo valletto Beppe, sudditi del Papa nella Roma steampunk di inizio '900, si svolge su un dirigibile del famiglia Conti con destinazione geografica le Americhe. Un guasto, scoperto con risvolti picareschi, costringe i due a fare scalo sull'isola di Minorca dove, tra evocazioni occulte e riti del Necronomicon, si trovano a fare i conti con qualcosa di notevolmente più grande di loro, in cui la politica inglese - colonizzatrice dell'isola - nulla può contro le fitte trame dell'oscuro evocato dai Giganti di biblica memoria.
Sullo sfondo l'economia a vapore, che muove la vita su Minorca, si modella attorno alle forme infernali e oscure e dei personaggi tipici dell'isola minorchina, mostrando risvolti folkloristici e citazioni di un mondo culturale impensabile e affascinante.
Il nuovo capolavoro di Alessio Brugnoli mostra tutto il suo splendore in un nuovo episodio della saga steampunk romana, nell’imprescindibile mondo ucronico dove l'energia vittoriana del vapore regola il governo di un Papa che non è mai stato spodestato dal Regno d'Italia, in cui personaggi come Alan Turing e Aleister Crowley si muovono assurdi e credibili sotto le trame del reale.

Alessio Brugnoli, è curatore d’arte, scrittore, blogger, articolista, laureato in Ingegneria delle Telecomunicazioni, nonché autore di romanzi le cui trame s’intrecciano con la Storia, la Cultura, la Filosofia e lo studio delle scienze ortodosse e non. Vive a Roma, immerso nel Passato e nel Futuro della città, senza dimenticarne il Presente.

Premio Kipple 2014 (ex aequo)

ISBN 9788898953271

Trans-Human Express

09/01/2020 — Lukha B. Kremo

  € 15,00   

 

“Il Presidente degli Stati Uniti d’America perse i sensi una mattina di fine luglio. Quello fu il giorno in cui cominciò la fine.”
Una strana epidemia si diffonde tra i potenti del mondo: è solo l’inizio di un agghiacciante piano criminale globale.
Luke Pitagora, informatico ed ex detective, viene chiamato a far parte di una commissione per indagare sul fenomeno, ma presto si rende conto che la commissione stessa è sotto controllo. Proseguirà le indagini da solo, con l’aiuto di due fedeli automi.
La chiave è difficile da scovare, perché si trova tra le pieghe della musica…
I tre scopriranno che qualcuno sta comunicando con il passato assicurandosi il “download” delle menti più geniali e decisive della Storia per modificare e sconvolgere la situazione politica attuale.
Vedi il booktrailer
Vedi la versione quick del booktrailer

Lukha B. Kremo è autore di romanzi e racconti non solo di fantascienza. Ha diretto la rivista Avatär, vincendo tre Premi Italia. Ha pubblicato racconti su varie antologie tra le quali Supernova Express (2006, Fantanet), Frammenti di una rosa quantica (2008, Kipple) e Avanguardie Futuro Oscuro (2009, Kipple). Un suo racconto è uscito anche su Robot.
Ha pubblicato cd di musica elettronica con lo pseudonimo di Krell e organizzato il progetto Sonora Commedia.
Ha pubblicato i romanzi Il Grande Tritacarne (2005), Gli occhi dell’anti-Dio (2008), Trans-Human Express (2012). Con Pulphagus® - Fango dei cieli ha vinto il premio Urania 2016.

ISBN 9788895414850

Il conto oscuro

09/01/2020 — Alessio Brugnoli

  € 15,00   

 

Questo romanzo ci regala un ottimo esempio di steampunk di ambientazione “romana”: un panorama d’inizio secolo in cui le sorprese tecnologiche non mancano e l’azione si snoda tra eleganti teatri dell’opera, antiche residenze decadute, bische e la classica Roma “sparita”. Sullo sfondo di un’indagine, partita per scoprire il responsabile di un crimine, si muove il principe Andrea il quale diventerà, suo malgrado, testimone di un tempo di trasformazione, un tempo che segnerà l’avvento di un nuovo modo di concepire l’elaborazione elettronica.

Alessio Brugnoli, è curatore d’arte, scrittore, blogger, articolista, laureato in Ingegneria delle Telecomunicazioni, nonché autore di romanzi le cui trame s’intrecciano con la Storia, la Cultura, la Filosofia e lo studio delle scienze ortodosse e non. Vive a Roma, immerso nel Passato e nel Futuro della città, senza dimenticarne il Presente.

Premio Kipple 2011

ISBN 9788895414751

SuperNeXT

09/01/2020 — Aa.Vv.

  € 15,00   

 

La raccolta del meglio della rivista NeXT a cura di Alex “Logos” Tonelli e Domenico “7di9” Mastrapasqua.
Narrativa, saggistica e poesia sull’interazione tra il Connettivismo e le realtà visibili e teorizzabili, un continuo confronto tra scienza, filosofia, mistica e sensibilità postumana, in un continuo di rimandi tra passato, presente, futuro.

I connettivisti sono un nutrito manipolo di sperimentatori a tutto tondo, nessuna espressione artistica è loro preclusa. NeXT-Stream rappresenta forse la più ambiziosa forma di sperimentazione del collettivo che vuole, ora, esportare i suoi tratti distintivi anche nella letteratura non di genere, avendo come substrato sempre presente le suggestioni del Fantastico e della Science Fiction.

ISBN 9788895414560

Palo Mayombe 2011

09/01/2020 — Danilo Arona

  € 15,00   

 

L’oscuro richiamo dell’Africa centrale, dei suoi rituali magici e della musica ancestrale, degli schiavi deportati e delle pratiche “nere”, sono il coacervo di energie e credenze, di misteri e superstizioni su cui Danilo Arona costruisce una trama incalzante a tratti occulta, a tratti orrorrifica, e sempre affascinante.
L’autore: Danilo Arona, classe 1950, giornalista, scrittore, musicista, e ricercatore sul campo di “storie ai confini della realtà”, critico cinematografico e letterario.

Danilo Arona, scrittore, ricercatore e giornalista, ha scritto più di quaranta libri e un incalcolabile numero di articoli sul cinema e sul lato oscuro della realtà. Tra i suoi libri di saggistica: Tutte storie, Satana ti vuole, Possessione mediatica, L’ombra del dio alato e L’oscuro bagliore dell’Uomo Nero. Tra quelli di narrativa: L’estate di Montebuio, Palo Mayombe 2011 e Malapunta.

ISBN 9788895414256

La dea nera

09/01/2020 — Mauro D'Angelo

  € 17,00   

 

Un rituale per accedere alle forme di divinazione e di contatto intimo con l’ancestrale dea Lilith sono, per Mauro D’angelo, una forma vitale di comportamento quotidiano. Il celebre occultista ne spiega i risvolti e le necessità da espletare durante i contatti prolungati ed energetici con il culto lilithiano, affinché Lei possa entrare nelle vite dei suoi officianti e renderli partecipi della sua grandezza.

Mauro D’Angelo è autore e produttore artistico. Inizia la sua avventura nel mondo dello spettacolo nel 1979, lavorando per la RCA. Negli anni collabora con prestigiosi artisti quali Sergio Endrigo, Umberto Bindi, Filipponio, Marco Luberti, Claudio Simonetti, Le Orme, Red Canzian, Carlo Marrale, Gazebo, Federica Camba, Equipe 84, Mario Venuti, Piero Mazzocchetti, Righeira, Patrizia Laquidara, Skiantos, Stadio, Riccardo Fogli, Eugenio Finardi, Tony Canto, Africa Unite, Rita Forte, Arisa, e altri. Fonda con Roberto Grillo, (Direttore artistico per Polygram, EMI, Sony) una delle prime etichette indipendenti italiane, la "Supple Productions", che si distingue per dinamismo e innovazione delle proposte, nonché per la presenza e la partecipazione alle maggiori rassegne nazionali del settore. Dalla collaborazione con Franco Califano, e i suoi amici più stretti, nasce nel tempo un "Diario di bordo" che prende forma nel testo incluso nel libro "Avevo cominciato con la parola Amore". È autore della trilogia sul mito di Lilith e divulgatore della sua filosofia di pensiero denominata "Spiritualismo Subliminale".

ISBN 9788898953424

Lilith

09/01/2020 — Mauro D'Angelo

  € 15,00   

 

Lilith accompagna da sempre l’umanità nei suoi Zeitgeist, ma cos’è questa forma ancestrale ed energetica indicata come nemica dell’uomo? Mauro D’Angelo ci mostra i ricordi della sua vita – trascorsa in costante contatto con l’essere più occulto e ineffabile che si conosca – rivelandone le sfumature, il culto e i rituali che possono avvicinarci a colei che spesso, a torto, è stata definita come un demone, evidenziandone le peculiarità rivelatrici e illuminanti che solo in pochi – nel lungo corso dei millenni – hanno saputo cogliere.

Mauro D’Angelo è autore e produttore artistico. Inizia la sua avventura nel mondo dello spettacolo nel 1979, lavorando per la RCA. Negli anni collabora con prestigiosi artisti quali Sergio Endrigo, Umberto Bindi, Filipponio, Marco Luberti, Claudio Simonetti, Le Orme, Red Canzian, Carlo Marrale, Gazebo, Federica Camba, Equipe 84, Mario Venuti, Piero Mazzocchetti, Righeira, Patrizia Laquidara, Skiantos, Stadio, Riccardo Fogli, Eugenio Finardi, Tony Canto, Africa Unite, Rita Forte, Arisa, e altri. Fonda con Roberto Grillo, (Direttore artistico per Polygram, EMI, Sony) una delle prime etichette indipendenti italiane, la "Supple Productions", che si distingue per dinamismo e innovazione delle proposte, nonché per la presenza e la partecipazione alle maggiori rassegne nazionali del settore. Dalla collaborazione con Franco Califano, e i suoi amici più stretti, nasce nel tempo un "Diario di bordo" che prende forma nel testo incluso nel libro "Avevo cominciato con la parola Amore". È autore della trilogia sul mito di Lilith e divulgatore della sua filosofia di pensiero denominata "Spiritualismo Subliminale".

ISBN 9788898953226

Storie di Scintilla

09/01/2020 — Kremo & Raskal

  € 15,00   

 

Tra velleità artistiche, serate alcoliche e lavori precari, le vicende di un eterogeneo gruppo di amici in una Milano vista dalla scala di servizio. Tra di loro Scintilla, aspirante fotografo, l’indolente personaggio che se non esistesse bisognerebbe inventarlo.
Le situazioni, tra il comico e l’assurdo, trovano come baricentro il Bar Meteora, un ipotetico bar che potrebbe trovarsi a piazzale Corvetto come sui Navigli, che di giorno accoglie partite di carte da pensionati, e la sera cambia pelle per assumere il volto della Milano by night.
La si potrebbe definire una commedia dei giorni nostri, una fiaba nera o un romanzo picaresco. Il libro è un romanzo a episodi, nel senso che si tratta di diverse storie vissute dagli stessi personaggi e ha una sua evoluzione e un finale emozionante.
Storie di Scintilla è un libro gioioso, veloce come un video clip, che, anche in virtù dei tredici episodi che caratterizzano il romanzo, si configura come l’Altri libertini della Generazione X.
Non si può che rimanere avvinti alla straordinaria vitalità di Scintilla, alle sue trovate demenziali, alle sue buffonate. Fra personaggi picareschi e improbabili perché troppo reali, si muove questo selvaggio dall’aria scanzonata, destinato però a non concludere nulla, a dare unicamente spettacolo di sé, nelle sue avventure che di mirabolante hanno solo il caos che le genera. […] (Ettore Fobo)

ISBN 9788895414034

Chimere senza tempo

09/01/2020 — Vittorio Catani

  € 15,00   

 

La piccola odissea di Vikkor Thalimon, l’allucinante viaggio nei sotterranei delle Murge, o la stupefacente AREA 52…
“Il pianeta oggi aumenta d’improvviso la gravità – stivali polverosi si staccano dal terreno a fatica con uno schiocco – uno sbuffetto di polvere frettolosa – ma cammino e cammino verso la mia meta – il mio mandala lontano… …lontano il fiume fuori vista in un lievitare impalpabile di insetti – zolle intorno a me si aprono per vomitare torrenti di trifoglio…” Dodici racconti che ripercorrono la lunga storia letteraria di un veterano della fantascienza italiana, stupendamente illustrati da Giuseppe Festino.

Vittorio Catani (Lecce, 1940) è una delle colonne della fantascienza italiana. Scrittore, saggista, animatore culturale a 360 gradi. Sotto le spoglie del gentiluomo d'altri tempi, Catani è in realtà un gran combattente. Uno di quelli che non si risparmiano mai. Nella sua più che quarantacinquennale carriera ha sempre sostenuto la fantascienza come genere? quando il solo leggerla era considerato quasi un atto osceno? e quella scritta da autori italiani. Basta pensare che oltre che alla scrittura, si è occupato di narrativa fantastica anche attraverso sceneggiature radiofoniche, trasmissioni radio e tv, spettacoli teatrali, conferenze, laboratori di scrittura nelle scuole, contribuendo non poco alla diffusione stessa del genere letterario a cui ha dedicato gran parte della sua vita. Suoi racconti sono apparsi sulle più prestigiose riviste (Urania, Galaxy, Galassia, Robot - prima serie, Nova Sf, Futuro Europa, Robot - nuova serie) e su quotidiani (L'Unità, Il Secolo d?Italia e La Gazzetta del Mezzogiorno). Lo scrittore pugliese ha quasi sempre posto al centro della sua narrativa l'Uomo: non troverete nelle sue storie migliori astronavi o alieni, ma uomini che affrontano gli eventi straordinari di cui sono protagonisti con i loro difetti e pregi.Ne sono testimonianza le sue antologie L'eternità e i mostri, apparsa sulla rivista Galassia nel 1972, e la più recente L'essenza del futuro ((Perseo Libri, 2007) che raccoglie praticamente quasi tutta la sua narrativa breve. Nel 1990, Catani ha vinto la prima edizione del Premio Urania, con il romanzo Gli universi di Moras, anche questa una storia che narra di un uomo che entra in crisi davanti alla consapevolezza e all'esplorazione di decine di migliaia di possibili universi paralleli. Il racconto che presentiamo, Nella nostra famiglia, è una storia per certi versi intima, ma con risvolti anche sociali e, soprattutto, è di una scottante attualità. La crisi della famiglia è ormai un dato di fatto, ma il paradosso insito nel racconto ha il sapore di una agghiacciante profezia.

ISBN 9788895414010

Il cacciatore di sirene

09/01/2020 — Domenico Mortellaro

  € 15,00   

 

Nell’Italia buia del Ventennio, un caso provinciale di follia vede protagonisti un direttore del manicomio, un ispettore di Polizia inviato direttamente da Mussolini, e Carl Gustav Jung. L’autore tratteggia con maestria tipica del romanzo non di genere i profili dei personaggi, facendo risaltare prepotentemente i sussulti weird dell’assurdo che s’insinua sotto la soglia del reale. Un’interpretazione magistrale da parte di Mortellaro che pone l’autore nell’olimpo dei nuovi narratori del Fantastico e del mainstream.


Un romanzo che va oltre il racconto di genere. Domenico Mortellaro vince il Premio Kipple 2019 con una storia che fa del Fantastico la sua bandiera, mentre racconta fatti verosimili e derive immaginifiche di un’Italia fascista, nella Provincia più profonda dove in un manicomio criminale si fronteggiano il direttore della clinica, un ispettore capzioso e al contempo brutale – inviato da Mussolini in persona – e Carl Gustav Jung, impegnato in un ruolo di cesura che ben si attaglia con le intuizioni della Sincronicità.
Il cacciatore di sirene è un teatro dell'assurdo e del weird che esplora i fantasmi del nostro presente, mai sopiti e soprattutto, mai morti.

Domenico Mortellaro, barese, classe 1979, criminologo e sociologo.
Ha tirato di boxe, ama i gin tonic fatti bene, i caffè veri e l’Internazionale Football Club. Scrive di Male e altre barbarie; poco importa se siano saggi sulle mafie italiane o profili criminali. Oppure romanzi e racconti che i lettori battezzano noir, weird, splatter o cyberpunk.
I suoi primi racconti compaiono attorno al 2003 negli eBook di latelanera.com con lo pseudonimo di Aleks Kuntz. O nelle antologie Giallo Scacchi, Limite acque sicure o Tutto il nero d’Italia. È il 2016 quando pubblica Controllo remoto e Clotilde Secret Files #1 per il ciclo di Archology e il romanzo horror storico Quelle povere criature. L’anno dopo è tra gli autori che per primi rispondono alla chiamata di Forlani e Davia e nell’antologia Thanatolia partecipa con tre racconti. Nel luglio del 2019, per la collna “Futuro Presente” di Delos Digital sforna Carne o ferro, un romanzo breve di fantascienza sociale. Se c’è una cosa che detesta, peró, è dover accettare che nella narrativa esista una “questione di genere” che obbliga a disegnare steccati e rinchiuderci dentro le storie.
Fuori dal mondo della narrativa di evasione, ormai dal lontano 2006, ha pubblicato saggi sul profiling, sulle biografie criminali e sulle mafie pugliesi. Oltre a scrivere per quotidiani e settimanali di cronaca nera e periferie. Nel poco tempo che famiglia, professione e narrativa d’evasione gli lasciano libero, educa piantine a diventare bonsai, visioni a diventare fotografie e bpm a diventare musica. In effetti, chi lo conosce bene dice che 24 ore gli sembran poche.

Vincitore Premio Kipple 2019

ISBN 9788832179149

NeXT-Stream
Visioni di realtà adiacenti

09/01/2020 — Aa.Vv.

  € 25,00   

 

La realtà contigua è un altrove che è già qui: è l’irruzione del non familiare in un contesto già spiazzante, nel quale i personaggi si muovono attingendo a competenze misteriose, istintive, seguendo pulsioni di vita, confidando nella possibilità di cogliere qualcosa di vero ovunque si trovino a vagare.
Franci Conforti e Francesca Fichera usano le leggi del reale, la matematica, la musica, per darci delle esplosioni cenestetiche, intense e divertentissime, a loro modo struggenti. I personaggi di Giovanni De Matteo, Stefano Trucco,
Sandro Battisti e Matt Briar alternano sensazioni di estraneità e familiarità e le storie sono permeate di significati vicini, non solo contigui: a vista. Valeria Barbera crea rivoli di possibilità, accende e spegne, entra ed esce da scenari paralleli
che si autoescludono eppure esistono insieme. Irene Drago dà una precisa collocazione alla sua ambientazione contigua, ma poi ne cambia la cornice, ed ecco che cambia anche il senso. Un’altra linea narrativa comune è la mutazione non indolore dei personaggi. Quelli nella storia di Marco Milani cambiano tutti tranne il protagonista, che si aggrappa al proprio mondo e alla musica. Musica che torna nel racconto di Domenico Mastrapasqua: dove “l’eroe” è confuso e replicato: ma non vuole, non può mutare, per non dissolversi. Linda De Santi e Laura Silvestri configurano
modifiche fisiche strumentali e strutturali: incidono sulle biografie, alterano le sostanze. Alessandra Cristallini e Andrea Pomes, con le loro short story sparpagliate nell’antologia a separare e riunire gli altri racconti, inseguono un cambiamento che forse sarebbe stato meglio evitare.

Quattordici autori hanno interpretato questo nuovo tema di NeXT-Stream: Giovanni De Matteo, Alessandra Cristallini, Andrea Pomes, Linda De Santi, Domenico Mastrapasqua, Marco Milani, Matt Briar, Laura Silvestri, Irene Drago, Franci Conforti, Valeria Barbera, Stefano Trucco, Sandro Battisti, Francesca Fichera.

Vincitore del Premio Italia come Migliore Antologia 2019

ISBN 9788832179002

Frammenti di una rosa quantica

09/01/2020 — Aa.Vv.

  € 15,00   

 

Quattordici storie che traggono spunto dalle teorie più estreme della fisica e dell’astrofisica (meccanica quantistica, teoria delle stringhe), dalle prossime innovazioni tecnologiche (reti globali, realtà virtuale, computer quantici) e dalle istanze del transumanesimo, coniugandole con gli slanci poetici del postmodernismo, del futurismo e di certe visioni olistiche.

I connettivisti sono un nutrito manipolo di sperimentatori a tutto tondo, nessuna espressione artistica è loro preclusa. NeXT-Stream rappresenta forse la più ambiziosa forma di sperimentazione del collettivo che vuole, ora, esportare i suoi tratti distintivi anche nella letteratura non di genere, avendo come substrato sempre presente le suggestioni del Fantastico e della Science Fiction.

ISBN 9788895414072

Avanguardie Futuro Oscuro

09/01/2020 — Aa.Vv.

  € 15,00   

 

Uno spettro si aggira per la Sci-Fi italiana. Non un singolo autore, ma un’intera falange armata al laser verbale. Non una singola tematica, ma un intero insieme polimorfo nonché poligenere. Non un singolo stile narrativo, ma un intero array, dallo “staccato convulso” al flusso di coscienza. Tutto questo ha un nome che suona (ingannevolmente) come un neologismo: Connettivismo.
In questo volume 17 racconti che indagano il lato oscuro del movimento, tra noir e fantascienza.

I connettivisti sono un nutrito manipolo di sperimentatori a tutto tondo, nessuna espressione artistica è loro preclusa. NeXT-Stream rappresenta forse la più ambiziosa forma di sperimentazione del collettivo che vuole, ora, esportare i suoi tratti distintivi anche nella letteratura non di genere, avendo come substrato sempre presente le suggestioni del Fantastico e della Science Fiction.

ISBN 9788895414164

Tolkien
La Luce e l'Ombra

09/01/2020 — Aa.Vv.

  € 15,00   

 

Una raccolta di saggi di dieci studiosi internazionali del Legendarium di J. R. R. Tolkien, focalizzata su Luce e Ombra. Tali fili conduttori della sua produzione letteraria sono qui presi in esame come temi universali da interpretarsi in molti sensi diversi – etico, filosofico, psicologico, spirituale, storico e biografico – con ulteriori approfondimenti sulle loro innumerevoli sfumature. Le principali opere del Professore (su tutte, Lo Hobbit, Il Signore degli Anelli e Il Silmarillion) vengono esaminate nei loro molteplici aspetti, in rapporto agli eventi della sua vita e tenendo presente la sua opinione, attraverso l’epistolario e il suo saggio Sulle fiabe. Grazie a queste penetranti e coinvolgenti riflessioni, emerge una vasta gamma di punti di vista sul suo intero opus, a conferma della sua altissima rilevanza per la storia della Letteratura, con l’ulteriore ricchezza offerta da alcune nuove intuizioni sullo spirito delle sue creazioni.

Luce e Ombra come temi di fondo dell’opera, il che non significa ’assoluti’, ma manifestazioni del reale. In altre parole, Luce e Ombra sono termini di riferimento del ricco e complesso materiale emotivo sollecitato dalla lettura delle opere di Tolkien. Dove l’una (l’Ombra) si ricollega alla Paura, l’altra (la Luce) è un riflesso di quel divino che è fonte di ispirazione dell’intera opera del Professore di Oxford, pur non pesando mai (né dichiarandosi mai esplicitamente) sulla sua produzione letteraria. Diversi, infatti, sono i motivi ispiratori e gli approcci seguiti nei saggi che leggerete in questo libro.

Roberto Arduini, giornalista de “L’Unità” e presidente dell’Associazione Italiana Studi Tolkieniani,

Patrick Curry vive a Londra. È l’autore di Defending Middle-Earth: Tolkien, Myth and Modernity

Michaël Devaux, titolare di una borsa della Fondazione Thiers. Su Tolkien, ha coordinato diverse pubblicazioni

Michael D.C. Drout è Professore di Inglese e Direttore del “Center for the Study of the Medieval” al Wheaton College, in Massachusetts.

Colin Duriez è uno scrittore, curatore e ricercatore britannico, e ha pubblicato riversi libri su J. R. R. Tolkien e autori a lui ‘vicini’ come C.S. Lewis e gli altri membri degli Inklings e J.K. Rowling.

John Garth è autore di Tolkien and the Great War; tiene regolarmente conferenze, insegna e scrive su Tolkien.

Thomas Honegger si è addottorato presso l’Università di Zurigo, dove poi ha insegnato Inglese Antico e Medio.

Gino Scatasta insegna Letteratura Inglese e Culture Mediali Anglofone presso l’Università di Bologna.

Guglielmo Spirito è un frate francescano conventuale, e vive e lavora ad Assisi.

Giovanni Agnoloni è scrittore, traduttore letterario e blogger. Autore di tre saggi sull’opera di J. R. R. Tolkien.

ISBN 9788832179064