La casa editrice Langella Edizioni Napoli nasce il 4 gennaio 2020 e si ripromette di offrire piccoli testi di qualità, nel solco dell'antica e nobile tradizione dei librai editori

 

 PDF    LISTINO    XLS 

CATALOGO  PDF 

TISANURI

17/07/2020 — Treccagnoli Pietro

  € 25,00   

 

Vi siete mai chiesti il motivo per il quale i libri siano così amati? Avete mai pensato a quale possa essere la vera origine di questa inarrestabile passione che ci porta ad accumulare testi antichi e moderni sugli scaffali delle nostre librerie? Forse i motivi sono troppi ed è difficile sintetizzarli in una sola parola ma se cercherete una risposta tra le pagine di questo piccolo ma prezioso testo di Pietro Treccagnoli, scoprirete che esiste una creatura piccola e argentea, che saprebbe rispondere a questa domanda senza battere ciglio. Scoprirete che questo esserino, antico quanto il mondo che conosciamo, ama divorare i libri, in particolare le copertine ruvide e la colla dei dorsi. Per lui sono la sopravvivenza. Tra pagine antiche o attuali, comiche o tragiche, leggendarie o storiche, gialle o nere trova riparo. Mette al mondo i suoi piccoli e porta avanti un progetto di vita partito più di trecento milioni di anni fa. Se amate i libri, se avete animo compassionevole e spirito conviviale allora questa è la storia che stavate aspettando da sempre. Una storia argentea come la luna capace di accendere una luce inaspettata tra gli scaffali delle vostre librerie.

Pietro Treccagnoli, vive a Napoli e per quasi quarant’anni ha lavorato al “Mattino”, attualmente collabora con il “Corriere del Mezzogiorno”. Negli anni si è occupato di cultura, spettacoli, cronaca e ha dedicato a Napoli alcuni dei suoi libri: “Elogio di san Gennaro” (Pironti), “Il Lungomare” (Rogiosi), “La pelle di Napoli” (Cairo), “I Quartieri Spagnoli” (Rogiosi), “L’Arcinapoletano” (Guida). Ha pubblicato anche: “Non lo chiamano veleno” (Avagliano), “Non sono mai partito” (Cento Autori), “Rapporti confidenziali” (Cento Autori) e “Salva con nome” (Polidoro). Ama più leggere che scrivere e pensa di aver scritto anche troppo e letto troppo poco. è devoto alla logica e a San Gennaro. Passa le sue giornate di pensionato ascoltando Mozart, Bruce Springsteen e Pino Daniele. Se non siete troppo invadenti potete chiedergli l’amicizia sui social.

ISBN 9788894512014

CASOMAICIPENSO

17/07/2020 — Langella Pasquale

  € 7,00   

 

Con uno scritto di Pino Imperatore. Dopo Stupidario Librario, ecco un nuovo appuntamento con gli aneddoti di un libraio napoletano alle prese con un pubblico sempre più confuso in merito all'esistenza e all'identità dei libri. Napoli è un teatro a cielo aperto, lo sanno tutti, ma forse qualcuno ancora non sa che in una libreria della storica Port'Alba questo teatro prende vita tutti i giorni sotto gli occhi serafici del libraio Pasquale che deve fare i conti con personaggi a dir poco surreali. Pino Imperatore, nell'esilarante racconto che apre il testo, lo dice chiaramente citando anche Campanile: l'umorismo involontario è quello che più fa sbellicare dalle risate. E scorrendo le pagine di questo libro si ride tanto. Eppure, quando si arriva in fondo affiorano anche mille domande. Davvero i libri sono diventati un oggetto così misterioso? Veramente c'è chi pensa di acquistarli al metro come la pizza? Sul serio qualcuno è convinto che una libreria venda carta da forno o che abbia libri da buttare?

Pasquale Langella libraio, vive e lavora a Napoli in via Port’Alba. Ha pubblicato Stupidario librario. Dialoghi surreali con un libraio napoletano (Napoli, Intra Moenia, 2017) e ’O libraro (Imola, Babbomorto Editore, 2019).

ISBN 9788894512007