L?APS Sentieri Sterrati e Somara!Edizioni lavorano per riportare alla luce e diffondere le storie, le vite e le opere di Donne che la Storia ha nascosto e cancellato. Somara! pubblica principalmente traduzioni di testi mai pubblicati in Italia.

 

 PDF    LISTINO    XLS 

CATALOGO  PDF 

Nessuna mi ha mai detto di no - Anne Lister e i suoi diari segreti

20/09/2020 — Angela Steidele

  € 20,00   

 

Io amo solo ed esclusivamente il bel sesso, e ne sono ricambiata, quindi il mio cuore disdegna ogni altro amore. Così scrive Anne Lister nei suoi diari, nella scrittura criptata che verrà decifrata soltanto decenni dopo la sua morte. Personaggio unico e straordinario, Anne Lister sfida le leggi sociali del suo tempo e lo fa apertamente, nei modi, negli abiti, nel rifiuto del matrimonio e dei cliché della femminilità, e segretamente, con una impressionante serie di avventure amorose con donne.

Nata nel 1791 ad Halifax, Anne Lister è contemporanea delle eroine di Jane Austen ma vive la vita di una donna libera e di una lesbica sicura di sé, in un'epoca in cui le due cose non erano neppure pensabili. L'ambiziosa Anne, proveniente da una famiglia antica e rispettata ma squattrinata, riesce a ereditare la magione dei suoi avi, diventa imprenditrice, compie lunghi e avventurosi viaggi e si scopre una passione per l'alpinismo, senza mai smettere di collezionare imprese erotiche, che culminano nella conquista di una "moglie" adeguata, la giovane e ricca Ann Walker, perché senza una donna accanto a me non posso vivere felice.

Lucida, travolgente, sensuale e spesso senza scrupoli, Anne Lister unisce alla passione erotica quella della scrittura diaristica. I suoi diari sono un documento prezioso sulla vita quotidiana nell'Inghilterra del Nord, sui paesi inesplorati dei suoi viaggi, e soprattutto sul più sconosciuto e negato dei territori, il corpo e la sessualità delle donne. La biografia di Steidele ci offre un'immagine documentata e complessa della spregiudicata eroina a cui BBC e HBO hanno dedicato la fortunata serie Gentleman Jack, senza nulla togliere alla sua vita da romanzo.



Angela Steidele, nata a Bruchsal, Germania, nel 1968, studia e racconta vicende d’amore realmente avvenute nella storia. Tra le sue pubblicazioni in Germania: In Männerkleiden. Das verwegene Leben der Catharina Linck alias Anastasius Rosenstengel, [In abiti maschili: La temeraria vita di Catharina Linck alias Anastasius Rosenstengel], 2004, e Geschichte einer Liebe: Adele Schopenhauer und Sibylle Mertens [Storia di un amore: Adele Schopenhauer e Sibylle Mertens], 2010. Il suo debutto letterario Rosenstengel le è valso il Bayerischen Buchpreis. Vive a Colonia.


ISBN 9788894380743

Donne della Rive Gauche - Parigi 1900-1940

15/10/2018 — Benstock Shari

  € 32,00   

 

Donne della Rive Gauche” è la prima traduzione italiana del testo della studiosa americana Shari Benstock “Women of the left bank” del 1986, acclamato dalla critica americana e già tradotto e conosciuto sia in Francia che in Spagna.

È un testo fondamentale nel quale sono raccontate, nei dettagli, le vite delle Donne che popolarono la Parigi della prima metà del ‘900, dando vita a un fermento culturale senza eguali. Con questo libro scopriamo che quella che è stata definita l’ “era di Pound”, o la “generazione di Auden”, è stata in verità l’era e la generazione anche e soprattutto di donne americane, francesi, inglesi che tra il 1900 e il 1940 abitarono sulla riva sinistra della Senna a Parigi.

Così le battezza Shari Benstock: “le donne della Riva Sinistra”. E le nomina una per una: si chiamano Gertrude Stein, Djuna Barnes, Natalie Barney, Sylvia Beach, Colette, Nancy Cunard, H.D., Alice B. Toklas, Mina Loy, Anaïs Nin, Adrienne Monnier, e Jean Rhys e Crosby e Flanner e Solano e Vivien e Boyle e Anderson e Wharton e Bryher e Heap e Jolas.

Sono donne che scrivono: romanzi, racconti, articoli; lavorano in riviste e in case editrici d’avanguardia. Fondano librerie, creano salotti in cui parlare d’arte e di letteratura. Il loro desiderio è di scrivere e vivere e amare e stare al mondo secondo il loro proprio modo di essere. Sono donne, questa la loro prima differenza. E vogliono la libertà di essere le donne che sono. Amare come amano, scrivere come scrivono.

Ma questo di Shari Benstock non è solo uno studio magistrale del Modernismo letterario che in Europa in quegli anni cambia la forma del romanzo; è un esempio superbo di revisionismo storico; un revisionismo salutare e niente affatto partigiano, né fazioso, perché al contrario del riflesso cieco della storiografia di impronta patriarcale, che ha, se non escluso, di certo passato sotto silenzio l’apporto delle scrittrici donne alla rivoluzione culturale novecentesca, qui gli uomini scrittori non vengono esclusi dalla scena.

Shari Benstock, insegnante universitaria, autorevole studiosa della letteraratura modernista, scrittrice e teorica femminista, è nata a San Diego, in California, il 2 dicembre 1944, ed è morta il 26 maggio del 2015. Ha insegnato all'università di Tulsa, Oklahoma, dove è stata Direttrice del Centro per gli Studi sulla Letteratura delle Donne ed editrice del giornale “Tulsa Studies in Women’s Literature”. Successivamente è stata professoressa di Inglese presso l'università di Miami, Florida, dal 1986 al 2006, dove ha fondato il Centro di Studi femminili e di genere. È stata anche Presidente del Dipartimento di Inglese e Preside associata per gli affari di facoltà nel College of Arts and Sciences. Oltre al presente libro, Shari Benstock è conosciuta ed apprezzata per i suoi studi su James Joyce, e per la biografia su Edith Wharton “No Gifts from Chance: Una biografia di Edith Wharton”. I suoi testi sono stati tradotti in più di mezza dozzina di lingue.

ISBN 9788894380705