La Gilgamesh Edizioni non è un'impresa commerciale, ma una casa editrice che si prefigge come obiettivo quello di pubblicare opere che, indipendentemente dalla loro 'vendibilità', siano di valore. Il nostro intento non è quello di guadagnare a tutti i costi (non viviamo del lavoro di Editore), ma di far conoscere gli autori che decidiamo di pubblicare e di sostenere. Per questa ragione, ad esempio, le tematiche trattate nei nostri titoli non saranno sempre e necessariamente codificate o conformate secondo la moda letteraria del momento; così come il linguaggio non sarà obbligatoriamente 'semplice', diretto e fondato sulla paratassi. Tra i nostri tipi, testi scritti in uno stile più semplice e diretto potrebbero affiancarsi a opere dalla cifra barocca. Non crediamo negli schemi o nelle gabbie strutturali. Valutiamo di volta in volta, svuotando la mente da pregiudizi, ubbie e modelli narrativi stereotipati. Da qui la nostra politica di selezionare secondo il gusto e non in base ad astratti parametri di mercato, che finiscono con lo svilire la dignità del lettore cosiddetto 'medio'. Noi sappiamo che esistono Autori di indubbio valore e lettori di raffinato gusto. E la Gilgamesh Edizioni vuole ricoprire il delicato ruolo di mediatore culturale tra questi due universi.

 

 PDF    LISTINO    XLS 

CATALOGO  PDF 

Scegli il nostro destino

18/06/2019 — Carlo Lanna

  € 15,00   

 

Il mio nome è Dorian e sono un gigolò. Vendere il mio corpo al miglior offerente in cambio di denaro e potere non è mai stato un problema, finché non è arrivato un cliente che ha preteso qualcosa di più del sesso. Ian Cullen vuole tutto ed è disposto a pagare diecimila dollari per ottenerlo. Sarò suo per un mese e dovrò esaudire ogni suo desiderio. Quando ho firmato il contratto credevo che sarebbe stato solo un lavoro, ma il destino sembra avere piani diversi per noi. Perché io non sono Dorian. Lui non è Ian Cullen. E in passato siamo stati una cosa sola…


Mi scrutò con aria furente. «Io dirigo una società milionaria, tu sei un gigolò e ti fai chiamare Dorian. Valuta bene ciò che dici.» Si scostò un ciuffo che scendeva sul viso. Dio mio, era ancora più bello di come lo ricordassi. Non commentai oltre, così fu di nuovo lui a provocarmi con le sue parole taglienti. «Non li hai letti i termini? Sarai il mio schiavo, il mio amante, il mio compagno di letto. Non puoi fuggire da me. Ho stretto un accordo da parecchi zeri e non ho intenzione di sprecarne nemmeno un centesimo.»

Carlo Lanna, classe 1985, vive a Caserta ed è un giornalista di spettacolo per IlGiornale.it. Divora film e serie tv di tutti i tipi fin dall’adolescenza e ama follemente le saghe urban-fantasy e i dark romance. La scrittura è nel suo DNA ma è tornato a dedicarcisi attivamente solo qualche anno fa, dopo un lunghissimo periodo di silenzio. Ha pubblicato alcuni racconti brevi in diverse antologie. Esordisce nel catalogo Gilgamesh Edizioni con Scegli il nostro destino.

ISBN 9788868673901

Sharon fiuta

17/06/2019 — Ruco Magnoli

  € 12,00   

 

C’è un film di cui Sharon non parla mai, ma è soltanto per timidezza cagionata dall’eccesso d’amore e d’ammirazione, timidezza che tuttavia non gli ha impedito di assumerlo come ipotesto dei suoi racconti. È infatti dentro La Maman et la putain di Jean Eustache, e non nell’altro film adorato, My Favorite Brunette di Elliot Nugent, né nella spermafilia alla Burroughs di Les Garçons sauvages di Bertrand Mandico, che il signor Fantasima ha trovato la frase totemica Parlare con le parole degli altri, deve essere questa la libertà. Purtroppo con le parole degli altri, con l’ostinato psittacismo, nemmeno in questo tredicesimo episodio è riuscito a costruire qualcosa che sia degno del successo televisivo, pure mediocre, di un teleromanzo a puntate. Veniamo ai fatti. Alle prese con le conseguenze della circoncisione, Sharon deve affrontare l’indagine sulla morte violenta di uno spacciatore di tartufi. Dietro ai tartufi, però, c’è una storiaccia di droga, innescata dalla scoperta di un nuovo allucinogeno. L’esito dell’indagine sarà incerto, e Sharon, esitante a punire il colpevole, sarà sostituito da un amico ben motivato.

Ruco Magnoli è un’invenzione di Ruggero Campagnoli e Marco Maiocchi, già professori ordinari di Letteratura Francese e di Disegno Industriale, all’Università di Bologna e al Politecnico di Milano. In questo automa si sono uniti. Trascinati dalla loro abitudine alla collaborazione creativa, in un momento di noia estiva con Ruco Magnoli hanno inventato e iniziato a praticare il gioco dello scriptomontaggio chiamato Sharon. Lo scriptomontaggio Sharon è una giunzione di brani in ventidue mosse non concordate, ma emendabili nella mossa successiva, ognuna delle quali deve superare il decimo migliaio di battute seguente. Col tempo le regole di quantità, apertura e chiusura si sono assestate, e ora il bianco apre e il nero chiude (per una prima serie di venticinque volumi). Con l’aggiunta del riuso di materiale reperibile sul web, si perfeziona qui una parodia postmoderna e antimoderna della narrazione romanzesca, innestata sullo stereotipo poliziesco alla ricerca dell’irrealismo totale. Infatti i personaggi sono falsi o falsificati, gli avvenimenti strampalati, i giudizi fumosi, le opinioni fanfaluche, non c’è sostanzioso midollo.

ISBN 9788868673857

Sharon nuota

17/06/2019 — Ruco Magnoli

  € 12,00   

 

Nella sua vita godereccia, Sharon non rinuncia a nessuna vacanza, anche breve. Progetta tre giorni di svaghi con Carlotta, come gli capita spesso, ma, come accade quasi altrettanto spesso, la bella carabiniera non può. Ricorre allora alla sempre disponibile Stella. Però, giunti all’isola d’Elba, ospiti di un amico di Lucrezio, durante un’immersione in apnea scoprono un cadavere. Così la quattordicesima avventura inizia con una fuga, perché Sharon scappa dall’indagine e torna a casa, per non sentirsi imprigionato nel ruolo di investigatore compulsivo, che tanto lo affascina e lo infastidisce. Tuttavia, una maledetta coincidenza vuole che la vittima sia fortemente connessa al mondo del lago, e che sul delitto investighi anche Carlotta. Non resta che aprire un’indagine parallela, che inizialmente serve soltanto ad alimentare le conversazioni di villa Coriandoli, mentre il quotidiano, segnato dal passaggio ogni sabato dall’orgia al biliardo, prevale. Ciò non impedisce alla pornografia di manifestarsi, negli incontri con collaboratrici, testimoni e indiziate, con volgarità disdicevole, secondo i mali costumi ben noti della modernità licenziosa, affetta dalla sindrome di Tourette coprolalica, per cui non solo si può fare tutto, ma tutto ciò che si fa si dice anche. Tuttavia ciò che conta, infine, è giungere come al solito alla soluzione di un garbuglio pressoché incomprensibile. La procurerà un santino.

Ruco Magnoli è un’invenzione di Ruggero Campagnoli e Marco Maiocchi, già professori ordinari di Letteratura Francese e di Disegno Industriale, all’Università di Bologna e al Politecnico di Milano. In questo automa si sono uniti. Trascinati dalla loro abitudine alla collaborazione creativa, in un momento di noia estiva con Ruco Magnoli hanno inventato e iniziato a praticare il gioco dello scriptomontaggio chiamato Sharon. Lo scriptomontaggio Sharon è una giunzione di brani in ventidue mosse non concordate, ma emendabili nella mossa successiva, ognuna delle quali deve superare il decimo migliaio di battute seguente. Col tempo le regole di quantità, apertura e chiusura si sono assestate, e ora il bianco apre e il nero chiude (per una prima serie di venticinque volumi). Con l’aggiunta del riuso di materiale reperibile sul web, si perfeziona qui una parodia postmoderna e antimoderna della narrazione romanzesca, innestata sullo stereotipo poliziesco alla ricerca dell’irrealismo totale. Infatti i personaggi sono falsi o falsificati, gli avvenimenti strampalati, i giudizi fumosi, le opinioni fanfaluche, non c’è sostanzioso midollo.

ISBN 9788868673871

Blasemie

17/06/2019 — Enrico Ratti

  € 12,00   

 

Il bosco cammina sull’acqua

e la voce del vento dice:

“Sul paesaggio di queste galassie

l’aurora della vita si annuncia nel volo di una fenice.

È l’aurora che porta un bambino

tra i narcisi di carta illustrata.

Una donna lo accoglie

nel suo maglione di lana blu

di fronte al cielo infinito”.

Enrico Ratti (Mantova 1952) disegnatore, pittore, illustratore, scrittore e giornalista, si forma nella Bologna intellettualmente molto vivace degli anni Settanta e si laurea al Dams, con una tesi sull’opera di Cesare Zavattini. Da allora l’unico interesse è per l’arte e la cultura. Moltissimi i viaggi. E poi le mostre. Tantissime in Italia e all’estero. Intanto come giornalista, dal 2000, per la Cronaca di Mantova, incontra e intervista artisti, scrittori, intellettuali e dissidenti di tutto il pianeta. Nel 2002 pubblica il romanzo Delinquenti nati. Nel 2007 il poemetto Canti di Cipada. Nel 2008 il libro di disegni Manuale intellettuale e nel 2010 il saggio Manifesto per l’Europa. Nel 2005 vince il premio letterario Laurence Olivier e Vivien Leight. Con Gilgamesh Edizioni pubblica nel 2015 Il taccuino dei dannati.

ISBN 9788868673925

Diario di una breve stagione

10/06/2019 — Ferrante Bandera

  € 12,00   

 

Ho incontrato Ferrante per la prima volta nella scuola, al liceo classico “Virgilio” di Mantova: stava nel primo banco, proprio davanti alla cattedra. Attento, preciso fino alla meticolosità, interveniva pacato, serio, nelle ore di scuola, come uno che stava continuando un suo discorso interiore che da tempo andava rielaborando. Poi il suo sorriso aperto, che gli illuminava il volto, mentre scherzava con gli amici durante gli intervalli, mi richiamava alla sua giovane età. Aveva allora diciassette anni. Dal tempo del ginnasio era affetto da linfogranuloma. Nell’anno in cui io lo conobbi (1966), Ferrante già sapeva del suo male. In ospedale era riuscito ad impossessarsi della propria cartella clinica, e poi s’era informato su dei libri di medicina. Ma noi non ce n’eravamo accorti.


Così scrive – nella Presentazione – il suo insegnate di religione. Le pagine di diario, qui ripubblicate in Terza edizione, sono il risvolto interiore dell’ultimo anno di vita di Ferrante Bandera, la storia segreta della sua lunga vigilia. Vi troviamo i sogni, le attese, i rimpianti, la fierezza di tanti giovani, vissuti ed espressi con una particolare acutezza e lucidità, così da trascendere il semplice fatto episodico e farsi discorso sull’uomo. Ferrante è stato un ragazzo che ha vissuto la sua giovinezza, prematuramente interrotta, negli anni Sessanta; un giovane che amò la vita non come un dono da custodire gelosamente per se stessi, ma come un bene da condividere generosamente con gli altri, che cercò una via di autenticità contro ogni moda conformistica del tempo. Per questo il suo diario può ancora dire tantissimo ai giovani del nostro tempo, e, insieme, rappresentarli nelle loro aspirazioni e istanze più vere.

Ferrante Bandera nasce a Ceresara (MN) il 15 novembre del 1948. Frequenta il Liceo Classico Virgilio di Mantova fino alla comparsa del suo male nel 1964. Morirà all’ospedale civile di Mantova il 12 giugno del 1967.

ISBN 9788868673895

Antologia Premio Nazionale di Poesia Terra di Virgilio 2019
V Edizione

10/05/2019 — AA. VV.

  € 10,00   

 

La quinta edizione del Premio Nazionale di Poesia Terra di Virgilio, ideato dall’associazione di promozione sociale mantovana La Corte dei Poeti, è stata organizzata con il patrocinio della Regione Lombardia, il patrocinio e il sostegno del Comune di Mantova, il patrocinio e la collaborazione della Provincia di Mantova, la collaborazione e il sostegno di Cooperativa Sociale Società Dolce, la collaborazione di Associazione Giuseppe Acerbi e Gilgamesh Edizioni. Il Premio è parte integrante del programma 2018 – 2019 di Mantova Poesia – Festival Internazionale Virgilio e la cerimonia di consegna dei riconoscimenti avviene tradizionalmente nell’ambito di questa rassegna dedicata interamente alla poesia: oltre sessanta gli ospiti italiani e stranieri che incontreranno il pubblico e i partecipanti al Premio nel cuore della città dei Gonzaga.

ISBN 9788868673802

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook8

Young Poetry 2019 - II Edizione

10/05/2019 — AA. VV.

  € 10,00   

 

Corte dei Poeti, nasce per sostenere la creatività dei giovani offrendo loro la possibilità di essere inseriti in una vera e propria antologia: una vetrina concreta per promuovere il loro impegno nella scrittura. L’antologia Young Poetry viene pubblicata per il secondo anno con i componimenti di quarantadue studenti di sei realtà del mondo dell’istruzione mantovano. Quest’anno la raccolta contiene non solo poesie, ma anche alcuni esempi di prosa poetica e di poesia visiva.

ISBN 9788868673819

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook6

Le cronache dei Regni Perduti – Le Regine dei Regni Perduti

15/04/2019 — Ilaria Arpella

  € 15,00   

 

Eric sta frequentando l’ultimo anno di liceo e la sua quotidianità si divide tra la scuola e gli amici. Ha talento e passione per la fotografia ma deve fare i conti con le pretese del padre, che vede per lui un futuro in medicina. I suoi sono, tutto sommato, i tipici problemi di un adolescente responsabile, riflessivo e idealista. La sua vita subisce una drastica inversione di rotta quando incontra Gin: la trova su un marciapiede, sotto la pioggia, ha i capelli rosa e sembra molto sola. Gli dice soltanto: “Aiutami”. Da quel momento Eric precipita in una spirale immaginifica e apprende dell’esistenza di vampiri, licantropi, di angeli e demoni, di antiche divinità e miti che si credevano perduti, di un’Armonia tra le Dimensioni che rischia di essere messa a repentaglio da una forza oscura e pericolosa pronta a tutto per seminare distruzione. E si ritrova, quasi per caso, a essere una pedina fondamentale nel riassestare l’equilibrio tra i mondi. Perché i più antichi segreti dell’umanità stanno per essere svelati e la guerra è alle porte. Le potenti Regine dei Regni Perduti hanno messo in campo le loro fazioni e nulla è più certo, nulla è più al sicuro. Ilaria Arpella, al suo esordio, trascina il lettore in un fantasy dal ritmo travolgente e impetuoso, popolato da personaggi femminili straordinari, che affrontano i pericoli con coraggio senza, però, rinunciare all’amore.

Ilaria Arpella nasce a Milano il 29 Ottobre 1991. In seguito al diploma ha occupato la mansione di Assistente alla Direzione in diverse realtà aziendali, e attualmente ricopre il ruolo di impiegata amministrativa in una private banking. Da sempre appassionata di letteratura fantasy ha scritto e autopubblicato diversi racconti brevi negli anni precedenti. Solo nel 2019 esce il suo primo romanzo, Le Regine dei Regni Perduti, il primo della trilogia Cronache dei Regni Perduti. Frequenta inoltre le più note fiere del fumetto in Italia ed è una “cosplayer”.

ISBN 9788868673765

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook5

Lettere

15/04/2019 — Simone De Bernardin

  € 10,00   

 

Un romanzo epistolare, una storia di amicizia in cui la perdita amorosa e il continuo conflitto tra l’accettazione di un’esistenza che deve rassegnarsi al distacco e alla lontananza dalla ragione stessa di vita, incarnata in un volto di donna nel quale si può arrivare a credere che Dio abbia condensato tutta la beltà e la grazia femminili, e la ricerca spasmodica del senso profondo, forse oltreumano, che regola i meccanismi apparentemente spietati di una Natura matrigna – per dirla alla Leopardi –, si avvicendano e si rincorrono nell’auspicio che dalle Lettere scritte e ricevute dal proprio migliore amico si possa un giorno trovare la remissione dai propri peccati, errori che, anche se non possono essere totalmente imputati a noi, innescano un processo di causalità che il nobile protagonista, Ludovico Visconti, ultimo dei romantici, non può accettare di derubricare alla parola caso, troppo aliena a una visione del mondo, una Weltanschauung, che in questo romanzo non può che essere Romantica in senso stretto e quindi cosciente del fatto che il caso non esiste e che l’uomo, come un eroe, orienta il destino secondo le proprie volontà, anche e soprattutto quando si tratta di scegliere tra la vita o la morte.

Simone De Bernardin nasce a Verbania, sul Lago Maggiore, il 2 settembre del 1989. Animo irrequieto e sensibile, inizia molto presto a scrivere versi e riflessioni. Alla scrittura affianca, già dalla giovane età, la fotografia, che considera un potente mezzo espressivo-visuale, capace di narrare storie attraverso le immagini. Un diploma come Tecnico Grafico Pubblicitario cui segue la frequentazione dell’Istituto Europeo di Design a Milano, dove studia fotografia. Nel 2012 realizza la sua prima mostra fotografica presso le sale del Comune di Verbania e successivamente espone le sue fotografie a Venezia e a Milano. Nel 2013 pubblica la sua prima raccolta poetica intitolata Animam Meam. Con Gilgamesh Edizioni ha precedentemente pubblicato la raccolta poetica Porpora e amaranto. Lettere è un romanzo epistolare uscito per la prima volta sul blog I Viaggiatori Ignoranti, finalmente edito a stampa.

ISBN 9788868673727

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook3

Il meccanico di Nuvolari e altri personaggi di genio

08/04/2019 — Paolo Pisi

  € 14,00   

 

Dieci racconti. Dieci storie da raccontare. C’è il meccanico che salva il Campione dalla sconfitta (racconto vincitore del Premio Cesare Pavese 2018, sezione narrativa inedita - medici scrittori), il pugile suonato che abbandona per una volta i panni della vittima sacrificale, il funambolo che non vuole camminare sul filo e altri personaggi che svelano il loro essere geniale: da perdenti abituali, ribaltano la situazione e affermano la loro sostanziale vittoria, alla conquista di nient’altro che di se stessi e di un armonico spazio vitale. Dieci storie per un esordio letterario sorprendente che parla la lingua di tutti coloro che hanno sempre tifato per quel genio del Coyote.

Paolo Pisi è nato a Mantova nel 1964. Medico legale, bioeticista, docente universitario. Compone canzoni e scrive racconti. Il meccanico di Nuvolari e altri personaggi di genio è la sua prima pubblicazione.

ISBN 9788868673741

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook23

Odiarsi a Hollywood

08/04/2019 — Sonia Gimor

  € 15,00   

 

Qual è la formula perfetta per un telefilm di successo? Assumete un regista famosissimo, scegliete un cast stellare e zoomate su due protagonisti con milioni di fan. Aggiungete una bella carrellata di pubblicità mirata e il trionfo sarà garantito! E se i due protagonisti dovessero odiarsi? Niente paura, a tutto c’è rimedio. Organizzate una bella panoramica su una finta relazione: prendete Abigail Wright e Nicolas Stevens, chiudeteli nell’ufficio del produttore, e convinceteli a fingere di essere innamorati anche nella vita reale. In questo caso utilizzate un grandangolo, vedrete che il telefilm supererà le vostre aspettative. Sembra un’inquadratura rischiosa… Forse. O forse potrebbe essere la migliore sceneggiatura della vostra vita. In fondo, odio e amore non sono forse due facce della stessa medaglia?

Sonia Gimor nasce a Pordenone il 7 aprile 1988, ma si trasferisce a Treviso nel 2009, città dove tuttora vive con suo marito e i suoi due figli. Ha conseguito la maturità al liceo socio-psico- pedagogico con quasi il massimo dei voti e scrive romanzi dal 2012. La lettura, specialmente di romanzi rosa contemporanei e storici, la appassiona fin dall’adolescenza. Ha ventitré anni quando abbozza la sua prima storia che, nell’anno successivo, diventa un romance contemporaneo che intitolerà La vita che ho sognato. Dal suo esordio ha scritto diversi romanzi, e nel 2016 inaugura la sua collaborazione con Gilgamesh Edizioni, con la quale pubblica La mia gara con te, La mia vita con te e Tra le pagine di un libro. Nell’estate del 2017 diviene direttrice della collana rosa di Gilgamesh Edizioni, occupandosi della selezione e dell’editing dei romanzi in essa pubblicati.

ISBN 9788868673789

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook13

Al di là della porta

18/03/2019 — Ermanno Prandini

  € 12,00   

 

Il vento bussa,

con acido, svogliato

cigolare di cardini,

s’aprono i battenti

e... al di là della porta

un mondo nuovo,

mondato e frizzante,

prende forma.


Sfarfalla di coriandoli

il fantastico Carnevale.

Voci gaudenti

e musiche d’Oriente

s’affastellano in coro,

salgono verso il cielo.


Un’ode alla pace,

all’accoglienza,

alla fratellanza,

alla solidarietà.

Ermanno Prandini, nato a Ceresara (MN) nel 1944, è un artista poliedrico. Oltre che poeta, è pittore, scultore e fotografo. Ha viaggiato molto, testimoniando le sue esperienze attraverso reportage fotografici e fissando in una serie di taccuini le impressioni colte dal suo animo poetico. È stato in Asia Centrale, in Sudamerica, in India, in Marocco, in Libia, in Egitto, in Giordania, in Turchia, nello Yemen, in Portogallo e in Armenia. Con Gilgamesh Edizioni ha già pubblicato la raccolta poetica Fienagione (2011).

ISBN 9788868673376

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook3

Poesie con il fiato corto

11/03/2019 — Angelo Lamberti

  € 12,00   

 

Lontano da occhi guardiani

maschera il viso tra le mani

dando allo sfogo di pianto

un nascondiglio

È la scrittura drammaturgica a caratterizzare gli esordi artistici di Angelo Lamberti. Già nel 1971, con il suo dramma Descrizione di una rivolta vinse il Premio Ruggero Ruggeri; nel 1998, con la commedia Il risveglio... rappresentò il nostro Paese nell'ambito del Festival Milano–New York; nel 2004 ricevette il Premio della Giuria nel contesto del Premio Diego Fabbri di Forlì con il dramma La strategia dello scorpione. Ben undici sue opere per il teatro sono state pubblicate in volume e altre sette sulla prestigiosa rivista Sipario. Tra drammi e commedie, si cominciò presto a manifestare la vena poetica di questo poliedrico autore. La prima silloge Il vizio di essere fu pubblicata nel 1997 da LibroItaliano con prefazione di Mario Artioli e postfazione di Andrea Pinotti. Seguirono altre dieci raccolte fra le quali Eclisse di stella (Il Gazebo, 2000); Lo zero per quel che vale (Manni Editore, 2004); La lima nel pane (Book Editori, 2006, con prefazione di Alberto Cappi); Teatro instabile (Manni Editore, 2007, con prefazione di Mario Artioli); Il pompiere salta cavallerescamente il kamikaze (Negretto Editore, 2010, con prefazione di Giorgio Barberi Squarotti). L'autore ha intessuto relazioni con alcuni dei più grandi poeti e critici italiani. Da segnalare l'intensa, affettuosa amicizia con Umberto Bellintani, Angelo Lamberti è nato a Castel d’Ario nel 1942 e vive a Porto Mantovano.

ISBN 9788868673710

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook4

Come il volo lontano degli uccelli nella pace della sera

04/03/2019 — Fabrizio Tassi

  € 15,00   

 

Che cos’è lo spirito? Un’astrazione, una categoria filosofica, una metafora, una superstizione? Oppure è un’esperienza del reale (l’esperienza più reale), un modo di stare nel mondo che rivela la realtà, la trasfigura. «Tutti vorrebbero essere felici. E realizzati. Sereni, in pace, innamorati. Liberi, liberati. Qualcuno vuole anche di più. Infinitamente di più». Lettere letture foto ricordi diari film poesie racconti fantasie romanzi (quasi) mai finiti libri appena cominciati elenchi di oggetti ritrovati canzoni visioni ritagli di giornale appunti filosofici esercizi spirituali scatoloni accumulati cumuli di idee meditazioni. E poi “quello”: la gioia sovrumana, la pace assoluta e perfetta, l’estasi che allarga il cuore e la mente a dismisura, fino a comprendere ogni cosa. Un’esperienza. L’esperienza. La cosa dell’altro mondo. Un percorso tra romanzo e biografia, realtà e utopia, buddhismo e mistica cristiana. Fino a guardare ogni cosa come il volo lontano degli uccelli nella pace della sera. Dentro quella bellezza semplice, quella verità sussurrata. Una felice chiarezza, divina e umanissima, che risiede nel momento presente.

Fabrizio Tassi (1972) è giornalista, scrittore, critico cinematografico. Direttore artistico di Aquerò, festival dedicato al cinema spirituale, tiene corsi e seminari “sull’arte di guardare”, dirige un giornale locale, La Voce dei Navigli, ed è vicedirettore della rivista Cineforum. Ha scritto opere teatrali, pubblicato saggi e racconti, camminato per centinaia di chilometri. Padre di quattro figli, ama la montagna, la meditazione, il silenzio.

ISBN 9788868673703

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook16

Sonetti da Tavola X
Per Ubalda

04/03/2019 — Ruggero Campagnoli

  € 12,00   

 

Ubalda, tutta nuda e tutta calda

Era la sosta fra le tue mammelle

Quando facevi riveder le stelle

Al pargolo cui la tua mano salda

Sosteneva la testa e quando balda

Mescolavi già sesso e caramelle

Per svezzare il fanciullo con le belle

Dita più prensili che di magalda.

Scendeva pioggia o neve e con pretesto

Mi proteggevi nel piccolo incesto

Col morbido biancore della balia.

La tua saliva su ferite ed unti

E sulla lingua in tocchi e contrappunti

Acida lievemente era Castalia.

Ruggero Campagnoli, già Professore Ordinario di Letteratura Francese presso l’Università di Bologna, nella Facoltà di Lettere e Filosofia, Chevalier Des Arts et Lettres, autore di un migliaio di sonetti, di una tragicommedia in versi rimati su Don Giovanni, di una breve storia dell’Alsazia in trecento alessandrini, ugualmente rimati per la cerimonia della laurea honoris causa, nonché di qualche operazione di letteratura sperimentale. Coautore dello scriptomontaggio Sharon. Alias di Domenico Perigni.

ISBN 9788868673734

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook7

Il visitatore

04/03/2019 — Andrew Marini

  € 12,00   

 

Facciamo assieme un gioco infecondo

che trattiene tutto il tempo del mondo

mi poni un quesito al passato

al futuro io ti rispondo

mi chiedi se avremmo potuto

ti dico potremmo

domandi se avremmo dovuto

forse domani dovremmo

mi chiedi se avremmo saputo

ti dico che sapremo poi

Se abbiamo tutto

il tempo del mondo

abbiamo tutto

il tempo per noi.


Gioco n. 3 - Tre tempi

Andrew Marini (Brescia, 1991), collabora dal 2010 con Caffè Letterario PrimoPiano e si occupa di organizzazione eventi in sinergia con Arci Provinciale. Con Giacomo Braga è alla regia degli show “Extravaganza” e “Cercasi Buffone”, laboratori e rassegne di comicità che vedono la collaborazione attiva di esponenti del panorama nazionale. Nel 2015 partecipa al Sirmio International Poetry Festival. Ha collaborato con Luca Bassi Andreasi nella performance “Parlare di Poesia” e nello show “Ridere che storia”. Ha scritto e portato in scena il monologo “Sto bene / Sto male” all’interno dello spettacolo “Hotel Solitude”. Si è dedicato alla poesia politica partecipando a serate in omaggio a Sante Notarnicola, e Giovanni Marini. Con Danilo Chillemi, autore di “Trilogia dell’umorismo lunare”, presenta e commenta proiezioni del cinema di Pasolini. Il visitatore rappresenta il suo esordio poetico.

ISBN 9788868673260

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook8

Sognando Bologna

18/02/2019 — Riccardo Bassi

  € 12,00   

 

All’opera terza, la scrittura di Riccardo Bassi si tinge di mistero. Intrighi polizieschi, strane apparizioni, incredibili sparizioni e spunti di fantapolitica sono gli ingredienti portanti del suo nuovo romanzo con i quali, sullo sfondo di una Bologna carbonara (in odor di carboneria mazziniana e di rock alla Luca Carboni), cucina un piatto tutto italiano, tra Montalbano e Nikita. Non mancano l’amore, la palestra, i motori, le birre e le ragazze facili. Kevin, un belloccio dal passato non facile e dallo spessore piuttosto medio, vive così, insieme ad Alice, agente appartenente a corpi speciali indefiniti, un incubo che dura un libro intero. Sparatorie e gioielli, corruzione e terrorismo, mentori e filantropi. Dalla sua Milano nebbiosa e affumicata, dobbiamo immaginarci un Bassi giallista, diventato sposo e papà nel giro di pochi libri, che scrive questa storia a tratti commovente, ma spesso divertente, sognando le colline e le piazze della Grassa e Materna Bologna. E dopo qualche riga eccoci lì, in Piazza Maggiore, dove tra i rumori di sottofondo e la multietnicità dei nuovi residenti, pare di sentire ancora le voci di Dalla e di Carboni cantare insieme.

Riccardo Bassi è nato a Milano nel 1974. Ha pubblicato due romanzi: La mia seconda manche (2015) e La nostra prima vera estate (2016). Nella vita di tutti i giorni lavora per la HTC s.r.l. di Segrate, di cui è socio fondatore. Inoltre, appassionato di sport, collabora con AC. Milan come Referente Partnership c/o Rogoredo84 A.s.d. nel progetto Milan Academy.

ISBN 9788868673680

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook3

Il canto dell’arcobaleno: La sinestesia

18/02/2019 — Marianna Maiorino

  € 15,00   

 

Come sarebbe il nostro mondo se gli occhi potessero ascoltare e se le orecchie potessero vedere? Perché abbiamo cellule olfattive nel sangue, nel cuore e nei polmoni? Se potessimo avere percezioni sinestetiche con tutti i sensi, cambierebbe il nostro modo di valutare il mondo? E se dall’attivazione della percezione sinestetica arrivassimo a scoprire che alcune forme di percezione, per il momento riconosciute solo agli animali, come la capacità di rilevare i campi elettrici o i campi magnetici, fossero proprie anche dell’essere umano ma ancora dormienti? E ancora, perché Pitagora, Aristotele, l’Arcimboldi, Leonardo da Vinci, Schopenhauer, Goethe, Castel, Kant, Eulero, Rol, Helena Blavatsky, Luigi Veronesi, e molti altri ancora hanno dedicato gran parte delle loro riflessioni a esplorare colore e suono, sia separatamente che insieme? C’è forse qualcosa dentro di noi che brama di essere scoperto e ci spinge in tutti i modi a indagare il mondo delle percezioni, per essere trovato? Queste sono alcune domande che l’autrice si pone e alle quali cerca di dare una risposta con questo saggio dedicato alla sinestesia, una capacità sensoriale che caratterizza il 4% della popolazione, fra cui molte persone con spiccate inclinazioni artistiche.

Marianna Maiorino, è nata a Pordenone nel 1973. Ha conseguito la laurea in giurisprudenza all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e dopo aver dedicato parte della sua vita all’attività forense e all’insegnamento di materie giuridiche, ha conseguito la seconda laurea in lettere all’Università Ca’ Foscari di Venezia e si è dedicata poi alla sua passione di sempre, il giornalismo. Oggi lavora in un’emittente televisiva pordenonese Il13.

ISBN 9788868673642

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook13

Rondini a Milano

11/02/2019 — Rodolfo Vettorello

  € 12,00   

 

Intaccano il cielo di graffi

le gru dei cantieri;

scheletriche torri metalliche fiere

di altezze,

leggere

colonne che reggono un cielo di piombo,

a Milano – Babele.

Rodolfo Vettorello. Nato a Castelbaldo (Padova), laureato in Architettura al Politecnico di Milano nel 1962, Diploma di Architettura Navale nel 1980 e Abilitazione al Comando di Navi da Diporto. Ha coltivato, accanto ai propri impegni professionali, un interesse per le arti e per la scrittura poetica in particolare. A partire dal 1955 ha raccolto e conservato poesie e appunti poetici che sono poi stati sviluppati fino ad oggi. Ha vinto il primo Concorso, il Milano Duomo Lions Club nel 2007 affermandosi in seguito e fino ad oggi al Primo Posto in 225 Concorsi Letterari di prestigio e ottenendo nove Premi alla Carriera. Partecipando a diversi Concorsi Letterari ha ottenuto come premio la pubblicazione di circa 30 sillogi nelle diverse collane. La visibilità ottenuta gli è valsa la nomina a Presidente di diverse Giurie di Premi Letterari e la partecipazione a eventi culturali di rilievo come la Fiera delle Parole di Padova nel 2013 e 2014 e la partecipazione a eventi con tema la Poesia. Ha avuto incarichi per Prefazioni a Raccolte Poetiche da diversi Editori come Helicon di Arezzo e Leonida di Reggio Calabria e l’incarico di Docente di Scrittura Poetica presso l’UTE, Università della Terza Età del Lions Club di Milano per gli anni 2013 e 2014. E’ socio fondatore e Presidente del Cenacolo Letterario Internazionale “Altrevoci” che promuove il Premio Letterario Itinerante THESAURUS , nel 2018 alla settima edizione. Nel 2017 è stato chiamato a far parte dell’ ITALIAN POETRY, la prestigiosa Associazione dei massimi Poeti Italiani del Novecento. E’ stato recentemente insignito da parte dell’Università Pontificia Salesiana di Roma della LAUREA “Honoris Causa” APOLLINARIS POETICA per l’anno 2019. Questa Laurea viene conferita ogni anno a un poeta particolarmente significativo in ambito nazionale.

ISBN 9788868673291

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook10

Navel

11/02/2019 — Maristella Bonomo

  € 15,00   

 

Navel è un viaggio dentro un inconscio lacerato, nel deserto in cui si configura la nostra contemporaneità. Un viaggio che dissolve ogni confine tra realtà e finzione, tra sogno e veglia, dove l'io si sdoppia e trova un riflesso di sé al di fuori di sé, in un sosia. La protagonista racconta la sua quotidianità ombelicale, eventi, pensieri, querele, smanie polemiche, poetiche. Attraverso continue oscillazioni, è animata da un'ironia amara e graffiante, che si allevia solo allorché evolve nello straniamento, poi in quell'oscura emozione di sentirsi, allo stesso tempo, autore e personaggio.

Maristella Bonomo è nata a Catania nel 1979. Si è laureata in cinema al Dams di Bologna e ha conseguito il Dottorato in Italianistica. Ha studiato Film writing e Creative writing alla Columbia University (NY). Ha pubblicato un libro di poesie, Passi segreti (Prova d’autore, 2008) e un libro di racconti, Riflessi (Giraldi editore, 2009). Da regista ha realizzato il cortometraggio in pellicola Sdrvgd’T (Svegliati!), una fiaba ambientata tra le grotte laviche di Catania, selezionato in diversi festival nazionali e internazionali, e ha collaborato alla realizzazione di alcuni episodi della web serie San Berillo web serie doc. Ha tradotto dal francese il romanzo Paradiso coniugale di Alice Ferney (Bompiani, 2013) e testi di narratori e poeti anglofoni contemporanei per alcune riviste letterarie. Ha frequentato laboratori teatrali e di danza contemporanea per approfondire lo studio sul rapporto del corpo con lo spazio e la parola. Si occupa di editing di sceneggiature, tiene corsi di scrittura creativa e cinema e lavora come docente di italiano per stranieri.

ISBN 9788868673307

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook23

Luci e ombre nei rapporti tra Viadana e Mantova nelle Additiones agli Statuti (1430/1724)

04/02/2019 — Dante Chizzini

  € 12,00   

 

La comunità di Viadana, in tre secoli di storia, ha assorbito il passaggio di sovranità dai Cavalcabò ai Gonzaga, che hanno imposto nuove regole coattive, cui la comunità ha opposto, nell’adeguarsi, una forte resilienza. Nella lettura offertaci dall’autore, i nuovi ordini (decreti, grida, lettere, sentenze, ecc.), nel declinare della realtà storica, diventano comprensibili anche all’uomo d’oggi.

Dante Chizzini dopo l’insegnamento svolge la sua funzione di Notaio fino al 2004, ricoprendo la carica di Presidente del Consiglio Notarile di Mantova per tredici anni e di Presidente del Comitato Regionale Notarile Lombardo per un biennio. Impegnato nel sociale, viene nominato Presidente del Consiglio d’Amministrazione della Fondazione d’Arco di Manto-va dal 2009 al 2018 ed è insignito del premio Viadanese dell’anno. Studioso di cultura e storia locale è fra i membri fondatori della Società Storica Viadanese. Tra le sue pubblicazioni si ricordano La sommossa di Cicognara del 1561 (da cui è stata tratta una pièce teatrale), Vicende Storiche viadanesi nei secoli dal XVI al XVIII, La dote – Luci ed ombre in sei secoli XIII – XVIII secolo, Pomponesco da villaggio a capitale e i contributi alla traduzione degli Statuti del Marchesato di Viadana del 1350 e alla riedizione della Storia di Viadana del Frigeri.

ISBN 9788868673635

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook3

Giulietta deve morire

04/02/2019 — Fausto Bertolini

  € 12,00   

 

Un nuovo caso per il commissario Codilupo – detto “Lupo” per il suo fiuto infallibile – che questa volta viene mandato a investigare in un ospizio per attori in pensione, gente nostalgica, dolce, patetica, imprevedibile, sognatrice, un po’ stramba, come tutta la gente di spettacolo. La direttrice del ricovero, per ovviare alla monotonia delle lunghe giornate che obbligano gli artisti a vivere di soli ricordi, escogita di far rappresentare loro Romeo e Giulietta, l’opera più famosa di William Shakespeare. Inutile dire che ne succedono di tutti i colori. È un intrecciarsi di situazioni surreali, bizzarre e comiche. Finalmente, dopo mille prove, gli attori sono pronti per la “Prima”, ma succede il fattaccio che innesca il giallo e il commissario Codilupo dovrà superarsi per riuscire a tirare le fila. Un plot narrativo originalissimo, che l’autore ha congegnato in parte su sollecitazione e ispirazione della grande giornalista e scrittrice Oriana Fallaci, in occasione di una loro chiacchierata nella mensa della R.A.I.

Fausto Bertolini, scrittore mantovano nato nel ’44. Una laurea in filosofia e un master in psicologia del profondo. Regista formatosi presso l’Accademia di arte drammatica del “Piccolo Teatro” di Milano, diretto allora da Giorgio Strehler. Assistente di Fellini (Il Casanova) e di Bertolucci (Novecento), ha lavorato vent’anni in qualità di regista per la R.A.I. L’angelo sulla credenza, edito da Mursia è il suo best seller. Con Gilgamesh Edizioni ha pubblicato Negli occhi delle donne – Vita sentimentale di Cartesio (2011), Telebordello (2012), L’amore ai tempi del cole-sterolo (2015), Il caso Satanas (2016) e il saggio E se Dio non ci fosse? (2018).

ISBN 9788868673536

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook9

Inedito ritorno

04/02/2019 — Giulia Deon

  € 12,00   

 

Il ponte


Solleva le onde del tempo

e scorre fra i meandri

il lento fluire che porta

fino all’altra riva.

Gli archi contigui

creano leggerezza

e la struttura portante

rimane come sospesa

nell’attesa del passaggio.

L’enjambement diventa

fisico quando, raggiunta

la nuova sponda, attende

fedele l’ombra del destino.

Giulia Deon è nata a Morbegno (SO) nel 1961 da padre bellunese e madre valtellinese. Dopo aver trascorso l’infanzia e l’adolescenza in Francia, dove ha conseguito il diploma di maturità, si è di nuovo trasferita in Italia, laureandosi in Lingue e Letterature Straniere Moderne presso l’Università Statale di Milano. Attualmente vive con la sua famiglia a Lonato del Garda (BS). Con Gilgamesh Edizioni pubblica le raccolte poetiche Frammenti sparsi (2013), Piccolo Bestiaire (2013), Omaggio naturale (2014), Poesie a regola d’arte (2014), Variazione sui temi (2015), la raccolta intitolata Novelle in decrescendo (2016) e il racconto Amandine – Storia di un incontro (2017).

ISBN 9788868673604

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Sigla

21/01/2019 — Luca Guarneri

  € 15,00   

 

Un pullman, 22 fermate, tanti volti con storie da raccontare. Un viaggio alla scoperta degli altri e di se stessi, fermata dopo fermata. Ad accompagnarci in questa corsa due protagonisti tanto simili quanto differenti tra loro. Lasciatevi coinvolgere dall’esuberanza travolgente di Splash, dalla delicata pacatezza di Luca e da ciò che i due personaggi vivranno. Le colonne sonore del nostro itinerario attendono il tuo play. Proprio lì, a ogni stop, c’è una sigla che ci attende. L’inizio e la fine dei nostri momenti più belli. Ora.

Luca “Splash” Guarneri nasce a Cremona nel 1997. Muove i primi passi nel mondo radiofonico, passando per il mondo televisivo, restando collegato di continuo, 24 ore su 24, su tutti i social possibili e immaginabili, alla ricerca di nuove storie da raccontare e da vivere. Ama viaggiare, visitare nuovi posti, assaggiare nuovi piatti, fare nuove amicizie. Mostrare ciò che gli altri non svelano mai. Amante dei live, della musica, dello spettacolo e del trash in tutto il suo stile, il suo pass al collo è un segno distintivo. Sigla è il suo libro d’esordio.

ISBN 9788868673611

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook11

Destinazione felicità

12/12/2018 — Guendalina Bosio

  € 15,00   

 

Un’infanzia infelice, una fuga disperata e l’incessante ricerca della felicità da sempre desiderata. Il giovane Sean si racconta attraverso i ricordi, lasciati dalle innumerevoli avventure vissute, e le pagine di diario scritte durante l’anno di svolta della sua vita. Esperienze nuove e avventurose, incontri speciali, forti emozioni, amicizie e speranza accompagnano il protagonista nell’indimenticabile viaggio verso la realizzazione dei propri sogni, in un coinvolgente e appassionante racconto, sempre in bilico fra presente e passato.

Guendalina Bosio, classe 2002, vive a Rodigo (MN) e studia a Mantova, dove frequenta il liceo linguistico. Le sue grandi passioni sono le lingue e la scrittura, la quale, vista la sua profonda riservatezza, è il mezzo attraverso cui riesce meglio a esprimere e a raccontare ciò che sente. Essendo cresciuta in campagna, adora il contatto con la natura e la sensazione di libertà che le infonde lo stare all’aria aperta.

ISBN 9788868673581

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook27

Cenerentola oggi calzerebbe il 41

10/12/2018 — Monica Ferraioli

  € 15,00   

 

Se un marito per Natale regala alla sua consorte una confezione di Fanghi d’alga Guam Dren contro la cellulite e l’adipe, magari quest’ultima dovrebbe iniziare a porsi qualche domanda. Ma in realtà, a volte, ciò che sembra una disgrazia può rivelarsi la miglior fortuna. Questione di punti di vista. Questa la morale di Cenerentola oggi calzerebbe il 41. Un romanzo non sempre politically correct che percorre con leggerezza e umorismo le miserie umane tipiche di una separazione. E come dice la nostra protagonista Clara, “Si sa che le separazioni sono così: prima uno dei due piange un sacco e l’altro diventa sarcastico, poi le situazioni si ribaltano”. La ruota gira… finché c’è un criceto che ci corre sopra.

Monica Ferraioli si laurea con 110/110 in Lingue e letterature straniere a Urbino. Nel 1995, durante il suo incarico di addetto ufficio stampa per il Teatro Stabile delle Marche, in occasione de La città dei teatri, edita Bisogna fare come i finlandesi, testo raccolto da un incontro con Valeria Moriconi, pubblicato nel volume Valeria Moriconi, come in uno specchio. Il suo esordio come scrittrice risale al 2012 con La sentinella del fortino abbandonato (Edizioni Montag), un romanzo intimo a più voci che conosce da subito un discreto favore. Due suoi racconti umoristici, Il Lancillotto delle anatre e Cortisolo, sono stati raccolti nell’antologia 13 pezzi facili, a cura di Massimo Canalini (Edizioni Cattedrale, marzo 2014).

ISBN 9788868673512

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook8

Una questione di naso

03/12/2018 — Sergio Rossi

  € 15,00   

 

La routine di una tranquilla cittadina della Bassa Padana, Ostiglia, viene sconvolta da un misterioso omicidio. Lucia, la giovane donna delle pulizie, viene ritrovata morta nella cantina della Palazzina 5 del villaggio Enel. Avviate subito le indagini, verrà fuori quella che è la realtà del piccolo centro in cui, tra tradimenti, vizi e personaggi singolari, si dipanerà la matassa che porterà alla scoperta del colpevole. Il tutto si svolgerà sotto lo sguardo attento di Caronte, un labrador nero dal fiuto eccezionale “per le disgrazie”. Un romanzo perfettamente orchestrato che ha il gran pregio di mettere a nudo e prendere in giro il finto perbenismo di una società fatta di apparenze, poiché tutti, anche coloro che occupano un ruolo di rilievo, sotto sotto si ritrovano a commettere una serie di peccatucci. Una lettura piacevole, rilassante, a tratti divertente che coinvolgerà il lettore fin dalla prima pagina.

Sergio Rossi, nato ad Acquanegra sul Chiese (MN), a diciannove anni si traferisce a Ostiglia (MN), dove lavora sino al pensionamento presso la Centrale Termoelettrica. “Dismesso” è il termine che lui usa per indicare la sua nuova condizione dopo l’età lavorativa, si dedica al volontariato, costituendo il Gruppo volontari dell’Auser della cittadina di Cornelio. Dall’esperienza del trasporto protetto delle persone verso i luoghi di cura e dall’ascolto delle loro storie, ha cominciato a scrivere racconti pubblicati nel 2012 nel suo primo libro Racconti del pulmino. Dai lettori sono giunte critiche molto positive verso l’opera, tanto che nel 2014 è uscita un’altra raccolta dal titolo Racconti divertenti. La scrittura per lui diventa un hobby e si cimenta per la prima volta nel genere romanzo. Viene pubblicato nel 2017 Via della Spiga. Uno scorcio di vita con le sue mille storie narrate con tono a volte ironico e a volte sagace. Lo stesso stile che contraddistingue il suo ultimo romanzo Questione di naso. Continua a scrivere racconti traendo ispirazione dalla sua primordiale attività di volontariato, tanto da meritarsi l’appellativo di volontario scrittore.

ISBN 9788868673451

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

La Brigata Della Speranza

03/12/2018 — Alessandro Gianesini

  € 20,00   

 

Una giovane ragazza e un mondo da scoprire. Il viaggio per ritrovare il fratello la porterà ad affrontare l’atavica lotta fra il dominio e la libertà, contro forze soprannaturali che agiscono nell’ombra. Riuscirà la giovane Siina ad avere la meglio sulla malvagità e sulla corruzione dell’animo umano? Un romanzo di formazione nel mondo fantastico di Sphaera, creato nei minimi dettagli dalla penna dell’autore.

Alessandro Gianesini è nato ad Asola, cittadina della provincia di Mantova, nel 1978. Un diploma scientifico ed esperienze nel settore commerciale. Appassionato di fantasy e di giochi di ruolo fin dall’adolescenza, nell’aprile del 2017 si dedica alla stesura del romanzo La Brigata Della Speranza, il primo di una tetralogia dedicata al mondo di Sphaera.

ISBN 9788868673499

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook5

La Fonte – Un percorso di fede fra la Fonte Q e le Scritture

03/12/2018 — Carlo Salvoni

  € 15,00   

 

Esiste qualcosa di meno oggettivo della fede? In cosa crediamo, di preciso? Eppure la fede è uno degli aspetti fondativi della nostra civiltà, fondato su credenze e narrazioni condivise. E proprio di narrazioni si parla in questo libro: le narrazioni scritturali, ormai impresse nel nostro DNA, sono lo spunto per altre narrazioni, che raccontano, riflettono, interpretano. L’autore ci guida in un personale percorso di fede, che prende spunto dalle Scritture per andare in quegli spazi misteriosi che forse non si possono spiegare razionalmente.


Il titolo La Fonte non ci deve ingannare. Non è una ricerca nell’ambito del metodo storico-critico letterario e biblico. Troppo arido, forse troppo ‘razionale’. Qui siamo alla ricerca e dentro la scoperta di una FONTE che va oltre. È un racconto che ha scoperto un altro personaggio, pur essendo sempre lo stesso personaggio di ogni fonte; è una fonte dove il tempo e lo spazio non sono quelli di prima, ma nello stesso tempo sono già prima; è il dispiegarsi di una vita raccontata in un non ancora che potrebbe ad-venire ogni giorno. È il racconto di un interpretante, che ha scoperto una fonte di grande valore e ha venduto tutto per poterla acquistare.

Carlo Salvoni, nato nell’80, è docente di Lettere presso una Scuola Secondaria di Primo Grado della provincia di Brescia. La scrittura è fra le sue principali passioni. Ha pubblicato i romanzi Il vento dell’estate (2008) e La via di note al paradiso (2010). Per i tipi della Gilgamesh Edizioni ha pubblicato Cavalletti e cavalli – Una sfida fra artisti con due braccia e quattro zampe (2013), Zooinferno (2015) e il romanzo Menamato - Memorie di un cane con tre zampe (2016).

ISBN 9788868673413

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook3

Questioni di scelta

26/11/2018 — Ingrid Rivi

  € 15,00   

 

A cosa serve la bacchetta magica se Cenerentola ha un Iphone? Letizia Castelli sta per sposare il suo principe azzurro ed è al settimo cielo, o quasi… Potrebbe essere più felice solo se cancellassero Ibiza dalla faccia della Terra, perché è proprio lì che il suo fidanzato Trevor festeggerà l’addio al celibato. Immaginate per un momento che la fata madrina sia un cane combinaguai di nome Rufus, che la scarpetta di cristallo sia uno smartphone disintegrato e che i principi azzurri diventino improvvisamente due. Come districarsi? In un attimo il mondo di Letizia verrà capovolto, tutte le sue certezze infrante, e starà a lei rimettere insieme i pezzi, perché in fondo il finale da favola e la felicità non sono altro che questioni di scelta…

Nata nel 1975 a Reggio Emilia, Ingrid Rivi vive a Cadelbosco di Sora insieme al marito e alle due figlie. Laureata in Economia e Commercio, lavora come impiegata amministrativa. È già autrice di romanzi d’avventura per bambini, con i quali ha ottenuto riconoscimenti internazionali, tra cui Lord Jordan e l’Orizzonte Magico e La Radura di Grondal. Scrive per passione fin dall’adolescenza, perché i numeri e i calcoli non le danno le stesse emozioni delle parole. Inizia la sua collaborazione con Gilgamesh Edizioni con il romanzo Questioni di scelta.

ISBN 9788868673567

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook9

Sharon suona

26/11/2018 — Ruco Magnoli

  € 12,00   

 

Continua, raggiungendo la prima dozzina, il garbuglio delle investigazioni di Sharon – che per fortuna quasi nessuno legge, fra i superstiti lettori di libri. Questa volta c’è un allarme da decifrare alla fine di un labirinto di elucubrazioni musicali, che danno accesso alla notizia di un prossimo attentato islamista al mausoleo dedicato in riva al lago a Dante Alighieri. Così Sharon si confronta con un gruppo di fanatici assassini, che riuscirebbero a ucciderlo, se non fosse per il Mossad e per i servizi curdi, che lo proteggono. Il Mossad lo salva addirittura chirurgicamente dalla morte, e ne approfitta per circonciderlo, condannandolo a una dolorosa provvisoria castità. Ma è infine grazie alla buona sorte e alle competenze informatiche di Orso e del suo assistente Furetto che gli Sharoniti riescono a far fronte all’estrema pericolosità e alla straordinaria astuta competenza del nemico, nonché alla sua disponibilità al sacrificio estremo. Prenderne atto stimola il dibattito sull’importanza della fede nell’immortalità, nel quale convergono voci autorevoli. Intanto a villa Coriandoli si scommette che le ferite si rimargineranno e che tornerà il benessere quotidiano.

Ruco Magnoli è un’invenzione di Ruggero Campagnoli e Marco Maiocchi, già professori ordinari di Letteratura Francese e di Disegno Industriale, all’Università di Bologna e al Politecnico di Milano. In questo automa si sono uniti. Trascinati dalla loro abitudine alla collaborazione creativa, in un momento di noia estiva con Ruco Magnoli hanno inventato e iniziato a praticare il gioco dello scriptomontaggio chiamato Sharon. Lo scriptomontaggio Sharon è una giunzione di brani in ventidue mosse non concordate, ma emendabili nella mossa successiva, ognuna delle quali deve superare il decimo migliaio di battute seguente. Col tempo le regole di quantità, apertura e chiusura si sono assestate, e ora il bianco apre e il nero chiude (per una prima serie di venticinque volumi). Con l’aggiunta del riuso di materiale reperibile sul web, si perfeziona qui una parodia postmoderna e antimoderna della narrazione romanzesca, innestata sullo stereotipo poliziesco alla ricerca dell’irrealismo totale. Infatti i personaggi sono falsi o falsificati, gli avvenimenti strampalati, i giudizi fumosi, le opinioni fanfaluche, non c’è sostanzioso midollo.

ISBN 9788868673475

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook3

Sharon ritorna

26/11/2018 — Ruco Magnoli

  € 12,00   

 

Nell’undicesima avventura, Sharon torna dal Messico a villa Coriandoli con un enigma registrato all’aeroporto d’arrivo, forse un delitto che coinvolge una persona attiva sulla costa del lago. Cercando di incontrarla, Sharon e Stella assistono alla sua uccisione, che si accompagna presto a quella di un’esperta di arte medioevale e anche, misteriosamente, di una murena. La murena, esplicitata nel suo simbolismo con l’aiuto di Murphy, che con la sua sapienza enciclopedica contribuisce a dare la stura alle citazioni eccessive e lussureggianti, si scoprirà essere l’animale totemico di una setta di uccisori rituali, decimati da un abile e astuto assassino. Si tratta di una faida interna fra due fazioni opposte, oppure di un intervento punitivo esterno? La soluzione dell’enigma sarà laboriosa e richiederà diversi spostamenti e contorcimenti mentali, ma alla fine, come al solito, non mancherà, accompagnata da un colpo di scena chiarificatore. Inseguendola, Sharon trova modo di esporre la sua concezione estetica, che rifugge dal modernismo per rivolgersi allo spirito della Controriforma, con fare aretinesco si potrebbe aggiungere.

Ruco Magnoli è un’invenzione di Ruggero Campagnoli e Marco Maiocchi, già professori ordinari di Letteratura Francese e di Disegno Industriale, all’Università di Bologna e al Politecnico di Milano. In questo automa si sono uniti. Trascinati dalla loro abitudine alla collaborazione creativa, in un momento di noia estiva con Ruco Magnoli hanno inventato e iniziato a praticare il gioco dello scriptomontaggio chiamato Sharon. Lo scriptomontaggio Sharon è una giunzione di brani in ventidue mosse non concordate, ma emendabili nella mossa successiva, ognuna delle quali deve superare il decimo migliaio di battute seguente. Col tempo le regole di quantità, apertura e chiusura si sono assestate, e ora il bianco apre e il nero chiude (per una prima serie di venticinque volumi). Con l’aggiunta del riuso di materiale reperibile sul web, si perfeziona qui una parodia postmoderna e antimoderna della narrazione romanzesca, innestata sullo stereotipo poliziesco alla ricerca dell’irrealismo totale. Infatti i personaggi sono falsi o falsificati, gli avvenimenti strampalati, i giudizi fumosi, le opinioni fanfaluche, non c’è sostanzioso midollo.

ISBN 9788868673277

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook3

Gatti, Stregatti e Aristogatti

19/11/2018 — Silvia Peroni

  € 14,00   

 

Il gatto, felino che vive con l’uomo da circa diecimila anni, è forse l’animale domestico che tra tutti divide nettamente la platea umana tra chi lo odia e chi lo ama alla follia. Se è vero che la sua indipendenza a volte può essere confusa per indifferenza, è altrettanto sicuro che stiamo parlando di una creatura per certi versi magica, ammantata di un mistero millenario, dall’Antico Egitto in avanti. In Gatti, Stregatti e Aristogatti l’autrice, partendo dalla simpatica narrazione delle vicende che vedono protagonisti una gatta e i suoi micini, ci conduce alla scoperta della figura del gatto nella storia e nella letteratura, intervallando il tutto con poesie o testi di canzoni dedicate al piccolo felino.

Silvia Peroni è nata a Carpenedolo (BS) nel 1968. Attualmente vive e lavora a Brescia. Nel dicembre del 2007 pubblica il suo primo romanzo Maestro di piccole verità e nel 2009 Prigioniera dell’isola, entrambi editi da Il filo. Nello stesso anno esce il volume Frammenti d’acqua per i tipi della Marco Serra Tarantola Editore. Nel marzo 2010 vince il 1° premio del concorso letterario indetto dal Gruppo 2009, una rivista telematica d’arte e cultura, nella sezione racconti. Con Gilgamesh Edizioni ha precedentemente pubblicato il romanzo Cruciverbar (2013).

ISBN 9788868673437

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook12

Briciole sparse

12/11/2018 — Marilucia Dui

  € 10,00   

 

Dormi rannicchiato

in un bozzolo caldo.

Domani,

abiterai luoghi e spazi

a me sconosciuti.

Ti guarderò volare

sapendo

che un filo ci lega,

come un aquilone

alla mano

di chi l’accompagna.

Marilucia Dui è nata nel 1957 a Pralboino, in provincia di Brescia, dove vive con la famiglia, un cane e tre gatti. Da adulta si accosta alla pittura seguendo i corsi di Liana Ferrari. Da anni è iscritta all’Associazione Artisti Bassa Bresciana con cui ha partecipato a numerose mostre. Si esprime con la pittura figurativa, prediligendo il paesaggio, soprattutto nei toni e colori autunnali e invernali. La raccolta di poesie Briciole sparse rappresenta il suo esordio letterario.

ISBN 9788868673444

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook4

Un cancello a chiudere il vento

05/11/2018 — Nadia Bellini

  € 14,00   

 

In questo scritto autobiografico l’autrice racconta i momenti salienti di vita della sua infanzia: i giochi in campagna, le consuetudini di una famiglia di contadini come la sua, la scuola, gli amici e i bagni nel fosso, la passione per la lettura. Narra dei viandanti che di volta in volta chiedevano alloggio e venivano ospitati a dormire per una notte o due dalla sua famiglia, facendo transitare la loro esistenza in quello spazio ideale e fortemente poetico, delimitato dall’aia e dai confini del casale che apparteneva all’Eridania Zuccherifici Nazionali e dato loro in comodato d’uso. Trovano memoria anche i tanti animali domestici vissuti con la sua famiglia, le persone che ruotavano attorno a quel rione popolare, Borgo Naviglio, affacciato sul Canale Fossa, come ad esempio le ricamatrici e le sarte, il barbiere e tante altre figure divenute eterne grazie alla memoria dell’autrice. E poi trova spazio il ricordo della prima volta in cui studiò il francese, le giostre, le lotte studentesche, i primi viaggi, i luoghi del cuore, strappati per sempre all’oblio: i luoghi a me cari e sempre vicini. Sullo sfondo Ostiglia, il suo paese, il fiume Po, il viale dello zuccherificio Eridania, l’antico giardino Bonazzi, il magnificente giardino pubblico. Luoghi e ricordi sicuramente personali ma altrettanto impressi nei vissuti di molti e resi trasfigurati e universali da quel senso di nostalgia che non è tristezza ma bellezza per ciò che non è più e tuttavia rimane indefettibile. Non solo nella memoria, ma anche nell’animo. Nei passaggi di vita individuali e collettivi, che in questo racconto arrivano a toccare in profondità il vissuto di tutti.

Nadia Bellini è nata e vive a Ostiglia, in provincia di Mantova. Insegnante di scuola Primaria, ora in pensione, scrittrice e disegnatrice. Ha finora pubblicato: Il mondo di Federico (1997), Il re in bicicletta (2001), racconto tradotto anche in francese e finalista al Premio Grinzane Junior 2002, La chiave nel muro (2003), Le ortiche della saggezza (2003), Parole d’acqua (2004), Miranda, il lupo e l’incantesimo della luna (2008), presentato al Festivaletteratura di Mantova nell’edizione del 2010, Presto sole tarda luna (2008), I racconti della palude (2008) e La giacca rossa (2010), Confini raccolta di foto e poesie con Riccardo Bonventi, Piume, bacche, petali e pastelli con l’illustratore Stefano Torriani, presentato al Festivaletteratura di Mantova 2016, Velo di penombra rete di luce, raccolta di poesie con apparato fotografico di Guido Ballista. Un cancello a chiudere il vento è la prima opera pubblicata con Gilgamesh Edizioni.

ISBN 9788868673321

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook1

Patrie interiori

22/10/2018 — Ana Danca

  € 14,00   

 

Patrie interiori è un romanzo potente, ancestrale, che si apre con la forza della natura, l’entrata del bosco e prosegue alla riscoperta di un mondo fanciullo pieno di rabbia, dolore e bellezza. Volendo usare una metafora per esprimerne la portata, diremmo che si avverte la presenza del padre Zeus e della figlia Atena, nata dal capo del padre stesso che la inghiotte prima che nasca. E qui la parte di Atena, che nella mitologia greca difende gli eroi che compiono il bene e parteggia per le donne, la fa la protagonista del romanzo: una madre e una creatura generosa che viaggia come Ulisse per ritrovare, appunto, la sua “Patria interiore”.

Ana Danca è nata in Romania, a Buruienești. Diplomata in meteorologia ad Arad (RO) ha lavorato presso la Stazione Meteorologica di Tulnici, poi come insegnate supplente nella scuola media del paese nativo. Oggi vive e lavora a Mantova.

ISBN 9788868673215

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook5

Le misturanze (Dormiveglia irlandese)

15/10/2018 — Luca Ragazzini

  € 15,00   

 

Ester nasce in una famiglia povera ma dignitosa. Ha una madre volitiva, un padre supplente alle scuole superiori che sogna la ribalta della ricerca universitaria, due zii benestanti che non mancano di offrirle il loro appoggio economico, e uno zio più anziano, imprevedibile, estroso e follemente innamorato dell’Irlanda e della sua musica tradizionale. Divide la sua vita tra la modesta casa di Roma e le visite periodiche alla sontuosa villa degli zii, nella Bassa Tuscia, conducendo una quotidianità apparentemente simile a quella di tante altre bambine. Ma, anno dopo anno, un tarlo sotterraneo, facile da avvertire ma difficile da spiegare, minerà il suo rapporto con un membro della famiglia, fino a trasformarlo in un’ostilità strisciante, non dichiarata e non controllabile. Il mondo andrà avanti per la sua strada, con il consueto spettacolo di nascite, crescite e addii alla vita, ma Ester ne avvertirà solo il lato sfuggente, fatto di appigli scivolosi e certezze che si disgregano di fronte a una realtà in continua evoluzione. La voce di un anziano, però, sa scavare sentieri profondi. Arriva dove gli occhi non vedono, offre punti di riferimento a chi, pur cercandoli, non li ha mai trovati e, se ascoltata con attenzione, sa come conferire forma a quella lunga e personale ricerca dell’identità che è la vita. Ormai adulta, in un mondo agitato e sofferente, Ester vi si affiderà e, seguendo le sue bizzarrie, troverà il modo di confrontarsi con le corde più riposte dell’animo umano, quelle che conoscono solo il silenzio e l’immobilità; e solo in presenza di eventi straordinari accettano di vibrare, rilasciando così il loro suono.

Luca Ragazzini è nato a Roma, nel 1970, e vive a Civita Castellana, in provincia di Viterbo. Laureato in Lettere e dottore di ricerca in Discipline storiche, è autore di vari studi pubblicati su riviste specialistiche di storia. Ha frequentato il corso di scrittura della RAI-ERI e, nell’ambito della narrativa, alcuni suoi racconti hanno vinto concorsi letterari quali “Il Racconto nel Cassetto – Città di Villaricca” (2016) e il “Premio Antonio Fogazzaro” (2015). Tra le sue ultime pubblicazioni, è da segnalare la raccolta di racconti A mille parole di profondità (Macabor Editore, 2018).

ISBN 9788868673352

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook6

Il tempo dell’anima

08/10/2018 — Eliana Fusai

  € 14,00   

 

Il tempo dell’anima è un romanzo che testimonia quanto il dolore sia furbo: colpisce e cerca di fuggire; si camuffa, si nasconde, si vaporizza, annidandosi nelle pieghe dell’anima con la complicità del tempo. E la voce di chi narra è di colei che ha vissuto costantemente lambita da insopportabili miasmi, senza capirne la ragione: semplicemente perché non c’è colpa nella figlità mancata.

Eliana Fusai è nata a Brescia, città nella quale vive e lavora. Con Il tempo dell’anima, spaccato autobiografico onesto e sincero, si affaccia per la prima volta al mondo della narrativa, edita da Gilgamesh Edizioni.

ISBN 9788868673338

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook5

Facile come innamorarsi

24/09/2018 — Jessica Guarnaccia

  € 15,00   

 

Londra a San Valentino: come si fa a non innamorarsi?


Thomas Walker potrebbe darvi almeno un centinaio di motivi. Ci sono cose più importanti dell’amore e lui le ha ottenute tutte: è caporedattore di un’importante rivista, ha una bella casa e degli amici fantastici. Non potrebbe desiderare niente di meglio. Jillian Grayson sarebbe perfettamente d’accordo: nel suo curriculum può vantare una lista infinita di appuntamenti al buio, organizzati da sua madre. Quelle pessime esperienze non sono altro che la conferma di quanto dedicarsi alla carriera sia la scelta più saggia. In fondo, la sua priorità è affermarsi come terapeuta, non ha tempo per le relazioni. Metteteli insieme nella stessa stanza e otterrete la ricetta del disastro perfetto: una notte indimenticabile, un’amicizia quantomeno improbabile e una serie di regole fin troppo facili da dimenticare…

Jessica Guarnaccia vive in un piccolo paese nella provincia di Pistoia, lavora presso la Pubblica Assistenza della sua città e studia lettere moderne all’università di Firenze. Ama viaggiare, non importa se con un treno, un aereo o semplicemente con la fantasia. Capita spesso che inizi mille cose senza portarne a termine nessuna, a meno che non si tratti di un libro: non credeva di essere capace di scriverne uno finché non l’ha fatto, quasi per gioco. Poi non ha più smesso. Ha fondato, insieme ad altre ragazze con la sua stessa passione per la lettura, il blog letterario Libri e altri disastri. Ha iniziato la sua collaborazione con Gilgamesh Edizioni con il romanzo Se mi ami non vale e dal 2017 dirige la collana Inanna insieme a Sonia Gimor.

ISBN 9788868673383

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook9

I temi della vita tra Sacra Bibbia e miti

10/09/2018 — Alberto Zanoni

  € 15,00   

 

I temi della vita tra Sacra Bibbia e miti è un viaggio nelle vicende umane alla ricerca del senso ultimo delle cose, un percorso in cui veniamo accompagnati e sollecitati a porci domande alle quali dare noi stessi una risposta. In capitoli autonomi vengono affrontati alcuni tra i grandi temi della vita: il dolore, la malattia, la cura, la vecchiaia, la morte. Sono tematiche spesso taciute, eppure tappe che ognuno di noi è destinato a raggiungere e a superare. Traendo spunto anche dalla sapienza antica contenuta nei miti greci, l’autore spiega di aver trovato una risposta esauriente solo nella Bibbia, nelle parole con cui il Dio senza tempo ha voluto rivelarsi agli uomini di ogni tempo. È in sintesi l’esaltazione della Parola di Dio, che ci meraviglia a ogni passo, con i suoi tesori nascosti a una lettura frettolosa, con il suo messaggio perenne di amore e di misericordia: un barlume del pensiero di Dio, adatto alla nostra limitata comprensione.

Alberto Zanoni nasce a Mantova nel 1949, si laurea in Medicina a Bologna e si specializza in Geriatria a Parma. Ha lavorato per molti anni in Istituti per anziani (Mantova, Rodigo, Casalmaggiore, Curtatone). Ha insegnato nei corsi di formazione di Operatori Socio-Assistenziali, Operatori Socio-sanitari, infermieri professionali. Ha inoltre partecipato come relatore a numerosi convegni sui temi della fase terminale della vita e della demenza. Ha scritto un libro sulla Sessualità nell’anziano (Masson) e ha collaborato a pubblicazioni su temi di bioetica. Sposato, ha due figli. Considera la Bibbia il più grande libro mai scritto.

ISBN 9788868673239

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook3

Storia di un canto

06/08/2018 — Mario Oppi

  € 13,00   

 

Mi auguro, con questo racconto di immagini e parole, di riuscire a trasmettere la storia di un piccolo grande coro. È stato estremamente difficile mettere insieme a distanza di trent’anni tutti questi ricordi: testimonianze, articoli di stampa, fotografie sbiadite trovate qua e là e soprattutto risalire alle date degli avvenimenti e fatti che il gruppo corale di Piadena ha intensamente vissuto. Mia principale intenzione è stata quella di perseguirne con determinazione la stesura, affinché questa splendida avventura non andasse perduta nel germe della dimenticanza.


Mario Oppi

ISBN 9788868673208

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook3

Sharon balnea

02/07/2018 — Ruco Magnoli

  € 12,00   

 

La nona avventura oscilla fra archeologia e soprannaturale. Si parte con una misteriosa versione più bella del cratere a campana del Pittore di Altamura, quello che proviene dalla tomba 311 di Valle Trebba, su cui è raffigurato il Dioniso che tiene sulle ginocchia il piccolo Oinopion, il figlio avuto da Arianna, personificazione del vino. Ci si sposta poi sul Ragno d’Oro, ben più prezioso, perché il vaso si può anche trovare in un’asta clandestina, ma il Ragno, chi lo ha scoperto se lo tiene, anche per il suo probabile valore magico... Insomma il povero Sharon à capitato in una lotta cosmica, in cui il mondo è diviso in due parti contrapposte: da una parte Aracne, dall’altra Pallade. Con Pallade, nonostante le apparenti contraddizioni, la Chiesa, l’Ordo Adriani, le minervine e le api. Con Aracne, le aracneidi e i ragni. La posta è proprio la conquista del Ragno d’Oro. Pallade e i suoi per distruggerlo, Aracne e i suoi per proteggerlo. Sharon non è certo in grado di interrompere questa guerra millenaria di deità, tuttavia coi suoi contribuisce un pochetto alla salvezza del Ragno, che lo ringrazia.

Ruco Magnoli è un'invenzione di Ruggero Campagnoli e Marco Maiocchi, già professori ordinari di Letteratura Francese e di Disegno Industriale, all'Università di Bologna e al Politecnico di Milano. In questo automa si sono uniti. Trascinati dalla loro abitudine alla collaborazione creativa, in un momento di noia estiva con Ruco Magnoli hanno inventato e iniziato a praticare il gioco dello scriptomontaggio chiamato Sharon. Lo scriptomontaggio Sharon è una giunzione di brani in ventidue mosse non concordate, ma emendabili nella mossa successiva, ognuna delle quali deve superare il decimo migliaio di battute seguente. Col tempo le regole di quantità, apertura e chiusura si sono assestate, e ora il bianco apre e il nero chiude (per una prima serie di venticinque volumi). Con l'aggiunta del riuso di materiale reperibile sul web, si perfeziona qui una parodia postmoderna e antimoderna della narrazione romanzesca, innestata sullo stereotipo poliziesco alla ricerca dell'irrealismo totale. Infatti i personaggi sono falsi o falsificati, gli avvenimenti strampalati, i giudizi fumosi, le opinioni fanfaluche, non c'è sostanzioso midollo.

ISBN 9788868673154

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook5

Sharon villeggia

02/07/2018 — Ruco Magnoli

  € 12,00   

 

Per la decima volta il delitto si insinua nella vita goduriosa, nonché lussuriosa fino alla pornografia, di Sharon, alias Lucrezio Fantasima, da lui diffusamente descritta con sacrilega spavalderia, secondo le deprecabili abitudini della scriteriata licenziosità contemporanea, frutto di una cultura degenerante dai doveri ai piaceri. Che Dio perdoni l’improntitudine di un cuore non ancora del tutto annerito dall’imitazione di Lucifero, anziché quasi purificato da quella di Cristo, in nome della letteratura quattro puto zero. Sfortunatamente, fra un delitto e l’altro, nuovi agguati della carne lo attendono a Capalbio, sotto forma di rotondità dolciarie e rotondità mammarie offerte dalla straripante barista Lucignola. Ma, per l’aspetto criminale, sono ovviamente più importanti altri incontri, come quello con un costruttore di automi perfetti, decisamente morto, un boss della mala locale e un membro dell’AVA. Inoltre, ai due nuovi graditi ospiti entrati in villa Coriandoli nell’episodio precedente, Sibilla e Pipino, si aggiunge in questo un quarto moschettiere canino, il feroce Benito.

Ruco Magnoli è un'invenzione di Ruggero Campagnoli e Marco Maiocchi, già professori ordinari di Letteratura Francese e di Disegno Industriale, all'Università di Bologna e al Politecnico di Milano. In questo automa si sono uniti. Trascinati dalla loro abitudine alla collaborazione creativa, in un momento di noia estiva con Ruco Magnoli hanno inventato e iniziato a praticare il gioco dello scriptomontaggio chiamato Sharon. Lo scriptomontaggio Sharon è una giunzione di brani in ventidue mosse non concordate, ma emendabili nella mossa successiva, ognuna delle quali deve superare il decimo migliaio di battute seguente. Col tempo le regole di quantità, apertura e chiusura si sono assestate, e ora il bianco apre e il nero chiude (per una prima serie di venticinque volumi). Con l'aggiunta del riuso di materiale reperibile sul web, si perfeziona qui una parodia postmoderna e antimoderna della narrazione romanzesca, innestata sullo stereotipo poliziesco alla ricerca dell'irrealismo totale. Infatti i personaggi sono falsi o falsificati, gli avvenimenti strampalati, i giudizi fumosi, le opinioni fanfaluche, non c'è sostanzioso midollo.

ISBN 9788868673178

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook5

E se Dio non ci fosse

04/06/2018 — Fausto Bertolini

  € 12,00   

 

Il Dio Persona è consolatore non in forza della paura congenita dell’uomo, ma in virtù della ricerca di verità dell’uomo e del proprio desiderio intimo di incontrarsi con una Persona divina con la quale impostare un dialogo. Anche nel paradigma dinamico di un Mistero Grande. Trascendente e permanente. Dio non potrebbe consolare se non fosse Persona. Perdono e misericordia non sono modi di riparare alle deficienze umane, ma modi per incontrarsi in un rapporto di reciproca ricerca che metta l’uomo di fronte a Dio.

Fausto Bertolini, nato a Pegognaga (MN) nel 1944, l’anno di Pippo, il bombardiere. Laurea in filosofia. Corso triennale in psicologica del profondo (tiefenpsychologie). Coordinatore della catechesi parrocchiale e del gruppo di ricerca teologica. Ha tenuto alcune conferenze sul tema dell’esistenza di Dio presso la Casa di San Giuseppe . Impegnato sulle modalità di divulgazione della fede cristiana nel contesto dell’attuale protosistema comunicativo (Nuova Evangelizzazione). Autore di pièces teatrali a contenuto religioso rappresentate a Natale e a Pasqua. Piccola Sacra Rappresentazione per attrice solista e pianoforte (Con Anna Savoia, Gloria Varini, Gloria Bellini e il Mº Matteo Cavicchini). Regista R.A.I. Assistente di Fellini nel film Il Casanova e di Bertolucci nel film Novecento. Ha diretto i serial Il ritorno degli Dei; New Age e dintorni, La sfida magica, I nuovi movimenti religiosi, con Massimo Introvigne (messaggero Di Sant’Antonio-àncora.) Assieme allo psicoterapeuta Alberto D’Auria ha scritto il saggio Gesù secondo Freud (Effatà). Inoltre ha pubblicato Nonni innamorati nipotini rompiballe (S. Paolo); L’angelo sulla credenza (Mursia); Il contadino e l’angelo (Àncora); Amori amari (Il Bardo). Con Gilgamesh Edizioni ha precedentemente pubblicato i romanzi Negli occhi delle donne – vita sentimentale di Cartesio, Telebordello, L’amore al tempo del cole-sterolo e il giallo Il caso Satanas.

ISBN 9788868673192

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook1

Nittalopia - Scritture profane

28/05/2018 — Claudio Fraccari

  € 15,00   

 

L’aforisma? Saperla lunga e farla breve.

Claudio Fraccari, già docente di Storia dell’arte, attualmente insegna Lettere italiane e latine al Liceo “Belfiore” di Mantova. Saggista e conferenziere, si interessa di vari ambiti disciplinari che vanno dalla letteratura alla linguistica, dalle arti visive alle arti dello spettacolo. Collabora con diverse testate; in particolare, dal 1993 cura la critica cinematografica per il quotidiano “La Voce di Mantova”, mentre dal 1996 fa parte del comitato di redazione della rivista culturale “Civiltà Mantovana”. Oltre a numerosi articoli e saggi su giornali, riviste e in opere collettanee, ha pubblicato in volume autonomo: Appuntamenti al buio. Cento film dell’anno duemila (Mantova, Tre Lune, 2001); Cortesie per gli ospiti. Itinerario di lettura tra l’antico e il moderno (Mantova, Le Reggie dei Gonzaga, 2013), Vulpes in fabula. La fortuna millenaria del modello esopico (Modena, Il Bulino, 2014).

ISBN 9788868673147

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook5

Young Poetry

07/05/2018 — AA. VV.

  € 10,00   

 

Young Poetry, poesia giovane, ovvero la poesia dei giovani. Nell'edizione 2017 di Mantova Poesia – Festival Internazionale Virgilio, l'associazione La Corte dei Poeti, che organizza la manifestazione, propose una mattinata dedicata agli studenti mantovani e alle loro poesie. Fu un successo: oltre 250 i ragazzi intervenuti, molti dei quali, in quell'occasione, proposero i propri versi, confrontandosi poi con i poeti invitati al Festival e dialogando con loro. Il buon esito dell'iniziativa e la qualità delle poesie degli studenti ci hanno spinto a replicare l'incontro invitando gli alunni a scrivere nuovamente, oltre che a partecipare alla seconda edizione del meeting loro dedicato. In occasione della quarta edizione di Mantova Poesia, abbiamo però voluto fare di più per dare spazio alla poesia giovane. Pubblichiamo così questa antologia che ospita i componimenti di cinquantacinque studenti di cinque realtà del mondo dell'istruzione mantovano. Un libro con tutti i crismi, pubblicato da Gilgamesh Edizioni con regolare codice ISBN in vista della distribuzione nazionale. Il volume nasce per sostenere l'anima creativa dei giovani offrendo loro la possibilità di essere inseriti in una vera e propria antologia poetica: una vetrina concreta per promuovere il loro impegno nella scrittura.

Claudio Fraccari, già docente di Storia dell’arte, attualmente insegna Lettere italiane e latine al Liceo “Belfiore” di Mantova. Saggista e conferenziere, si interessa di vari ambiti disciplinari che vanno dalla letteratura alla linguistica, dalle arti visive alle arti dello spettacolo. Collabora con diverse testate; in particolare, dal 1993 cura la critica cinematografica per il quotidiano “La Voce di Mantova”, mentre dal 1996 fa parte del comitato di redazione della rivista culturale “Civiltà Mantovana”. Oltre a numerosi articoli e saggi su giornali, riviste e in opere collettanee, ha pubblicato in volume autonomo: Appuntamenti al buio. Cento film dell’anno duemila (Mantova, Tre Lune, 2001); Cortesie per gli ospiti. Itinerario di lettura tra l’antico e il moderno (Mantova, Le Reggie dei Gonzaga, 2013), Vulpes in fabula. La fortuna millenaria del modello esopico (Modena, Il Bulino, 2014).

ISBN 9788868673109

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook3

Antologia Premio Nazionale di Poesia Terra di Virgilio 2018
4ª edizione

07/05/2018 — AA. VV.

  € 10,00   

 

ISBN 9788868673130

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook8

Sharon studia

16/04/2018 — Ruco Magnoli

  € 12,00   

 

Nella settima avventura, Sharon si lascia irretire da una nevrosi turistica, con patetica subordinazione al colore locale brasiliano. In Brasile si è recato infatti a cercare un uccello esotico, le cui piume erano state applicate a un dardo modicamente avvelenato. Ne ritorna, dopo una settimana di stereotipi, soprattutto alcolici, con una coppia di uccelli esotici, una grande quantità di quattrini pescati nel conto corrente di un morto, e una demoniaca infatuazione per un travestito. Ma non è quest’ultima a spingere la vicenda in avanti, bensì, come è ovvio, di fronte alla presenza di un morto ammazzato, la ricerca dell’assassino. Lo trova alla fine, con risvolti cruenti che ricordano una novella del Bandello letta nell’episodio precedente, ma avrebbe potuto stanarlo molto prima, grazie a un’iperinterpretazione del colpevole, che Sharon non nota e che il lettore certo non si lascerà sfuggire. Morto un colpevole, se ne fa subito un altro, cui spetta ovviamente una brutta fine.

Ruco Magnoli è un’invenzione di Ruggero Campagnoli e Marco Maiocchi, già professori ordinari di Letteratura Francese e di Disegno Industriale, all’Università di Bologna e al Politecnico di Milano. In questo automa si sono uniti. Trascinati dalla loro abitudine alla collaborazione creativa, in un momento di noia estiva con Ruco Magnoli hanno inventato e iniziato a praticare il gioco dello scriptomontaggio chiamato Sharon. Lo scriptomontaggio Sharon è una giunzione di brani in ventidue mosse non concordate, ma emendabili nella mossa successiva, ognuna delle quali deve superare il decimo migliaio di battute seguente. Col tempo le regole di quantità, apertura e chiusura si sono assestate, e ora il bianco apre e il nero chiude (per una prima serie di venticinque volumi). Con l’aggiunta del riuso di materiale reperibile sul web, si perfeziona qui una parodia postmoderna e antimoderna della narrazione romanzesca, innestata sullo stereotipo poliziesco alla ricerca dell’irrealismo totale. Infatti i personaggi sono falsi o falsificati, gli avvenimenti strampalati, i giudizi fumosi, le opinioni fanfaluche, non c’è sostanzioso midollo.

ISBN 9788868673048

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook3

Sharon alleva

16/04/2018 — Ruco Magnoli

  € 12,00   

 

E otto. Sharon tra i misteri dell’esoterismo rinascimentale: la mano di gloria, il manoscritto di Voynich e compagnia bella, in una vicenda così piena di complicazioni e contorcimenti, fra relazioni pericolose molteplici, fecondazioni eterogame artigianali, addestramenti di cari animali domestici, citazioni letterarie, che non meriterebbe neppure di essere raccontata. Eppure, alla base dell’uccisione spettacolare di una donna, esposta nuda su un crocefisso in una chiesa a disdoro di Murphy (un po’ alla Félicien Rops) c’è un dramma umano lancinante, che invece di sciogliersi nel perdono si indurisce nella vendetta. Per dipanarne l’enigma, Sharon assumerà anche l’identità del mago Visibilio, mettendosi dalla parte del bazar occultistico bersagliato dall’assassinio, e coinvolgendo nell’attività divinatoria anche Totò, la madre e Mariana, esposti, come lui stesso, a rischi mortali. Le due anziane signore ricaveranno però, con una fuga a Lourdes, la guarigione dalla paralisi artritica, abbandonando definitivamente le carrozzelle. Nessuna pietà, come al solito, per gli assassini, in un finale da cui lo stesso Sharon rimane sorpreso.

Ruco Magnoli è un’invenzione di Ruggero Campagnoli e Marco Maiocchi, già professori ordinari di Letteratura Francese e di Disegno Industriale, all’Università di Bologna e al Politecnico di Milano. In questo automa si sono uniti. Trascinati dalla loro abitudine alla collaborazione creativa, in un momento di noia estiva con Ruco Magnoli hanno inventato e iniziato a praticare il gioco dello scriptomontaggio chiamato Sharon. Lo scriptomontaggio Sharon è una giunzione di brani in ventidue mosse non concordate, ma emendabili nella mossa successiva, ognuna delle quali deve superare il decimo migliaio di battute seguente. Col tempo le regole di quantità, apertura e chiusura si sono assestate, e ora il bianco apre e il nero chiude (per una prima serie di venticinque volumi). Con l’aggiunta del riuso di materiale reperibile sul web, si perfeziona qui una parodia postmoderna e antimoderna della narrazione romanzesca, innestata sullo stereotipo poliziesco alla ricerca dell’irrealismo totale. Infatti i personaggi sono falsi o falsificati, gli avvenimenti strampalati, i giudizi fumosi, le opinioni fanfaluche, non c’è sostanzioso midollo.

ISBN 9788868673116

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook3

Le ali di Alì

09/04/2018 — Lidia Masci

  € 12,00   

 

Le ali di Alì è la storia di un viaggio, di un viaggio verso la promessa di un futuro migliore, verso la stabilità e la ricchezza. È la storia di Alì, un ragazzo senegalese che come tanti oggi cerca di attraversare mari e confini per raggiungere l’Europa. «Cammina sempre verso nord e arriverai da tuo zio Ibrahim che vive in Francia, a Marsiglia. Lui ti troverà un lavoro, ti darà ospitalità e, forse, ti presenterà una bella ragazza wolof» gli aveva detto il padre Mohamed. Non sapeva però, non poteva saperlo, che il viaggio sarebbe stato pieno di insidie, di sofferenza, di perdite, ma anche di nuove amicizie e nuovi amori. Questo romanzo affronta senza retorica un tema quanto mai attuale, mostrando l’altro volto dell’immigrazione, un volto fatto il più delle volte di speranze disattese e soprusi. Un volto che può diventare però anche quello della felicità, la felicità di chi ce l’ha fatta.

Lidia Masci è nata a Brescia. Ha insegnato prima in Francia, poi nella sua città, amando profondamente il suo lavoro e i suoi studenti. Instancabile viaggiatrice, ha esplorato il mondo alla ricerca dell’essenza delle cose e della loro magica diversità. Con Gilgamesh Edizioni ha precedentemente pubblicato il romanzo ispirato a una storia vera Anno bisestile.

ISBN 9788868673086

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook10

Mosaico

12/03/2018 — Gilberto Cavicchioli

  € 15,00   

 

Mosaico raccoglie alcuni degli scritti di Gilberto Cavicchioli che pur essendo conosciuto per la sua produzione poetica, ha esordito e ha continuato a scrivere anche in prosa.
Ora, come lui dice Visto che la strada percorsa è più lunga di quella che rimane da fare, ecco che compare questo libro che contiene molti pezzi pubblicati sulla Gazzetta di Mantova, altri su riviste nazionali o locali e parecchi piccoli ritratti di vita scritti per la 3ª di copertina di Postumia, la pregevole pubblicazione dell’amico Nanni Rossi. Numerosi sono pure i pezzi relativi a noti artisti: Annigoni, Guidi, Scalarini, Giorgi, Lazzarini, Pizzinato, Ghizzardi, visti, non di rado, in una veste non usuale.
Numerosi anche i racconti di fantasia dal taglio surreale o fantastico, tipico della modalità creativa dell’autore.
Il libro consente così una gradevole lettura che risponde alle più diverse esigenze di un pubblico strutturalmente differenziato.

Gilberto Cavicchioli nasce a Mantova, a Porto Catena, e cresce in un quartiere di operai, facchini, lavandaie, piccoli bottegai, affacciato sul lago e lievitato dai marinai dei burchi in arrivo da Venezia attraverso il Po e il Mincio e fraternamente accolti nelle numerose osterie del porto. Elementari, medie e liceo. A diciassette anni scappa di casa e da solo per due mesi percorre in autostop l’Europa germanofona. Biennio di medicina. Poco più che ventenne è a capo di una media azienda familiare di calzature sportive con grosso insediamento a Roma, che segue nel suo spostamento ad Alatri (Frosinone) e nel suo infausto declino. Si laurea in economia con una tesi sperimentale, pubblicata. Nel ‘65 vince un concorso nazionale bandito da un’importante società della holding FIAT e inizia a operare nell’industria privata. Consegue, presso la Pro Deo-Luiss, un master biennale in marketing. Assunto da una grande azienda metalmeccanica ritorna a Mantova. Nel ‘75 viene eletto consigliere comunale nelle file del Partito Socialista. N ’77 è assessore alla cultura, poi alla pubblica istruzione e di nuovo alla cultura sino al ’94, anno in cui, a seguito di un gravissimo lutto familiare, abbandona l’attività politica. A lui si deve il recupero di Palazzo Te e la possibilità di insediare a Mantova il Festival della Letteratura. Ha pubblicato numerosi libri di poesia (uno con l’editore Scheiwiller e postfazione di Franco Loi) e di memorialistica, materia di cui è appassionato.

ISBN 9788868673024

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

L'empatia degli opqosti
Ovvero il chirurgo dell'anima. Ediz. integrale

12/03/2018 — Tiziana Cavalli, Andrea Monza

  € 15,00   

 

L’empatia degli opposti è la storia vera di una duplice metamorfosi dal sorprendente finale. Originale è l’intreccio tra le due voci narranti: il paziente, archeologo subacqueo che ha girato il mondo finché il cancro non lo ha costretto a fermarsi, e il curante, con le sue conoscenze tecniche e lo stupore di chi scopre che, nell'atto di prendersi cura di un soggetto condannato a morte, sta guarendo le proprie ferite, da sempre tenute latenti per dedicarsi agli altri. Tra viaggi introspettivi, delicata ironia, ricordi, tumultuosi dialoghi, sogni vividi, sms e flashback, quest’opera consegna una chiave di gestione del presente, un passpartout intellettuale a chiunque non abbia ancora avuto prova che l’empatia è il più potente strumento di cura.

Andrea Monza, romano, archeologo, esploratore di vestigia dell’antichità nelle profondità oceaniche di tutti i continenti. Da anni si cimenta come artista polivalente, sperimentando nuovi generi di pittura, poesia e scrittura.


Tiziana Cavalli, fiorentina, medico chirurgo specialista in Chirurgia generale, Agopuntura, Medicina Sistemica; autrice di molte pubblicazioni scientifiche, fa dell’amore per il suo lavoro una missione, che mira a conciliare in una visione olistica la moderna ricerca scientifica con una attenta rilettura dell’arte medica più antica.

ISBN 9788868673062

Porpora e amaranto

12/03/2018 — Simone De Bernardin

  € 10,00   

 

Porpora e Amaranto è un’ora tenera del giorno, il tramonto; un tempo gentile che s’infiamma prima delle lunghe notti d’inverno.
Qui sul lago si infrange un silenzio sacrale, in quell’istante si fermano in volo perfino gli uccelli.
Tutto velocemente brucia e si dipinge di quella luce.
Le acque amaranto riflettono il cielo, i monti di porpora si tingono, versandosi su un’ocra invernale piatta e desolante.
Qui, tutto tace.
Fin da piccolo rimanevo stupito dinanzi a tal splendore, abbandonato poi, in mano a una strana malinconia desolante sul finir del suo spettacolo.
Col tempo capii che io stesso ero Porpora e Amaranto, antico, fragile e gentile a ogni costo.
Fatto di solitudini e di nobiltà d’animo per natura o sventura.
Pur cercando di sfuggire molte volte da questo impeto, mi ritrovavo sempre lì.
Mi ritrovavo sempre lì;
contemplandoti.
Porpora e Amaranto.
In questa raccolta poetica ho racchiuso le poesie più significative per me dall’età preadolescenziale a oggi.

Simone De Bernardin nasce a Verbania, sul Lago Maggiore, il 2 settembre del 1989.
Animo irrequieto e sensibile, inizia molto presto a scrivere versi e riflessioni. Alla scrittura affianca, già dalla giovane età, la fotografia, che considera un potente mezzo espressivo-visuale, capace di narrare storie attraverso le immagini. Un diploma come Tecnico Grafico Pubblicitario cui segue la frequentazione dell’Istituto Europeo di Design a Milano, dove studia fotografia. Nel 2012 realizza la sua prima mostra fotografica presso le sale del Comune di Verbania e successivamente espone le sue fotografie a Venezia e a Milano.
Nel 2013 pubblica la sua prima raccolta poetica intitolata Animam Meam. Nel 2014 scrive un romanzo epistolare intitolato Lettere, pubblicato nel blog I Viaggiatori Ignoranti, spazio all’interno del quale scrive abitualmente articoli.

ISBN 9788868673031

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook6

TVB Benedetta

05/03/2018 — Annalisa Molaschi

  € 12,00   

 

Essere il gatto di una tredicenne carina e un po’ ribelle può essere fonte di molte inquietudini. Lo sa bene Dolcy, un gatto sensibile e attento, che racconta con uno sguardo tenero e incantato l’incredibile trasformazione di Benedetta da bambina ad adolescente. Desiderio di indipendenza, nuovi sentimenti e un corpo che cambia insieme alle emozioni. Quanto sono necessari i conflitti per crescere?

Annalisa Molaschi è nata a Cremona dove vive e lavora. Ha pubblicato molti libri e racconti per bambini e ragazzi, per lettori adulti, fiabe personalizzate, testi teatrali e musicali con i quali ha vinto diversi premi letterari nazionali. Collabora con alcune riviste letterarie.
È autrice di tutta la serie di Nancy Fly (Raffaello Editore) e, tra gli altri, di Viola e il ragazzo invisibile (Mursia), Dalla parte del cattivo (Archimede), Re Artù e i cavalieri della Tavola Rotonda (Raffaello Editore), I segreti dell'aria - Viaggio straordinario alla scoperta della nostra atmosfera (Ronca Editore) e Il ragazzo delle favelas (Raffaello Editore).
I suoi libri affrontano spesso temi educativi e sociali e sono adottati nelle scuole.

ISBN 9788868672782

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

La collana di Miràm
Ediz. integrale

26/02/2018 — Marisa Gianotti

  € 12,00   

 

Il romanzo La collana di Miràm, ambientato nel contesto storico attuale, racconta le avvincenti storie di due donne, Emma e Miràm, le quali rappresentano idealmente i due universi femminili occidentale e orientale.
Il percorso narrativo si incentra sulla collana di Miràm, un antico e prezioso gioiello turco, simbolo per antonomasia del gusto estetico femminile, che accompagnerà il lettore attraverso le vicende di donne appartenenti a tradizioni ed etnie diverse, ciascuna alle prese con i propri problemi, ma a un certo punto consapevoli del fascino e del mistero che la loro differente cultura d’origine è capace di tramandare, travasando nel loro essere donne oggi una forza di appartenenza che le farà sentire ancora più unite.

Marisa Gianotti è nata a Moglia (MN) e si è diplomata a Modena.
È stata docente di scuola dell’infanzia nelle provincie di Mantova e Modena. Risiede attualmente a Mantova.
Ha precedentemente pubblicato i romanzi Vita a corte Pascolo, Domenica Margarita, La lettera e Donne e la casa del fattore.

ISBN 9788868672928

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Delitti di stagione
Quattro casi per il commissario Cavalli

26/02/2018 — Luigi Schifitto

  € 15,00   

 

L’autunno era da sempre la sua stagione preferita, era quella che più rispecchiava il suo animo di cuneese malinconico... Quattro casi, quattro misteri da risolvere per il commissario Cavalli e i suoi collaboratori, uno per stagione. Vicende decisamente noir che si alternano a situazioni che rispecchiano invece i canoni del giallo classico, quasi che anche il clima abbia voluto dire la sua nello scrivere le trame dei racconti, che seppur distinte mantengono comunque un’unità narrativa e sequenziale. E a creare un filo conduttore tra i quattro delitti di stagione contribuisce soprattutto lo humour distaccato che caratterizza l’umanità del protagonista e dei personaggi che riempiono le sue giornate torinesi.

Luigi Schifitto è nato a Siracusa nel 1963 e vive a Torino, dove svolge l’attività di ingegnere e insegna Fisica presso un Istituto Tecnico. Ha pubblicato Se il Tevere è biondo la Dora è rossa e ha pure le méches (Ananke, 2005), La scuola è maestra di vita… O almeno di sopravvivenza (Ananke 2008), Un amaro senso di giustizia (WLM, 2010). Sono stati pubblicati inoltre alcuni suoi racconti in antologie dedicate alla città di Torino tra cui: Turin Tales – un caffè a Torino (Lineadaria, 2009) e Sotto una buona stella (Boston 40 - 2017). Con Gilgamesh Edizioni pubblica il romanzo noir L’uomo con lo zainetto (2013), dal quale nasce il personaggio del commissario Cavalli.

ISBN 9788868672980

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook6

Pericolosamente tu
Ediz. integrale

19/02/2018 — Tiziana Lia

  € 15,00   

 

Una famiglia unita. Un segreto taciuto per quarant’anni. Una sottile vendetta.
In passato un uomo l’ha sedotta, per causa sua adesso Joanna rischia la vita. L’FBI non ha dubbi: un pericoloso criminale è sulle sue tracce e non si fermerà. Solo un uomo può proteggerla: Alejandro Cortez, un ex ranger addestrato alle azioni più pericolose. Un uomo che l’ha avvicinata sotto false spoglie. Un uomo che nasconde una scomoda verità.
Inganni, veleni, false identità, e il pericolo sempre a un soffio. Come le loro labbra, le loro anime, i loro cuori e un imprevisto chiamato amore.


“Aveva un compito da portare a termine, non avrebbe concesso a niente e nessuno di distrarlo. Un regalo inatteso, entrare nel mondo dei Ford: avvicinarli e conoscerli non era stato complicato. Aveva tante cose da scoprire sul loro conto ancora. Jo sarebbe stata soltanto il suo cavallo di Troia.”

Tiziana Lia nasce a Roma nel ’71, città nella quale risiede fino al 1996, quando si trasferisce in provincia, con il marito. Madre di tre figli, non ha mai abbandonato la sua prima passione, la lettura, cui si è aggiunta la scrittura, pratica alla quale non riesce più a rinunciare. Nel 2009 inaugura una collaborazione con una rivista a tiratura nazionale, cui seguirà una seconda, che le permetterà di pubblicare quasi ottanta racconti, alcuni romanzi a puntate e un romanzo breve. Sognatrice, amante del lieto fine e delle emozioni, per sua stessa definizione, ogni storia che legge o scrive è una vita da vivere. Con Gilgamesh Edizioni pubblica Pericolosamente tu, un romantic suspense che trova degna collocazione nella collana rosa INANNA.

ISBN 9788868672904

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook4

Sharon protegge

19/02/2018 — Ruco Magnoli

  € 12,00   

 

Chi ha coperto di cemento il corpo di una donna in una nicchia del muro di sostegno sul lago, al confine con villa Coriandoli? Questo contatto con la sua dimora obbliga moralmente Sharon ad aprire la sua sesta investigazione, sostenuta come sempre dai suoi accoliti. Un distintivo della Juventus, dissepolto da Rodolfo dalla sabbia ai piedi del cadavere (quando c’era), indirizza l’indagine nella direzione giusta, ma prima occorrerà interpretarne correttamente il significato. Intanto Sharon incontra personaggi strani o interessanti della cerchia della morta, e ottiene l’aiuto dello sciamano Ambakanu, gestore di riti efficaci contro i malvagi. Ma soprattutto Balda lo rende felice possessore di un Picchiatello, che sostituisce l’IMAM Ro.41. Si vola allegramente in Svizzera, a trovare i segni degli spilloni di Ambakaku sul corpo degli assassini, ma anche a scoprire che il fidanzato della morta è stato ucciso. Ormai i cadaveri si ammucchiano, ma tutto si sta chiarendo, e nessun malvagio sopravvive.

Ruco Magnoli è un’invenzione di Ruggero Campagnoli e Marco Maiocchi, già professori ordinari di Letteratura Francese e di Disegno Industriale, all’Università di Bologna e al Politecnico di Milano. In questo automa si sono uniti. Trascinati dalla loro abitudine alla collaborazione creativa, in un momento di noia estiva con Ruco Magnoli hanno inventato e iniziato a praticare il gioco dello scriptomontaggio chiamato Sharon. Lo scriptomontaggio Sharon è una giunzione di brani in ventidue mosse non concordate, ma emendabili nella mossa successiva, ognuna delle quali deve superare il decimo migliaio di battute seguente. Col tempo le regole di quantità, apertura e chiusura si sono assestate, e ora il bianco apre e il nero chiude (per una prima serie di venticinque volumi). Con l’aggiunta del riuso di materiale reperibile sul web, si perfeziona qui una parodia postmoderna e antimoderna della narrazione romanzesca, innestata sullo stereotipo poliziesco alla ricerca dell’irrealismo totale. Infatti i personaggi sono falsi o falsificati, gli avvenimenti strampalati, i giudizi fumosi, le opinioni fanfaluche, non c’è sostanzioso midollo.

ISBN 9788868672966

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook1

Racconti del sabato

19/02/2018 — Augusto Bolther

  € 12,00   

 

I Racconti del sabato sono una serie di avventure, generalmente a lieto fine, scritte in anni diversi, che rappresentano una divagazione rispetto a temi più importanti, con personaggi veritieri che si agitano nell’anima dell’autore e che si presterebbero quasi tutti alla stesura di un romanzo. Sono perciò spogli da ogni scrittura superflua e sperano invece di valorizzare la poesia che vive dentro di noi, nei nostri gesti quotidiani. Ogni aggiunta sarebbe inopportuna e farebbe parte delle occupazioni di quella domenica, preludio alle incombenze spiacevoli del resto della settimana. Non tutte però sono tali e tra quelle piacevoli l’autore si augura possa essere la lettura del suo libro.

Augusto Bolther è nato a Milano il 28 dicembre 1927. Residente ad Asola (MN) dal 1943, si è diplomato in giornalismo presso l’Università di Urbino. Ha visto pubblicare sue liriche in diverse antologie, ricevendo lusinghieri riconoscimenti.
Dal 1956 ha dedicato la propria vita all’agricoltura, rivestendo importanti cariche sindacali nella provincia di Mantova. È stato presidente di due Cooperative agricole asolane. Dagli anni Novanta è collaboratore del settimanale diocesano La Cittadella, sul quale ha pubblicato articoli di carattere agricolo e letterario. Con Gilgamesh Edizioni ha pubblicato la silloge di poesie Labirinti di luce e il romanzo L’assedio di Asola, 1516 – La morte di Riccino Daina, 1522.

ISBN 9788868672881

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook4

SempliceMente noi

12/02/2018 — AA.VV.

  € 5,00   

 

Ventitré storie.
Gli autori sono i ragazzi che nell’anno scolastico 2016/2017 hanno frequentato la classe II della secondaria di primo grado degli Istituti Redentore di Mantova; undici e dodici anni.
Beatrice Barbiani Valdameri, Viola Benetti, Filippo Raul Bissoli Pasetto, Giulia Bonfante, Beatrice Bonomi, Francesco Cavicchini, Sara Di Giulio, Marco Froldi, Riccardo Gemelli, Gregory Germiniasi, Irene Lucchetti, Marta Adele Marini, Marco Meneghello, Margherita Menoni, Matilde Pajola, Elisabetta Tellini, Elisa Terrieri, Giulia Vallani, Saida Volpi, Vittoria Ye (altri due alunni hanno preferito mantenere riservati i loro nomi, mentre uno ha chiesto che il suo racconto non venisse pubblicato).
Hanno parlato, ascoltato, scritto, condiviso, riscritto, ricondiviso.
Hanno creduto, molto, in quello che stavano facendo.
Lo stimolo è arrivato loro da un Laboratorio di scrittura creativa ed introspettiva, in cui si sono lasciati guidare per i sentieri della narrazione.
Perché un laboratorio di storie?
La scrittura è democratica, è di tutti. Il nostro principale intento è quello di creare i presupposti perché i ragazzi possano acquisire la scrittura come strumento utile nel corso della vita. Abilità essenziale da utilizzare per piacere o per necessità.
Ci piace l’idea di renderli protagonisti, dare loro la parola perché possano esprimersi attraverso ciò che scrivono, ponendosi domande e sviluppando così senso critico: chi scrive si pone domande e ha il coraggio di raccontare la sua risposta agli altri.
Si esce così dalla logica del voto, non ci sono storie giuste o sbagliate, invece c’è uno spazio sicuro in cui potersi esprimere liberamente.
Una storia uscita da sé favorisce il processo di identificazione e facilita il riconoscimento e l’espressione delle emozioni. Ogni cosa che scriviamo racconta un pezzo di noi, più o meno esplicitamente, più o meno consapevolmente; sicuramente in modo protetto: la verità della voce narrante non è la verità oggettiva, ma la propria. È libera. È apertamente interpretazione.
Abbiamo voluto utilizzare la storia nelle sue valenze educative in riferimento all’attività del raccontare, ascoltare, inventare. Si parla di ampliare il linguaggio dei sentimenti, stimolare il pensiero creativo, apprendere un linguaggio corretto e variegato aumentando la propria capacità di comunicare.
Non meno importante, riteniamo corretto il pensiero di Michele Cometa, teorico della letteratura, il quale sostiene che la narrativa è utile per imparare a relazionarsi con gli altri, storicamente infatti ha permesso all’uomo di sviluppare capacità empatiche.
Lo stesso Cometa teorizza che la letteratura sia strettamente legata alla natura, e il raccontare storie un innato bisogno, come mangiare e dormire. Narrare permette all’uomo di allontanare la noia, di conoscere quindi sopravvivere, di sedare l’ansia riempiendo vuoti, di entrare in empatia con gli altri esseri umani.
Duccio Demetrio individua così le utilità della scrittura: c’è chi scrive per esternare i sentimenti più profondi, per amare, per essere libero, per evadere, per lasciare una memoria di sé.

ISBN 9788868673000

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Piccola corrispondenza fuori sacco
Ediz. integrale

12/02/2018 — Paolo Bartalini

  € 12,00   

 

Prova, se credi, dall’album consunto a scomodare la sequenza della portineria deserta. Riconoscerai subito dal calendario sciupato alla penultima di maggio, lo spazio esatto della corsa soppressa. A me non rimase che saltare
sul piedistallo del dolore. Tu laceravi involucri di caramella
per non incappare in avvisaglie di abissi. La grotta custodì sul terreno un’onesta stella, estratta
dallo spremiagrumi, del pulviscolo da dissipare con un soffio per rivalsa. La mano, chissà come, non tremò.

Paolo Bartalini (Poggibonsi, 27 dicembre 1966) è giornalista pubblicista. Collabora con il quotidiano La Nazione e con l’emittente Radio Rosa. Ha dato alle stampe le seguenti raccolte di poesia: Le pietre e i diamanti (Lalli, 1986), Sentiero per barche (I quaderni del battello ebbro, 1996), Rifugio senza uguali (LietoColle, 2005), Rampe del buon pane (Florence art, 2013). Altri suoi testi sono apparsi nelle antologie Sportiamoci in versi (Bradipolibri, 2006 e 2008) e Siamo pesci che si cercano (Samuele editore, 2017, versione online). Piccola corrispondenza fuori sacco è la silloge risultata vincitrice della III Edizione del Premio Letterario Nazionale Andrea Torresano.

ISBN 9788868672836

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook11

Le colline Moreniche
Flora escursionistica

12/02/2018 — Emilio Guidotti, Rosanna Viapiana, Silvio Froldi Paganini

  € 28,00   

 

Un manuale di facile consultazione per conoscere le specie vegetali, apprenderne il nome, la loro origine, gli eventuali impieghi alimentari, medicinali e la velenosità; progettato per chi non dispone di nozioni botaniche.
L’areale interessato comprende tutta la fascia collinare disposta a sud del Lago di Garda, dai comuni di Padenghe del Garda (BS) e Lonato del Garda (BS), passando per l’Alto Mantovano, fino al comune di Valeggio sul Mincio (VR), allargandosi, infine, alla pianura circostante. Un paesaggio di eccezionale bellezza, fatto di boschi, laghetti e pendii aridi, questi ultimi incredibilmente ricchi di biodiversità e oggetto di tutela ambientale.

Emilio Guidotti, farmacista di San Giorgio di Mantova, appassionato di botanica sistematica.

Silvio Froldi Paganini, di Castiglione delle Stiviere (MN), cultore di fotografia e grafica.

Rosanna Viapiana, di Castiglione delle Stiviere (MN), profonda conoscitrice dei luoghi naturali dell’areale morenico e ricercatrice delle specie botaniche.

ISBN 9788868673017

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook3

Orlando Magno e la testa tagliata

29/01/2018 — Domenico Perigni

  € 12,00   

 

Credevo fosse un lunedì qualunque
nella mia vita d’investigatore
stremato alla ricerca d’ogni dunque,
vivendo come se fosse un onore,
vivendo solo, vivendo comunque,
impiastricciato dal fango delle ore,
invece dalle stelle qualche effetto
si congiunse per farlo maledetto.

Domenico Perigni, figlio di un produttore di Picolit a Portogruaro, frequenta l’ultimo anno del liceo classico a Berisal (Svizzera), nel collegio dei Gesuiti Athanasius Kircher. Di carattere schivo e introverso, prigioniero della più cupa libridine, sfoga la sua vitalità repressa in componimenti goliardici, di cui fa girare i manoscritti. Questo è pubblicato per primo grazie a una colletta amichevole.

ISBN 9788868672942

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook4

Sharon scia

29/01/2018 — Ruco Magnoli

  € 12,00   

 

L’atmosfera natalizia avvolge Merano, dove la mamma e Mariana si sottopongono alle cure termali per l’artrite, con l’assistenza di Zeudi, Tina, Totò e dei Takeshi. Intanto il resto della banda sale e scende lungo le piste innevate nei dintorni della graziosa cittadina. È proprio in fondo a una pista che appare il cadavere di un uomo trafitto da un dardo. Così Sharon sbatte il grugno (si fa per dire) contro la quinta indagine, che lo coinvolge come al solito in diversi misteri. Gli assassini sono forse fisici potenziali sulle orme del raggio della morte di Majorana oppure della fusione fredda? Appartengono a una setta di urningi? Sono accoliti del satanismo torinese? O peggio?... Il peggio non è mai morto e Sharon rischia la vita, ma con l’aiuto di tutta la banda salverà se stesso, una biondona affettuosa, e altre potenziali vittime anonime, da una morte atroce, e potrà perfino rivivere, nella punizione dei criminali, una scena chiave dei Tre Moschettieri.

Ruco Magnoli è un’invenzione di Ruggero Campagnoli e Marco Maiocchi, già professori ordinari di Letteratura Francese e di Disegno Industriale, all’Università di Bologna e al Politecnico di Milano. In questo automa si sono uniti. Trascinati dalla loro abitudine alla collaborazione creativa, in un momento di gioia estiva con Ruco Magnoli hanno inventato e iniziato a praticare il gioco dello scriptomontaggio chiamato Sharon. Lo scriptomontaggio Sharon è una giunzione di brani in ventidue mosse non concordate, ma emendabili nella mossa successiva, ognuna delle quali deve superare il decimo migliaio di battute seguente. Col tempo le regole di quantità, apertura e chiusura si sono assestate, e ora il bianco apre e il nero chiude. Con l’aggiunta del riuso di materiale reperibile sul web, si perfeziona qui una parodia postmoderna e antimoderna della narrazione romanzesca, innestata sullo stereotipo poliziesco alla ricerca dell’irrealismo totale. Infatti I personaggi sono falsi o falsificati, gli avvenimenti strampalati, i giudizi fumosi, le opinioni fanfaluche, non c’è sostanzioso midollo.

ISBN 9788868671853

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Tra le pagine di un libro
Ediz. integrale

15/01/2018 — Sonia Gimor

  € 15,00   

 

“Sonia Gimor è stata una bella scoperta, una penna capace di regalare emozioni e sensazioni uniche.”

Blog Esmeralda viaggi e libri


“Sono sempre disarmata quando leggo i romanzi della Gimor, perché li trovo simili a una sorgente d’acqua fresca, un’oasi rigenerante che riscalda il cuore e acquieta l’anima.”

Book’s Angels


«Sai cosa dovresti fare?» «Cosa?» «Quello per cui sei nata: scrivici un libro.» Lo guardo sorpresa. «Vuoi dire un libro su tutto questo?» Non ci avevo pensato fino a questo momento, eppure l’idea prende velocemente piede nella mia mente. «Certo. Su tutte le cose che hai visto succedere in questi anni nel mondo del rosa.» «Ma io scrivo romanzi d’amore…» Ammicca sornione. «Per quello ci sono io, no?» Rido, ma il mio cervello ormai è in movimento e sta già delineando la bozza di ciò che potrei inserire in una storia del genere. «Quindi vorresti che includessi la nostra storia in questo romanzo?» Mi sfiora il naso con le labbra. «Basta che tu mi descriva bello e irresistibile» ci tiene a precisare. «Un libro sul mondo rosa. Una storia d’amore tra un editore e una delle sue autrici. Un libro di denuncia verso ciò in cui in tutti questi anni mi sono imbattuta. Mi piace!» sancisco decisa. «Bene. Ora manca solo il titolo… posso suggerire?» Lo guardo curiosa. «Cosa propone il mio editore?» «Cosa ne dici di “Tra le pagine di un libro?»

Sonia Gimor nasce a Pordenone il 7 aprile 1988, ma si trasferisce a Treviso nel 2009, città dove tuttora vive con suo marito e i suoi due figli. Ha conseguito la maturità al liceo socio-psico-pedagogico con quasi il massimo dei voti e scrive romanzi dal 2012. La lettura, specialmente di romanzi rosa contemporanei e storici, la appassiona fino dall’adolescenza. Ha ventitré anni quando abbozza la sua prima storia che, nell’anno successivo, diventa un romance contemporaneo cui darà titolo La vita che ho sognato e che verrà notato a distanza di pochi mesi da una casa editrice americana. La scrittura diviene così per Sonia una passione, una necessità, un mondo parallelo nel quale riesce a esprimere una parte importante di sé. Dal suo esordio ha scritto diversi romanzi, e nel 2016 inaugura la sua collaborazione con Gilgamesh Edizioni, con la quale pubblica La mia gara con te, La mia vita con te e Tra le pagine di un libro. Nell’estate del 2017 diviene direttrice della collana rosa INANNA di Gilgamesh Edizioni, occupandosi della selezione e dell’editing dei romanzi pubblicati al suo interno.

ISBN 9788868672867

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook8

Donne in silenzio
Ediz. integrale

27/12/2017 — Pierangela Rubes

  € 14,00   

 

Donne in silenzio racconta storie di violenza, non necessariamente fisica, ma spesso anche e soprattutto psichica – la più subdola e lesiva – perpetrata ai danni di donne fragili o rese tali da un lungo e asfissiante esercizio di soverchiamento maschile.
Una “cattività” che distrugge dal di dentro, minando le sicurezze che una donna è naturalmente portata a costruire in un lungo e fatico cammino di vita. L’uomo sbagliato, l’orco che anziché esaltare e incoraggiare amorevolmente la compagna, facendola sentire fulcro e propulsore del nucleo famigliare, ne distrugge qualsiasi propensione, ogni senso di centralità, precipitandola in un limbo in cui da moglie-schiava diventa, progressivamente, solo schiava, perseguitata, abusata, picchiata e finanche uccisa.
Ma quando una donna che abbia sopportato per anni angherie di ogni tipo da parte del compagno riesce a liberarsi, ecco che la sua forza interiore, acquistando consapevolezza, raggiunge momenti di inaspettata rinascita e di coraggio finalmente ritrovato.

Pierangela Rubes nasce e vive ad Asola. Ultimate le scuole superiori ha realizzato l’ambito sogno di diventare madre. Si iscrive poi alla Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Parma. Ha dedicato la sua carriera lavorativa alla salvaguardia dell’ambiente e alla tutela della salute pubblica, in stretta collaborazione con la magistratura, coordinando i distretti sanitari di Asola e Guidizzolo. Ha incontrato molte difficoltà e ostilità nel far prevalere il rispetto delle norme sull’indifferenza di chi detiene poteri politici ed economici. Ha sempre tutelato e combattuto per i diritti delle donne lavoratrici, divulgando con veemenza la solidarietà femminile necessaria a impedire dolori e angosce finalizzate alla devastazione delle famiglie.

ISBN 9788868672843

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook5

Amandine
Storia di un incontro. Ediz. bilingue

11/12/2017 — Giulia Deon

  € 12,00   

 

Fin da bambina, ho sempre amato le storie che raccontavano di un incontro e quel tema, in particolare, mi affascinava per
le conseguenze che aveva nel costruire delle relazioni casuali o durature. Se ascoltavo con piacere la narrazione degli
incontri avvenuti nella mia famiglia, quelli accaduti ad amici, a vicini e persino a persone sconosciute destavano comunque
in me sempre curiosità e sorpresa.

Giulia Deon è nata a Morbegno (SO) nel 1961 da padre bellunese e madre valtellinese. Dopo aver trascorso l’infanzia e l’adolescenza in Francia, dove ha conseguito il diploma di maturità, si è di nuovo trasferita in Italia, laureandosi in Lingue e Letterature Straniere Moderne presso l’Università Statale di Milano. Attualmente vive con la sua famiglia a Lonato del Garda (BS).
Con Gilgamesh Edizioni pubblica le raccolte poetiche Frammenti sparsi (2013), Piccolo Bestiaire (2013), Omaggio naturale (2014), Poesie a regola d’arte (2014), Variazione sui temi (2015) e la
raccolta intitolata Novelle in decrescendo.

ISBN 9788868672805

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook5

Contrariolandia
Ediz. illustrata

04/12/2017 — Antonella Astori, Lorenzo Mapelli, Sara Pellucchi

  € 13,00   

 

I giocattoli rappresentano una componente fondamentale nella crescita di ognuno di noi. Fin dall’infanzia fanno parte della nostra vita, lasciando impressioni ed emozioni che ci accompagneranno per sempre. Bambole, pupazzetti, peluches, macchinine, costruzioni!
Ma se non riusciamo a far prevalere la nostra fantasia, essi saranno sempre fermi, statici e magari finiranno rinchiusi in scatoloni per poi venire dimenticati.
Gli oggetti si muovono proprio grazie a noi, alla storia che creiamo attorno a loro.
Immaginando racconti e disegni, diamo vita a tutti i giochi che abbiamo e che, forse già dotati di una possibile esistenza, non aspettano altro che il nostro tocco magico, capace di “animarli” e di farli divertire con le nostre idee.
Contrariolandia ha pertanto lo scopo di stimolare la creatività dei bambini, affinché possano creare scenografie e nuovi personaggi con gli oggetti a loro disposizione, inventando sempre nuove avventure e dando vita a tutto ciò che li circonda!

Illustratrice, pittrice, grafica e fotografa, Antonella Astori alias Aeglos, nasce in provincia di Como nel 1979. Frequenta per cinque anni la scuola d’arte di Cantù, conseguendo il diploma di Maestro d’Arte e cominciando le sue prime esperienze lavorando presso studi grafici. La sua più grande passione è sicuramente la pittura e il disegno. Nelle sue tele le tecniche sono svariate: dall’acrilico all’ecoline, dall’acquerello ai gessetti, creando anche effetti materici per paesaggi prevalentemente fiabeschi. Tra le sue mostre ricordiamo Anni Verdi Anni d’Arte a Muggiò, un vernissage presso Level di Desio, È Vento di Streghe (mostra pittorica a Rivara in collaborazione con La città dei Segni), mostra fotografica al castello di Malcesine, mostra fotografica Naturandosi presso la Galleria Pedrocchi di Fanano, concorso Varvello presso Expo in collaborazione con La Via degli Artisti e partecipazione al Premio Nazionale d’Arte a Novara.
Vince come miglior illustratrice il bando Oltre il Cappuccio di Roberta Terracchio. L’altra sua passione è la fotografia, che impiega non solo per cogliere spunti per le sue tele, ma anche per creare artworks e moniker per cd musicali, realizzati con macchina fotografica digitale e rielaborate poi con Photoshop, per creare fantasiose e accattivanti copertine. In questo ambito ricordiamo alcuni dei gruppi che hanno collaborato con lei: Charming Grace, IFOR, Room Experience, Viana e Raintimes e su commissione realizza anche tele ricreando le copertine dei cd.
Collabora come redattrice nel sito www.artovercovers.com gestito da Sara Pellucchi. Sempre con Gilgamesh Edizioni, nell’aprile 2017, esce Orsetto Dove Sei?, il primo libro per bambini, scritto e illustrato interamente da lei.
Chi volesse saperne di più può visitare le sue pagine: Aeglos Art Painter / Aeglos Art Photo.


Sara Pellucchi, alias Shifter, nasce a Seregno (MB) nel 1983.
Nell’anno 2002 ultima gli studi scolastici conseguendo un diploma in P.A.C.L.E. Erika, e nel 2003 conosce la scuola d’arte di Cabiate (CO), che inizia a frequentare, seguendo la specializzazione del corso di arte contemporanea.
Durante l’apprendimento in questa scuola nasce il desiderio di esprimere qualcosa di proprio e di più profondo; attraverso la pittura espressionista astratta e la fotografia. Il disegno e la pittura sono sempre state le sue principali passioni, iniziate dapprima con il disegno fumettistico e surreale. Nei suoi quadri Sara esprime i lati più introspettivi del proprio inconscio, nei quali rapporta la propria persona e i propri sentimenti in contrapposizione al mondo circostante. Forme monocromatiche e illustrazioni essenziali si muovono sinuosamente nello spazio del quadro, dando vita a sensazioni, percezioni e storie. La sua pittura passa dall’astrattismo delle spirali a soggetti più figurativi, come il personaggio Montserrat con il cappello blu, le sagome nere di Salti nell’Ombra e le figure grigie accostate ai vortici colorati nelle Nebulose in Sinestesie Distorte. Nella fotografia predilige il bianco e nero, i soggetti naturalistici o particolari nascosti e colorati.
Nel 2014 crea il sito internet www.artovercovers.com, che tratta di recensioni artistiche e curiosità sulle copertine dei dischi musicali, locandine cinematografiche e copertine di libri. Gestisce anche un proprio sito internet, dedicato alla sua arte: www.shifter.it.
Sempre con Gilgamesh Edizioni, nell’anno 2016 pubblica Foschie, il suo primo romanzo, preceduto dal libro illustrato Janus (edizioni Cerebro), composto dalle sue opere, a cui si sono ispirati i due scrittori Leonardo Marzorati e Alessandro M. Colombo per i loro racconti.


I disegni sono di Lorenzo Mapelli, classe 1982: falegname di professione, motociclista e fumettista per passione.

ISBN 9788868672812

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook6

La dolce amazzone giapponese e il giardiniere della piccola bellezza
Ediz. integrale

04/12/2017 — Laura Coghi

  € 12,00   

 

Rido libera
tra le tue braccia Tra le tue braccia
liberamente rido Libero in volo
mi guardi
ogni volta sorpreso
di quanto sia felice Con te
di me In me
di te

Laura Coghi lavora come Assistente Sociale in ambito sanitario e utilizza la poesia come strumento professionale nella comunicazione interpersonale e nelle attività di gruppo.
Da evidenziare tra le esperienze formative un percorso di analisi Junghiana, l’apporto sociale e politico del Teatro dell’Oppresso, le Costellazioni Familiari e Rituali di Marco Massignan.
La pratica poetica l’accompagna da alcuni anni in una ricerca esistenziale che unisce impegno civile e autenticità, potenziamento dell’empatia e manifestazione dei propri talenti.
Appassionata di pratica amanuense, scrive spesso i suoi versi a mano, donandoli a chi incontra.
Nel novembre 2013 pubblica la raccolta di poesie L’Amore come metodo, nella quale la poesia viene intesa come “linguaggio del Cuore” e dove la spiritualità è una componente importante. Successivamente edita Alberi d’uomo, la seconda raccolta poetica con prefazione di Alessia Colognesi della Cooperativa “Il Giardino dei viandanti”; una silloge che esplora la relazione con l’elemento Maschile contenuto in noi e le relazioni improntate a una reciproca valorizzazione.
La dolce amazzone giapponese e il giardiniere della piccola bellezza è la sua terza raccolta poetica.

ISBN 9788868672775

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook3

Lo sguardo altrove
Ediz. integrale

04/12/2017 — Emanuela Dalla Libera

  € 10,00   

 

Lo sguardo altrove ha il nuovo giorno
che viene, dita ha che su tasti di vetro
le note suonano emerse dai sogni.
Lo sguardo altrove volge
chi il giorno ha aspettato sull’uscio
del tempo trascorso
e in vergine terra coltiva il domani,
il fiorire aspettando tra verdi germogli
di parole mai viste,
gesti inseguendo da dolci richiami ammaliati.

Emanuela Dalla Libera nasce a Vicenza. Docente di scuola superiore, ha lasciato le nebbie della pianura per il sole della Maremma toscana, dove vive buona parte dell’anno, circondata dai boschi, dagli animali e dal mare. Ha ottenuto premi e riconoscimenti in numerosi concorsi di poesia nazionali. Ha pubblicato racconti e poesie in varie antologie tra cui l’Enciclopedia della poesia contemporanea della Fondazione Mario Luzi.

ISBN 9788868672829

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook6

Se mi ami non vale

27/11/2017 — Jessica Guarnaccia

  € 12,00   

 

In un freddo lunedì mattina un uomo e una donna si scontrano, litigano per il taxi e finiscono per condividere la corsa. Quante storie d’amore sono iniziate così? Beh, non è questo il caso.
Lui è Nicholas Vincent Marshall, ovvero il vicepresidente di una delle più grandi società immobiliari di Londra: affascinante, scapolo, cinico e incredibilmente ricco, non immagina minimamente che un irresistibile tsunami biondo stia per sconvolgere la sua vita. Lei è Sophie Clarke, un’anonima commessa in un atelier di abiti da sposa: bella, imprevedibile e determinata a realizzare il suo sogno, a qualunque costo. Sophie potrebbe essere la donna perfetta per Nick, se non fosse per un piccolo, insignificante dettaglio: sta per sposare un altro Marshall…

Jessica Guarnaccia vive in un piccolo paese nella provincia di Pistoia e lavora presso la Pubblica Assistenza della sua città. Ama viaggiare, non importa se con un treno, un aereo o semplicemente con la fantasia. Capita spesso che inizi mille cose senza terminarne nessuna, a meno che non si tratti di un libro: non credeva di essere capace di scriverne uno finché non lo ha fatto, quasi per gioco. Poi non ha più smesso. La sua collaborazione con Gilgamesh Edizioni inizia con il romanzo Se mi ami non vale.

ISBN 9788868672270

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook3

Criminose illusioni
Delitti e destini. Ediz. integrale

13/11/2017 — Emiliano Caiani

  € 12,00   

 

Un commercialista spietato e impenitente, un magistrato dalle grandi capacità investigative.
Una ragazza scompare e le sue ultime tracce conducono al vagone di un treno; la Clinica del dolce riposo e il suo fatiscente edificio custodi di un segreto ricco di passato e di dolore. Le città di Milano, Cremona e Lecco fanno da sfondo alle due criminose illusioni da risolvere; le complesse indagini, sinuosamente inserite in un ritmo frenetico di avvenimenti, esauriscono la loro forza trascinante nello stesso punto d’impatto.
E poi: i due fratelli gemelli, la rapina in centro e gli eterei occhi blu...

Emiliano Caiani, classe 1976, vive a Brugherio (MB). Si è laureato in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Milano e svolge da tredici anni la professione di avvocato presso il Foro di Monza. La passione per la procedura penale e l’interesse per la narrativa legal thriller lo hanno portato alla scrittura e alla pubblicazione, nell’anno 2016, della prima opera letteraria Self Service 24H, di cui è l’ideatore e coautore. Appassionato d’arte e di moto d’epoca, ama la buona cucina e i dischi in vinile. Ora con Gilgamesh Edizioni, a distanza di un anno, firma il suo nuovo avvincente thriller.

ISBN 9788868672737

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook4

Sonetti da tavola IX
Per Tessa

06/11/2017 — Ruggero Campagnoli

  € 12,00   

 

Gigantessa, sebbene di sellaio,
Il Ture, fossi moglie, mia Signora
Nella casa di Folco di buonora
T’avrei visto a Firenze nel più gaio
Girotondo di bimbi senza il saio
Di panno bigio romagnolo ancora.
Dopo il pasto nel fresco alla controra
Avrei sognato mentre dall’erbaio
Spiravano i profumi e Beatrice
Dormiva come un angelo felice.
L’avrei amata certo ma a Alighieri
Non l’ho contesa per lasciare il passo
Alla divina poesia e il tuo crasso
Sognavo per lo più più volentieri.

Ruggero Campagnoli, già Professore Ordinario di Letteratura Francese presso l’Università di Bologna, nella Facoltà di Lettere e Filosofia, Chevalier Des Arts et Lettres, autore di un migliaio di sonetti, di una tragicommedia in versi rimati su Don Giovanni, di una breve storia dell’Alsazia in trecento alessandrini, ugualmente rimati per la cerimonia della laurea honoris causa, nonché di qualche operazione di letteratura sperimentale.
Coautore dello scriptomontaggio Sharon.

ISBN 9788868672768

Sonetti da tavola VIII
Per Sara. Ediz. integrale

06/11/2017 — Ruggero Campagnoli

  € 12,00   

 

Ebbi una zia che si chiamava Sara,
Paffuta, bionda, rosa e zuccherosa,
Le successe, mi pare, qualche cosa,
O Ione era la bionda e la più cara.
Suonano insieme d’Eros la fanfara
Nel recinto di vita malmostosa
D’un pinocchietto in malaticcia posa
E gli addolciscono la bocca amara.
Forse se sono vivo glielo devo,
Talvolta il suicidio decidevo,
Ma distraevano i loro bisticci
Così eccitanti nella primavera
Poco coperta da stoffa leggera:
Miravo e non facevo più capricci.

Ruggero Campagnoli, già Professore Ordinario di Letteratura Francese presso l’Università di Bologna, nella Facoltà di Lettere e Filosofia, Chevalier Des Arts et Lettres, autore di un migliaio di sonetti, di una tragicommedia in versi rimati su Don Giovanni, di una breve storia dell’Alsazia in trecento alessandrini, ugualmente rimati per la cerimonia della laurea honoris causa, nonché di qualche operazione di letteratura sperimentale.
Coautore dello scriptomontaggio Sharon.

ISBN 9788868672751

L'utile (à la recherche de)
Ediz. integrale

01/11/2017 — Mauro Acquaroni

  € 10,00   

 

Ahmed Demha, un giovane avvocato parigino (madre francese, padre algerino) destinato a grandi successi professionali, subisce l’ondata emotiva scatenata dalla “notte del Bataclan”.
Per risollevarsi dallo stato di prostrazione in cui è spinto dagli eventi e dalla sua delicata condizione psicologica, concentra i propri sforzi nella ricerca di cosa sia veramente utile, per lui e per l’uomo in generale, e in questo percorso si perde, ma…

Mauro Acquaroni nasce in Sabbioneta (MN) nel secolo scorso.
Occupa con padronanza il XXI secolo e non vi è motivo di ritenere che non possa essere protagonista anche nel prossimo.
Scrive romanzi.

ISBN 9788868672713

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook1

Di veleno e di sogno

23/10/2017 — Floriano Rubiano Fila

  € 15,00   

 

ISBN 9788868672690

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook1

Una squadra lunga dieci anni

09/10/2017 — Alberto Sogliani

  € 14,00   

 

ISBN 9788868672560

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Nevica poco e male

09/10/2017 — Antonella Presutti

  € 14,00   

 

ISBN 9788868672577

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook6

La vedova grigia

09/10/2017 — Neronte

  € 14,00   

 

ISBN 9788868672621

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Visano e la maledizione del rogo

11/09/2017 — Milena Ziletti

  € 15,00   

 

ISBN 9788868672546

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Sonetti da tavola I
Per Liana

11/09/2017 — Ruggero Campagnoli

  € 12,00   

 

ISBN 9788868672553

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook8

Passione di un arrogante innocente

10/07/2017 — Maurizio Maffezzoli

  € 11,00   

 

La maschera si prese una pausa dalle menzogne, si asciugò il sudore delle serate passate davanti a platee divertite e commosse. Una pausa. Una promessa. “Smetto di fingere.” disse. Oltre la falsità indolente voleva amare. Vi prego, insegnatele ad amare.

Maurizio “Mauri” Maffezzoli è nato a Mantova l’8 luglio del 1993. Sin da bambino si appassiona al cinema e al disegno. Frequenta l’istituto d’arte di Mantova, dove scopre il piacere della lettura. A sedici anni inizia a scrivere poesie, ispirato dai versi dei poeti maledetti francesi. Qualche anno dopo scoprirà il suo autore preferito e maestro spirituale, Pier Paolo Pasolini.

ISBN 9788868672508

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook3

La città delle mosche
Ediz. integrale

26/06/2017 — Benny Nonasky

  € 12,00   

 

É una città di merda. <<Me cumpà, i cosi càngianu si cangia a a genti. Ma a genti simunui. E a nui sulu a morti ndi cangia.>> Lo ripeto: è una città di merda.

Benny Nonasky (Siderno, 1987), poeta e scrittore, è calabrese, ma da alcuni anni risiede a Torino. È stato cofondatore della rivista online “Trasumanar” e gestisce il blog dedicato alla poesia, con video-letture e recensioni venerdidipoesia.blogspot.com. È presente in diverse antologie in Italia (Fili di Parole, G. Perrone Editore; Chorus, Ibiskos Edizioni) e all’estero (finalista al 50esimo Festival d’Atene). Attore e scrittore di teatro (AIRBALAC, Sindrome di Crono, ecc.). Ha svolto performance di letture poetiche in diverse manifestazioni in Italia (Festival Internazionale di Poesia a Genova; Poesia a Strappo, a Crema, Bolzano e Verona; Paratissima, a Torino). È finalista e vincitore di diversi premi (come il primo premio nel “Premio Internazionale di Poesia, Poseidonia-Paestum”). Esordisce nel 2009 con la silloge poetica “Nelle trasparenze caotiche di nuvola perpetua” (Ed.Montag) cui segue, nel 2010, il quaderno poetico “Vestito a nozze, carne e trenta lamette” (GDS Edizioni) e, successivamente, “Imàgenes Trasmundo” (albeggi Editore, 2012). Nel 2013 è tradotto da jack Hirschman negli USA dove pubblica l’antologia poetica “The tears of things”. Ha inoltre pubblicato gli ebook gratuiti “Caco petali di rosa” nel 2016 e “Un pezzo di me per dire noi” nel 2017. Il suo sito internet è www.bennynonasky.it che, oltre ha contenere un blog aggiornato, offre l’opportunità di scaricare gli ebook di tutti i suoi libri sopra citati.

ISBN 9788868672478

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook3

Le sillabe del vento
Ediz. integrale

12/06/2017 — Xanath Caraza

  € 15,00   

 

Mani, lavoratrici perfette Per il pane impastato E sopaipillas di zucca Nel suo territorio sacro La cucina del cuore Dà forma precisa ai fagottini ripieni Pannocchie gialle del suo cortile Profumo di humitas fresche La poesia perfetta

Xánath Caraza (Messico) è viaggiatrice, educatrice, poetessa e narratrice. La sua raccolta di poesie Silabas de viento (2014) ha vinto l’International Book Award for Poetry 2015 e ha ricevuto la menzione d’onore all’International Latino Book Award 2015. Altri suoi libri di poesia sono Noche de colibrìes: Ekphrastic Poems (2014), Conjuro (2012) y Corazon Pintado: Ekphrastic Poems (2012). Ha inoltre pubblicato il libro di racconti Lo que trae la marea / What the tide brings (2013). Scrive per la rubrica US Latino Poets en espanol. Scrive anche per il sito-web La Bloga e per il periodico Revista Zona de Ocio. Insegna presso il dipartimento di lingue e letterature straniere dell’Università del Missouri-Kansas City (UMCK) ed è membro del consiglio Con Tinta, associazione letteraria chicana/latina negli Stati Uniti d’America.

ISBN 9788868672485

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook5

Dagli occhi di Alice

01/06/2017 — Alessia Moneta

  € 15,00   

 

Rispondere al dolore con la vita: è questa la sfida per tutte le anime in cerca di pace Alice ha diciassette anni, capelli rossi come il fuoco e un enorme, pesantissimo carico di fragilità emotiva con cui fare i conti ogni maledetto giorno. Il suo passato nasconde a fatica un grande vuoto, lasciato dalla fuga del padre quando lei era solo una bambina. Perché andarsene così, di punto in bianco, senza dare spiegazioni? I pensieri e le domande non le danno tregua, si ostinano a toccare ferite ancora aperte, e presto Alice si ritrova a cercare rifugio nella droga e nell’apatia delle serate passate al centro sociale. Per fortuna c’è Fede, che ha occhi e cuore solo per lei, ed è l’unico davvero capace di regalarle momenti di pace assoluta. Ma la vita sembra voler mettere Alice di nuovo alla prova, e questa volta non ci sarà più nessuno a portarla in salvo. Basteranno le sue sole forze a farla rinascere? Sopravvivere al caos non si prospetta così facile.

Alessia Moneta è nata a Mantova il 2 luglio 1996. Attualmente frequenta la Facoltà di Filosofia all’Università di Trento. Dagli occhi di Alice è il suo romanzo d’esordio.

ISBN 9788868672393

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook3

La divina Artemisia
Ediz. integrale

01/06/2017 — Carla Menaldo

  € 7,00   

 

ISBN 9788868672492

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook6

Ovunque sei

15/05/2017 — Genny Sabbadini

  € 15,00   

 

Un falò, una sera d’estate, come tante, un bicchiere di sangria posato a terra, uno sguardo e un sorriso incerto sul viso della donna che ancora non sapeva gli avrebbe cambiato la vita. Un temporale, una scala, un soffio di irresponsabilità; un bacio, una porta chiusa a chiave, un letto che mai più avrebbe affittato. Una giornata di vento, un mare al largo, una catenina a cuore, un uomo, in una foto; e poi una corsa a perdifiato sulla sabbia, all’inseguimento di colei che, invece, in meno di un attimo di distrazione avrebbe rivoltato, di nuovo, ogni cosa, tagliando il suo filo di Arianna con la speranza e gettandolo in mare.

Genny Sabbadini nasce nel 1987 a Mantova, dove vive tutt’oggi. Nel mondo dell’arte ci entra attraverso le porte della fotografia, per scegliere in seguito di dedicarsi interamente alla scrittura, sua principale passione già dalla giovane età. Ovunque sei, nato per essere un breve racconto e giorno dopo giorno divenuto un romanzo, è la sua opera d’esordio, che non mancherà di lasciarci con il fiato sospeso.

ISBN 9788868672324

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook9

Con un capello biondo si può vincere il premio Nobel

08/05/2017 — Erminio Giavini

  € 14,00   

 

Nel 1935 il Premio Nobel per la Fisiologia e Medicina fu assegnato a Hans Spemann per le ricerche che permisero la scoperta dell’organizzatore embrionale. Gran parte degli esperimenti che portarono a quello straordinario risultato furono svolti nel laboratorio dell’Istituto di Zoologia dell’Università di Friburgo, di cui Spemann era il direttore, nel periodo tra il 1920 e il 1924. Durante questo lasso di tempo erano presenti nel laboratorio Otto Mangold e Fritz Baltzer, assistenti di Spemann, e tre dottorandi: Hans Holtfreter, Victor Hamburger e Hilde Proescholdt (che sposerà Otto Mangold). In questo romanzo vengono descritti gli esperimenti che con logica stringente e razionalità scientifica furono condotti in quel laboratorio e i rapporti umani tra i diversi ricercatori che, con modalità diverse, contribuirono al successo che la scuola di Spemann ebbe nella prima metà del secolo scorso. Tutti (ad eccezione di Hilde, vittima di un tragico incidente) diventarono scienziati di fama nell’ambito dell’embriologia sperimentale del secolo scorso. Il capello biondo fa riferimento alla povertà degli strumenti utilizzati per la realizzazione di quei fondamentali esperimenti a causa delle ristrettezze economiche della Germania di quel periodo. In particolare con i capelli biondi di Margrethe, figlia di Spemann, si costruirono le anse utilizzate per la manipolazione degli embrioni. Gli avvenimenti narrati sono frutto di documentazioni storiche e testimonianze lasciate dagli stessi protagonisti.

Erminio Giavini (1946) è stato professore ordinario di Anatomia Comparata e Biologia dello Sviluppo presso l’Università degli Studi di Milano e Direttore del Dipartimento di Biologia della stessa Università. Ha pubblicato più di cento articoli scientifici su riviste specializzate ed è autore dei libri Embriologia Comparata dei Vertebrati (EdiSes, 1989), Figli di Satana. Mostri umani tra realtà e leggenda (Costa & Nolan, 2004), Manuale di Anatomia Comparata (EdiSes, 2010 – coautore E. Menegola), Come si sviluppa un pulcino? Storia dell’embriologia dai filosofi greci ai giorni nostri (Altravista Ed., 2016). Con un capello biondo si può vincere il premio Nobel è il suo primo romanzo.

ISBN 9788868672287

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook5

In ognuno di noi

08/05/2017 — Chiara Donà

  € 14,00   

 

Stati Uniti, fine anni ’40. Adeline ha vissuto i suoi primi anni in una famiglia amorevole ma un po’ soffocante che, in qualche modo, le aveva concesso poco spazio per curare le sue amicizie. Ha solo otto anni quando scopre che i genitori stanno divorziando. Il giorno in cui il padre cambia lavoro, la madre si sente oberata dagli impegni che la nuova carica del marito le impone e comincia a bere, disinteressandosi così della piccola figlia. Nasce in quel preciso periodo il profondo sentimento di odio di Adeline nei confronti della madre, alla quale imputa il disfacimento della famiglia. Ora Adeline ha settantasei anni, vive a New York e ha una bella famiglia, con figli e nipoti che la amano. Per questo motivo decide di scrivere la storia della sua vita; lo fa per trasmettere degli insegnamenti ai propri cari e alle persone che vorranno conoscere la sua esperienza. Attraverso un lungo flashback Adeline racconta quindi i sentimenti che hanno caratterizzato le diverse fasi della sua esistenza per far vedere come le situazioni in cui si è trovata a vivere abbiano influenzano le sue scelte e la sua percezione della realtà. Un romanzo introspettivo che spingere il lettore a trovare il tempo di riflettere e analizzare cosa c’è in ognuno di noi.

Chiara Donà nasce a Desenzano del Garda (BS) nel 1984. Dopo aver conseguito la Laurea Magistrale in Letteratura, Filologia e civiltà del Mondo Antico presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano ha insegnato materie letterarie presso un Istituto Secondario di Brescia. La sua passione per la lingua e la cultura italiana la porta poi a fare esperienze di lavoro presso scuole di New York e di Londra, con le quali continua a collaborare. Seguendo il suo interesse per la scrittura, nell’ultimo anno intraprende la stesura del suo primo romanzo, In ognuno di noi, che ha lo scopo di far riflettere i lettori sulla vita e sui sentimenti che ogni giorno ci troviamo a vivere. Quando è in Italia, Chiara adora trascorrere il suo tempo con la famiglia e gli amici, pur sentendosi cittadina del mondo e amando l’elettricità che si respira nelle grandi metropoli.

ISBN 9788868672300

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook7

Fratelli, vi prego, chiamatelo Padre Nostro

17/04/2017 — Massimo Bozzeda

  € 15,00   

 

Fratelli, vi prego, chiamatelo Padre Nostro è il primo libro di una trilogia che si propone di riflettere e di far riflettere su “problematiche” teologiche di grande impegno, solitamente appannaggio degli specialisti. L’autore, che si autodefinisce “un cristiano qualunque”, con grande umiltà e innocenza affronta argomenti teologici di interesse ecumenico, procedendo con la testa e col cuore. Una scrittura densa, la sua, frantumata, in cui i concetti espressi ritornano attraverso nuove esemplificazioni e argomentazioni, per realizzare quello che appare lo scopo principale che egli si prefigge: chiarire a se stesso e al lettore le idee e i convincimenti acquisiti attraverso un lungo percorso di esperienza e di riflessione religiosa. Una scrittura che per queste caratteristiche coinvolge, ma soprattutto spinge al confronto personale e diretto, una scrittura che non lascia fuori nessuno. I sentimenti qui si alternano e possono scontrarsi con i ragionamenti, ma su una base di rispetto e di amore. È il cuore che si interroga e interroga, che scava e dilaga, che sprofonda e riemerge, che sembra perdere il filo per riacciuffarlo all’improvviso, senza perdere la speranza della via. Nessuna volontà dunque di imporre alcunché, solo una possibile altra prospettiva, una porta che, aprendosi cigolante, fa intravedere una luce nel grande spazio di una piazza in cui tutti sono invitati a confrontarsi e soprattutto possono farlo con i propri mezzi, con semplicità, serietà di intenti e amore per la propria fede.

Massimo Bozzeda nasce in provincia di Mantova nel 1957. Laureato in medicina-chirurgia si diletta nell’incontrare altre anime libere e percorrere i diversi sentieri del moderno vivere. Ama descriversi con la citazione Volevo solo essere un buon medico di campagna.

ISBN 9788868672348

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Orsetto, dove sei?

10/04/2017 — Antonella Astori

  € 13,00   

 

Siete pronti a vivere insieme a Mirko una fantastica storia avvolta in un’atmosfera di magia? Un bambino, un topolino, uno spaventapasseri, due cagnolini e tanti altri, sono i protagonisti di questa storiella illustrata; e allora prendiamoci per mano e cominciamo a cercare insieme a Mirko e a Cleo, il topolino parlante, l’orsacchiotto scomparso. Mirko è un bambino sognatore, che ama inventare tante storie con i suoi giocattoli, ma il suo peggior difetto è, ahimè, il disordine… e proprio questo suo piccolo difetto gli causa la perdita dell’orsacchiotto preferito. Ma niente paura, grazie ai nuovi amici incontrati durante la sua avventura, Mirko riuscirà a ritrovare il suo peluche. Orsetto, dove sei? è una favola che propone un’amicizia tra persone diverse, tutte animate dalla volontà di aiutarsi l’un l’altra, una storia che vuole educare nel migliore dei modi i bambini, rendendo partecipi anche gli adulti.

Illustratrice, pittrice, grafica e fotografa, Antonella Astori nasce in provincia di Como nel 1979. Frequenta per cinque anni la scuola d’arte di Cantù, conseguendo il diploma di Maestro d’Arte e cominciando a collaborare con alcuni studi grafici. La sua più grande passione è sicuramente la pittura e il disegno. Nelle sue tele le tecniche sono svariate: dall’acrilico, all’ecoline, dall’acquerello ai gessetti, creando anche effetti materici per paesaggi prevalentemente fiabeschi. Tra le sue mostre ricordiamo “Anni Verdi, Anni d’Arte” a Muggiò, un vernissage presso Level di Desio, “È vento di Streghe” (mostra pittorica a Rivara in collaborazione con La città dei Segni), una mostra fotografica al castello di Malcesine, una mostra fotografica intitolata “Naturandosi” presso la Galleria Pedrocchi di Fanano, il concorso “Varvello” presso Expo, in collaborazione con la Via Degli Artisti e la partecipazione al Premio Nazionale d’Arte a Novara. Vince come miglior illustratrice il bando “Oltre il cappuccio” di Roberta Terracchio. Parallelamente coltiva l’altra sua passione, la fotografia, che pratica non solo per reperire suggestioni e idee per le sue tele, ma anche per creare artwork e moniker per cd musicali, realizzati con macchina fotografica digitale e rielaborati successivamente con Photoshop, ottenendo fantasiose e accattivanti copertine. In questo ambito ricordiamo alcuni dei gruppi che hanno collaborato con lei: Charming Grace, IFOR, Room Experience, Viana e Raintimes. Realizza anche su commissione tele, ricreando le copertine dei cd. Chi volesse saperne di più può visitare le sue pagine: AEGLOS ART PAINTER AEGLOS ART PHOTO

ISBN 9788868672256

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Rosastrega

10/04/2017 — Carla Menaldo

  € 12,00   

 

Rosa è una donna tormentata dalla vecchiaia, una donna dal passato ingombrante: una vita a rincorrere uomini, paesi, odori, tra libertà e capricci. E con Tara, sua nipote, ha un legame forte, perché le due hanno moltissimo in comune. Tara è – come in Via col vento – la terra, l’inizio e la fine, la testimone, la voce. È lei che fruga nel passato lontano di Rosa per cercare quel sentimento smisurato nascosto tra i libri di un’immensa libreria, custode di un segreto che sanguina ancora. Pare quasi che la storia d’amore irrisolta della zia, così straordinariamente uguale alla sua, molti anni dopo la perseguiti, quasi fosse una nemesi. L’amore familiare e le passioni del cuore: due generazioni di donne che si guardano nello specchio deforme del ricordo che non resta nel passato ma esige vita vera e non s’arrende a morire, i sentimenti s’impastano con la carne e i sensi e diventano ossessione. Una storia di magia dove la strega Rosa ha raccolto dalle tradizioni popolari gli ingredienti per mescolare la vita con la morte.

Carla Menaldo nasce a Padova nel 1966. Giornalista e scrittrice, Capo Ufficio Stampa dell’Università di Padova, ha pubblicato la raccolta di racconti L’unica cosa davvero (Cleup, 2004), M.M. in Lei, cinque storie per Casanova (Marsilio 2008, teatro, regia di Luca De Fusco), Canna da zucchero (Marsilio, 2009) e Sangue di drago (Cleup, 2012). Con Gilgamesh Edizioni ha pubblicato Il re del tango (2014).

ISBN 9788868672225

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook24

Le variazioni degli spiriti
Notturni musicali. Ediz. integrale

13/03/2017 — Francesco De Siena

  € 12,00   

 

Trovai un vecchio disco delle Variazioni degli spiriti di Robert Schumann. Fui subito attratto da quel titolo che mi evocava un mondo invisibile, un mondo dove avvengono strani disegni, e dove le cose visibili potevano prendere certe direzioni anziché altre, un mondo dove forze oscure avrebbero potuto cambiare il corso della mia vita. Tolsi il disco dalla custodia e cercai di ascoltarlo; intanto cominciai a leggere le note che trovai scritte sul retro. E mentre il disco suonava il tema degli spiriti, eseguito dal mitico pianista Alberto Mozzati, cominciai a leggere della triste vicenda legata alla nascita di quel brano, di come la sua composizione coincise con l’inizio della follia dell’autore. In un susseguirsi di apparizioni tra sogno e veglia, il protagonista di questa fantasmagoria narrativa, quasi come volesse comporre brani letterari, ripercorrerà tutta la storia della musica da Gesualdo a Luigi Nono, ricevendo rivelazioni e confidenze sotto forma di visioni creative. Le partiture, come complicato e misterioso sistema di simboli ancestrali, e le melodie, con la loro potenza magica, daranno ritmo e corpo a storie eternamente legate al tempo di esecuzione di una sinfonia; perché qui, in queste Variazioni degli spiriti, la vita e le vicende umane rimangono per sempre espressione di un tempo musicale.

Francesco De Siena si è diplomato in pianoforte, analisi musicale e composizione al conservatorio G. Verdi di Milano. Successivamente si è laureato in didattica strumentale con il massimo dei voti e la lode presso il conservatorio di Vibo Valentia. È stato professore d’orchestra nella stagione Musica del nostro tempo sotto la direzione del maestro Abbado, consulente nella produzione R.A.I. La perfezione di uno spirito sottile, per la musica di Salvatore Sciarrino, assistente musicale nell’opera teatrale Vanitas con la regia di Luca Ronconi. Ha vinto numerosi premi di composizione e ha pubblicato saggi di musicologia. Tra le sue opere letterarie, il romanzo-saggio sulla figura di Pitagora rappresenta l’inizio del suo percorso esoterico. Ha ricevuto nel 2011 il Premio Giacomo Treves con il saggio Il suono della luce, Simbolica Muratoria nelle composizioni per la ritualità di W.A. Mozart. Nel 2016 è stato finalista al concorso Bent Parodi con il saggio Il pianto di Iside.

ISBN 9788868672195

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook1

Il risveglio dell'Antico Signore
La stirpe del drago

03/03/2017 — Angela Biondi

  € 20,00   

 

“Nell’oscurità qualcosa si mosse, si stiracchiò, sbadigliò e continuò a dormire.” In una terra arcaica e struggente, generata da sette draghi immortali, le tensioni del passato sembrano ormai un ricordo sbiadito. Quando Khan Faiwn Urhee, uno degli antichi signori, si risveglia da un letargo durato mille anni, scopre di essere l’ultimo drago rimasto a guardia di un mondo profondamente mutato. Cos’ha spezzato la stirpe dei draghi? Cos’ha reso mortali gli antichi signori? Dilaniato dal dolore Khan opera, senza volere, il più grande dei prodigi: infonde la vita a dei resti umani, creando così un drago dal corpo di fanciulla, Neifile. Il desiderio di proteggere la nuova creatura spingerà l’antico signore a isolarsi in luoghi sicuri e appartati; tuttavia la natura umana della ragazza lo porterà a ricercare la verità all’interno del vasto mondo, venendo così in contatto con le varie razze che popolano la terra e che dalle tensioni del passato sono state irrimediabilmente segnate. Entrambi scopriranno che il passato non è affatto un ricordo sbiadito. Il Risveglio dell’Antico Signore è il primo volume della saga de “La Stirpe del Drago”.

Angela Biondi è laureata presso l’Accademia di Belle Arti di Firenze, è professoressa di Storia dell’Arte e Disegno, grafica e illustratrice. Ha lavorato come giornalista freelance per vari giornali e riviste online, occupandosi principalmente di cinema e videogiochi. Il Risveglio dell’Antico Signore è il suo primo romanzo.

ISBN 9788868672089

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook3

Ricreazione
Ediz. integrale

01/03/2017 — Simonetta Fantoni

  € 8,00   

 

Sei il mio incompleto digiuno quel cielo che tarda a scolorire la voce che mi è parso di sentire nel mezzo d’un silenzio assurdo crudele unico.

Simonetta Fantoni nasce a Brescia il 9 dicembre 1963. Attualmente risiede a Rezzato (BS). Pittrice per diletto, in età scolare comincia a scrivere brevi racconti e poesie. Nel 1985 pubblica la sua prima raccolta di poesie Il Rogo. Vincitrice di diversi concorsi letterari e collaboratrice della rivista ConTesto, nel 2000 inizia a far conoscere la sua produzione letteraria attraverso letture pubbliche. Nel 2007, in seguito all’incontro con il cantatore Angel Luis Galzerano, nasce il reading poetico/musicale Dove vanno le parole, tutt’ora eseguito anche negli ambienti scolastici, dal quale scaturisce l’omonima raccolta poetica.

ISBN 9788868672188

Nilhotel

06/02/2017 — Marco Triana

  € 12,00   

 

"Le ragioni dell’odio portano sempre dritte a una qualche forma di verità" Un viaggio in treno dalla Maremma a Firenze, l’odiata città natale dove il protagonista ritorna per assistere al funerale del cugino suicida, prende la forma di un monologo dai toni sferzanti, sarcastici e a tratti disperati, e diventa correlativo oggettivo di un’esistenza votata all’alienazione, a un rancoroso isolamento, alla rabbiosa ma lucida denuncia dei perversi ingranaggi della società e dell’assurdità della condizione umana. Il lettore viene trascinato quasi a forza in un desolante paesaggio interiore, popolato dai fantasmi di un passato che, per quanto lontano e ormai rinnegato, sembra destinato a non svanire mai e a tornare ad assillare ancora e ancora la mente di Bruno. In questa tundra stretta nella morsa della disperazione, in questa implacabile approssimazione alla follia e al nulla, l’amore fa una fugace, per quanto folgorante apparizione: ma di quell’aurora boreale non resta ormai che un pallido sole di mezzanotte.

Marco Triana è nato a Firenze nel 1979. Con uno pseudonimo ha pubblicato le raccolte di racconti La vuelta al perro e Gli esseri comunicanti. Nilhotel è il suo primo (non) romanzo.

In limine (Critica a Nilhotel di Marco Triana) La letteratura è un trucco. Quando racconta storie, così come quando non racconta storie, dicendo appunto che non vanno raccontate storie. Così scrive, anzi pensa l'autore di questo testo difficile da catalogare. Che non è certo un romanzo, in senso né tradizionale né sperimentale. E la categoria del monologo interiore, che tanta fortuna ha conosciuto nel Novecento, qui non basta; quella del meta-romanzo, nemmeno. È vero che nell'esergo e poi altrove viene citato Bernhard, forse l'anti-scrittore per eccellenza (ma si potrebbero fare i nomi anche di Beckett, di Bellow o di Chevillard); è una traccia, un indizio, ma non conduce ancora a una prova. È vero che l'io scrivente monologa, è vero che si trattiene spesso sulla questione della scrittura romanzesca. Eppure, mira a un altro obiettivo. Rivelare quale sia non è ancora il caso. Meglio osservare prima quanto sia estesa e contemporaneamente concentrica la gamma lessicale; quanto la sintassi ami contorcersi quasi per tornare indietro, proprio mentre continua a procedere, inarrestabile. Si legga il seguente passo non distante dall'inizio: Michele, mio cugino, pensai, era a tutti gli effetti un soccombente, tanto che appunto non mi ero minimamente meravigliato del fatto che avesse deciso di annientarsi con le proprie mani, e lo era sempre stato, di questo ero convinto, in un modo del tutto consapevole e in questo suo soccombere aveva proceduto con una determinazione assoluta, non priva di metodo, il che, proprio nel momento in cui il regionale, sbuffando, iniziava la sua lenta marcia di risalita verso la mia città natale, che non è mai stata mia, mi fece appunto pensare che tutta la sua vita, che non si poteva non leggere come un processo discendente, era stata segnata da una profonda consapevolezza. Michele non aveva lasciato niente al caso, aveva tracciato negli anni il proprio percorso con il preciso intento di annientarsi giorno per giorno, finché l’annientamento fisico della propria persona, a un tratto, gli si era presentato come inevitabile e non più procrastinabile. Si notino innanzitutto due occorrenze formali, qui minime ma che diverranno nel corso del testo assidue e martellanti. Una è costituita dalla replicazione in intercalare di “pensai”, che marcando gli affioramenti dell'interiorità ha la funzione di deviare il lettore su altro – al pari del prestigiatore o del mago; tali deviazioni mascherano la distrazione, necessaria per eseguire il gioco di prestigio. L'altra riguarda l'utilizzo del corsivo: singoli termini, oppure sintagmi o persino intere proposizioni vengono in questo modo caricate di un senso doppio; vale a dire che al loro primo significato – garantito e bloccato dal linguaggio tecnico, dalla prosaicità, dall'idiomatismo popolare o dal riferimento colto – se ne aggiunge un secondo meno allineato e più dinamico perché inoculato di umorismo. Se però si trascorre al piano della semantica, appare evidente un Leitmotiv che rimanda al titolo solo di primo acchito ermetico: è l'annichilimento il fine di Nilhotel. L'annichilimento dei personaggi, della storia narrata, della scrittura stessa – obnubilata, oppressa, cancellata in ogni suo conato di senso che non produca il non-senso. Ovvero, è la non-scrittura a manifestarsi in tutta la sua virulenza. Marco Triana produce frasi che riempiono pagine ma che sottraggono frasi; parole che riempiono righe ma che sottraggono parole, fino all'azzeramento. Cosa resta? Il pensiero – quello non scientifico, non religioso, non politico, non psicologico, non economico, non antropologico. Non un pensiero positivo, non negativo, bensì dia-positivo. S'intende che va guardato, percepito, compreso attraverso l'istanza della narrazione, in trasparenza o in obliquo, in tralice o semmai all'infrarosso. Mettiamola cos&

ISBN 9788868671952

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook6

La semplicità in cucina
Più di 200 ricette naturali e vegetali. Ediz. integrale

06/02/2017 — Marinella Mazzola

  € 15,00   

 

Questo libro vuole essere un supporto per le persone che vogliono intraprendere un percorso di consapevolezza alimentare, riavvicinandosi alla naturalità del Cibo e allontanandosi dagli alimenti artefatti, iper-raffinati e ormai poveri di nutrienti. Bisogna mangiare più dalla terra e meno dagli scaffali. Questo il motto che anima il percorso dell’autrice. E se è vero che spesso tra le prime obiezioni che vengono sollevate da chi tenta di intraprendere un percorso del genere emergono la difficoltà di esecuzione di certi piatti, la mancanza di tempo e il costo eccessivo – perché si presume che per mangiar sano sia necessario possedere doti culinarie avanzate, tempo e denaro illimitati – questo libro vuole dimostrare come, con il giusto tempo e una buona dose di fantasia, si possano preparare piatti gustosi, sani, nutrienti e a costi più che accessibili.

Marinella Mazzola è foodblogger, casalinga felice, ricercatrice indipendente e appassionata di igiene naturale. Ha una grande passione per la cucina e per il cibo. Ha partecipato a eventi di interesse nazionale, tenendo show cooking, workshop culinari, corsi di cucina, occupandosi anche di catering. Da tre anni pratica un’alimentazione consapevole: è cosciente di ciò che finisce nei suoi piatti. L’ingrediente principale della sua cucina è l'Amore, accompagnato da una buona dose di Passione, tanti cucchiai di Felicità, qualche forchettata di Creatività, alcuni bicchieri di Gioia e una bottiglia di Divertimento. Nel libro La semplicità in cucina – più di 200 ricette naturali e vegetali ha unito la passione per la cucina a quella per la scrittura. Per saperne di più, potete visitare il suo sito internet: www.maryincucina.it

Una sana alimentazione è alla base della salute fisica e mentale. Tutto ciò che mangiamo va a costruire il nostro corpo, la nostra mente, i nostri pensieri, quindi anche le nostre emozioni e i nostri comportamenti. C’è sempre più bisogno di un risveglio collettivo, di un forte cambiamento verso una più profonda consapevolezza, che comprenda anche il nostro modo di nutrirci. Siamo ancora troppo abituati a portare alla bocca tutto ciò che troviamo, senza chiederci da dove derivi quel prodotto che abbiamo acquistato al supermercato. La fretta dirige le nostre scelte verso un cibo che tutto è meno che nutriente e, ciò che è peggio, non osiamo neppure metterlo in discussione: come automi ci muoviamo nei centri commerciali, prendiamo d’assalto gli scaffali, mentre la nostra mente è persa in una chat, oppure occupata da pensieri “parassiti” che ci fanno rimanere addormentati, quasi fossero una perpetua ninna nanna. Marilù Mengoni biologa nutrizionista, psicologa e scrittrice

ISBN 9788868672164

La mia gara con te

01/02/2017 — Sonia Gimor

  € 15,00   

 

Luca, trent’anni, dopo aver vinto le olimpiadi invernali decide di ritirarsi dalla sua brillante carriera di pattinatore artistico. Poco dopo, incontra una giovane promessa del pattinaggio, Giulia, con la quale inizierà la sua esperienza di allenatore. La ragazza però non è un’atleta qualsiasi e Luca se ne renderà conto molto presto. I due protagonisti si troveranno coinvolti in una relazione molto intensa, un rapporto che farà venire a galla un passato inconfessabile che entrambi pensavano di aver sepolto per sempre. «… so di non esserti indifferente. Lo vedo da come mi guardi, sai?» sussurra, e il suo respiro caldo mi accarezza il viso. «Perché, come ti guardo?» riesco a chiedergli, mentre il cuore rimbalza inesorabile all’interno della cassa toracica e non c’è modo di calmarlo. Nessuno mi aveva mai detto delle cose simili, e che il primo a farlo sia stato proprio Luca, rende questo momento il più eccitante e speciale della mia vita. Lui sorride e si avvicina ulteriormente, come sempre perfettamente padrone della situazione, e il suo naso mi sfiora. Se avanzasse ancora di un centimetro, le nostre bocche si incontrerebbero: «Con desiderio. Il tuo è un interesse adulto, da donna, non certo da bambina. Dio, ma davvero non senti la tensione che c’è tra noi? Sono sicuro che la percepisci anche tu. Ora però vai a dormire prima che questa conversazione diventi pericolosa. Domani ti aspetta una lunga giornata di allenamento» “Questo è un romanzo che rilassa il lettore e lo fa sognare” Crazy for Romance “Sono sempre disarmata quando leggo i romanzi della Gimor, perché li trovo simili a una sorgente d’acqua fresca, un’oasi rigenerante che riscalda il cuore e acquieta l’anima.” Book’s Angels “Il modo in cui l’autrice descrive certi eventi è dannatamente appropriato.” Harem’s Books

Sonia Gimor nasce a Pordenone il 7 aprile 1988, per poi trasferirsi a Treviso nel 2009, città dove tutt’ora vive con suo marito e i suoi due figli. Ha conseguito la maturità al liceo socio-psico-pedagogico e nella vita gestisce un asilo nido e un doposcuola assieme a due socie. La lettura, specialmente di romanzi rosa contemporanei e storici, la appassiona fin dall’adolescenza. Ha ventitré anni quando abbozza la sua prima storia che, nell’anno successivo, diventa un contemporary romance a cui darà titolo La vita che ho sognato. La scrittura diviene così per Sonia una passione, una necessità, un mondo parallelo nel quale riesce a esprimere una parte importante di sé. Dal suo esordio ha scritto diversi romanzi. Nel 2016 inaugura la sua collaborazione con Gilgamesh Edizioni, dando alle stampe il primo libro della Serie Crystal dal titolo La mia gara con te.

ISBN 9788868672126

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook13

Sharon festeggia

23/01/2017 — Ruco Magnoli

  € 12,00   

 

Nel quarto episodio, Sharon si trova a Milano, per l’annuale incontro cerimoniale degli ex alunni liceali della Terza A. Uno di questi, che fu il suo compagno di banco, lo invita a bere un bicchiere (anche due, ovviamente) da una bottiglia di whisky straordinario che riserva per le grandi occasioni. Ma quando Sharon e Stella, dopo poco, si recano al suo indirizzo, trovano lui e la sua amante coinvolti in un apparente omicidio del suicida. Naturalmente non è così, perché sono entrambi vittime di un misterioso personaggio, astutissimo, che si vuole appropriare di una parodia dell’Ultima Cena di Leonardo dipinta da Salaì, nella quale sembrano mostrarsi enigmatiche indicazioni di un tesoro nascosto. Sistematosi in una tenuta fuori Milano, dopo averla acquistata, Sharon esercita la sua intelligenza interpretativa, e quella dei suoi amici, su una foto del quadro che è riuscito a procurarsi; ma è per una intuizione azzardatissima e del tutto inverosimile che riesce a seguire le ultime tracce dell’assassino, nei sotterranei della città.

Ruco Magnoli è un’invenzione di Ruggero Campagnoli e Marco Maiocchi, già professori ordinari di Letteratura Francese e di Disegno Industriale, all’Università di Bologna e al Politecnico di Milano. In questo automa si sono uniti. Trascinati dalla loro abitudine alla collaborazione creativa, in un momento di gioia estiva con Ruco Magnoli hanno inventato e iniziato a praticare il gioco dello scriptomontaggio chiamato Sharon. Lo scriptomontaggio Sharon è una giunzione di brani in ventidue mosse non concordate, ma emendabili nella mossa successiva, ognuna delle quali deve superare il decimo migliaio di battute seguente. Col tempo le regole di quantità, apertura e chiusura si sono assestate, e ora il bianco apre e il nero chiude. Con l’aggiunta del riuso di materiale reperibile sul web, si perfeziona qui una parodia postmoderna e antimoderna della narrazione romanzesca, innestata sullo stereotipo poliziesco alla ricerca dell’irrealismo totale. Infatti I personaggi sono falsi o falsificati, gli avvenimenti strampalati, i giudizi fumosi, le opinioni fanfaluche, non c’è sostanzioso midollo.

ISBN 9788868671846

Il cuore opposto

22/01/2017 — Dina Ravaglia

  € 15,00   

 

Europa, Anno Domini 2340. Gli alieni sono ormai parte del paesaggio, ma gli abitanti della terra non hanno avuto bisogno del loro contributo per imboccare la via dell’autodistruzione. Perfino l’idea di dio è stata messa al bando. Cosa resta del mondo che conosciamo a parte città mummificate, fumo e rovine? Cosa resta dei padri, delle madri e dei figli? E dello spirito santo? In un mondo alla deriva non rimane che l’amore a indicare la direzione, con le sue luci e il suo buio: l’amore della giovane Aurore per Léon, il figlio del capitano alieno, l’amore più adulto del padre di Aurore, Nestor, per Emilie, la madre di Léon, da sempre vivo, eppure simile a una canzone sommessa, l’amore dei genitori per i figli, capace di rinunciare alla propria felicità per dare spazio a quella degli altri. Alle prese con un’astronauta che non si sveglia dal coma, seguendo le tracce di una ragazza che porta il nome della Bella Addormentata, Il cuore opposto si addentra in un percorso alla ricerca di se stessi e dell’altro, attraverso le zone più oscure dell’anima e del mondo. Il romanzo si è classificato primo nella sezione narrativa della II Edizione del Premio “Andrea Torresano” 2015-2016 di Gilgamesh Edizioni.

Dina Ravaglia è nata a Parma nel 1965. Architetto, tre figli, appassionata di musica e storie, ha pubblicato diversi romanzi e racconti.

ISBN 9788868672102

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Alci

22/12/2016 — Carlo Sturani

  € 10,00   

 

ALCI Il viaggio della luce Non finisce Nella grande radura Dove matura Il grano dorato Nell’aria pura Del vostro fiato Guardate lontano Oltre i fianchi Della terra E respirate Piano

Carlo Sturani ha pubblicato una serie di raccolte di poesie con lo pseudonimo di Flacomori. Fra queste le raccolte dell’esordio, risalente al 2005, All’interno di Gaia, Caldera, Autunno in Lombardia, colgono i primi segnali di crisi del nostro modello culturale e anticipano l’emersione della grande crisi dei migranti e degli uomini infranti, esplorata nelle successive opere In Avvento, 1. No storitelling, Ave Maria Lola, La Cicala perse il Sole. Con Gilgamesh Edizioni ha precedentemente pubblicato Nuvole con lunghe dita (2011-2013), filo di Arianna di uscita, in Guerrra (2013) e suonoSettenari (2014).

ISBN 9788868671624

Blu oceano

15/12/2016 — Alessandra Perugini

  € 15,00   

 

Thomas Rhide, un ex Navy Seal, ora agente segreto che combatte contro la criminalità organizzata e il terrorismo internazionale, un uomo deciso e coraggioso, sempre all’altezza della situazione, capace di portare a termine con successo le proprie missioni, incontrerà Stella, una ragazza scappata dal Madagascar, dopo che un incendio ha distrutto la sua vita, strappandole l’uomo che amava. I destini dei due si intrecceranno: Stella diventerà la chiave di volta per risolvere il caso che Thomas sta seguendo da mesi. In un intrigo fatto di sottintesi e sotterfugi, verità celate e misteri svelati, l’incontro dei due evolverà in un inevitabile turbine di passione. Stella cercherà in Thomas protezione e conforto e lui il rimedio a un vuoto e una solitudine provati per troppi anni. Dovrà confrontarsi con i suoi demoni personali, scavando a fondo nel suo animo e combattendo la battaglia principale contro se stesso; in un mondo oscuro, dove il confine tra il bene e il male, il dovere e la passione, è labile e scivoloso. Una storia avvincente che si sviluppa tra il Madagascar e Londra, un oceano che divide ma che allo stesso tempo unisce, un destino che accomuna due anime tormentate. Una trama dal ritmo serrato in cui azione e sentimento sono gli ingredienti principali. Un’opera che tiene col fiato sospeso, con improvvisi ribaltamenti di prospettiva e colpi di scena.

Alessandra Perugini è nata a Fermo nel 1979. Dopo aver trascorso diversi anni in Romagna, si è laureata all’Università di Bologna in Psicologia Clinica e successivamente specializzata in Psicoterapia Relazionale a Rimini, città nella quale ha lavorato per diversi anni nel sociale. Attualmente risiede con la famiglia in provincia di Macerata. Nelle sue opere cerca di dar voce ai sentimenti dei personaggi, rielaborando emozioni e vissuti per mostrare la realtà nelle sue varie sfaccettature. Ora sta lavorando alla sua seconda spy story.

ISBN 9788868671921

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook3

Prima che faccia buio

05/12/2016 — Laura Pellegrini

  € 15,00   

 

Cos’è la normalità se non un qualcosa di arbitrario e opinabile. Si determina un preciso stato mentale e fisico come qualcosa di comune e riscontrabile nelle vite altrui, identificandolo come normale; mi chiedo però se non sia invece ciò che scalda il cuore nel profondo a fare di un momento la quotidianità vera, l’essenza della vita. Sullo sfondo di una guerra, dove i sentimenti pare non possano avere spazio, nel deserto di una terra lontana, tra albe e tramonti, le vite di un uomo e una donna si incontrano. Due mondi opposti, due missioni differenti, ma un unico desiderio: viversi. Una storia d’amore e di vita, di passione e desideri, alla ricerca continua dell’equilibrio tra i sentimenti e i doveri e di quell’angolo perfetto di normalità, dove incontrarsi, amarsi, volersi. Gianluca e Manaar, un soldato e un medico volontario. Ordine e istinto. Guerra e pace.

Laura Pellegrini nasce a Roma nel 1977. Da sempre appassionata di arte e fotografia, si accosta alla scrittura attraverso la poesia per approdare, solo successivamente, ai romanzi, pubblicandoli autonomamente attraverso il Self Publishing. Esce così nel 2014 Tempo Imperfetto e Tempo Inverso, una duologia dal genere romance contemporaneo; nel 2015 Contro Tempo, lo spin off della serie. Successivamente arriva Bianco e Nero in Dissolvenza, un racconto erotico ambientato “dietro le quinte” del mondo del cinema. Il romanzo Prima che faccia Buio è un romance ambientato durante la guerra, che Gilgamesh Edizioni presenta per la prima volta al pubblico in versione edita e distribuita a livello nazionale.

ISBN 9788868672003

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook3

Due razze

01/12/2016 — Celine Finco

  € 12,00   

 

Se la neve non smettesse di scendere… Il mondo dopo la fine del mondo, natura ostile, terra sterile, freddo perenne, solo prede e predatori in costante lotta per la sopravvivenza. L’Uomo è ancora vivo: non controlla più nulla, attende. In questa immensa campagna ammantata di neve solo un piccolo villaggio circondato da mura insormontabili cerca di difendersi e sopravvivere all’ignoto che impera al di fuori, regno di predatori forti e feroci. Un grande fuoco alimentato di continuo ricorda a ognuno la necessità di sopravvivere, di preservare la Razza Antica a ogni costo. La storia di Maryam, di Aidan, le vite di Dareh, Sarah e Adam arrivano da lontano, ognuno attore e succube di un destino condizionato dal gelo. Il pericolo nasce all’interno del gruppo, cresce come crescono i bambini. Il pericolo è il diverso, i cui segni i Saggi riescono a riconoscere in tenera età. Il pericolo va estirpato, in nome della Razza.

Celine Finco, nata nel 1979, vive a Casaloldo in provincia di Mantova. Nel 2003 si laurea in Relazioni Pubbliche all’Università IULM di Milano, oggi lavora come Responsabile Marketing a Mantova. Due Razze è il suo primo romanzo.

ISBN 9788868671884

Omicidio in Cittadella

21/11/2016 — Maurizio Salva

  € 10,00   

 

Un uomo viene trovato ucciso in aperta campagna, in un sobborgo di Alessandria. Gli inquirenti scoprono che frequentava una giovane ballerina russa, scomparsa qualche tempo prima. A indagare durante le buie e calde notti dei night club alessandrini e sulle colline del Monferrato, tra droga, prostituzione e scommesse clandestine, sarà il commissario Ivan Lo Russo, che partirà dall’uccisione di un pregiudicato nella magnifica Cittadella di Alessandria – esempio unico al mondo per architettura e integrità (cui è dedicato un capitolo del libro) –, anch’egli frequentatore di locali notturni. Alcuni personaggi tipici di queste meravigliose terre contadine, descritti con estrema ironia, aiuteranno nelle indagini il commissario, che inizierà ad avere dei sogni premonitori. Quest’attività onirica, che s’intreccia con la passione del protagonista per l’arte, lo porterà a scoprire sempre nuovi tesori locali, permettendogli di comprendere meglio se stesso e ciò in cui crede. Tutto il lavoro di indagine verrà focalizzato su quattro dipinti dell’alessandrino Carrà: La stazione di Milano, L’attesa, La foce del cinquale – che vogliono rappresentare Inferno, Purgatorio e Paradiso – e su Il cavaliere dell’apocalisse.

Maurizio Salva è nato ad Alessandria, dove attualmente vive, nel 1977. Ha esordito nel mondo della poesia nel 2015 con la raccolta intitolata Il solito, edita da LietoColle. Con Gilgamesh Edizioni pubblica la silloge poetica Così (2016) e il romanzo giallo ambientato ad Alessandria, Omicidio in Cittadella (2016).

ISBN 9788868671990

La nostra prima vera estate

20/11/2016 — Riccardo Bassi

  € 12,00   

 

La nostra prima vera estate racconta di infatuazioni fatali, figure classiche e situazioni anomale, a cavallo tra realtà quasi impossibili e fantasie pressoché realizzabili, che trascinano il lettore dentro un romanzo che è quasi un giallo, pronto però a convertirsi in rosa, colore ormai assegnato al genere narrativo di questo scrittore, parliamo di Riccardo Bassi, decisamente romantico. Un libro per tutti, da annoverare nella migliore tradizione del genere che negli anni ’60 era denominato “narrativa per ragazzi”. Ma anche una ventata di astratto ottimismo, del tipo di quelli che lasciano il dolore nelle stanze buie della realtà, collocando la bellezza e il piacere nei giardini luminosi del sogno.

Riccardo Bassi nasce a Milano nel 1974. Fin da piccolo si dedica a diverse attività sportive e a sei anni inizia a giocare a calcio. Nel 1997 diventa allenatore con Patentino UEFA B e per diversi mandati ricopre anche la carica di consigliere AIAC (Associazione Italiana Allenatori Calcio) di Milano. È referente partnership Scuola Calcio Milan Pantigliate Calcio 1977, nonché coordinatore della squadra di calcio O-Team del comico Flavio Oreglio. Ama la montagna e pratica sia lo sci che l’alpinismo (in gioventù ha anche raggiunto con successo la vetta del Monte Bianco). Nel 2014 ha pubblicato il romanzo La mia seconda manche.

ISBN 9788868672034

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Lei era il nome

10/11/2016 — Marzia Elisabetta Polacco

  € 15,00   

 

È l’estate del 1979. Sancia ha dieci anni. È un’infanzia complicata la sua, alla continua ricerca di affetto e attenzioni, che invece le sono continuamente negate da una madre nevrotica e da un padre assente. Eppure il suo amore incondizionato si trova spesso a fare i conti con una rabbia e un risentimento che non è in grado di gestire da sola. Perché è così che si sente Sancia. Sola. Ma la sua esistenza scorre ormai su binari collaudati: sa come resistere agli sbalzi di umore della madre e come sopportare l’indifferenza del padre. Degli altri non si preoccupa, può benissimo farne a meno. Sarà una vacanza in Puglia a scombinare le carte: nella casa dei nonni paterni, affollata da parenti egoisti e grotteschi, Sancia assisterà allo sgretolamento di quel castello di certezze in cui si è barricata per sopravvivere all’angoscia. Fra segreti origliati e avvenimenti imprevisti, vedrà trasformarsi in realtà molte delle sue ossessioni. È la stessa Sancia a raccontarci di quell’estate, una Sancia ormai adulta, e lo fa con una voce potente, a tratti ironica, ma mai lontana dalla verità dei sentimenti. Un romanzo di formazione che affida agli occhi dolenti di una bambina la testimonianza delle incoerenze e dell’incomunicabilità che popolano come spettri il mondo degli adulti.

Marzia Elisabetta Polacco nasce a Bari nel 1970. Dopo essersi diplomata come ballerina professionista presso la John Cranko Schule di Stoccarda, ha conseguito la laurea con lode in Lingue e Letterature Straniere presso l’Università La Sapienza di Roma, con una tesi in Filologia Slava. Grazie a una borsa di studio della durata di un anno, vinta presso la stessa università, si trasferisce a Ljubljana, dove porta avanti un progetto di ricerca sul sonetto nella letteratura slovena, incontrando tra gli altri i poeti Milan Jesih e Boris Novak, di cui traduce alcune opere, pubblicate poi su riviste specializzate. Dopo aver ottenuto l’idoneità per il dottorato in Filologia e letterature dell’Europa Orientale, tiene una serie di seminari presso la scuola di specializzazione SDOA di Vietri sul Mare per le studentesse dell’Università del Dubai. Attualmente insegna danza classica e contemporanea a Orvieto, dove vive con il marito e quattro gatti.

ISBN 9788868671983

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook1

Sharon vola

07/11/2016 — Ruco Magnoli

  € 12,00   

 

In questo terzo episodio Sharon, mentre sta volando felice sul suo IMAM Ro.41, in un raduno d’aerei d’epoca, vede esplodere davanti a sé il velivolo condotto dal fidanzato di Rossana, sua amica e direttrice del laboratorio di analisi della Fantasima Rifiuti. La bomba fa emergere l’attività nascosta del giovanotto, che dietro l’apparenza di semplice pilota d’aereo mascherava la missione pericolosa di agente segreto, coinvolto in giri di neonazismo magico e cocaina messicana. Sharon e la sua banda si impegnano a consolare il lutto di Rossana, in realtà mitigato da un amore non eccessivo, con la scoperta della verità, scoperta che si snoda come d’abitudine fra un omicidio e l’altro, fra ipotesi inconsistenti e intuizioni felici. Sharon, ormai prossimo alla soluzione, si salva infine da un attentato ancora una volta esplosivo, nel quale perisce la sua cara Ducati. Risolve il caso e la vendica, magari esagerando un po’, come riterrà all’inizio dell’episodio successivo.

Ruco Magnoli è un’invenzione di Ruggero Campagnoli e Marco Maiocchi, già professori ordinari di Letteratura Francese e di Disegno Industriale, all’Università di Bologna e al Politecnico di Milano. In questo automa si sono uniti. Trascinati dalla loro abitudine alla collaborazione creativa, in un momento di noia estiva con Ruco Magnoli hanno inventato e iniziato a praticare il gioco dello scriptomontaggio chiamato Sharon. Lo scriptomontaggio Sharon è una giunzione di brani in ventidue mosse non concordate, ma emendabili nella mossa successiva, ognuna delle quali deve superare il decimo migliaio di battute seguente. Col tempo le regole di quantità, apertura e chiusura si sono assestate, e ora il bianco apre e il nero chiude (il ventiduesimo Sharon è in corso). Con l’aggiunta del riuso di materiale reperibile sul web, si perfeziona qui una parodia postmoderna e antimoderna della narrazione romanzesca, innestata sullo stereotipo poliziesco alla ricerca dell’irrealismo totale. Infatti i personaggi sono falsi o falsificati, gli avvenimenti strampalati, i giudizi fumosi, le opinioni fanfaluche, non c’è sostanzioso midollo.

ISBN 9788868671839

Il teatro delle attese

27/10/2016 — Venturini Mattia

  € 10,00   

 

Ho aspettato che la luce entrasse lentamente Per sussurrare un nuovo giorno Ho ascoltato i cigolii dei risvegli di ogni anima Che barcollante andava verso i pisciatoi. Ho chiuso di nuovo gli occhi E prima che ti svegliassi Ti ho lanciato addosso un pensiero così appuntito Da far uscire dal tuo labbro baciato nei miei sogni un po di quel tuo sangue dolce che da allora mi scorre dentro. Nuova alba

Mattia Venturini nasce il 25 ottobre del 1981 a Mantova, dove risiede tuttora. Dopo il diploma di maturità scientifica, si laurea in Radiologia e Diagnostica per immagini presso l’Università degli studi di Brescia. Attualmente lavora presso il dipartimento di Radiologia Clinica dell’Ospedale Carlo Poma di Mantova ed è docente di Risonanza Magnetica per l’Università degli Studi di Brescia. Il teatro delle attese è il suo esordio letterario.

ISBN 9788868671914

Reston e le lacrime del drago

26/10/2016 — Milena Ziletti

  € 12,00   

 

Reston e i suoi compagni di avventura hanno già salvato la Terra guarendo la Natura, ne hanno salvaguardato la pace sconfiggendo i Cronnis, e ora, sembra che un destino crudele stia distruggendo l’Umanità: tutti i bambini si ammalano e nessuno sa come curarli, solo le lacrime del Drago Azzurro possono riuscirci, ma nessuno sa se esiste e dove si trovi. Aurora e Reston partiranno alla ricerca del Drago, spingendosi oltre i confini della Terra conosciuta, là dove nessuno si era mai spinto. Avranno la sorpresa di ricevere un aiuto inaspettato e dovranno superare prove durissime. La Terra Sconosciuta ha regole sconosciute. Dovranno impegnarsi fino all’ultimo respiro per riuscire nell’intento ma… riusciranno a portare le lacrime del drago in tempo per salvare i bambini? Questo romanzo chiude la trilogia, chiude un cerchio aperto dalla prima avventura, si scoprirà il motivo per il quale Reston è nato con l’alicorno dorato e si imparerà che la lotta fra il bene e il male ha sempre una sola soluzione: l’Amore.

Milena Ziletti è nata a Calvisano (BS) l’11 agosto del 1957. Amante della lettura, comincia a scrivere sin da ragazza con grande passione e intensità. Nascono così alcune fiabe per bambini e i primi racconti, alcuni dei quali pubblicati su Facebook. Nel 2013 pubblica, per i tipi di Gilgamesh Edizioni, Reston, l’unicorno dorato, il primo dei tre romanzi che compongono la saga dedicata all’unicorno. Nel 2016 escono Reston e il ritorno dei Cronnis, il secondo episodio, e Reston e le lacrime del drago, opera conclusiva.

ISBN 9788868671815

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook1

Ucciderò Jaqueline Mercier

12/10/2016 — Carolina Giorgi

  € 10,00   

 

Le scuderie di una ricca famiglia francese fanno da sfondo all’attrazione travolgente che nasce tra il quarantenne Antoine e la bella studentessa universitaria Jaqueline. Un incanto amoroso che sembra capace di superare qualsiasi avversità, trovandosi però a dover fare i conti con un passato già intriso di legami, scelte convenzionali, timori e un antico giuramento, che costringerà i protagonisti a dibattersi in un’attesa estenuante, spesso sopraffatti dall’incapacità di prendere in mano la propria vita. In un romanzo “rosa” che si tinge di “giallo”, ambientato in una cittadina dei giorni nostri alle soglie del tracollo economico, Carolina Giorgi crea un’altalena di colpe e di desiderio, senza risparmiare ai suoi personaggi il dolore. E così, obbedendo al ritmo di una scrittura appassionata e di una storia dai contenuti estremamente attuali, Ucciderò Jacqueline Mercier si fa testimonianza di quanta atroce sofferenza possa scaturire dalla paura di amare.

Carolina Giorgi è nata a Mantova. Dopo gli studi classici, si è laureata al Dams con una testi sperimentale in Semiotica dello spettacolo (La comprensione dello spettatore). Giornalista pubblicista, ha collaborato con il settimanale La Cronaca di Mantova e con il mensile nazionale A tavola. Una raccolta di sue poesie è stata pubblicata nel volume Hemeros (Verona, 2004), è quindi entrata a far parte del consiglio editoriale della collana Opera Prima. Suoi testi poetici sono apparsi sulle riviste Poesia, Hebenon e sul webzine Transfinito, e citati su Il segnale. Ha pubblicato il romanzo Le spine di Venere (Firenze, 2005), medaglia d’argento al Premio Letterario Internazionale “Maestrale - San Marco” (Sestri Levante). Nel 2007 ha fatto parte della giuria del concorso di scrittura erotica indetto da Loveline, talk show di Mtv Italia. È arrivata finalista al XXIV Premio Lorenzo Montano, sezione Raccolta inedita, con la raccolta Leggendo Emily DickinsonI, pubblicata nel 2013 con il titolo Tre volte Emily. Interpretazioni poetiche e visive dalla lettura di Emily Dickinson. Con Gilgamesh Edizioni ha pubblicato il giallo La rosa di Ledmore-Vale – Rovi di sangue per l’ispettore Trollope (2014).

ISBN 9788868671785

Foschie

05/09/2016 — Sara Shifter Pellucchi

  € 10,00   

 

Foschie è la storia di una nascita dall’albore primordiale del nero, scaturigine della vita anche nell’arte. E Montserrat è la creatura fantastica data alla luce dall’artista, una reificazione, come si direbbe in gergo psicanalitico, di un pensiero che si esplicita sulla tela con tutto il portato di un’infanzia che vuole tornare a giocare. Il buio amico pieno di sorprese sarà la scenografia di Montserrat per le sue bizzarre storie. Perché i sogni incantato e creano un mondo nuovo, pieno di avventure e situazioni insolite. Ma cosa ci sarà oltre il velo che separa il mondo della quotidianità e quello onirico? A chi appartiene la voce che proviene dal di fuori? Una storia originale e verosimile, un viaggio nella mente, cavalcando la fantasia e passeggiando in un nero profondo e infinito, colorato da eteree nubi fluttuanti.

Sara Pellucchi, alias Shifter, nasce a Seregno (MB) nel 1983. In seguito alla frequentazione della scuola d’arte di Cabiate (CO), dove si specializza in arte contemporanea, nasce in lei il desiderio di esprimere qualcosa di proprio e di più profondo attraverso la pittura espressionista astratta e la fotografia. Il disegno e la pittura sono sempre state le sue principali passioni, iniziate fin da subito con il disegno fumettistico e surreale. Nei suoi quadri Sara esprime i lati più introspettivi del proprio inconscio, nei quali rapporta la propria persona e i propri sentimenti in contrapposizione al mondo circostante. Forme monocromatiche e illustrazioni essenziali si muovono sinuosamente nello spazio del quadro, dando vita a sensazioni, percezioni e storie. La sua pittura passa dall’astrattismo delle spirali a soggetti più figurativi, come il personaggio Montserrat con il cappello blu, le sagome nere di Salti nell’Ombra e le figure grigie accostate ai vortici colorati nelle Nebulose in Sinestesie Distorte. Ha creato e gestisce il sito Internet www.artovercovers.com, che tratta di recensioni artistiche e curiosità sulle copertine dei dischi musicali e del significato dei nomi delle band. Foschie è il suo primo romanzo, preceduto dal libro illustrato Janus composto dalle sue opere, a cui si sono ispirati i due scrittori Leonardo Marzorati e Alessandro M. Colombo per i loro racconti.

ISBN 9788868671662

Sharon pesca

05/09/2016 — Ruco Magnoli

  € 12,00   

 

In questo secondo episodio Sharon, durante una gita ciclistica in compagnia di Carlotta, s’imbatte in un pescatore morto e senza un piede, mentre un piede immerso è sostenuto dall’enorme galleggiante. La situazione è troppo stramba per non indurlo a indagare, superando le resistenze e i divieti dell’amata carabiniera. Ma l’indagine sembra muoversi in un’inestricabile spirale di incertezze, portate da un vortice d’aria pestifera proveniente dal cupo passato del lago, nel ribollire della lotta tremenda fra santità e perversione. Dalla blasfemia del passato vengono infatti gli orchi che intorno al lago compiono i loro efferati e terrificanti delitti, e che sanno troppo abilmente nascondersi. Tuttavia San Giuseppe viene alfine in aiuto di Sharon, svelandogli indirettamente la verità e consentendo l’adeguata vendetta, degna di una kumiho. Se ne incaricano infatti, con spirito coreano, i cari signori Takeshi.

Ruco Magnoli è un’invenzione di Ruggero Campagnoli e Marco Maiocchi, già professori ordinari di Letteratura Francese e di Disegno Industriale, all’Università di Bologna e al Politecnico di Milano. In questo automa si sono uniti. Trascinati dalla loro abitudine alla collaborazione creativa, in un momento di noia estiva con Ruco Magnoli hanno inventato e iniziato a praticare il gioco dello scriptomontaggio chiamato Sharon. Lo scriptomontaggio Sharon è una giunzione di brani in ventidue mosse non concordate, ma emendabili nella mossa successiva, ognuna delle quali deve superare il decimo migliaio di battute seguente. Col tempo le regole di quantità, apertura e chiusura si sono assestate, e ora il bianco apre e il nero chiude (il diciannovesimo Sharon è in corso). Con l’aggiunta del riuso di materiale reperibile sul web, si perfeziona qui una parodia postmoderna e antimoderna della narrazione romanzesca, innestata sullo stereotipo poliziesco alla ricerca dell’irrealismo totale. Infatti i personaggi sono falsi o falsificati, gli avvenimenti strampalati, i giudizi fumosi, le opinioni fanfaluche, non c’è sostanzioso midollo.

ISBN 9788868671648

Menamato
Memorie di un cane con tre zampe

16/06/2016 — Carlo Salvoni

  € 10,00   

 

Una "luce rossa" brilla nel petto del protagonista, che dà il nome al libro. È un semplice cane con tre zampe, che fa della sua vita un'enciclopedia di ricerca: raccoglie pezzi di carta creando un quadro contemporaneo suggestivo e allegorico, dove le acque del fiume sono pennellate madide di colore; dove la campagna, il cielo e la selva gli abitano dentro come luoghi dell'anima, ritrovati, calpestati, respirati. Ecco che l'oscurità platonica si rianima e trova riscatto vero: la cecità non albergherà più nella notte, che appiattirà i suoi veli, con rispetto, senza più offendere. E così "si andrà a cercare una genuinità visibile solo navigando lontano", dentro il proprio abitacolo di materia, sbagliata forse, ma sincera a noi stessi.

Carlo Salvoni, nato nell’80, è docente di Lettere presso una Scuola Secondaria di Primo Grado della provincia di Brescia. La scrittura è fra le sue principali passioni. Ha pubblicato i romanzi Il vento dell’estate (2008) e La via di note al paradiso (2010). Per i tipi della Gilgamesh Edizioni ha pubblicato Cavalletti e cavalli – Una sfida fra artisti con due braccia e quattro zampe (2013) e Zooinferno (2015). Il romanzo Menamato è risultato finalista alla I Edizione del Premio Letterario Nazionale “Andrea Torresano” 2015.

ISBN 9788868671570

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook4

Storie lunghe una canzone

15/06/2016 — Angel Luìs Galzerano

  € 10,00   

 

"Storie lunghe una canzone" è il racconto di una vita. Una vita piena, intensissima, vissuta a cavallo di mondi e culture, metropoli e piccole città, attraversata da un elemento costante, durevole, tangibile: la musica. La musica è la compagna fedele di un'esistenza curiosa e stimolante, che fluisce davanti agli occhi dello spettatore e si dipana, pagina dopo pagina, senza un ordine apparente, ma obbedendo solo al ritmo del ricordo. Miguel Angel si abbandona alla memoria, racconta della sua terra (Montevideo) e del suo paese d'adozione (l'Italia), e descrive le esperienze vissute nel corso degli anni, alla ricerca costante del senso della vita, di una felicità da afferrare e tenere stretta. Sono solo lampi, bozzetti, capitoli fulminanti, intervallati da brani musicali, testi poetici e riferimenti letterari, che impreziosiscano una narrazione già ricca di spunti.

Angel Luis Galzerano nasce a Montevideo (Uruguay). Risiede in Franciacorta, provincia di Brescia, dove svolge la sua attività di chitarrista e cantautore. Ha composto e compone colonne sonore per opere teatrali e per documentari RAI. Dagli anni Novanta a oggi ha pubblicato diverse raccolte musicali di propri brani con gruppi di musica popolare e d’autore come Angel Galzerano Quartet e Canto Libre. Opera nell’ambiente scolastico in qualità di insegnante di chitarra, realizzando progetti interculturali e concerti didattici. Nel 2010 pubblica Di qui e d’altrove, raccolta di scritti che raccontano storie di emigranti italiani in Sud America, testo presentato all’Università La Sapienza di Roma e in molte città italiane come spettacolo letterario-musicale. Per i tipi di Gilgamesh Edizioni ha pubblicato il romanzo Cronache sentimentali di un italiano a metà (2014).

ISBN 9788868671471

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook13

Il compito

20/05/2016 — Alberto Pizzi

  € 15,00   

 

Il Novecento è ormai agli sgoccioli, ma la Storia non ha saldato tutti i suoi conti. Non sulle sponde del Lago Maggiore dove, almeno per qualcuno, la guerra, l'occupazione nazista e la Shoah hanno prodotto ferite che ancora non si sono rimarginate: grattando sotto la cartolina di paesaggi idilliaci si scoprono allora tragedie che attendono con ansia il loro ultimo atto. Storie di persecuzioni, di cameratismo amorale, di processi che non fanno giustizia, che a distanza di molti anni producono nuove violenze, inganni e tradimenti. In questo groviglio apparentemente inestricabile di passato e presente si trova a indagare il commissario Calarco, intralciato nel suo difficile compito da testimoni bugiardi, da collaboratori inetti e perfino dai fantasmi. In questo giallo che, pur nella sua originalità, non perde di vista la lezione dei classici, emerge in tutta la sua umanità la figura del commissario Calarco, un "eroe della porta accanto" capace di imparare dai propri errori e di districarsi, grazie a un'inesauribile testardaggine, tra depistaggi e trappole.

Alberto Pizzi, nato a Ramate di Casale Corte Cerro (VB) nel 1954, è libero professionista nel settore finanziario. Ha pubblicato i romanzi Quell’Hotel sull’oceano (2011) e Il segreto di Mila (2012), finalista al premio Giallostresa nell’edizione 2013. Suoi racconti sono compresi nelle raccolte Giallolago (2014), Delitti di Lago (2015) e Nuovi delitti di Lago (2016). Nel 2015 è stato finalista al premio Gialli sui Laghi.

ISBN 9788868671549

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Lo spettro assassino
Burn city

10/05/2016 — Francesco Torreggiani

  € 11,00   

 

Burn City è un borgo sonnacchioso immerso nella profonda provincia texana in cui l’aria è rovente e il sole svetta alto su un’umanità pigra e abitudinaria. A Burn City la vita scorre lenta e senza traumi. Ma quel pomeriggio d’estate, quando le ombre si allungano e il cielo si colora, un’apparizione demoniaca scuote la città dal suo torpore. Misteriosi omicidi, fantasmi dal passato, spiriti in cerca di vendetta e due detective, di nuovo, pronti a fronteggiarli: Parker e Karter ancora insieme, alle prese con forze occulte che tornano a Burn City più pericolose di prima. Francesco Torreggiani firma così il secondo capitolo di una saga paranormale, che strizza l’occhio alla gothic novel e fa propri i suoi stilemi, ma li sovverte, li rovescia, li capovolge, eleggendo la provincia texana a luogo privilegiato (e assolato!) di proliferazione dell’occulto.

Francesco Torreggiani (Asola, Mantova, 1983) lavora presso una televisione locale e gestisce una web-tv. Ha realizzato due mediometraggi. Con Gilgamesh Edizioni ha già pubblicato Burn City – L’ospite indesiderato.

ISBN 9788868671501

A rima armata

10/05/2016 — Alessandra Bava

  € 8,00   

 

Alessandra Bava, poeta e traduttrice, vive a Roma. Grazie al suo lavoro di traduzione è attivamente impegnata a diffondere la poesia di numerosi autori stranieri in Italia. Laureata in Lingua e Letteratura Angloamericana presso l’Università La Sapienza di Roma con una tesi sulla narrativa di Toni Morrison (relatore Prof. Alessandro Portelli). Scrive sia in lingua italiana che in lingua inglese. Ha due testi pubblicati in Italia in edizione bilingue: Guerrilla Blues (Edizioni Ensemble, 2012) e Nocturne (Edizioni PulcinoElefante, 2013). Due suoi libri sono stati pubblicati negli Stati Uniti: They Talk About Death (Blood Pudding Press, 2014) e Diagnosis (Dancing Girl Press, 2015). Ha curato le antologie poetiche Rome’s Revolutionary Poets Brigade Vol.I (Edizioni Ensemble, 2012) e Articolo 1: una Repubblica Affondata sul Lavoro (Albeggi, 2014). Recentemente ha tradotto e curato Nuova Antologia di Poesia Americana (Edizioni Ensemble, 2015). Sue poesie sono state pubblicate in diverse riviste americane e britanniche. Sta completando una biografia di Jack Hirschman, quarto poet laureate di San Francisco. Per la collana Le Zanzare ha tradotto Offerte di Carta (Gilgamesh Edizioni, 2015) di Alejandro Murguía.

ISBN 9788868671518

Dietro agli occhi in fondo all'anima

10/05/2016 — Alessandra Chiavegatti

  € 15,00   

 

Con i propri versi la Chiavegatti si rivolge a tutti quelli che si ascoltano, sentono e vedono "oltre": oltre le apparenze, oltre le parole, oltre i silenzi; a coloro che vivono con passione, avvertono la magia della luce, delle immagini, della musica e della vita, qualunque forma assuma, e per i quali esistono i fatti, ma ancor prima le sensazioni e le emozioni, al di fuori delle briglie del dover essere all'interno di un ingranaggio dai ritmi frenetici, che spesso opprime l'autenticità e la creatività, soffocando le esigenze più vere. Nasce così la presente raccolta, intitolata Dietro agli occhi, in fondo all'anima, suddivisa in quattro sezioni: "Inquietudini", "Sensazioni", "L'Amore", "Il viaggio". Un caleidoscopio di frammenti resi con una ricercata armonia di immagini e parole, una sorta di viaggio immaginario, intimo ed emozionale, che l'autrice compie attraversando se stessa, analizzando fantasie, sogni, pulsioni e tensioni, e fornendo anche al lettore uno spunto per sondare e mettersi all'ascolto della sua parte più profonda.

ISBN 9788868671488

Una vita non mi basta

10/05/2016 — Alessandro Rampini

  € 10,00   

 

Un libro è un viaggio guidato, una fantasia inedita; è un cambiare faccia, lingua e orizzonti. È la frontiera più accessibile al mondo: apri una pagina e sei catapultato in una dimensione nuova. E nel tragitto la singolarità del paesaggio e la diversità delle persone che ci accompagnano ci contaminano e ci spingono inevitabilmente a una riflessione su noi stessi. Così è stato pensato questo libro: come un perdersi, un deragliamento della fantasia, un uscire da sé per ritrovarsi con occhi più profondi. Sono stati interpretati e creati nove personaggi e indossate altrettante maschere, non certo per nascondersi, ma per facilitare l'esplorarsi, il deformarsi e il rivelare lati nascosti dell'anima. Una vita non basta, e così se ne cercano altre sulla carta, attraverso questi nove racconti proteiformi.

Alessandro Rampini nasce a Brescia nel 1994. Laureando in Lettere e Filosofia all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Brescia, si interessa fin dall’adolescenza di arte, scrittura e poesia ed è attore in una compagnia di teatro classico. Una vita non mi basta è il suo libro d’esordio.

ISBN 9788868671464

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook4

Sharon trova

03/04/2016 — Ruco Magnoli

  € 12,00   

 

All’inizio di questo primo episodio Sharon, così soprannominato perché somiglia alla protagonista di Basic Instinct, è un miliardario che esercita il mestiere di spazzino, al fine di potersi dedicare liberamente al piacere di frugare fra i rifiuti. Ma il ritrovamento di un osso di cavallo per testare i prosciutti ne sconvolge il destino, trasformando la sua purgamentumfilia, se così la si può chiamare, in investigazione poliziesca. Si tratta infatti dell’arma di un delitto, usata per trafiggere l’occhio della vittima. Dopo aver riorganizzato completamente la propria vita, non senza allietare la sua non mediocre ed esplicita attività sessuale con il vero amore per il comandante dei carabinieri Carlotta, seguirà gli indizi contenuti in una cassetta del film dei fratelli Marx, Love Happy, che condurranno all’immancabile soluzione del caso e alla punizione del colpevole.

Ruco Magnoli è un’invenzione di Ruggero Campagnoli e Marco Maiocchi, già professori ordinari di Letteratura Francese e di Disegno Industriale, all’Università di Bologna e al Politecnico di Milano. In questo automa si sono uniti. Trascinati dalla loro abitudine alla collaborazione creativa, in un momento di noia estiva con Ruco Magnoli hanno inventato e iniziato a praticare il gioco dello scriptomontaggio chiamato Sharon. Lo scriptomontaggio Sharon è una giunzione di brani in ventidue mosse non concordate, ma emendabili nella mossa successiva, ognuna delle quali deve superare il decimo migliaio di battute seguente. Col tempo le regole di quantità, apertura e chiusura si sono assestate, e ora il bianco apre e il nero chiude (il diciannovesimo Sharon è in corso). Con l’aggiunta del riuso di materiale reperibile sul web, si perfeziona qui una parodia postmoderna e antimoderna della narrazione romanzesca, innestata sullo stereotipo poliziesco alla ricerca dell’irrealismo totale. Infatti i personaggi sono falsi o falsificati, gli avvenimenti strampalati, i giudizi fumosi, le opinioni fanfaluche, non c’è sostanzioso midollo.

ISBN 9788868671402

Anno bisestile

25/03/2016 — Lidia Masci

  € 12,00   

 

"Avevo tre anni e pochi mesi e mi ritrovai sola con lei, sequestrata nella sua squallida casa che puzzava di vino, di fumo e di amore stantio." Rebecca ora è madre e nonna, ma prima di tutto è stata bambina. Un'infanzia crudele la sua: un padre assente e una matrigna violenta. I suoi primi anni di vita caratterizzati da un'esistenza trascorsa tra le mura di casa, vittima della rabbia e della follia, e segnata per sempre dall'abuso di un "orco" che avrebbe dovuto proteggerla. "Anno bisestile" è il suo racconto, lo sfogo dell'anima pura di una bambina che ha visto la morte prima ancora della vita, ma che è riuscita a rialzarsi e tornare ad amare.

Lidia Masci è nata a Brescia. Ha insegnato prima in Francia, poi nella sua città, amando profondamente il suo lavoro e i suoi studenti. Instancabile viaggiatrice, ha esplorato il mondo alla ricerca dell’essenza delle cose e della loro magica diversità. Anno bisestile è una storia vera, che Gilgamesh Edizioni è lieta di proporre ai suoi lettori.

ISBN 9788868671426

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook1

L'anima viola

25/03/2016 — Elena Aldi

  € 12,00   

 

"Ho iniziato a scrivere nel 2009 per un motivo molto semplice: avevo paura. Non c'era nessuno a cui chiedere, alcune responsabilità erano incombenti e dovevo andare avanti, dovevo fare, essere presente. Scrivere poche righe sul retro della mia agenda è stato molto meglio che prendere un tranquillante, confessarsi o tediare un'amica con le proprie insicurezze. Scrivere sembrava un miracolo: funzionava. Mi sentivo meglio, mi liberavo dai pesi, capivo cosa realmente stesse dietro a tutti quei pensieri che m'intorbidivano la mente, m'irritavano e mi toglievano le forze. Nello stesso tempo, stavo riscoprendo la vita; ogni piccola azione quotidiana, ogni piacere, ogni novità, tutto sembrava intriso di significati, quelli che conoscevo da bambina, ma che le preoccupazioni, il perfezionismo e la rigidità mi avevano fatto dimenticare. A questo punto la scrittura mi aveva già accompagnata nei miei viaggi attraverso l'Italia e l'Europa e il quaderno e la penna erano sempre pronti a sostenermi e a incoraggiarmi nelle sfide per realizzare il mio grande sogno: diventare una danzatrice. Essere forte, non mollare, avere fiducia, sentire la vita dentro, dar voce alle emozioni, lasciarsi andare."

Elena Aldi nasce a Mantova nel 1985. A otto anni incontra la sua compagna di viaggio: la danza. Studia a Mantova, Roma, Parigi e Amsterdam. Mentre frequenta la facoltà di Lettere Moderne viaggia per intraprendere la carriera di danzatrice e insegna danza sia in Italia che all’estero. Nel 2009 scopre la scrittura, una nuova passione. Ama viaggiare, ama la natura e i colori. È appassionata di discipline olistiche e di ricerca spirituale. L’Anima viola è il suo primo libro.

ISBN 9788868671440

Una bambina in fuga
Diari e lettere di un'ebrea mantovana al tempo della Shoah

25/01/2016 — Lidia Gallico

  € 12,00   

 

Una bambina in fuga - Diari e lettere di un'ebrea mantovana al tempo della Shoah raccoglie la memoria adulta di un'infanzia vissuta durante la Shoah e le scritture prodotte dalla stessa persona allora e subito dopo la fine della seconda guerra mondiale; sono materiali che costituiscono uno straordinario corpo di fonti per comprendere le forme della resistenza e della resilienza di una bambina di fronte al dolore della persecuzione razziale e dell'esilio. In uno scritto della fine degli anni ottanta, Lidia Gallico ripercorre la sua infanzia di bambina ebrea negli anni delle leggi razziali: la fuga in Svizzera, il campo profughi, l'accoglienza in un collegio di suore, la separazione dai genitori e il rientro a casa. A tale scritto si aggiungono qui il "diarietto comune", tenuto durante il soggiorno nel collegio svizzero e subito dopo il ritorno a casa, e le lettere scritte da lì ai genitori, pubblicate in questo volume per la prima volta. L'introduzione di Maria Bacchi ricostruisce il contesto storico della persecuzione razziale in Italia e le spesso contraddittorie politiche di accoglienza e respingimento dei profughi ebrei che chiedevano asilo in Svizzera. Evidenzia anche come questo raro e insolito materiale sia una fonte preziosa per conoscere la vita e l'interiorità dei bambini rifugiati.

Lidia Gallico è nata a Mantova nel 1932 da una famiglia ebraica. A soli sei anni subisce la durezza delle leggi razziali. Fuggita da Mantova con i genitori durante l’occupazione nazista, dopo un peregrinare in rifugi “sicuri”, nel gennaio 1944 ripara in Svizzera, dove resterà sino all’estate del 1945. Tornata nella sua città natale, compie gli studi classici e si laurea in lingue straniere all’Università Bocconi di Milano. Insegna per molti anni nelle scuole medie. Da anni contribuisce, con la sua testimonianza, alla riflessione sulla Shoah nel territorio mantovano e non solo, rivolgendo particolare cura al dialogo con le giovani generazioni. Maria Bacchi (autrice della prefazione al libro) si occupa di storia e narrazioni dell’infanzia nelle guerre del Novecento. È autrice di Cercando Luisa. Storie di bambini in guerra 1938-1945 (Milano, Sansoni, 2000) e, con Fabio Levi, di Auschwitz, il presente e il possibile. Dialoghi sulla storia tra infanzia e adolescenza (Firenze, Giuntina, 2004). Fa parte del Comitato scientifico della Fondazione Villa Emma-Ragazzi ebrei salvati di Nonantola. Ha conosciuto Lidia Gallico durante i suoi lavori di ricerca e ne è nata una sincera e profonda amicizia che perdura negli anni.

ISBN 9788868671280

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook5

Freddo fuoco bruciato

15/01/2016 — Marisa Pezzella

  € 15,00   

 

La fiamma di una candela accesa si trova ad affrontare condizioni climatiche avverse e sembra sia destinata a spegnersi, cedendo al suo inevitabile destino. Il suo calore e la sua volontà di ardere sono però così forti da spingerla a combattere vento, freddo e pioggia. Proprio dentro se stessa troverà la capacità e la forza di rinascere, più viva e vigorosa di quanto non lo sia mai stata. Questa è la leggenda che il nonno raccontava sempre a Riccardo da piccolo e che lo ha segnato per tutta la vita. Ma questa è anche la metafora puntuale del percorso di crescita che i due protagonisti si trovano ad affrontare, superando ostacoli e avversità, ma, soprattutto, superando se stessi. Freddo Fuoco Bruciato non è però un romanzo di formazione; non è un romanzo rosa, anche se l’amore è il suo motore; non è un thriller, anche se la morte viene inflitta e il colpevole deve essere trovato. Questo romanzo è piuttosto un insieme profondo e avvincente di tutti questi elementi, che l’autrice mescola con grazia e sapienza.

Marisa Pezzella, nata a Caserta (CE) nel 1991, è studentessa universitaria di Scienze della Formazione nelle Organizzazioni presso l’Ateneo di Verona. Trasferitasi con la famiglia a Mantova nel ’99, è in queste terre virgiliane che scopre il piacere per la lettura e la scrittura. Risalgono al 2005 i suoi primi scritti, per lo più racconti brevi e alcuni romanzi inediti. Freddo fuoco bruciato è il suo romanzo d’esordio, ambientato a Mantova.

ISBN 9788868671273

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook3

La protesta e l'amore
Conversazioni con Luca Bonaffini. Con CD Audio

15/11/2015 — Mario Bonanno

  € 15,00   

 

La protesta e l’amore è stato pensato come un libro spurio e trasversale. Un focus svagato e divagante sui giorni, i dischi e i pensieri di Luca Bonaffini. Un altro modo per raccontare la faccia oscura della luna che continua a spuntare dal monte ma non per tutti. Prendetela come una storia esemplare, piovuta dritta dal B-side del cantautorato italiano. Dove la “B” è da assumersi come collocazione imposta (a volte auto-imposta). Tutt’altro che una diminutio, o una sottospecie. Luca Bonaffini scrive-canta-suona per sé e per gli altri da trent’anni buoni. Lo fa gettando il cuore oltre ogni ostacolo, per chi ha orecchie e testa per intendere. Lo fa perché non saprebbe fare altrimenti. Lo fa con ostinazione prima ancora che per atto di sincerità. Questo libro raccoglie molto della sua storia – l’anti-epica di un attraversatore di sogni, riff, facce da rock and roll (o, insomma, giù di lì) – così come è venuta fuori dagli incontri che ho avuto con lui nel corso del tempo. Spero vi piaccia e che vi faccia anche incazzare. Un po’ come succede nella vita quando siamo alle prese con la protesta e l’amore.

Mario Bonanno scrive articoli e libri sui cantautori italiani. Tra i suoi lavori più recenti Rosso è il colore dell’amore. Intorno alle canzoni di Pierangelo Bertoli (Stampa Alternativa, 2012), Io se fossi Dio. L’apocalisse secondo Gaber (Stampa Alternativa, 2013), Il cantautore delle domande consuete. Francesco Guccini in 100 pagine (Aereostella, 2014) e La musica è finita. Quello che resta della canzone d’autore (Stampa Alternativa, 2015).

ISBN 9788868671228

In rebus

02/11/2015 — Lara Lorenzini

  € 10,00   

 

La poetica di Lara Lorenzini si fonda, da un punto di vista formale, sull’uso ricorrente di termini colti, dalla dotta dizione, talora desueti quali: giuoco, bruire, cuna, tepe, disparire... Assai ben più lunga potrebbe essere la lista di questa sorta di catalogazione se il computo fosse eseguito con metodo analitico, giacché – nel citato caso – ci si è soffermati solo sul testo “Maternità”, qui preso a titolo esemplificativo ritenendo l’uno caso valido ad assorbire le peculiarità dei residui testi. L’eccesso di arcaismi, o anche solo di ricercatezza linguistica pare, in vero, non tanto un mero vezzo o abbellimento decorativo, ma si integra con la necessità di rinvenire un luogo di origine che è il vero incubatore di questa autentica espressività poetica. La parola è un reperto risalente la memoria gestante del grembo poetico, come la caldera di un vulcano dalla quale – sin dalle profondità – rinviene la geologia più remota dell’essere. La poesia è vero e proprio strumento d’indagine, di ricerca, scavata al fondo di sé, uno spazio d’esistenza dell’uomo in quanto tale; da questo movente – come nella raffigurazione degli archeologi di De Chirico – si esalta il ritrovamento di fondamenti spirituali disseppelliti e riportati in emersione, su cui risplende la luce di una nuova esistenza che albeggia sul filo di ciascun verso per immagini, evocazione o rammemorazione, talora per sottesa e solo implicita dizione. Si deve dunque pensare, tenuto conto di tale interpretazione che la parola, così remota nella veste formale, abbia invece elementi di estrema modernità, nel tentativo di riattualizzare una storia ed una cronologia di eventi che non sono solo della successione biografica ma è propensione al futuro, una reale attitudine alla vita, nuova genesi, una capacità di rigenerazione evolutiva dell’animo che cerca nuova esistenza, altra sembianza, un nuovo modo e volto d’essere. Così la poetica di Lara Lorenzini appare disseminata di varchi, fessure, aperture sul mondo da cui filtra – in entrata ed uscita – la carovana interminabile dei ricordi e visioni che – come schegge o tempeste celesti – liberano materia spaziale nell’universo del nostro esistere. Numerosi sono questi avamposti, i punti di osservazione, le finestre, gli sguardi a strapiombo sull’universo: (…) mi pare talvolta sentire Il tuo istante d’incanto. Era ieri, s’apriva il mattino sull’acque smeralde, figure scendevano lente alla riva. Il mattino è una quarta dimensione, un fondale sulla scena del quotidiano e s’apre come un sipario sul proscenio, spalanca la visione degli occhi al mondo, alle acque smeralde, all’andirivieni di profili umani che vanno e vengono dal mondo, che entrano ed escono nella vita o altro da sé. Sottile è - qui come in altri passi – la differenza fra il senso letterale o simbolico ed allusivo dei versi, in entrambi i casi è comunque consentita, almeno suscitata, un doppia lettura logica ed emotiva di notevole suggestione ed impatto. La realtà materiale, gli elementi materici, il gravame di fatti e cose sulla scena del quotidiano accadere hanno sempre un riverbero profondo della persona dell’autore, un Suo riflesso radicale e corrispondente. Vi è un doppio binario, un doppio filo in questo dialogo la cui voce ritorna con i suoi accenti a rifarsi viva negli echi e nei parallelismi simbolico-allegorici: Le tue ore sono petali pallidi che cadono nel Tempo, si posano (…) Il sottotesto di questi due versi ci suggerisce la metafora della similitudine che paragona le ore ai petali (“Le tue ore sono come petali pallidi”); non vi è tuttavia un ricorso banale e semplice all’uso di stilemi ma con maggiore forza la parola s

Lara Lorenzini è nata nel 1974 in un piccolo borgo della campagna padana. Dell’infanzia ama ricordare il canto nel coro parrocchiale, lo studio del pianoforte e della lingua Latina, i primi scritti e il piacere della parola, i ghiaccioli d’estate, il fiume. La Maturità Classica e lo studio della Filosofia chiudono la formazione scolastica. Nel 2011 si classifica al primo posto nel Concorso Letterario I Cinque Sensi con l’opera La voce del padre e nel 2015 è premiata con menzione alla ventinovesima edizione del Premio di Poesia e Prosa Lorenzo Montano. Alcune sue opere sono pubblicate sull’Enciclopedia di Poesia Contemporanea della Fondazione Mario Luzi. Abita ad Asola nella ricchezza di quattro figli.

ISBN 9788868671150

Il fischio finale

02/11/2015 — Davide Rubini

  € 15,00   

 

Primavera 1994 – Estate 1995. All’indomani di una stagione che porta il Rivaermosa in C2 per la prima volta nella sua storia, al capitano Brando Adelmi viene offerta la possibilità di candidarsi come consigliere in un Comune di medie dimensioni del Nord Italia. Chi lo sceglie è un uomo politico sfuggito a recenti scandali, che vede nel fuoriclasse un bacino di voti assicurati. In gioco ci sono la sopravvivenza della società calcistica nella quale Brando ha militato per anni e la realizzazione del progetto Città felice. Le formazioni sono schierate. La partita può cominciare. Il fischio finale è una fotografia ironica e disincantata dell’Italia e degli italiani a due anni dalle vicende di Tangentopoli. Il romanzo ha già ottenuto i seguenti riconoscimenti: Premio Narratori della Sera (primo classificato), Premio Andrea Torresano (primo classificato), Premio Nabokov (secondo classificato), Premio Prévert (menzionato), Premio Ioscrittore.it (finalista).

Davide Rubini è nato a Torino nel 1979. Attualmente vive a Londra dove lavora come esperto di regolazione europea del mercato del gas naturale. In passato ha pubblicato diversi romanzi e novelle ed è tra i fondatori di www.progetto-rena.it. È il papà di Kaia.

IL FISCHIO FINALE di Davide Rubini è uno dei 27 titoli selezionati per la partecipazione della settantesima edizione del PREMIO STREGA 2016. Primo classificato in diversi concorsi letterari nazionali, tra cui l'"Andrea Torresano" di Gilgamesh Edizioni.

ISBN 9788868671112

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook3

Panama caffè
Storia bislacca di una presunta persona per bene, di una puttana onesta, di un misfatto impunito e di poche balorde botteghe

02/11/2015 — Leone Di Candia

  € 15,00   

 

Siamo onesti, chi di noi, dopo aver visto Star Wars, non ha simpatizzato per Lord Fener piuttosto che per quei “fricchettoni vergini” di Leila e Luke? E a chi di noi non è mai balenata l’idea di… passare per un momento dalla parte del “lato oscuro”? E chi di noi, dopo essersi sciroppato quindici anni di repliche di Colombo, non si è mai divertito a pianificare il delitto perfetto? Se non ci avete pensato, siete dei Boy Scouts irrecuperabili. Ma se anche avete solo sfiorato quei pensieri… immaginate, immaginate un paese simile al vostro, popolato da persone simili alla gente che conoscete voi. Giocate a disegnarlo “al contrario”, così che i buoni diventino cattivi e viceversa. Collocateci nel bel mezzo una prestigiosa ristorazione: il Panama Caffè. Ora condite i luoghi con le bislacche vicende di una “presunta persona per bene” e di una “puttana onesta”. L’uno professore di filosofia, l’altra avvocato. Aggiungete all’impasto la profezia dei Maya e uno sbalestrato “sfigato” che la predica. A questo punto aggiustate il tutto con l’adagio di un vecchio saggio: odia onestamente per amare coraggiosamente. Dopo di che divertitevi a scoprire cosa ne può sortire. E che forma ha il delitto perfetto…

Leone di Candia, al secolo Massimo Maso, vide la luce il 31 dicembre del 1959 in quel di Dolo, paese della Riviera del Brenta. Capricorno, mancino “corretto”, anarchico utopista per dispiacere al padre, ex alpino e tifoso di Almirante, consegue la maturità scientifica, ma dribbla l’università indispettito dalle “mezz’ore accademiche”. Tredici anni or sono affronta i primi concorsi letterari con esiti lusinghieri. Numerosi i riconoscimenti, i premi conseguiti e le successive pubblicazioni in almanacchi. Del 2008 è la pubblicazione del romanzo breve Il cacciatore di formiche. Seguiranno La ragazza dell’Arsenale e Il posto migliore (2009), Good Hope (2012), Separato in casa (2013), Dalla parte della fodera (2014).

ISBN 9788868671143

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook7

La bambina in rosso
Egon Schiele visto dalle sue donne e dai contemporanei

02/11/2015 — Antonio Della Rocca

  € 13,00   

 

In ventotto anni di vita Egon Schiele ha lasciato dietro di sé un numero imprecisato di opere. Nell'immaginario collettivo Schiele è un pittore erotico, se non pornografico. Su Schiele come artista è stato scritto moltissimo. Per contro su Egon come uomo, sulla sua vita privata, sulle ragioni intime del suo male di vivere, si è scritto poco... Un piccolo borghese che della vita accetta selettivamente tutto (e solo) quello che considera funzionale alla sua missione, un anarchico che non si altera mai in omaggio a un principio di efficienza, una personalità libera ma condizionata in senso eroico dalla figura paterna, un fratello innamorato, sempre nei limiti in cui può concepire di darsi, ma non certo in senso platonico, della sorella Gerti. Un eterno fanciullo insomma, lo ha detto lui stesso. Lo si racconta qui, anche impietosamente, tramite le sue donne, soprattutto Gerti, la più importante, e altri personaggi, tutti intervistati post mortem, con una tecnica che ha consentito di far rivivere delle figure affascinanti ed intriganti. Come spesso accade nella scrittura, il personaggio principale alla fine risulta essere Gerti, anziché Egon. E forse in tutto ciò ha un ruolo una certa bambina in rosso...

Antonio Della Rocca è nato a Trieste nel 1943. Ha fatto parte del management di diverse grandi società italiane e parla quattro lingue. Ha pubblicato quattro romanzi: Il Professore, Per una stella da Maresciallo, La spilla di Janesich, Il rivale di Cesare; una raccolta di storie intitolata Ho sognato una vita come Franz Kafka; e una silloge poetica dal titolo Carboncini e sanguigne. Suoi racconti e poesie sono stati pubblicati e tradotti in varie lingue. È Presidente del PEN Trieste, sezione autonoma del PEN International, e membro del Board of Directors.

LA BAMBINA IN ROSSO è stato presentato al Premio Campiello 2016.

ISBN 9788868671167

Il potere dei sogni

01/10/2015 — Ivana Magri

  € 10,00   

 

"Per non soffrire sogno di essere un fiore, una stella, una cometa, una galassia, un sorriso immenso, un angelo senza ali, una gentilezza, una carezza, un bacio. I sogni possono, col tempo, creare la bellezza del tramonto che sfuma sopra un lago di neve."

ISBN 9788868670993

Il taccuino dei dannati

30/09/2015 — Enrico Ratti

  € 12,00   

 

Vengono qui ricostruite, a partire da fatti realmente accaduti, le vite avventurose e travolgenti di Charles Baudelaire, Paul Verlaine, e Arthur Rimbaud. La storia si tesse e si trama a partire dal ritrovamento fortuito di un curioso taccuino scritto da uno dei più noti giornalisti del tempo, Carle des Perrières. Sulle sue pagine sono annotati i fatti più salienti che hanno contraddistinto la vita e le opere dei tre massimi poeti dell'Ottocento francese. Tra raffinati salotti letterari, barricate, bordelli e bistrot; tra Parigi, Bruxelles, Aden e Harar; tra i fumi dell'haschisch, dell'assenzio e delle cannonate le peripezie di questi tre straordinari ingegni poetici prenderanno sempre pieghe nuove, inimmaginabili e sorprendenti.

ISBN 9788868671099

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

I poeti non sanno scrivere

01/09/2015 — Gianluca Moro

  € 10,00   

 

Tu sai già la poesia che scriverò, sarà un testo senza parole, e frasi unite da rami secchi che introducono l'idea di una dimora ma appena fatta da bruciare, perché l'incontro non si limiti a una casa, e l'odio non si possa accumulare sopra qualche parete o cassettiera. Tu sai già l'espressione che userò, austera, quando ci separeremo sulla muraglia millenaria per riprenderci a distanza di molti amorilà dove inizia e non finisce la schiena.Tu sai già i polmoni che aprirò, per soffiarequesta poesia incarnata: avrà un principio di seno, e la coda di un drago,e in mezzo non ci sarà spazio per distruggere né costruire".

ISBN 9788868670979

La cattedrale di Asola

31/08/2015 — AA.VV.

  € 15,00   

 

Giungere ad Asola, cittadina mantovana nel cuore della pianura Padana, significa uscire dagli itinerari abituali e dalle mete conosciute. Un viaggio ripagato dalla scoperta della sua splendida Cattedrale tardogotica e dei tesori in essa custoditi. Dal polittico quattrocentesco che troneggia sull'altare maggiore, ai cicli di due dei più originali interpreti del Cinquecento lombardo: l'organo e il pulpito decorati da Girolamo Romanino e le tele di Alessandro Bonvicino detto il Moretto. In queste pagine il visitatore troverà una guida valida e dettagliata, mentre lo studioso potrà farne la base per ulteriori approfondimenti.

ISBN 9788868671037

Io faccio così

31/08/2015 — Silvia Savoldi

  € 15,00   

 

L'autoproduzione è davvero alla portata di tutti. Lo dimostra questo manuale pratico e semplice che spiega come realizzare lo stretto indispensabile con ingredienti reperibili ovunque. Il risparmio economico è garantito e non è l'unico vantaggio dell'autoproduzione, poiché quest'arte permette di riscoprire il piacere di "arrangiarsi", impiegando il proprio tempo in qualcosa di costruttivo e soddisfacente. Una sorta di ritorno alle origini che ci proietta verso la speranza di un futuro più sostenibile.

ISBN 9788868671051

La giovinezza di Shlomo

30/06/2015 — Stefano Iori

  € 10,00   

 

La vita di Shlomo Batai, nato a Tel Aviv alla fine della Guerra dei sei giorni, sembra essere segnata dalla tragedia. La morte, che si prende la madre dopo averlo dato alla luce, lo accompagna nell'adolescenza e domina lo scenario della sua giovinezza. Col passare degli anni Shlomo si consegnerà al silenzio e all'azione sospesa, coltivando un amore per la conoscenza e lo studio che diverranno lo scudo dietro al quale egli si cela, la dimensione entro cui si tufferà per rispondere al dolore e all'apatia. Le ferite si rimargineranno, lasciando tuttavia il posto a cicatrici perenni. Lia, primo amore, segnerà la sua formazione, che, tra amarezze e sorprese, si snoderà lungo molteplici strade, a volte tortuose. Solamente il ritrovamento, al sopraggiungere della maturità, di alcuni testi del padre, scoperti dopo la sua morte, segneranno la svolta. Sarà un viaggio, con l'idea di una trasformazione, all'inseguimento delle proprie origini ma con occhi puntati verso il futuro, a permettere una rinascita possibile. La giovinezza di Shlomo è un romanzo di formazione che avvolge e travolge il lettore, moltiplicando motivi di riflessione e possibilità di scoperta.

Stefano Iori è nato a Mantova nel ’51. Giornalista professionista, dopo aver recitato per il Teatro Autonomo di Roma fonda la compagnia Ipadò, per la quale, dal 1979 al 1984, firma otto regie. Si rivela alla critica e al pubblico con l’apprezzata monografia critica I Grandi del Cinema: Tinto Brass (Gremese Editore, Roma 2000). Varie le sue collaborazioni, tra cui la cura di testi di promozione culturale dei territori per l’Editoriale Giorgio Mondadori. Negli anni più recenti ha firmato tre sillogi poetiche: Gocce scalze (Roma 2011), Sottopelle (Ferrara 2013, con prefazione di Gio Ferri) e L’anima aggiunta (Roma 2014, edizione italiano-inglese con prefazione di Beppe Costa). Nel 2014 è stato premiato con menzione nell’ambito del Premio Lorenzo Montano (sezione Una poesia inedita). Sue liriche sono pubblicate su prestigiose antologie, fra tutte l’Enciclopedia di Poesia Contemporanea pubblicata nel 2013 dalla Fondazione Mario Luzi. Si occupa di promozione e critica della poesia. La giovinezza di Shlomo è il suo primo romanzo.

ISBN 9788868670788

De La Tour
Il peccato del tennista

16/06/2015 — Mauro Acquaroni

  € 10,00   

 

Edmond Darrel nemmeno sapeva chi fosse Edmond Dantés eppure, oltre all'assonanza del nome, aveva molte cose in comune con il Conte di Montecristo. È stato però Denzel Washington a spiegargli cosa doveva fare, dopo quello che gli era successo. Non è giustizia, non è vendetta, non è piacere, è solo la vita. Non è un noir, non è un giallo, non è un romanzo rosa, nessuno di questi colori, è solo una storia raccontata da Mauro Acquaroni.

ISBN 9788868670672

Leone de' Sommi Hebreo e il teatro della modernità

04/06/2015 — Giorgio Pavesi

  € 12,00   

 

In seno alla comunità ebraica la festa di Purim assolve a funzioni sociali e ludiche simili al carnevale e viene festeggiata con balli, canti e rappresentazioni teatrali. A Mantova in pieno Rinascimento la qualità degli spettacoli, organizzati dagli ebrei, ha raggiunto un tale livello da suscitare l’interesse dei Gonzaga. Durante il governo dei duchi Guglielmo (1550-1587), e Vincenzo (1587-1612), si affida agli ebrei il compito di provvedere alla gestione degli allestimenti per le feste di carnevale e di rappresentanza. Leone de’ Sommi, (1525-1591) corago dell’Università israelitica mantovana, ha il compito di creare, organizzare, coordinare e approntare tutti i soggetti che concorrono alla messinscena. Il palcoscenico che fin dal Medioevo era il luogo dove il giudeo era confinato al ruolo di figura derisoria, rozza ed esecrabile, con de’ Sommi diventa la sede della mediazione fra ebrei e cristiani. L’ebreo è portavoce di una sapienza millenaria da valorizzare attraverso la divulgazione e l’interazione con la società in cui opera. L’azione di de’ Sommi non si limita alla semplice realizzazione dello spettacolo ma, come commediografo, pur attenendosi alle regole teatrali, modula il testo per rivestirlo di un significato morale “tassare i vizi ed esaltare le virtù”. In particolare con l’opera Commedia del fidanzamento (1550) (nell’originale Tzachut bedichuta de-qiddushin) de’ Sommi prende spunto dalla tradizione, anche linguistica, biblica e talmudica, per scrivere la prima commedia in ebraico che, stravolgendo i precetti rabbinici, esalta la duttilità letteraria e la bellezza poetica della lingua sacra. Il teatro è un mezzo, ma la letteratura è la pietra angolare per costruire la modernità. Forte dell’esperienza maturata nell’allestimento degli spettacoli, stampa il trattato Quattro dialoghi in materia di rappresentazioni sceniche (1556-1586) in pratica il primo manuale di regia che – sulla base di rigorose premesse teoriche, o meglio di poetica drammaturgica dello spettacolo – definisce una chiara metodologia della messinscena teatrale moderna.

Giorgio Pavesi, nato e residente a Mantova, è un chimico e un “musicofago” con particolari interessi in ambito artistico-culturale. Collabora con il gruppo teatrale Il Palcaccio di Mantova e con l’Associazione Organistica “Girolamo Cavazzoni”; è inoltre socio dell’Associazione di cultura ebraica Man Tovà – La città della manna buona, con cui collabora per l’ideazione di eventi. In particolare ha curato l’edizione degli anni 2008, 2009, 2011 della rivista musicale Vox organalis, nell’ultimo numero della quale si approfondiscono gli interventi operati dalle comunità ebraiche mantovane nel processo di crescita e sviluppo del territorio. In collaborazione con Federico Lorenzani ha pubblicato, per l’Associazione “Giuseppe Serassi” di Guastalla (RE), la ricerca documentaria relativa all’organo Serassi op. 625 di Formigosa (MN).

ISBN 9788868670856

Acuto

31/05/2015 — Carla Magnani

  € 10,00   

 

Elisa ha una vita invidiabile, tranquilla, avvolta dalle granitiche certezze che è riuscita a costruirsi negli anni. Ma una telefonata da oltreoceano cambia tutte le carte in tavola. Elisa è costretta a fron-teggiare un passato che pensava di aver sepolto, gli anni dell'università, il Sessantotto a Pisa e… Marco. Dopo aver affrontato le sue più grandi paure, la protagonista sarà davvero pronta a mollare il salvagente e lasciarsi trasportare dalla corrente? Una storia di forza e di coraggio tutta al femminile, dagli anni Settanta ad oggi.

Carla Magnani è nata in Toscana, a Piombino, ma da molti anni risiede in Lombardia. Laureata in Lettere Moderne, ha insegnato in diversi istituti superiori e scuole medie della provincia di Milano e di Brescia. In passato ha vinto alcuni premi di poesia. Acuto è il suo romanzo d'esordio.

ISBN 9788868670849

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Il caso Satanas

31/05/2015 — Fausto Bertolini

  € 10,00   

 

Chi ha rapito la deliziosa bambina down e per quale motivo? Sembra che dietro si celi una setta legata ai culti di Mitra, la divinità orientale in voga nell’antica Roma. Sarà il commissario Codilupo, detto Lupo, a indagare nel tentativo di risolvere Il caso Satanas. Un giallo-poliziesco avvincente e intrigante, narrato con uno stile brioso e incalzante. Una vicenda che si svolge in una misteriosa Roma sotterranea, dove ancora resistono antichi enigmi e inquietanti segreti.

Fausto Bertolini, scrittore mantovano nato nel ’44. Una laurea in filosofia e un master in psicologia del profondo. Regista formatosi presso l’Accademia di arte drammatica del “Piccolo Teatro” di Milano, diretto allora da Giorgio Strehler. Assistente di Fellini (Il Casanova) e di Bertolucci (Novecento), ha lavorato vent’anni in qualità di regista per la R.A.I. L’angelo sulla credenza, edito da Mursia è il suo best seller. Con Gilgamesh Edizioni ha pubblicato Negli occhi delle donne – Vita sentimentale di Cartesio (2011), Telebordello (2012), L’amore ai tempi del cole-sterolo (2015) e Il caso Satanas (2016).

ISBN 9788868670153

Offerte di carta

31/05/2015 — Alejandro Murguía

  € 7,00   

 

Una consuetudine messicana vuole che preso un foglietto di carta e scrittovi un desiderio, affinché questo si realizzi, il foglio va letto e dato alle fiamme, lasciando che si disperda nell'aria. Si presenta così Alejandro Murguìa, sesto poeta laureato di San Francisco, con la sua prima raccolta di poesie in Italia, intitolata appunto "Offerte di carta". Il libro esce in una prima edizione composta da 79 copie (il 19 luglio del '79 iniziò, in Nicaragua, il periodo sandinista, e Murguìa partecipò da volontario alla rivolta) numerate e autografate. Interamente tradotto da Alessandra Bava, ha in copertina un ritratto dell'autore fatto dall'amica poetessa anglo-svedese Agneta Falk. Ad arricchire ulteriormente il libretto, all'interno, un ritratto di Alejandro, realizzato dal poeta statunitense Neeli Cherkovski. Le poesie selezionate esplicitano tutta la poetica di Murguìa: i forti richiami a Lorca, a Neruda, e al mondo sudamericano si fondano a quelli della società statunitense, col fare poetico che ancora oggi anima San Francisco. Sono poesie che già in prima lettura suscitano una carica fisica che l'autore "scarica" sul foglio durante le sue performance.

ISBN 9788868670269

L'albero di Salomone

04/05/2015 — Carmela Mantegna

  € 8,00   

 

Salomone è un bambino nato in una famiglia che gestisce una libreria di paese. Dal primo momento in cui i suoi occhi si sono spalancati sul mondo, non ha fatto altro che vedere e respirare libri, sentire, lette per lui dai genitori, storie bellissime e incredibili. Un turbinio di emozioni e l'abitudine a utilizzare tutta la sua fantasia e immaginazione, sono il regalo più grande che il papà e la mamma gli hanno lasciato prima di salire in cielo. Salomone cresce sano e intelligente. Diventa un insegnante e racconta storie ai suoi alunni, trasmettendo loro l'amore per i libri. E quando un giorno, ormai anziano, esprime il desiderio che i suoi volumi non vengano dispersi, Dio, volendolo esaudire, convince le foglie di un grandissimo albero a lasciare il posto a quei meravigliosi libri che diventeranno la stupenda chioma dell'Albero di Salomone; così tutti i bambini potranno raccoglierne a volontà, come fossero dei frutti messi a disposizione di tutti. Età di lettura: da 8 anni.

ISBN 9788868670917

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook3

La stirpe di Zoltan

30/04/2015 — Michela Tafelli

  € 10,00   

 

Nel regno di Zoltan si prepara il matrimonio di Lord Rascal, il più giovane dei tre fratelli che lo governano, ma... lui non ne è al corrente! L'intreccio di intrighi politici che si dipanano tra i Regni d'Occidente è orchestrato da Lord Darkle, il vero sovrano di Zoltan, sulle tracce dell'antica stirpe delle Streghe, di cui ha in segreto ereditato le conoscenze magiche. Quando poi la guerra voluta dal fratello maggiore Roland si sposta nel regno di Garuda, riportando inevitabilmente alla vita una misteriosa entità rimasta sigillata per mille anni, la stirpe di Zoltan si troverà di fronte alla più ardua delle prove. La sete di conoscenza e potere, il desiderio di proteggere le persone amate, la brutale lotta per la sopravvivenza: il destino travolge le vite di uomini e donne trascinati in un viaggio nell'ignoto fino a una battaglia finale che supera ogni immaginazione. Benvenuti nel Regno di Zoltan.

ISBN 9788868670603

I segreti di Zoltan

30/04/2015 — Michela Tafelli

  € 10,00   

 

I tre Lord di Zoltan e i loro compagni sono riusciti nell'impresa di attraversare l'inesplorato Oceano delle Tempeste, ma al ritorno in patria scoprono che i loro regni sono stati invasi da mostri ritenuti leggendari; e il clima di paura in cui sono sprofondati i Regni d'Occidente sta mettendo ancora più in pericolo il precario equilibrio di coesistenza tra creature magiche e umani. La provenienza di queste creature è uno dei molti segreti celati dall'ancestrale Castello di Cathbirth, magica prigione in cui mille anni fa vennero rinchiusi dal popolo delle Streghe come punizione per i loro crimini. Determinati a riportare la pace, Darkle e i suoi alleati dovranno rimettersi in viaggio per trovare e affrontare l'implacabile nemico che si nasconde dietro questa nuova, enorme minaccia; ma prima dovranno svelare i molti misteri che dal lontano passato influenzano il presente, per conquistare con la vittoria un nuovo, inaspettato futuro.

ISBN 9788868670634

Re infecta

31/03/2015 — Mauro Novellini

  € 15,00   

 

La morte di un bambino sulle strade di San Martino dall'Argine, suo paese natale, dà il via a un vortice di cambiamenti che travolgeranno la vita di Marco Marelli, professore di lettere in un liceo mantovano. Sulla riscoperta delle amicizie di vecchia data e sulle rivelazioni familiari domina lo spettro oscuro della "re infecta", l'azione incompiuta che degenera con troppa facilità. Fra colpi di scena e risvolti drammatici Mauro Novellini accompagna il lettore in un percorso di presa coscienza di sé e delle proprie origini, in un romanzo ricco di suspense ambientato sulle rive del fiume Oglio.

ISBN 9788868670399

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook3

L'amore ai tempi del cole-sterolo

01/03/2015 — Fausto Bertolini

  € 10,00   

 

Chi sostiene che il colpo di fulmine sia un incanto che può toccare solamente due giovani, dopo aver letto questo romanzo dovrà ricredersi. Quando un cuore infartuato fa le bizze e ti spedisce dritto dritto in una corsia di ospedale, e allora pensi che la parte migliore della tua vita sia trascorsa, ecco che, mentre stai leggendo il capolavoro di Gabriel García Márquez "L'amore ai tempi del colera", ti si para davanti la Fermina Daza della tua senilità. Una donna anziana, come te, ma con un sorriso che ti manda in estasi. Galeotto diventa allora il libro di Márquez, e tu, come un provetto Florentino Ariza, ti metti a corteggiarla, pur sapendo che di mezzo c'è l'anima irrequieta del defunto marito di lei. E poi c'è il terzo incomodo, il Juvenal Urbino delle balere della Bassa Padana, l'aitante rivale d'amore chiamato il Gladiatore per il suo portamento. Mentre tu devi fare i conti con un cuore bypassato e bucato...

ISBN 9788868670597

Omocrazia

01/03/2015 — Adriano Bernasconi

  € 10,00   

 

Sei un uomo di trentadue anni, hai una vita serena e nulla potrebbe turbare la placida armonia del tuo quotidiano. Ma t'innamori. T'innamori di lei, che forse non è la più bella, ma certo è come l'hai immaginata da tempo. C'è però un problema: è una donna. Questo è profondamente sbagliato, nel tuo mondo un uomo può amare solo un uomo: "i Simili con i Simili" recitano i sacerdoti del Tempio e, perfino, il Motto del Ministero. Agli occhi del mondo sei un diverso, un pervertito. Però dentro di te senti che non può essere vero. Senti che l'amore che hai per questa donna è un dono troppo prezioso perché venga calpestato e negato. Decidi di reagire e combattere, sacrificando la tua tranquilla, serena vita e il matrimonio con l'uomo che hai sposato. È un normale quartidì di metà brumaio, e hai deciso di cambiare il mondo. Benvenuto in Omocrazia.

ISBN 9788868670481

Lassù qualcuno mi ama?

01/03/2015 — Guido Manuli

  € 8,00   

 

Da quando l'uomo ha raggiunto lo stadio evolutivo ultimo di homo sapiens, la domanda che immediatamente gli è sorta spontanea è stata: "Ma lassù qualcuno mi ama?...". Un dilemma esistenziale che ha impegnato i migliori cervelli della storia, una priorità che può fare la differenza tra l'essere felici e il sentirsi abbandonati a se stessi in un mondo ostile e fortemente competitivo. E a un uomo dei giorni nostri, che si trovi a passeggiare per New York, colto da improvvisa sfiga, viene spontaneo chiedersi se esista davvero qualcuno cui votarsi quando tutto sembra andare a rotoli. Un'esilarante graphic novel, una storia che vi farà rimpiangere di non essere rimasti organismi monocellulari.

ISBN 9788868670238

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook1

Cartoline dal muro

01/03/2015 — Sara Bellingeri

  € 10,00   

 

Victor è un uomo strano e cinico che dopo aver trascorso l'esistenza viaggiando in continuazione per il mondo vive in totale solitudine circondato da pareti tappezzate di cartoline. Tabita è una giovane donna che si nutre di libri e pensieri bizzarri senza aver mai avuto il coraggio di allontanarsi da chi ama. Pur così diversi qualcosa li accomuna: entrambi traghettano con sé un oscuro e doloroso segreto. Come due solitudini che emergono dallo sfondo di un periodo instabile che travolge ogni cosa, i destini di Victor e Tabita si intersecano tra le mura di un palazzo fatiscente, abitato da personaggi tragicomici e tormentati. In costante bilico tra stupore e paura, sogno e ironia, rabbia e irrefrenabile desiderio di vita, il loro incontro li porterà a rivelarsi senza reticenze, ma tutto questo deve prima passare attraverso un insidioso e affascinante gioco al "massacro" che pretende un segreto in cambio di un altro, intrecciando storie, eventi, ricordi ed emozioni fino a un esito imprevisto. A far loro compagnia una miriade di cartoline, un bouquet di Wizard Scarlet e il giradischi più sfortunato del mondo. Nasce così un romanzo che permette non solo di viaggiare attraverso numerosi luoghi ma anche di raggiungere gli abissi più profondi dell'anima, pur restando nella stessa stanza. Sono infatti le parole l'ingrediente magico che permette tutto questo. Le parole per raccontare la vita, perché per Victor e Tabita in qualche modo "tutte le storie sono vere".

ISBN 9788868670658

Sogni di tregua

01/01/2015 — Basir Ahang

  € 9,00   

 

Esule vagabondo / malinconico ma ardito / con un bagaglio di racconti di guerra e dolore, così si descrive in una delle sue poesie Basir, rifugiato politico in Italia da alcuni anni. Questi versi sono la sua vita e la strada che lo ha portato dall'Afghanistan al nostro paese, una strada lungo la quale il poeta lascia un canto d'amore verso il suo popolo, quello della minoranza Hazara, perseguitata sin dai tempi dell'Impero Ottomano, sì, perché l'arrivo dell'ISIS, che tanto ci viene propinato dai mass-media, è soltanto l'ultima piccola fetta di una ben più grande torta su cui i potenti ringhiano e sbavano. Poesia a tratti dolce e amara che arriva da una cultura di chi ancora parla e scrive il farsi. Spesso crediamo di sapere ormai tutto sull'Afghanistan, ma ci sbagliamo, basta leggere i versi di Basir per conoscere parte di ciò che non ci viene detto: di famiglie smembrate e divise; di Bamiyan, Kapisa e Kabul; di uomini donne e bambini obbligati ad offrire il proprio corpo al mare; di studenti assassinati; di persone schiavizzate; di persone che sognano come sogniamo noi; di bambini che nel silenzio generale muoiono anche nei nostri confini. E il sogno più grande è la libertà.

Nato in una famiglia di etnia hazāra, Basir Ahang si è laureato presso l'Università di Kabul in Storia e Letteratura persiana, con una tesi sulla poesia contemporanea dell'Afghanistan. Ha iniziato a scrivere per alcuni giornali locali ed ha fondato, lavorandovi come produttore radiofonico, Radio Malistan. Nel 2006 ha iniziato a collaborare con il quotidiano italiano La Repubblica. Lo stesso anno il fotografo e giornalista italiano Gabriele Torsello venne rapito dai Talebani. Basir Ahang è stato coinvolto nella liberazione del giornalista, ottenendo informazioni venendo a conoscenza dell'identità dei rapitori. A seguito del rilascio di Torsello, ha subito minacce di morte ed è stato costretto a lasciare il paese. Per questo motivo è stato accolto in Italia come rifugiato politico nel 2008. Nel 2009 e 2010 si è recato in Grecia per documentare la tragica situazione dei rifugiati. Questo suo lavoro è raccontato nel documentario La voce di Patrasso e in molti articoli su riviste online, tra cui Kabulpress, sito del quale è responsabile per la sezione relativa ai diritti umani. Con il giornalista Kamran Mir Hazar ha fondato il sito Hazarapeople con l'intento di richiamare l'attenzione nei confronti della popolazione Hazara, etnia di cui fa parte. Insieme hanno realizzato un'antologia con contributi poetici di 125 poeti da 68 paesi diversi e con inclusa una lettera rivolta al segretario delle Nazioni Unite, firmata anche da Premi Nobel e Pulitzer. Ha lavorato per l'UNHCR e pubblicato articoli su Al Jazeera, BBC Persian, Deutsche Welle. Nel 2014 è stato candidato al premio Images and Voice of Hope's negli USA. Nello stesso anno ha recitato nel cortometraggio L'ospite del regista Amin Wahidi, vincitore, nel 2014, del premio Città di Venezia.

ISBN 9788868670887

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook1

Dell'inutile

01/01/2015 — Serse Cardellini

  € 8,00   

 

Con la consueta passione e maturità Serse Cardellini dà una ulteriore prova di quanto possa servire la lettura ma, direi, l'arte in genere, ripercorrendo così alcuni altri grandi autori che dell'inutile si sono occupati in passato: da Pavese a Leopardi fino a Giorgio Manganelli. Ci si chiede, e Serse lo chiede a noi lettori, quanto e se sia ancora utile scrivere e continuare ad "esercitare" il mestiere di scrittore (perlopiù non riconosciuto, specie da noi). Un saggio, un monologo, una motivazione filosofico-poetica che non dà risposte, bensì una serie infinita di domande, la risposta deve darla il lettore - se ancora è presente - in questa grande bolgia di libri che affolla la società contemporanea, diffusa ormai ovunque, senza considerare se i bestseller siano libri utili da leggere, giustificando la quantità industriale di tali copie presenti ovunque. Un libro che aiuterà certamente quelli che si pongono e si curano di queste tematiche.

ISBN 9788868670894

Il re del tango

01/08/2014 — Carla Menaldo

  € 10,00   

 

La storia di un musicista e di una grande passione nata nelle balere e nelle sagre dell'Emilia. Dal liscio come cultura delle tradizioni popolari, all'amore per il tango argentino e la sua evoluzione in tango nuevo, passando attraverso il mito della Parigi dell'arte. Miro, musicista spaccato tra la mercificazione lisciaiola del suo talento e la spinta evolutiva del suo genio, verso una sua propria interpretazione del tango, s'innamora di una donna che non sa trattenere, una donna che sarà, per tutto il libro, la voce narrante, ora esplicita, ora celata. Una storia d'amore che non diventa mai carne, condannata a un ruolo ancellare da un'altra passione assoluta e imprescindibile: quella per la musica. Così, scappato dal mondo delle balere in declino, Miro torna nella città-musa Parigi; ci torna alla ricerca del tango perfetto, l'unico che può, forse, restituirgli per intero il suo genio e la sua donna. Ma quando arriva tutto si mescola, il presente e il passato, i vivi con i morti, e la sua urgenza compositiva lo trascina nell'ombra della follia, alla ricerca di Nina, quella donna che forse altri non è che quell'unico e inevitabile tango.

ISBN 9788868670139

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook3

La rosa di Ledmore Vale
Rovi di sangue per l'ispettore Trollope

01/01/2014 — Carolina Giorgi

  € 10,00   

 

Settembre 1890. Il brutale omicidio di una ragazza squarcia la pungente notte della campagna inglese. Strani disegni dipinti col sangue vengono ritrovati sul suo corpo, riaprendo vecchie ferite mai rimarginate lungo i confini di Ledmore Vale, dove i delitti non si arrestano. E proprio da questi segni rossi si snoda l'indagine del tormentato e meticoloso ispettore Trollope, addentrandosi in un rovo oscuro di vicende che intrecciano amore e morte, passione e vendetta, segreti e misteri fino a coinvolgere tabù e simboli dal sapore esoterico. Con la sua scrittura Carolina Giorgi coltiva una rosa di accadimenti e personaggi in cui ogni petalo è potenzialmente pericoloso e sospettabile senza mai dare tregua ai dubbi. 2La rosa di Ledmore Vale. Rovi di sangue" per l'ispettore Trollope è anche un tributo al giallo investigativo e alle atmosfere del periodo ottocentesco, con la volontà di non tralasciare quelle spine e quei colori che parlano di passioni senza tempo.

ISBN 9788897469544

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook1

Suonosettenari

01/01/2014 — Carlo Sturani

  € 10,00   

 

ISBN 9788868670504

Il ritorno
Storie migrabonde

01/01/2014 — Ana Kramar

  € 10,00   

 

Questo libro è un puzzle: di ricordi, nostalgie, desideri, di perdite e di ritrovamenti. La scrittura di Ana Kramar nasce dall'esigenza profonda, umana ancor prima che letteraria, di ricostruire un mondo perduto, distrutto dalla guerra e dalla lontananza, ed è guidata da una vivida immaginazione che sopperisce ai ricordi, quando questi si rivelano incerti o troppo dolorosi. Eppure l'autrice non sfugge certo il dolore, anzi se ne serve per fondare una piccola epica dello sradicamento sulle macerie delle memorie; uno sguardo, al tempo stesso intimo e sociale, assolutamente vitale, a metà tra la disperazione e la speranza, tra il sogno e la reminiscenza. Persino la lingua "matrigna" di cui si serve è funzionale a questa volontà di ri-creare qualcosa che esca dalle secche del memoriale e che si presenta al lettore come un mondo concreto, coraggioso, che guarda al domani e a un'umanità interetnica finalmente pacificata dalla condizione comune della provvisorietà. Da queste storie migrabonde emerge una "potenza ombelicale", un ponte personale e culturale sul quale Ana Kramar si muove con la disinvoltura di un'equilibrista.

ISBN 9788897469728

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Il porcellino salvadanaio

01/01/2014 — Hans Christian Andersen

  € 10,00   

 

Un porcellino salvadanaio, ricco di monetine, è il giocattolo più prezioso di tutta la stanza, consapevole della sua importanza rispetto agli altri giochi. La ricchezza, in fondo, da sempre dà potere. Immobile, dall’alto dell’armadio, osserva la “vita” degli altri giocattoli. Un giorno però, coinvolto dal divertimento degli altri, per “errore” scivola, andando in frantumi, facendo così uscire tutte le monetine che lo abbandonarono immediatamente… La ricchezza non ha valore assoluto nella vita, sceglierla come fine ti impedisce di condividere con gli altri una vita gioiosa, rendendoti solo e isolato. Meglio quindi un salvadanaio “vivo” e mezzo vuoto, che un ricco porcellino “morto”. L’opera, fedele all’originale di Hans Christian Andersen, è concepita e illustrata divinamente da Srimalie Bassani per dare un’impronta moderna a una storia sempre attuale. Età di lettura: da 7 anni.

Hans Christian Andersen (Odense, 2 aprile 1805 – Copenaghen, 4 agosto 1875) è stato uno scrittore e poeta danese, celebre soprattutto per le sue fiabe. Tra le sue opere più note vi sono La principessa sul pisello (1835), Mignolina (1835), La sirenetta (1836), Il soldatino di stagno (1838), Il brutto anatroccolo (1843), La regina delle nevi (1844), e La piccola fiammiferaia (1848).

Srimalie Bassani, nata nel 1986, è un’illustratrice freelance, laureata nel 2009 all’Accademia di Belle Arti di Verona. Selezionata per il Master di illustrazione Ars in Fabula di Macerata, conferma la sua passione più grande: l’illustrazione di libri per l’infanzia. Nel 2012 pubblica il suo primo libro La storia più bella. Alcuni suoi lavori vengono pubblicati per l’Editore Portoghese digitale Lisbon Labs. Attualmente sta lavorando a diversi progetti in via di pubblicazione. Difficilmente riesce a separarsi dalla sua scrivania, piena di libri, fogli, matite, tazze di tè e gatti che le fanno compagnia mentre lavora. Il porcellino salvadanaio è il primo libro illustrato per Gilgamesh Edizioni.

ISBN 9788868670047

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook1

Assalto al castello

01/07/2013 — Maurizio Ferrante Gonzaga

  € 15,00   

 

Ogni angolo d'Italia, dai borghi medievali di cui la penisola è disseminata ai palazzi storici delle grandi città, racchiude pagine sconosciute e avvincenti di storia, spesso dimenticate, ma di cui rimangono tracce negli affreschi, nei dipinti, nelle mura secolari. Il principe Maurizio Gonzaga del Vodice, nel suo romanzo storico "Assalto al castello", ha ricostruito una pagina di storia che ci trasporta nell'Italia dei primi anni del XVI secolo, dominata dalle lotte, spesso cruente, tra i signori dei vari territori sui quali incombevano gli interessi (e combattevano i mercenari) delle due superpotenze dell'epoca: la potenza guelfa (ovvero i principi allineati con la Chiesa di Roma) e la potenza ghibellina (facente capo al Sacro Romano Impero).

ISBN 9788897469391

L'ospite indesiderato
Burn city

01/01/2013 — Francesco Torreggiani

  € 11,00   

 

A Burn City più che altrove la realtà non è qualcosa di consolidato. I suoi confini fluttuano, si modificano e cedono alle incursioni dell'"impossibile", termine che alle orecchie del detective Parker suona scarsamente significativo, mentre il tenente Karter dovrà rivedere gran parte delle sue convinzioni, dopo aver avuto a che fare con sedute spiritiche, misteriose sparizioni e criminali davvero sui generis. Per fortuna può contare sul valido appoggio di un esperto dell'occulto e di una squadra che, per quanto abituata alla sonnacchiosa provincia texana, è in grado di farsi trovare pronta di fronte a ogni evenienza. In questa sua opera prima Francesco Torreggiani attinge abbondantemente al mondo del fumetto e del cinema di genere, giocando con i cliché e divertendosi a condurre il lettore nel suo personale universo dove, al di là dei modelli di riferimento decisamente pop, l'unica stella polare è quella della fantasia. Quasi una graphic novel, da leggere tutta d'un fiato.

ISBN 9788897469704

Funzioni non verbali
Vivere giocando con una matita in tasca

01/09/2012 — Victor Togliani

  € 12,50   

 

Victor Togliani è stato ed è pittore, scultore, figlio d'arte, musicista, quasi astemio, costruttore di astronavi, daltonico, insegnante, malato di fantascienza ed effetti speciali, fiero sostenitore dell'emisfero cerebrale destro, lettore accanito di Castaneda e di Sitchin, sceneggiatore, sognatore a 360° e, adesso, autore di un'insolita e accattivante autobiografia che, in mezzo a digressioni spiazzanti ma mai banali, ci conduce dietro le quinte di una vita dominata dalla curiosità e dal bisogno di affrontare sfide sempre nuove. Una vita, perfettamente tradotta in una scrittura veloce e ammiccante, spesso scanzonata, portata avanti senza prendersi troppo sul serio, con una matita in tasca e una centrifuga di idee nella testa.

ISBN 9788897469155

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook14

La mente cosmica
Una metafisica del pensiero

01/04/2012 — Roberta Lugoli

  € 12,00   

 

Tutto l'universo partecipa della vita di una mente cosmica, la rete di energia che collega ogni singola parte al Tutto. Grazie alle facoltà pure del Pensiero, siamo in grado di comunicare con essa, sfruttando l'enorme potere delle emozioni. Siamo dotati di uno strumento straordinario che se esercitato adeguatamente cambierà radicalmente la nostra intera esistenza, il modo di pensare e la qualità delle relazioni. La perfezione è dentro di noi, ma dobbiamo recuperarla. Seguendo un cammino che da Platone passa per Cartesio e giunge fino a Freud, Jung e Osho, questo saggio spiega come ciò sia possibile. Indica le vie da percorrere per realizzare il ricongiungimento al Principio e rivela come decifrare i messaggi provenienti dal nostro essere interiore.

ISBN 9788897469117

La comunità dei sogni

01/03/2012 — Daniele Vazquez

  € 15,00   

 

XXII secolo. Scappa, ma scappa davvero e non fare piani, ogni piano ti rende prevedibile, ti espone al nemico, mentre il caso è un potente alleato contro chi pianifica l'ordine del mondo. Non è detto che tu debba andare lontano, talvolta la migliore fuga è nel tuo stesso luogo e, al contrario, c'è un modo di restare che è lo stesso ovunque ti muovi, qui o altrove. Allora: scappi o resti? Se scappi, parti da piccole cose: c'è un modo di baciare che è incomprensibile alle burocrazie e al controllo. C'è anche un modo di sognare che ti permetterà di accedere a una cospirazione che si prende gioco di chi smantella le invenzioni della tua felicità per rivendertele sul mercato. Se l'hai sempre saputo non ti ci vorrà molto per far parte dell'eterorete, ribelli nei sogni e perfetti sconosciuti nella veglia.

ISBN 9788897469131

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook4

La filosofia della natura nel De incantationibus di Pietro Pomponazzi

01/02/2012 — Luca Cremonesi

  € 7,00   

 

Il saggio di Cremonesi scaturisce dal convegno (Verona, 2000), coordinato dal prof. Enrico Peruzzi, dedicato alla figura del filosofo mantovano Pietro Pomponazzi (16 settembre 1462 - 18 maggio 1525) e al suo trattato "De incantationibus", pubblicato postumo nel 1556 a causa del veto dell'Inquisizione, nel quale si sostiene che non esistono accadimenti miracolosi, ma solo eventi naturali per i quali non sia stata ancora trovata una spiegazione. Emerge l'immagine di un Pomponazzi "che ha iniziato veramente la filosofia della Rinascenza" (per usare le parole del filosofo positivista Roberto Ardigò, anch'egli mantovano), dell'umanista che per primo adottò il metodo del "dubbio filosofico", l'approccio conoscitivo che diverrà segno distintivo di grandi pensatori come Galileo, Bruno, Cartesio, e che condurrà alla nascita della moderna epistemologia.

ISBN 9788897469124

Il silenzio che parla al cuore

01/01/2012 — Silvia Savoldi

  € 7,00   

 

ISBN 9788897469209

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Negli occhi delle donne
Vita sentimentale di Cartesio

11/11/2011 — Fausto Bertolini

  € 10,00   

 

L'amore per la conoscenza del filosofo del Cogito passa anche attraverso gli occhi delle donne. Serve o locandiere, regine o ammaliatrici "professioniste": ogni donna porta con sé un segreto che è all'origine del suo fascino peculiare, ma le cui implicazioni vanno ben al di là dell'attrazione fisica. Cartesio non solo lo sapeva, ma di questo segreto aveva anche scoperto la sede: per l'appunto, gli occhi. Occhi di velluto, occhi di ladra, occhi di gatta, occhi di nostalgia. Sono molti gli occhi femminili su cui si concentra l'attenzione di Cartesio, e ogni paio d'occhi sembra scandire una stagione della sua vita. In questa biografia romanzata del grande francese ripercorriamo in parallelo le sue "avventure filosofiche" e quelle amorose, le dotte discussioni con Keplero e i pericolosi convegni notturni con la belle Odille, la rivelazione davanti allo specchio del Cogito ergo sum e il rapporto speciale tra l'anziano Descartes e la giovane "regina filosofa" Cristina di Svezia. Ne emerge un quadro assolutamente coerente del fondatore del pensiero moderno; un uomo la cui brama di conoscenza, che si declina nei modi più diversi, è sempre e comunque amore per la vita in ogni sua forma.

ISBN 9788897469056

La principessa del parco

01/11/2011 — Loredana Rossetti

  € 9,40   

 

Una bambina povera ma generosa va tutti i giorni a dare da mangiare alla comunità di uccellini che popolano il parco di un'antica villa disabitata. La famiglia De Scriccioli, la famiglia Capineris, la signora De Pettirossis e tutti gli altri volatili le si affezionano, e quando un giorno la signora Gazza Ladris porta nel suo nido una corona d'argento rubata chissà dove, la comunità cinguettante decide di incoronare la bambina e di farla diventare La principessa del parco. Età di lettura: da 4 anni.

ISBN 9788897469032

Il kattolico 3

14/10/2011 — Rino Cammilleri

  € 15,00   

 

"Il Kattolico 3" è la terza raccolta degli articoli che l'autore Rino Cammilleri fa uscire ormai da anni sull'omonima rubrica del mensile di apologetica "Il Timone" diretto da Gianpaolo Barra. Una "miscellanea di verità" che tocca gli argomenti più disparati: dalla storia, alla politica, alla cronaca, al cinema con l'intento di fare un po' chiarezza e smascherare gli imbrogli della contraffazione culturale. "Quando inventai la sigla goliardica 'il kattolico' ero giovane e avevo ancora negli occhi le scritte sui muri dei rivoluzionari con la mutua e le ferie pagate: Craxi con la croce uncinata al posto della 'x', Kossiga con la kappa e le 'esse' tracciate a mo' di SS. L'uso della kappa in luogo della 'c' dura faceva molto lingua tedesca, il tedesco faceva molto nazista e nazista (o fascista, era lo stesso) era chiunque si opponesse alla Rivoluzione. Da qui la decisione di provocare mettendomela da solo, la kappa. Anche perché dava, come tutti i simboli, un'idea immediata e sintetica. Il messaggio era: qui parla un cattolico tosto, di quelli che non porgono l'altra guancia (di Cristo, non la propria) e non hanno peli sulla lingua. Del resto, la polemica è un genere letterario.

ISBN 9788897469087

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook1