La Rogas Edizioni nasce a Roma nel 2015, affermandosi fin da subito come una realtà estremamente attenta alla qualità e alla cura del prodotto editoriale. Scrivono e collaborano con la casa editrice numerosi intellettuali e studiosi, che contribuiscono allo sviluppo di un progetto culturale forte e riconoscibile. La Rogas rivolge la sua attenzione, in particolare, alle scienze sociali, politiche e umanistiche, oltre a svolgere fin dalla sua nascita un lavoro di recupero di classici della letteratura inglese.

 

 PDF    LISTINO    XLS 

CATALOGO  PDF 

Dal grigio alla stella
Gianni Rivera. Alessandria, Milano e il suo mondo

02/12/2019 — Mimma Caligaris, Bruno Barba

  € 17,70   

 

Alessandria, città distaccata, timida, introversa, scostante, appena uscita dalla guerra con ferite profonde, e il calcio come speranza e passione. E poi Milano, la Milano anni Sessanta, non ancora “da bere” eppure già “così vicina all’Europa”, rutilante, agra e vivace, motore economico e culturale dell’Italia intera. In queste due città, e in quell’epoca di boom, si svolge la vicenda sofferta, romanzata e bellissima del calciatore italiano più controverso e disincantato, più forte, più bello e più ammirato di tutti: Gianni Rivera il prodigio, il Golden Boy, il polemico, l’abatino, l’eroe di “Italiagermaniaquattroatre”. Questo testo cerca di fare giustizia della vita di un vero campione, che ha ricevuto tanta ingratitudine – dalla sua città natale, dai “padroni” del suo Milan, dai suoi tifosi e dagli avversari – ma anche tanti attestati di stima. Due su tutti: il Pallone d’Oro del 1969, primo italiano, e l’ammirazione di Pelé, che disse, alla vigilia della finalissima del ’70: “Perderemo di sicuro, perché se Rivera sta in panchina significa che avete 11 giocatori più bravi di lui…”

Mimma Caligaris, giornalista sportiva, responsabile della redazione sport del gruppo editoriale Il Piccolo – SoGed, corrispondente del quotidiano Tuttosport. Ha scritto tre libri sull’Alessandria Calcio, 80voglia di Grigio (insieme a Marcello Marcellini, 1992, Edizioni Il Borgo), NovantAlessandria (2002, SoGed Editrice) e Grigi100 (2012, SoGed Editrice), e due instant book. Autrice di Eterno Fausto (2019, Editrice SoGed), dedicato a Fausto Coppi per il centenario dalla nascita. Fra le sue pubblicazioni anche Gli ex voto di Castellazzo (2004, Editrice SoGed). Ha partecipato al progetto e al catalogo di Alessandria Città delle biciclette, fa parte del comitato tecnico di AcdB Museo Alessandria. Ha scritto uno dei racconti del libro Rivera, Rivera, Rivera (2016). Vincitrice dei premi Welcome Castellania (2013) e Franco Marchiaro (2018).

Bruno Barba, ricercatore di Antropologia all’Università di Genova, studia il meticciato culturale e il sincretismo religioso del Brasile. L’altra sua area di ricerca è il calcio nei suoi significati antropologici di “fatto sociale totale”. Tra le sue pubblicazioni: Dio Negro, mondo meticcio (Seid, Firenze, 2013); No país do futebol. Brasile 2014: il calcio torna a casa (effequ, Orbetello, 2014); Rio, Ritratto di una città (Odoya, Bologna, 2015); Calciologia. Per un’antropologia del football (Mimesis, Milano, 2016); San Paolo, Ritratto di una città (Odoya, Bologna, 2017); 1958. L’altra volta che non andammo ai Mondiali (Rogas, Roma, 2018); Meticcio. L’opportunità delle differenza (effequ, Orbetello, 2018).

ISBN 9788899700317

Vera o i nichilisti
Dramma in un prologo e quattro atti

02/12/2019 — Oscar Wilde

  € 13,70   

 

“Dietro Vera ci sono tutte le donne che di lì in poi hanno ingaggiato, sovente con il prezzo della galera o addirittura della vita, la lotta per affermare i propri diritti nella fabbrica, nella società, nella famiglia, lasciando traspirare la grande ammirazione che Wilde nutriva per le donne, in primis per le attrici, che si contrapponevano allo stereotipo vittoriano, per quella che Sara Grand definirà la “New Woman”. Dietro i nichilisti si scorgono, con il senno di poi, i gruppi e le organizzazioni che combatteranno contro le disuguaglianze e la violenza razziale o omofoba. […] Non è un caso, quindi, che nel 2014, il 12 febbraio, dopo centoquaranta anni di silenzio imposto, le battute di Vera o i nichilisti siano tornate a risuonare su di un palcoscenico, ancora una volta e forse non a caso newyorchese”

Alessandro Gebbia

Oscar Wilde (Dublino, 1854 – Parigi, 1900), drammaturgo, poeta, romanziere e saggista, è una delle figure di riferimento della cultura europea della seconda metà del XIX secolo. Esponente del decadentismo e dell’estetismo, è autore di numerose opere entrate nella storia della letteratura, dalle commedie L’importanza di chiamarsi Ernesto e Un marito ideale al romanzo Il ritratto di Dorian Gray. Strenuo oppositore della morale vittoriana, perseguitato per la sua omosessualità, ha incarnato alla perfezione la figura del dandy. Vera o i nichilisti è uno dei suoi lavori meno noti e fortunati.

ISBN 9788899700300

La Repubblica nel pallone
Calcio e politici, un amore non corrisposto

02/12/2019 — Fabio Belli, Marco Piccinelli

  € 13,70   

 

I politici hanno sempre guardato il calcio con un certo interesse. Raramente questo sguardo è stato ricambiato, nelle intenzioni e nei fatti. Dall’avvento della Repubblica a oggi in Italia è raro che i protagonisti della politica siano rimasti immuni dal fascino del football. Tifosi più o meno dichiarati, insospettabili manovre dietro le quinte, scelte di cuore o meramente di propaganda. Dai Presidenti della Repubblica a quelli del Consiglio, leader di sinistra inspiegabilmente ammaliati dal potere bianconero, guerriglieri con la nemesi degli arbitri, aspiranti sindaci, ex capi ultrà divenuti segretari di partito e segretari di partito con abitudini da capo ultrà. Il calcio nostrano, e non solo, spesso ha intrecciato le sue storie con quelle di chi era seduto, o siede ancora, sugli scranni più alti del Belpaese. E forse proprio qui sta il fascino: il potere passa, la palla continua a rotolare libera.

Fabio Belli è nato a Roma il 5 agosto 1980. Giornalista pubblicista con esperienze nella carta stampata e nella conduzione radiofonica sempre in ambito sportivo, ha pubblicato con Marco Piccinelli Calcio e martello. Storie e uomini del calcio socialista (Rogas). Sarebbe bello spendere una frase a effetto tipo “ama il calcio di una volta”, come pure è vero, ma in realtà anche con quello moderno “ce sta a ròta”.

Marco Piccinelli è nato il 26 gennaio 1992. Scrive cose, vede gente. Insieme a Fabio Belli ha scritto Calcio e martello. Storie e uomini del calcio socialista (Rogas). Loda i grandi poderi ma preferisce coltivarne uno piccolo.

ISBN 9788899700324

Sport e scienze sociali
Fenomeni sportivi tra consumi, media e processi globali

15/10/2019 — Luca Bifulco, Mario Tirino

  € 19,70   

 

Il volume analizza, con gli strumenti concettuali delle scienze sociali, le diverse modalità con cui lo sport attraversa la società contemporanea e la vita quotidiana, in un’epoca contrassegnata da imponenti processi di globalizzazione, mediatizzazione e commercializzazione dei fenomeni sportivi, specie in ambito professionistico. Redatti da differenti prospettive, i saggi raccolti in questo libro sono uniti dalla consapevolezza del ruolo rilevante esercitato dallo sport su relazioni sociali, pratiche contemporanee di consumo, processi socio-economici e politici e finanche sulle relazioni internazionali. Le analisi qui proposte confermano come per le scienze sociali lo studio dello sport costituisca un’opportunità significativa per riconsiderare una serie di fenomeni imprescindibili della società contemporanea, quali la stratificazione, i conflitti e le solidarietà sociali, le identità, i consumi, i processi mediali, le relazioni politiche, la centralità degli immaginari e delle narrazioni socioculturali, l’incidenza del mercato, le trasformazioni della vita quotidiana.

Luca Bifulco insegna Sociologia e Sociologia dello Sport nel Dipartimento di Scienze Sociali dell'Università degli Studi di Napoli Federico II. Tra i suoi scritti: La famiglia e il matrimonio. Proprietà, dominio e conflitto (Novalogos, 2018), A tutto campo. Il calcio da una prospettiva sociologica (Guida, 2014, con F. Pirone), Rituale dell’interazione e conflitto (Ipermedium libri, 2010). È direttore della rivista “Eracle. Journal of Sport and Social Sciences”.

Mario Tirino è assegnista di ricerca presso l’Università degli Studi di Salerno. Ha curato i volumi Flash Gordon. L’avventurosa meraviglia: mito, immaginario e media (NPE, 2019), I riflessi di Black Mirror. Glossario su immaginari, culture e media della società digitale (Rogas, 2018, con A. Tramontana), Romanzi e immaginari digitali. Saggi di mediologia della letteratura (Gechi, 2017, con A. Amendola), Saccheggiate il Louvre. William S. Burroughs tra eversione politica e insurrezione espressiva (Ombre corte, 2016). I suoi interessi di ricerca comprendono la sociologia delle culture audiovisive, la mediologia della letteratura e del fumetto e la teoria dei media. Dirige, con G. Frezza e L. Di Paola, “L'Eternauta. Collana di studi su fumetto e media”.

ISBN 9788899700331

Dite la vostra, mr
Darcy. Pubblico e privato in Jane Austen

08/09/2019 — Adalgisa Marrocco

  € 12,70   

 

Come nella vita, anche nel romanzo l’individuo definisce se stesso in funzione dell’Altro, mai senza l’Altro, mai contro l’Altro. La questione dell’intersoggettività è relativamente recente ma decisiva per l’indagine filosofica, psicologica e sociale, e senz’altro emergente già tra Settecento e Ottocento, quando Jane Austen vive e scrive, e in cui la nascente dialettica tra i concetti di pubblico e privato lascia presupporre un intreccio di relazioni tra vedere ed essere visto, tra interno ed esterno.

Elizabeth e Darcy sono esseri umani su carta che definiscono se stessi attraverso le loro azioni e relazioni verso/con l’alterità. Azioni e relazioni fatte di reciproco adattamento, di riflessioni e auto-riflessioni, di scelte e scarti. Per giungere all’accordo, per superare “l’orgoglio e il pregiudizio”, per arrivare a comprendere di “essersi sbagliati in tutto” e diventare finalmente maturi.

Questa lettura di Orgoglio e pregiudizio illustra come le identità dei protagonisti, così come le loro appartenenze, non siano separabili dalle identità degli altri, perché solo coniugate al plurale si realizzano nell’accoglienza reciproca, nella ricerca della solidarietà e nell’esercizio della comune responsabilità per il mondo e per la vita sociale.

Prefazione di Beatrice Battaglia

Adalgisa Marrocco, pontina classe 1991, è collaboratrice del giornale “Huffington Post”, blogger e anglista. Scrive cose, ne legge e ne traduce altre. Autrice di due raccolte di racconti (Supermarket e altri racconti indigesti, Edizioni La Gru, 2014; Meglio dei Duran Duran, Marco Del Bucchia Editore, 2016). Ha curato la collana di classici di letteratura inglese di Rogas Edizioni e ha tradotto, tra gli altri, testi di Jane Austen, Virginia Woolf e Arthur Conan Doyle.

ISBN 9788899700348

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook5

Il furfante inglese

27/06/2019 — Richard Head, Francis Kirkman

  € 24,70   

 

"È proprio nell'uso del termine "novel" adottato da Head che si trova la chiave definitoria del ruolo e dell’importanza de Il furfante inglese. Ne stabilisce non solo la primogenitura ma anche la genealogia, contraddicendo ogni successiva interpretazione e teorizzazione critica e stabilendo un nuovo e rivoluzionario punto di partenza del romanzo inglese.
[...] Il vero motivo di tutto ciò è da ricercarsi in Meriton Latroon e nelle avventure che lo vedono protagonista […] in un crescendo di rocambolesche avventure, tutte frutto di un ingegno e di una furbizia non comuni, si trasforma, di volta in volta, in mendicante, ladro, giocatore d’azzardo, apprendista presso un mercante, truffatore, bandito di strada."
(dall'introduzione di Alessandro Gebbia)

Richard Head (1637-1686) e Francis Kirkman (1632-c. 1680), entrambi drammaturghi, scrittori, stampatori e librai, sono tra i protagonisti del mondo letterario londinese della seconda metà del Seicento. Il furfante inglese (1665) è stata la loro opera più famosa e controversa che ha riscosso uno straordinario successo commerciale per più di un secolo, prima di cadere nell'oblio. Head è stato autore di numerose altre prove narrative, tra cui The Read Sea, The Floating Island e The Western Wonder. Kirkman, oltre alle altre tre parti che costituiscono il seguito de Il furfante inglese, ha curato la raccolta dei trolls di Robert Cox, The Wits, or Sport upon Sport, e ha scritto la biografia romanzata di Mary Carleton, The Counterfeit Lady Unveiled.

ISBN 9788899700294

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook10

Mutazione e cyberpunk
Immaginazione e tecnologia

02/05/2019 — Franco Bifo Berardi

  € 14,70   

 

Nei primi anni Novanta scrissi i testi che compongono Mutazione e cyberpunk, un libro che uscì a Genova, con l'editore Costa e Nolan. Quel libro è la sintesi delle scoperte letterarie e filosofiche del decennio precedente, ma anche la mia introduzione personale e politica all'epoca nuova che si poteva condensare intorno alla parola “Internet” che aveva cominciato a circolare. Da Deleuze e Guattari avevo imparato che l'attività del filosofo è prima di tutto quella di creare nuovi concetti, e nuove parole capaci di incarnare concetti. Infosfera, psicosfera psicochimica, ciberspazio e cibertempo, Tecnomaya, cosmovisione barocca: ecco le parole che avevo catturato nelle mie letture e che cercavo di tradurre in strumenti per l'analisi di una realtà che stava emergendo confusamente.

Franco Berardi, detto Bifo, è scrittore, saggista, mediattivista e teorico della comunicazione. È stato fra i fondatori della rivista "A/traverso" (1975-1981) e di Radio Alice (1976-1978), prima radio libera italiana. Ha insegnato Teoria dei media all'Accademia di Belle Arti di Milano, al PEI di Barcellona e all'Institute for Doctoral Studies in Visual Arts (Boston, Spannocchia). Negli ultimi dieci anni ha tenuto conferenze in università di tutto il mondo. Fra gli ultimi libri in italiano, Futurabilità (Produzioni Nero, 2018), Il secondo avvento. Astrazione, apocalisse, comunismo (DeriveApprodi, 2018), Quarant'anni contro il lavoro (DeriveApprodi, 2017). I suoi volumi sono tradotti e pubblicati in numerose lingue.

ISBN 9788899700270

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook3

L'eterna crisi delle scienze umanistiche
Se ne intravede una fine?

29/03/2019 — Hans Ulrich Gumbrecht

  € 9,70   

 

“Mi oppongo all'idea che le scienze umanistiche stiano diventando sempre più ineluttabili, prima di tutto perché, se domani esse cessassero ovunque la loro attività, un decimo della popolazione mondiale istruita (qualunque cosa si voglia intendere per ‘istruzione’) lo noterebbe a malapena. In alcuni paesi lo si apprenderebbe da articoli di mezza pagina, ma a coloro che non fanno parte di questo ambiente le scienze umanistiche non mancherebbero affatto. Dobbiamo dunque abituarci al pensiero che lʼumanità possa tranquillamente sopravvivere senza di loro.” Con prefazione di Alberto Abruzzese.

Hans Ulrich Gumbrecht (Würzburg, Germania, 1948) è un teorico della letteratura. I suoi studi spaziano dalla filosofia alla storia culturale, dalla filologia alla letteratura, passando per l’epistemologia del quotidiano. È Professore Emerito “Albert Guérard” di Letteratura alla Stanford University. È stato inoltre Professor Attaché al Collège de France e, dal 2013, Catedratico Visitante Permanente all’Università di Lisbona.

ISBN 9788899700287

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook6

L'immaginario rubato
Senza arte, ogni società è indifesa

20/02/2019 — Fabrizio Catalano

  € 14,70   

 

Anno 2019: come aveva previsto Victor Hugo in Melancholia, un progresso snaturato e innaturale ha finito per dare un'anima alla macchina ed estirparla dall'uomo. Il cinema, che avrebbe potuto e dovuto essere la summa di tutte le arti, è invece divenuto strumento e complice dell'aridità finanziarizzata in cui oggi il genere umano è immerso fin quasi al soffocamento. Depauperato e deriso, il patrimonio artistico europeo è stato saccheggiato dall'industria cinematografica nordamericana e usato per condizionare e indottrinare il pubblico. Ma, mentre il nostro continente, mai come adesso vecchio, sembra non avere la forza di reagire, forse c’è ancora una speranza...

(con interviste a Roland Devolder, Giulio Sapelli, Josefina Nucci Howell, Laura Fanti, Mariano Equizzi)

Fabrizio Catalano (Palermo, 14 ottobre 1975). Regista e drammaturgo, dopo aver diretto diversi documentari e cortometraggi, si è dedicato prevalentemente al teatro, riscuotendo un notevole successo di pubblico e di critica con alcuni spettacoli tratti dalle opere del nonno Leonardo Sciascia (Il giorno della civetta, Todo modo, A ciascuno il suo, La scomparsa di Majorana) e non (Amore intorno al vuoto, Dannata bellezza). È stato per tre anni direttore artistico del Teatro Regina Margherita di Racalmuto. È anche autore di due di romanzi (Una goccia d’ambra nella neve, La profanazione del pudore), di articoli e saggi brevi. Ha inoltre tradotto dal francese liriche e testi teatrali di Charles Van Lerberghe, Georges Rodenbach, Émile Verhaeren, Auguste de Villiers de l’Isle-Adam.

ISBN 9788899700263

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook4

Questo odio non ti somiglia
Omosessualità in divisa

18/01/2019 — Carlo Scovino

  € 19,70   

 

“l’idea che vi fosse un gruppo di persone che in sé possedevano sia la condizione di essere omosessuali o transessuali, sia la condizione di essere persone in divisa, mi sembrava dirompente rispetto agli stereotipi esistenti nel mondo LGBTI, nel mondo delle forze dell’ordine e in generale nella società italiana, dove ogni aspetto tende a essere ideologizzato: essere omosessuali è di sinistra, essere poliziotti è di destra. Queste due caratteristiche apparentemente in conflitto, questa discrepanza, per me era molto interessante. Di fatto come LGBTI in divisa ci troviamo a vivere una doppia discriminazione: come omosessuali nei nostri ambienti di lavoro e non, e come persone in divisa nell’ambiente LGBTI e non.”

Libro patrocinato dalla Sezione Italiana di Amnesty International.

Carlo Scovino vive a lavora a Milano. Collabora da oltre un decennio con Claudio Mencacci, past president della Società Italiana di Psichiatria, su progetti innovativi di riabilitazione psichiatrica che hanno come focus la cittadinanza attiva, l’empowerment, i diritti e l’inclusione sociale, ed è docente a contratto per l’Università degli Studi di Milano.

Con Rogas ha pubblicato Love is a human right. Omosessualità e diritti umani (2016).

ISBN 9788899700256

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook11

Gramsci reloaded
Una teoria sociale della cultura

03/12/2018 — Antonio Gramsci

  € 14,70   

 

Nelle strette della sua prigionia, Antonio Gramsci, giorno dopo giorno, riga dopo riga, scrive una lunga serie di note, analisi, saggi brevissimi, spesso parziali, su cui torna in qualche caso a più riprese. La sua lotta per sopravvivere, intellettualmente e materialmente, lo porta così a dare vita ai Quaderni dal carcere, uno dei grandi testi del Novecento. In quest’opera Gramsci ingaggia un corpo a corpo con i paradossi della cultura popolare e del ruolo degli intellettuali, e lancia un prezioso messaggio di dissidenza morale e politica.

In questo volume antologico i brani essenziali dei Quaderni dal carcere vengono raccolti e riorganizzati secondo una nuova interpretazione del pensiero gramsciano, provocatoriamente sganciato dalle letture del marxismo ortodosso e riportato alla sua dimensione schiettamente in-attuale, anche alla luce delle influenze che esso ha saputo esercitare in tutto il mondo, laddove sono presenti le contraddizioni del potere e dell’ineguaglianza.

Antonio Gramsci, nato ad Ales (CA) nel 1891, è stato uno dei maggiori filosofi e pensatori politici del Novecento. Segretario del Partito Comunista d’Italia nel 1924 e fondatore, nello stesso anno, de "L'Unità", è stato uno degli ispiratori della sinistra mondiale. Catturato e incarcerato come oppositore dal regime fascista nel 1926, muore a seguito della durissima prigionia nel 1937, a Roma. I Quaderni dal carcere, insieme alle Lettere, sono studiati in tutto il mondo.

Fausto Colombo è Professore ordinario di Teoria della comunicazione e dei media e di Media e politica presso la Facoltà di Scienze politiche e sociali dell’Università Cattolica di Milano, dove dirige il Dipartimento di Scienze della Comunicazione e dello Spettacolo. Ha tenuto corsi in diverse università straniere, ed è membro dell’Academia Europaea. Tra i suoi ultimi libri Il potere socievole. Storia e critica dei social media (B. Mondadori, Milano, 2013) e Imago Pietatis. Indagine su fotografia e compassione (Vita e Pensiero, Milano, 2018).

ISBN 9788899700218

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

#likeforlike
Categorie, strumenti e consumi nella social media society

05/11/2018 — Alfonso Amendola, Simona Castellano, Novella Troianiello

  € 16,70   

 

Food porn, gattini, selfie, unicorni, fenicotteri rosa, wanderlust, rich kids of instagram, design, fake news, viralità, millennials. Se si potesse tracciare una mappa per avventurarsi nei meandri dei contenuti presenti sui social network, i punti nevralgici passerebbero da qui, un insieme schizofrenico di immagini, dati, profili che distinguono, accomunano, riuniscono o separano, milioni di profili, utenti, persone. Miliardi di contenuti in quello che è un overload continuo di informazioni da fruire nel minor tempo possibile, completamente e necessariamente immersi nella dimensione del flusso. Questo volume, scritto a sei mani, vuol indagare la fitta rete dei social network, attraverso un’analisi sociologica e tassonomica delle categorie che emergono nel mondo online, dalla relazione dei social media con il tempo effimero, al concetto di innovazione, al legame con la nostalgia, dal rapporto tra brand e social, al problema dell’informazione tra realtà e finzione, al legame tra pubblici e influencer opinion leader.

Alfonso Amendola è professore di Sociologia dei media classici e media digitali presso l’Università degli Studi di Salerno. Il suo percorso di ricerca si muove su un crinale tra dispositivi digitali, consumi di massa e culture d’avanguardia. Tra i suoi ultimi libri: Edgar Allan Poe across disciplines, genres and languages (con L. Barone, Cambridge Scholar, 2018) e Il sentimento del frangibile. Per una sociologia del dandy (Mondadori, 2019).

Simona Castellano è dottoranda in Scienze della Comunicazione presso l’Università degli Studi di Salerno, con un progetto di ricerca su consumi e social media. Collabora con le cattedre di Sociologia dei processi culturali e Media classici e digitali. Giornalista-pubblicista dal 2013, collabora con diverse testate online.

Novella Troianiello è dottore di ricerca in Scienze della Comunicazione presso l’Università degli Studi di Salerno con un progetto di ricerca sulla distribuzione televisiva Over The Top, in un’analisi comparata tra Regno Unito e Italia. Visiting Student presso l’University of Nottingham, collabora con le cattedre di Sociologia dei processi culturali e Media classici e digitali. Si occupa principalmente di Media Studies, con un’attenzione particolare verso gli immaginari televisivi e le culture del digitale.

ISBN 9788899700225

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook3

I riflessi di «Black Mirror»
Glossario su immaginari, culture e media della società digitale

05/11/2018 — AA.VV.

  € 19,70   

 

Black Mirror è una serie televisiva antologica in grado di interrogare in maniera radicale il senso del rapporto tra l’uomo, la società e le tecnologie nel tempo presente. Questo volume si propone quale glossario a più voci, con l’obiettivo di interpretare, nelle trame dell’angosciante distopia messa in scena, il mutamento delle culture, dei media e degli immaginari nella società digitale globalizzata in cui viviamo.

Mario Tirino è assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Scienze Politiche, Sociali e della Comunicazione dell’Università di Salerno. Si occupa di sociologia delle culture digitali e audiovisive, di mediologia della letteratura e di media theory. Ha pubblicato circa cinquanta saggi in volumi collettivi e riviste accademiche. Ha curato, con Alfonso Amendola, i volumi Romanzi e immaginari digitali. Saggi di mediologia della letteratura (Gechi, 2017) e Saccheggiate il Louvre. William S. Burroughs tra eversione politica e insurrezione espressiva (Ombre Corte, 2016).

Antonio Tramontana è dottore di ricerca presso l'Università di Messina. Si occupa delle forme con cui si esprime il mutamento sociale attraverso due direttrici: la teoria sociale e l'immaginario collettivo. I temi di ricerca su cui ha pubblicato e partecipato a convegni scientifici e internazionali hanno avuto come oggetto: le implicazioni generate dall'uso della tecnologia digitale nelle dinamiche collettive, la chirurgia estetica, la paura, il terrorismo, il mistero, la fatalità, il male e il gioco.

ISBN 9788899700232

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook10

La città polifonica
Saggio sull'antropologia della comunicazione urbana. Ediz. illustrata

02/10/2018 — Massimo Canevacci

  € 25,70   

 

«La Città Polifonica è stata la mia prima ricerca empirica basata sull’antropologia urbana. A São Paulo ho appreso a vivere un mix di straniero e familiare; osservare ogni dettaglio con sensibilità micrologica; rifiutare generalizzazioni e stereotipi; percepire le mie reazioni emotive come parte della ricerca; vivere la mia solitudine durante il perdersi nei flussi della metropoli. Riflessività e dialogica imposero il loro metodo: il ricercatore dialoga con i diversi e contrastanti sé che emergono sul campo.»

Massimo Canevacci. Docente di Antropologia Culturale presso la Facoltà di Scienze della Comunicazione – Università di Roma “La Sapienza”. Come Visiting Professor è stato invitato in diverse università europee, a Tokyo (Giappone), Nanjing (China). Dal 2010, è Professor Visitante in Brasile. Tra i suoi libri: Fetichismos Visuales, UOC, Barcellona, 2018, Antropologia della comunicazione visuale, Milano, Postmedia Books, 2017, La linea di polvere, Meltemi, Milano, 2017.

ISBN 9788899700249

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

L'eroe negato
Omosessualità e letteratura nel Novecento italiano

27/07/2018 — Francesco Gnerre

  € 22,70   

 

Dagli inizi del Novecento alla contemporaneità, un percorso inedito nella letteratura italiana alla ricerca dell’amore che non osava pronunciare il suo nome, un amore proibito da censure esterne o da forme di autocensura degli scrittori stessi. Riletti oggi, alcuni testi dei lontani anni del secolo scorso rivelano sorprendenti slanci liberatori, altri coprono di veli verità appena sussurrate, ma tutti sono indispensabili per la ricostruzione di una storia e di una tradizione negate.

Francesco Gnerre, originario di Santa Paolina (AV), vive e lavora a Roma, dove ha insegnato materie letterarie nelle scuole superiori e Teoria della letteratura all’Università Roma 2 Tor Vergata. È autore di testi scolastici (tra gli altri, ha curato un’edizione della Divina Commedia, Petrini, Torino, 2015) e di studi di sociologia della letteratura. Tra le sue pubblicazioni, La biblioteca ritrovata. Percorsi di lettura gay nel mondo contemporaneo (Rogas, 2016).

Commenti alla prima edizione:

“Il saggio più ricco ed esauriente in materia che esista in Italia” (Aldo Busi)

“Gnerre ha il merito di aver affrontato in modo estensivo e ragionato un aspetto incandescente della creatività letteraria. Smascherandone stereotipi, rimozioni, pregiudizi. E casi di autocensura” (Enzo Golino)

“L’eroe negato sarà un libro utile per chi si occupa di letteratura come doverosa integrazione critica di tante letture imbarazzate e reticenti, e si rivelerà certamente pieno di interessanti scoperte per chi ama “leggere omosessuale” (Gianni Rossi Barilli)

ISBN 9788899700201

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook8

Screens wide shut
Cinema e massoneria

03/07/2018 — Vincenzo Sacco

  € 19,70   

 

Massoneria. Ordine iniziatico d’ispirazione illuminista che persegue, con ogni mezzo, il perfezionamento dell’umanità.

Cinema. Una tecnica agli inizi, le cineprese dei fratelli Lumière registrano la vita sedici, poi ventiquattro fotogrammi al secondo.

E se uno dei mezzi usati dalla massoneria per perseguire il perfezionamento dell’umanità fosse proprio il cinema? Screens Wide Shut è il primo, l’unico e il definitivo studio sul rapporto fra cinema e massoneria.

La storia, i segreti, le immagini nascoste, i massoni famosi, nel cinema e nelle serie tv…

Così sopra, così sotto.

Vincenzo Sacco è nato nel 1987, il 28 dicembre, cento anni dopo la prima proiezione pubblica del cinematografo dei fratelli Lumière nel seminterrato di un locale parigino. Autore dei romanzi Pornozeus e Il ragazzo che non voleva morire, fondatore del blog letterario Librisenzagloria.com, ha lavorato alla distribuzione cinematografica di oltre cinquanta lungometraggi italiani e internazionali e numerosi eventi cinematografici di successo. Oggi è direttore della divisione distribuzione di Altre Storie, e nella stessa società partecipa allo sviluppo e alla realizzazione produttiva di diversi film per cinema e televisione.

ISBN 9788899700195

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

1958
L'altra volta che non andammo ai Mondiali

31/05/2018 — Bruno Barba

  € 19,90   

 

A sessant’anni di distanza, il nostro paese si ritrova immerso in un incubo: vivere il campionato del Mondo di calcio da spettatore e non da protagonista. La Svezia fa, curiosamente, da filo conduttore: oggi ci ha eliminato, allora ospitò un Mondiale elettrizzante e spettacolare, che vide le gesta di Pelé, Garrincha e di un Brasile assurto finalmente alla gloria del calcio dopo la “tragedia del Maracanã” di otto anni prima. Analogie, ricordi, narrazioni del tempo passato che spingono a varie riflessioni. Com’era il Brasile, com’era il mondo, com’era l’Italia e com’era il calcio dell’epoca? Tra speranze di pace e conservatorismo politico, bossa nova brasiliana e l’immortale “Volare” di Modugno, boom economico nascente e tensioni da guerra fredda, conquiste spaziali e rock and roll, questo testo è l’occasione per focalizzare l’attenzione su “un anno decisivo” come si disse allora. Con il calcio che funge da più che un pretesto per leggere dinamiche sociali, eroi, fatti antichi e nuovi della nostra vita.


Bruno Barba è ricercatore di Antropologia del Dipartimento di Scienze Politiche – Scuola di Scienze Sociali – dell’Università di Genova. Studia da più di vent’anni il meticciato culturale e il sincretismo religioso del Brasile. L’altra sua area di ricerca è il calcio e i suoi significati antropologici. Tra le sue pubblicazioni Bahia, la Roma negra di Jorge Amado (Unicopli 2004); Un antropologo nel pallone (Meltemi, 2007); La voce degli dei. Il Brasile, il candomblé e la sua magia (cisu 2010); La trentatreesima squadra. Il sogno del mondiale con 23 giocatori da sogno (effequ, 2010); Dio Negro, mondo meticcio (Seid 2013); No Paìs do futebol: il calcio torna a casa (effequ, 2014); Meticcio (effequ 2015); Calciologia. Per un’antropologia del football (Mimesis 2016), Rio de Janeiro. Ritratto di una città (Odoya, 2015); San Paolo, ritratto di una città (Odoya, 2017).

ISBN 9788899700171

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook3

La bomba voyeur

16/04/2018 — Alfredo Zucchi

  € 14,90   

 

Un ragazzo – il puer – è in fuga dal potere; una società segreta anela al potere. Le due traiettorie spingono per ricongiungersi.

La bomba voyeur è un dramma satiresco. Gli eventi si compiono nell’Italia della fine della guerra fredda – la decantata fine della storia. Una lotta è in atto: quella di ognuno dei personaggi per “sfidare il senso ad apparire”. Per mezzo del metodo mitico, del teatro dell’assurdo, degli occulti rimandi metatestuali e del metodo sperimentale, la lotta contagia la struttura del romanzo. Il veicolo del conflitto diventa l’oggetto del conflitto: è il pensiero stesso. E una cosa è essere e pensare e desiderare e disperare.

L’unità delle fiamme. Pierre Klossowski.

Al contrario, non si edifica nulla senza riflessione o costanza. Sforzi continui e intelligenti sono necessari alla minima creazione. Così c’è una bella differenza tra lasciarsi andare e cercare di risalire la corrente. Roger Caillois.

Alfredo Zucchi - Napoli, 1983 - ha vissuto, studiato e lavorato a Napoli, Bruxelles e Barcellona. Dal 2014 vive a Vienna. Ha fondato e codirige il litblog Crapula Club, scrive sulla rivista Cattedrale. Suoi articoli, racconti, interviste e traduzioni sono apparsi su Nazione Indiana, Sotto il vulcano, Zest Letteratura sostenibile e Pagine Inattuali.

ISBN 9788899700188

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook9

L'isola dei Pine
Ediz. inglese e italiana

16/02/2018 — Henry Neville

  € 14,90   

 

«Alla fine di giugno del 1668, in piena Restaurazione e durante il regno di Carlo II, viene pubblicato a Londra L’isola dei Pine ovvero la recente scoperta di una quarta isola nei pressi della Terra Australis, Incognita, la cui paternità il frontespizio attribuisce a Henry Cornelius Van Sloetten, nome fittizio dietro il quale si cela Henry Neville. Il volumetto, di appena una quarantina di pagine, racconta del ritrovamento, in una lontana e sconosciuta isola nell’emisfero australe, di una numerosa comunità, formata dai discendenti di George Pine, il quale, con quattro donne, vi aveva fatto naufragio circa un secolo prima. Composto da due parti – il resoconto del Capitano olandese che ha effettuato la scoperta e la relazione redatta dallo stesso Pine - sembra inserirsi in quella tradizione di resoconti di viaggio e di descrizione delle nuove scoperte geografiche che, tra Cinquecento e Seicento, costituisce uno dei corpi più interessanti della nascente produzione letteraria in prosa. In realtà si configura come un primissimo archetipo romanzesco della storia della letteratura inglese e l’antesignano del Robinson Crusoe.» (dall’introduzione)

Henry Neville (1620-1694) è stato un importante uomo politico durante e dopo il periodo di Cromwell. Acceso repubblicano, viene bandito da Londra nel 1654. Solo dopo la morte di Cromwell, viene rieletto al Parlamento, si impegna nel dibattito costituzionale e aderisce al Rota Club di Harrington. Dopo il ritorno di Carlo II, viene arrestato e rinchiuso nella Torre di Londra con l’accusa di cospirazione. Caduta l’accusa, si reca in Italia dove soggiorna a Firenze e a Roma, stringendo solidi rapporti con la Corte medicea e la Curia romana. Neville è stato autore di importanti pamphlet politici (The Parliament of Ladies, Newes from the New Exchange, Shuffling, Cutting, and Dealing in a Game at Picquet), del saggio Plato Redivivus, or A Dialogue Concerning Government e del romanzo L’isola dei Pine. È stato anche apprezzato traduttore di Machiavelli (La storia di Firenze, Il Principe, La vita di Castruccio Castracani e una miscellanea delle altre prose)

A cura di Alessandro Gebbia

Traduzione di Marilena Capuzzimati

ISBN 9788899700164

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook5

Nel paese degli amori maledetti

22/12/2017 — Beatrice Battaglia

  € 17,90   

 

Dal ritrovamento di un diario, scritto sotto l’effetto di un innamoramento tra una studentessa e un muratore, scaturisce la ricostruzione di una traumatica storia d’amore che, apparentemente rimossa, ha profondamente segnato la vita della protagonista. Sotto la semplicità del linguaggio quotidiano questo vibrante racconto di Giulietta e Romeo nei primi anni sessanta nasconde una complessità che va oltre il conflitto, pure determinante, tra ragione e sentimento, orgoglio e pregiudizio sociale, fino a entrare nel cuore di interrogativi vitali sulla natura dell’eros e di emozioni che le donne del futuro forse non proveranno più. Un libro sessista? Un ironico controcanto alle sfumature di grigio? O un provocatorio diverso femminismo? Due voci narranti – una poco più che bambina, l’altra più che matura – s’intrecciano per illuminare, come la luce lunare nel paese degli amori maledetti, il sempre meraviglioso, ineluttabile mistero di Eros.

Beatrice Battaglia, già docente di letteratura inglese all’Università di Bologna, esperta di scrittura femminile, è la più autorevole specialista italiana di Jane Austen, autrice di La zitella illetterata (2009), e di numerose pubblicazioni sul romanticismo e sulla distopia: Paesaggi e misteri. Riscoprire Ann Radcliffe (2008), Nostalgia e mito (1998), La critica alla cultura occidentale (2006), Orwell oggi Orwell (2013). Con lo pseudonimo Desde da Bagni sono usciti la memoria Quell’albero di Casumaro (2015) e, presso Rogas, il volume di poesie e prosa, Gocciole di mito (2017).

ISBN 9788899700140

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

La metropoli come mondo in rovina

13/11/2017 — Alberto Abruzzese

  € 13,90   

 

«… la metropoli ha distrutto la città ma non è riuscita a liberarsi delle sue virtù. Le temibili virtù della civilizzazione. Credo di avere qualche ragione nel dire questo. E vorrei riuscire a dimostrarlo qui con voi, procedendo in ordine sparso. Con il rischio di perdermi. Esattamente come accade a chi si avventura per le strade della metropoli.»

Alberto Abruzzese è Professore Emerito di Sociologia dei Processi Culturali e Comunicativi presso l’Università IULM di Milano. I suoi campi di ricerca: comunicazione di massa, cinema, televisione e nuovi media, con un interesse particolare verso i cambiamenti sociali collegati all’uso diffuso dei media. Tra le sue pubblicazioni: Forme estetiche e società di massa (1973), Lo splendore della TV. Origini e destino del linguaggio audiovisivo (1995), Lessico della Comunicazione (2003), Punto zero. Il crepuscolo dei barbari (2015).

ISBN 9788899700157

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook1

Dublino 90

13/10/2017 — Francesco Scarrone

  € 18,90   

 

Dublino, 1990. Dopo esser stato squalificato per aver truccato una partita, il calciatore Ted Sullivan viene reintegrato in squadra nel tentativo di recuperare una stagione fallimentare. Ma gli anni sono passati, per lui e per gli altri, e il calcio non è l'unica preoccupazione che affligge Bob McDermot, lʼestroverso allenatore dei Ramblers, che coinvolge Sullivan in una serie di tragicomiche situazioni alla ricerca di una salvezza innanzitutto finanziaria, fra banche, creditori e commercialisti usurai. Una rappresentazione della società e della nefasta realtà economica attraverso le gesta calcistiche di un gruppo di eterogenei disgraziati che sanno rispondere alle difficoltà della vita, colpo su colpo, con umorismo e ironia.

Francesco Scarrone scrive per il teatro e per il cinema. Ha sceneggiato The Repairman per la regia di Paolo Mitton e 1978, chi entra e chi esce per la regia di Alice Filippi. Arno Klein ha rappresentato le sue opere Seguendo il sentiero dei nidi di ragno, Fleurs, Storie nascoste, Un destino dispettoso e Un’isola affollata. Ha scritto Ecuba - ovvero il banchetto dei morti per Franca Nuti, con la partecipazione del Mulino di Amleto. Sempre per Il Mulino di Amleto ha scritto Questo tetto maestoso di fuochi dorati. Ha scritto inoltre un libro, Di lama e dʼocarina, edito dalla Gorilla Sapiens edizioni. Diversi brani di Di lama e d’ocarina sono stati musicati e portati in scena dal gruppo di tango MaMaGré e ne è stato tratto uno spettacolo (Il più grande tanguero della Pampa) tradotto anche in francese.

A volte il calcio ti fa questi scherzi qui. Due squadre, un solo risultato possibile. Uno vince e uno perde, certo. Ma, a volte, quello che perde raccoglie qualcosa di più doloroso che una semplice sconfitta. Cʼè gente che pensa che il calcio sia solo uno sport, solo un gioco. Beʼ, vallo a raccontare a Bob che è solo un gioco. Bob che si è ipotecato la casa, che ha venduto la mia macchina, che ha mandato Karen da sua sorella con la scusa imbecille dei tornadi, Bob che da due anni non vede le sue figlie, che ha rubato i palloni agli handicappati, che ha mentito, giurato il falso, inveito, pianto, riso e gridato. Vaglielo a dire, che è solo un gioco. Vaglielo a dire sul naso, se hai il coraggio.

ISBN 9788899700133

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook14

Gocciole di mito

27/07/2017 — Desde Da Bagni

  € 11,90   

 

nella poesia di Desde da Bagni dominante è l’istinto a cantare il Bene, la Felicità, il piacere, il superamento , dei conflitti; e anche quando il dolore inonda la scena come principale fonte d’ispirazione, permane sempre, impermeabile, un nucleo vitale, di pazienza e resistenza… un tale istinto alla resistenza è connaturato al senso panico e panteistico di appartenenza alla natura e l’ispirazione creativa è manifestazione dei momenti epifanici in cui questo senso di appartenenza e di collegamento armonico anche nella sofferenza, si rivela più forte, e quindi risolutivo e salvifico.

Beatrice Battaglia, già docente di letteratura inglese all’Università di Bologna, esperta di scrittura femminile, è la più autorevole specialista italiana di Jane Austen, autrice di La zitella illetterata (2009), e di numerose pubblicazioni sul romanticismo e distopia: Paesaggi e misteri. Riscoprire Ann Radcliffe (2006), Nostalgia e mito (1998), Orwell oggi Orwell (2013). Dopo la memoria autobiografica Quell’albero di Casumaro (2015), uscirà a breve il romanzo Nel paese degli amori maledetti.

ISBN 9788899700102

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook1

La forza della necessità
Antologia del Radicalismo inglese dei secoli XVIII e XIX

30/06/2017 — Mauro Cotone

  € 19,90   

 

In uno dei periodi più travagliati del mondo moderno, in cui la classe borghese si impadronisce delle leve del potere, un gruppo di pensatori inglesi, partendo dalle premesse filosofiche di John Locke e del materialismo francese, crea un ponte ideale che collega il pensiero illuministico al socialismo, che vedrà la luce nei primi decenni del diciannovesimo secolo. Lʼantologia presenta lʼuniverso frastagliato del Radicalismo inglese.

Mauro Cotone, laureato in Scienze politiche, ex dirigente amministrativo del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, è autore di pubblicazioni di carattere specialistico nell'ambito del pubblico impiego. Ha tradotto e curato, su riviste di settore, testi di pensatori del radicalismo inglese, nonché il trattato La Giustizia Politica di William Godwin (Editrice Trimestre, 1990). Nel 2012 ha tradotto e curato Il Lavoro e i Poveri nella Londra vittoriana, prima traduzione italiana dell’opera del giornalista Henry Mayhew (Gangemi). Ha pubblicato due raccolte di racconti (Tratti di penna, 2009 e La casa di via Donatello, 2011) e il romanzo La bicicletta di Rasputin (2016).

ISBN 9788899700119

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook4

Juvenilia
Ediz. integrale

30/06/2017 — Jane Austen

  € 23,90   

 

I Juvenilia sono le opere scritte da Jane Austen adolescente, dal 1787 al 1793 e corrette anche in seguito fino alla vigilia della pubblicazione di Sense and Sensibility (1811). Il timore che la singolarità e la tagliente ironia di questi scritti giovanili potessero nuocere allʼimmagine della scrittrice impedì la loro diffusione per lungo tempo. Con uno scritto di Virginia Woolf. Introduzione di Beatrice Battaglia.

Jane Austen (Steventon, 1775 – Winchester, 1817) fu autrice di opere che hanno segnato la storia della letteratura inglese. Ricordiamo i sei romanzi canonici: Ragione e sentimento (Sense and Sensibility, 1811), iniziato nel 1797 col titolo Elinore and Marianne; Orgoglio e pregiudizio (Pride and Prejudice, 1813), rielaborazione dellʼinedito giovanile First impressions, la cui stesura era cominciata nel 1796; Mansfield Park (1814); Emma (1816); Persuasione (Persuasion) pubblicato postumo insieme a Lʼabbazia di Northanger (Northanger Abbey) nel 1818.

ISBN 9788899700126

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook1

Sherlock Holmes e lo strano caso di Alice Faulkner

15/04/2017 — William Gillette, Arthur Conan Doyle

  € 16,90   

 

"Una famiglia aristocratica ingaggia il detective per recuperare alcune lettere compromettenti in possesso di Alice Faulkner, una giovane che, con quei documenti, avrebbe potuto vendicare la sorella, ingannata da un nobile e condotta alla morte. Alice, a sua volta, è stata raggirata da una coppia di truffatori e tenuta prigioniera in casa dove viene continuamente maltrattata perché continua a tenere segreto il nascondiglio dei documenti. A questo punto, Holmes interviene e cerca, a sua volta, di ingannare i due malfattori che si rivolgono al Professor Moriarty per recuperare ciò che cercano e per fare uccidere Holmes." (dall'introduzione di Alessandro Gebbia)

Arthur Conan Doyle (1859-1930), nato a Edimburgo, è probabilmente il più celebre autore di gialli di tutti i tempi e, con Edgar Allan Poe, uno dei padri fondatori di questo genere letterario. Dopo aver esercitato la professione medica e aver prestato servizio come ufficiale medico durante la guerra anglo-boera, si dedica a tempo pieno alla scrittura grazie all’immenso successo riscosso dal personaggio di Sherlock Holmes, il detective per eccellenza, immortale protagonista di numerosi romanzi e racconti.

ISBN 9788899700096

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook3

Calcio e martello
Storie e uomini del calcio socialista

15/02/2017 — Fabio Belli, Marco Piccinelli

  € 10,90   

 

«Il Socialismo, immaginato, immaginario, reale e il gioco del calcio. Con i suoi perdenti di successo e i campioni, magari annegati nelle loro debolezze o nell’ineluttabilità della dittatura del proletariato. La povertà dei mezzi e l’innegabile splendore dei fini. Il Patto di Varsavia e le sue propaggini legate al Comecon hanno regalato alla generazione della guerra fredda emozioni violente e storie da tramandare, tra ingenuità di regime e talento infinito. L’Ungheria di Puskas, la Polonia di Lato, l’Urss di Lev Yashin, ma anche Sparwasser, Sollier e la Democracia Corinthiana, perché l’internazionalismo regnava sovrano dove meno te lo aspettavi. » (dalla prefazione di Max Collini)

Marco Piccinelli è giornalista, studente, attivista. Scrive per il Nuovo Corriere Laziale, ha un blog su Formiche. Ha scritto per Controlacrisi.org, Lindro.it, Oltremedianews.com, Terra e il manifesto. Nicchista per vocazione. Generalmente legge parecchio.

12/05/2017: lunga recensione di Antonio Giuliano su Avvenire, pag. 17

ISBN 9788899700072

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook3

Don Giovanni a New York

24/01/2017 — Giovanni Angelini

  € 19,90   

 

John, giovane affascinante pianista biondastro, è afflitto da una tendinite forse d’origine psicosomatica: quando le sue dita affusolate sfiorano i tasti bianchi e quelli neri, dolori improvvisi le paralizzano. Trasferitosi da Cleveland a New York City, vive nel Greenwich Village insieme a Leveret, l’amico nero. Pur amandosi, entrambi si vendono a uomini abbienti per campare. L’incontro casuale con la ricchissima Elvira, smorfiosa ma ingenua figlia di un costruttore mafioso, sconvolge la vita di John, che recupera un’apparente dignità e infine il pianoforte. Elvira si sente trascurata, fugge e si perde, lasciando a John il figlio che hanno concepito: Wolfgang. E la libertà di suonare e comporre. La fama bacia John come in un sogno. Prima del risveglio…

Giovanni Angelini è nato nel settembre del ʼ51 a Viareggio in una casa affacciata sulla splendida spiaggia e sul mare piatto che ribolliva quando soffiavano venti di Libeccio. Da quindici anni risiede nel Sud della Francia e ne sopporta la burocrazia, le carenze mutualistiche. Non ricorda volentieri il proprio passato, tranne un concerto di Arturo Benedetti Michelangeli avvenuto al Teatro Politeama, un pianoforte verticale Steinbach regalo della nonna materna, un L.P. in vinile con l’incisione del Terzo Concerto di Rachmaninov eseguita da Van Cliburn, il dono di Lydia, sua insegnante di piano. E, naturalmente, un’adolescenza sgraziata seguita dagli anni del Piper Club con gli amplificatori Marshall che assordavano di suoni, fin facevano vibrare il diaframma. Molto legge, molto ha viaggiato. Don Giovanni a New York è il suo quarto romanzo edito.

Con il titolo 'Il pianista di Mozart', il romanzo si è classificato al terzo posto nel Premio Guido Morselli per opere inedite.

ISBN 9788899700089

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook1

Love is a human right
Omosessualità e diritti umani

15/11/2016 — Carlo Scovino

  € 19,90   

 

Dai mancati riconoscimenti legislativi fino alle condanne, alle persecuzioni e alle torture, l’omosessualità e l’identità di genere rappresentano purtroppo campi molto “fecondi” per la violazione dei diritti umani più elementari. Questo libro, dopo un’ampia premessa sulla storia sociale dell’omosessualità e sul suo rapporto con le religioni, con la scienza e con la medicina, da un lato offre una approfondita panoramica sui principali trattati internazionali che tutelano l’identità di genere, e dall’altro racconta, attingendo alle ricche documentazioni di Amnesty International, dei casi emblematici di violenze e soprusi che ci ricordano che, nonostante i progressi e gli avanzamenti, la strada da percorrere è ancora molto lunga e piena di difficoltà.

Carlo Scovino vive a Milano a lavora nell’ambito della salute mentale da oltre 25 anni. Collabora da oltre un decennio con Claudio Mencacci, Presidente della Società Italiana di Psichiatria, su progetti innovativi di riabilitazione psichiatrica che hanno come focus la cittadinanza attiva, l’empowerment e l’inclusione sociale. È docente a contratto all’Università degli Studi di Milano, pedagogista e formatore per diversi enti e associazioni. È autore di numerosi articoli sulla lotta allo stigma e al pregiudizio in ambito psichiatrico, sul lavoro di rete e sul riconoscimento dei diritti. Ha già pubblicato per Arcipelago e-book Il tempo libero nella disabilità e Matti per i diritti umani, quest’ultimo con il patrocinio di Amnesty International. Ha svolto attività di formazione anche in Iraq, per conto dell’UNICEF.

Libro patrocinato dalla sezione italiana di Amnesty International "Un libro da leggere per conoscere, per affrontare con saggezza e preparazione uno dei temi più discussi e più attuali, che continua a dividere il mondo intero." (Mangialibri)

ISBN 9788899700065

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook9

Quale sinistra?

19/07/2016 — Tonino Bucci, Giulio Di Donato

  € 11,90   

 

La danno per scomparsa. Le sigle di quella che fino a qualche anno fa era definita la sinistra radicale sono ridotte a minuscoli gruppi politici, divisi tra loro da pregiudiziali ideologiche, quando non consunti dallʼautoreferenzialità. I frammenti superstiti di quella galassia sono precipitati in una condizione di invisibilità, spariti dalla società prima ancora che nei risultati delle consultazioni elettorali. Colpita in primo luogo dalla crisi dei circoli e dei tradizionali canali di militanza di partito, la sinistra radicale soffre ormai da un decennio a questa parte di una frattura fra il proprio linguaggio e il senso comune di un paese che non riesce più a interpretare e a convincere. I due autori provano a comprendere i motivi delle difficoltà della sinistra italiana.

Tonino Bucci Docente di storia e filosofia e giornalista professionista, si è occupato per oltre dieci anni delle pagine culturali del quotidiano Liberazione. Dal 2012 collabora con Il Fatto online scrivendo soprattutto di temi di politica tedesca. Ha vissuto tre anni in Germania, a Francoforte. Attualmente insegna storia e filosofia in un liceo romano.Giulio Di Donato Attivista sul fronte politico e sindacale, ha alle spalle varie forme di militanza politica a sinistra. Eʼ nato e cresciuto a Roma, dove vive, lavora (si barcamena da sempre fra disoccupazione e precariato) e ha studiato (prima giurisprudenza, poi filosofia). Attualmente scrive su diverse riviste cartacee e online.

"Pur essendo un volume piccolo, Quale sinistra? è un testo denso e serio, ben scritto e argomentato, utile a riflettere con buon senso e umiltà sulla condizione della sinistra italiana." (Francesco Marchianò, Huffington Post, 2 settembre 2016) "L’importante è farsi capire da quel 99 per cento della popolazione mondiale che ancora non sa – e attende che qualcuno glielo spieghi a dovere – che il restante 1 per cento possiede la medesima ricchezza di tutti gli altri. Siamo tanti, torniamo a parlarci" (Matteo Pucciarelli, MicroMega, 27 luglio 2016)

ISBN 9788899700058

Sherlock Holmes
Un uomo, un metodo

30/06/2016 — Arthur Conan Doyle

  € 16,90   

 

Nonostante la loro diversità, gli inediti di Arthur Conan Doyle raccolti in Sherlock Holmes: un uomo, un metodo costituiscono un’unità, specie per chi sia curioso di capire l’architettura interna, lo scheletro stesso che porta alla costruzione di quell’edificio armonico e ben progettato che è un giallo ben riuscito. Potrebbe essere quasi una guida per un corso di scrittura creativa. Ma anche un piacevole intrattenimento per chi si limita al gusto della buona lettura.Il volume contiene: La banda maculata (opera teatrale); La fiera di beneficenza; Come Watson imparò il metodo; L'avventura dell'uomo alto.

Arthur Conan Doyle (1859-1930), nato a Edimburgo, è probabilmente il più celebre autore di gialli di tutti i tempi e, con Edgar Allan Poe, uno dei padri fondatori di questo genere letterario. Dopo aver esercitato la professione medica e aver prestato servizio come ufficiale medico durante la guerra anglo-boera, si dedica a tempo pieno alla scrittura grazie all’immenso successo riscosso dal personaggio di Sherlock Holmes, il detective per eccellenza, immortale protagonista di numerosi romanzi e racconti.

“Incrociando per una volta, con soluzione editorialmente originale, le due collane di letteratura inglese (“Darcy”) e di poliziesco (“Dupin”), ecco apparire come dai disordinati cassetti di Baker Street alcune curiosità sherlockiane (extracanoniche o forse deuterocanoniche) tutte da gustare.” (Franco Pezzini, L'indice dei libri del mese, n. 1/2017) "In Italia, il re del giallo non aveva ancora risolto tutto. Dalla vasta produzione di Arthur Conan Doyle su Sherlock Holmes, l'investigatore più famoso del mondo ma alla lunga inviso allo stesso autore che finì col sentirsi prigioniero della sua fama, Rogas edizioni ha scovato e raccolto in un unico volume quattro inediti eterogenei che ora propone alle letture estive." (Alessandro Comin, Il Gazzettino, 30 luglio 2016)

ISBN 9788899700041

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook5

Il miracolo del comunista santo

21/06/2016 — Alessandro Gatto

  € 16,90   

 

14 luglio 1948. Il giorno dellʼattentato a Palmiro Togliatti. Al Policlinico Umberto I il segretario del Partito Comunista Italiano è appena stato operato con successo. Giuseppe Passerini, infermiere di provata fede politica, non può accettare di gettare nel contenitore dei rifiuti organici un pezzo di costola del Migliore. Così, nella distrazione della sala operatoria, se ne appropria. Qualche settimana dopo, una visita ai cattolicissimi suoceri in quel di Livorno si trasforma nellʼimperdibile occasione di prendersi gioco della loro inossidabile fede: la costola viene consegnata a un vecchio parroco, spacciata dal Passerini per la reliquia di un improbabile San Palmiro. Ciò che lʼinfermiere non può prevedere, è che il pezzo dʼosso, in bella mostra ai parrocchiani, si metta a sanguinare… Ne nasce una spassosa commedia degli equivoci che arriva a lambire le alte sfere del Vaticano.

Alessandro Gatto è nato e vive in Toscana e da molti anni lavora nel settore delle tecnologie relative allʼinformazione e alla comunicazione. Si occupa dello sviluppo e della gestione di siti internet, dedicati soprattutto al mondo dei media. Divide il tempo libero tra i suoi cani, la lettura, lʼopera lirica, il giardinaggio e i drama della tv inglese.

ISBN 9788899700034

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook1

Riscenziello

11/04/2016 — Marco Ciotola

  € 15,90   

 

Una sorella in crisi e un nipotino con uno spiccato gusto per l'arte splatter. Un padre ingombrante, saggista di chiara fama che, tra un talk-show e l'altro, rimane genitore impeccabile. Un lavoro di pubblicitario svuotato di qualunque dimensione etica. Inizia così la tragicomica avventura di Vittorio in compagnia dell'ansia, proprio quando si ritrova a curare la campagna di comunicazione per un rinomato quanto discutibile psicoterapeuta di estrazione lacaniana. Su consiglio di Claudia, nuova fiamma e aspirante psicologa, il giovane inizia un percorso di analisi dagli esiti grotteschi. Il risultato letterario è una satira feroce e attualissima.

Marco Ciotola è nato a Napoli, nel 1987. Si è laureato qualche anno fa alla Sapienza di Roma, e ha cominciato a scrivere per diverse testate giornalistiche, sempre a loro insaputa. Attualmente lavora nel campo editoriale. Riscenziello è il suo primo romanzo.

Finalista al Premio Città di Cuneo per il Primo Romanzo 2016 "'Riscenziello', in napoletano, è un ipocondriaco sui generis, uno che si abbandona a facili isterismi e a capricci ingiustificati per sfogare, almeno nel caso di Vittorio, tensioni familiari: ne risulta un tour psicanalitico condito con dosi ben calibrate di una satira irresistibile." (Maria Benni, www.sololibri.net)

ISBN 9788899700027

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook3

Il pensiero in fumo
Giordano Bruno e Pasolini: gli eretici totalitici totali

18/03/2016 — Guido Zingari

  € 12,50   

 

Eresia è un termine solitamente usato in chiave negativa. Attraverso la lettura dell'opera di Giordano Bruno e Pier Paolo Pasolini, Guido Zingari riabilita questo concetto e lo propone come motore di scelte provocatorie contro una realtà incapace di rispondere alle domande dell'uomo e che, da sempre, mette al rogo persone, idee, opere che osano contraddirla. Eresia come strumento di lotta contro la naturale tendenza “normalizzante” del Potere e della “falsa eresia”, che, attraverso innovazioni soltanto apparenti, riafferma di epoca in epoca i propri valori dominanti e combatte l'azione decostruttiva della critica. La mentalità eretica viene analizzata invece quale atteggiamento di rifiuto dello status quo, con spirito vitale e attivo, animato dalla fiducia in un mondo sensibile al nuovo e al diverso. A cura di Marco Caponera

Guido Zingari (1949-2009) nella sua lunga carriera di docente ha insegnato Filosofia del Linguaggio e Istituzioni di Filosofia presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Roma Tor Vergata. Alcuni dei suoi ultimi titoli pubblicati: Speculum possibilitatis. La filosofia e l’idea di possibile, Milano, Jaca Book, 2000; Il dono e l’Occidente. Conversazione su un gesto inspiegabile, Roma, le nubi edizioni, 2005; Ontologia del rifiuto. Pasolini e i rifiuti dell'umanità in una società impura, Roma, le nubi edizioni, 2006; Oscenità interiori. Verità ambigue e retoriche perverse, Roma, le nubi edizioni, 2010. È noto e tradotto in vari paesi europei per i suoi studi su Heidegger, Hegel, Leibniz e altri.

ISBN 9788899700010

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

L'assassinio nel vicolo della luna
Le inchieste di Lucertolo: 1

04/12/2015 — Jarro

  € 13,90   

 

Il cadavere di un pittore viene rinvenuto nei bassifondi della Firenze preunitaria, negli anni '30 dell'Ottocento. A indagare è Domenico Arganti, detto Lucertolo, ispettore di polizia arrivista e dai metodi brutali, ma anche animato da insospettate punte di umanità. Attorno a lui, una città cupa, pervasa da miseria, dissolutezza morale e intrighi politici. Pubblicato per la prima volta nel 1883, L'assassinio nel Vicolo della Luna è l'inizio della quadrilogia dedicata all'ispettore Lucertolo, primo detective seriale della letteratura italiana. La trama complessa, arricchita da un'indagine che si dipana fra analisi psicologica e aule di tribunale, la violenza, l'affresco di una città e di un'epoca e un investigatore straordinariamente ?umano? nelle sue qualità e nei suoi difetti fanno di questo romanzo semidimenticato un importante precursore del genere noir.

Jarro, pseudonimo di Giulio Piccini (1848-1915), è stato scrittore, giornalista e intellettuale molto noto nella seconda metà dell'Ottocento. Oltre alla produzione di romanzi popolari, si è occupato, da critico, prima di teatro e poi della nascente arte cinematografica. Ha avuto grande notorietà anche grazie a una rubrica di cultura culinaria curata, dagli anni '80, su La Nazione.

ISBN 9788894070378

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook4

Evoluzioni

04/12/2015 — Valerio Valentini

  € 11,90   

 

Cosa hanno in comune una ventola, una festa di compleanno non programmata, una vasca da bagno, un cannibale metà uomo metà scimmia e un grumo di cadaveri? Niente. Ogni giorno, con orgoglio, qualcuno avvelena al posto nostro l'aria che respiriamo. Un auto complotto malamente celato dall'intreccio dei punti di vista. 15 racconti tra l'horror, il pulp, lo splatter, l'underground, il noir e tanti altri generi, 15 racconti nati da 15 Peroni gran riserva. 15 racconti che mettono a nudo l'animo umano e le sue varie sfaccettature, i sogni segreti e gli istinti repressi. 15 modi di urlare agli abitanti della terra: "Fuori dal mio giardino!"

Valerio Valentini, classe 1982, vive e lavora a Ladispoli, piccola cittadina sul mare della provincia di Roma. Nel 2015 pubblica il racconto La valigia, inserito nella raccolta Il nostro due agosto nero in commemorazione della strage di Bologna (Antonio Tombolini editore). Ha fatto parte del gruppo di narratori Gli Specialisti 2.0 per il periodico di poesia e letteratura RivistaUnaSpecie!, dove ha curato anche la rubrica I monologhi della caffeina. Nel dicembre 2015 è stato inserito nella raccolta Romani per sempre con il racconto La giostra di Palmarola (Edizioni della sera ? Roma per sempre). Attualmente scrive per blog e riviste letterarie e nel tempo libero legge.

ISBN 9788894070385

Mr Bennett e Mrs Brown
Testo inglese a fronte

04/12/2015 — Virginia Woolf

  € 11,50   

 

"Mr. Bennett e Mrs. Brown è da molti considerato il manifesto letterario programmatico di Virginia Woolf. Tematicamente legato a Modern Novels del 1919 e Modern Fiction del 1925, in realtà si tratta di uno dei suoi tanti testi interconnessi tra loro sullo stato di salute della narrativa nel primo quarto del Novecento. Pubblicato la prima volta in una fase ancora embrionale nel 1923, prima sul supplemento letterario del New York Evening Post e successivamente (il 1° dicembre) su The Nation and Athenaeum diretto da Leonard Woolf, il saggio si presentava subito come una risposta ad Arnold Bennett." (dall'introduzione di Gian Pietro Leonardi)

«Qui c'è Mrs. Brown che, quasi istintivamente, spinge qualcun altro a scrivere un romanzo su di lei. Io credo che tutti i romanzi comincino grazie alla signora dell'angolo di fronte. Penso che tutti i romanzi, in altre parole, abbiano a che fare con il carattere, e che per esprimere il carattere - non per indottrinare, cantare canzoni, o celebrare le glorie dell'Impero Britannico - la forma del romanzo sia stata elaborata» (Virginia Woolf)

Traduzione di Adalgisa Marrocco.

ISBN 9788894070392

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook3

I cuochi TV sono puttane-All you can read
Ediz. bilingue

21/10/2015 — Adelmo Monachese

  € 13,00   

 

Da uno dei redattori di Lercio.it, una raccolta di articoli, racconti, monologhi satirici e top ten, in omaggio al Late show with David Letterman. Garbata e mai volgare, la misurata comicità di Adelmo Monachese è un felice esempio di sano umorismo. Da questo libro verrà tratta una fiction Rai sulla famiglia tradizionale dal titolo "Il burbero signor Camilli e la sua tradizionale famiglia alle prese con la modernità". Ecco il Trailer: "Tesoro, oggi avremo ospite a pranzo la compagna di nostra figlia" "Ditalini allora!" "Papà, perché non accetti la cosa come hai fatto con Gianni quando ti ha detto di essere gay?" "Perché lui almeno ha avuto la bravura di trasformare la sua passione in un vero lavoro, e ti ho detto mille volte di chiamarlo Monsignor Giovanni Camilli!"

Adelmo Monachese (Foggia, 13 Ottobre 1983) è uno degli autori dei collettivi di satira AcidoLattico.org e Lercio.it. Ha collaborato con Smemoranda.it e con numerosi giornali e riviste che preferiscono non rendere pubblica la cosa, compreso il suo sito personale Ofalo.it. Nel 2014 ha partecipato alla fase finale di Masterpiece, il programma di Rai3 dedicato agli scrittori esordienti. Scrive su Libero Veleno, l?inserto satirico domenicale del quotidiano Libero. Daniele Luttazzi lo ha inserito nel volume Almanacco Luttazzi della nuova satira italiana (Feltrinelli, 2010). È in libreria con il gruppo di Lercio con Un anno Lercio (Rizzoli, 2014), e nell?antologia Inchiostro di Puglia (Caracò, 2015). Era stato scelto al posto di Samantha Cristoforetti per andare duecento giorni nello spazio ma, confrontando le recensioni, ha preferito una settimana in Salento.

ISBN 9788894070361

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook1

La biblioteca ritrovata
Percorsi di lettura gay nel mondo contemporaneo

09/10/2015 — Francesco Gnerre

  € 19,50   

 

Con modalità diverse una cultura gay è sempre più diffusa, anche nei paesi dove sono ancora in vigore leggi esplicitamente omofobe e dove ancora i diritti non sono uguali per tutti. Grazie anche a Internet, ai social network, alla ridefinizione del matrimonio, alla diffusione di storie gay nella letteratura, nel cinema e nelle serie televisive, pregiudizi atavici sono in crisi ovunque e la questione gay è diventata ormai un importante parametro per valutare lo stato della democrazia e della modernità di un Paese. In Italia il tema è ancora problematico. Questo libro prova a farne una prima sistemazione presentando una guida ragionata alle opere e agli autori non solo italiani, europei e angloamericani, da quelli universalmente noti ad alcuni esordienti di talento, ma prendendo in considerazione anche voci che arrivano da paesi emergenti.

Francesco Gnerre, originario di Santa Paolina (AV), vive e lavora a Roma, dove ha insegnato materie letterarie nelle scuole superiori e Teoria della letteratura presso l'Università di Roma Tor Vergata. È autore di testi scolastici (tra gli altri, ha curato l'edizione della Divina commedia, Petrini, Torino 2015) e di studi di Sociologia della letteratura. Sui rapporti tra omosessualità e letteratura ha pubblicato una prima ricerca agli inizi degli anni Ottanta, a cui sono seguiti l'antologia Avventure dell'eros (Gammalibri, Milano 1984), il saggio L'eroe negato. Omosessualità e letteratura nel Novecento italiano (Baldini

ISBN 9788894070354

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

La pianista di Van Gogh

22/06/2015 — Carlo Ferrucci

  € 14,50   

 

A Auvers-sur-Oise, trenta chilometri a nord ovest di Parigi, si consuma nell'estate del 1890 l'ultimo atto della tragica vita di Vincent Van Gogh. Nei due mesi precedenti Van Gogh dipinge alcune delle sue tele più famose e frequenta assiduamente la famiglia del dottor Gachet, alle cui cure è stato affidato da suo fratello Theo. Dopo la morte del pittore, e col crescere della sua fama, Margherita Gachet non dirà né scriverà mai una sola parola su di lui, a differenza di quanto faranno suo padre e suo fratello Paul. Si nasconde forse qualcosa dietro a questo silenzio? Cosa potrebbe avere compreso la giovane pianista riguardo ai segreti della pittura di questo straordinario artista e alle ragioni del suo suicidio? "La pianista di Van Gogh" è il diario immaginario tenuto da Margherita in quei giorni, una testimonianza unica, vivace e raffinata, della fase conclusiva della vita del grande pittore olandese.

Carlo Ferrucci (Roma, 1947), ha insegnato Storia dell'Estetica nell'Università degli Studi di Roma "Tor Vergata". I temi a cui si è maggiormente dedicato sono la psicoanalisi dell'arte, il pensiero poetante di Giacomo Leopardi, l'estetica di Maria Zambrano e la filosofia del teatro. È autore di cinque raccolte di versi, di diversi testi teatrali e di traduzioni, fra gli altri, di G.B. Shaw, F. Garcia Lorca, A. Machado, M. Zambrano, C. Janés e A. Gamoneda. Come romanziere, ha di recente pubblicato "La mina tedesca. Il vero romanzo di Giaime Pintor" (Tra le righe libri, 2015). "La pianista di Van Gogh" è il suo secondo romanzo.

Finalista al Premio Un libro per il cinema 2016

ISBN 9788894070330

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2

Evelyn

22/06/2015 — Jane Austen

  € 7,90   

 

"Se si pensa a un virtuoso gentiluomo inglese settecentesco, composto, retto, onesto e impavido, una cosa è certa: non si pensa a Frederick Gower, irresistibile protagonista di Evelyn, racconto di straordinaria ironia nato dalla penna di una giovanissima Jane Austen. L'uomo, giunto per caso in uno dei villaggi più belli d'Inghilterra, Evelyn, abitato da famiglie di squisita gentilezza, dopo essersi invaghito della locandiera, riuscirà a ricevere denari, amore e proprietà grazie a un misto di sconcertante disinvoltura e inattaccabile cinismo. Un crescendo comico-grottesco che rompe, come sempre con Jane Austen, qualunque stereotipo della letteratura del '700." (dall'introduzione)

Jane Austen nacque nel 1775 nella provincia inglese, dove visse un'esistenza appartata e tranquilla. L'eleganza della prosa, l'ironia e la capacità di analizzare il contrasto tra istanze psicologiche e morali dei personaggi la collocano tra i grandi romanzieri inglesi. Scrisse tra l'altro "Orgoglio e Pregiudizio", "Ragione e sentimento?", "Mansfield Park", "Emma", "Northanger Abbey", "Persuasione".

ISBN 9788894070347

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook4

Oroonoko
Nobile schiavo

19/03/2015 — Aphra Behn

  € 16,00   

 

La tormentata storia d'amore fra il principe Oroonoko, nipote di un sovrano africano, e Imoinda, figlia di un valoroso condottiero. La giovane, che l'anziano tiranno vorrebbe sua sposa, si ribella insieme all'amato. I due nobili giovani saranno costretti alla lontananza, per poi riabbracciarsi, ormai schiavi, nella colonia inglese del Suriname. Mediante il codice della tragedia eroica, l'opera affronta le complessità ideologiche legate al colonialismo, proponendo una visione combattuta tra condanna e legittimazione della schiavitù. Pubblicato per la prima volta nel 1688, "Oroonoko" è stato considerato il primo romanzo moderno della storia della letteratura inglese.

Aphra Behn (1640 ? 1689) è stata definita da Virginia Woolf la prima scrittrice inglese professionista. Romanziera, poetessa e drammaturga, fra i suoi lavori si ricordano The Forc?d Marriage (1671), e The Rover (1677). Oroonoko è la sua opera più importante.

ISBN 9788894070323

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook1

La sepolta viva

04/03/2015 — Francesco Mastriani

  € 17,00   

 

Una donna che corre per i vicoli di Napoli, in preda allo shock, e sembra svanire, come un fantasma. Tracce della sua vita che emergono da testimonianze e articoli di giornale, come tanti pezzi di un puzzle indecifrabile. Un puzzle che viene pian piano ricomposto sulle pagine di uno dei romanzi più famosi di Francesco Mastriani, il maestro italiano della letteratura d'intrattenimento di fine '800. Pubblicato in volume per la prima volta nel 1889, "La sepolta viva" è divenuto un film diretto da Guido Brignone nel 1948.

Francesco Mastriani (Napoli, 1819 ? 1891) è considerato il più importante scrittore italiano di romanzi d?appendice. Da sempre attento alle classi povere della Napoli in cui ha vissuto, è autore, fra l?altro, de La cieca di Sorrento (1852), Il mio cadavere (1852, considerato il primo romanzo giallo italiano) e de I misteri di Napoli (1870 ). Di lui, Benedetto Croce disse che fu ?il più notabile romanziere del genere che l?Italia abbia dato?.

ISBN 9788894070316

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook5

Come un pandoro a Ferragosto

24/02/2015 — Roberto Marzano

  € 14,00   

 

"Come un pandoro a ferragosto", ovvero la vita, gli amori e le avventure di Tonino, bimbo (poi ragazzo, poi adulto) partito dalla Sicilia e approdato nei quartieri popolari di Torino. La storia di Tonino, la nostra storia, raccontata con leggerezza. Ci fa sorridere, ci emoziona, e infine ci commuove.

Roberto Marzano (Genova, 7 marzo 1959), poeta e narratore ?senza cravatta?, chitarrista, cantautore naif e bidello giulivo. Come musicista (Roberto Marzano & gli Ugolotti e Small Fair Band) si è esibito in centinaia di concerti. Ha pubblicato: Extracomunicante. Dov?è finita la poesia (De Ferrari ? Ineditamente, 2012), Eventualmente improponibile (Edizioni Si fa per fare), Senza orto né porto (Bel-Amì edizioni, 2013), L?ultimo tortellino e altre storie (Matisklo edizioni, 2013), Dialoghi scaleni (Matlisko edizioni, 2014).

ISBN 9788894070309