La seconda stanza delle torture

10/2018 — Cinzia Donati

€ 9,00   

 

Le interviste si rivelano spesso una tortura per i malcapitati che, loro malgrado, devono mettersi a disposizione dei giornalisti di turno i quali capita che facciano domande di cui conoscono già la risposta e vorrebbero che i suddetti malcapitati rispondessero esattamente nel modo che loro immaginano… L’allergia dell’autrice al sottoporre le persone alla tortura di rispondere a qualsivoglia domanda, trasforma così le sue interviste in chiacchierate. In questa seconda raccolta della serie sono riportate le interviste realizzate per il quindicinale Paspartu, nell’arco di tempo che va dal 2011 al 2018. Gli intervistati sono persone che hanno qualcosa da dire. Per avere qualcosa di più o meno interessante da dire non importa essere famosi. Per questo si alternano nomi noti e meno noti, alcuni addirittura fuori dal radar della popolarità. L’importante è che, alla fine di ogni intervista, il lettore abbia l’impressione di aver imparato qualcosa di nuovo, che è poi lo spirito con cui la giornalista sceglie le persone da intervistare.

Giornalista, coordina la redazione del quindicinale versiliese Paspartu. Si occupa di uffici stampa. Nel tempo libero dipinge qualsiasi cosa su qualsiasi supporto. Prima di distrarsi seriamente con il lavoro, suonava il clarinetto, il pianoforte e la chitarra classica. Non si è fatta mancare l’arpa celtica e di recente ha acquistato un cajon. Per Giovane Holden Edizioni, ha pubblicato, come co-autore, Nudo, un libro fatto solo di pagine bianche; La stanza delle torture, la prima raccolta di interviste a persone e personaggi realizzate tra il 2008 e il 2011 per Paspartu; ha illustrato il libro per bambini Le avventure di Clarissa. Aspirante blogger, sta lavorando al progetto lastanzadelletorture.com. È nata a Pisa ma vive a Torre del Lago Puccini (Lu).

ISBN 9788832922851

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2