Lo straniero

03/2019 — Natalia Lenzi

€ 9,00   

 

Nelle valigie di cartone soltanto ricordi destinati a diventare memoria di un rimpianto lontano. Fine del XIX secolo. Dodici anni; fin troppi per un bambino dell’epoca, pochi per un adulto di qualsiasi tempo. Attraverso i suoi occhi spalancati al mondo, l’epica di una generazione. Meraviglia, incredulità, paura, disperazione, speranza, curiosità, ogni genere di emozione scrolla la sua anima, specchio del medesimo turbamento che sconvolge le sorelle più piccole, il padre e la madre. Non ha nome il bambino che narra il concepimento di un abbandono, il viaggio attraverso l’ignoto e il terrore del rifiuto; è un giovane adulto in una folla di uomini e donne animati da desideri e disperazione, troppo piccolo per pretendere spiegazioni, troppo grande per non comprenderle. La speranza invece ha un nome preciso. La speranza si chiama America. La Terra dove dimenticare la miseria, dove costruire un futuro, dove trovare un lavoro, dignità e magari ricchezza. Una Terra madre e matrigna, benevola e inflessibile, accogliente e critica, amica e giudice. Una Terra dove il Nulla del presente può divenire Incognita dell’avvenire. Una Terra dove diventare straniero.

È nata nel 1971 a Pistoia, in Toscana, e vive a Quarrata. Diplomata all’Istituto Tecnico Industriale di Pistoia, ha frequentato per qualche anno la Facoltà di Chimica presso l’Università degli Studi di Firenze, pur senza completare il percorso degli studi e conseguire la laurea. Il lavoro nell’attività di famiglia, prima, e in quella del marito, poi, si è interrotto per sua scelta con la nascita della figlia. Appassionata di storia, ha iniziato a scrivere poco dopo essere diventata mamma. Amante della carta e penna, racconti e romanzi ambientati nel passato o tratti dal quotidiano hanno presto consumato fiumi di inchiostro. Ha pubblicato con Ibiskos Editrice Risolo: Il Volere dei Padri, premio della critica al Premio Michelangelo Buonarroti, nel 2015; La Taverna dell’Anatroccolo Nero ricevendo buoni riconoscimenti tra cui il premio speciale al Premio Prato: Un tessuto di cultura, nel 2016. Per Albatros Il Filo ha pubblicato La storia di Nora, con cui si è aggiudicata tra gli altri la vittoria al Premio Firenze Capitale d’Europa, nel 2015. Nel 2017 ha vinto il Premio Letterario Giovane Holden sezione racconto inedito e pubblicato Ho deciso che devi morire, Giovane Holden Edizioni, aggiudicandosi l’anno successivo il diploma d’onore con menzione di encomio al Premio Michelangelo Buonarroti.

ISBN 9788832923858

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook3