Dentro i palazzi spezzini tra Belle Époque e Liberty
Artisti, artigiani e architetti all'opera (1890-1923)

11/2017 — Diego Savani

€ 23,00   

 

Ferri battuti ed elementi in ghisa, affreschi e decorazioni parietali, ebanisterie e intagli, sculture, bassorilievi e decorazioni musive. Gli artigiani che lavorarono in città nel periodo che va dalla Belle Époque alla piena fioritura del Liberty, erano spesso «veri maestri del loro tempo e della loro Arte» e contribuirono con le loro opere a creare «un’edilizia di qualità che ancor oggi ammiriamo».

A partire dai Regolamenti d’Ornato e dagli insegnamenti della Regia Scuola di Arti e Mestieri, entriamo nel mondo degli artisti-artigiani di fine Ottocento, uniti in corporazioni come la Società dei pittori, decoratori e verniciatori o la Mutuo Soccorso degli ebanisti e intagliatori, in una città dal clima culturale vivace, in cui troviamo artisti di fama come Alessandro Mazzucotelli, autore di autentici capolavori custoditi nella villa Ceretti Marmori - oggi sede del Conservatorio musicale - di cui il libro raccoglie anche una serie di disegni inediti.

Diego Savani (La Spezia 1988) è laureato in Scienze dei Beni Culturali presso l'Università Cattolica di Milano con una tesi sull'artigianato Liberty spezzino. Presso lo stesso ateneo ha conseguito la specializzazione in economia e gestione dei Beni Culturali. Da alcuni anni lavora nel settore turistico ed è guida turistica abilitata.

Con le Edizioni Giacché ha pubblicato “La Spezia, carta turistica. Guida storico-artistica del centro città” (2013) e la guida “Cinque Terre, Portovenere e Golfo dei Poeti. Cultura, arte, storia...” (2014).

ISBN 9788863820928

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook7