Centonovantasettevolte

04/2016 — Renato Garlaschini

€ 12,00   

 

Romanzo che racconta la genuinità dei sentimenti e delle emozioni della giovinezza in un contesto in cui l'amore e il brivido della velocità s'intrecciano. Centonovantasette volte sui tornanti della Morca.

Scesi gli scalini della pergola, uscii sul piazzale. Il pullman se n’era andato, i ragazzi del liceo si aggiravano curiosi tra le giostre, qualcuno faceva degli scherzi perché sentii una voce di ragazza gridare smettila! E poi altre ridere. E mi montò dentro una rabbia. Sentivo tutto il prurito nelle dita e nei denti, perché poteva essere tutto così semplice, così facile (ma vaffanculo, Nilde).


Renato Garlaschini, classe 1964, origini della Valsesia, vive a Saronno. Laurea in giurisprudenza, lavora da oltre vent’anni per un’importante associazione industriale occupandosi prevalentemente di aspetti normativi, di comunicazione e di relazioni istituzionali. Da giovane ha macinato parecchi chilometri a piedi con gli amici, zaino in spalla in giro per l’Italia, e gli è rimasta dentro la passione per il campeggio e la vita libera all’aria aperta. Che adesso coltiva leggendo libri di viaggi e storie speciali. Sposato, due figli, al mare preferisce la montagna, è appassionato di rugby (mai giocato un secondo) e della musica progressive degli anni settanta. Ha esordito come autore nel 2016.


ISBN 9788890795466

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook0