Diritti e teorie morali
La prospettiva dei moral rights

01/2016 — Pierfrancesco Biasetti

€ 25,00   

 

I diritti hanno plasmato più di ogni altro concetto gli ideali normativi della contemporaneità, diventando la lingua franca attraverso cui formulare ogni questione di giustizia. Questo successo si è rivelato un’arma a doppio taglio: da un lato ha portato alla proliferazione incontrollata delle pretese e delle rivendicazioni; dall’altro, ha diluito l’originale sostrato giustificatorio dei diritti, impedendone l’assunzione come prima eticità globale. La potenza retorica del linguaggio dei diritti è indubbia. Ma dietro questa retorica si trova una nozione davvero in grado di apportare qualcosa di importante o di unico da un punto di vista normativo, oppure i diritti sono soltanto uno strumento particolarmente efficace di «marketing» politico-morale? Obiettivo di questo libro è quello di descrivere e misurare lo spazio che i diritti possono avere all’interno di una teoria morale: anzitutto analizzando quali siano le caratteristiche strutturali e funzionali originali di questa categoria normativa; secondariamente investigandone le possibilità di utilizzo in una teoria morale complessa. I risultati saranno poi impiegati per indagare le condizioni di possibilità, le funzionalità, le caratteristiche, i pregi e i difetti di una teoria morale basata sui diritti.

Pierfrancesco Biasetti si è laureato in Filosofia all’Università di Pisa, ha conseguito il dottorato di ricerca presso l’Università di Padova, ed è stato visiting scholar presso la Colorado State University. Si occupa di etica e teoria normativa. Alcuni suoi contributi sono apparsi su Ethics, Environmental Philosophy, Philosophia, Iride, e Ragion Pratica. § Di Biasetti Orthotes ha pubblicato la monografia Diritti e teorie morali. La prospettiva dei moral rights (2016).

ISBN 9788893140164

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook0