Buster Keaton
L'invenzione del gesto

04/2016 — Gianluca Solla

€ 16,00   

 

Ci sono cose la cui evidenza si ottiene solo mediante le immagini. Buster Keaton non è solo il grande protagonista della stagione dei film muti che tutti conosciamo, è il pensatore di un'impresa colossale che definiamo così: pensare per immagini. Nell'invenzione travolgente del suo cinema l'immagine si emancipa dal contenuto realistico che avrebbe potuto tenerla in ostaggio e arriva a produrre sequenze di pura creazione. Là a dispiegarsi non è né una rappresentazione della realtà, ma neanche la distrazione offerta da uno spettacolo. A prodursi è un concatenamento inaudito che in segreto lega tra loro le cose più diverse: uomini, animali, macchine, oggetti, tempo... Questo movimento ricorda una scrittura che sia fatta unicamente in forza di variazioni del corpo ossia in virtù dell'invenzione di gesti e di altre connessioni con i corpi.

Gianluca Solla insegna Filosofia all'Università di Verona. Tra le sue pubblicazioni: L’ombra della libertà (Napoli 2003), Nomi di nomi (Milano 2006), Marrani. Il debito segreto (Milano 2008), Memorie dei senzanome. Breve storia dell’infimo e dell’infame (Verona 2013), Buster Keaton. L'invenzione del gesto (Napoli-Salerno 2016). § Per Orthotes ha pubblicato la monografia Buster Keaton (2016), e ha curato la silloge Cosa può un taglio? Filosofia, psicoanalisi e altre circoncisioni (2016).

ISBN 9788893140409

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook4