Lascia ch'io pianga
Il masochismo tra cinema, filosofia e psicoanalisi

12/2017 — A. Nicolini

€ 18,00   

 

La filosofia non ha senso, scava nel senso. Forse è questo il motivo per cui questo libro, che si spinge nei più tetri meandri della perversione, finisce per parlare d’amore. È stato come per errore che l’amore è emerso come unica costante da tutti i saggi chiamati qui a interrogarsi sul masochismo. Frutto di un crocevia di saperi che si intersecano nel tentativo di afferrare ciò che di reale ci viene offerto, non tanto dalla perversione, quanto dal nostro rapporto con essa, questo libro si offre al lettore come un vero e proprio specchio attraverso cui riflettere su cinema, filosofia e psicoanalisi. Uno specchio in cui trovare riflesso un frammento di sé – che sia perverso (o innamorato).

Andrea Nicolini insegna Filosofia morale presso l’Università di Verona dove è membro del Centro di ricerca “Tiresia” per la filosofia e la psicoanalisi. Partendo dal panorama filosofico e psicoanalitico del '900 francese, le sue ricerche attualmente vertono sul rapporto tra soggettività, erotismo e pulsione di morte, indagato attraverso una prospettiva interdisciplinare che muove dalla filosofia alla letteratura e al cinema. Tra le sue pubblicazioni il saggio Amore: Risvolti di Aprile, in Transfert, Amore Trauma, a cura di F. Leoni e R. Panattoni, Orthotes 2016, e la monografia Riconoscimento di sé e genesi della coscienza (2018).

Saggi di: Leo Bersani, Ulysse Dutoit, Lee Edelman, Federico Leoni, Andrea Nicolini, Riccardo Panattoni, Rosamaria Salvatore, Gianluca Solla

ISBN 9788893141307

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2