Fernand Deligny

06/2018 — Nicola Turrini

€ 17,00   

 

Fernand Deligny è stato una figura chiave della pedagogia francese del Novecento, che a partire dagli anni Cinquanta ha contributo a ripensare la “presa in carico” dei bambini autistici al di fuori delle strutture istituzionali. Congiuntamente alla pratica strettamente pedagogica egli ha elaborato un’originale riflessione sullo statuto dell’immagine e del suo ruolo nei processi di soggettivazione. Educatore anomalo, defilato, antiaccademico, ma anche grande scrittore, Deligny ha tentato di cartografare proprio quella vita singolare e insieme comune che appare in filigrana nelle esistenze silenziose dei bambini autistici. Un tentativo, il suo, di resistere alla mortificazione della vita e dell’immagine e, allo stesso tempo, di mostrare come fosse indispensabile pensarle assieme per indicare quel nesso che le rende qualcosa d’insostituibile: un’immagine vivente, tangibile e impenetrabile come la pietra, e tuttavia mobile e permanente come l’acqua.

Nicola Turrini è dottore di ricerca in filosofia e fa parte del Centro di Ricerca Tiresia per la filosofia e la psicoanalisi e del Centro di ricerca Orfeo – immagine suono scrittura – presso l’Università di Verona. Fernand Deligny è la sua prima monografia.

ISBN 9788893141437

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook2