La cucina futurista

12/2018 — Filippo Tommaso Marinetti

€ 3,90   

 

Abbasso la pastasciutta” scriveva F. T. Marinetti, convinto che la rivoluzione dovesse avvenire anche in campo gastronomico. E siccome “si pensa si sogna e si agisce secondo quel che si beve e si mangia”, all’alimentazione tradizionale bisognava preferire pasticche, surrogati sintetici e composti chimici per un “nutrimento adatto a una vita sempre più aerea e veloce”. In definitiva, la nuova cucina doveva “agilizzare” il corpo così come le parole in libertà avevano “agilizzato” la letteratura.

Il poeta, scrittore e drammaturgo Filippo Tommaso Marinetti (Alessandria d’Egitto, 22 dicembre 1876 – Bellagio, 2 dicembre 1944) è stato il fondatore del movimento futurista, la prima avanguardia storica italiana del Novecento. Il Manifesto del futurismo fu pubblicato nel 1909. Al ragguardevole archivio di opere marinettiane appartengono manifesti, poesie, epistolari, film, drammi teatrali e scritti vari.

ISBN 9788893331159

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook0