Racconti di Juarez del Sud

09/2019 — Luca Mignola

€ 14,00   

 

In una città di confine, Juarez del Sud, si lotta per il potere. I contendenti sono grotteschi, malvagi, talvolta insignificanti: uomini e mostri che cercano, con la violenza dei gesti o con quella delle parole, di dominare la città. Ma Juarez del Sud è indomabile e ogni tentativo di abbracciare con lo sguardo le forze che la abitano è un aborto – ogni aborto una disperazione, ogni disperazione una vertigine del desiderio che spinge i contendenti a continuare a tentare. Ed è da uno sbuffo del desiderio che viene fuori una prospettiva, un altro luogo, la città impossibile: Janka sul confine, prima città dionisiaca della Storia. I racconti spingono per frammentarsi e moltiplicarsi: accade così una proliferazione di storie che vogliono parlarsi e che finiscono per generare versioni differenti e spesso contrastanti dello stesso evento. Così, ogni racconto del libro è una forma chiusa e a sé stante e allo stesso tempo una forma aperta e comunicante. Nei temi come nella forma Racconti di Juarez del Sud narra l’impossibilità e la necessità della costruzione. “Questo è il modo in cui accadono le cose, tutto si dispiega davanti agli occhi dell’osservatore, che non vede niente”.

Luca Mignola (1982), nato a Pompei, cresciuto a Torre Annunziata, dal 2016 vive e lavora a Salerno. Co-dirige la rivista web «CrapulaClub». Suoi articoli e racconti sono stati pubblicati da «Cattedrale Magazine», «Pagine Inattuali», «Neutopia» e «Nazione Indiana». Autore de “L’educazione del Topo”, entrato nell’antologia Anatomè – dissezioni narrative, a cura di Antonio Russo De Vivo, Andrea Zandomeneghi e Literaria Consulenza editoriale (Ensamble, 2018) e di “Transkafkamento”, incluso nel Vocabolario minimo delle parole inventate, a cura di Luca Marinelli (Wojtek, 2019).

Mignola sembra un personaggio eruttato in questa dimensione dall’universo narrativo de I detective selvaggi, serpeggia con disinvoltura tra Cechov, noir, Kafka, fantascienza, metafiction e visioni lovecraftiane, dando prova di una fede entusiastica ‒ quasi bambinesca ‒ nel potere della letteratura.

Salvatore Toscano, «Il primo amore»

ISBN 9788894334555

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook4