Sciabole e tritolo
1974, le stragi e il golpe bianco

10/2017 — Luca Innocenti

€ 16,00   

 

Le stragi di Brescia, dell’Italicus e gli attentati dei neofascisti di Ordine nero; le inchieste dei giudici sul Sid parallelo e le strutture paramilitari attive in funzione anticomunista; lo scontro all’interno dei servizi segreti e il Golpe Bianco; le manovre politiche e l’ombra della P2 dietro gli attentatori.


il libro ricostruisce, trenta anni dopo, ciò che accadde nel 1974, uno dei periodi più terribili degli anni di piombo, un anno che si porta dietro una lunga scia di attentati e due stragi, piazza della loggia e il treno italicus. Attentati di marca neofascista, nelle quali si riscontrano responsabilità politiche e si vedono chiare correlazioni con la p2.

Uno scenario complesso in cui le mille tessere possono essere collegate oggi in una visione unitaria: una guerra civile portata avanti con un’escalation di attentati no ad arrivare alle stragi, da sigle e organizzazioni ben precise, che arrivano nel momento in cui il paese si sta aprendo verso nuove istanze riformatrici.

E le complicità di cui ha goduto il neofascismo, tollerato e protetto deliberatamente an- che da settori dell’apparato statale, nella comune convergenza di interessi in funzione anticomunista.

Luca Innocenti (1975), archivista e informatico, è un appassionato studioso degli anni settanta, autore del blog 4 agosto 1974. Per fuori|onda ha scritto, nel 2013, Italicus, la bomba di nessuno – Una strage impunita tra depistaggi, eversione nera e complotti di Stato.

ISBN 9788897426653

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook4