Sentire ciò che nell'altro è vivente
L'amore nel giovane Hegel

09/2014 — Judith Butler

€ 12,00   

 

Questo testo di Judith Butler affronta alcune tra le pagine più affascinanti e complesse scritte dal giovane Hegel: il frammento sull’Amore e il Frammento di sistema. L’intento dell’Autrice è duplice: scandagliarne il senso profondo e operare, nel contempo, una riflessione più ampia sul tema dell’amore e della vita. A partire dall’idea hegeliana dell’amore come sentimento in cui «il vivente sente il vivente», Butler incrocia fecondamente problemi classici della filosofia di Hegel (il rapporto individuo-comunità, religione-filosofia, vita-viventi) con alcuni motivi della sua più recente produzione: la precarietà della vita, il legame tra l’amore e la perdita, il potere del lutto, etc. Filo conduttore del suo itinerario è la difficoltà che il linguaggio filosofico sperimenta nel rendere conto del fenomeno dell’amore, fenomeno che «ha una sua propria logica – una logica che non fiorisce mai effettivamente in una forma definitiva, ma è caratterizzata da una illimitata apertura». L’illimitata apertura a cui, in quanto viventi, ci consegna e ci espone la vita.

Judith Butler è Maxine Elliot Professor presso la University of California (Berkeley) e Visiting Professor alla Columbia University (New York). Autrice di testi divenuti classici del femminismo internazionale (Questioni di genere, Roma-Bari 2013; Corpi che contano, Milano 1996) si è occupata di filosofia politica e di etica confrontandosi a lungo con il pensiero hegeliano. Alla ricezione francese di Hegel è dedicato il suo primo volume Soggetti di desiderio (Roma-Bari 2009). § Di Butler Orthotes ha pubblicato Sentire ciò che nell'altro è vivente. L'amore nel giovane Hegel (2014), a cura di Mariafilomena Anzalone.

ISBN 9788897806578

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook0