Resistenze
Sul concetto di analisi

09/2014 — Jacques Derrida

€ 12,00   

 

Lavorando nei margini de L'interpretazione dei sogni, Jacques Derrida penetra tra le pieghe del testo freudiano portando in luce la natura disseminale del concetto di resistenza all'analisi. Ma, se non si dà una nozione univoca di resistenza, anche il concetto di analisi vacilla, si decostruisce, esponendosi alla possibilità del suo al di là. La psicoanalisi diviene così per Derrida il luogo strategico a partire dal quale ripensare tutta la tradizione della ragione analitica, anche nel suo rapporto con la dimensione etico-politica. Resistenze è un testo fondamentale non solo per ricostruire il confronto derridiano con la psicoanalisi, ma anche per comprendere il ruolo che questo confronto ha svolto nell'evoluzione del pensiero del maestro della decostruzione.

Jacques Derrida (1930-2004) è stato uno dei pensatori più originali della seconda metà del Novecento. Con i suoi libri e la sua intensa attività di insegnamento ha saputo esercitare una feconda influenza in molteplici campi del sapere. Ricordiamo qui gli scritti in cui è più serrato il confronto con la psicoanalisi: Il fattore della verità (1975); Speculare – su “Freud” (1980); “Essere giusti con Freud”. La storia della follia nell'età della psicoanalisi (1992); Mal d'archivio. Un'impressione freudiana (1995); Stati d'animo della psicanalisi (2000). § Di Derrida Orthotes ha pubblicato Resistenze. Sul concetto di analisi (2014), a cura di Michele Di Bartolo.

ISBN 9788897806615

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook0