Il compito dell'impossibile

07/2015 — Franco Rella

€ 10,00   

 

L’aver assunto su di sé un “compito dell’impossibile”, qual è quello di tentare di definire il bene (ma anche il male), ha prodotto in questo affascinante testo un “inquieto vagabondaggio” tra frammenti che si compongono e di nuovo si scompongono in un percorso problematico. L’idea che il bene non sia senza il male, che un mondo senza il male sia un mondo “scorticato e privo di ombra” (Bulgakov), spinge a riproporre, mai appagati dalle risposte, in modi diversi l’identica domanda. Dai filosofi e tragici greci fino a Bataille e Blanchot, passando per preziosi riferimenti a Thomas Mann, Kafka, Pasolini, Simone Weil e tanti altri, la questione del bene (e del male) richiama quella del potere, della violenza, della guerra e della libertà, ma anche della scrittura e dell’arte stessa. E coinvolge non solo l’umano, ma anche il divino.

Franco Rella, filosofo e saggista, ha insegnato per anni Estetica allo IUAV di Venezia, che ha lasciato anticipatamente nel momento in cui lì, come in tutta l’accademia, si andava restringendo lo spazio critico. Ha interpretato la disciplina come un luogo di frontiera e di scambio tra arte e filosofia, muovendosi in entrambi i territori. È autore di saggi sull’arte, la letteratura e filosofia. Ha pubblicato da ultimo, L’enigma della bellezza (Milano 2006); La responsabilità del pensiero. Il nichilismo e i soggetti (Milano 2009), Interstizi. Tra arte e filosofia (Milano 2011), Ai confini del corpo (Milano 2012). Nel 2013 ha pubblicato Figure del tempo, Introduzione a Enciclopedia delle arti contemporanee. Il Tempo interiore, a cura di A. Bonito Oliva. Il suo ultimo libro è Forme del sapere. L’eros, la morte, la violenza (Milano 2014). Ha in preparazione un libro sulla percezione del tempo nella modernità. § Di Rella Orthotes ha pubblicato Il compito dell'impossibile (2015) e Quale bellezza? (2017)

ISBN 9788897806950

Giacenza indicativa a magazzino Fastbook5